Connect with us

On the Road

Jaguar XF e XE R-Dynamic Black: stile e connettività migliorati

Published

on

Grazie all’introduzione dei nuovi modelli R-Dynamic Black, il fascino delle pluripremiate XF berlina e Sportbrake è stato ulteriormente implementato. Contestualmente, anche la Jaguar XE può ora beneficiare di specifiche migliore grazie alla rinnovata versione R-Dynamic Black.

Sviluppati sulla base delle XE e XF R-Dynamic S, questi esclusivi modelli sono stati migliorati attraverso una serie di specifici elementi chiave ideati per assicurare una presenza stradale ancora più sicura e decisa.

Entrambi i modelli offrono impareggiabili livelli di guidabilità, maneggevolezza, raffinatezza e lusso, oltra ad una potente, efficiente ed elettrificata gamma di propulsori.

Dopo il lancio della XE R-Dynamic Black avvenuto lo scorso anno, il Black Pack della XF è stato ulteriormente migliorato grazie alla finitura Gloss Black prevista per le calotte degli specchietti retrovisori esterni e dei sottoporta laterali, che va ad aggiungersi a quella presente nella cornice e negli elementi della griglia, nei bordi dei finestrini laterali, nelle prese d’aria dei parafanghi, nei badge posteriori e, sulla Sportbrake, nelle barre del tetto. Fanno parte della dotazione anche i vetri oscurati. Completano il tutto i cerchi in lega da 19 pollici “Style 5031” per la XE e “Style 5106” per la XF con finitura Gloss Black, abbinati alle pinze dei freni in colore rosso.

La XE R-Dynamic Black viene offerta con una selezione di finiture metalliche per le colorazioni della carrozzeria, tra cui Firenze Red, Bluefire, Eiger Grey, Santorini Black o il nuovo Ostuni White, mentre per la XF, i modelli R-Dynamic Black sono disponili nell’intera gamma di colori.

I lussuosi interni delle auto sono stati arricchiti con impiallacciature splendidamente realizzate con finitura Gloss Grey Figured Ebony per la XE e Satin Charcoal Ash per la XF. La pedaliera in metallo lucido aggiunge un ulteriore tocco di raffinatezza. La sensazione di serenità ed eleganza presente all’interno dell’abitacolo della XF è stata implementata grazie alla rinnovata Premium Cabin Lighting, che ora consente di poter scegliere tra 30 diverse colorazioni rispetto alle 10 precedenti.

Il veloce, intuitivo e reattivo sistema d’infotainment Pivi Pro è ora più performante che mai. Sia sulla XE che sulla XF dispone di una gamma di applicazioni integrate di serie come, ad esempio, Spotify e l’Apple CarPlay®. Naturalmente anche l’Android Auto™ viene offerto di serie.

A breve i clienti potranno beneficiare anche dell’Apple CarPlay® wireless, che renderà la connettività dello smartphone ancora più semplice e fruibile e che sarà disponibile tramite un aggiornamento software-over-the-air (SOTA)*. Allo stesso tempo verrà rilasciata anche la versione wireless dell’Android Auto™*. La funzionalità SOTA della XE e della XF consente al Pivi Pro e agli altri sistemi del veicolo di essere sempre aggiornati da remoto senza soluzione di continuità. Ciò significa che i clienti potranno disporre sempre del software più recente senza doversi recare in concessionaria.

Inoltre, la tecnologia dual-SIM del Pivi Pro consente di riprodurre in modo contestuale la musica preferita in streaming.

Il sistema Pivi Pro è in grado persino di connettere due telefoni simultaneamente attraverso il Bluetooth, mentre il pad dell’opzionale sistema di ricarica wireless è dotato di un amplificatore di segnale per migliorare la ricezione della rete. Attraverso l’ausilio dell’antenna esterna, il sistema è in grado di assicurare anche conversazioni più nitide.

Su strada, la XE e la XF continuano a rappresentare un punto di riferimento grazie al loro perfetto equilibrio tra agilità, maneggevolezza e guidabilità. La coinvolgente e gratificante qualità di guida che le vetture sono in grado di assicurare gli consente di posizionarsi ai vertici del segmento. Tutto ciò anche grazie a dei livelli di rumorosità interna intrinsecamente bassi, che sulla XF sono stati ulteriormente ridotti grazie all’Active Road Noise Cancellation. Questa tecnologia è particolarmente efficace nell’eliminazione dei suoni a bassa frequenza, contribuendo a diminuire l’affaticamento del conducente durante i lunghi viaggi.

A bordo è stata posta una notevole attenzione al benessere di tutti gli occupanti, dando priorità alla qualità dell’aria. Sia la XE che la XF offrono dei sistemi di ionizzazione dell’aria dell’abitacolo con filtrazione PM2.5, in grado di catturare le particelle aero sospese ultrafini e gli allergeni.

Le versioni R-Dynamic Black, come tutti i modelli XE e XF, sono alimentate da raffinati ed efficienti propulsori 2.0 litri quattro cilindri Ingenium sia benzina che diesel, quest’ultimi elettrificati tramite la tecnologia mild hybrid (MHEV) da 48 volt. Tutte le motorizzazioni sono abbinate esclusivamente a trasmissioni automatiche ad otto rapporti, caratterizzate da cambi di marcia fluidi e veloci. Queste unità sono disponibili con la trazione posteriore o, in alternativa, con la trazione integrale all-wheel drive dotata dell’Intelligent Driveline Dynamics.

La gamma completa delle motorizzazioni previste per la XE e la XF in Italia comprende:

Benzina

  • 0 litri quattro cilindri turbo da 250 CV, trazione posteriore, cambio automatico
  • 0 litri quattro cilindri turbo da 250 CV, trazione integrale, cambio automatico
  • 0 litri quattro cilindri turbo da 300 CV, trazione integrale, cambio automatico

Diesel

  • 0 litri quattro cilindri turbo da 199 CV, trazione posteriore, cambio automatico
  • 0 litri quattro cilindri turbo da 199 CV, trazione integrale, cambio automatico
  • 0 litri quattro cilindri turbo MHEV da 204 CV, trazione posteriore, cambio automatico
  • 0 litri quattro cilindri turbo MHEV da 204 CV, trazione integrale, cambio automatico

L’unità diesel da 204 CV sviluppa un impressionante valore di coppia massima di 430 Nm. La sua raffinatezza e la sua eccellente reattività sono state ulteriormente migliorate attraverso il sistema MHEV. Il dispositivo BiSG (Belt integrated Starter Generator) è in grado di recuperare l’energia solitamente persa durante le fasi di rallentamento e frenata, che viene immagazzinata in una batteria agli ioni di litio da 48V. L’energia recuperata viene successivamente ridistribuita per supportare il propulsore durante le fasi di accelerazione. Inoltre, questo dispositivo rende la funzione stop-start più silenziosa e veloce rispetto ai sistemi convenzionali.

Questo motore è il più efficiente di entrambe le gamme di vetture e consente alla XE con trazione posteriore, di offrire un consumo di carburante fino a 4,8 litri ogni 100 km**, con emissioni di CO2 a partire da soli 127 g/km**. Sulla XF berlina a trazione posteriore, il valore del consumo di carburante arriva fino a 4,9 litri ogni 100 km**, mentre quello delle emissioni di CO2 parte da soli 130 g/km**.

I potenti e fluidi propulsori benzina sono disponibili in due gamme di potenza: 250 CV e 365 Nm di coppia, 300 CV e 400 Nm di coppia. Quest’ultima unità è disponibile solo su XF ed è esclusivamente abbinata alla trazione integrale all-wheel drive, che assicura le massime prestazioni e un’eccezionale trazione in ogni condizione di guida. In questa variante, la XF berlina è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 6,1 secondi, con una velocità massima di 250 km /h.

* Il rilascio dell’Apple CarPlay® e dell’Android Auto™ wireless avverrà tramite un aggiornamento software wireless previsto entro la fine dell’anno per tutte le berline e i SUV Jaguar. In quel momento, le funzionalità saranno disponibili anche tramite un aggiornamento SOTA per tutti i modelli XE e XF equipaggiati con Pivi e Pivi Pro. Lo sviluppo e le versioni del software sono soggetti a variazioni nella pianificazione e nella programmazione, di conseguenza le date relative al rilascio potrebbero essere soggette a modifiche. 

** Tutti i dati relativi alle emissioni e al consumo di carburante sono riferiti al ciclo combinato WLTP (TEL). I dati forniti sono il risultato di test ufficiali effettuati dal produttore in conformità con la legislazione dell’UE e sono stati eseguiti con finalità puramente di comparazione. I dati nel mondo reale potrebbero essere differenti. Quelli relativi alle emissioni di CO2 e al consumo di carburante possono variare in base a fattori specifici quali lo stile di guida, le condizioni ambientali, il carico presente, gli penumatici e gli accessori montati.

I clienti possono configurare la propria auto sul sito jaguar.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − sei =

On the Road

Con la ZP Collection Jaguar Classic rende omaggio alle prime vittorie sportive della E-type

Published

on

Jaguar Classic celebra la tradizione sportiva dell’iconica E-type dando vita alla ZP Collection, una gamma limited edition composta da sette coppie esclusive di veicoli E-type. Questi nuovi e lussuosi modelli da collezione, rendono omaggio alle prime E-type da corsa, che vennero prodotte con codice di progetto “ZP”. Solo pochi mesi dopo l’introduzione della E-type nel 1961, queste versioni da competizione leggermente modificate e progettate direttamente da Jaguar, festeggiarono la conquista delle loro prime vittorie sportive.

Ogni coppia di veicoli E-type ZP Collection comprende una coupé roadster e una coupé Fixed Head, rifinite con livree ispirate alle vittoriose auto originali, che sono state completamente restaurate dagli esperti di Jaguar Classic Works a Coventry.

Le due vetture traggono ispirazione dai due modelli che, all’epoca, vennero identificati con i numeri d’immatricolazione “ECD 400” e “BUY 1”, guidate negli anni Sessanta rispettivamente da Graham Hill e Roy Salvadori. Le E-type ZP Collection sono caratterizzate da dettagli che commemorano l’eredità sportiva di questo iconico modello, abbinati ad alcune migliorie ingegneristiche che le rendono più fruibili per i clienti.

Paul Barritt, Direttore di Jaguar Classic, ha dichiarato: “Le ZP Collection sono un glorioso tributo al trionfale debutto della E-type nel mondo delle competizioni sportive, che l’hanno immediatamente resa parte integrante della ricca tradizione motoristica di Jaguar. Ogni coppia racconta un’affascinante e molto spesso sconosciuta storia dell’iconica E-type. La ZP Collection rende omaggio non solo alle vetture, ma anche ai piloti che le hanno condotte fino alla vittoria in pista. Con 2.000 ore di appassionato e dedicato lavoro da parte degli artigiani di Jaguar Classic su ciascuna vettura, i nostri clienti più esigenti potranno godere di un tributo unico nel suo genere a due dei più grandi modelli della storia della E-type.”

Nel corso del 2023, il team della divisione SV Bespoke di Jaguar presenterà una serie limitata di F-TYPE ZP Edition ispirate alla E-type ZP Collection. Quattordici di queste sportive, che saranno equipaggiate con un propulsore Jaguar V8 sovralimentato da 5.0 litri, saranno riservate ai clienti della E-type ZP Collection, creando in questo modo un irripetibile quartetto celebrativo. A partire dal 2025, Jaguar diventerà un brand Modern Luxury orgogliosamente  solo elettrico, dando inizio a un nuovo entusiasmante capitolo per il marchio fondato da Sir William Lyons nel 1935.

Fondamenta storiche
Le esclusive vetture di Jaguar Classic celebrano una parte importante della storia della E-type e traggono il loro nome da sette esemplari originali, che furono trasformati in auto da competizione.

Queste vetture fecero il loro debutto nel mondo delle corse nell’aprile del 1961, appena un mese dopo la trionfale presentazione della prima E-type al Salone dell’Auto di Ginevra.

Claude Baily, all’epoca Chief Designer di Jaguar, illustrò le specifiche di queste sette auto del Project ZP il giorno successivo al trionfante lancio della E-type a Ginevra. Ogni auto ricevette modifiche al motore e miglioramenti ad alcuni componenti come il blocco e la testa dei cilindri e, per migliorare le prestazioni, fu inserito un cambio a rapporti ravvicinati.

Appena un mese dopo, ovvero il 15 aprile del 1961, la “ECD400” e la “BUY1” conquistarono la prima e la terza posizione nell’Oulton Park Trophy riservato alle vetture GT. Questo fu l’inizio della carriera agonistica della E-type e il prolungamento della tradizione sportiva di Jaguar, iniziata anni prima con modelli iconici come la C-type e la D-type.

La E-type “ECD 400” vittoriosa a Oulton Park, di colore blu indaco, fu guidata da Graham Hill, mentre la “BUY 1”, un esemplare Pearl Grey, fu guidata da Roy Salvadori che si piazzò al terzo posto. Successivamente, il 21 maggio del 1961 Salvadori andò a vincere a Crystal Palace. In totale, tra il 1961 e il 1964, le E-type fecero registrare dei grandi successi e ottennero 24 podi.

I veicoli

La prima auto della coppia rende omaggio alla E-type roadster coupé Indigo Blue di Graham Hill. Rifinita in Oulton Blue, una variante cromatica ispirata al colore originale della “ECD 400”, questo modello è caratterizzato da una capote nera e da una serie di dettagli esterni che celebrano la vittoriosa vettura da gara guidata da Hill.

Gli inseri rotondi sul cofano e sulle portiere sono rifiniti in colore bianco, così come il contorno presente all’interno della calandra anteriore. La barra con il logo che attraversa la griglia e gli overrider anteriori è stata rimossa, in linea con l’originale versione da corsa. Tuttavia, a differenza dell’originale, che era stato sviluppato solo per le competizioni sportive senza badare alle finiture, gli ingegneri di Jaguar Classic volevano ottenere un muso perfetto e impeccabile per la vettura, e di conseguenza la parte frontale è stata meticolosamente rielaborata e rifinita a mano con oltre 40 ore di lavoro aggiuntive.

I paraurti anteriori e posteriori sono cromati, mentre i cerchi a raggi e i mozzi presentano il logo Jaguar Heritage. Per garantire un look assolutamente in linea con le auto del 1961, al volante in legno di faggio è stata affiancata tutta una serie di altre caratteristiche afferenti alle prime E-type, tra cui le feritoie del cofano saldate e le chiusure esterne del cofano con blocco a chiave; quest’ultime presentano degli appositi loghi ZP e sono unite da una cinghia di ritenzione del cofano in pelle.

Una selezione di ulteriori dettagli rievocativi del progetto è riscontrabile in altre parti della vettura, come sul tappo del serbatoio, sulla copertura esterna dell’auto e sulla copertura della capote dove è presente il logo ZP, mentre i loghi ZP e Jaguar sul retro identificano la natura unica di ogni veicolo. Sui laterali della vettura è presente anche una grafica artistica caratterizzata da una Union Jack incastonata in uno scudo argentato, dalla silhouette della E-type e dalla scritta Project ZP.

Gli interni sono caratterizzati da esclusive e autentiche finiture come i rivestimenti in pelle rossa Bridge of Weir e Hardura, così come il clacson dorato azionabile a pressione. Anche per questo progetto Jaguar Classic ha collaborato ancora una volta con il maestro d’incisione Jonny “King Nerd” Dowell. Sulla console centrale sono presenti degli esclusivi pannelli artistici, rifiniti in alluminio anodizzato, con alcuni particolari incisi a mano.

In particolare, sulla console della E-type Oulton Blue roadster sono presenti delle incisioni con la silhouette della vettura e il tracciato di Oulton Park con una bandiera di partenza e di arrivo, in onore della prima vittoria di Graham Hill. Come ulteriore elemento celebrativo di quel successo è stata incisa una metà di una corona d’alloro e la famosa citazione proprio di Hill che diceva: “In una gara la mia auto diventa parte di me, e io divento parte di lei”. I pannelli artistici sono stati anodizzati secondo i medesimi standard di alta qualità applicati ai modelli di produzione moderni, al fine di garantire un aspetto durevole e costante.

La seconda vettura di ogni coppia rende omaggio alla E-type guidata da Roy Salvadori a Crystal Palace nel 1961, che seguì la scia del successo ottenuto al debutto della E-type a Oulton Park.

Mentre tutte le auto originali del Project ZP erano basate sulla roadster coupé, la vettura ispirata a “BUY 1” è stata reimmaginata come una coupé Fixed Head, in modo da offrire ai clienti e ai collezionisti la possibilità di avere entrambi le versioni di carrozzeria. Traendo ispirazione dall’originale colorazione Pearl grey, questo modello è stato rifinito in Crystal Grey, un nome che deriva dalla pista su cui Salvadori ottenne la sua prima vittoria con una E-type.

Come la versione Oulton Blue ispirata alla “ECD 400”, la coupé Fixed Head Crystal Grey è dotata di decalcomanie rotonde bianche e di dettagli esterni simili alla roadster. Anche su questa versione è stata rimossa la barra con badge Jaguar che attraversa la griglia centrale e gli overrider, così come sono presenti gli stessi paraurti cromati, le medesime feritoie saldate sul cofano e gli esclusivi dettagli grafici laterali della roadster. Creato in collaborazione con gli specialisti Vaughtons, con sede nel Regno Unito nel “Jewellery Quarter” di Birmingham, il badge esterno imita l’aspetto e il design degli adesivi da corsa dell’epoca.

All’interno, la vettura ispirata alla “BUY 1” è dotata di pelle Bridge of Weir Dark Navy con finiture Hardura abbinate e volante in legno di faggio, mentre i dettagli in alluminio della console centrale sono anodizzati in colore grigio. Qui troviamo l’altra metà della corona d’alloro incisa sulla console della vettura Oulton Blue, mentre in questo caso il profilo della pista presente è quello di Crystal Palace e il testo riporta il soprannome di Roy Salvadori “King of the Airfields” (il re dei campi di volo) posizionato accanto alla silhouette della vettura.

Autentico tributo

Ogni veicolo è dotato di un casco d’epoca che riprende le forme di quelli indossati da Hill e Salvadori nelle gare. Sono stati splendidamente realizzati dall’esperto britannico Bill Vero di Everoak, che produce caschi dagli anni Cinquanta. Queste autentiche e fedeli riproduzioni sono un bellissimo oggetto da esposizione che può essere anche indossato e regolato manualmente per ogni tipologia cliente.

I caschi sono provvisti di una borsa in pelle su misura, realizzata con il medesimo pellame degli interni e prodotta in house dagli esperti artigiani di Jaguar Classic. Oltre alla borsa portacasco, questi artigiani hanno realizzato con lo stesso materiale anche la custodia per il manuale d’uso e manutenzione della vettura.

L’Expertise Classic Works

Sotto il profilo tecnico, la ZP Collection si basa sulle specifiche delle E-type Series 1 3.8 prodotte tra il 1961 e il 1964. Il propulsore da 3.8 litri, che eroga una potenza di 265 CV, è equipaggiato con un autentico radiatore in lega del 1961, dotato di ventola di raffreddamento elettrica e accensione elettronica per un utilizzo quotidiano, nonché di un sistema di scarico in acciaio inossidabile lucidato. Questo motore abbina in modo semplice l’originale autenticità di un tempo con la moderna fruibilità e affidabilità odierna.

Sebbene ogni veicolo abbia una propria personalità e un’esclusiva eredità, entrambi i modelli sono dotati di una serie di miglioramenti aggiuntivi apportati dal team di Jaguar Classic Works. Tra questi, il sistema di infotainment Jaguar Classic con radio DAB, la connettività Bluetooth e il navigatore, per un massimo intrattenimento a bordo in linea con gli standard del 21° secolo.

Il miglioramento meccanico più significativo è rappresentato dal cambio manuale a cinque velocità, che è stato appositamente sviluppato per offrire una guida più silenziosa e confortevole. Il sistema è dotato di sincronizzazione su tutti i rapporti, ingranaggi elicoidali e un alloggiamento rinforzato in alluminio fuso per una maggiore affidabilità e durata, con rapporti più ravvicinati per cambiate più fluide.

Pur fornendo un rapporto in più, il suo design intelligente non richiede alcuna modifica alla carrozzeria o ad altri componenti. Il mantenimento dell’integrità della vettura da cui proviene è di estrema importanza per il team di Jaguar Classic; per questa ragione il cambio sviluppato consente di mantenere l’originalità del corpo vettura, oltre a offrire ai clienti una maggiore fruibilità.

Ogni auto è sottoposta a circa 2.000 ore di lavoro da parte degli esperti di Jaguar Classic, che grazie alla loro meticolosa e minuziosa maestria artigianale rendono ogni esemplare un capolavoro.

Ai clienti viene fornito un telo copriauto su misura con logo ZP e uno specifico cric, che possono essere alloggiati in un’esclusiva borsa da riporre sotto il pianale del bagagliaio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

New Defender onora il suo lignaggio con la 75th limited edition

Published

on

Nel 1948 la Serie I fu presentata al salone dell’automobile di Amsterdam. Land Rover celebra l’anniversario con la Defender 75th Limited Edition.

Disponibile nelle versioni 90 e 110, la Defender 75th Limited Edition vanta un esclusivo tema di design esterno con dettagli unici, rifinito nell’iconica tinta Grasmere Green con cerchi e finiture interne abbinati.

Esteriormente, viene introdotta per la prima volta nella gamma di Nuova Defender, la tinta Grasmere Green – una tonalità riservata esclusivamente alla 75th Limited Edition – con cerchi in lega da 20 pollici sempre in Grasmere Green e borchie centrali abbinate. Completano i miglioramenti esterni, un’esclusiva grafica 75 Years, paraurti Ceres Silver e Privacy Glass.

Gli interni, resistenti e versatili, prevedono la traversa rifinita in Grasmere Green Powder Coat spazzolato e dettagli incisi al laser. I sedili sono rivestiti in Resist Ebony, e console centrale in materiale Robustec – il tessuto più robusto disponibile sulla Defender.

Stuart Frith, Lifecycle Chief Engineer della Defender, ha dichiarato: “Fin dal lancio della nuova Defender, i clienti di tutto il mondo se ne sono innamorati e la domanda rimane estremamente sostenuta. Questa nuova edizione limitata cattura lo spirito degli ultimi 75 anni, con i suoi colori e dettagli e lo fonde con nuove tecnologie innovative, come la propulsione elettrica ibrida, il Terrain Response configurabile, gli aggiornamenti software over the air e capacità all-terrain senza rivali.”

L’edizione limitata si basa sull’allestimento HSE ad alte specifiche, con equipaggiamento standard completo. La tecnologia include 3D Surround Camera, Meridian Sound System, fari LED Matrix, sistema di infotainment Pivi Pro da 11,4 pollici, presa di ricarica domestica, Wi-Fi Enabled with Data Plan, Head-Up Display e Wireless Device Charger, Terrain Response configurabile, Towing Pack.

Tutti i modelli 75th Limited Edition dispongono anche di un tetto ripiegabile in tessuto, mentre il comfort superiore è fornito da sedili a memoria elettrica riscaldati per guidatore e passeggero a 14 vie, volante riscaldato e climatizzatore a tre zone.

Le scelte di propulsori includono l’efficiente PHEV P400e e il MHEV P400 Ingenium, per le sole versioni 110, oltre al Diesel D300, disponibile anche per il 90, che utilizza la tecnologia ibrida MHEV per ottimizzare potenza e consumi, sfruttando l’energia persa normalmente in decelerazione e frenata.

L’unicità della Limited Edition rende questa Defender un veicolo altamente collezionabile, presentato insieme a una nuova gamma di prodotti lifestyle Land Rover che celebrano questo momento storico.

La collezione Lifestyle condivide il tema di colore Grasmere Green e presenta una gamma completa di prodotti, tra cui un orologio unico minimalista con due cinturini, uno zaino funzionale e abbigliamento con grafica e dettagli esclusivi del 75° anniversario.

La Defender ha vinto più di 50 premi nel mondo, tra cui l’auto dell’anno 2020 di Top Gear, il SUV dell’anno 2021 di MotorTrend e il miglior SUV 2020 di Autocar, nonché un Euro NCAP Safety Rating a 5 stelle.

Land Rover è nata con il lancio di un solo veicolo. Oggi la nostra famiglia di SUV testimonia lo spirito pionieristico di innovazione che caratterizza Land Rover da più di sette decenni. Le nostre famiglie Defender, Discovery e Range Rover offrono capacità, versatilità e lusso senza pari: la base perfetta per altri 75 anni di successo.

La Defender 75th Limited Edition rappresenta un’edizione speciale rivolta ad un pubblico selezionato nei vari mercati. Nella scelta delle vetture destinate ai clienti italiani, sono state privilegiate le versioni PHEV per sottolineare la vocazione alla sostenibilità del brand, in linea con la strategia Reimagine del gruppo.

La nuova Defender 75th Limited Edition ha prezzi a partire da Euro 114.303. Per gli ordini, rivolgersi alla rete di Concessionarie ufficiali Land Rover.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

Il Piacere di guidare. Anche la classifica

Published

on

BMW Italia è al fianco di A.C. Milan nel celebrare la vittoria del Campionato di Serie A 2021/22.

Domenica 22 maggio 2022 il Milan è diventato campione d’Italia per la diciannovesima volta nella sua storia, dopo la vittoria 3-0 con il Sassuolo. BMW Italia festeggia al fianco del Club Rossonero in qualità di Automotive Partner e Premium Partner.

BMW e A.C. Milan hanno stipulato nel marzo 2011 una partnership a lungo termine che vede la filiale italiana della casa automobilistica premium tedesca come Automotive Partner e Premium Partner dei Rossoneri.

Siamo felici del traguardo raggiunto da A.C. Milan nel corso del Campionato 2021-2022- ha dichiarato Massimiliano Di Silvestre, Presidente e A.D. di BMW Italia S.p.A. – e abbiamo pensato di omaggiare questo risultato con una campagna di comunicazione dedicata che esprime in modo elegante e raffinato i valori che ci accomunano e che ci hanno portato lo scorso anno a siglare la partnership. Passione, determinazione, gusto della sfida, rispetto degli avversari e stile sono infatti nel nostro DNA e in quello di A.C. Milan”.

I due marchi globali, eccellenze nei rispettivi ambiti, sono scesi in campo per l’innovazione, la sostenibilità e lo stile con un approccio pionieristico orientato al futuro, con lo scopo di connettere ed entusiasmare gli appassionati di sport, motori, innovazione e glamour, in tutto il mondo.

In qualità di Premium Partner, BMW è parte integrante del business del Club, attraverso lo sviluppo di branded content – come la versione speciale della Nuova BMW i4, realizzata in occasione della presentazione della quarta maglia della squadra – e la visibilità garantita dalle piattaforme digitali e fisiche dei Rossoneri.

Grazie alla partnership, il Milan ha accesso alla visione tecnologica di BMW e alle sue soluzioni di mobilità, messe a disposizione del senior management, dei giocatori e dello staff della Prima Squadra Maschile.

BMW e A.C. Milan: il piacere di guidare. Anche la classifica.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending