Connect with us

Lifestyle

Pandemic fatigue: come vivere meglio nonostante la pandemia

Published

on

I dati delle ultime ricerche mostrano che larga parte della popolazione sta in qualche misura soffrendo della pandemia, anche chi non ha avuto il Covid-19: la maggioranza delle persone presenta sintomi da stress che, nella comunità scientifica, sono chiamati “pandemic fatigue”, logoramento psichico da pandemia.

“Se è vero che prima o poi usciremo da questa situazione, è altrettanto vero che è necessario prevenire il rischio di uscirne troppo logorati” commenta la psicologa e psicoterapeuta Maria Beatrice Toro.

“Specialmente con la seconda ondata abbiamo capito che le limitazioni al nostro modo di vivere e le conseguenze economiche della pandemia sono una realtà destinata ad andare avanti a lungo e si è innescato un forte affaticamento psicologico e scoraggiamento. Non cantiamo più sui balconi, non disegniamo arcobaleni, ma siamo ansiosi e irritabili. La violenza verbale e fisica è aumentata, per la strada, in ufficio, in famiglia”.

Secondo i dati diffusi in ottobre dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 60% della popolazione europea presenta segni della pandemic fatigue, la sindrome da stress da pandemia, con un sentimento di sfinimento e una visione negativa del futuro.

Oltre all’effettivo pericolo per la salute, con le relative paure di contagio per sé e i propri cari, la realtà pandemica comporta infatti altri importanti stress dovuti ai cambiamenti nel proprio stile di vita. Questi cambiamenti coinvolgono quattro livelli: personale, lavorativo ed economico, familiare, relazionale.

“Con la seconda ondata, sono aumentate demotivazione, apatia, paura, reazioni irrazionali, manifestazioni negazioniste, comportamenti aggressivi, ritiro relazionale e trascuratezze che rivelano che stiamo perdendo energie come persone e come collettività” osserva la dott.ssa Toro. “Il problema è che l’emergenza sta durando da tanto tempo e il sovraccarico emotivo pesa ogni giorno di più. Da qui il logoramento da pandemia”.

La pandemic fatigue è una forma di disturbo da stress prolungato della famiglia delle “fatigue”, ovvero le sindromi di logoramento e affaticamento dovute a situazioni che comportano un eccessivo carico emotivo per lungo tempo, come malattie croniche, problemi familiari, relazionali, sociali, economici costanti e persistenti. I sintomi più comuni rilevati da studi effettuati a livello internazionale sono riconducibili all’eccesso di stress, ma anche ansia, ritiro sociale, impulsività e difficoltà nel gestire la rabbia.

Praticamente tutte le ricerche hanno evidenziato che lo stress e l’ansia dovuti a una situazione che viene percepita come qualcosa di fuori controllo alimentano insonnia e incapacità di rilassarsi, creando un circolo vizioso in cui più ci si preoccupa, meno si dorme, peggiore diventa la salute mentale.

“Senza dubbio le persone anziane corrono, a livello fisico, maggiori rischi per la salute, ma sembra che siano le persone più giovani a risentire di più dal punto di vista emotivo. Secondo studi in Spagna, Cina e Slovenia, sono proprio i giovani che tendono ad essere più depressi, ansiosi, stressati e traumatizzati. Lo stesso vale per le donne, che, oltre a tutto ciò, si sentono mediamente più sole” commenta la dott.ssa Toro.

Un vademecum per vivere meglio

Una delle chiavi vincenti per affrontare la situazione è usare la razionalità, ovvero, anzitutto, acquisire delle competenze reali da fonti affidabili su cosa sta succedendo. Il secondo pilastro della resilienza è l’acquisizione di validi strumenti di autoregolazione emotiva, dalle tecniche di respiro lento al recupero di un senso di padronanza di se stessi. E poi ci sono la creatività, la capacità di perdonare, l’abilità di costruire nuove relazioni con le persone che ci sono vicine, a partire da chi ci abita accanto. Uscire a piedi consente di riappropriarsi del luogo in cui viviamo e di restare connessi con gli altri.

Al di fuori delle situazioni più gravi, per le quali è consigliabile l’intervento di un medico specialista o psicologo, sono diversi gli strumenti di self help basati sulla psicologia positiva che possono venire in aiuto. Si tratta di un approccio basato sulla fiducia nella fondamentale capacità di evolvere di ogni essere umano: questa visione della psiche ha mostrato che spesso sono proprio le situazioni di crisi che inducono a far emergere risorse interne che non si sapeva di possedere, o a sviluppare meglio i propri punti di forza.

Ecco allora una sintesi di alcuni accorgimenti alla portata di tutti, estratti dal libro Oltre la Pandemia – Superare (bene) ansia, stress e rabbia, di Maria Beatrice Toro, per vivere meglio in questo periodo pandemico e ridurre l’effetto di logoramento:

  1. Ristabilire una routine: mantenere i ritmi biologici durante la pandemia protegge da alterazioni dell’umore e stati di ansia. Dunque svegliarsi a orari fissi, mangiare regolarmente, fare esercizio, vestirsi e mantenere la cura del proprio aspetto quando si resta a casa.
  2. Accogliere il proprio disagio, accettare le proprie emozioni difficili e adottare un dialogo interno positivo: “Altre volte ho pensato di non riuscire e invece ce l’ho fatta”, “Non sono il solo ad avere problemi”, “Sono più forte di quello che penso”
  3. Usare la musica: offre uno stimolo distraente e distoglie dai pensieri negativi.
  4. Dialogare con chi la pensa diversamente da noi o si comporta in modi che non condividiamo: dobbiamo riscoprire il valore del perdono. Attenzione specialmente a bambini e adolescenti, che sono stati duramente colpiti e manifestano tante regressioni. Non è il momento di essere punitivi.
  5. Confidarsi con gli altri. Parlare con qualcuno di cui ci si fida, che riesce a mantenere un atteggiamento positivo e confidati senza vergogna, pensando che non giudicherà, ma, piuttosto, che può davvero aiutare e probabilmente desidera farlo.
  6. Coltivare i propri interessi. Che si tratti di lettura, cucina, lavoro a maglia o attività sportiva è importante che non abbandonare i momenti di ricarica personale. Per chi ha un animale domestico, poi, è importante non smettere di prendersene cura e passare del tempo di qualità con lui.
  7. Imparare le tecniche per l’autoregolazione: uno dei più validi strumenti per sostenere l’autoregolazione emotiva è la mindfulness, una pratica di meditazione laica con dimostrata efficacia sperimentale per una vasta serie di problematiche da stress. Non è una tecnica di rilassamento, ma un modo per recuperare presenza a noi stessi.

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + otto =

Lifestyle

MISSONI Tableware. L’Arte della Tavola

Published

on

Missoni arricchisce il proprio ventaglio di proposte con il lancio ufficiale della nuova linea Missoni Tableware nella settimana del Design a Milano.

La Collezione Missoni Tableware, in base all’accordo di licenza recentemente stipulato, viene prodotta e distribuita dalla manifattura Arnolfo di Cambio – Compagnia Italiana del Cristallo S.r.l., storica azienda Italiana che realizza collezioni per la tavola dal 1963 e sarà visibile presso lo stand Arnolfo di Cambio al Salone del Mobile (Rho Fiera  – Hall 2/B25).

LA COLLEZIONE NEI DETTAGLI
Elaborata in materiali di alto pregio come Fine Bone China, Vetro Soffiato e Acciaio Inossidabile Argentato, questa nuova linea offre un variegato assortimento di prodotti che interpretano l’arte della tavola e l’arte del colore tipici dello stile Missoni, dando grande risalto agli inconfondibili pattern iconici della Maison.

Realizzati in Fine Bone China, i molteplici  servizi  di Tazze da tè, da caffè e Mug, i bei Vasi decorativi e gli immancabili Svuotatasche sono connotati da righe preziose e vivaci o da iconici raffinati e brillanti zigzag (STRIPES JENKINS,  ZIG ZAG JARRIS, ZIG ZAG GOLD).

Tutti in Fine Bone China anche i sofisticati Servizi da Tavola (completi di Sottopiatto, Piattino frutta e Piatto pane). Dal total white impreziosito da zigzag, ai set nei fantastici toni di azzurro e blu cobalto o negli energici vibranti arancio, viola e fucsia. Un insieme di proposte di grande appeal che con i loro contrasti di bianco assoluto e spirito multicolour invitano a comporre, scomporre e intercalare (ZIG ZAG WHITE e ZIG ZAG JARRIS).

I raffinati Bicchieri in artistico vetro soffiato a bocca portano in rilievo il segno distintivo dello zigzag. Realizzati in Italia da abili maestri vetrai, sono disponibili in 3 versioni dai toni Trasparente, Ambra e Antracite Degradé (BICCHIERI ZIG ZAG).

In acciaio inossidabile argentato l’essenziale servizio di Posate design, impreziosito da un iconico zigzag inciso sul manico che dà risalto all’argentatura opaca. Prodotte in Italia e a mano da abili forgiatori (POSATE ZIG ZAG).

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

DSQUARED2 per LONDONART

Published

on

La collezione di wallpaper per LONDONART integra ed amplia il nostro progetto di lifestyle. DSQUARED2 non è solo moda ma anche un’esperienza ed in questo caso abbiamo avvicinato il nostro mondo a quello degli interni con alcune stampe rappresentative per noi e per il nostro brand.”
Dean & Dan Caten

DSQUARED2 per LONDONART è un progetto di co-design che ha coinvolto due realtà leader del loro settore in un’unione armonica. Il punto di partenza è un dialogo libero tra moda e design, con grande attenzione al DNA del brand. Un viaggio attraverso motivi iconici e best-seller selezionati tra i più significativi nella storia DSQUARED2 con un approccio all’home decor che privilegia un classicismo senza tempo costruito su concetti come la simmetria e la pulizia delle forme. Da questa visione nasce una collezione in cui ogni pattern è pensato come identificativo di un aspetto caratterizzante del brand: dalla suggestiva foresta canadese, che insieme al legno e alle illustrazioni caratterizza DSQUARED2, così come l’iconico D2 Jack (ovvero il motivo a quadri check rosso e nero) fino al denim camouflage, altro trademark dei gemelli. Dalla moda al design gli elementi grafici e pop tornano protagonisti nella stampa Vandalized Granny’s Flowers, dove la base fiori è sporcata da scritte e messaggi, mentre Ceresio 7 ci riporta agli ambienti di Milano e Mykonos. Un caleidoscopio di decori, motivi, intrecci, sensazioni e visioni, che incontrano stili, gusti ed esigenze diverse, al punto che ogni pattern si rende riconoscibile per convivere bene con gli altri. Il risultato comprende rivestimenti che sanno essere casual ma anche eleganti, con il loro mix & match di decori tra il check, il monogram, l’animalier, i graffiti e riferimenti al Canada e a Ceresio 7 in una fusione di passato e presente.

Concludono Dean e Dan Caten:
Oggi più che mai abbiamo capito l’importanza della casa e il desiderio di costruirla in modo originale e accogliente aprendola a nuove scenografie e orizzonti. La prima collezione di wallpaper racconta il nostro mondo e le nostre passioni, sviluppando ulteriormente la nostra visione lifestyle iniziata con il progetto Ceresio 7.”

La collezione verrà presentata a Giugno 2022

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

Maisons du Monde lancia la sua prima capsule collection: super colorata, creativa e all’insegna dell’ottimismo.

Published

on

Osare con il colore, tutto è concesso!
Appassionati d’arredo e di moda sempre alla ricerca di nuove ispirazioni, amanti del colore, dei pattern e delle curve morbide, preparatevi: Maisons du Monde ha dato carta bianca alla designer francese Lisa Gachet per la sua prima collezione in edizione limitata, un autentico concentrato di pura allegria! Questa capsule collection all’insegna dell’ottimismo è un’esplosione di colori frizzanti che riempiono la casa di buon umore.

Fantasia, colore e libertà
Un bollitore a fischio, una lampada ricca di dettagli fantasia, una saliera dallo stile grafico… Questi oggetti estrosi trasformano la casa in un mondo fantastico oltre ogni immaginazione, dove trovano ampio spazio tessili e accessori tavola caratterizzati da tonalità frizzanti e accese, curve arrotondate e stampe con righe grafiche. Richiamando lo stile Memphis, che ha fatto del design e della libertà creativa la propria bandiera, questa capsule collection ci trasporta in un universo ricco di colore e positività: niente di meglio per arredare e vivacizzare i nostri interni!

Una capsule collection desiderabile e sostenibile allo stesso tempo
Attraverso la collaborazione con Lisa Gachet, Maisons du Monde ribadisce il proprio impegno a favore di un nuovo modello di consumo più responsabile, equo e rispettoso delle persone. Questa capsule collection, tanto desiderabile quanto sostenibile, include pezzi da collezione unici, sostenibili e venduti a un prezzo equo; su espressa volontà di Lisa Gachet, gli utili derivanti dalla vendita di questi articoli saranno interamente devoluti all’associazione francese “En avant toute(s)”*.
*L’associazione “En avant toute(s)” promuove la parità di genere e sostiene la lotta contro la violenza sulle donne e sulle persone LGBTQI+. Impegnata principalmente a sensibilizzare i giovani su queste tematiche e a combattere i comportamenti sessisti, l’associazione offre sostegno alle donne e alle persone LGBTQI+ vittime di violenza all’interno della coppia o del nucleo familiare grazie a una chat dedicata, la prima di questo genere.

Capsule collection Lisa Gachet x Maisons du Monde
In edizione limitata per 4 settimane in alcuni negozi selezionati e sul  sito

Disponibile dal 16 maggio 2022

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending