Connect with us

Food Mood

Quali sono i dolci di Natale italiani più popolari?

Published

on

Ecco la lista dei dolci di Natale più ricercati sui motori di ricerca e più menzionati su Instagram quest’anno

Come diceva Oscar Wilde “A tavola perdonerei chiunque. Anche i miei parenti” : niente di più vero per questo Natale, che chiamerà a raccolta le famiglie italiane per l’immancabile scorpacciata di leccornie natalizie – che mette sempre tutti d’accordo, almeno una volta all’anno!

Del rinomato cenone, il dolce è sicuramente il momento più atteso di tutti, con tutte le gustose prelibatezze di ogni origine e genere, che appaiono sulle nostre tavole, grazie al prezioso impegno di coloro che hanno saputo preservare fino ad oggi anche le più antiche ricette .
È proprio in occasione del Natale che ogni regione offre il meglio di sé, con dolci tipici regionali
che ci fanno già venire l’acquolina in bocca e per i quali la cucina italiana si distingue senza pari
nel panorama internazionale.

Ma quali sono i dolci di Natale regionali più amati di tutti?

A trovare la risposta ci ha pensato Holidu, il motore di ricerca per case vacanza .
Dai dati online elaborati prendendo in esame il numero di ricerche medie mensili sui motori di ricerca e i post taggati con i relativi hashtag su Instagram è risultato non solo che l’eterna lotta tra Panettone e Pandoro propende decisamente per la vittoria del Panettone, ma anche che la top 10 è fortemente contesa da dolci prelibatezze natalizie provenienti da ogni regione d’Italia, dai Mustacciuoli campani al Panpepato umbro.
Quali sono i dolci di Natale più popolari quest’anno? Ecco la classifica completa!

1. Panettone – Lombardia

Con oltre 70000 menzioni su Instagram e 33000 ricerche medie mensili, il Panettone si conferma il dolce natalizio per eccellenza, battendo ancora una volta il suo storico concorrente, il Pandoro, che quest’anno conquista la seconda posizione.
Questo dolce di Natale ormai diffuso ben oltre i confini italiani, è originario di Milano, in cui lo avrete sentito chiamare anche panetùn o panetòn. Con la sua base cilindrica e la tipica punta a cupola, il Panettone ha conquistato i palati di grandi e piccini, che lo amano per il suo soffice impasto, impreziosito dagli immancabili canditi, scorzette d’arancia e uvetta.

2. Pandoro – Veneto
Servito in origine presso le tavole dei ricchi veneziani, il Pandoro è uno dei dolci natalizi più caratteristici in Italia. Il suo tipico colore dorato e la complessa tecnica di lavorazione gli hanno donato il nome di “pan de oro”. Questo dolce natalizio adorna la tavola degli italiani con la sua forma a stella, ed è particolarmente amato dai bambini per la generosa quantità di zucchero a velo che lo fa risplendere come se fosse innevato. Conquista la seconda posizione in classifica con oltre 16800 menzioni su Instagram e ben oltre 22000 ricerche medie mensili sui motori di ricerca.

3. Mustacciuoli – Campania
Questi golosi dolci campani si sono aggiudicati il terzo posto in classifica ma il primo per le regioni del Sud Italia con 15000 menzioni su Instagram e oltre 22900 ricerche medie mensili; devono il loro curioso nome al mosto che veniva utilizzato anticamente come ingrediente chiave per addolcire l’impasto. Ricoperti di una gustosa glassa di cioccolato, potrai riconoscere i mustacciuoli per la loro inconfondibile forma a rombo e il ripieno di noci, mandorle, uva passa, miele e fichi secchi.

4. Torrone – Campania
Chi avrebbe mai pensato che l’unione di albume d’uovo, miele, mandorle e nocciole avrebbe dato vita ad un dolce di Natale tanto importante per la tradizione culinaria italiana? Che lo troviate nella variante al pistacchio, ricoperto di cioccolato o ripieno al caffé, il Torrone è un dolce in grado di soddisfare ogni palato, tanto da essere arrivato a diventare il dolce tipico di Natale di alcune regioni della Spagna, dove prende il nome di turrón.

5. Cartellate – Puglia
È semplicemente impossibile avere amicizie in Puglia e non aver ancora sentito parlare delle Cartellate. Questo dolce natalizio ben noto sia nelle zone di Bari che in alcune aree della Basilicata, deve il suo nome al suo aspetto “incartocciato”: le fasce di pasta che rappresentano le fasce del Bambino Gesù in culla, vengono avvolte per formare una specie di goloso fiore da friggere e gustare in compagnia.

6. Buccellato – Sicilia
All’isola trinacria dobbiamo un gran numero di incredibili prelibatezze e il Buccellato non è da meno: questo dolce dalla tipica forma di ciambella è realizzato con una sfoglia di pasta frolla che avvolge teneramente un goloso ripieno composto da fichi secchi, mandorle, uva passa, scorze d’arancia. Tipico della zona di Palermo, non ci sorprende che abbia scalato la vetta della classifica arrivando al 6* posto.

7. Panpepato – Umbria
Nocciole, mandorle, pinoli, cioccolato, caffé , cannella, agrumi, mosto cotto…e chi più ne ha più ne metta! Il Panpepato (anche detto Pampepato) è un gustoso dolce tipico delle zone di Terni oggi noto non solo nella gastronomia umbra ma anche in Toscana e Emilia Romagna. Lo troviamo nella nostra Top 10 in settima posizione ma è il primo dolce natalizio in classifica per il centro Italia con oltre 6900 menzioni su Instagram e 8100 ricerche medie mensili sui motori di ricerca.

8. Bocconotti – Abruzzo
Si mangiano in un sol “boccone” ed è proprio per la loro piccola dimensione che i Bocconotti non ci bastano mai. Questi dolcetti di pasta frolla si presentano con il tradizionale ripieno di mandorlee cioccolato nella tipica forma a cestino coperto (o di tazzina da caffé, come vuole la leggenda) e anche se di origine Abruzzese, se ne possono trovare di diverse varianti anche in Calabria e Puglia.

9. Panforte – Toscana
È alla zona di Siena che dobbiamo un dolce tanto semplice quanto imperdibile ad ogni Natale:
stiamo parlando del Panforte, dolce composto da miele, frutta candita, zucchero e spezie.
Proprio per la presenza di quest’ultime, il Panforte era anticamente riservato ai nobili; oggi lo possiamo gustare in tutta Italia ricoperto di uno scintillante strato di zucchero a velo. Si aggiudica la nona posizione in classifica con oltre 15000 menzioni su Instagram e oltre 6500 ricerche medie mensili sui motori di ricerca.

10. Ricciarelli – Toscana

Mandorle, zucchero e albume d’uovo compongono l’impasto grossolano dei Ricciarelli, dolcetti ricoperti di zucchero a velo e dalla tipica forma di chicco di riso arricciato alle estremità. Insieme al Panforte, è il secondo dolce di Siena a scalare la classifica e rientrare nella top 10 dei dolci italiani di Natale più popolari.

Metodologia
La classifica è stata elaborata dal team di esperti di Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, a partire da una lista di oltre 30 dolci tipici natalizi selezionati in ogni regione. Il punteggio è stato calcolato utilizzando indicatori numerici di popolarità dei dolci natalizi, quali il numero di post totali pubblicati su Instagram contenente il relativo hashtag e sue variazioni, e le ricerche medie mensili per lo stesso termine nei motori di ricerca nei 12 mesi precedenti alla ricerca. I dati sono stati raccolti in data 9 Dicembre 2020.
Per maggiori informazioni su Holidu, consulta il nostro sito: www.holidu.it

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 16 =

Food Mood

Design week, occasione per un itinerario di gusto: ristoranti di design e locali con dehors all’aperto

Published

on

Dal 6 al 12 giugno torna il consueto appuntamento internazionale con il design, un momento fondamentale per l’intera design industry che si celebra ogni anno nel capoluogo lombardo.

Tantissimi gli eventi che avranno luogo durante la seconda settimana di giugno che sarà anche l’occasione per scoprire e riscoprire la città di Milano anche attraverso i suoi ristoranti caratteristici.

Qui di seguito una selezione di indirizzi contemporanei in cui fare una sosta all’insegna del gusto e del design.

RISTORANTI DI DESIGN
Dry Aged
Non solo Food ma anche Arte e design, due componenti fondamentali che caratterizzano il dna del Dry Aged, ristorante situato in via Cesare da Sesto al civico 1 a Milano. La scultura lampadario dal design futuristico che con i suoi giochi di luce illumina il pavimento originale anni Venti nelle sale principali e i neon rosso fuoco che inondano le pareti color azzurro petrolio in un graffiante contrasto, accompagnano l’ospite in una sorta di viaggio punk rock tra opere d’arte contemporanea, fotografia e street art. Una selezione di opere unica in cui troviamo un “Joker” originale di No Curves, lo pseudonimo dietro il quale si nasconde uno dei più famosi artisti della tapeart di tutto il mondo, che sorprende per il suo stile unico e geometrico, caratterizzato dalla totale assenza di curve rotondità; alle visioni veneziane di OBEY, tra i maggiori street artist contemporanei; sino alla città di Milano, interpretata dal calligrafo Giuseppe Caserta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nhero Milano
Tra la futuristica Gae Aulenti e Porta Venezia, a due passi dalla Stazione Centrale, Nhero è un locale di tendenza che vive tutti i momenti della giornata con ricercata qualità delle proposte gastronomiche.

Il design del locale è stato concepito dall’architetto Giuseppe Falvo che ha studiato per Nhero un progetto all’avanguardia caratterizzata da cucina a vista, arredi moderni e una suggestivo bosco verticale che domina su una delle pareti, rendendo l’atmosfera accattivante e floreale. Le grandi vetrate diffondono una piacevole luminosità durante il giorno e un’atmosfera che a sera si fa romantica e soffusa.

Classico trattoria & cocktail
Classico trattoria & cocktail è il nuovo progetto imprenditoriale della famiglia Murray, con un ampio giardino interno in pieno stile liberty, tra tavoli e sedie d’epoca che coniugano dettagli decò a tessuti di tendenza come il velluto, che raccontano di un elegante salotto in un contesto di Vecchia Milano. La sinergia tra cucina e cocktail bar, le due anime di Classico, è il tratto distintivo del ristorante, da gustare al civico 6 di via Marcona.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Particolare
Situato in Via Gerolamo Tiraboschi al numero 5, Particolare Milano è a tutti gli effetti un ristorante pensato per la città meneghina. La fonte d’ispirazione degli architetti è stata l’eleganza degli anni Cinquanta e Sessanta. Ogni dettaglio è stato studiato in ogni minimo particolare: gli accostamenti, la texture, le prospettive, un mix di design accogliente pensato su misura per il cliente. Un locale all’avanguardia con toni classici, ma che si sposa bene con la tradizione e il design milanese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Acqua Restaurant, Olgiate Olona
Acqua Restaurant è un viaggio nel gusto, un’esperienza che richiama il mondo del mare a partire dalla concezione dello spazio. Il ristorante ha una struttura che si ispira al profilo di una nave e lo scenario marino si ritrova anche negli arredi.

Il progetto architettonico è curato da Riccardo Macchi e Nicola Ghirlandi che creano un percorso sensoriale avvolgente che fonde luce ed elementi naturali e trasmettono la sensazione di immergersi nell’acqua.

L’atmosfera raffinata e ricercata è restituita grazie all’impiego di materiali naturali, quali legno, pietra e acciaio. Lo spazio dove sono accolti gli ospiti è caratterizzato da una teca bioclimatica, visibile da molteplici ambienti grazie alle pareti di vetro dove vive un vero e proprio pezzo di giungla.

Il Moro di Monza
Un’atmosfera elegante e contemporanea e un savoir faire da Grandes Tables quello del Moro, in cui interni si arricchiscono della presenza di arti figurative contemporanee e di elementi dell’artigianalità ceramista siciliana. Le poltrone, di design contemporaneo, completano la tavola in radica di noce nazionale in modo da rendere l’esperienza unica, comoda ed avvolgente. In carta una commistione tra la terra d’origine e il territorio che li ha accolti: tra Sicilia e Lombardia. Le opere esposte a Il Moro, realizzate dall’artista milanese Debora Fella, rappresentata a Monza da LeoGalleries, introducono in un’atmosfera sognante e delicata che ci riporta alla “memoria”, ad un’intima visione del trascorrere del tempo che sfuma e confonde, ad un “presente” sospeso tra ciò che è passato e ciò che è ancora in divenire e si coniugano perfettamente con lo stile innovativo e il design contemporaneo del ristorante.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mamba
Stile e gusto si fondono in questo locale di nuovissima apertura nei pressi delle Colonne di San Lorenzo. Progettato come luogo per il divertimento e lo svago, Mamba è un cocktail bar dallo stile e dal design vibrante e colorato. Gli interni sono caratterizzati da uno stile minimalista vivace, con evidenti richiami alla vegetazione della foresta amazzonica. I toni del verde si esprimono con la presenza di palme, cactus e pattern floreali che contribuiscono a generare un’atmosfera vivace e ispirata alla natura, movimentata dal contrasto con la scritta rossa luminosa al neon che sovrasta la bottigliera.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Food Mood

La festa della mamma con la dolcezza della Pasticceria Gattullo

Published

on

Domenica 8 maggio la Pasticceria Gattullo festeggia le mamme dalla colazione alla merenda coccolandole come meglio sa fare: prendendole dolcemente per la gola, all’insegna del romanticismo.
Per il classico pranzo della domenica all’italiana, la Pasticceria Gattullo realizza una torta in esclusiva per la festa della mamma: morbido Pan di Spagna con crema chantilly e fragoline, ricoperto da meringhe e sul top un bouquet di fiori che può essere usato come centrotavola; la torta è realizzata solo su prenotazione.

Altre proposte a tema: una colazione a letto con i muffin al cioccolato decorati dall’elegante glassa rosa che ricorda gli amati fiori e i cuoricini di zucchero, un classico intramontabile che richiama anche la merenda con i donuts ricoperti di glassa.

Le torte sono i fiori all’occhiello della pasticceria storica milanese, che sforna “gioie del palato” instancabilmente e con tanta esperienza dal 1961. Tutte le specialità della Pasticceria Gattullo si possono trovare presso l’intramontabile sede di Piazzale di Porta Lodovica a Milano o sullo shop online.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Food Mood

Ristorante La Palette – Capri

Published

on

Lo storico ristorante La Palette trova originariamente la luce a Capri durante gli anni cinquanta e deve il proprio nome ai numerosi e celebri artisti che erano soliti frequentarlo, tra i quali figurano anche il noto pittore austriaco Hans Paule e il pittore tedesco Walter Depas.
Dopo una prolungata chiusura, la struttura viene rilevata nel 2015 da Alfredo Celio e completamente ristrutturata nel 2021. Dell’impianto originale sopravvivono il nome e lo stile distintamente caprese degli interni che caratterizza il tono e i dettagli della struttura, situata in una fortunata posizione a ridosso del mare.
La terrazza panoramica a disposizione del locale si staglia infatti su uno dei belvederi più suggestivi dell’isola ed accomoda fino a quarantacinque coperti, immersi in un ambiente romantico ed esclusivo. Durante la stagione invernale la zona all’aperto viene rivestita per garantire un servizio di ristorazione annuale.
I bellissimi paesaggi e la cucina, sofisticata e contemporanea, rendono il ristorante la location ideale per festeggiare avvenimenti speciali, feste e matrimoni all’insegna di eleganza e accoglienza. L’estesa esperienza di Alfredo Celio nel settore alberghiero permette al locale di evolversi costantemente in un processo di crescita consolidato e studiato nei minimi dettagli.

La cucina

Questo slideshow richiede JavaScript.


La filosofia del ristorante La Palette si esprime in una proposta culinaria orientata sulle tradizioni mediterranee ed in particolare capresi, rivisitate e innovate a livello tecnico ed estetico dalla sapiente mano dello chef Giacomo Olivieri, forte dell’esperienza nelle cucine di diversi hotel prestigiosi della Campania.
Le materie prime sono sempre di altissima qualità e il pescato fresco si modula sull’offerta locale, la quale dipende dalla disponibilità del mare e dalla stagione di pesca.
Tra le specialità offerte dal ristorante, gli imperdibili ravioli Capresi fatti in casa con caciotta, maggiorana e salsa al pomodoro, una selezione di crudi di mare, il classico spaghetto alle vongole e una saporita zuppa di pesce. Anche la selezione di carne è notevole, comprende infatti tagli pregiati come il filetto e l’entrecote, scelti esclusivamente tra le migliori razze italiane ed internazionali.
I dolci sono fatti in casa e riprendono direttamente i sapori distintivi dell’offerta territoriale. Delicatezze come la delizia al limone di Capri, la torta Caprese cioccolato e mandorle servita con gelato e il babà al rum sono omaggi alla tradizione partenopea che garantiscono un’adeguata conclusione ad una cena innovativa ma dai sentori tipici.
La proposta gastronomica è completata da una vasta cantina di oltre quattrocento etichette, gestita dal direttore di sala e sommelier Federico Lapi. La selezione vanta eccellenze locali e regionali italiane, insieme a degli ottimi champagne francesi.
Ad affiancare lo chef Giacomo Olivieri una brigata di cucina molto coesa ed entusiasta, composta da ragazzi giovani e creativi.

Ristorante La Palette
Via Matermania 36, 80073, Capri (NA)
+39 081 837 9235
www.lapalettecapri.it/

Canali social:
Instagram
Facebook
Linkedin

Orari del Ristorante:
Lunedì- Domenica
12-15 | 19-24

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending