Connect with us

Fashion News

Il sustainable fashion nell’ottica dell’eco-mood a Pitti Filati

T. Chiochia Cristina

Published

on

Pitti è in assoluto, l’evento della moda che meglio la contraddistingue a 360 gradi. Forse per questo, parlare di Pitti Filati che si sta svolgendo in questi giorni a Firenze, non è compito facile, essendo l’ area di Pitti Immagine che presenta le aziende storiche dell’eccellenza della filatura su scala internazionale. Come recita il comunicato stampa: “Pitti Filati è un laboratorio di ricerca e allo stesso tempo autorevole osservatorio per le tendenze lifestyle del futuro. In scena l’eccellenza della filatura su scala internazionale al suo pubblico di buyer provenienti da tutto il mondo e designer dei marchi più importanti del fashion business, che arrivano a Firenze in cerca di spunti creativi“. Ed il tutto in Toscana, durante l’estate, quando la sua stessa area geografica accoglie turisti in un clima di piacere e divertimento ma orientata sempre ad un business della moda non mordi e fuggi, fatto di settimane, ma in una sorta di viaggio, originale e sempre diverso. Quasi fosse un viaggio nel cuore della moda stessa.

E così,se si è avuto modo di parlare in precedenti articoli di eco-mood e di sustinable fashion, mai come quest’anno, la piena trasparenza e la tracciabilità del processo, nel rispetto degli animali, dell’ambiente ed in generale dell’essere umano, sta finalmente cominciando a fare la differenza a livello internazionale con progetti concreti di cui si discute e si portano avanti non solo come idee ma realizzando fatti.

Si è svolto a Firenze, giovedì 27 Giugno, un interessante convegno organizzato da Confindustria toscana nord sul tema dove , all’interno delle manifestazioni promosse per Pitti Filati. In esso si è parlato molto anche di tracciabilità e, di nuovo, di come la sua indiscussa protagonista, sia proprio la lana. La lana, come si è avuto modo già di dire, da alcuni anni sta riacquistando un ruolo importante sulle passerelle della moda e rivitalizzando una popolarità che si era un pò sbiadita. Questo anche grazie a quello che si evince proprio negli ultimi anni, ovvero le grandi opportunità sulla sua innovazione a livello di prodotto.
Non solo quindi, come spesso si è detto, nell’ottica di quello che si è chiamato l’eco-mood, ovvero avere più coscienza nell’utilizzo dei materiali di origine animale, ma anche di quello che è proprio la sustainabile fashion, ovvero le sue “referenze ambientali” attraverso la tracciabilità della filiera dei suoi capi e degli animali che la compongono.
Una lana insomma, prodotta nel rispetto del benessere degli animali e come fibra riciclata, il convegno di Confindustria ha voluto dare un chiaro segno dei tempi che cambiano.
Finalmente il sutainable fashion entra appieno nell’ottica dell’eco-mood e lo declina, a modo suo, all’interno della sostenibilità complessiva del sistema moda, che , come lo stesso andrea Cavicchi, presidente della sezione moda della confindustria Toscana nord:” deve essere sempre più legata alla tracciabilità del prodotto e del processo produttivo. Il tema si affronta solo attraverso l’impegno corale di tutti i soggetti coinvolti, affinché gli strumenti di certificazione siano messi a punto insieme a tutte le aziende della filiera produttiva. Ovvero, partendo dalla produzione della materia prima e dal benessere degli animali nelle fattorie, controllando e tracciando tutte le fasi di produzione del tessuto e del filato fino alla realizzazione del capo. Solo così sarà possibile garantire al mercato e ai consumatori una piena sostenibilità del prodotto e del processo produttivo“.

Un convegno unico quindi, quello di Firenze, sulla tracciabilità e dal titolo accattivante di “traceability for the sustainability of the wool: the example of mohair and recycled textiles”, a partire dai suoi organizzatori che, come si è detto, è stato organizzato da Confindustria Toscana Nord, insieme a Textile Exchange, Mohair South Africa e Icea, nell’ambito di Pitti Filati. L’evento, organizzato tra convenuti attivi a livello internazionale e che già collaborano tra loro a progetti comuni che si stanno sempre più intensificando (si veda quello per la realizzazione del nuovo standard rms sul mohair tra la Confindustria toscana nord ed il “tectile exchange” e il “mohair south africa”) hanno offerto non solo spunti sugli standard di certificazione del benessere animale per le fibre (di lana e mohair) ma anche un focus sullo stato attuale dell’intero ciclo. Ne hanno parlato tra gli altri: Hanna Denes di Textile Exchange (organizzazione no profit internazionale attiva sul fronte del la sostenibilità delle produzioni tessili) , Lindsay Humphreys  Executive Director of Mohair South Africa, Paolo Foglia di Textile Certification Manager di ICEA e Doreen Chiang, di Filippa K, brand svedese fortemente impegnato in progetti di sostenibilità nella filiera di produzione del mohair.

Un modo di confrontarsi sul sistema delle certificazioni delle fibre animali RWS; di nuovi standard di certificazione delle fibre di Mohair RMS e concreta sostenibilità nella filiera di produzione del mohair.
Concludendo quindi, una sintesi di ciò che significa a livello internazionale l’eco-mood contemporaneo, nelle sue prospettive di qualificazione delle fibre riciclate ma offrendo anche la presentazione di risultati sempre più evidenti nell’impatto con il pubblico e con i compratori del settore moda sempre più interessati. Come infatti il progetto di sensibilizzazione verso la certificazione delle fibre riciclate portato avanti in collaborazione con Confindustria Toscana Nord sta ben dimostrando.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 5 =

Fashion News

Juliette Bag – Marni Pre-Fall 2020

DailyMood.it

Published

on

Come un objet trouvé in un baule che restituisce memorie, la JULIETTE BAG rende omaggio allo stile sofisticato ed esistenzialista della Rive Gauche. Presentata con la collezione Prefall 2020, è un intreccio ricercato di materiali e colori, che evoca nelle sue forme una ventiquattrore

Nostalgica, ma aperta al pensiero contemporaneo, la JULIETTE BAG è un flashback di linee senza tempo che si lascia sedurre da toni delicati, come il caramello, il marron glacé e il winter wheat, e dai più essenziali black e limestone: colori che Marni combina a pelle soft o in una versione esotica dal tocco crunchy.

Le impunture tono su tono sottolineano la sinuosità della struttura a soffietto che si apre in ampi scomparti, permettendo di accogliere in modo organizzato oggetti personali. Le finiture in ottone e la chiusura a lucchetto logato, impreziosita dalla finitura oro, ne esaltano la luminosità.

Disponibile in due misure – small e medium – la borsa può essere portata a mano, a spalla o cross-body, grazie alla tracolla regolabile e removibile.

La JULIETTE BAG sarà disponibile su marni.com, nelle boutique Marni e in selezionati multimarca nel mondo a partire da luglio 2020.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Genny SS 2020: SHINING SUMMER

DailyMood.it

Published

on

Sara Cavazza Facchini, creative director di Genny, presenta la sua collezione estiva di capi dai bagliori lunari che si illuminano ad ogni passo.
Jumpsuit e tailleur, delineati da frange metalliche scintillanti. Morbidi abiti silver con rouches che donando fluidità alla silhouette.
Che sia per un aperitivo sul rooftop della città o un party in spiaggia, Genny dona allo stile di ogni donna luce e grinta per una summer night da sogno. www.genny.com.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Automobili Lamborghini presenta la collezione Menswear primavera estate 2020

DailyMood.it

Published

on

Automobili Lamborghini presenta la collezione Menswear primavera estate 2020, un total look suddiviso in tre linee che declina in abbigliamento e accessori i codici di stile della Casa delle supersportive: informal luxury, future shapers e designers of experience. Ogni modello è ideato per i viaggiatori contemporanei dallo stile impeccabile e che amano capi performanti e funzionali.

The-luxe ID. Le costruzioni, i tagli e i dettagli uniti alla ricerca sui materiali e sui tessuti creano l’identità sartoriale della linea Informal Luxury in cui gli indispensabili del guardaroba maschile coniugano la cifra stilistica del semi-formale e il know-how tecnologico di Automobili Lamborghini. La giacca packable superlight ha l’interno in stampa camouflage Lamborghini; lo stesso pattern mimetico torna sulle felpe, t-shirt e polo e sul beachwear. Le tinte sono quelle forti dell’Arancio Xanto, del Grigio Telesto, del Grigio Titans e del Blu Achelous; il logo Lamborghini è interpretato anche nella versione maxi a contrasto.

New Casual Pleasure. Il carattere della linea Casual è up to date e H24: la tendenza diventa un tracciato ricco di spunti tradotti in grafiche accattivanti e vestibilità contemporanee da indossare tutto il giorno. Color block per le felpe, le polo, le t- shirt e il beachwear, con la Y distintiva del brand a contrasto. I capispalla hanno inserti luminescenti sulle maniche e i loghi riflettenti sulla schiena come nel bomber in tessuto memory light WR. La giacca in nylon 20D con imbottitura in graphene, grazie ai materiali tecnici performanti, unisce un isolamento termico ad un potere antistatico e antibatterico.

Athletic-minded. Approccio sportivo per la linea Pilota Ufficiale in cui il carattere dinamico si traduce in capi arricchiti da un forte heritage tecnologico. Il giubbotto in nylon stretch WP con stampa in graphene ha proprietà di termoregolazione e caratteristiche batteriostatiche. La supercar jacket in pelle nera con tagli racing è definita da profili fluo Verde Selvans. Le polo e le maglie hanno speciali texture in materiale bioceramico dalle proprietà antibatteriche e termoregolatrici perfette per lo sport, ideali per la vita quotidiana ad alte temperature. La palette cromatica è essenziale e ruota intorno al bianco e nero, al Grigio Telesto e Titans, con flash di Verde Selvans.

La collezione si completa con gli accessori che replicano i temi e le grafiche della main collection, in una proposta perfetta per costruire un total look funzionale.

Così la linea Pilota Ufficiale predilige materiali tecnici e sportivi – come il reflex, la mesh 3d, le stampe effetto carbonio – per esprimere il carattere sportivo negli accessori per il tempo libero, dal roll top backpack e travel case alla Gym Bag, spesso impreziositi da numero 63 che celebra l’anno della nascita di Automobili Lamborghini.

Elemento distintivo della sezione Casual è il nylon che, abbinato a materiali tecnici come il TPU, antiabrasivo e totalmente impermeabile, crea accessori perfetti per il tempo libero come l’easy backpack con le stampe caratteristiche delle t-shirt e il maxi sacco in nylon con chiusura a coulisse d’ispirazione nautica. Crossbodies e zaini multipocket caratterizzano la proposta più formale: modelli con ampi scomparti e protezioni interne, perfetti per contenere laptop e documenti.

Le sneakers con fondo in gomma sono proposte con tomaia in nylon, con effetto spalmato, con touch color audaci o con la stampa camouflage in tinte forti. La nuova capsule di sneakers dall’effetto washed ha la Y con piping a contrasto.

Focus sui fondi dei modelli tra cui spicca quello a cassetta su tomaia con grafica a Y, sia come patch che punzonato. I fondi sono chunky per le sneakers in linea con l’urbanwear contemporaneo; quelli knitted sono caratterizzati da leggerezza e comfort e si abbinano a tomaie a calzino in neoprene e mesh.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending