Connect with us

Fashion News

+Three°°° lancia Wave: la collezione di borse dedicata agli oceani

Published

on

Qual è l’accessorio di cui non si può fare a meno? Risposta facile, la borsa. La cui produzione, però, è tra le più inquinanti in assoluto. Fortunatamente grazie all’innovazione tecnologica, può diventare anche la più ecologica semplicemente utilizzando come materiale principale un FILATO SEAQUAL® ottenuto dalla plastica proveniente dalle acque degli oceani e dei mari del mondo. Il tutto con la complicità dello stile, quello identitario di +Three°°°, brand che ha la sostenibilità nel suo DNA.

Il risultato è la nuova collezione Wave che utilizza per la produzione delle sue borse i tessuti SEAQUAL® YARN, un tipo di poliestere riciclato post consumo che contiene Upcycled Marine Plastic di SEAQUAL INITIATIVE, l’organizzazione che promuove la salvaguardia delle acque di tutto il mondo a partire proprio dalla pulizia delle stesse. Una rivoluzione à porter di cui fanno ugualmente parte altri materiali green – le rifiniture in eco pelle biogreen, la fodera in cotone riciclato al 70% e le lampo in poliestere riciclato- che rendono la proposta di +Three°°° portavoce di uno stile ecologico e sostenibile.

Il tutto espresso da un carosello di modelli iconici che, dallo zaino al classico borsone da viaggio arrivano alle eleganti hobo, alle crossbody, alle shopper, naturalmente in differenti misure per soddisfare ogni necessità. E non solo. Perché all’anima sostenibile delle borse è stata aggiunta l’attenzione per un design originale, frutto della mente creativa dell’illustratore francese Marc Majewski, che ha traslato la sua idea di natura e di rispetto per l’ambiente, che da sempre caratterizza le sue opere, in un caratteristico pattern fiorato che impreziosirà una selezione di bag della collezione. Accanto c’è spazio per due varianti color block, una continuativa in total black e una più estiva in rosa confetto, tutte decorate dal logo del marchio a differenza della proposta personalizzata da Marc Majewski che vedrà sulle borse un pendente in alluminio riciclato e riciclabile con i caratteri distintivi del brand.
Anche la produzione, rigorosamente Made in Italy e a tiratura limitata, risponde a criteri di sostenibilità a tutto tondo e una parte di questa è stata affidata alla cooperativa “Cartiera” di Sasso Marconi che, nel pieno rispetto di una moda realmente etica, impiega persone in condizione di svantaggio per garantire loro quella dignità e quella libertà che solo il lavoro può portare.
Last but not least, in occasione del debutto della linea Wave – la cui campagna adv avrà un focus proprio sulla salvaguardia del mare- il brand parteciperà e sponsorizzerà l’iniziativa del 5 giugno prossimo per la pulizia delle spiagge promossa dal Comune di Grosseto.

@plus_three__

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × quattro =

Fashion News

Max Mara 1951 – Anniversary Coats

Published

on

Trionfante e inarrestabile Max Mara ha fatto molta strada dal 1951, anno in cui Achille Maramotti ha fondato il marchio, da allora costantemente proiettato nel futuro. E ora è tempo di festeggiare.
Un importante anniversario che verrà celebrato in modo concreto e guardando – come sempre – in avanti, riproponendosi “di ri-collezionare” piuttosto che “di ricordare”. Come? Con una Anniversary Collection che riedita e riattualizza capi iconici, che hanno segnato non solo il tradizionale percorso di Max Mara, ma soprattutto la Storia della Moda. Veri e propri “punti esclamativi” nel guardaroba di ogni donna, come il leggendario 101801, il cappotto Ludmilla, l’iper fashionable Teddy Coat e la borsa glamour Anita. Must assoluti, sono ora rivisitati.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In sintonia con il concetto di lusso funzionale tipico di Max Mara: l’iconico cappotto cammello 101801, pezzo unico e unione di generazioni di donne in tutto il mondo, il lussuoso Ludmilla, noto per essere il cappotto in doppio di puro cashmere per eccellenza nel suo storico color cacha. E ancora il Teddy Bear, ‘It Coat’ e must-have per le donne di tutto il mondo come Kim Kardashian e Rita Ora, nel nuovo colore iconico vigogna, e la borsa Anita con il suo fascino glamstreet.
Diventano ora tutti reversibili grazie a una doublure in nylon. Sono inoltre caratterizzati dal ricamo Max Mara 1951, nell’inconfondibile font maxmaragram.
In un sofisticato clin d’oeil tra presente, passato e futuro.
E la storia continua…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Abiti come camere segrete quelli di Gucci al Mudec di Milano

Published

on

La Mfw milanese è una sorta di “camera segreta”, un enorme contenitore che in questi anni, ha portato  alla ribalta modi di vita, abitudini umane e rese sensibili allo stile nell’abbigliamento. Forse per questo sempre di più, durante la settimana, molti sono gli eventi collaterali volti ad inserire, durante il periodo della manifestazione ordinaria, anche molti altri eventi tra cui mostre fotografiche, presentazioni di libri e performance legati all’immagine, al modo di essere e di apparire, ed allo stile come quella di Achille Lauro.

Se infatti si presenta cantautore e produttore tra rap, punk, rock e hip hop, per una sera è stato anche performer, il 22 settembre, infatti con un omaggio a Marina Abramovich , ha presentato il suo

AchilleLauro©julehering

libro e segnato anche l’inaugurazione di una mostra di abiti di scena di Gucci, creati per lui. Sia la presentazione del libro fotografico, edito da 24 ore Cultura che la performance e la mostra sono al Mudec di Milano. La mostra dal titolo “La camera delle meraviglie” si svolgerà  infatti dal 23 settembre 2021 quindi, sino al 10 ottobre, ad ingresso gratuito. Un evento articolato quindi, durante la Milano Fashion Week, che fa riflettere sul mood del momento, di cui abbiamo già avuto modo di parlare, dell’incontro della moda con i costumi di scena.In questo caso dello stilista Gucci, associando anche la performance artistica nei musei. Una sorta di wunderkammer dell’artista con abiti di Gucci realizzati dal Direttore Creativo Alessandro Michele. Come recita il comunicato stampa: “in occasione dell’uscita del libro fotografico “Achille Lauro” edito da 24 ORE Cultura, ora disponibile in libreria e online, dal 23 settembre fino a domenica 10 ottobre il MUDEC di Milano ospita “La camera delle meraviglie di Achille Lauro”, una enfilade di 20 metri che nelle vetrine polilobate dell’Agorà del Mudec ospiterà per 18 giorni gli abiti di Gucci realizzati dal Direttore Creativo Alessandro Michele e indossati da Achille Lauro nelle sue performance artistiche a Sanremo 2020 e Sanremo 2021, insieme a tante altre curiosità da backstage.

Sono state infatti svelate dallo stesso Achille Lauro durante la serata-evento del 22 settembre alcune delle vetrine polilobate che perimetrano l’Agorà del Mudec e che mostrano al pubblico gli abiti di Gucci realizzati dal Direttore Creativo Alessandro Michele, proprio quei capolavori tessili che hanno segnato gli ultimi due anni di carriera dell’artista e in particolare le esperienze sanremesi 2020-2021. Una vera e propria wunderkammer delle meraviglie di Achille Lauro. E non poteva che essere il MUDEC – Museo delle Culture, della Moda e del Design, a ospitare una ‘wunderkammer’: quello stesso museo che ospita da sempre wunderkammern ben più antiche, come quella settecentesca di Manfredo Settala. Moda e meraviglia, dunque, sono il connubio emozionante che identifica Museo e Artista e li unisce in una esposizione-evento senza precedenti”. Ma è questo quindi il nuovo mood a cui la moda sta abituando? Estetismo da performance e qualità sartoriale in un connubio? L’idea di trucco, parrucco e la moda come “palcoscenico visivo” quindi? L’artista, presentato nel volume “Achille Lauro” insomma, viene presentato attraverso lo “stile” che gli è stato cucito addosso. Al di là del timbro vocale o delle doti canore. La moda e la performance insomma come evoluzione visiva della canzone.

Abiti come “camere segrete” della personalità artistica? Chissà. Vedere gli abiti di Gucci esposti nelle teche insomma, è un po’ come vedere come la moda porta in scena se stessa, attraverso questi artisti per fini estetici. Al fine, forse,  di celebrarne la performance artistica ed il senso, chissà, delle loro canzoni tra moda, arte e cultura pop in un nuovo mood della moda.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Brasil Eco Fashion Week alla Settimana della Moda a Milano

Published

on

Brasil Eco Fashion Week alla Settimana della Moda a Milano
24 sett. show room dalle ore 10.00 alle ore 20.00
25 settembre sfilate ore 17.00

BEFW – Brasil Eco Fashion – è la prima Fashion Week della moda in America Latina dedicata esclusivamente all’industria della moda sostenibile presentata come piattaforma di moda, innovazione e sostenibilità per promuovere  l’inserimento dell’ecosostenibilità e delle iniziative sociali ed ambientali nel settore tessile e della produzione della moda brasiliana .

Nel 2021 BEFW presenterà la sua quinta edizione, che per la prima volta si svolgerà in modo ibrido con un evento  online in Brasile e un’altro in presenza in Italia, all’Orto Botanico di Brera, alla Settimana della Moda a  Milano.

Durante la Settimana della Moda a Milano, una delle più importanti vetrine della moda nel mondo, BEFW intende mostrare al mercato internazionale i brand  brasiliani di moda sostenibile proponendo, sulla scena internazionale,  una variegata gamma di designer, che comprende otto Brand brasiliani provenienti da diverse regioni del Paese focalizzati sulle pratiche di sostenibilità. I designer, le cui collezioni saranno esposte nello showroom nell’ambito della sfilata, presenteranno le loro collezioni al Fashion Runway Show organizzato in partnership con Fashion Vibes tra il  24 e 25 settembre 2021.

Fondato nel 2017, BEFW è diventato un evento di riferimento mondiale per la moda sostenibile e un’occasione per presentare una notevole diversità di materie prime ecologiche, processi di produzione sostenibili e marchi di moda socialmente responsabili. Tra le varie iniziative promosse da BEFW, come supporto finanziario e assistenza nella gestione degli eventi, Brasil Eco Fashion Week (BEFW) organizza annualmente sfilate, showroom, workshop e meeting aziendali in materia di ecosostenibilità.

Attraverso l’utilizzo di diversi format BEFW  vuole offrire visibilità ai designer e alla loro creatività, oltre a stimolare lo scambio di conoscenze in un dibattito chiaro e approfondito sull’urgenza di adottamento delle pratiche etiche e responsabili all’interno dell’industria tessile e dei mercati della moda.

Tra il 2017 e il 2020 BEFW ha svolto un ruolo rilevante organizzando circa 250 attività, tra talk, letture, pannel e workshop, che hanno visto coinvolgere relatori nazionali e internazionali, figure chiave del settore della moda, che prendono attivamente parte alla creazione, produzione ed innovazione tecnologica dell’industria del fashion.

Nelle quattro edizioni precedenti BEFW ha coordinato oltre 70 sfilate, integrate con l’allestimento degli showroom, punto d’incontro tra i designer e i professionisti del settore, luogo di networking e vendita al dettaglio e all’ingrosso, dove con il supporto di BEFW sono già stati presentati oltre 150 marchi di abbigliamento, calzature, accessori e prodotti di bellezza. Incoraggiando le collaborazioni, BEFW vuole creare nuove opportunità e offrire una visione della moda libera, aperta, inclusiva e sostenibile. Questo permette all’evento di superare il record di visitatori ogni anno.

A settembre 2021 BEFW ha apportato ulteriore innovazione nel suo format di presentazione, con lo scopo di creare opportunità di business per i marchi brasiliani all’estero, che non solo nelle loro collezioni, ma anche nei contenuti concettuali dei loro brand rappresentano davvero un valore aggiunto.

I Brand di BEFW presenti alla Settimana della moda a Milano

 La Collezione LITORÂNEA di CATARINA MINA
L’antica arte del merletto lavorato a tombolo è la caratteristica del Brand Catarina Mina, che vuole riproporre in un concetto moderno l’artigianato di Trairi, sulla costa occidentale del Ceará, per un progetto che nasce dalla collaborazione tra la società di energia eolica Qair Brasil e il marchio di moda.

L’ispirazione della collezione “LITORÂNEA” di Catarina Mina è data dalla spiaggia a  Traiari, che abbraccia le spiagge suggestive di Fleixeiras, Mundaú e Guajiru, la nostalgia del mare, il ritmo sottile e inesorabile delle onde,  la tradizione di un arte antica che guarda al futuro per creare una collezione dal concetto moderno, per tramandare un arte che sia di esempio ai giovani.

La collezione VERISSIMAS di DONA RUFINA
Ispirata allo scrittore Érico Veríssimo, che ha ritratto con grande abilità la nostra cultura e le donne del “Sul do Brasil”, mantiene saldo il concetto di  pluralità brasiliana e il suo ricco repertorio creativo. Antiche tecniche artigianali per promuovere la cultura locale con una visione globale, usando materiali  e adottando processi di produzione manuale, per un concetto di un universo  ecologicamente consapevole e socialmente impegnato, la valorizzazione  della cultura dei “gauchos delle pampas”, mandriani delle praterie del Sud, per creare una moda elegante e senza tempo di accessori, calzature e abbigliamento, capi realizzati uno per uno rispettando i tempi della natura.
Mescolando la sapienza  del passato con il design contemporaneo.

COLLEZIONE CYANOCORAX 2022 di Enéas Neto
Un interessante lavoro dello stilista Enéas Neto cha abbina   tecniche Sartoriali di Haute Couture e Moulage con l’artigianato, tecnologia, tecnica di modellazione Zero Waste che consente di azzerare lo spreco di materia prima e quindi non genera rifiuti all’interno del processo di produzione. tecnica di modellazione Zero Waste che consente di azzerare lo spreco di materia prima e quindi non genera rifiuti all’interno del processo di produzione.

La collezione prende il nome da una delle leggende del Corvo Azzurro, Cyanocorax caeruleus, uccello simbolo dello Stato di Paraná dov’è nato il marchio, insieme allo studio morfologico di alcuni uccelli, il marchio Eneas Neto trasmette nella collezione Cyanocorax 2022 l’agilità, la leggerezza e la potenza di questo uccello.

Paragonate alle piume che funzionano da protezione, facilitando il volo e aiutando a conservare il calore corporeo, ma anche costituendo un elemento fondamentale nella comunicazione tra uccelli della stessa specie, si è voluto trasmettere l’idea che in questo contesto gli abiti svolgessero funzioni simili.

COLLEZIONE HELENA PONTES
Il profondo significato degli abiti della collezione di  Helena Pontes, abiti che trasmettono l’autenticità delle radici brasiliane, prendendo ispirazione in particolare dal profondo significato degli antenati femminili della cultura autoctona.

Una filiera totalmente sostenibile dai fornitori alle materie prime, ai  tessuti prodotti sul territorio come lino, cotone, lyocel e acetato. L’unica fibra sintetica è la poliammide biodegradabile del marchio Amni Soul Eco, prodotta nella regione della Rhodia,  tessuto che  assorbe il sudore e favorisce l’equilibrio termico.

Le stampe dei tessuti del brand avviene in collaborazione con artisti e designer brasiliani attraverso le tecniche di stampaggio digitale, con vernici a base d’acqua, biodegradabili e certificate Oeko-Tex.

La collezione “BRILHANTISMO NA SALA DE ESTAR” di Kel Ferey

I ragazzi di colore che ispirano cambiamento e  trasformazione.
Sinfonia di colori per un sogno, quello di Kel Ferey e Woolmay Mayden, celebre modello haitiano, si sono uniti per sviluppare una collezione unica, leggera, senza tempo e a scopo di beneficenza. Un concetto nei 15 look unici, outfit ricchi di stampe che rimandano allo streetwear urbano, il filo conduttore rappresentato dallo sguardo umano universale degli stilisti. Creare la collezione “Brilhantismo na Sala de Estar” è stato un processo intenso e di grande scoperta. Ogni pezzo realizzato dai designer incarna un pezzo della storia di Haiti, ricollegandosi ai nomi di personalità come Toussaint, Catherine Flon ed altri. I ricavi ottenuti dalla vendita dei pezzi della collezione, realizzata da Kel Ferey in collaborazione con Woolmay Mayden e presentata al Fashion Runway Show, saranno destinati alle iniziative di solidarietà rivolte al sostegno di persone in situazioni di disagio.

COLLEZIONE “O Café e Suas Flores” di  LIBERTEES ®
Libertees, marchio registrato socialmente responsabile crea opportunità per dare un nuovo significato alla vita delle donne in carcere attraverso la moda, presenta la sua nuova collezione “O Café e Suas Flores”, disegnata dalla stilista Ana Paula Sudano e da Juliano Sá presso l’Orto Botanico di Brera, 15 modelle sfileranno in passerella presentando una collezione di circa 30 capi che, in seguito all’evento, verrà esposta nello showroom dell’Orto.

La stilista ed educatrice Ana Paula Sudano spiega che la collezione “O Café e Suas Flores” si ispira al fiore del caffè, che, con la sua delicatezza e forza, irrompe nei campi di lavoro, evocando la gentilezza della figura femminile, ma anche la resilienza della vita e, soprattutto, la liberazione e il riscatto attraverso il lavoro. Colori forti, linee senza compromessi e ricche di storie attribuiscono autenticità alle stampe uniche, un marchio su cui si mixano storie dell’estrazione del caffè abbinate a un forte carattere identitario che costituiscono il filo conduttore della collezione.

NATURAL COTTON COLOR MFW 2022
Per Logo l’albero simbolo del Brasile che evoca il Brand Natural Cotton Color al suo debutto in Italia, con la  collezione “Ipês do Brasil, dal Cerrado al Sertão”. Il marchio opera  da 15 anni nel segmento della moda sostenibile, sviluppando filati, tessuti e vestiti in cotone colorato 100% organico di Paraíba. Il cotone viene prodotto già colorato, tra le tonalità del beige, del marrone e del verde, e quindi non ha bisogno  di additivi o coloranti. Natural Cotton Color è conosciuto per promuovere una catena di produzione che spazia dalla coltivazione del cotone all’agricoltura familiare, attraverso l’innovazione nel settore tessile fino alla creazione dei capi d’abbigliamento slow fashion. L’identità del marchio si riconosce per l’intreccio del lavoro artigianale con innovazione e design. I pezzi e i prodotti sono caratterizzati dal alto valore aggiunto e si distinguono nel mercato del lusso per la loro  esclusività.

RICO BRACCO MFW 2021/22
Il marchio eco sostenibile Rico Bracco è stato fondato nel 2015 dal designer Fabrício Bracco. Per le sue creazioni, il designer prende ispirazione dal ricordo delle emozioni vissute durante la sua infanzia, ideando dei look bucolici, semplici e funzionali, realizzati in lino. La Linea Ovest Blessmann sembra proporre una narrazione romantica della vita quotidiana durante il periodo della colonizzazione. Si può indubbiamente affermare che Fabrício Bracco possiede un inesauribile spirito creativo: è appassionato di movimenti filosofici progressisti, contemplatore dell’arte nelle sue varie sfaccettature, ammiratore di processi gastronomici organici che supportano la sostenibilità dell’ambiente e favoriscono l’economia circolare. La  realizzazione dei  capi acquisiscono profondità dall’idealizzazione alla creazione, proprio per l’attenzione prestata ai dettagli. Alla modellazione si aggiungono tecniche di moulage, unite all’estrema precisione nella pulizia dei dettagli in fase di cucitura, sia quella eseguita industrialmente sia quella manuale.

Le cuciture alla francese o all’inglese, realizzate sulle tele di lino non solo rispettano il corpo, permettendo una respirazione cellulare, ma sono anche impeccabili tecnicamente.

Brasil Eco Fashion Week – Edizione alla Settimana della Moda a Milano 2021

  • 24 e 25 settembre 2021 all’Orto Botanico di Brera, Milano, Italia

Contatti per  info:

  • Rafael Morais – Direttore Esecutivo BEFW – Imprensa@befw.com.br – whatsapp +55 11 97257-0619
  • Press, Pr, Organization: press.fashionvibes@gmail.com – Fashion Vibes Milano

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending