Connect with us

Mood Town

Ecco la Top 10 delle città più famose nei libri secondo Google

Published

on

“Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni”, così pensava lo scrittore e filosofo Umberto Eco spiegando che la lettura è una sorta di immortalità all’indietro. E come dargli torto? Per molti, infatti, leggere un libro significa viaggiare con la mente ed esplorare epoche e luoghi sconosciuti. Così la vede anche Holidu, il motore di ricerca per case vacanza, che ha deciso di stilare una classifica delle città più popolari nei libri, per viaggiare anche dal divano di casa! La classifica è stata stilata utilizzando le risorse di Google Books, che da più di 15 anni ha iniziato l’ambizioso progetto di “digitalizzazione della conoscenza umana”, presentato per la prima volta alla fiera del libro di Francoforte nel 2004. Dai dati presenti su Google, emerge che nel corpus di testi in lingua italiana, più di 19mila testi sono stati pubblicati, scannerizzati e catalogati nello scorso anno! In questo fiume di parole, anche le nostre amate città italiane sono presenti, tra vicoli, quartieri e particolarità, che appartengono solo a certi luoghi. Ma quali sono le più popolari nei libri? Ecco la classifica!

La Top 10 delle città più famose nei libri

  1. Roma – 270.209 citazioni

“Il quartiere Trieste di Roma è, si può ben dire, un centro di questa storia dai molti altri centri. […] Del resto, la migliore descrizione che si può dare di qualunque posto è raccontare cosa vi succede, e qui sta per succedere qualcosa di importante.” – S. Veronesi, Il Colibrì

Il primo posto se lo aggiudica la capitale e non poteva essere altrimenti, Google stima infatti che proprio la città eterna sia la più citata tra le italiane in classifica, ben 270.209 volte! Qui diversi autori hanno ambientato il proprio romanzo, dai più classici, come Il Piacere di Gabriele D’annunzio, o il thriller contemporaneo Angeli e Demoni dello statunitense Dan Brown, fino a romanzi storici che narrano di una Roma lontana, come L’ultima legione di Valerio Massimo Manfredi. La capitale fa da protagonista di questi libri o da silente osservatrice delle vicende narrate, come accade ad esempio nell’ultimo romanzo di Alessandro Veronesi, Il colibrì, vincitore del Premio Strega 2020. Ognuno di questi libri racchiude un’idea o una sfaccettatura diversa di Roma e leggendoli, sarà possibile immergersi almeno un pochino nella sua storia! A Roma sarà tra l’altro possibile partecipare a numerosi eventi nel mese di ottobre, di persona o virtuali, dedicati ai libri, tra questi InQuiete, festival di scrittrici, che si svolgerà dal 24 al 25 ottobre e si concentrerà sul ruolo delle donne, e Librinfestival, kermesse letteraria con tanti eventi in programma e con cadenza annuale, nella quale vengono premiati anche scrittori e scrittrici.

  1. Milano – 250.831 citazioni

“Era una delle tante giornate grigie di Milano però senza la pioggia, con quel cielo incomprensibile che non si capiva se fossero nubi o soltanto nebbia al di là della quale il sole, forse” – D. Buzzati, Un Amore

Al secondo posto troviamo Milano, con le sue vetrine chic e le guglie appuntite del suo Duomo. Qui la letteratura ha qualcosa di magico, tant’è che la capitale della moda è stata citata più di 250mila volta nei libri pubblicati l’anno scorso. Alcuni scrittori hanno fatto di Milano, lo scenario ideale per thriller mozzafiato, come Giorgio Scerbanenco e i suoi gialli della Quadrilogia di Duca Lamberti, o la scrittrice e poetessa Alda Merini e le sue poesie scritte dal Navigli sua amata città. Anche scrittori contemporanei hanno ambientato le peripezie dei propri personaggi a Milano, come Fabio Volo in E’ una vita che ti aspetto, anche se la citazione più importante, la città l’ha forse avuta proprio da Alessandro Manzoni nel celebre romanzo I Promessi Sposi. Questa città frenetica offre, inoltre, molti incontri per gli amanti della letteratura; nel mese di ottobre si celebra, infatti, il Festival delle lettere, dedicato alla scrittura epistolare e il Noir in festival, tra novembre e dicembre, dedicato al mondo del cinema e della letteratura del giallo e del mistero.

  1. Torino – 103.443 citazioni

“Ah, io ricordo un tramonto, a Torino, nei primi mesi di quella mia nuova vita, sul Lungo Po, presso al ponte che ritiene per una pescaja l’impeto delle acque che vi fremono irose: l’aria era d’una trasparenza meravigliosa” – G. Pirandello, Il Fu Mattia Pascal

Al terzo posto troviamo Torino, città dal cuore forte e dallo spirito battagliero, menzionata più di 103mila volta nello scorso anno tra le pagine dei libri pubblicati in Italia. Qui più di uno scrittore ha trovato ispirazione, ambientando le vicende dei propri personaggi nei suoi meandri. Non solo Pirandello, con il suo Fu Mattia Pascal, ma anche Edmondo De Amicis con il suo capolavoro per ragazzi Cuore hanno trovato in questa città il set perfetto per le loro storie. Un altro successo recente è sicuramente il romanzo di Paolo Giordano, il più giovane vincitore del Premio Strega nel 2008 con La Solitudine dei numeri primi. Torino non solo è partecipe delle vicende narrate in questi e altri libri, ma è anche una città letteraria ed è possibile partecipare a diversi eventi che si svolgono annualmente. Tra questi ad esempio il Festival del Classico, che si svolge tra fine novembre e inizio dicembre, e Portici di carta, manifestazione di rilievo che quest’anno verrà annullata, pur restando un’installazione dedicata allo scrittore Luis Sepulveda.

  1. Napoli – 78.288 citazioni

“Mi immaginavo che si rifugiasse in biblioteca […] o che vagasse per Napoli, facendo caso a ogni palazzo, a ogni chiesa, a ogni monumento, a ogni lapide. O che mescolasse le due cose: prima esplorava la città, poi frugava nei libri per informarsi.” – E. Ferrante, Storie della bambina perduta

Al quarto posto si trova la capitale partenopea, Napoli, che con il suo stile inconfondibile e folklore autentico si aggiudica più di 78mila citazioni letterarie nel 2019. La città è stata scelta da diversi scrittori nel tempo per i propri protagonisti, tanto da meritarsi un posto vicinissimo al podio. Una scrittrice che ha fatto delle strade di Napoli gli scenari perfetti della sua serie di romanzi è sicuramente Elena Ferrante, con la quadrilogia de L’amica geniale, a cui è stata ispirata anche una serie tv prodotta da HBO. Un altro classico è Così parlò Bellavista di Luciano De Crescenzo, nel quale Napoli fuoriesce con tutte le sue contraddizioni. Questa bellissima città è anche il luogo perfetto per gli amanti della cultura, non solo per la sua storia, ma anche grazie a festival dedicati ai lettori, tra questi ad esempio LectorInFabula, con più di 100 eventi pianificati sia dal vivo che in streaming.

  1. Firenze – 66.749 menzioni

“Se sai dove guardare, Firenze è il paradiso.” – D. Brown, Inferno

Al quinto posto si trova Firenze, una città che non ha eguali a livello di cultura e arte e, anche per quanto riguarda la letteratura, non è certamente seconda a nessuna. Di questa città, infatti, Google ci dice che è stata citata quasi 67mila volte e sarà anche grazie ai suoi grandi scrittori del passato, Dante Alighieri, Boccaccio, Petrarca o Machiavelli, che anche quest’anno ha trovato un posto d’onore in classifica. Uno dei romanzi più avvincenti, che parte proprio da Firenze, è sicuramente il thriller La casa delle Voci di Donato Carrisi, o Inferno di Dan Brown, il quarto libro che segue le vicende del protagonista Robert Langdon. Generalmente Firenze ospita anche fiere e festival letterari, tra questi ad esempio è molto amato La città dei lettori, oppure attività organizzate da caffè letterari come Le Murate, dove si svolgono eventi tutto l’anno.

  1. Bologna – 56.562 menzioni

“Quella che lei chiama Bologna, è un cosa grande, che va da Parma fino a Cattolica […] dove davvero la gente vive a Modena, lavora a Bologna e la sera va a ballare a Rimini […] è una strana metropoli.” – C. Lucarelli, Nuovi misteri d’Italia

Al sesto posto si trova il capoluogo emiliano romagnolo, città universitaria già celebrata da diversi cantautori della zona, apprezzata moltissimo anche in ambito letterario, tant’è che è stata menzionata più di 56mila volte lo scorso anno nei libri. Bologna ha davvero tutto ciò che si possa desiderare, buon cibo, bellissimi portici e una sensazione di familiarità, che travolge chiunque la visiti. Qui diversi scrittori hanno deciso di ambientare i propri romanzi, basti pensare ai gialli di Carlo Lucarelli, come Almost Blue, o un thriller dal carattere internazionale come Il broker di John Grisham. A Bologna ci si potrà far trasportare dalla lettura nelle bellissime biblioteche della città come la Salaborsa o l’Archiginnasio, nelle quali durante tutto l’anno vengono organizzati diversi eventi letterari per tutti gli amanti dei libri e della città!

  1. Venezia – 49.773 citazioni

“Ti viene spontaneo toccarla. La sfiori, l’accarezzi, le dai buffetti, la pizzichi, la palpi. Metti le mani addosso a Venezia. Ti appoggi sui parapetti dei ponti. Le balaustre del ponte di Rialto sono state lucidate da milioni di mani.” – T. Scarpa, Venezia è un pesce

Solamente al settimo posto troviamo Venezia, forse una delle città più visitate e amate al mondo, che però non riesce ad aggiudicarsi il podio con le sue seppur numerosissime 49.773 citazioni nei libri pubblicati nel 2019. Diversi scrittori hanno ambientato le proprie vicende tra i famosissimi canali della città e hanno trovato un velo misterioso tutto da raccontare, come ad esempio Paolo Malaguti con il suo Ultimo carnevale a Venezia o Tiziano Scarpa con i suoi romanzi ambientati in città, tra questi Venezia è un pesce e Stabat Mater, che gli è valso il Premio Strega nel 2008. Il capoluogo veneto offre anche numerose attività letterarie, tra cui Il maggio dei libri con eventi, che sono stati prorogati fino a fine ottobre a causa della pandemia.

 8. Padova – 30.910 citazioni

“Me ne innamorai talmente, che pensare di sposarci e farlo per davvero fu un tutt’uno. Anna Laura fu la mia damigella d’onore e la signora Ida mi confezionò un abito che fece parlare tutta Padova per mesi.” – G. Zucca, Assassinio all’Ikea

All’ottavo posto si trova la città veneta di Padova, con quasi 31mila citazioni nei libri pubblicati nel 2019. Qui diversi scrittori hanno trovato ispirazione, tra il Caffè Pedrocchi e la Cappella degli Scrovegni e i bellissimi scorci, che solo questa città sa regalare. Tra i vari scrittori, da citare spunta sicuramente la filosofa e scrittrice Giovanna Zucca, con i suoi thriller “parodia” improbabili, come Assassinio all’Ikea e Turno di notte. O la fumettista e scrittrice Paola Barbato, nello staff dei creatori di Dylan Dog, con il giallo Il filo rosso. Anche Padova organizza diversi eventi per gli amanti della lettura, tra questi La fiera delle parole, che si svolgerà per la prima volta online e ai cui eventi sarà possibile partecipare tramite Facebook e YouTube.

  1. Bari – 26.394 citazioni

“E tutto si era svolto in quella trama di strade squadrate e regolari nelle quali, in certi pomeriggi deserti d’estate, quando c’era il maestrale, e l’aria era nitida, ogni angolo sembrava il punto di fuga verso un infinito pieno di promesse.” – G. Carofiglio, Né qui né altrove. Una notte a Bari

Il penultimo posto se lo aggiudica il capoluogo pugliese, con più di 26mila citazioni nei libri pubblicati nel 2019. Qui diversi scrittori si sono lasciati trasportare dalle onde del mare e dalla meraviglia architettonica di castelli e piazze di un altro tempo. Uno tra questi è Gianrico Carofiglio, ex magistrato e scrittore italiano, che ha scelto Bari più di una volta per ambientare le vicende dei suoi personaggi, ad esempio in Né qui né altrove. Una notte a Bari o nel giallo La misura del tempo, parte di una quadrilogia di successo, che segue i casi dell’avvocato Guerrieri. Anche la città di Bari ospita diverse manifestazioni e festival dedicati alla scrittura e alla lettura, uno di questi, che sarebbe dovuto svolgersi ad ottobre, è il Libri & Voci festival, che è stato rimandato all’anno prossimo.

  1. Palermo – 25.518 citazioni

“E questa è la prima lezione che Ignazio impara: a Palermo, mezza frase può valere più di un discorso intero.” – S. Auci, I leoni di Sicilia

Chiude la classifica il capoluogo siciliano con più di 25.500 citazioni nei libri dell’anno scorso. Qui la letteratura si intreccia alla storia della città e al suo ricco patrimonio architettonico e artistico, ecco perché molti scrittori hanno deciso di ambientare i propri romanzi a Palermo. A partire da un classico come Il Gattopardo di Tomasi da Lampedusa, fino ad anni più recenti, che vedono la città protagonista in Ciò che inferno non è di Alessandro D’Avenia e ne I leoni di Sicilia di Stefania Auci, nel quale si seguono le vicende della famiglia Florio, trasferitasi dalla Calabria alla Sicilia, a cui è stata ispirata anche una serie tv. A Palermo vengono anche organizzati eventi letterari tra cui la fiera del libro di Capaci e Una marina di libri, entrambi hanno luogo nel mese di settembre.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 5 =

Mood Town

Sardegna, Puglia e Sicilia le mete più gettonate dell’estate: dove andare per evitare la folla

Published

on

Quali sono le mete preferite dagli italiani per l’estate 2021? Sardegna, Puglia e Sicilia sono le mete più gettonate. In prima posizione la Sardegna, che ha prospettive di prenotazioni fra luglio e agosto 2021, mentre il mese di giugno vede il trionfo di Puglia e Sicilia.

Il sondaggio è stato realizzato nel mese di aprile in modalità Computer Assisted Telephone Interviewing su un campione di 4.000 persone maggiorenni di cui il 50% uomini ed il 50% donne.

I risultati evidenziano la fotografia di un nuovo turismo in cui vi è la tendenza a privilegiare le mete poco frequentate (undertourism) e nel contempo la formula ibrida vacanza-lavoro.

L’aumento dello smart working sta infatti determinando una crescita della propensione a programmare un viaggio che consenta anche di lavorare nell’ambito della vacanza. Ma non necessariamente un viaggio a lungo raggio.

Molti, al contrario, optano per un turismo di prossimità. Ad optare per i viaggi a medio o lungo raggio è appena il 34% degli italiani: il 40% tra le donne ed il 28% tra gli uomini. E soprattutto i residenti del Nord Italia dove la percentuale sale al 57%, per scendere al 32% nel Centro Italia, al 27% nelle Isole ed al 20% nel Sud Italia.

Certo è che quest’estate viaggeranno in molti e ciò consentirà di recuperare almeno parte degli oltre 9 miliardi di euro bruciati nel 2020 a causa del calo del 60% della componente digitale del mercato del travel italiano.

Il 68% degli intervistati ha inoltre dichiarato di avere intenzione di viaggiare più di quanto facesse prima del COVID-19 e —nonostante la crisi— il 27% è disposto a spendere di più per i viaggi rispetto a quanto facesse normalmente, perché vuole rifarsi dopo mesi di sacrifici e fare soggiorni più lunghi, con tanta voglia di evasione dopo mesi e mesi di reclusione in casa.

Se anche voi state pensando di prenotare le vostre vacanze e volete supportare il turismo nostrano, ecco alcune proposte proprio nelle regioni risultate maggiormente gradite: Sardegna, Puglia e Sicilia, con un occhio di riguardo a quelle strutture che possono garantire anche alti livelli di privacy e sicurezza, temi che saranno quest’anno più che mai determinanti nella scelta.

Hotel e resort Delphina: Sardegna in libertà
Oltre 15 milioni di investimenti arricchiscono l’offerta degli hotel e resort Delphina, che si prepara ad accogliere i suoi ospiti da giugno in tutte le strutture.

Lo specialista delle vacanze nel Nord Sardegna ha aperto le prenotazioni dei suoi 12 hotel 5 e 4 stelle, residence esclusivi, SPA e ville immerse in verdi giardini mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l’Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara.

In particolare, il Resort Valle dell’Erica e il Resort Le Dune, come le altre strutture Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio We are green®, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura con un protocollo di buone pratiche.

Numerose le novità 2021 per il Resort Valle dell’Erica, vero e proprio resort “5 stelle in libertà” immerso in 28 ettari di parco, davanti a 1400 metri di spiagge e calette di sabbia bianca che guardano gli arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica. Completate tutte le piscine private delle Suite Arcipelago, pensate per soddisfare le esigenze del segmento di mercato di fascia alta, che può raggiungere il resort anche con il transfer in elicottero. A breve sarà terminata anche la nuova Penthouse Arcipelago, una delle soluzioni alberghiere più esclusive della Sardegna. Oltre 300 metri quadri di superficie con salotti esterni e solarium, a cui si aggiunge un ampio giardino ad uso esclusivo degli ospiti circondato dalla macchia mediterranea e con una piscina privata dal panorama unico che spazia da Bonifacio all’Arcipelago di La Maddalena.

Il Resort & SPA Le Dune di Badesi vede invece ampliato l’orto biologico e la nascita di una fattoria di 5 ettari con orto, frutteto, vigna e oliveto per conoscere le piante e coltivazioni tipiche, aperto alle visite di adulti e bambini. Premiato come Italy’s Leading Beach Resort, ovvero miglior beach resort d’Italia ai World Travel Awards 2020, il resort è un’oasi naturale di 28 ettari immersa tra dune di sabbia, ginepri ed essenze della macchia mediterranea. Un paradiso delle famiglie con 5 hotel di categoria 4 superior e 4 stelle, 10 ristoranti, un’elegante SPA, attività per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici.
Info: https://www.delphina.it

Puglia all inclusive al Vivosa Apulia Resort
Immerso nella natura, il Vivosa Apulia Resort è uno dei pochi resort in Salento direttamente affacciato sul mare. E che mare. Qui, le sfumature del turchese e dell’azzurro si mescolano con il cielo: lo sguardo accarezza l’orizzonte e l’atmosfera di relax e di vacanza pervade i 23 ettari nei quali è incastonato il Vivosa Apulia Resort, con formula all inclusive.

È in questo luogo strategico (Ugento si trova tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca), che si riesce a fare il pieno di energia letteralmente en plein air; dopo mesi difficili, i cinque sensi vengono subito risvegliati e la brezza marina, i colori della natura e i sapori della cucina sono gli ingredienti che accompagnano gli ospiti durante tutta la vacanza.

La spiaggia privata con lettini e ombrelloni (e un suggestivo ristorante la sera) è un highlight davvero unico in Salento e offre agli ospiti il privilegio di respirare l’aria della vacanza tra concerti delle cicale, sciabordio delle onde e vento tra gli alberi. Per raggiungere la splendida spiaggia, si cammina attraverso i giardini fioriti che circondano le scenografiche piscine disposte su diversi livelli, poi ci si immerge qualche minuto nella pineta per poi “sbucare” tra le dolci dune di sabbia e vedere davanti il mare.

Le “deluxe experiences” vengono poi proposte in esclusiva per gli ospiti del Vivosa, come snorkeling in aree incontaminate (lungo la costa ci sono grotte e luoghi davvero unici visitabili solo in barca). E poi tutta una serie di tour alla scoperta dell’entroterra, organizzati per renderli autentici HIP -High Individual Places- unitamente ai momenti aperitivo: da quello in barca con prodotti del territorio, ai bike tour con aperitivo in una location esclusiva.

Anche il centro benessere “VOS-VIVOSA ORGANIC SPA” si inserisce in maniera naturale  nella tematica eco legata all’ambiente proponendo trattamenti esclusivi, legati al territorio: si tratta della prima ed unica “organic Spa” di tutta la Puglia. Per gli ospiti sono a disposizione 800 metri quadri di benessere, con sauna, bio sauna, hammam, percorso Kneipp e piscina con getti idromassaggio.

E per chi vuole trascorrere la vacanza senza perdere di vista la forma fisica, è stato ideato un percorso speciale dove gustare healthy food con un angolo gastronomico dove la produzione locale di ortaggi freschi e controllati, maturati in ambiente salubre sono un’esplosione di sapori, colori e genuinità.

Per le famiglie, infine, da quest’anno ci sono ben cinque fasce d’età (dai 2 ai 17 anni) per un divertimento assicurato: Baby, Kid, Mini, Young e Tribe Club. Laboratori legati al riciclo, alla botanica, agli animali e all’ecologia, giochi in pineta, in spiaggia, teatro.
Info: https://www.vivosaresort.com

Sicilia autentica a Baglio Oneto
La Sicilia si candida a protagonista dell’estate 2021: secondo recenti sondaggi e ricerche è infatti una delle mete più richieste da chi sta prenotando le sue vacanze. Mare, sole, meraviglie artistiche e una cultura enogastronomica di altissimo livello sono gli ingredienti di un soggiorno all’insegna della bellezza e della gioia di vivere.

Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo Luxury Wine Resort di Marsala incarna alla perfezione il sogno di una Sicilia autentica. Lo splendido resort 5 stelle occupa una dimora nobiliare settecentesca, e sorge all’interno di una tenuta che produce vini e olio di eccellenza: il tutto è ancora oggi gestito dalla famiglia Palmeri-Oneto.

Il baglio, costruzione fortificata tipica delle tenute agricole, si trova in posizione dominante su un’altura caratterizzata da vigneti e uliveti e a soli 8 km da mare cristallino e spiaggia di sabbia: il panorama che si gode da qui è qualcosa di unico.

Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo ha abbracciato la filosofia dell’eco hotel con azioni e investimenti a supporto della sostenibilità ambientale, economica e sociale. Una scelta in linea con la sensibilità contemporanea e l’amore per la Sicilia, che si traduce in una attenzione ancora maggiore per il benessere degli ospiti che qui trovano un ventaglio di esperienze per vivere una vacanza fatta di pura felicità. Il territorio offre preziose testimonianze antichissime, risalenti all’epoca fenicia e greca, e solo lasciando correre lo sguardo dal Baglio stesso si spazia dalla Riserva Naturale delle isole dello Stagnone alle Isole Egadi, e ancora fino al monte Erice, da una parte, e a Capo Boeo, estrema punta della Sicilia Occidentale, dall’altra. Ciò che è eccellente in Sicilia, qui è esaltato, come l’enogastronomia. Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo propone una cucina che è un viaggio nel gusto e nella tradizione, con diversi menu degustazione, naturalmente in abbinamento ai vini di produzione propria, che diventano anche ingredienti inaspettati di originali cocktail all’ora dell’aperitivo.

Vulcano, un’isola da vivere al Therasia Resort Sea & Spa
Tra mare e cielo, sul promontorio dell’Isola di Vulcano, esposto al sole dall’alba al tramonto, il Therasia Resort Sea & Spa domina terra e mare, inserendosi perfettamente nel paesaggio circostante; per il reopening 2021 il resort inaugura 4 nuove Suite, la Vulcano, la Basiluzzo, la Filicudi e la Eolie, che entrano a far parte delle 12 diverse tipologie di camere. La vista panoramica sui Faraglioni e Lipari è il regalo più bello del risveglio nelle nuove suite, caratterizzate da rilassanti colori tenui e inondate dal profumo dei fiori e dei frutti della macchia mediterranea che le circonda.

In perfetta simbiosi con il ritmo vitale dell’isola è anche la nuova proposta del ristorante I Tenerumi, il primo vegetariano della destinazione, in cui arriva il nuovo Chef Davide Guidara. Qui la sostenibilità è una vera e propria filosofia di vita grazie alla tutela della biodiversità e all’utilizzo delle materie prime coltivate nell’orto biologico, dove le fonti energetiche sono al 100% green.

Il Ristorante gourmet Il Cappero, 1*Michelin – invece riapre quest’anno con la creatività del giovane Executive Chef Giuseppe Biuso: ogni giorno un menù “a sorpresa” diverso, con la volontà di creare un viaggio gastronomico che, partendo dall’Italia, porta gli ospiti intorno al mondo.

E per il relax riapre anche la Vulcano Natural Spa, con trattamenti volti alla rigenerazione; l’iconica infinity pool con vista su tutto l’arcipelago, le due piscine con acqua di mare per la thalassoterapia affacciate sull’Isola di Panarea e Stromboli, sono solo l’inizio del percorso benessere che gli ospiti possono vivere.
Info: www.therasiaresort.it

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Crociere pronte a ripartire tra nuovi itinerari ed esperienze esclusive

Published

on

Divertimento, relax ma anche rispetto delle norme anti Covid. La parola d’ordine per questa estate sarà “sicurezza”. E così anche le crociere si sono attrezzate per offrire una vacanza a prova di virus. La prima novità riguarda i tamponi antigenici: uno dovrà essere eseguito prima di imbarcarsi e l’altro a circa metà del viaggio. La rilevazione della temperatura corporea, invece, avviene su base quotidiana tramite stazione self-service presenti sulla nave progettate per comunicare in automatico lo stato di salute di ciascun ospite.

Le crociere, quindi, ripartono e se anche voi siete pronti a salpare, queste le più interessanti proposte confermate al momento.

MSC Crociere
MSC Crociere riparte in totale sicurezza, tutte le navi della flotta operano sotto lo stesso protocollo di salute, che ha già consentito a più di 60.000 ospiti di godersi una vacanza in pieno relax e con la sensazione di una ritrovata normalità, sin dalla ripartenza avvenuta nell’agosto 2020 a bordo di MSC Grandiosa.

MSC Crociere schiererà per la prossima stagione estiva tre navi in quest’area famosa per la forte vocazione turistica, con una serie di itinerari in partenza da Trieste, Venezia e Bari, e scali al Pireo (Atene) e in alcune delle più belle isole greche, Kotor (Montenegro), Dubrovnik e Spalato (Croazia).

A fine luglio entrerà a far parte della flotta MSC Crociere MSC Seashore la nuova ammiraglia della Compagnia. Dal 1° agosto al 31 ottobre offrirà crociere di 7 notti con scalo nei porti italiani di Genova, Napoli e Messina, oltre a La Valletta a Malta, Barcellona in Spagna e Marsiglia in Francia.

Intanto MSC Grandiosa continuerà ad offrire il suo attuale itinerario di 7 notti con toccate nei porti italiani di Genova, Civitavecchia, Napoli, Palermo e La Valletta (Malta). I porti spagnoli di Valencia e Barcellona saranno aggiunti all’attuale itinerario non appena queste destinazioni confermeranno la loro disponibilità. E MSC Seaside salpa da Genova facendo scalo nei porti di Siracusa e Taranto (novità assolute in MSC Crociere), oltre a Civitavecchia e La Valletta a Malta. L’itinerario della nave sarà poi arricchito con scali nel porto francese di Marsiglia.
Info: https://www.msccrociere.it

Costa Crociere
L’estate si avvicina e con essa anche il desiderio e la possibilità di pianificare finalmente momenti di svago, relax e vacanza all’insegna del blu del mare e del giallo del sole. Proprio gli stessi colori di Costa Crociere, che per l’estate 2021 ha previsto protocolli sanitari e misure di sicurezza rafforzati e tante entusiasmanti novità per le crociere nelle  destinazioni nel Mediterraneo.

Gli itinerari della compagnia italiana prevedono due navi nella parte occidentale e due in quella orientale, che visiteranno Italia, Francia, Spagna e Grecia, con crociere accessibili da 13 diversi porti di imbarco, soste prolungate ed escursioni a terra organizzate in esclusiva per gli ospiti. Su ogni nave sarà attivo il Costa Safety Protocol, il protocollo che include procedure di salute e sicurezza rafforzate per tutti gli aspetti dell’esperienza di crociera, sia a bordo sia a terra, già implementate negli ultimi mesi di operazioni di crociera.

L’esperienza dei nuovi itinerari dell’estate sarà caratterizzata da soste prolungate nelle destinazioni per consentire agli ospiti di trascorrere più tempo a terra. Costa introdurrà anche un programma di escursioni totalmente rinnovato, che permetterà di scoprire località poco conosciute, in esclusiva per gli ospiti Costa. Anche l’esperienza di bordo verrà ulteriormente arricchita da nuove proposte di menù, tra cui i “destination dish”, ovvero i piatti legati alla tradizione delle località toccate dagli itinerari delle navi Costa.

Nel Mediterraneo occidentale opereranno le due navi più nuove e innovative della flotta: Costa Smeralda, l’ammiraglia alimentata a LNG, e Costa Firenze, la nuova nave ispirata al Rinascimento fiorentino e consegnata lo scorso dicembre, che vivrà un vero e proprio debutto.

Sul versante orientale del Mediterraneo navigheranno altre due navi, le gemelle Costa Luminosa e Costa Deliziosa.

Costa sta lavorando con le autorità nazionali e locali dei Paesi compresi negli itinerari delle sue navi, per definire nel dettaglio le modalità di svolgimento delle sue operazioni.

La stagione estiva in Nord Europa, così come tutte le altre crociere previste fino a metà settembre 2021 non incluse negli itinerari aggiornati, sono annullate a causa del livello di incertezza sulla riapertura di diverse destinazioni, che non garantisce al momento la fattibilità degli itinerari
Info: https://www.costacrociere.it

Non solo mare… Avalon Waterways
Avalon Waterways, compagnia di crociere fluviali di lusso di Globus family of brands, debutta sul mercato italiano proponendo speciali partenze estive dedicate unicamente ai viaggiatori italiani: un prodotto all inclusive e Italian Style con servizi a bordo e a terra in italiano. Grazie alle partenze garantite da luglio a settembre i viaggiatori del Bel Paese quest’estate potranno scegliere una vacanza intima, sicura e in totale relax navigando sul Reno o sul Danubio a bordo di un boutique hotel galleggiante dal design elegante, che con un numero limitato di passeggeri garantisce ampi spazi personali.

A fronte dei nuovi scenari delineati dalla pandemia Covid-19 e al rallentamento dei flussi turistici, il mercato europeo di prossimità è il naturale approdo per chi è in cerca di momenti di relax, facilmente raggiungibili, in un contesto dolce, dove ritrovare l’atmosfera di vacanza in sicurezza.

Con una flotta globale di 15 Suite Ships – 13 in Europa e due nel Sudest Asiatico – Avalon Waterways ha reinventato il concept delle navi da crociera fluviali ridefinendo l’esperienza di viaggio.

“Gli ultimi dati relativi alle crociere fluviali dimostrano un grande interesse da parte del mercato italiano, che è il terzo più grande d’Europa e rappresenta il 12% del totale del mercato crocieristico europeo dopo Germania e Regno Unito. Rispetto agli altri primi cinque mercati in Europa, i crocieristi italiani sono i più giovani, in media hanno 43 anni, e optano per vacanze in crociera in media più brevi (7 giorni), che si sono accorciate marginalmente negli ultimi tre anni” ha dichiarato Massimo Di Lorenzo, Project & Development Manager di Avalon Waterways presso Tourama Voyages (Suisse) SA.

Caratterizzate da un lusso informale, le navi di Avalon Waterways dispongono unicamente di cabine esterne e di due interi ponti di Cabine Panorama (18m2) dotate di una finestra panoramica da parete a parete, che trasforma la cabina in un balcone all’aperto, permettendo di ammirare magnifici panorami comodamente sdraiati sul letto. A disposizione degli ospiti anche le Royal Suite (28m2) e le Cabine Deluxe (16 m2) che garantiscono ampi spazi e tranquillità.

Ampia è anche l’offerta culinaria. Avalon Waterways porta in tavola il sapore locale con ingredienti freschi e del territorio utilizzati dagli chef di bordo per creare specialità regionali e piatti tradizionali da assaporare in una varietà di ambienti offrendo ai suoi ospiti la possibilità di pranzare o cenare dove meglio preferiscono e senza turni.

La personalizzazione dell’esperienza è un altro punto di forza di una crociera Avalon Waterways grazie ad una variegata offerta di attività incluse tra cui scegliere. Con le escursioni Classic una guida locale in italiano condurrà gli ospiti attraverso il patrimonio storico ed architettonico delle più belle destinazioni europee. Mentre con le escursioni Discovery si avrà la possibilità di scoprire la destinazione attraverso esperienze coinvolgenti, come riprodurre un quadro di Van Gogh in un tipico atelier di Amsterdam o partecipare a un food tour itinerante.
Info: https://avalonwaterways.it

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Irlanda del Nord, come scoprire al meglio il cosiddetto “gigante nell’anima”

Published

on

L’Irlanda si sta preparando a ricevere i viaggiatori puntando sulla sicurezza, sulla sostenibilità e su nuovi itinerari nella natura. Nelle proposte turistiche il paese dà spazio alla nascita di nuovi alberghi e alla scoperta di regioni poco conosciute, fuori dalle solite rotte turistiche, ma anche alle esperienze locali per avvicinare i turisti al territorio e alla sua storia.

Tra le mete proposte, quelle dell’Irlanda del Nord. Non è a caso l’appellativo di “gigante nell’anima” dato a questa parte del paese. Tutto il territorio è connesso a uno spirito che si esprime nel patrimonio culturale in continua evoluzione, nella spinta verso il futuro (ma senza dimenticare il passato) e nell’attenzione verso l’ambiente.

Qui innovazione convive con tradizione: in un attimo si può passare dalla vertigine delle scogliere di Fairhead all’effervescenza cosmopolita di Belfast, dall’incanto della Giant’s Causeway alle antiche mura di Derry~Londonderry.

Lo spirito da gigante dell’Irlanda del Nord si esprime in tanti modi. Si può dormire nella Helen’s Tower, antica torre in pietra solo per due, o scegliere lo Slieve Donard Hotel & Spa, tra i miglior hotel con spa in Irlanda, datato 1897.

Ci si può immergere nei giardini del Castello di Hillsborough, degna cornice della residenza della Famiglia Reale Britannica, o giocare a golf nel Royal County Down, il campo che per il Golf Digest’s è il migliore al mondo. Ma anche provare i ristoranti appena premiati dalle 3 stelle Michelin o concedersi un boccale di birra al pub con gli accoglienti abitanti.

Il modo migliore per entrare in vero contatto con un territorio, sentendosi parte di questo Giant Spirit in modo autentico e nuovo, è sempre vivere in prima persona esperienze con i protagonisti che ne sono artefici. Da 23 che erano a inizio del progetto, oggi queste attività sono ben 63. Si fanno con allevatori, agricoltori, musicisti, artigiani del cibo, maestri distillatori, custodi del territorio, guide appassionate.

Le esperienze spaziano dal tour della street art di Belfast, per scoprire il lato più intimo di una città che ha tanta storia da raccontare, alla visita alla Crumlin Road Gaol, per 150 anni la prigione della città. Dal giardino del castello di Glenarm, tra i più antichi giardini cinti da mura d’Irlanda e vera chicca per gli appassionati di piante e fiori, ai segreti dei cidro e delle mele narrati dai produttori.

Ecco, nel dettaglio, qualche esempio delle 63 esperienze da mettere in agenda – a seconda dei vostri interessi – se volete programmare un viaggio in Irlanda del Nord.

Gli amanti del gin si appunteranno la Gin School della nuova Wild Atlantic Distillery di Aghyaran, nella Countea di Tyrone, a una ventina di km dalla Wild Atlantic Way. Guidati da uno dei distillatori dell’azienda, si trovano gli ingredienti giusti per fare un gin equilibrato e armonioso e per creare la propria ricetta, con tanto di mini alambicco e assaggio di gin tonic.

Creazioni golose, dal pane a lievitazione naturale alla torta di rabarbaro, sono il risultato delle classi di cucina alla Wee Buns Cookery School, immersa nella suggestiva campagna della Contea di Tyrone, non lontano dal villaggio di Moy. Inserita tra le 10 cose migliori da fare nel 2019 da Discover Northern Ireland, la scuola di cucina si basa su ingredienti locali, biologici, di stagione, e su ricette della tradizione. Le lezioni sono adatte a tutti i livelli, principianti e cuochi esperti.

Sulle Mourne, le montagne più scenografiche dell’Irlanda del Nord, gli appassionati di mountain bike possono contare sui tour di Bike Mourne, anche con bici elettrica. Conducono sui 90 km della Mourne Coastal Route, sui 19 km di percorsi del Castlewellan MTB Trail Centre, sui 27 km di tracciati del Rostrevor MTB Trail Centre o sull’anello di 28 km che porta a scoprire la bellezza delle Mourne.

Si impara a sussurrare ai cavalli per migliorare sé stessi alla Ballygraffan Horse Farm​, nella tranquilla campagna di Comber, cittadina affacciata sul suggestivo fiordo di Strangford Lough. June, la proprietaria, è Life Coach certificato: con lei i cavalli diventano un modo per potenziare la comunicazione, l’autostima, la capacità di realizzare sogni e obiettivi.

Al Strangford Lough Activity Centre sono invece protagoniste le attività in acqua: uscite in canoa, kayak o Stand Up Paddle. Ma anche il Sup unito al Saluto al sole dello Yoga e al tramonto con grigliata. O il Coasteering, avventura tra alpinismo e sport acquatici: armati di elmetto e muta, si scalano gli scogli, si cammina in acqua, si fanno tuffi dalle scogliere.

Invece, fate un tuffo negli antichi miti dell’Ulster con Donna Fox Tours e Unearthing Macha, ad Armagh. La visita della città è affiancata dalla scoperta di altri tre luoghi sulla collina, dove ascoltare le storie di Macha, la mitologica regina e dea guerriera celtica da cui Armagh prende il nome – Ard Mhacha. Qui scoprirete, oltre ai paesaggi verdi, la cultura, le leggende, la musica e le tradizioni di una zona intensamente spirituale.

Info: www.discovernorthernireland.com

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending