Connect with us

Fashion News

La ripartenza di tutti della scuola del cuoio e il regalo di Natale per i suoi dipendenti

Published

on

Un esempio di buone pratiche da segnalare come voglia di ripartenza. Una ripartenza però di tutti.
Infatti, In questi due anni di pandemia si è stati abituati ad interpretare il mondo con occhi più attenti. Complice anche quello che è avvenuto a livello mondiale in ambito privato, sociale e lavorativo.
Per questo in questi tempi natalizi è bello segnalare una notizia che sprona al mood natalizio in modo concreto e bello nell’ambito lavorativo del fashion e degli accessori: l’Azienda “Scuola del cuoio” offre ai suoi dipendenti un regalo quest’anno. Quale?
L’utile dell’esercizio 2022.
Un’azienda, quella fiorentina di pellame , che ha oltre 50 anni di storia alle spalle e dove ogni singolo articolo prodotto in pelle, significa aderenza ad una forte tradizione toscana del made in italy a due passi dal duomo di Firenze, proprio dietro la piazza di Santa Croce ma che nasce dalla forte dedizione di un progetto filantropico per gli orfani pisani della “città dei ragazzi”, altra città adagiata sul fiume Arno (e si sa, l’acqua è estremamente necessaria per questo genere di produzione).
E cosi, come recitai l comunicato stampa questa Scuola del Cuoio di Firenze “chiude il 2022 con un Fatturato in crescita oltre ogni aspettativa e decide di condividere questo traguardo importante con i suoi dipendenti erogando a loro l’intero utile dell’esercizio, per una quota tra i 1.000 e 2000 euro a ciascuno.
“La ripartenza deve essere per tutti!”, dichiara Barbara Gori Presidente della Scuola del Cuoio.”Un risultato certamente reso possibile dalla riapertura dei confini e dal ritorno del turismo a Firenze, oltre ad un dollaro forte che ha favorito l’aumento degli acquisti da parte dei nostri fedeli clienti americani”, spiega.”Ma il successo raggiunto lo dobbiamo a tutti coloro che lavorano insieme a noi: hanno mostrato solidarietà verso l’azienda, quando abbiamo dovuto attivare gli ammortizzatori sociali per non licenziare nessuno; non hanno mai perso l’amore per quello che fanno, anche sotto la pandemia; e con entusiasmo hanno partecipato alla ripartenza, rendendosi disponibili ad intensificare il loro impegno lavorativo”.
Un Natale insomma che sarà nel mood della ripartenza con uno sguardo simile a quello del suo fondatore, quel Marcello Gori che ha voluto la Scuola del Cuoio e le cui figlie ne continuano la gestione.
Da segnalare anche la recente istituzione della Fondazione a lui dedicata per borse di formazione e lavoro per offrire un futuro nel settore della pelletteria artigiana.
La ripartenza è di tutti. Nel più bel spirito del Natale.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − due =

Fashion News

Debutto d’estate: la collezione SS24 di Imperial all’insegna del colore e della libertà

Published

on

È tempo di estate con l’estetica glamour senza tempo di Imperial.

Il brand bolognese è lieto di annunciare il lancio della sua vibrante campagna primavera-estate 2024, che celebra lo spirito vivace di divertimento e libertà.

La campagna prende vita, unendo stili, personalità e passioni in un mix esplosivo di creatività, nella cornice francese del Felicetta Bistrot di Milano, il luogo d’élite dove la dolcezza della pasticceria francese si mescola con la moda più chic.

La collezione cattura l’essenza dell’estate con un turbine di emozioni. Parole d’ordine: divertimento, evasione, e joie de vivre.
I capi di Imperial riflettono questa energia, trasformando la moda in un veicolo per l’evasione e l’espressione libera di sé.

Un’eclettica schiera di personaggi dà vita alla campagna: Olivia, ballerina e fashion icon con un’eleganza che incanta; Gytis, artista e intellettuale in cerca di ispirazione; Edoardo, misterioso e affascinante; Yi, raffinata ed elegante con un tocco distintivo; Katjia, una presenza sofisticata che aggiunge classe al gruppo; Afrodite e Line, amiche con personalità diverse unite dalla compagnia della loro adorabile cagnolino Brioche.

Questa varietà di personaggi dimostra come Imperial sia in grado di abbracciare e valorizzare ogni singola personalità, offrendo una gamma diversificata di colori e stili che si adattano a tutti i gusti.

Per la donna, la collezione presenta stampe floreali, tessuti morbidi in viscosa e paillettes per uno stile rock e glamour. Le sovrapposizioni di pattern e tessuti, insieme alla presenza decisa dell’animalier, creano look audaci e distintivi, mentre le maxi camicie a righe e le felpe oversize completano il guardaroba quotidiano.

Per l’uomo, camicie fresche e colorate si abbinano a denim cargo e giacche elaborate, creando un mix di look decisi e originali. La possibilità di giocare con colori e tessuti permette infinite combinazioni, mentre gli accessori personalizzano ogni outfit con un tocco di individualità.

La campagna Spring Summer 2024 di Imperial incarna lo spirito della moda senza confini, invitando tutti a esplorare il proprio stile e ad abbracciare l’avventura della vita estiva. Imperial si conferma leader nel dettare i trend per gli audaci pionieri della moda in tutto il mondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Chinos per l’estate: Barbour Neuston! Praticità e design!

Published

on

La stagione estiva si sta avvicinando, sempre di più vediamo pubblicità e marketing, in ogni dove, che ci anticipa l’arrivo di quella che, per me, è una delle stagioni più belle dell’anno. Se parliamo di guardaroba maschile, questo crea vari problemi, perché non è facile trovare un prodotto che sia pratico, e leggero ma allo stesso tempo ricercato e di qualità, da poter diventare un jolly, da usare in tutte le nostre avventure estive.

Per questa stagione Barbour, che ricordiamo essere distribuito in Italia da WP Lavori In Corso, proprietaria anche del marchio Baracuta, inventore del famoso Harrington G9, presenta un modello davvero molto particolare, in Twill di cotone, un tessuto molto leggero, molto comodo, traspirante, e non eccessivamente slim, cosa che sopratutto in estate, è molto preziosa.
Questo pantalone, è dotato di un ticket pocket nella parte anteriore, molto carino perché, oltre che pratico, dona quel dettaglio in più simbolo di ricercatezza e attenzione. Nella parte posteriore troviamo invece una tasca lati portafoglio con una pattina, e l’altra classica a filetto con bottone.

I colori in cui è presentato sono il Sand, il Verde e il Navy. Ne ho acquistati tutti, poiché come stile e’ qualcosa di unico, e la durabilità e praticità del prodotto barbour e’ qualcosa di incredibile. Come potete vedere nelle foto, si abbina perfettamente ai classici colori da campagna, diventando un jolly vero e proprio. Da segnalare durante le giornate di pioggia, l’abbinamento con il G12 Harrington di Baracuta in colore Racing Green, per un look classico, senza tempo, e irrinunciabile a chi ama la filosofia di questo brand.

Link:
wpstore.it

https://wpstore.it/products/barbour-chino-neuston-trousers-mtr0606mtr-ol51?
_pos=9&_sid=fa23fbfcd&_ss=r

https://www.baracuta.com/it/products/baracuta-g12-baracuta-cloth-brcps0885bcny1-6368

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Al via la South Italy Fashion Week – L’artigianato tesse bellezza

Published

on

Un telaio che produce tessuti preziosi: talento e passione. Con questa bellissima metafora si apre il sipario sulla ottava edizione di South Italy Fashion Week prodotta da Moema Academy, con la direzione artistica e organizzativa di Giada Falcone, che quest’anno riserva un cartellone ricco e variegato che spazia dall’economia al design, dal cinema all’industria cosmetica, dall’intelligenza artificiale alla tradizione della tessitura in Calabria, plasmando una parola dall’etimologia antica, potente ed evocativa: ICONIC.
Il Salone degli Specchi della Provincia di Cosenza ha ospitato la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2024 che inizia oggi e si conclude con l’esclusiva sfilata-evento a Villa Rendano, sabato 25. Talk, masterclass, laboratori, shooting, sfilate e un occhio rivolto a questioni prioritarie come la violenza sulle donne, attraverso un contributo fattivo alla causa del Centro antiviolenza Roberta Lanzino.
South Italy Fashion Week quest’anno è ufficialmente inserita nel calendario nazionale degli eventi di Confartigianato, motivo per cui il presidente regionale Roberto Matragrano ha voluto sottolineare come la manifestazione abbia il merito di promuovere un’immagine positiva e produttiva dell’artigianato in Calabria. “Attraverso il linguaggio della moda – ha detto – rappresentiamo un’idea diversa di artigianato, aperta alla contaminazione, all’utilizzo delle nuove tecnologie. È con questo ottimismo che vogliamo raccontare la Calabria”.

Un contenitore di attività”, così Giada Falcone, direttrice artistica e organizzativa, ha definito la manifestazione. “Attività tutte diverse – ha spiegato – ma legate tra loro da un comune denominatore: stimolare la creatività dei giovani e sviluppare una rete di interconnessioni culturali”. Una rete davvero produttiva grazie ad un lavoro a quattro mani svolto insieme a professionisti del settore: “È un’emozione impagabile – ha detto Paolo Mauro, hair stylist della crew di Giuseppe Scaramuzzo che partecipa alla Fashion Week per il quarto anno – collaborare con l’accademia e vedere all’opera le nuove promesse della moda”. Presenti nella sala, le allieve della Moema Academy per le quali questa settimana rappresenta una importante opportunità di dialogo e crescita. Nel corso della manifestazione si alterneranno, tra le altre cose, incontri sulla tessitura, sul confronto tra intelligenza artificiale e intelligenza artigianale, sulla cultura arbëreshë (con una lezione dello scrittore Carmine Abate), sul cineaudiovisivo. Nella serata finale della Fashion Week, verrà proiettato un cortometraggio ispirato alla figura di Frida Kahlo come simbolo di emancipazione femminile che è valso alle allieve della Moema Academy il primo premio al concorso nazionale di Donne Impresa Confartigianato. Sempre nella serata di sabato, verrà consegnato ad Antonella Veltri, presidente della rete D.i.Re, donne in rete contro la violenza sulle donne, una borsa di formazione presso la Moema Academy destinata a una delle donne che si sono rivolte al centro antiviolenza “Roberta Lanzino”.
“Siete tessitori di bellezza” ha detto Antonietta Cozza, consigliera comunale con delega alla cultura. “La città possiede degli scrigni eccezionali che vanno scoperti e valorizzati. Moema Academy è uno di quelli – ha continuato – per la sua attenzione alla formazione dei giovani ai quali offre l’opportunità di coltivare i loro sogni. E noi dobbiamo stare accanto ai nostri giovani, perché ci offrono il bello in un tempo difficile. Dobbiamo curare la loro formazione affinché restino e non lascino questa terra che ha tanto bisogno del loro talento”.

Il programma:

Martedi 21: seminario “L’esperienza che genera futuro” con Daniela Biolatto, Presidente Nazionale Movimento Donne Impresa Confartigianato e masterclass

“Realizzazione tecnica di un accessorio moda” con il maestro artigiano Stefano Reda.

Mercoledì 22 talk con Carmine Abate
“Il ballo tondo e altre culture Arbëreshë” con Giuliana Furrer, Presidente Movimento Donne ImpresaConfartigianato Calabria.

Giovedì 23 seminario “Tessitura tra tradizione e innovazione, un percorso possibile?” a cura di Arsac e Intrecci di vita 2.0 e laboratorio “Dalla scuola all’industria cosmetica” – Produzione dei profumi DiViNa e DiViNo.

 Venerdì 24 talk “La bellezza della lentezza: moda tra arte, design, estasi” e “Il cineaudiovisivo e il Fashion System”. Segue evento Giardini di Moema Academy

DjSet con LAURA DJLO e ICONIC FASHION HAPPY HOURS.

Sabato 25 Sfilata Evento Villa Rendano con performance di moda e consegna premi South ItalyFashion Week, con le sfilate dei designers della Moema Acacademy e   degli stilisti  tra cui Saverio Palatella e Mario Dice.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending