Connect with us

On the Road

BMW Concept i4. All’avanguardia con stile.

DailyMood.it

Published

on

Il BMW Group sta aprendo un nuovo capitolo della sua storia con la presentazione di una Gran Coupé completamente elettrica. La BMW Concept i4 porta la trazione elettrica al centro del marchio BMW e inaugura una nuova era del piacere di guidare. La BMW Concept i4 rappresenta uno sguardo al futuro della BMW i4, che dovrebbe entrare in produzione nel 2021 come il primo modello completamente elettrico del BMW Group nella classe premium di medie dimensioni. Fornisce una visione completamente nuova dell’eccellenza dinamica per cui BMW è celebre e fonde un design moderno ed elegantemente sportivo con la spaziosità e la funzionalità di una Gran Coupé a quattro porte, il tutto generando zero emissioni locali.

La BMW Concept i4 porta l’elettrificazione al centro del marchio BMW“, afferma Adrian van Hooydonk, Senior Vice President BMW Group Design. “Il design è dinamico, pulito ed elegante. In breve: una BMW perfetta che è anche a zero emissioni.” I numeri di spicco del propulsore comprendono un’autonomia di 600 km (WLTP), una potenza fino a 530 CV, un’accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 4,0 secondi e una velocità massima superiore a 200 km/h. Tuttavia, le qualità di guida della BMW Concept i4 non possono essere espresse solo in cifre. L’erogazione virtualmente silenziosa della potenza crea una sensazione completamente nuova di dinamismo.
Il design della BMW Concept i4 mostra proporzioni fantastiche, un carattere fortemente espressivo e, naturalmente, molta attenzione ai dettagli“, aggiunge Domagoj Dukec, responsabile di BMW Design. “Con il BMW Curved Display, abbiamo ridefinito il tipico orientamento al guidatore di BMW in un modo estremamente elegante. Allo stesso tempo, la BMW Concept i4 offre una sensazione di piacere di guida sostenibile.” Come parte del pacchetto, Concept i4 include diversi elementi di design esterno e interno che appariranno sia nella BMW i4 che in altri veicoli di produzione ad alimentazione elettrica.

L’esterno – estetica elettrizzante.
L’esterno moderno ed elegante rappresenta un contrappunto deliberato al fascino dinamico dell’esperienza di guida. Le proporzioni da Gran Coupé perfettamente risolte creano un aspetto autentico, moderno e sicuro di sé. Il passo lungo, la linea del tetto fastback e gli sbalzi corti formano un profilo di base ricco di eleganza e dinamismo. Con le sue quattro porte, la BMW Concept i4 offre non solo un alto livello di usabilità e praticità quotidiane, ma anche un interno molto più grande di quanto le proporzioni moderne e dinamiche dell’auto suggerirebbero immediatamente.

Superfici chiare e dettagli aerodinamici.
Linee nitide e morbide e volumi tesi si fondono in una scultura ricca e dai contorni uniformi e creano un linguaggio chiaro e superficiale. La moderna tinta degli esterni Frozen Light Copper riprende una sfumatura di colore vista sulla BMW Vision iNEXT e mette in mostra l’interazione delle superfici con effetti visivamente sbalorditivi. Gli elementi blu nella parte anteriore, sui fianchi e nella parte posteriore indicano le origini BMW i dell’auto. Accendono i riflettori sulle icone distintive di BMW i e mettono in primo piano la tecnologia che sta sotto la superficie – ad esempio, i reni nel loro ruolo di pannello intelligente, le cornici nelle minigonne laterali nascondono la tecnologia della batteria e gli elementi del diffusore nella parte posteriore, che riempie lo spazio di progettazione lasciato libero dai tubi di scappamento e migliora l’efficienza aerodinamica.

Una serie di altre misure aerodinamiche massimizza l’autonomia elettrica dell’auto. La griglia del rene chiusa e gli evidenti labbri aerodinamici forniscono esempi dettagliati di sofisticata ingegneria del flusso d’aria all’opera. Un’altra area distintiva dell’auto sono i cerchi. Questi sono stati progettati esclusivamente per la BMW Concept i4 e fondono design aerodinamico e leggero; le superfici lisce – e quindi aerodinamicamente ottimizzate – contrastano con raggi ultraleggeri e ad alta resistenza. I cerchi estendono la gamma di colori e materiali della vettura, sottolineandone il carattere lussuoso.

Il frontale: il volto accattivante di una nuova era.
Il trattamento frontale della BMW Concept i4 presenta le familiari icone BMW in un nuovo look, conferendo un volto visivamente potente all’era elettrica di BMW. La griglia prominente e chiusa fornisce un collegamento tangibile tra passato e futuro di BMW. L’icona BMW acquisisce anche nuove funzionalità: senza motore a combustione che necessita di raffreddamento, la griglia ora serve principalmente come un “pannello intelligente” che ospita vari sensori. La griglia fa intuire la tecnologia che sta dietro le quinte con un design speciale per questo modello. Allo stesso modo i fari forniscono un ponte tra passato e futuro; il classico frontale a quattro occhi viene qui ripreso con un’interpretazione molto moderna e minimale. Due intricati elementi LED indipendenti su entrambi i lati integrano tutte le funzioni di illuminazione necessarie. Superfici pulite e poche linee nitide intorno alla griglia creano una grafica frontale contemporanea con un notevole impatto visivo. Un accento blu BMW in stile i nella cornice della griglia fissa il sigillo sulla parte anteriore.

Primi passi della nuova identità di marca BMW.
Nel corso della presentazione della BMW Concept i4, BMW presenta per la prima volta il nuovo look del marchio. Il nuovo logo per le comunicazioni fornisce anche la base per il badge sulla BMW Concept i4. Il suo design bidimensionale e trasparente garantisce una perfetta integrazione e porta la speciale tonalità di colore esterno Frozen Light Copper a una visibilità ancora maggiore. La concept car non ha solo il compito di guardare al futuro in termini di estetica, tecnologia e innovazione, ma esplora anche il potenziale di progettazione all’interno del nostro marchio BMW.

Estremità posteriore appariscente con caratteristiche aerodinamiche.
La parte posteriore della BMW Concept i4 è bassa sulla strada e taglia una figura ampia, sottolineata orizzontalmente. Le superfici avanzano attraverso la parte posteriore in un movimento morbido e lussureggiante, e le conferiscono un aspetto molto moderno e calmo. Le luci posteriori lunghe e sottili a forma di L continuano il tema. Sotto le luci posteriori, le superfici inclinate verso l’interno formano labbra che migliorano l’aerodinamica e incorporano prese d’aria verticali. La verticalità del design qui sottolinea la sportività dell’auto. Più in basso, la grembialatura posteriore ha una presenza forte e migliora l’efficienza aerodinamica. Laddove un tempo sarebbero stati trovati i terminali di scarico, gli elementi del diffusore in colore blu BMW i indicano la presenza di un sistema di trasmissione completamente elettrico e fanno riferimento al design della BMW i Vision Dynamics.

Gli interni: l’innovazione incontra il minimalismo.
L’interno della BMW Concept i4 si concentra su quei momenti in cui il guidatore sceglie di guidare la vettura in prima persona. Per questo, ogni elemento nella parte anteriore dell’abitacolo è rivolto verso il guidatore. Il nuovo Curved Display BMW si unisce al volante per rivelare una nuova interpretazione dell’orientamento al guidatore e offre un’anticipazione del display delle versioni di produzione della BMW iNEXT e della BMW i4. Qui, le superfici di presentazione del display informazioni e del display di controllo si fondono in un’unica unità inclinata verso il conducente. Questo raggruppamento dello schermo ottimizza la presentazione delle informazioni e rende più intuitivo l’utilizzo del display tramite touch. L’avanzata tecnologia di visualizzazione con vetro antiriflesso elimina inoltre la necessità di una copertura protettiva per oscurare i display e contribuisce quindi a un abitacolo estremamente ordinato e arioso.

Il BMW Curved Display occupa gran parte della sezione davanti al guidatore e sopra la consolle centrale e conferisce alla zona anteriore un aspetto molto moderno. La sua forma sottile e senza bordi suggerisce qualità e raffinatezza. Quasi tutte le funzioni operative sono integrate nel display come parte di un approccio globale incentrato sulla riduzione al minimo del numero di controlli tattili. Anche il sistema di controllo del clima ora funziona con il controllo touch.

Concentrati sull’essenziale.
Anche la parte anteriore degli interni attorno al BMW Curved Display è caratterizzata da un design essenziale. L’uso discreto di materiali diversi e la disposizione essenziale dei comandi creano un ambiente moderno ma anche lussuoso. Con questo in mente, elementi come le prese d’aria sono integrati quasi invisibilmente nella geometria generale e nascosti dietro pattern decisi.

I particolari nel caldo colore Gold Bronze che si mescolano al cromo conferiscono agli interni un tocco di classe. Il pannello di controllo centrale sostituisce un comando del cambio tradizionale con un cambio a leva. Elementi come il controller iDrive e i pulsanti di memoria del sedile nelle porte hanno una elegante finitura in cristallo. La combinazione tessuto / pelle per i sedili – composta da microfibra con grafica lineare e pelle naturale conciata con foglie di ulivo – crea all’interno un sigillo di alta qualità e sostenibile. Il risultato complessivo è un abitacolo chiaramente strutturato, luminoso e arioso, che veicola la tranquillità e l’autorità dei sistemi di azionamento elettrici.

Ampio comparto posteriore.
I passeggeri dei sedili posteriori sono accolti da un vano di dimensioni generose che offre livelli di spazio per la testa e le gambe che superano le aspettative di una coupé. I poggiatesta integrati per i sedili anteriori e posteriori aggiungono ulteriore sensazione sportiva. Il taglio nei poggiatesta è un dettaglio di classe che rimanda ai modelli BMW sportivi dell’attuale gamma.

I sedili posteriori estendono la grafica orizzontale che emerge dalle porte per creare un’atmosfera lounge nella parte posteriore. Nel frattempo, i sedili esterni riprendono la forma dinamica dei sedili anteriori, accentuando il sapore sportivo. Usano anche pochissime cuciture, il che enfatizza ulteriormente l’aspetto pulito e moderno.

Ulteriore sviluppo dell’interfaccia utente con modalità Experience.
Il raggruppamento dello schermo con il nuovo BMW Curved Display fornisce un portale di accesso digitale nell’era elettrica di BMW. L’aspetto e la sensazione sono chiaramente influenzati dagli ultimi dispositivi elettronici e sono stati deliberatamente resi meno “automobilistici”. Nel display stesso, gli strati piatti offrono una notevole profondità visiva. Nel complesso, il BMW Curved Display e il nuovo approccio alla presentazione si combinano per offrire un’esperienza di visualizzazione dei contenuti di prima classe.

Tre diverse modalità di esperienza consentono agli utenti di esplorare le varie sfaccettature del sistema di azionamento elettrico e di dare uno sguardo, almeno in termini visivi, al sistema operativo di prossima generazione dal 2021. La differenziazione visiva diversa tra le tre Experience Mode (“Core”, “Sport” ed “Efficient”) riguarda tutto, da come l’utente vede il display e la grafica a come si presentano gli interni. L’illuminazione d’ambiente del cruscotto, delle porte e (indirettamente) sotto il display indica le regolazioni tecniche in atto.

La modalità “Core” introduce l’area del conducente a un’interpretazione aggiornata dei quattro “widget” familiari dal modello di visualizzazione dei modelli esistenti. Qui, la grafica riprende il motivo sopra le prese d’aria e il colore dell’accento in Gold Bronze, facendo volutamente riferimento al design degli interni dell’auto. Nell’area in cui era posizionato il display centrale, ora una mappa e i widget si allineano uno accanto all’altro. L’utente può spostarsi tra i widget diagonali usando un movimento di scorrimento e disporli in modo intuitivo trascinandoli. Questo consente di adattare il display alle proprie preferenze personali.

In modalità “Sport”, i “widget” si avvicinano e creano una visione focalizzata. I movimenti laterali dietro le zone sono usati per mostrare quanto è stretta la curva successiva, facilitando la guida anticipata. Questa forma di presentazione del contenuto consente anche un’efficace visualizzazione periferica. L’area a destra del display mostra funzioni specifiche in modo simile all’app cronometro BMW M.

Nella modalità “Efficient” fa il suo debutto la “Assisted Driving View”, che mostra al guidatore cosa stanno rilevando i sensori dell’auto. Questa Experience Mode apre approfondimenti sulla tecnologia dell’auto, come ad esempio come comunica con l’ambiente circostante. Nella BMW Concept i4, l’attenzione è rivolta alla guida anticipata ed efficiente e sono incorporate le informazioni chiave per una guida efficiente. L’area a destra del display mostra ulteriori informazioni sul veicolo, come il livello di carica e l’autonomia.

Il sound della BMW Concept i4.
La BMW Concept i4 non è caratterizzata solo dal suo design particolare, ma anche dal suo suono visionario e unico. È stato sviluppato con il marchio BMW IconicSounds Electric dal compositore di fama mondiale Hans Zimmer insieme al sound designer BMW Renzo Vitale. BMW IconicSounds Electric mira a emozionare i veicoli elettrici BMW e renderli udibili utilizzando mondi sonori unici. Il suono della BMW Concept i4 realizza questo obiettivo alla perfezione: unisce il passato e il futuro della BMW. Dà al guidatore la sensazione che non ci siano limiti di espressione. Il suono è molteplice, sorprendente e fornisce un senso di leggerezza e trasparenza. I mondi sonori della BMW Concept i4 spaziano dai suoni di guida in modalità “Core” ai suoni più intensi e pronunciati della modalità “Sport”. Sono inclusi anche i suoni dell’apertura della porta e lo scenario iniziale.

La tecnologia destinata alla prossima BMW i4.
La tecnologia BMW eDrive di quinta generazione è una caratteristica distintiva della BMW i4 e quindi anche della futura mobilità elettrica. La BMW iX3 che entrerà in produzione nel 2020 aprirà la strada all’applicazione della nuova tecnologia, che sarà introdotta in una serie di veicoli BMW alimentati elettricamente – come la BMW iNEXT e la BMW i4. Il motore elettrico, l’elettronica di potenza, l’unità di ricarica e la batteria ad alta tensione che utilizzano la tecnologia BMW eDrive di quinta generazione sono sviluppi completamente nuovi che consentono al BMW Group di compiere un altro significativo passo avanti nel campo dei sistemi di trasmissione elettrificati. Il motore elettrico sviluppato per la BMW i4 genera una potenza massima fino a 390 kW / 530 CV, che lo colloca al pari di un attuale motore a combustione BMW V8. La sua erogazione istantanea della potenza conferisce alla BMW i4 prestazioni straordinarie e un’eccezionale efficienza.

La quinta generazione di BMW eDrive porta anche una batteria ad alta tensione di nuova concezione con la più recente tecnologia delle batterie. La versione della batteria sviluppata per la BMW i4 colpisce per la sua costruzione estremamente sottile e la densità energetica ottimizzata. Pesa circa 550 chilogrammi, ha un contenuto energetico di circa 80 kWh e raggiunge un’autonomia fino a 600 km nel ciclo WLTP. Tutto sommato, la tecnologia BMW eDrive di quinta generazione stabilisce nuovi standard in termini di densità di potenza, efficienza e autonomia nella guida locale priva di emissioni.

Produzione in serie della nuova BMW i4.
La produzione in serie della nuova BMW i4 inizierà nel 2021 presso lo stabilimento principale del BMW Group a Monaco. Ciò significa che, in futuro, i veicoli a combustione, gli ibridi plug-in e i veicoli completamente elettrici a Monaco saranno fabbricati sulla stessa linea di montaggio.
L’integrazione della BMW i4 nel sistema di produzione esistente rappresenta un compito impegnativo per lo stabilimento di Monaco. Il concetto di carrozzeria della BMW i4 differisce dalle architetture dei modelli di veicoli prodotti nell’impianto fino ad oggi a causa della necessità di ospitare la sua batteria ad alta tensione. Circa il 90% dell’attrezzatura di produzione esistente nella carrozzeria può essere incorporata nel processo, ovvero adattata alla fabbricazione dell’i4. Tuttavia, il restante dieci per cento, in particolare i macchinari coinvolti nella costruzione della struttura posteriore, dovrà essere di nuova costruzione.
Nuovi macchinari dedicati verranno inseriti nello stabilimento di produzione per l’installazione della batteria ad alta tensione, poiché la batteria deve essere installata nell’auto dal basso. Una sfida particolare nel processo di conversione / installazione sono le strutture affollate delle sale di assemblaggio. Lavorando all’interno di questi confini ristretti, i vecchi macchinari dovranno essere rimossi e le nuove apparecchiature installate e messe in funzione entro un periodo di sei settimane. Ciò richiede una pianificazione a lungo termine e un’implementazione precisa.
La società sta investendo un totale di circa 200 milioni di euro nello stabilimento di Monaco per portare a compimento la produzione in serie della BMW i4.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × quattro =

On the Road

“One-Shot”, il primo docu-film targato Fiat, che racconta il dietro le quinte delle New 500 One-Off, 3 capolavori senza tempo.

DailyMood.it

Published

on

“One-Shot”: on air il primo docu-film di Fiat che svela il “dietro le quinte” della creazione e presentazione delle One-Off, le tre interpretazioni esclusive della Nuova 500, firmate da Armani, Bvlgari e Kartell. Voce narrante del film è Olivier François, President Fiat Brand Global e Chief Marketing Officer di FCA, che accompagna lo spettatore tra interviste ai designer, testimonianze dei partner, close up sulle lavorazioni e sulla scelta dei materiali sostenibili.

“Non hai mai una seconda opportunità per fare una prima, buona impressione”. Con queste parole Olivier François, President Fiat Brand Global e Chief Marketing Officer di FCA, spiega come l’esordio della Nuova 500 dovesse essere una pietra miliare nell’auto-motive e posizionare correttamente la Nuova 500.

E con le stesse parole si apre il primo docu-film di Fiat, dedicato ai 3 capovalori, eccellenze senza tempo, realizzati attraverso un “viaggio” emozionante lungo sei mesi: dai primi incontri al Centro Stile Fiat di Torino con i partner, al loro lancio lo scorso marzo a Milano.

Questa la strategia dietro il progetto “One-Off”, esemplari unici ed esclusivi realizzati in collaborazione con tre aziende icone del “Made in Italy”: Armani, Bvlgari e Kartell.

500 Giorgio Armani

Le immagini del cortometraggio sono un susseguirsi incalzante di incontri e lavorazioni che mettono in risalto il lavoro di squadra, le affinità tra designer provenienti da ambiti diversi e le emozioni nel sentirti parte attiva di un progetto fuori dal comune: realizzare qualcosa di unico, interpretando la Nuova 500 con il meglio del “Made in Italy”.

Nascono così le tre One-Off, che incarnano lo stile, la creatività e l’artigianalità tipiche del “Made in Italy” e dei partner che hanno condiviso il progetto, il percorso e la vision sul futuro del Pianeta: è necessario infatti coniugare la sostenibilità con l’eccellenza del saper fare, della creatività e dell’innovazione.

500 Bvlgari

A guidare lo spettatore in questo “viaggio”, Olivier François, “regista e timoniere” carismatico del progetto One-Off, che diventa voce narrante dell’atto creativo con cui sono nati questi pezzi unici.

Un viaggio che parte da Torino, culla del marchio Fiat, passa da Roma con i suoi tramonti, colori e le linee simbolo di Bvlgari nel mondo, e arriva a Milano, capofila del mondo della moda e del design, anche grazie a Armani e Kartell. Ed è proprio un colpo di scena che porta Milano ad essere il palcoscenico di lancio, dell’intera presentazione della Nuova 500.

500 Kartell

Il film infatti – con un vero cambio in corsa – riporta i momenti concitati, dopo la cancellazione del Salone di Ginevra e l‘identificazione e realizzazione del piano B che hanno visto riscrivere la presentazione della Nuova 500 e delle One-Off, questa volta a Milano.

“One-shot” è visibile sui canali social Fiat Youtube, Facebook e Instagram, il suggestivo cortometraggio di 15 minuti porta la firma di VICE Italia, da cui è stato ideato e prodotto insieme alla regia dei Rockets, e utilizza un linguaggio documentaristico per mostrare, in modo immediato ed efficace, ciò che solitamente resta nascosto al grande pubblico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

Ducati e MT Distribution insieme per la mobilità urbana

DailyMood.it

Published

on

  • Una nuova linea di mobilità elettrica a marchio Ducati in arrivo entro il 2020, distribuita su licenza da MT Distribution
  • Sette nuovi prodotti tra e-bike pieghevoli e monopattini elettrici brandizzati Ducati, Ducati Corse e Scrambler®
  • Tutta la gamma è stata sviluppata in collaborazione con il Centro Stile Ducati, che ha lavorato a quattro mani con Italdesign per le e-bike

Ducati e MT Distribution, licenziatario e partner commerciale, presentano una nuova linea di e-bike pieghevoli e monopattini elettrici per la mobilità urbana.

Quello degli spostamenti urbani è un tema particolarmente attuale e il trasporto sostenibile è un trend in forte crescita. Ducati risponde a queste esigenze del mercato presentando sette nuovi prodotti, realizzati in partnership con MT Distribution, azienda italiana già presente nel settore da oltre 40 anni. La nuova gamma sarà composta da quattro monopattini elettrici e tre e-bike pieghevoli a marchio Ducati, Ducati Corse e Scrambler®. Pensata per coloro che vogliono muoversi in città con stile e originalità, l’intera linea sarà disponibile per l’acquisto nel corso del 2020.

Durante lo sviluppo dei prodotti particolare attenzione è stata posta al design, curato dal Centro Stile Ducati, che ha collaborato anche con Italdesign per quanto riguarda le e-bike pieghevoli. Il risultato è una collezione innovativa e dal design accattivante.

I monopattini nati dalla partnership tra Ducati e MT Distribution hanno motori dai 250W ai 500W mentre le e-bike sono equipaggiate con motori da 250W (valore massimo previsto dalla legge per questo tipo di mezzo). I primi due monopattini elettrici ad essere presentati sul mercato sono denominati Cross-E e Pro II, il cui lancio sarà rispettivamente il 20 giugno e il 6 luglio 2020.

Il monopattino Cross-E brandizzato Scrambler® monta pneumatici tubeless cosiddetti “fat” anti-foratura (misure 110/50-6.5’’), adatti anche a tratti di strada sterrata o molto irregolare. Il motore brushless fornisce una potenza continuativa di 500W e garantisce uno spunto eccellente sia in partenza sia su tratti in salita, senza subire rallentamenti di andatura. La batteria da 375 Wh garantisce un’autonomia fino a 30-35 km, mantenendo una velocità media di 15 km/h. La robustezza, anche visiva, del telaio conferisce la massima stabilità e confort di guida. Il doppio faro anteriore permette l’utilizzo del mezzo in notturna con un’ottima visibilità e la gestione di tutte le funzionalità, inclusi i 3 riding mode, avviene attraverso l’ampio display LCD da 3.5’’.

Il Pro II, firmato Ducati, monta invece un motore brushless da 350W continuativi e una batteria da 280 Wh, che permette di percorrere tra i 25-30 km in pieno comfort, grazie anche alla sospensione posteriore ed ai pneumatici tubeless anti-foratura da 10’’. La sicurezza e la facilità di utilizzo dei veicoli sono una prerogativa fondamentale della linea di prodotti Ducati, per questo il monopattino monta un doppio freno (elettrico anteriore e a disco posteriore) e un ampio display LCD da 3.5’’ da cui monitorare e gestire tutte le impostazioni.

Le e-bike pieghevoli, che saranno lanciate sul mercato nelle prossime settimane, avranno un design innovativo e saranno dotate di luci posteriori integrate nel piantone sella, batteria totalmente a scomparsa nel telaio e attivazione dei fanali con sensori crepuscolari. Maggiori informazioni sui prodotti saranno disponibili al momento della presentazione.

Alcuni modelli di monopattino ed e-bike saranno disponibili anche presso i concessionari Ducati e nel Ducati Shop Online. Per maggiori informazioni su acquisto e reperibilità dei prodotti, rivolgersi a MT Distribution i cui contatti sono disponibili sul sito www.mtdistribution.it.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

On the Road

Jeep® Compass ‘made in Melfi’: ancora più tecnologica

DailyMood.it

Published

on

Al via l’ordinabilità della Jeep® Compass ‘made in Melfi’

 

  • Da metà maggio sarà possibile ordinare la nuova Jeep® Compass prodotta in Italia per servire il mercato europeo.
  • Con l’inizio della produzione nello stabilimento FCA di Melfi, debutta nella gamma Jeep Compass il nuovo motore turbo benzina da 1,3 litri, con potenze da 130 CV e 150 CV che consente di ottimizzare i consumi e garantisce minori emissioni di CO2 e performance eccezionali sia su strada che in off-road.
  • Per la prima volta è disponibile su Compass una versione a trazione anteriore abbinata al cambio automatico a doppia frizione e alla modalità di guida Sport.
  • Nuovi Uconnect Services per la connettività di bordo e ‘da remoto’ avanzata: equipaggiati per la prima volta su Jeep Compass, come dotazione standard a partire dall’allestimento Longitude.
  • Cinque nuovi colori per gli esterni, sei nuovi design dei cerchi, nuova cappelliera e ulteriori miglioramenti di prodotto conferiscono carattere e look aggiornato alla Jeep Compass.
  • Il lancio commerciale presso gli showroom Jeep italiani a giugno con prezzi di listino a partire da Euro 28.750.
  • La nuova Jeep Compass costruita a Melfi beneficia di tempi di consegna più brevi e di un flusso fabbrica- ordine specifico per concessionarie e clienti europei, a vantaggio della flessibilità commerciale.
  • Mettersi alla guida di Jeep Compass è ancora più vantaggioso: con la soluzione finanziaria Jeep Excellence by FCA Bank a “Triplo Zero”: Zero anticipo, Zero interessi e Zero rate nel 2020.Da metà maggio è possibile ordinare la Jeep Compass prodotta nello stabilimento FCA italiano di Melfi per il mercato europeo. L’avvio della produzione in Italia consentirà al marchio Jeep di garantire tempi medi di consegna dalla fabbrica pari a circa tre circa settimane.Il successo della Compass, inizialmente prodotta nello stabilimento di Toluca in Messico per i clienti in Europa, ha reso possibile il trasferimento della produzione, compresa quella della nuova versione elettrificata 4xe con tecnologia ibrida plug-in, direttamente in Italia. Si tratta del completamento di un ulteriore tassello nel programma di investimenti da 5 miliardi di euro che FCA ha stanziato per le fabbriche italiane e di un passo importante nell’evoluzione del brand che mette in risalto sia la sua vocazione all’innovazione tecnologica sia l’eccellenza della fabbrica italiana, una delle più innovative a livello globale.La Jeep Compass prodotta nello stabilimento di Melfi sarà alimentata dal nuovo motore turbo a benzina da 1,3 litri in grado di erogare 130 CV o 150 CV di potenza per garantire un’esperienza di guida fluida e confortevole e dall’aggiornata versione del propulsore diesel MultiJet II da 1,6 litri e 120 CV con SCR (Selective Catalytic Reduction). Inoltre, presenterà nuovi contenuti tecnologici grazie ai nuovi Uconnect Services per la connettività di bordo e fuori bordo di nuova generazione, nuove soluzioni stilistiche con sei diversi design dei cerchi (uno specifico per ciascun allestimento, inclusi nuovi cerchi neri lucidi da 19 pollici per l’allestimento Night Eagle) e una gamma colori rinnovata con cinque nuove tonalità per gli esterni: Ivory Tri-Coat, Colorado Red, Blue Italia, Blue Shade e Techno Green, tutte offerte in abbinamento con il tetto nero. E’ inoltre disponibile su tutte le versioni la nuova cappelliera per il bagagliaio.

Nell’ottica del miglioramento continuo della gamma Jeep, una serie di interventi sono stati apportati per perfezionare ulteriormente le caratteristiche dinamiche della Compass e renderla ancora più in linea con le aspettative dei clienti europei. La Compass made in Melfi esalta la sua maneggevolezza grazie a un tuning per lo sterzo finalizzato a migliorarne le qualità di leggerezza e progressività e a interventi mirati sul set-up delle sospensioni, che comprendono l’introduzione di ammortizzatori con valvole FSD (Frequency Selective Damping), per limitare i movimenti della scocca senza penalizzare le qualità di assorbimento delle asperità e quindi il confort. La nuova Compass premette velocità in curva più elevate con un rollio più contenuto, in frenata ha un assetto ancora più stabile e, soprattutto, offre al guidatore la sensazione di un comportamento stradale più agile e preciso, particolarmente apprezzabile sui percorsi ricchi di curve.

La Jeep Compass ‘made in Melfi’ arriverà nelle concessionarie italiane a giugno con una gamma composta da quattro allestimenti – Longitude, Night Eagle, Limited ed S – tutti dotati di efficienti motorizzazioni turbo benzina e diesel (la versione Plug-in Hybrid 4xe sarà introdotta a nella seconda metà di quest’anno). Il listino prezzi parte da Euro 28.750 per gli esemplari equipaggiati con motore 1.3 benzina da 130 CV in allestimento Longitude, fino a raggiungere il top di gamma con la versione S con motorizzazione diesel a Euro 36.500.

Prodotta in Messico, Brasile, Cina, India e ora anche in Italia, Jeep Compass, forte anche dalla nuova versione elettrificata 4xe, è davvero un modello globale e vanta un legame molto speciale con la regione EMEA e in particolare con l’Europa. Al lancio nel 2017, è stato il primo modello Jeep concepito appositamente per le strade del vecchio continente. Ciò ha posto le solide basi del successo della Jeep Compass: il SUV Jeep più venduto a livello globale nel 2019 è infatti protagonista della performance commerciale del brand in Europa dove lo scorso anno ha rappresentato il 40% dei volumi annuali confermandosi, insieme alla Renegade, modello più venduto della gamma europea.

Nuovo motore turbo a benzina da 1,3 litri

Il nuovo motore turbo quattro cilindri a benzina da 1,3 litri che alimenta la Jeep Compass prodotta nello stabilimento FCA di Melfi in Basilicata fa parte della nuova famiglia Global Small Engine di FCA, lanciata a metà del 2018 su Jeep Renegade. Questo propulsore si basa su una struttura modulare e sarà disponibile su Jeep Compass nella configurazione a quattro cilindri con due livelli di potenza: 130 CV in abbinamento al cambio manuale a sei marce, e 150 CV con cambio automatico a doppia frizione (DDCT), entrambi con trazione anteriore. E’ la prima volta che un cambio automatico è disponibile sulla Jeep Compass insieme alla trazione anteriore: ciò renderà il veicolo più accessibile a nuovi clienti del segmento dei C-SUV in Europa (in cui attualmente le vendite dei veicoli 4×2 con cambio automatico rappresentano il 28% del mercato). Il nuovo propulsore a benzina da 1,3 litri è conforme alla normativa Euro 6D Final e adotta filtro anti-particolato GPF (Gasoline Particulate Filter).

Il nuovo propulsore turbo a benzina da 1,3 litri è progettato per offrire prestazioni eccezionali sia su strada che in fuoristrada, oltre a uno straordinario comfort di guida ed è stato aggiornato con uno specifico sistema di sovralimentazione che massimizza la risposta del motore alle basse velocità riducendo le emissioni di CO2 fino al 27%. Il nuovo motore consente inoltre di ottimizzare i consumi fino al 30% (ciclo WLTP) rispetto alle precedenti versioni benzina 4×4 con cambio automatico.

La Jeep Compass con nuovo motore turbo da 1,3 litri e cambio automatico a doppia frizione, presenta per la prima volta la modalità di guida Sport che può essere selezionata semplicemente premendo un pulsante nella consolle centrale. Questa nuova modalità dinamica garantisce un’esperienza di guida quotidiana in città ancora più divertente, andando ad agire sulla risposta dello sterzo e del pedale dell’acceleratore e regolando il comportamento del cambio durante il passaggio alle marce più alte per consentire l’erogazione della potenza e della coppia massime. Inoltre in modalità Sport viene inibita la funzione “sailing” e attivata la modalità “fast off” che, al rilascio dell’acceleratore, evita il passaggio alla marcia superiore in modo da massimizzare il freno motore e enfatizzare la prontezza di risposta nella successiva accelerazione.

La famiglia Global Small Engine è stata sviluppata dal Gruppo FCA con lo scopo di offrire una nuova tipologia di motori a benzina caratterizzata da consumi moderati e prestazioni in un’ampia gamma di applicazioni. La struttura di base garantisce efficienza, modularità, un notevole livello di standardizzazione dei componenti e del processo produttivo, flessibilità e predisposizione a future evoluzioni. Tali motori sono interamente realizzati in alluminio per garantire la massima leggerezza (i pesi partono dai 110 chili del quattro cilindri turbo). Il basamento cilindri, sviluppato in collaborazione con Teksid, è realizzato in lega d’alluminio pressofuso ad alta pressione. Dopo lo studio di diverse soluzioni di basamento motore, è stata selezionata un’architettura con sottobasamento capace di garantire la miglior sintesi tra peso, prestazioni strutturali, rumorosità e vibrazioni. Tutte le versioni turbo della famiglia di propulsori Global Small Engine dispongono dell’esclusiva

tecnologia MultiAir di terza generazione, che migliora la combustione regolando l’alzata e la fasatura delle valvole e ottimizza ulteriormente il controllo indipendente dell’apertura e della chiusura delle valvole di aspirazione.

Il nuovo motore a benzina da 1,3 litri e 130 CV con cambio manuale sarà disponibile sugli allestimenti Longitude, Night Eagle e Limited, mentre la versione da 150 CV con cambio DDCT sarà disponibile anche sull’allestimento S. La coppia massima, per entrambe le versioni, è pari a 270 Nm (fino a 40 Nm in più rispetto al precedente motore a benzina da 1,4 litri). Entrambe le motorizzazioni sono proposte in abbinamento alla trazione anteriore.

Completa la gamma di motorizzazioni disponibile su Compass un diesel MultiJet II da 1,6 litri,120 CV e 320 Nm di coppia con cambio manuale e tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) abbinato alla trazione anteriore. Le versioni da 190 CV e 240 CV del propulsore 1.3 benzina Global Small Engine abbinato al motore elettrico saranno disponibili sulle versioni 4xe con tecnologia ibrida plug-in in arrivo sul mercato europeo in estate. Entrambe offriranno esclusivamente la trazione integrale.

Nuovi UconnectTM Services per la connessione on e off- board avanzata

La Jeep Compass prodotta a Melfi disporrà di una connettività all’avanguardia al fine di soddisfare le necessità di clienti sempre più esigenti. Introdotti per la prima volta nella gamma Jeep con la Jeep Renegade MY2020, i nuovi Uconnect Services presentano una serie di funzionalità accessibili tramite diversi touchpoints, tra cui l’app mobile My Uconnect, il proprio smartwatch, il sito web, i pulsanti sulla plafoniera al tetto e la radio. Disponibili dal lancio su tutti gli allestimenti Compass a partire dalla Longitude e in abbinamento ai sistemi di infotainment da 7” e da 8,4”, i nuovi Uconnect Services offriranno una connettività di bordo e da remoto avanzata e una serie di servizi utili per la sicurezza e il comfort.

I servizi Uconnect Services si dividono in diversi pacchetti. My Assistant, disponibile come servizio base, è già attivo al momento dell’acquisto ed offre servizi di emergenza in caso di incidente, servizi di assistenza stradale incluso il recupero del veicolo e rapporti sullo stato di salute del veicolo. I pacchetti My Car, My Remote e My Navigation (disponibile solo su Uconnect 8,4” NAV) sono di serie e sono attivabili gratuitamente dal cliente.

My Car consente al conducente di tenere sotto controllo lo stato di salute e i parametri dell’auto. My Remote offre la possibilità di aprire/chiudere le porte, accendere le luci, trovare il veicolo, controllare alcuni parametri quali velocità e area e essere avvisati nel caso in cui non siano rispettati. My Navigation (disponibile solo su Uconnect 8,4” NAV) comprende servizi Send & Go (che consentono al cliente di inviare la destinazione sul proprio navigatore direttamente dallo smartphone o dal portale web), informazioni su traffico, condizioni meteo e autovelox in tempo reale e la possibilità di cercare i punti d’interesse.

Inoltre sui modelli 4xe si aggiungeranno funzionalità specifiche per la guida elettrificata che consentiranno ai clienti di controllare il livello di carica della batteria direttamente dalla app mobile My Uconnect, di programmare la ricarica e il climatizzatore e di visualizzare le stazioni di ricarica più vicine sulla app mobile My Uconnect e sul sistema Uconnect 8,4” NAV quando la batteria si sta scaricando.

Completa l’offerta Uconnect Services un pacchetto di servizi denominati Optional, acquistabili sul sito web di Connectivity. Rientrano in questa categoria i pacchetti My Wi-Fi, My Theft Assistance e My Fleet Manager. Alcuni dei nuovi Uconnect Services saranno disponibili sulla Jeep Compass prodotta a Melfi al lancio mentre altri saranno integrati successivamente nel corso dell’anno.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending