Connect with us

Style & Luxury

Un segnatempo che riflette una personalità più disinvolta e associa a uno stile ultra esclusivo caratteristiche e dettagli più casual

Published

on

16 febbraio 2013

Chopard celebra nel 2013 i vent’anni di una icona che per prima ha osato un inedito abbinamento, una contraddizione per l’epoca: l’unione dei diamanti e dell’acciaio.

Forte della sua duplice perizia in orologeria e gioielleria, Chopard ha regalato all’orologio sportivo una personalità a sé stante e innovativa. Il marchio ha saputo essere in anticipo sui tempi applicando all’orologeria lo stesso concetto che la moda aveva proposto con lo sportswear.

L’Happy Sport Medium, con la sua cassa con brillanti incastonati, i sette diamanti mobili racchiusi tra due vetri zaffiri e il cinturino in pelle di alligatore color fucsia, è destinato a diventare l’accessorio raffinato di riferimento.

L’orologio trasversale per eccellenza e’ideale da indossare con un giubbotto di pelle o un abito da sera.

Info: www.chopard.com

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

MFW SS 2022

MFW – Gilberto Calzolari Spring Summer 2022 Collection

Published

on

LA COLLEZIONE
In questa collezione, forse la più dichiaratamente “estiva” che abbia mai realizzato, sono confluite tre
ispirazioni diverse: da un lato è stato un po’ come tornare bambino, ripensando alle lunghe estati passate al mare, e nella mia mente ci sono gli abiti colorati o con stampe floreali vivaci che indossava mia mamma, una donna che tuttora non possiede un solo abito nero nel suo guardaroba. Dall’altro mi sono ispirato alla brezza estiva della Costa Azzurra anni ’60: gli anni di icone come Brigitte Bardot, di registi come Roger Vadim e di stilisti all’avanguardia come Pierre Cardin. Di qui il titolo della collezione: “Conte d’été”, racconto d’estate, altra citazione cinematografica (Eric Rohmer) all’insegna del ricordo delicato e nostalgico. Infine, la terza fonte d’ispirazione é quella più fortemente legata al DNA del mio brand, profondamente radicato nell’humus milanese dove mi sono formato lavorativamente, dominato dall’immagine di una donna sofisticata e aristocratica, ma anche aperta alle pi  svariate tendenze culturali internazionali.
Ecco quindi una collezione Primavera Estate che cattura lo sguardo senza orpelli e facile da portare, in città come in vacanza, fatta di abiti, gonne e shorts dalle forme pulite e dai volumi dal sapore vintage, come il cappottino bon ton anni ’60 in lino nella stampa floreale, portato sopra a un costume da bagno due pezzi giallo in stile pin-up, o come l’abito a trapezio in viscosa verde con maniche volant, o ancora il top arancione unito a un costume da bagno a vita alta. I richiami all’oriente, alle spiagge di Okinawa e più  in generale al Giappone – altra costante del mio brand, fin dal logo di foglie di ginkgo intrecciate – esplodono negli origami in tessuto a forma di girandola, vero e proprio leitmotiv della collezione, applicati sugli abiti o addirittura cuciti a mano tra loro a formare un top, una minigonna e l’abito finale.
Mai come in questa collezione spiccano gli audaci accostamenti cromatici: un registro di colori accesi e vibranti dal verde pino al verde fluo, dal rosa pastello al viola, dall’arancione al turchese, dal marrone da cui sbocciano grandi margherite stampate, ai tocchi di bianco, culminanti nel mini abito in duchesse di poliestere Seaqual interamente riciclato da plastiche recuperate dal mare, e nella giacchina couture con maniche a lanterna in lino certificato SFC (dove compare anche, nel girocollo, l’unico dettaglio nero dell’intera collezione).
Da sempre avverso alle rappresentazioni convenzionali della donna, gli abiti si adattano alle diverse fisicità del corpo femminile, come gli ampi abiti smanicati a tulipano arancione e nella stampa margherita su fondo marrone, o gli chemisier midi con doppia coulisse in vita in tela di cotone colorblock turchese o nella stampa a fiori. Così come una ritrovata consapevolezza femminile, giocosa e sensuale, si destreggia in un sofisticato equilibrio tra opposti, laddove squisite gonne multipieghe con spacco profondo coesistono con camicie da bowling maschili, a righe o in shantung verde fluorescente, e delicati top in origami di lurex rosa vengono indossati sopra a bermuda sportivi.
Infine, gli accessori: deliziosi cappelli a paralume per riparare il viso dal sole, e borse origami in tela di cotone o in nappa bianca vegana, entrambi realizzati in stampa reversibile.
Il risultato è una collezione che è una sferzata di energia pura, vibrante e colorata, ma sempre fedele al mio DNA di donna chic ed elegante: una collezione fresca e naif, allo stesso tempo sensuale e sofisticata, ma con un tocco contemporaneo e urbano.

LA SOSTENIBILITA’
Rigenerare, riciclare, recuperare: questo è sempre stato il mio motto. Credo fortemente in una sostenibilità originale e creativa, che nella sua eccentricit  possa scendere per strada e che possa venire al più presto assorbita dal mainstream. Da un lato, l’utilizzo di tessuti dalle rinomate certificazioni, come la duchesse in poliestere Seaqual interamente riciclato da plastiche recuperate dal mare, il lino e la viscosa certificati SFC, o il cotone organico e l’organza in seta certificati GOTS; dall’altro il recupero di tessuti esistenti da rimanenze di magazzino e da archivi storici di rinomate aziende tessili. Inoltre, i capi pi  iconici della collezione, come la minigonna in lurex viola, il top rosa e l’abitino multicolore, sono creazioni sartoriali di artigianato couture realizzate con origami di tessuto ripiegati e cuciti a mano ottenuti recuperando le rimanenze di tessuto dagli sfridi generati nella lavorazione del campionario, così come il ricamo sulla blusa di organza è ottenuto dai ritagli del tessuto di lino stampato, in un esempio virtuoso di moda circolare e responsabile che, attraverso la creatività e il riutilizzo delle materie prime, possa esser meno impattante nei confronti del pianeta. Un processo che   stato esteso anche alla realizzazione degli accessori. I cappelli (un progetto speciale di Altalen realizzato ad hoc in esclusiva per Gilberto Calzolari) e le borse, infatti, sono stati realizzati anch’essi con i ritagli del tessuto di campionario. Quanto alle scarpe – sandali realizzati in pelle vegana – sono state cortesemente fornite da Kallisté, un brand di calzature di lusso che tramite un costante lavoro di ricerca e innovazione sostiene i valori della sostenibilità ambientale.

IL BRAND
Gilberto Calzolari è un marchio di prét-à-porter di lusso made in Italy dall’animo green che crede che eleganza e bellezza debbano andare di pari passo con il rispetto per il nostro pianeta. Il suo stile è rappresentato da un design glamour e senza tempo, espresso in raffinate silhouette contemporanee e in dettagli e abbinamenti inaspettati che creano cortocircuiti estetici sorprendenti. Tessuti preziosi, uniti a un costante lavoro di ricerca e innovazione e a una lavorazione di altissimo livello sartoriale, sono gli elementi distintivi di un marchio dalla forte identità etica ed estetica che, in controtendenza rispetto alle pratiche imperanti del fast fashion, punta a recuperare i valori della sostenibilità ambientale e della qualità, eleganza ed esclusività del lusso made in Italy.

PHOTO & VIDEO CREDITS
Foto e video: Ludovica Arcero
Produzione: Marcello Paolillo
Assistente fotografo: Elisa Bontempo
Stylist: Dinalva Barros
Assistenti designer: Maura Bertoia, Felicia Amoruso, Federica Colleoni
Vestiaristi: Marco Losquadro, Irene Belcastro
Casting a cura di CM Casting: Caterina Matteucci e Diego Maffezzoni
Make-up: Lucie Nguyen – Key Artist; Graziano Senesi; Paolo Lestat
Hair: Luigi Martini – Key Artist; Cristina Savini; Debora Porfirio
Talent: Larissa Costa Rodrigues, Caterina Maria Pezoa, Polina Dragan, Anna Merle Gerhardy, Mayo Watanabe
Musica: Ettore Vozza
Location: Residenza Serena in Via Sottocorno, Milano
Ufficio Stampa: Guitar
Scarpe per gentile concessione di Kallisté.
Cappelli per gentile concessione di Altalen: un progetto speciale in esclusiva per Gilberto Calzolari.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

Max Mara FW ADV Campaign

Published

on

The Max Mara woman has come a long way in the 70 years since she first became not only the inspiration for the collection but its reason for being. From home front to highest office, the modern Max Mara woman is now a royalty in her own right. The AW21 advertising campaign is a celebration of the indomitable individualism that brought her here.

Trailblazing, ground-breaking, pioneering, radical, tenacious, commanding, self-assured, accomplished, witty and wise, the casting reflects the intelligence of our heroine and the power that makes others rise to meet her. She may sulk or seduce. She may govern or nurture but she lives fully, takes opportunities and has adventures. Individuals all, the women of the Max Mara family are united by one thing: they are alike only in their uniqueness.

Photographed and directed by Steven Meisel who has been collaborating with Max Mara for more than 20 years, the campaign celebrates a range of ages and nationalities.
Featuring Chloe Oh, Amar Akway, Sofia Steinberg, Jits Bootsma, Mona Tougaard and Malgosia Bela the casting is a reflection of the global family that is the Max Mara customer in our platinum jubilee.

Since 1951, the Max Mara success has relied entirely on how well it serves her. A wardrobe that is in lockstep with her constantly changing needs and also has the integrity to build into a timeless ally – her forever wardrobe. The style is Anglocentric but with a distinctive Italian accent giving a leading role to the thornproof tweeds and arans of the British countryside enriched with the luxury of Italian cashmere and craftsmanship. It is a collection fit for a very modern royal family.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

Dsquared2 FW21 ADV Campaign

Published

on

A poetry of touch and togetherness unfolds in Meantime, the new Fall-Winter 21 campaign from Dsquared2.
At once nostalgic and immediate, Alasdair McLellan’s photographs evoke a recognizable language of kinship and joyfulness. The imagery follows a heterogenous group of young friends, brought together by their shared values and affection for one another. The looks of the new collection underscore this sense of character and narrative: an homage to the eclectic culture of creative directors Dean and Dan Caten’s home of Canada, the pieces form a literal and figurative patchwork of expressive elements, disparate but united.

This feeling of comfort and togetherness is embodied in an artful focus on touch and physical connection between the protagonists: an embrace, a handheld, or even just a knowing look that only a friend can understand. Especially in light of the past year and a half of global lockdowns, this possibility of physical connection feels both joyful and melancholic – the warmth and immediacy of touch coupled with the distance of memory, a duality reflected in the photographs appearing in both color and black-and-white.

Hand-written text alongside the images examines and develops this mood of extroverted introspection. Falling somewhere between a diary entry, a poem, and a fleeting thought, the words capture the rawness and excitement of making a deep human connection – which can be instantly felt, but often is not recognized until later. The feeling of longing or nostalgia initially suggested becomes instead a quiet gratitude, a recognition that although these moments are past, they remain alive by shaping the present.

Capturing all the joy and longing of these in-between moments through a universal language of touch and togetherness, the campaign serves as both a document of emotional remembrance for the past year and a half of collective meantime, and a roadmap to help us find our way back together.

The new Dsquared2 Fall Winter 2021 campaign: https://www.dsquared2.com/experience/it/d2life/
Discover the full movie in IGTV, Dsquared2.com and #D2APP

Directed by Alasdair McLellan @ Art Partner
Creative Director: Giovanni Bianco @ GB65
Starring: Lila Moss, Stella Jones, Iris Law, Georgia Palmer, AJ, Finley Williams, Keone Pillay, Oliver Rice, Oisin Murphy, Sam Majka
Casting: Piergiorgio Del Moro @ Exposure NY
Styling: Vanessa Reid @ Streeters
Movement Director: Pat Boguslawski @ Streeters
Make Up Artist: Lynsey Alexander @ Streeters
Hair Artist: Anthony Turner @ Streeters
Manicurist: Lorraine Griffin
Set: Patience Harding @ The Magnet Agency
On set Partner Films

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending