Connect with us

Lifestyle

Mappa: “Ti amo” nel mondo

Published

on

La nuova mappa globale di Preply mostra come i paesi di tutto il mondo esprimono il loro amore.

L’amore è un linguaggio universale, ma come fanno i paesi a spiegare effettivamente questo sentimento a parole?

Noi di Preply abbiamo individuato come si dice “ti amo” in oltre 60 lingue in tutto il mondo. Quindi, che tu stia programmando un viaggio all’estero o desideri semplicemente sorprendere una persona cara con un messaggio speciale, non avrai più problemi a esprimere i tuoi sentimenti.

San Valentino è il momento dell’anno più popolare per esprimere l’amore. Tuttavia, non è solo la lingua che può variare da paese a paese. Le usanze, le tradizioni e persino la data di San Valentino non sono le stesse in tutto il mondo.

Con l’aiuto dei nostri madrelingua, non solo sarai in grado di esprimere il tuo amore in diverse lingue, ma scoprirai anche come l’amore viene celebrato in tutto il mondo.

Inglese – “I Love You”
Nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda, in Australia, in Canada e in altri paesi di lingua inglese, “I Love You” è il modo con cui si esprime l’affetto per una persona.

Quando si tratta di San Valentino, questi paesi celebrano il romanticismo il 14 febbraio di ogni anno, scambiandosi regali e uscendo per cene romantiche. I regali più popolari includono cioccolatini, cartoline, gioielli e fiori (solitamente rose).

Le rose sono state a lungo associate all’amore e al romanticismo, rendendole una scelta popolare per i regali di San Valentino. Si dice che la tradizione di regalare rose a San Valentino abbia avuto origine nell’antica Roma, dove le rose venivano utilizzate nelle celebrazioni religiose e secolari. La rosa rossa era particolarmente significativa, poiché si credeva simboleggiasse l’amore e il desiderio. Secondo la Society of American Florists, per San Valentino vengono prodotte circa più di 250 milioni di rose, la maggior parte delle quali è rossa.

Spagnolo – “Te Amo” o “Te quiero”
Nei paesi di lingua spagnola, il modo più comune per dire “ti amo” è “Te quiero” (pronunciato: te chiero) o “Te amo“.

Entrambe le frasi sono usate per esprimere l’amore romantico. Tuttavia, “Te quiero” è usato più frequentemente nelle conversazioni quotidiane ed è considerato meno intenso o meno forte di “Te amo”, che viene utilizzato in occasioni più speciali o quando si esprimono profondi sentimenti d’amore.

San Valentino, o “Día de San Valentín” in spagnolo, si celebra in Spagna il 14 febbraio, proprio come in molti altri paesi del mondo. È l’occasione più famosa per le coppie per esprimere l’ amore e l’affetto reciproco. Alcune coppie si scambiano anche lettere d’amore o poesie per esprimere i propri sentimenti. Anche regalare un libro è considerato un simbolo d’amore in Spagna.

In Argentina, San Valentino si festeggia in modo simile, ma la loro particolarità nella festa dell’amore è che dura un’intera settimana! La “Semana de la Dulzura” (Settimana della dolcezza) si svolge a luglio. È un momento in cui le persone esprimono l’ amore e l’affetto reciproco attraverso lo scambio di caramelle e dolcetti.

In Perù, invece delle solite rose dei paesi occidentali, a San Valentino si scambiano le orchidee tipiche del Paese.

Il giorno di San Valentino è un grande avvenimento in Guatemala, durante il quale si svolge una grande parata che attraversa Città del Guatemala. Durante la festa chiamata “Parata del Vecchio Amore”,  le persone anziane si vestono con costumi colorati e sfilano con un carro festivo per celebrare l’amore.

La Repubblica Dominicana ed El Salvador hanno entrambi uno scambio di regali a San Valentino, simile a Secret Santa, chiamato “Amigo Secreto”.

Regali a forma di maialino e celebrazione dell’amicizia: le tradizioni di San Valentino in tutta Europa

  • Estonia – Ma armastan sind
  • Finlandia – Minä rakastan sinua
  • Francia – Je t’aime
  • Germania – Ich liebe dich
  • Austria – Ich liebe dich
  • Grecia – Σε αγαπώ (Se agapó)
  • Danimarca – Jeg elsker dig
  • Olanda – Ik hou van jou
  • Galles – Rwy’n dy garu di

In Estonia, puoi dichiarare il tuo amore dicendo “ma armastan sind” e in Finlandia, si dice “Minä rakastan sinua“. In entrambi questi paesi, il giorno di San Valentino non è incentrato sulle relazioni romantiche, ma si celebra l’amore di famiglia e amici.

Insieme al consueto San Valentino, il Galles celebra anche il “Dydd Santes Dwynwen”, che è il santo giorno gallese di San Dwynwen, il patrono gallese degli innamorati. Questo avviene il 25 gennaio, quando tradizionalmente gli uomini regalano alle donne cucchiai di legno fatti a mano.

In Germania, per dire “ti amo” diresti “Ich liebe dich“. Quando il romanticismo è nell’aria a San Valentino, i tedeschi tradizionalmente regalano ai loro partner biscotti allo zenzero e cioccolatini a forma di maialino e ciondoli che sono visti come un simbolo di fortuna.

In Francia, il giorno di San Valentino è rigorosamente per chi ha una relazione romantica, le coppie si scambiano regali e si danno appuntamento. Si ritiene che un duca francese possa essere stato il primo a inviare un biglietto di San Valentino, inviando poesie e lettere d’amore a sua moglie quando fu imprigionato.

“Ti Amo” in Asia: Matrimonio di Massa

  • Giappone – 愛してる (Ai shiteru)
  • Sud Corea – 사랑해 (Saranghae)
  • Cina & Taiwan – 我愛你 (Wǒ ài nǐ)
  • Vietnam – Em yêu anh (Em yew anh)
  • Thailandia – ฉันรักเธอ (chǎn rák khun)
  • Filippine – Mahal kita

In Corea del Sud, Cina, Taiwan, Vietnam e Giappone, San Valentino vede i tradizionali ruoli occidentali invertiti, cioè le donne regalano cioccolatini agli uomini. Il cioccolato non viene regalato solo ai partner romantici, ma viene anche regalato ad amici, familiari e colleghi.

Un mese dopo, il 14 marzo, questi paesi celebrano il “White Day” quando gli uomini restituiscono il favore e regalano alle donne cioccolato bianco e marshmallow.

Nelle Filippine, nel giorno di San Valentino le coppie si sposano in massa e centinaia di persone in tutto il Paese che dicono “lo voglio” allo stesso tempo.

Africa: Cuore sulla manica

  • Sud Africa – Ek het jou lief
  • Etiopia – ē wĕd hä′ lō (ewedihale lehu)
  • Egitto – Ana uhibbuka (انا احبك)
  • Marocco – Ana uhibbuka (انا احبك)
  • Nigeria – Mo ni fẹ́ rẹ

L’Egitto ha due celebrazioni dell’amore, il momento perfetto per dire ” انا احبك” (Ana uhibbuka), San Valentino e ‘Eidel-Hob el-Masri’ (Egyptian Love Day) il 4 novembre. In entrambi i giorni, si fa il tradizionale scambio di fiori e di cioccolatini e si esce per appuntamenti con i propri amati.

Il giorno di San Valentino è incredibilmente importante in Nigeria e non perdono mai l’occasione per dirsi “Mo ni fẹ́ rẹ“. Si assicurano che la prima cosa che si fa al mattino sia dire: “Buon San Valentino” e utilizzano decorazioni bianche, rosse e rosa per decorare le strade. Qui è tradizione cuocere dolci a forma di cuore da regalare ai propri innamorati.

Per dire “ti amo” in Sud Africa si dice “Ek het jou lief” in Afrikaans. A San Valentino, è tradizione che le donne indossino il cuore e il nome dell’amante sulla manica. Le coppie si danno anche appuntamento e si scambiano regali.

Ogni cultura, lingua e Paese ha le proprie usanze per celebrare l’amore ed esprimere l’affetto verso i propri cari. Quali sono le tue tradizioni preferite di San Valentino?

 

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 19 =

Lifestyle

Un viaggio magico: l’Hotel de Russie presenta al mondo la prima “Fairytale Suite di Hamleys”

Published

on

La collaborazione tra Hamleys e l’Hotel de Russie incarna l’essenza dell’esperienza dedicata alla famiglia, disponibile presso l’indirizzo Rocco Forte Hotels di Roma: dal 25 marzo 2024 al 7 gennaio 2025

Per celebrare l’apertura del negozio Hamleys a Roma avvenuta il 14 marzo 2024 presso la Galleria Alberto Sordi, l’Hotel de Russie, storico indirizzo in Via del Babuino, si unisce in una collaborazione con l’iconico brand di giocattoli e presenta la prima “Fairytale Suite di Hamleys”.
Una suite di prima classe, caratterizzata dalle iconiche insegne di Hamleys, a testimonianza dell’inesauribile eredità del brand di esperienze magiche e meravigliose. Progettata dallo studio di architettura LOMBARDINI22 e prenotabile dal 25 marzo 2024 fino al 7 gennaio 2025, questa partnership esclusiva offre un soggiorno indimenticabile per ospiti di ogni età.
I più piccoli si sentiranno trasportati in un viaggio incantato mentre attraversano l’entrata del ‘portale magico’ per scoprire trenta orsacchiotti pronti ad accoglierli in varie posizioni all’interno della “Fairytale Suite di Hamleys’. I toni vibranti del rosso e del bianco, sinonimo di Hamleys, preparano il palcoscenico per l’emozione e la meraviglia. Colma di giocattoli e orsacchiotti Hamleys, le amatissime mascotte, la suite accende l’immaginazione dei piccoli, invitandoli a giocare ed esplorare in questo ambiente fantastico.
Ogni dettaglio, dalle tende cremisi che incorniciano le finestre alle pareti dorate, a quelle decorate con grafiche a tema Hamleys, evoca l’essenza del marchio britannico.
Oltre alla suite esperienziale, la collaborazione tra l’Hotel de Russie e Hamleys infonde “divertimento, magia e teatro!” nel corso dei dieci mesi di collaborazione. Gli ospiti hanno accesso ad una serie di attività esclusive pensate appositamente per i più piccoli, sia all’interno dell’hotel che al di fuori. Dalla partecipazione all’inaugurazione del negozio Hamleys presso la Galleria Alberto Sordi, al godersi una visita esclusiva a porte chiuse del negozio, c’è qualcosa di speciale pianificata per tutte le età e interessi. I più piccoli possono immergersi nel corso delle diverse stagioni in varie esperienze presso l’Hotel de Russie che culmineranno in divertenti e magici eventi natalizi.

Hotel de Russie | Galleria Fotografica “Fairytale Suite di Hamleys”
Per prenotazioni: bespokereservations.italy@roccofortehotels.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

Photo credit La Belle Society
Photo credit Janos Grapow

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

Soldi in vacanza: come gestire le spese in maniera intelligente?

Published

on

Godersi le vacanze senza eccessive complicazioni economiche è possibile: bastano solo un po’ di organizzazione e di buonsenso.

Le vacanze sono un periodo di svago nel quale si spera sempre di non stressarsi con la gestione del denaro. Per eliminare tutte le criticità sul nascere, ecco alcuni consigli pratici per non pensare alle finanze più del dovuto mentre si viaggia.

Contanti (per i luoghi sperduti)
Non sempre si può pagare con la carta, soprattutto in zone sperdute come rifugi di montagna, oasi nel deserto o spiagge tropicali. Per questo è sempre una buona idea prelevare una cifra ragionevole in base alle necessità prima di partire, preferibilmente presso una filiale della propria banca (per evitare eventuali commissioni).

In caso di soggiorno in uno Stato in cui circola una moneta differente dall’euro, conviene valutare tra il cambio di distinta e il prelevamento allo sportello automatico.

Avere sempre contanti (soprattutto fuori dall’eurozona) previene anche dal pagamento di commissioni elevate (anche del 3-4% della cifra richiesta) per il prelievo in ATM, l’eventualità che le carte di credito o di debito in possesso non vengano accettate oppure non vi sia linea per il POS, come ad esempio per causa di eventi atmosferici.

Prenotazioni? Meglio con carta di credito
Per le trasferte all’estero (ma sempre più spesso anche in Italia) è prassi comune prenotare le vetture a noleggio e le camere d’albergo con carta di credito. Affinché l’operazione vada a buon fine è bene soddisfare garanzie come non andare al di sotto del plafond mensile (o, almeno, avere la cifra necessaria a coprire le spese) e avere un buon profilo finanziario.

Ad oggi, le persone con entrate regolari sul conto corrente possono ottenere anche una carta di credito con fido immediato, senza busta paga, purché riescano a mantenere una giacenza media compatibile con i requisiti pretesi dalle banche. Averne una è più semplice rispetto al passato: il rilascio avviene in pochi giorni ed è subito pronta per l’utilizzo.

Uso di app per dividere le spese
Le app per la divisione delle spese sono indispensabili quando si viaggia in comitiva. Le applicazioni per spartire le spese, infatti, consentono di mantenere le spese registrate e dividerle equamente, senza possibilità di errore. Alcune permettono di fotografare lo scontrino, in altre si inseriscono gli importi da dividere per ottenere le quote pro-capite.

Il vantaggio più evidente di tale sistema è la precisione, fattore che abbatte sul nascere imbarazzi, polemiche e liti. Molte app sono condivisibili, per un’esperienza all’insegna della trasparenza e della tranquillità.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

Versace Home: If These Walls Could Talk.

Published

on

In occasione del Salone del Mobile e della Milano Design Week, Versace apre le porte di Palazzo Versace in via Gesù 12, casa milanese della Maison e sede storica del suo Atelier, per presentare la nuova collezione Versace Home e raccontare alcune delle storie che si sono svolte nel Palazzo attraverso un’esperienza audio-immersiva dal titolo Versace Home: If These Walls Could Talk.

Entrare a Palazzo Versace significa immergersi nel l ’immaginario del brand e nel suo lifestyle tutte l e stanze suddivise in zone giorno, pranzo e notte, sono completamente arredat e con la collezione Versace Home 2024. L ’esposizione si sviluppa all’interno del P alazzo fino a raggiungere i l cortile centrale, ricoperto eccezionalmente dal pavimento in preziosa ceramica di Versace C eramics Gemstone. L a nuova collezione di arredi, prodotta e distribuita da Luxury Living Group, è incentrat a sui codici iconici d i Versace : i simbol i della Maison (l a Medusa, il Barocco e la Greca )), ora presenti su tessuti, mobili e lampade, sono stati con c epiti all’interno de lle mura di Palazzo Versace e mostrati al pubblico per la prima volta durante le sfilate che si sono svolte nel suo cortile . La Medusa ’95 e l a Greca decorano le sedie dalla forma arrotondata e gli enormi divani, r ivestiti in pelle o in c henille Barocco. Il Barocco è un motivo ricorrente e contraddistingue gli arredi così come i servizi da tavola della collezione Rosenthal meets Versace i l metallo lucido, declinato nell’oro Versace, definisce i bordi dei tavolini, gli schienali e i bracci oli delle sedie . Il p rodotto di punta della collezione è il Divano Conversazione Medusa ‘95, dal design inconfondibilmente Versace nell e su e proporzioni esagerat e sontuos e ma che esprim ono uuna sensazione di comfort. Con una struttura che ricorda un ampio letto, il divano è un’isola di relax e convivialità, caratterizzata da rifiniture in pelle pregiata, cuscini reclinabili in chenille Barocco e disponibile in una versione per interni ed esterni.

Insieme alla collezione Versace Home, i visitatori sono invitati a scoprire le storie iconiche di Palazzo Versace attraverso
un’esperienza audio immersiva Un percorso sonoro e musicale tra le varie stanze , realizzato in collaborazione con Radio
Raheem, la nota stazione radiofonica indipendente di Milan o, è intervallato da voci che raccontano alcuni degli avvenimenti che hanno avuto luogo tra le mura del Palazzo: un luogo che la famiglia Versace e l’Atelier hanno chiamato casa fin dagli anni Ottanta.
Sono narrate storie sull’importanza del Palazzo per la storia della moda e del la cultura, inclusi momenti epocali come l’incontro tra Fendi e Versace per lo show Fendace, la nascita delle Supermodel s durante la sfilata Versace Autunno Inverno 1991 che si sv olse nel cortile, le feste che da sempre riuniscono collaboratori e talenti creativi parte della famiglia Versace , come Anne Hathaway e Hyunjin in occasione del la sfilata Autunno Inverno 2024.

Versace Home: If These Walls Could Talk è aperta al pubblico dal 17 al 21 Aprile durante il Salone del Mobile previa registrazione su Versace.com.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending