Connect with us

Mood Town

Quest’anno la vacanza sarà locale, flessibile e sostenibile: 6 proposte in Italia

Published

on

Come cambiano le vacanze degli italiani? Come la diffusione della pandemia, con le sue restrizioni e paure, modificherà le abitudini e le intenzioni dei nostri connazionali? L’indagine del Centro Studi del Touring Club Italiano sulle intenzioni di viaggio della propria community prova a rispondere a queste domande e dare una fotografia della nostra prossima estate.

Quasi la metà (49%) afferma infatti che farà un viaggio (“certamente sì”) mentre un altro 32% lo farà “probabilmente”. Chi ha già scelto di restare di sicuro a casa è una quota tutto sommato residua (5%) mentre circa il 13% ha risposto “probabilmente no”. Nel complesso, dunque, il 71% ha un atteggiamento positivo nei confronti dell’estate mentre il 29% è rinunciatario.

L’Italia è da sempre la metà preferita delle vacanze estive e quest’anno ancora di più. Se di solito il rapporto Italia-estero espresso era di circa 60-40, nell’estate 2020 si registra una polarizzazione molto più forte: il 94% infatti sceglierà una destinazione domestica.

Come era prevedibile, la ripresa dopo la pandemia ha avuto un forte impatto sulle preferenze: se il mare resta irrinunciabile in estate (46%), vola letteralmente la montagna (30%) – lo scorso anno era stata scelta solo dal 17% delle persone – mentre crollano le città d’arte che passano dal 23% del 2019 all’8% di quest’estate: molto probabilmente il timore dell’overtourism scoraggia buona parte dei visitatori. Altro dato significativo è che le aree interne con i loro borghi registrano un gradimento elevato: 9%, rispetto al 6% dello scorso anno, un dato che per la prima volta supera quello delle città d’arte.

Il dato più eclatante, che riguarda tutte le tipologie di destinazione, è che la maggioranza degli italiani punta a luoghi poco affollati per le vacanze 2020 (76%).

Oltre alle mete, quello che viene evidenziato anche da altre ricerche è il desiderio di una vacanza che sia attenta alla sostenibilità: mai come ora abbiamo avuto modo di capire che se il nostro pianeta viene maltrattato e le sue esigenze ignorate, le conseguenze possono essere davvero drammatiche. Del resto, lo sviluppo sostenibile del settore turistico è diventato una necessità inderogabile, oltre che un bisogno sempre più sentito: significa rispetto per l’ambiente e il territorio, nonché sviluppo equo e diffuso nella comunità.

La ricerca di Istituto Piepoli rileva un’area di favore per il turismo sostenibile del 75%, corrispondente a quanti dichiarano che sarebbero certamente (17%) o probabilmente propensi (58%) a pagare di più per una vacanza a impatto zero, o quasi.

Dove andare
Se siete ancora alla ricerca di una meta, ecco alcune proposte da nord a sud, isole comprese e rigorosamente in Italia, da prendere in considerazione per una vacanza local, sostenibile e in tutta sicurezza.

In Val d’Ega, per una vacanza attiva
Molte volte la Val d’Ega, a 20 km da Bolzano, è stata definita il cuore delle Dolomiti. Non si è forse invece mai posto troppo l’accento su quanto questo cuore sia grande, tanto sul piano squisitamente fisico, quanto su quello della forza della passione per la montagna e per chi la montagna la ama incondizionatamente.

Ferma restando la volontà e l’intenzione di seguire scrupolosamente le norme di sicurezza indicate dalle autorità, il gioiello incastonato nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO non si ferma e pensa a un’estate aperta al turismo.

La Val d’Ega può essere scoperta in mille modi diversi, così come mille sono le sfumature che ne colorano i panorami e contribuiscono a renderne unico il fascino.

Grazie alla Guestcard, è possibile utilizzare gratuitamente gli impianti di risalita e la rete dei trasporti pubblici della provincia di Bolzano per raggiungere ogni meta escursionistica nel Catinaccio e nel Latemar facendo a meno dell’automobile.

Per chi ai raggi del sole associa quelli delle due ruote, dal 27 giugno all’1 agosto e dal 29 agosto al 26 settembre 2020, Carezza Bike mette sul piatto una proposta di attività sui pedali e relax, con 7 notti, un workshop di tecniche di guida e test, un tour guidato Latemarronda, 3 Tour guidati in bike da scegliere dal programma settimanale della scuola Dolomiti Bike Experience, un biglietto giornaliero Bike-Trail Carezza e un biglietto giornaliero Mountainbike-Card per la Latemarronda.

Nello stesso periodo, chi apprezza anche la Val d’Ega in versione trekking può optare per Carezza Hike & Bike, una combinazione che comprende 7 notti e Guestcard 3 su 7 giorni (solo impianti) per un’intensa settimana da veri esploratori della montagna che spalma, tra lunedì e venerdì, Tour guidato giornaliero in E-Bike, Escursione guidata in montagna, Escursione naturalistica nella foresta del Latemar e Tour guidato giornaliero in MTB Sellaronda Soft.
Per info: www.valdega.com

A Bardolino, relax a due passi dal lago
Aqualux Hotel Spa Suite & Terme rappresenta il contesto ideale per ritrovare la piacevolezza di viaggiare e tornare ad apprezzare le eccellenze del nostro territorio, per godere di un soggiorno all’insegna del benessere e dell’armonia rigenerante, circondati da ampi spazi verdi, in una delle località più belle della sponda veronese del Lago di Garda, il suggestivo borgo di Bardolino.

Ma gli ospiti di Aqualux oltre alla bellezza della struttura e del contesto naturale in cui è immersa, troveranno ad attenderli un ulteriore irrinunciabile plus: un protocollo “stayINSAFE@aqualuxhotel” che darà loro la certezza che ogni percorso è stato studiato per garantire gli spostamenti e la permanenza negli spazi comuni con la massima sicurezza.

Il progetto che Aqualux ha elaborato grazie alla consulenza di InSafe – un network di aziende italiane e svizzere tra le più preparate nell’ambito della sicurezza grazie all’ampio ventaglio di competenze che i partner offrono – non ha trascurato alcun dettaglio e ha messo al centro dell’attenzione la salute delle persone.

Ecco perché anche e soprattutto in questo momento un soggiorno in questa location rappresenterà una vera e propria esperienza di accoglienza e il concetto di sicurezza si fonderà con quello di qualità.

Le accoglienti camere e suite, caratterizzate da colori caldi e naturali, sono pronte: alcune si affacciano sull’ampio giardino verdeggiante della corte interna, altre sul paese circostante e sono tutte dotate di un confortevole balcone, dove sarà possibile consumare la colazione con formula TakeAqualuxAway o gustare sfiziosi pranzi e cene che potranno anche essere apprezzati nelle zone adibite dell’hotel o ammirando la bellezza del Lago.

Il relax sarà poi garantito da quello che è considerato iI fiore all’occhiello di Aqualux ovvero l’AquaExperience, otto piscine – 6 per adulti e 2 per bambini – che vi coccoleranno grazie alle proprietà dell’acqua termale, ricca di calcio e magnesio e batteriologicamente pura, che la rendono particolarmente indicata per la balneoterapia.
Per info: www.aqualuxhotel.com

In Toscana, immersi nel cuore verde della regione
Toscana Resort Castelfalfi dopo aver lavorato internamente per garantire la sicurezza del personale, in linea con le nuove normative, e predisponendo le migliori condizioni per l’accoglienza degli ospiti, oltre a potenziare i lavori dell’Azienda Agricola biologica e del Golf Club Castelfalfi, è pronto a riaprire i battenti il 26 giugno. La posizione della Tenuta – al confine tra le province di Firenze e Siena, nel cuore della Toscana, lontana dalle grandi vie di comunicazione ma di facile accessibilità – con i suoi 1.100 ettari di natura spettacolare e di approccio ecosostenibile, è di per sé una garanzia per una vacanza rigenerante e all’insegna dello slow-life. Inoltre, grazie ai suoi due hotel e alle ville e appartamenti disseminati all’interno della Tenuta, Castelfalfi offre la possibilità di scegliere quale sistemazione è più in linea con le proprie esigenze: dal comfort dei servizi dell’hotel 5 stelle, alla privacy e indipendenza garantite dalle ville nel campo da golf, senza rinunciare alla bellezza della natura e agli ampi spazi a disposizione di tutti.

Inoltre, il Resort ha scelto apertamente di limitare l’occupazione e il numero di ospiti che potranno pernottare contemporaneamente, così da garantire privacy e sicurezza, per un’esperienza ancora più intima. Tutte le attività sportive e wellness all’aria aperta saranno potenziate: yoga, lezioni con personal trainer BlueF!t Guide, degustazioni nelle vigne, biking, trekking guidato, passeggiate nei boschi e a cavallo.
Per info: www.castelfalfi.com

In Umbria tra borghi dimenticati e bellezze locali
Un borgo fra i più belli d’Italia che rischia di scomparire: Bagnoregio. E’ collegato alla terraferma da un ponte percorribile solo a piedi o in bicicletta, un ponte stretto, a strapiombo sui calanchi. Si presenta così Civita di Bagnoregio, che svetta a 485 metri d’altezza. Sino al 1794 il ponte era naturale, ma un violento terremoto lo distrusse e fu necessario l’intervento dell’uomo per collegare Civita a Rota, che oggi rappresenta il centro storico di Bagnoregio (toponimo di origine goto-longobarda). Civita, la frazione più rinomata di Bagnoregio, sorge su una collina di tufo, che è destinata a scomparire per l’erosione che i due torrenti a valle provocano sul terreno, lentamente ma inesorabilmente. Nel centro si ammirano la Cattedrale di San Nicola, che racchiude una Bibbia miniata del XII secolo e le reliquie di San Bonaventura, filosofo e teologo, biografo ufficiale di San Francesco. Ma anche la chiesa romanico-gotica dell’Annunziata e la Chiesa di San Donato con un crocifisso ligneo della scuola di Donatello e un affresco della scuola di Perugino. Nelle viuzze con le case basse, i balconcini fioriti e le scalette esterne che identificano l’architettura medievale viterbese s’incontrano negozietti di manifattura artigiana. Una nota curiosa è il Museo sugli UFO; visitabile gratuitamente su prenotazione.

La proposta Umbria di Italyscape è di 7 giorni/6 notti fra Assisi, Perugia, Spello, Foligno, Spoleto, Narni, Orvieto e Civita di Bagnoregio. Minimo 2 massimo 8 persone, inizio ogni venerdì con auto propria o a noleggio. Sono inclusi 6 pernottamenti con colazione, guide specializzate e ingressi. Prezzo del tour: 870 euro a persona.
Per info: www.qualitygroup.it/italyscape

In Puglia, ospitalità formato famiglia
In questo periodo di pausa Borgo Egnazia non si è fermato e, dopo settimane di lavoro per garantire agli ospiti privacy e sicurezza, riapre il 23 maggio con Ville e Casette. Sarà un’apertura progressiva di soluzioni abitative e servizi per arrivare, entro poche settimane, ad aprire tutta la struttura.

È stato fatto un grande sforzo per ripartire il prima possibile ma, come dichiara il proprietario Aldo Melpignano: «È necessario dare un segnale di ottimismo, di energia e noi non potevamo tirarci indietro. È un segnale che vogliamo dare prima di tutto ai nostri collaboratori e al nostro territorio, che tanto dipende dal turismo, e tutti quei clienti che dopo un lungo periodo di quarantena vogliono ripartire: la Puglia c’è. Noi ci siamo mettendo tutto il nostro impegno, aprendo anche quando economicamente non conviene, per dare un segno al settore, ora anche le istituzioni devono fare la loro parte supportando il turismo e incoraggiando gli imprenditori a ripartire e non a star fermi».

Borgo Egnazia ha scelto di ripartire dall’idea di “villeggiatura”, proponendo un luogo in cui soggiornare anche per lunghi periodi, dove ritagliarsi il proprio personale momento di libertà tra

lavoro agile e una pausa sotto gli ulivi, lunghi giri in bicicletta fino al mare, immergendosi nella meraviglia della campagna pugliese. Per questo ha trasformato le deliziose Casette e Ville in vere e proprie case lontane da casa, soluzione ideale per lunghi periodi e che tiene conto della legittima richiesta di privacy e di sicurezza. Avvolti dall’intimità dei propri affetti, si potranno vivere preziosi momenti di vita quotidiana in tutta tranquillità, nella totale privacy del proprio patio o del proprio giardino privato.

Da giugno saranno inoltre proposti Campi Estivi dedicati ai ragazzi per migliorare il proprio inglese, scoprire nuove passioni e fare un bagno nella natura: classi in inglese con insegnanti madrelingua, laboratori in lingua, giochi di squadra, lezioni di cucina, tornei sportivi all’aria aperta e tanto divertimento in compagnia dei tutor “made in Puglia”.

Dopo tanto tempo, passato in casa e senza la possibilità di esplorare, il soggiorno a Borgo Egnazia promette un percorso che parte dal benessere a 360°, dalla natura e dagli spazi aperti. Anche l’offerta dedicata allo star bene sarà rimodulata per consentire la pratica delle maggiori attività all’aperto, incluse passeggiate ed escursioni in bici per scoprire il territorio e godere della natura pugliese.
Oggi più che mai, l’Italia non è solo la nostra casa, ma è la nostra casa delle vacanze.
Per info: www.borgoegnazia.it

In Sicilia, vacanza mediterranea tra cielo e mare
Voglia di sole, di mare e soprattutto di relax e distensione: questo chiediamo da sempre ad una vacanza e ancora di più per l’estate 2020. Proprio al centro del Mediterraneo, culla della nostra civiltà occidentale, si trova la Sicilia. Isola di grande fascino e tradizione, che offre scorci e panorami diversissimi ma accomunati dal profumo del mare che la circonda e che, nei secoli, ha modellato un ideale di vita. Mediterranea appunto. Che significa godersi l’esistenza e allo stesso tempo rispettare il territorio, amandolo e sentendolo come parte di se stessi.

La salutare e celebre dieta mediterranea è solo una delle espressioni di questo modo di vivere, che comprende una filosofia molto più vasta da cui vale la pena farsi solleticare per poi decidere se portarla nella propria vita di tutti i giorni. Sulla costa occidentale della Sicilia sorge il Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo – Luxury Wine Resort. Siamo a Marsala, in provincia di Trapani, evocativo luogo di vini, commerci e antiche civiltà che qui si sono succedute disegnando una storia millenaria. Il resort, che si fregia delle 5 stelle, occupa una dimora nobiliare settecentesca ed è ancora oggi gestito dai discendenti della famiglia Oneto, che qui praticano “la nobile arte dell’ospitalità” portandola a livelli di eccellenza.

Il baglio, costruzione fortificata tipica delle tenute agricole, è circondato da vigneti e uliveti, ancora oggi le sue terre producono vini ed olio extra vergine di oliva come da antica tradizione di famiglia. Poggiato su una dolce collina, a soli 8 km da un mare cristallino con spiaggia di sabbia, vanta una posizione dominante che permette di godere del panorama più bello e più ricco della Sicilia Occidentale: i tramonti sul mare che si godono dalla piscina, dalle camere e dal parco pieno di rose variopinte, rimangono scolpiti nel cuore. Dal Capo Boeo di Marsala, estrema punta occidentale della Sicilia in cui sbarcò Garibaldi e da cui il famoso vino conquistò il mondo, gli occhi si muovono sul filo del mare e raggiungono la selvaggia Marettimo, isola di pescatori, poi Favignana e Levanzo, fino ad arrivare a uno dei più bei borghi d’Italia, Erice, fondata dai greci e poi con gli autoctoni divenuta Elima. La ricchezza è anche nel benessere che questo territorio offre con la possibilità di divertirsi e dedicarsi a corpo e anima con nuoto, canoa, windsurf, kitesurf, vela, immersioni, passeggiate a cavallo, percorsi benessere nella natura, escursioni, lezioni di cucina e di pasticceria, corsi di pittura all’aria aperta e tanto altro.

Un soggiorno in questa magnifica oasi garantisce di vivere in un’atmosfera fatta di lusso ed eleganza, nel tipico stile siciliano raffinato ed accogliente. Solo 49 camere e suite, che consentono di mantenere il massimo della privacy e della sicurezza, per una vacanza al top.
Cosa chiedere di più alla nostra estate italiana?
Per info: www.bagliooneto.it

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + quindici =

Mood Town

Filippine, un paradiso ancora da scoprire

Published

on

Un arcipelago da sogno è ancora possibile trovare luoghi inesplorati: ecco le 6 spiagge più belle e nascoste

Le Filippine offrono ai propri visitatori molte spiagge incontaminate, tra cui Boracay Island e Palawan Island, note al grande pubblico perché la bellezza di queste isole ha già catturato l’attenzione di tutto il mondo. Se l’isola di Palawan è stata infatti nominata una delle 30 migliori spiagge del mondo da Condé Nast Traveller nel 2020. Boracay è stata invece riconosciuta dalla rivista di viaggi internazionale “Travel + Leisure” come la migliore isola del mondo nel 2012, più volte nominata da Condé Nast Traveller, come Best Island in the World nel 2014, nella Top 10 destinazioni da osservare nel 2016 e ha vinto il premio come World’s Best Island Beaches nei Readers’ Choice Awards del 2020. Insomma, sono di certo mete paradisiache ben note al grande pubblico e sempre più apprezzate per l’unicità dei loro paesaggi e scorci.

Se alcune isole sono note e apprezzate, alcuni altri luoghi nelle Filippine sono ancora tutti da scoprire e il dipartimento del turismo si sta impegnando nel creare nuovi pacchetti turistici che andranno ad implementare l’offerta della destinazione. Tra le gemme da scoprire ci sono senza dubbio spiagge meravigliose ancora segrete che offrono al visitatore la fuga definitiva dalla sensazione di isolamento, offrendo ampi spazi all’aria aperta e sorrisi amichevoli della gente del posto.

BANTAYAN ISLAND, Cebu – Situata nella punta più settentrionale di Cebu, l’isola di Bantayan vanta splendide spiagge di sabbia bianca e località perfette per l’ecoturismo. L’isola si raggiunge facilmente, una volta arrivati all’aeroporto Internazionale di Mactan Cebu si sale a bordo di un autobus in direzione nord: il viaggio su ruota permette ai viaggiatori di godersi un tragitto panoramico splendido che termina con un breve spostamento in traghetto per raggiungere l’isola. A Bantayan si potrà nuotare, fare tuffi dalle scogliere, spostarsi di isola in isola, fare kayak e perfino skydiving. Ci si può immergere nella cultura locale, approcciandosi agli abitanti dell’isola che si dedicano alla pesca e alla produzione di gustoso pesce essiccato.

KALANGGAMAN ISLAND, Leyte – Un baffo di farina in mezzo all’oceano, questo sembra l’isola nella zona di Leyte! Una lunga lingua di sabbia bianca bagnata da acque cristalline, perfetta per potersi godere lunghe passeggiate in solitaria e immortalare la bellezza circostante nella propria mente o grazie all’ausilio della macchina fotografica. Il nome Kalanggaman deriva dalla parola “langgam” che nel dialetto locale significa uccello: le due estremità dell’isola, se viste dall’alto, ricordano infatti lo sbattere di ali di un volatile. Non ci sono grandi resort sull’isola e tanto meno grandi folle in quanto leautorità di Palompon hanno imposto un limite massimo di turisti che possono visitare l’isola ogni giorno. Trascorrere la notte qui però non è impossibile, si può pernottare nei cottage degli autoctoni o accamparsi lungo la striscia di spiaggia, guardando lo spettacolo regalato dalle stelle che brillano nel cielo notturno.

SECRET BEACH, El Nido, Palawan – Sebbene, come dicevamo all’inizio, Palawan sia una delle isole più conosciute e apprezzate dai viaggiatori internazionali, riserva ancora qualche sorpresa, soprattutto nella sua più celebre zona, quella di El Nido. Qui, incorniciata da imponenti scogliere e acque turchesi, Secret Beach è un paradiso nascosto che aspetta di essere scoperto dai viaggiatori che vogliono provare l’emozione di trovare uno dei tesori che Madre Natura ci offre. La spiaggia è accessibile solo nuotando attraverso una fessura tra le rocce calcaree che sfiorano il livello dell’acqua e quindi solo i più intrepidi e avventurosi possono raggiungerla ma lo sforzo varrà di certo l’impresa!

SUGAR BEACH, Sipalay, Negros Occidental – Non potrebbe avere nome più appropriato questa spiaggia, il colore dei granelli, infatti, è molto simile a quello della canna da zucchero e probabilmente prende la denominazione proprio da questa similitudine. Localizzata nella dolce provincia di Negros Occidental, e conosciuta con il nome di Langub Beach, attira moltissimi locali che adorano trascorrere i pomeriggi d’estate nuotando nelle sue acque cristalline e rilassandosi lungo il litorale. Da qui si ammira uno dei più meravigliosi tramonti della destinazione, cullati dal suono delle onde e rilassandosi sulla scura e calda sabbia. Tra le attività praticabili qui ci sono sicuramente lo snorkeling, il paddle ma anche più semplicemente fare un tuffo nelle rinfrescanti acque blu.

MANTIGUE ISLAND, Camiguin Province – Una gita panoramica in barca di 20 minuti, costeggiando il lato orientale dell’affascinante isola di Camiguin, porta i viaggiatori ad approdare in questa scintillante isola di sabbia bianca incorniciata da una vegetazione lussureggiante. L’isola di Mantigue è costituita da quattro ettari di splendida vegetazione tropicale ed è famosa tra i subacquei per la tartaruga embricata che viene spesso avvistata nelle sue acque limpide e purtroppo in via di estinzione. La testuggine non è l’unica rarità presente in queste acque che sono a tutti gli effetti un vero paradiso per i sub; pullulano infatti di creature marine colorate e rare come pesci pagliaccio colorati, nudibranchi, pesci rana, squali e fitti banchi di pesci che nuotano sullo sfondo di meravigliose distese di coralli e incantevoli paesaggi marini. Per completare l’esperienza, si può ammirare la fauna locale, una vera e propria mini giungla tropicale. Ci si può divertire tra le onde, oziare sulla sabbia polverosa o provare il riccio di mare offerto dalla gente del posto sulla spiaggia, proprio appena pescato nell’oceano! Non ci sono grandi folle sull’isola in quanto è aperta solo per tour giornalieri e il numero di visitatori è limitato per preservare la sua bellezza naturale.

GUYAM, DAKU e NAKED ISLAND, Siargao del Norte – Siargao sta rapidamente diventando una delle mete preferite per il surf dagli appassionati locali e stranieri. I viaggiatori che invece desiderano vivere il lato più idilliaco di questa zona, possono prenotare un tour in barca che li porterà da un’isola all’altra per un’intera giornata all’insegna del divertimento tra piccole appartate spiagge di sabbia. Guyam, Daku, e Naked Island sono destinazioni adatte a chi vuole provare l’esperienza di vivere su una piccola e remota isola. Guyam è una piccola isola circolare con palme da cocco ondeggianti e capanne sulla spiaggia. Naked Island invece, come indica il nome, è una spiaggia bagnata da profonde acque, l’ideale per le immersioni subacquee. Daku infine, che significa “grande” nella lingua locale, è grande abbastanza da poter ospitare una piccola e socievole comunità di pescatori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Tutte le declinazioni dell’autunno tirolese

Published

on

Stagione di “morbida abbondanza”, come sostiene il poeta britannico John Keats, l’autunno trova la sua massima espressione in Tirolo, dove è possibile vivere in prima persona tutte le possibili declinazioni di questa stagione così dolce e dorata. Dai suggestivi bagni nella foresta, per assorbire a pieno il piacere della natura e dell’aria pura, all’incantevole bellezza del paesaggio colorato di giallo e di rosso, dove addentrarsi in passeggiate o uscite in bici. Dal verde brillante dei campi da golf al tepore e al relax delle SPA, con i trattamenti studiati per allontanare stress e tensioni muscolari. Tutto è possibile, basterà scegliere la struttura più in linea con le proprie esigenze.

Al Krumers Alpin, Your Mountain Oasis
Immerso nel verde e nella pace, a soli pochi minuti a piedi dalla piazzetta di Seefeld, il Krumers Alpin Your Mountain Oasis, grazie alla sua magnifica posizione, è una meta privilegiata per chi desidera una vacanza autunnale all’insegna della libertà e della rigenerazione profonda, sia per chi viaggia in coppia sia per chi è in vacanza con la famiglia. Rappresenta il nascondiglio perfetto per chi è alla ricerca di un soggiorno circondato da spazi immensi e di grande respiro, non escludendo la pratica di numerose attività outdoor, dalle escursioni a piedi o in bicicletta, ma anche il golf.

Concepito come un Grand-Hotel, di cui ha mantenuto il fascino e l’eleganza anche nelle successive ristrutturazioni, è un gioiello tra i boschi, dove non mancano gli spazi per il silenzio e per il relax, per lo svago, come, per esempio, la grande piscina interna con estensione all’esterno completa di idromassaggio.

Il centro benessere Mountain Oasis offre oltre 3.400 mq. di relax e piscine distribuiti su 4 piani con una zona relax ancora più ampia, un’area piscina rinnovata con piscina interna ed esterna, e poi saune, biosauna, lettini IR e bagno turco, un immenso centro fitness e area cardio, completamente nuovi con attrezzi Technogym, una sala per gli allenamenti funzionali, una sala di meditazione. Sul fronte dei trattamenti, il carnet di massaggi della Spa del Krumers presenta proposte in grado di accontentare tutte le esigenze.

Krumers post hotel & spa, Adults Onlye
Sempre in zona, ma se preferite le soluzioni adults only, c’è il Krumers Post Hotel & SPA, un romantico hotel di charme dalla lunghissima tradizione. Qui potrà quindi godere della vacanza perfetta anche chi è alla ricerca di una pausa rigenerante con una connotazione gaudente, altra caratteristica distintiva di questa località très chic, divenuta la mecca d’Oltralpe dello shopping e della mondanità ad alta quota. L’hotel, infatti, è situato a cospetto del Casinò, nel cuore della zona pedonale di Seefeld, circondato da numerosi caffè e da boutique.

E una rigenerante vacanza dai sapori autunnali al Krumers Post Hotel & SPA non può che avere inizio nella spettacolare SPA di ben 2.500 mq distribuiti su 4 piani, accessibile solo ad un pubblico adulto in cerca di wellness. Al terzo piano si trova la piscina panoramica, riscaldata e completa di idromassaggio. A disposizione c’è anche una palestra attrezzata, diverse saune e il ricco menu di trattamenti della SPA firmati Comfort Zone e Pure Altitude, una linea che nasce nel rilassante mondo di Les Fermes de Marie a Megève e punta sugli straordinari benefici della Stella Alpina o Edelweiss.

Tra i servizi inclusi nell’offerta del Krumers Post, anche il noleggio gratuito dei bastoncini per nordic walking oltre a sconti sui green fee alla Golfacademy di Seefeld (9 buche) e al Golf Club di Seefeld Wildmoos (18 buche).
http://www.krumers.com

Hotel Tyrol, nel roseto più alto d’Europa
Il raffinato hotel Tyrol di Selva in Val Gardena non può che organizzare per i propri ospiti esperienze uniche ed esclusive, come la visita autunnale al roseto più alto d’Europa: a pochi chilometri dall’hotel Tyrol si trova il Roseto Uhrerhof, a 1500 metri di altitudine. Con più di 6.000 rose di oltre 250 varietà, questo roseto è unico in Italia ed in Europa.

La proprietaria, Lotte Zemmer ha disegnato ogni dettaglio per rendere questo luogo davvero speciale, sia per la vista sia per l’olfatto. Nel 2011 anche una nuova varietà di rosa, di colore bianco e rosa, è stata battezzata con il nome “Dolomiti”.

Se il periodo ideale rimane giugno (tutte le rose sono in fiore), il periodo autunnale diventa l’occasione per vedere “le rose che vanno a riposo” e le varietà che fioriscono anche in autunno, come la Rosa Tea. Ogni rosa è descritta e lungo la passeggiata si trovano panchine dove godersi i colori, i profumi e la tranquillità. Elementi decorativi come sculture, palle di vetro e massime incise nel legno arricchiscono il Roseto Uhrerhof. Dopo la visita, gli ospiti dell’hotel Tyrol possono deliziare ancora l’olfatto con una particolare degustazione guidata di vini presso la caratteristica cantina dell’hotel: si annusano decine di essenze per capire l’anima del vino. Non può certo mancare il profumo delle rose. E dopo aver giocato con il gusto e con l’olfatto, ci si può rilassare nelle saune oppure nella piscina panoramica esterna con vista sulle Dolomiti.
Info: www.tyrolhotel.it

In Austria sulle orme di Mozart pedalando in e-bike
L’autunno è la stagione più bella per regalarsi magnifici paesaggi che sembrano usciti da quadri d’autore: in bicicletta, i panorami che si possono ammirare sono infiniti. La splendida regione tirolese del Kufsteinerland è celebre per essere all’avanguardia con il noleggio delle E-Bike (e di stazioni di ricarica): queste innovative biciclette elettriche hanno un’autonomia di oltre 100 km, quindi offrono la base ottimale per godersi un lungo percorso autunnale. Le piacevoli temperature permettono di pedalare anche nelle ore centrali della giornata, prolungando il piacere di attraversare paesaggi incantati, tra il giallo dei larici e delle betulle e il verde ancora intenso degli abeti. Forse non tutti sanno che con i suoi 520 chilometri, la pista ciclabile dell’Inn è una delle piste ciclabili a lunga percorrenza più lunghe d’Europa. E questa lunghissima pista attraversa proprio la regione del Kufsteinerland che diventa il luogo privilegiato dove fermarsi per esplorare una regione di laghi, montagne, fiumi e pianure. Seguendo le orme del musicista prodigio Wolfgang Amadeus Mozart, la pista ciclabile di Mozart conduce per oltre 450 chilometri dalla Baviera attraverso il Tirolo fino a Salisburgo e attraversa Kufsteinerland su diversi palcoscenici. Su piste ciclabili costantemente asfaltate e strade laterali a basso traffico, i ciclisti hanno come scenografia le maestose montagne del Kaisergebirge, meta dell’undicesima tappa della Pista Ciclabile mozartiana. Con una distanza di 29 km e un dislivello di 150 metri, questo percorso ha un carattere facile e regala una visione incantevole della regione del Kufsteinerland, con la meraviglia di tutte le sfumature dell’autunno.
Info: www.kufstein.com

L’incanto d’autunno del Renon
L’autunno è il tempo del ritorno, un momento per compiere un viaggio nelle tradizioni, nei riti della vendemmia, del buon vino, dei frutti tardivi che colorano le tavole… è esplorazione fra piante e boschi resi ancora più attraenti dalle sfumature infuocate del fogliame.

È proprio verso la fine della vendemmia che ha inizio la “quinta stagione” o il “Törggelen” (dal latino torquere, torchio, pressa in legno per pigiare l’uva), un’usanza secolare per il territorio dell’Alto Adige, che oggi come un tempo ritrova la propria autenticità: circondati dalla natura, gustare castagne maturate nei castagneti adiacenti, assaporare il vino nuovo e le specialità tipiche.

Ed è proprio la natura a dare il benvenuto agli ospiti dell’ADLER Lodge RITTEN, un esclusivo “luogo di ritiro” sull’altipiano del Renon. Il Lodge offre ai propri ospiti l’occasione di vivere l’”Autunno dorato del Renon”, un nuovo pacchetto Food& Nature che invita alla scoperta dei piatti regionali e propone esperienze di rewilding – un ritorno alla natura più incontaminata e a modi di vivere in sintonia con essa – muovendosi a piedi, in mountain bike, e-bike o con il trenino storico del Renon. Gli ospiti, inoltre possono raggiungere la struttura con la funivia che parte dal centro di Bolzano oppure lasciare l’auto nel garage sotterraneo del Lodge e “incamminarsi” verso una vacanza car-free, in totale libertà e comfort. Immersi nei suoni della natura: al risveglio dalla propria camera si può udire il vivace cinguettio di merli, scriccioli, pettirossi, picchi muratore, fringuelli, cardellini e organetti.

Nel pacchetto, le passeggiate e le escursioni con guide esperte locali, anche per ammirare l’alba, consentiranno di ammirare il foliage autunnale di splendidi esemplari di larice, acero e ciliegio; le attività di yoga, meditazione e stretching proposte nella sala relax costruita tra gli alberi del bosco adiacente, condurranno a una piena consapevolezza di corpo e mente; e ancora, nel bagno di suoni, le vibrazioni dell’esclusiva meditazione eseguita con il gong, stimoleranno i sensi e guideranno gli ospiti in un relax profondo. Liberi così di rilassarsi, sperimentare e godere del luogo, al rientro dalle escursioni si potrà fare un tuffo nell’infinity pool con acqua salina e vista panoramica sulle Dolomiti o ci si potrà far coccolare dai sapori proposti dallo chef Klaus che preparerà il Kaiserschmarrn, tipico dolce della tradizione austriaca tramandato nella cucina altoatesina, a base di uova, farina e zucchero, da servire con marmellata di mirtilli rossi, composta di mele o di prugne
Info: https://www.adler-resorts.com/

A bordo di un trenino del 1907
A inizio ‘900 l’antica ferrovia a cremagliera portava i passeggeri dal centro di Bolzano direttamente fin sul Renon. Oggi il meraviglioso tragitto panoramico è ridotto ma collega, tutto l’anno, Soprabolzano a Collalbo in soli 18 minuti regalando scorci di natura davvero impagabili. Dalle vecchie carrozze in legno dello storico trenino del Renon (ultimo del suo genere in tutto l’Alto Adige, in funzione 2 ore al mattino e per eventi speciali come le celebri “corse gastronomiche” estive) l’autunno è ancora più bello e il paesaggio variopinto che si ammira dai vagoni d’epoca sembra un film che cambia ad ogni ora.

Quando però “la vecchia signora” necessita di riposo entra in funzione il trenino rosso, più nuovo ma ugualmente suggestivo. Dalle varie fermate del treno partono numerosi sentieri escursionistici che conducono agli angoli più belli del soleggiato altipiano: dalla passeggiata Freud, dedicata al celebre filosofo che nell’estate del 1911 venne qui in villeggiatura, al maso Plattner di Costalovara dove è possibile visitare la più grande mostra sull’apicoltura in Alto Adige; dal sentiero che conduce al meraviglioso spettacolo delle Piramidi di terra fino all’Hirtensteig, percorso didattico tra prati, boschi e malghe che da Collalbo e per 3 km in direzione del Corno del Renon racconta passato e presente dell’antico mestiere del pastore grazie a tavole tematiche e contributi video.
Info: www.ritten.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nei glass cube sul Lago di Dobbiaco
Gli Autumn Lovers vivranno un’esperienza privilegiata nel foliage delle Dolomiti dai glass cube degli Skyview Chalets del Toblacher See (BZ), circondati dai colori dei boschi e vegliati dal cielo stellato.

Il paesaggio si tinge di oro, rosso e giallo e le foglie, sentendo l’inverno che incombe, si preparano a cadere. Il panorama è spettacolare come non mai e le cime più alte iniziano a tingersi timidamente di bianco. In autunno le Dolomiti, dai glass cube ecologici in vetro e legno degli Skyview Chalets del Toblacher See (BZ), diventano un vero e proprio paradiso per tutti coloro che vogliono rilassarsi in un’atmosfera particolarmente evocativa e godere del paesaggio del Lago di Dobbiaco, tra i colori e i profumi di stagione, e la magia del foliage, che diventa una romantica esperienza di cromoterapia en plen air.

Gli Skyview Chalets hanno la particolarità di accogliere gli ospiti sotto un tetto che scompare per lasciare entrare lo scintillio delle stelle e i colori dell’autunno. Un’esperienza coinvolgente, che continua passeggiando lungo il percorso panoramico intorno al Lago di Dobbiaco, o semplicemente immersi nelle calde acque dell’idromassaggio sul terrazzo del proprio Chalet.

A poca distanza dagli Skyview Chalets si possono raggiungere i parchi naturali Tre Cime di Lavaredo e Fanes-Senes-Braies per passeggiate rigeneranti, magari con gli amici a quattro zampe, per i quali sono stati creati tre chalet ad hoc. Invece, per degustare i migliori sapori altoatesini c’è il ristorante Il Fienile, che propone deliziose pietanze abbinati a vini nati da coltivazioni biologiche.
Info: www.skyview-chalets.com

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Francoforte, city break autunnale

Published

on

Metropoli vivace e ricca di sfaccettature, Francoforte ha il fascino di una città dal passato affascinante, ma proiettata verso il futuro, dove edifici medioevali si affiancano a grattacieli, arte, cultura e gastronomia. Sorprendente meta turistica tutto l’anno, nei mesi autunnali la capitale finanziaria d’Europa rallenta e invita i suoi visitatori a scoprire quartieri, strade, locali, ma anche musei e SPA.

La città con più musei di tutta la Germania

Un city break deve per forza cominciare con una vista ai musei, la città tedesca ospita il più alto numero di musei di tutta la Germania: sono circa sessanta e si distribuiscono in tutta Francoforte, in distretti dedicati. Dall’avanguardia ai vecchi maestri, dalle mostre più spettacolari alla storia locale, da Goethe e i suoi eredi creativi alla cultura mondiale e finanziaria, dal design alla preistoria, questi sono solo alcuni delle collezioni dei musei presenti in città.

I colori dell’autunno nei parchi della città

Per chi invece ama godersi il sole autunnale e il colore delle foglie che cambia Francoforte è una città dall’anima green. Quasi il 52% della città è costituita da spazi verdi aperti, i parchi in città sono ben 40 e ospitano oltre 160.000 alberi. Uno degli esempi più particolari è il parco che si sviluppa lungo la sponda settentrionale del fiume Meno, tra Friedensbrücke e Untermainbrücke, gli amanti della natura troveranno un’oasi di verde del tutto inaspettata, con palme, fichi e alberi di agrumi che fioriscono accanto ad altre forme di flora mediterranea. Altra particolarità: la collina di Lohrberg, che rientra nel territorio cittadino ospita uno degli ultimi vigneti urbani rimasti in città. La breve passeggiata in salita vale la pena, il punto più alto offre magnifiche viste panoramiche sullo skyline di Francoforte, la pianura principale, la bassa catena montuosa di Spessart e le creste dell’Odenwald, in autunno da qui la vista è spettacolare. Per uno spuntino consigliamo di fermarsi nella Main-Äppel-Haus, scenograficamente situata sul Lohrberg, che offre ai visitatori una gustosa selezione di cibi naturali.

Francoforte: una pausa è d’obbligo

I pomeriggi autunnali invitano al riposo e a godersi una pausa senza fretta nei numerosi caffè delle vie cittadine, la Manhattan d’Europa ospita numerosi caffè in ogni punto della città, dove potersi sedere all’aria aperta, godersi i colori autunnali e assaggiare ottime qualità di caffè, tè e dolci tutte diverse tra loro.

Oltre ai musei Francoforte è anche destinazione per gli amanti dello shopping. Ciò non significa però solo centri commerciali e mall: Berger Straße, Brückenstraße e Schweizer Straße sono infatti le zone dello shopping più cool e alternativo. Qui si trovano negozi vintage e di giovani designer emergenti ma anche piccole botteghe di artigianato dove trovare il souvenir perfetto o magari un vestito su misura. Infine, come in tutta la Germania, anche a Francoforte non possono mancare i mercati: i farmer e flea markets colorano la città ogni settimana.

Qualche spunto per godersi le serate, anche quando l’aria comincia a farsi più fresca: perchè non cominciare visitando il quartiere di Sachsenhausen, roccaforte del vino di mele (Apfelwein) e dei locali più legati alla tradizione. Qui tra i classici della cucina regionale come Handkäs mit Musik (piatto a base di fette di formaggio condite con aceto, olio e cipolle), salsa verde, Rippchen (costolette di maiale) annaffiati dall’Apfelwein, la bevanda nazionale di città e regione, si fa il pieno di energie per affrontare la notte di Francoforte, qualunque sia il programma.

Che ne dite di un pomeriggio in SPA?

Avete voglia di un momento di puro relax da aggiungere al vostro city break? In città esistono diverse strutture dedicate al benessere sia mentale che fisico: dove prenotare trattamenti perfetti per ritrovare la forma fisica e lasciare alle spalle lo stress.

Ad esempio, a pochi passi dai musei più moderni della città, la SPA SOKAI offre una ricca scelta di massaggi, sauna e altri servizi di centro benessere, così come trattamenti beauty, fitness coaching, ma anche trattamenti professionali di osteopatia, chiropratica e fisioterapia.

Se si ha voglia di una pausa benessere durante lo shopping si può provare The Meridian Spa & Fitness, che si trova proprio sulla cima del Frankfurt Shopping Mall Skyline Plaza, un moderno complesso dedicato allo shopping e molto frequentato dagli abitanti di Francoforte. Oltre al centro benessere con piscina e palestra, offre trattamenti ayurvedici e trattamenti fitness personalizzati, ma il punto di forza rimane la vista sullo skyline di Francoforte, impagabile.

Come muoversi in città

Per muoversi in città non serve l’auto, basta la Frankfurt Card offre viaggi gratuiti su tutti i mezzi di trasporto della città compresi quelli da e per l’Aeroporto Internazionale di Francoforte (FRA). Questa travelcard è disponibile per uno o due giorni e offre il 50% di sconto su city tour, ingressi a musei e altre attrazioni.

Per maggiori informazioni: www.frankfurt-tourismus.de

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending