Connect with us

Celebrity

Festival di Sanremo 2018: tutti pazzi per Michelle ma è re Giorgio a vincere!

Polici Francesca

Published

on

Si è appena concluso il Festival di Sanremo, uno degli eventi italiani più attesi della stagione televisiva, che ogni anno vede sfilare tutti i big della musica italiana, e non solo. Tanta musica, tanto divertimento ma, come sempre, anche tanto glamour!

Non c’è edizione che si rispetti in cui a farla da padrone non siano gli abiti delle vallette di turno. Ma quest’anno Sanremo ci ha davvero stupiti con una straordinaria Michelle Hunziker. Una presentatrice a tutto tondo che ha saputo condurre magistralmente la kermesse, dando ritmo e lezioni di eleganza. La regina del Festival, insomma, che ogni sera ha sfoggiato abiti incantevoli, omaggiando sempre stilisti diversi.

Ad aprire e chiudere le danze, però, è stato Re Giorgio – amatissimo anche da tanti altri ospiti del Festival che l’hanno scelto per le loro serate all’Ariston. La Hunziker, infatti, è voluta andare sul sicuro per un’apertura in grande stile, scegliendo tutti abiti di Armani Privé – d’altronde, come darle torto?

Armani-Privé

Il primo look è stato un elegantissimo abito con lungo strascico, rigorosamente, total balck, che ha sbalordito un po’ tutti per l’audace scollatura che ha messo ben in evidenza il suo decolleté – anche se, forse, ha messo un po’ in secondo piano il raffinatissimo strascico. E, proprio come molte cantanti che si sono succedute sul palco, anche la Hunziker ha scelto di indossare un fiore bianco contro le molestie sessuali. Di questo look ci è piaciuta soprattutto la scelta di non abbinare nessuna collana – il rischio sarebbe stato di non rendere giustizia all’irresistibile scollatura – e il make-up nude, estremamente minimal.

Total black anche il secondo abito scelto dalla Hunziker per cantare. Questa volta, al posto della scollatura, ha preferito un top paillettato e una lunga doppia gonna con spacco che l’ha resa protagonista di un’esilarante gag assieme al co-conduttore Pierfrancesco Favino e il Direttore artistico Claudio Baglioni.

Ancora lustrini per il terzo look, con un bellissimo abito dalla gonna lunga e a multistrato, adornato di tante applicazioni – per non parlare dei gioielli Tiffany, che classe!

Ma è stato il quarto look, l’ultimo della prima serata, ad incantare davvero tutti: l’abito in pizzo che, fra trasparenze e cristalli Swarovski ha fatto sembrare la Hunziker una vera principessa – azzeccatissima anche la scelta dello chignon.

Per la seconda serata, invece, si cambia stilista prediligendo però, ancora una volta, il made in Italy. È il turno di Alberta Ferretti che spezza l’atmosfera dark della prima serata con un lungo abito fucsia che la rende protagonista assoluta della scena mentre scende le scale dell’Ariston accompagnata da Baglioni.

Più classico e tenue il secondo outfit costernato di fiori che, forse, è quello che meno di tutti ha reso giustizia alla sua bellezza – magari, anche per questo la Hunziker l’ha indossato solo per pochi minuti. Decisamente più sfavillante l’abito corto che la conduttrice ha indossato per scatenarsi in pista assieme a Favino sulle note di Despacito. Le frange della gonna e i lustrini le hanno donato un fascino molto da Grande Gatsby.

Per chiudere in bellezza la serata, poi, la Hunziker ha scelto un lungo abito nero – come non innamorarsi dei dettagli del corpetto? – e un sensualissimo vestito rosso con strascico e scollatura vertiginosa, proprio come la prima serata.

Ed eccoci alla terza serata, quella più criticata sui social, che la Hunziker aveva scelto per fare gli onori di casa, indossando gli abiti della maison del marito Trussardi. Tre i modelli selezionati: Midnight, Marlene e Dafne. Il primo era un lungo abito a sirena blu notte, forse un po’ troppo ingiustamente criticato; il secondo un due pezzi con lunga gonna bianca, sempre a sirena, dalle pieghe troppo rigide, e una giacca nera; il terzo, un lungo abito rosa con inserti in chiffon nella gonna. Il tutto abbinato ad un’acconciatura molto retrò che è stata aspramente criticata dai fashion addicted. Per quanto non li avremmo scelti come cavalli di battaglia, a noi questo look un po’ vintage che faceva tanto donna d’altri tempi è comunque piaciuto.

Ed eccoci arrivati alla serata dell’irriverenza, quella di Moschino, che è stata anche la serata dei duetti e che ha riportato in auge la showgirl nel mondo del fashion. Sprizzante e radiante il primo abito con

Moschino

gonna corta in tulle, di nuovo total black. Mascolino il primo pantalone della kermesse abbinato ad un frac con una coda lunghissima che, una volta tolto, ha lasciato tutti incantati per l’appariscente nastro fucsia che ha saputo valorizzare il suo punto vita. E ancora occhi sgranati per l’abito a mazzo di fiori – con quel tocco inconfondibile di Jeremy Scott – con Favino che imitava il ronzio delle api mettendo in piedi un’altra divertente gag. E poi la ciliegina sulla torta, il bellissimo abito lilla e nero con gonna ampia che le ha fatto conquistare l’appellativo di principessa Disney nel mondo del web.

E poi il gran finale. La Hunziker ha deciso di chiudere questa edizione sanremese così come l’ha aperta, vestita da Re Giorgio. Nel primo look ha sfoggiato un elegantissimo abito nero con corpetto impreziosito da ricami e paillette e gonna ampia a strati. Per il secondo, invece, ha optato per un lungo più sexy, aderente e nude, con una marea di brillantini che l’hanno fatta luccicare per tutto l’Ariston. E, per finire, il capolavoro assoluto: un lungo abito, ancora una volta total black, con spalle scoperte e perline nere su tutta la mise. Ma il vero tocco di classe sono state le maniche con ricami di cristalli estraibili ed utilizzabili come elegante copri spalle.

Insomma, possiamo dire che la Hunziker è stata promossa a pieni voti!

di Francesca Polici per DailyMood.it

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + quindici =

Celebrity

Maluma wears Dsquared2 special looks for the 11:11 Worldwide Tour 2019

DailyMood.it

Published

on

Il cantautore colombiano Maluma indossa Dsquared2 per l’ “11:11 Worldwide Tour 2019” che è iniziato il 23 maggio a Città del Messico.
I looks di Dsquared2 sono ispirati ai temi delle collezioni Primavera Estate 2019. Il look di Maluma sarà caratterizzato da dettagli speciali e  personalizzati.

Amiamo Maluma, la sua musica, il suo atteggiamento. Lui è così entusiasta e un ragazzo così cool!
Siamo entusiasti di far parte del suo tour condividendo la nostra visione della moda.
I looks sono fluo, dinamici e colorati,  regalano una vera rappresentazione di chi è; elettrizzante! “, hanno detto Dean e Dan Caten.

Il tour visiterà più di 40 città in tutto il mondo.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Celebrity

Brad Pitt: Once Upon a Time in Hollywood Premiere

DailyMood.it

Published

on

L’attore Brad Pitt è apparso sul red carpet al Festival di Cannes 2019 con i suoi co-protagonisti in Once Upon A Time in Hollywood. Il film, ambientato a Hollywood nel 1969, è stato diretto dal cinque volte premio Oscar Quentin Tarantino. Pitt, anche lui vincitore di un Academy Award, è un membro della Breitling Cinema Squad e sfoggiava un Premier B01 Chronograph 42 al polso. Il CEO di Breitling Georges Kern e alcuni ospiti speciali selezionati sono stati presenti alla prima del film e al party after-premiere di Sony Pictures, per il quale Breitling era un partner ufficiale. Si è tenuto presso il JW Marriott Hotel di Cannes.

The Breitling Cinema Squad
Questa squadra cinematografica di Breitling include alcuni dei talenti più ammirati dell’industria cinematografica: Brad Pitt, Charlize Theron, Adam Driver e Daniel Wu. La loro missione: rendere i sogni realtà attraverso l’arte del cinema. Quattro attori acclamati, collegati dal loro amore condiviso e la padronanza del processo di produzione cinematografica, riuniti insieme a Breitling. Brad Pitt è uno degli attori più noti e versatili del mondo e un produttore vincitore di un Academy Award con la sua compagnia Plan B Entertainment. Charlize Theron è un’attrice vincitrice di un Academy Award che ha costruito una carriera straordinaria assumendo un’ampia varietà di ruoli, sempre con una competenza raffinata. Adam Driver, con un talento che abbraccia film indie e mainstream, sta rapidamente affermandosi come uno degli attori più interessanti. E, dal suo debutto nel 1998, attore, regista e produttore di arti marziali, Daniel Wu ha lavorato a più di 60 film, costruendo una reputazione di professionalità eguagliata solo dalla sua produzione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Celebrity

Golden Globes 2019: sul red carpet trionfa l’haute couture

Polici Francesca

Published

on

Abbiamo inaugurato questo nuovo anno con uno degli appuntamenti glamour più attesi, gli sfavillanti Golden Globes dove hanno sfilato sul tappeto rosso alcune delle star hollywoodiane più amate.
E se all’ultima edizione le star avevano deciso di rinunciare ai look total color glitterati e spumeggianti per sposare un total black in segno di solidarietà con il movimento #Metoo, quest’anno si è invertita la rotta. Sull’ambito red carpet del Beverly Hilton Hotel di Los Angeles – storica sede dei Golden Globes –, infatti, abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione di colori, dall’azzurro al giallo canarino, passando per il rosso e il verde nelle più diverse varianti cromatiche. Ma il vero trionfo è stato quello dell’Haute Couture (da Valentino a Christian Dior) che ha segnato, senza dubbio, i migliori look della serata.

Partiamo subito dalla regina indiscussa di questo red carpet (come era prevedibile d’altronde), Lady Gaga che ha sfoggiato ancora una volta uno splendido long dress by Valentino Haute Couture. Un abito che nello spirito – e ovviamente nello stile immediatamente riconoscibile – richiama quello già indossato alla 75° Mostra del Cinema di Venezia. L’effetto barocco e mastodontico è lo stesso, ma al posto delle piume ci sono delle romantiche maniche a palloncino con un lungo strascico, in una tinta azzurra estremamente delicata ma di forte impatto. A far risplendere ancora di più la nostra amatissima diva, c’era anche uno splendido collier di Tiffany costernato di oltre un centinaio di diamanti. Il vero tocco di classe, però, che rientra a pieno titolo nell’irriverenza che da sempre caratterizza la star, sono stati i capelli azzurri raccolti in un raffinato chignon. Chapeau!
Certo, avremmo preferito vederla sfilare al fianco del suo “partner ideale”, magari sulle note della hit Shallow, ma questa volta Bradley Cooper ha sfilato al fianco della sua

Irina Shaik in Atelier Versace e Bradely Cooper in Gucci (Credits Getty Images)

amata Irina Shaik. La bellissima modella per l’occasione ha scelto un sensualissimo abito lungo glitterato con spacco profondo by Atelier Versace. Un modo per marcare la sua unione con l’attore? Chissà! Fatto sta, che lui sicuramente lo preferivamo nella versione più da “bad man” con barba lunga e in un look più casual (questo Gucci total white sembra quasi spegnerlo) e, sicuramente, al fianco di Gaga. Ma, si sa, c’est la vie!

Haute Couture anche per Charlize Theron by Christian Dior, in un bellissimo long dress bianco e nero con fiocco al collo e scollatura profonda. La cosa che ci è piaciuta di più è sicuramente la schiena completamente scoperta. Un look di gran classe!

Catherine Zeta-Jones, invece, ha deciso di affidarsi al designer che vende più alta moda in tutto il mondo, il libanese Elie Saab e, diciamolo, ha fatto davvero un’ottima scelta. L’elegantissimo abito verde smeraldo, dai lineamenti rigidi, quasi geometrici, è impreziosito anche da orecchini over size che non potevano non essere fatti di smeraldi. Estremamente raffinata!

Di nuovo Valentino Haute Couture per Gemma Chan che, in attesa di vederla nel cast di Captain Marvel, ci ha regalato un outfit da sogno: un long dress corto davanti, con fiocco dietro alla nuca e lungo strascico. Tra i migliori abiti della serata (nonostante la difficilissima selezione).

Grintosissima Rosamund Pike con un abito lungo total black di Givenchy Haute Couture, che ha saputo trovare il giusto equilibrio tra classico e moderno, proponendo una gonna a sirena con inserti fatti di trasparenze. Azzeccatissimo il giacchino silver.

Ma forse il brand più inflazionato della serata è stato Monique Lhuillier. Ad indossarlo: Heidi Klum con un’irresistibile scollatura a cuore capace di valorizzare il décolleté e delle colorate decorazioni floreali; Amber Heard con corpetto aderente nero e lunga gonna ampia total white (da notare il fiocco nero sulla schiena, un vero must); Emmy Rossum in un long dress di tulle rosa pastello, adornato da soavi rouches; Kaley Cuoco con raffinato corpetto in velluto e l’immancabile fiocco; la spy più sexy Keri Russell che ha fatto dei glitter la cifra stilistica del suo look con una sensualissima scollatura.

Nicole Kidman in Michael Kors (Credits Getty Images)

Tra gli outfit più ricercati, però, delle menzioni a parte le meritano: Nicole Kidman

splendente e incredibilmente sexy con un pudicissimo Michael Kors glitterato; Danai Gurira in uno sfavillante monospalla di Rodarte (c’è ancora qualcuno che non è d’accordo a definirlo come uno dei brand più interessanti del panorama fashion?); Jodie Comer in un barocchissimo Ralph & Russo; Penelope Cruz anche lei, come di consueto, in un Ralph & Russo assolutamente coerente con il suo stile; Julia Roberts impeccabile nella jumpsuit di Stella McCartney – anche a voi ha ricordato il look di Carolina Crescentini a Venezia 75?

Per finire, qualche piccola caduta di stile. A partire da Elisabeth Moss in un Christian Dior Haute Couture decisamente troppo corto, fino ad Elsie Fisher che, con il suo outfit by Kenzo, sembra proprio aver confuso i Golden Globes con un aperitivo tra amici.

Se volete scegliere il vostro look preferito, non vi resta che sfogliare la nostra gallery.

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending