Connect with us

Lifestyle

Mamma lo vuoi un regalo originale? | Limited Edition Fernet – Branca

Published

on

Fernet-Branca lancia una nuova Limited Edition floreale: botaniche e sapori da tutto il mondo in quattro nuove bottiglie  tutte da collezionare!

C’è aria di Primavera in casa Branca e come per la Natura che ci circonda è tempo di rifiorire e rinnovarsi anche per Fernet-Branca. L’inimitabile amaro di F.lli Branca Distillerie cambia veste e si presenta quattro nuove bottiglie tutte da collezionare.

Protagoniste della nuova livrea floreale sono proprio le erbe, le radici, i fiori e le spezie che compongono la ricetta segreta dell’amaro. Un trionfo per gli occhi e per il palato, la nuova Limited Edition è un omaggio ai colori e ai profumi degli ingredienti storici che rendono unico Fernet-Branca sin dalle sue origini.

Creato nel 1845 da Bernardino Branca, fondatore dell’azienda, Fernet-Branca ha mantenuto negli anni il segreto della sua speciale miscela: un mix esclusivo di 27 erbe, fiori e spezie che viene gelosamente custodito dalla famiglia Branca e tramandato di padre in figlio da cinque generazioni. Un viaggio sensoriale di sapori; le botaniche che compongono la ricetta di Fernet-Branca, infatti, provengono da 4 diversi continenti. Il Rabarbaro della Cina, la Camomilla italiana e argentina, lo Zafferano dell’Iran, la Genziana francese, la Galanga di India e Sri Lanka per fare qualche esempio: un vero e proprio giro del mondo, in un bicchiere.

Giallo, nero, blu, verde: le quattro tonalità vivaci e raffinate della nuova edizione limitata sono il dono perfetto da portare a un pranzo o a una cena in compagnia, da regalare o da gustare in occasione della prossima Pasqua. Bellissime nel design daranno un tocco di colore in più nelle tavole imbandite a festa degli italiani come simbolo di convivialità e condivisione.

Disponibile nei punti vendita da marzo, la Limited Edition Fernet-Branca dimostra, ancora una volta, l’innata capacità dell’amaro italiano di evolversi e cambiare rimanendo sempre sé stesso preservando la sua qualità indiscussa e quel sapore unico e antico che lo ha reso celebre in tutto il mondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × uno =

Lifestyle

Milano Design Week 2024 – Moleskine e la Moleskine Foundation presentano DETOUR mostra itinerante dei Taccuini d’Autore alla Pinacoteca Ambrosiana e Alcova

Published

on

Dal 22 Aprile 2024, on air, a Milano la campagna Pen&Paper mira a sensibilizzare il ritorno della scrittura e del disegno a mano.

Un tratto, uno schizzo, una pennellata: così nasce la creatività, tracciata a mano su un taccuino Moleskine. È da questo punto di partenza che Moleskine e la Moleskine Foundation invitano il pubblico in occasione di Milano Design Week 2024 a immergersi nell’universo affascinante dei taccuini d’autore della mostra internazionale Detour.

La Moleskine Foundation – organizzazione senza scopo di lucro che persegue la missione “Creatività Per il Cambiamento Sociale” e il cui scopo è ispirare, incoraggiare e me(ere in conta(o i giovani per trasformare se stessi e le loro comunità a(raverso la creatività – possiede la più grande collezione di taccuini d’artista del nostro tempo: oltre 1.600 opere uniche, create da ar6s6 che hanno contribuito ad accrescere la consapevolezza della crea6vità come strumento di cambiamento sociale, a(raverso programmi che liberano il pensiero creativo e critico nei giovani provenienti da contesti svantaggiati.

MOLESKINE ALLA PINACOTECA AMBROSIANA – DETOUR
Nata nel 2006, Detour, è molto più di una semplice mostra d’arte: è un’esperienza, che trasporta il visitatore nel cuore del processo creativo, dalla mente dell’artista alla pagina del taccuino. Si tratta di un progetto dedicato alla cultura e alla creatività condivisa e offre un’ampia visione della creatività umana attraverso taccuini decorati, hackerati, trasformati in sculture o in graphic novel, riempiti di note, schizzi, dipinti e disegni.

La mostra – esposta alla Pinacoteca Ambrosiana in occasione di MDW 2024 – ha già conquistato città come Shangai, Parigi, New York, Londra: a Milano saranno esposte oltre un centinaio di opere uniche, realizzate da ar6s6 provenien6 da tu(o il mondo, contribuendo a sensibilizzare sul tema della creatività come strumento di cambiamento sociale e diffondere la cultura della condivisione e del dono. Tra gli artisti selezionati: Giorgia Lupi, Antonio Marras, Pascale Marthine Tayou e Joana Vasconcelos.

La scelta della Pinacoteca Ambrosiana per ospitare questa mostra non è casuale: luogo storico milanese, scrigno di arte e cultura, offre uno sfondo perfetto per esplorare in profondità la diversità del pensiero creativo. Mettendolo idealmente in relazione con le più preziose opere custodite in pinacoteca: i codici di Leonardo da Vinci e il cartone di Raffaello, testimonianze eccezionali della potenza delle idee tracciate a mano, che siano disegni o scritti.

“Detour è una celebrazione della diversità e della creatività umana”, afferma Daniela Riccardi, CEO di Moleskine. “Ogni taccuino racconta una storia unica, riflettendo il background e la visione dell’artista che lo ha creato. Siamo entusiasti di portare questa straordinaria mostra a Milano, una città che incarna perfettamente lo spirito dell’innovazione e della creatività”.

La più grande raccolta di taccuini d’autore del nostro tempo aprirà nuovi pun6 di vista su una contemporaneità sempre più complessa e variegata: le pagine dei quaderni saranno dunque riempite di pensieri, schizzi, immagini, realizzati appositamente da artisti e designer, architetti e musicisti, filmmaker o filosofi, che trasformeranno – attraverso il proprio segno e la propria voce – le pagine dei taccuini Moleskine. Diventando qualcos’altro.

MOLESKINE AD ALCOVA
In parallelo, Moleskine presenterà Detour all’interno di Alcova – pittaforma del design creativo alla sua settima edizione – nella cornice di Villa BagaX Valsecchi a Varedo.
La mostra – che si avvale del contributo di artisti e designer contemporanei – è rivolta al pubblico giovane e dinamico del FuoriSalone, con un totale di 33 opere selezionate tra cui alune inedite, offrirà una panoramica della creatività contemporanea nel campo del design.

LA CAMPAGNA MOLESKINE PER LA SCRITTURA A MANO
Il Salone Del Mobile 2024 è, inoltre, occasione per lanciare un proge(o molto caro a Moleskine: dal 22 aprile 2024, sarà attivata la nuova campagna “Pen&Paper” che ha lo scopo di rimettere al centro la scrittura a mano, risvegliando il potere di essere strumento efficace per stimolare creatività e memoria.

La campagna prende ispirazione da diversi studi condotta da scienziati e studiosi di fama, come la professoressa Audrey Van der Meer, il cui lavoro ha dimostrato che sia i bambini sia gli adulti imparano di più e ricordano meglio quando scrivono a mano. O quelli di Irene Bertoglio e Giuseppe Rescaldina, una grafologa e uno psicologo, che spiegano i danni cognitivi, emotivi e relazionali che possono derivare dall’abbandono della scrittura a mano nei bambini. Non da ultimo, gli studi della Prof. Hetty Roessingh, di Kristin Wilcox, del Prof. Ruud van der Weel e del giornalista Owen Ruderman i cui contribu6 e citazioni sono sta6 riporta6 graficamente sui poster crea6 per la campagna.

Con 200 poster disegnati a mano uno ad uno e disseminati per la città di Milano, la campagna mira a sensibilizzare circa l’importanza di tornare alla scrittura e al disegno “carta e penna”, evidenziandone i benefici tangibili per la salute mentale e il pensiero creativo.

Per questo progetto – che parte dall’Italia ma si svilupperà su scala internazionale – Moleskine ha coinvolto nella produzione dei poster gli stessi moleskiners dell’ufficio di Milano e un gruppo di studenti del Politecnico di Milano ed è proprio agli studen6 che verrà offerta la possibilità di acquistare i prodotti del brand (taccuini, agende, ma anche zaini e accessori) a metà prezzo.

“In linea con la nostra missione di promuovere l’uso di carta e penna e di credere nell’importanza della creatività nel mondo, stiamo lanciando, insieme a Detour e la campagna Pen&Paper, il progetto dedicato interamente ai giovani Moleskine Loves Students” dichiara Daniela Riccardi.

Con questo progetto, Moleskine si impegna a sostenere le varie sfide e aspirazioni dei giovani studenti, offrendo loro l’opportunità di crescere e prosperare in ogni aspetto della loro vita. Tale impegno si focalizza su diversi pilastri essenziali: comunità, accessibilità ed esclusività. Moleskine fornisce agli studenti gli strumenti necessari per raggiungere i propri obiettivi accademici e personali, oltre a ispirare le giovani generazioni a scrivere, disegnare e scarabocchiare, incoraggiandoli a scegliere Moleskine.

Il primo passo di Moleskine Loves Students è una campagna di coinvolgimento lanciata nelle maggiori università italiane. L’ambizioso obiettivo è coinvolgere oltre 500.000 studenti provenienti da 15 università situate in cinque città permettendogli di entrare in contatto direttamente con il brand e far conoscere il programma e le sue iniziative.

Giorgia Lupi

Questo slideshow richiede JavaScript.

Antonio Marras

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pascale Marthine Tayou

Joana Vasconcelos

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

Ascari. Viaggio sentimentale in Lombardia

Published

on

Dal 1 5 al 21 Aprile in occasione del la Design Week 2024 l e illustrazioni di Jacopo Ascari dedicate alle eccellenze lombarde saranno esposte ne l Belvedere di Palazzo Lombardia

In occasione della Design Week 2024, le illustrazioni firmate da Jacopo Ascari , dedicate alle eccellenze delle province lombarde, saranno protagoniste dell’esposizione in programma presso il Belvedere di Palazzo Lombardia in Piazza Città di Lombardia.

In un’esperienza di ridisegno e d’interpretazione del territorio, lo stile lombardo diventa il fil rouge di una raccolta di illustrazioni che lega tutte le eccellenze di una regione dinamica, dalla moda al food, dal design alla musica, dal turismo all’architettura. L’esposizione s a rà per i visitatori un vero e proprio viaggio sentimentale nella Lombardia dei desideri in cui immergersi , tra piazze mozzafiato, edifici scenografici e luoghi inediti per scoprire lo “stile lombardo” unico e inconfondibile, ricon osciuto nel mondo.

Sono orgoglioso di poter esporre le mie illustrazioni nello scenografico Belvedere di Palazzo Lombardia, uno dei luoghi simbolo della Regione . Circondati dal magnifico skyline del 39esimo piano, i visitatori potranno scoprire le incredibili destinazioni della Lombardia. Eleganza, ricercatezza, passione ed innovazione sono gli elementi che contraddistinguono i tratti dei miei disegni che come vere e proprie originali cartoline, raffigurano ogni singola provincia e, soprattutto, regalano una vista imperdibil e nell’anima e nella bellezza della capitale indiscussa
dello stile” ha dichiarato l’artista Jacopo Ascari.

La mostra “Ascari. Viaggio sentimentale in Lombardia” rientra nell’ambizioso progetto Lombardia Style promosso dall’Assessore al turismo, marketing territoriale e moda, Barbara Mazzali e presentato lo scorso febbraio alla BIT di Milano: un trademark, un vero e proprio brand, fortemente voluto dalla Regione che identifica e certifica il meglio della produzione e della creatività made in Lombardia.

“Durante la Design Week, Il Belvedere di Palazzo Lombardia si trasformerà in una vetrina aperta al pubblico in cui sarà possibile conoscere la storia della Regione con le sue eccellenze. Grazie alle opere dell’artista Jacopo Ascari che racchiudono l’essenza dello stile lombardo, i visitatori avranno l’occasione di immergersi in un viaggio sentimentale ed emozionale alla scoperta del territorio e di tutte quelle bellezze Made in Lombardia, simbolo del Lombardia Style” ha affermato l’Assessore Barbara Mazzali .

L’esposizione in programma durante il Fuorisalone, dal 15 al 21 Aprile, presso il Belvedere di Palazzo Lombardia in Piazza Città di Lombardia (Ingresso da N1), sarà aperta al pubblico solo su prenotazione dal sito www.eventi.regione.lombardia.it secondo i seguenti orari: da lunedì a giovedì dalle ore 18 alle ore 21; venerdì dalle 15 alle 21; sabato dalle 10 alle 21 e domenica dalle ore 10 alle ore 18.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

I NUOVI PEZZI DELLA COLLEZIONE “LO-VE” DI DAVIDE APOLLONI AL SALONE SATELLITE 2024

Published

on

Creativo e sensibile verso l’ambiente, curioso delle fasi produttive, il designer Davide Apolloni espande la sua collezione “Lo-Ve” con nuovi pezzi, continuando l’esplorazione col tubolare d’acciaio.

La collezione “Lo-Ve” esposta al Salone Satellite nel 2023 quest’anno si espande con l’aggiunta di sei nuovi prodotti. Ogni pezzo riflette il linguaggio di design di Davide Apolloni, orientato alla semplicità, che si distingue per l’uso di curve dolci. Tra i nuovi pezzi che verranno presentati quest’anno, spicca il tavolo rettangolare Jamil, la poltrona Yu declinata in divanetto -dimostrando la volontà del designer di creare una famiglia di pezzi che si completano armoniosamente- e la lampada Lancia, acciaio su marmo, elegante e minimalista, che rappresenta il primo approccio di Apolloni al mondo della luce.

Trasformando materiali altrimenti inutilizzati ha creato delle piccole opere d’arte irripetibili: un tappeto fatto con gli scarti della produzione dei tessuti d’arredo e un tavolino realizzato con gli avanzi della produzione del marmo. Frutto del suo interesse per la sostenibilità e l’innovazione.

La collezione ‘Lo-Ve’ è il risultato di passione per il design ed ispirazione emersa dalle visite aziendali” afferma Davide Apolloni, entusiasta di esporre anche quest’anno.

La collezione nasce mentre studiava all’Architectural Association di Londra ai tempi della tesi, perla quale esplorava la produzione del mobile in Italia in relazione al territorio e il cambiamento climatico. Così, visitando le aziende d’arredo, per caso incontra un imprenditore ottuagenario intraprendente, che notando in lui passione e curiosità, lo sprona a trasformare i suoi disegni in realtà. Progetti che sono stati riconosciuti nella loro bellezza.

Il tavolo “Lo-Ve” ha subito conquistato l’attenzione dei curatori de La Rinascente di Milano che lo hanno selezionano, insieme ad altri talenti emergenti, per esporre nel cuore della città.

Il debutto di Davide Apolloni al Salone Satellite coincide con la fondazione del suo studio, Apolloni Design a Milano.

Nato a Como e cresciuto a New York, Davide Apolloni ha coltivato una formazione internazionale studiando tra Milano e Londra, laureandosi all’Architectural Association di Londra, prestigiosa università londinese in cui hanno studiato architetti di calibro internazionale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending