Connect with us

Mood Town

Pasqua e ponti: le proposte – vicine e lontane – per un break di primavera

Published

on

“A Natale con i tuoi, a Pasqua con chi vuoi”. È uno degli adagi più utilizzati nelle famiglie e fra gli amici per giustificare una pausa, anche breve, dai quotidiani ritmi della vita durante le festività pasquali.
Quest’anno, complice anche il fatto che la festa cade a ridosso della fine del mese di aprile, in tanti hanno già scelto di sfruttare il periodo per concedersi qualche giorno fuori porta.
Se anche voi state meditando una fuga dalla routine ecco gli indirizzi – vicini e lontani – che vi consigliamo, sia che siate alla ricerca di svago, relax, natura, sport o cultura.

Pasqua in Salento

Acaya

L’ Acaya Golf & Spa Resort sorge tra ulivi secolari, la vegetazione mediterranea e la natura selvaggia della riserva delle Cesine, lambita dalle acque più belle e cristalline di tutto l’Adriatico. Ubicato a pochi chilometri da Lecce e incastonato in centoventi ettari di vegetazione e da un campo da golf a 18 buche, il resort comprende al suo interno la Masseria San Pietro che ospita il ristorante tipico, e offre agli ospiti piscine interne ed esterne. Tra giardini profumati, uliveti e una verde pineta, l’Acaya SPA by Clarins dispone di vasca idromassaggio cromoterapica e panoramica, sauna, calidarium, frigidarium, tiepidarium, doccia emozionale, area relax con tisaneria e kit di benvenuto con accappatoi e teli. Chi desidera farsi accarezzare dal sole e dalla brezza marina potrà usufruire dei servizi offerti dell’Ultimaspiaggia delle Cesine, sul tratto di costa della riserva WWF e a soli 5 minuti di auto dal resort.
Per soggiorni dal 18/04 al 25/04, prezzo a partire da 129 euro a persona al giorno, per un soggiorno in Comfort doppia con trattamento di camera e colazione.
Per informazioni: https://www.jsh-hotels.com/

Montagna o lago? Con Quellenhof Luxury Resorts entrambi!

Quellenhof Passeier

Come scegliere fra l’atmosfera autentica dello storico hotel altoatesino a conduzione familiare e il lusso elegante del nuovissimo resort in riva al Lago di Garda? I Quellenhof Luxury Resorts hanno la soluzione ideale per vivere al meglio entrambe le realtà: si chiama Mountain & Lake la proposta che abbina in un unico soggiorno la possibilità di trascorrere almeno quattro giorni nel Quellenhof Luxury Resort Passeier in Alto Adige e poi altri quattro o più giorni al Quellenhof Luxury Resort Lazise, o viceversa. Per gli ospiti che vorranno provare questo abbinamento all’insegna di lusso e benessere, al secondo soggiorno è applicato uno sconto aggiuntivo del 5%.
Ulteriore comodità per visitare entrambi i resort senza problemi logistici è il servizio navetta VIP-Shuttle, abitualmente riservato a tutti gli ospiti del Quellenhof e disponibile anche per la tratta Lazise-Merano.
Il pacchetto Mountain & Lake valido dal 28/03/2019 al 06/01/2020) comprende 4 notti a partire da 720 euro al Quellenhof Passeier + 4 notti a partire da 860 euro al Quellenhof Luxury Resort Lazise. VIP-Shuttle Lazise-Merano: 280 euro a corsa (fino a 8 posti).
Per maggiori informazioni: www.quellenhof.it

Nella culla di Tiepolo e del buon vino!

Ladimoret

Siamo a Udine, nel cuore del Friuli Venezia Giulia, e l’insegna Là di Moret costituisce una vera e propria garanzia – confermata anche dai prestigiosi riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni, primi fra tutti i numerosi Awards Best of Alpe Adria – che si rinnova quotidianamente non solo nella cucina de “Il Fogolar” ma anche nell’accoglienza a 360° di tutti i viaggiatori che hanno voglia di farsi coccolare dal comfort delle 86 camere e sperimentare i percorsi beauty & wellness della Blu Moret SPA.
In particolare, varcare la soglia del ristorante “Il Fogolar” e sedersi vicino al caminetto posto al centro della sala il cui soffitto è ricoperto da quasi 600 Piatti del Buon Ricordo – associazione a cui questo ristorante aderisce dal 1968 -, non è semplicemente sentirsi a casa, ma vivere e condividere un’intera regione attraverso piatti i creativi e gustosi proposti dallo chef executive Stefano Basello.
E per gli amanti della cultura, da non perdere una visita alla città di Udine, elegante culla del Tiepolo, i cui dipinti possono essere ammirati al Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo.
Non si può poi certo abbandonare questa affascinante zona senza aver assaporato alcuni dei suoi vini tipici, nei bistrot dislocati lungo le vie del centro di Udine o nelle cantine della zona, come le Cantine Gori di Gori Agricola, nel territorio di Nimis, antico Castrum Nemas romano, sulle cui dolci colline si trovano i 18 ettari di vigneti. Qui d’obbligo un assaggio del Cru Ramandolo, uno tra i principali biglietti da visita dell’enologia friulana.
Per informazioni: www.ladimoret.it; www.turismofvg.it; www.goriagricola.com;

Break nella Sardegna più selvaggia

Horse Country Resort

Ci sono luoghi in cui l’estate arriva prima. Nel cuore di chi sceglie Horse Country Resort di Arborea (OR) per una vacanza di primavera, ad esempio. La struttura, che conta 4 hotel dislocati in 50 ettari di macchia mediterranea affacciata sul mare, accoglie gli ospiti con il profumo della bella stagione che avanza e invita a cogliere il meglio di dolci giornate sempre più lunghe, che terminano con il sole che pare tuffarsi nel mare proprio davanti alla spiaggia privata. Ma cos’è che rende unico Horse Country Resort? La simbiosi con la natura, espressa al meglio dalla presenza di un grande centro ippico con 60 bellissimi cavalli, a disposizione per le attività con gli ospiti. Le esperienze vanno dall’avvicinamento ai pony e ai cavalli (un sogno per i bimbi di città!) alle lezioni di equitazione, fino alle passeggiate sulla spiaggia e nei dintorni. Gli animali, docili e perfettamente addestrati, sono parte integrante di una vacanza in stile country e con tutti i comfort di una struttura che offre 4 ristoranti, due piscine e un centro benessere.
Prezzi dal 22 marzo al 10 maggio da 72 euro a persona in camera doppia con la mezza pensione
Per informazioni: https://www.horsecountry.it/

Pasqua lunga a Dresda: viaggio d’arte e cultura

Sassonia-Dresda

L’arte, la cultura e la musica richiamano milioni di visitatori a Dresda e in Sassonia tutto l’anno. Il lungo ponte di primavera tra Pasqua e il 1° maggio è l’occasione giusta per scoprire la regione numero uno in Germania per patrimonio artistico, storico e culturale. Tra le principali attrazioni ed esperienze da fare tra il 18 aprile e il 1° maggio segnaliamo, la sera di Venerdì Santo, un solenne concerto nella cattedrale simbolo della resurrezione di Dresda, la Frauenkirche, dove verrà eseguita la versione originale della “Passione secondo Matteo” BWV 244, la famosa opera di Johann Sebastian Bach.
Da non perdere anche una visita alla Pinacoteca degli Antichi Maestri (Gemäldegalerie Alte Meister) per ammirare capolavori di fama mondiale e prestigiose opere d’arte. Uno tra tutti, è la “Madonna Sistina” di Raffaello, che appartiene alla mostra permanente.
Visto il periodo dal clima mite, non potete non approfittare per fare una crociera sul fiume e visitare i gioielli della Valle dell’Elba. Il fiume Elba è una delle tante ricchezze della Sassonia e la prospettiva che si ha dalle imbarcazioni della Sächsische Dampfschiffahrts (la flotta di battelli a vapore più antica al mondo) è unica. Da Dresda si può decidere di navigare in direzione di Meissen o di Pirna per continuare da qui alla volta della Svizzera Sassone. Durante la navigazione si scorgono numerosi castelli ed ex residenze dei principi e reali di Sassonia come il Castello di Pillnitz, il Lingnerschloss e lo Schloss Eckberg.
A Dresda dal 18 al 21 aprile 2019 si può soggiornare a prezzi contenuti anche nei migliori hotel del centro storico con un rapporto qualità prezzo sopra la media. Un soggiorno di 3 notti per due persone in camera doppia con prima colazione in albergo a 4 stelle, incluso 2 Dresden Museums Card della validità di due giorni per accedere gratuitamente a 14 musei della città, costa a partire da 170 euro a persona.
Per informazioni: www.dresden.de/it/turismo/turismo.php

Parma: tra slow living e e-biking

Parma-Castello-di-Torrechiara

Parma e i suoi dintorni sono lo scenario slow di un intero weekend in totale relax per arricchire il proprio background enogastronomico e trascorrere del tempo immersi in uno dei territori più pittoreschi d’Italia assaporando i prodotti tipici della tradizione, alla scoperta di profumi, colori e sapori. Grazie a Parma Gourmet and Bike Tour, quella che si apre davanti agli occhi di chi si lancia in questa avventura all’insegna dell’andamento lento tra i paesaggi collinari dominati dal Castello di Torrechiara e le affascinanti strade della Piccola Parigi è una finestra sull’universo del Food & Wine, da percorrere a piedi e in sella alle e-bike. La quota di 223 euro a persona in camera doppia – per un minimo di 8 partecipanti automuniti in hotel 4 stelle o in dimora storica a Parma – comprende un pernottamento con prima colazione, guida half day in lingua italiana per tour dei locali centro storico di Parma e per tour con e-bike, tre degustazioni di prodotti tipici in altrettanti locali del cuore della città, con un bicchiere di vino abbinato, degustazione e spiegazione dei prodotti e dei vini selezionati, una visita a una cantina di produzione dei Vini dei Colli di Parma, e a un prosciuttificio con degustazione.
Per informazioni: www.parmaincomingtravel.it

Rinascere a Ischia

Ischia-Regina Isabella

La Pasqua è simbolo di vita, di rinascita, di rigenerazione e qui ad Ischia, e al Regina Isabella in modo particolare, si può beneficiare di questo periodo per una vacanza in cui il risveglio coinvolge la natura; i giorni si fanno luminosi, i colori si fanno intensi e risvegliano i sensi, stimolano la voglia di cambiamento, di aprirsi al mondo.
Il programma speciale per la Pasqua 2019 al Regina Isabella include il trattamento di Camera & Piccola Colazione, Pranzo di Pasqua, Buffet di Pasquetta, un Programma SPA Pasqua 2019 per persona (per lei è previsto uno scrub corpo al ciocco-fango e una maschera a base di ciocco-fango con doccia filiforme. Per lui un impacco corpo al ciocco-fango nell’hammam con effetto detox e un Aroma candle massage al cioccolato). È ben noto che l’aroma del cioccolato favorisce la produzione di endorfine donando energia e gioia. Inoltre, i polifenoli e flavanoli, contenuti in esso, donano alla pelle idratazione e nutrimento per un effetto liscio e vellutato.
Prezzo: da 1.300 euro circa
Per informazioni: www.reginaisabella.com

Pasqua a Livigno per l’ultima neve

Livigno

Il mese di aprile di quest’anno regala un super-ponte: Pasqua e 25 aprile sono l’occasione ghiotta per godersi l’ultima neve. E, visto l’altitudine, a Livigno si scia fino ai primi di maggio. 115 chilometri di piste di vario livello dai 1’800 ai 2’900 metri di quota, con 12 piste nere, 37 rosse e 29 blu servite da impianti di risalita all’avanguardia che comprendono 6 telecabine, 13 seggiovie e 11 skilift disposti su due versanti di montagna. L’innevamento delle piste è garantito; le giornate sono più lunghe e calde e permettono di godersi la via dello shopping con i tanti negozi dutyfree. All’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort****S, lo ski pass è gratuito per la settimana di Pasqua e 25 aprile, arrivando venerdì 19 o sabato 20 aprile, con 7 notti in mezza pensione.
Oltre allo sci, l’hotel propone a tutti i suoi ospiti l’accesso gratuito alla Mandira SPA, con i suoi 1.200 metri quadri distribuiti tra la nuova piscina panoramica con vista sulle vette di Livigno, l’Apotheke con le erbe alpine dove perdersi tra le benefiche essenze, l’idromassaggio salino, l’area saune e le sale relax.
Prezzo per 7 notti in mezza pensione, con ski pass gratuito a partire da 1953 euro per due persone (in camera doppia). Ogni ospite riceve inoltre la Lungolivigno Club, la tessera che unisce tutte le attività del mondo Lungolivigno e consente di accumulare punti da utilizzare subito come buoni sconto negli hotel e nelle fashion boutique del gruppo Lungolivigno. Welcome bonus di 500 punti.
Per informazioni: www.lungolivigno.com

Alla scoperta delle tradizioni di Minorca
Minorca, l’isola della calma e dal fascino esclusivo delle Baleari raggiungibile dall’Italia in poche ore di volo, rappresenta la meta perfetta per trascorrere la Pasqua o i prossimi ponti primaverili. Durante questo periodo si può infatti godere di un clima mite, ideale per andare alla scoperta delle sue attrazioni in totale libertà tra paesaggi unici in fiore e luoghi remoti, e vivere l’anima più autentica dell’isola assistendo alle antiche celebrazioni della Semana Santa.
La settimana di Pasqua è l’occasione perfetta per un tuffo nella storia più antica dell’isola, prendendo parte a processioni e a riti tradizionali molto suggestivi. Da non perdere il martedì la toccante Via Crucis con costumi dell’epoca che ripercorre in varie fermate la vita di Gesù, per poi proseguire il Giovedì Santo a Mahon con la Processó del Silenci che commemora la Passione e la risurrezione del Cristo attraversando le vie della città in un religioso silenzio. Il Venerdi Santo si svolge la processione del Sant Enterrament a Ciutadella, Ferreries, Es Mercadal, Es Migjorn y Sant Lluís ma a Mahon si tiene quella più rappresentativa che rimanda alla sepoltura del Cristo. La domenica di Pasqua si svolge la tradizionale processione del Encontre che segna l’incontro tra il Cristo Risorto e la Vergine Maria che percorrono le vie della città fino alla cattedrale. Oltre a vivere le tradizioni, potrete degustare la deliziosa gastronomia tipica del periodo pasquale. Tra i piatti caratteristici spiccano il potaje de Vigilia, uno stufato di merluzzo a base di verdure e legumi servito con olio d’oliva e prezzemolo; la sopa de ajo, una zuppa all’aglio con l’uovo aggiunto a caldo, olio d’oliva e pane; i bunuelos, le tipiche frittelle alla crema e cannella disponibili anche in versione salata con formaggio, prosciutto, o tonno; le rosquillas, ciambelle con scorza d’arancia e infine la Mona de Pascua, una torta rotonda con un impasto alle mandorle guarnita con uova sode colorate.
Per gli amanti dell’archeologia, poi, da non perdere un tour megalitico con tappa al sito di Trepuco’, villaggio del periodo talaiotico che conserva i resti della muraglia, due “talaiot” torrette, l’edificio di culto “taula” e resti di abitazioni del II millennio a.C.
Per informazioni: www.menorca.es

Kirghizistan: tour nomadi e carovane

Kirghizistan

Tour per veri viaggiatori, amanti della natura, che sanno sacrificare a volte il comfort a favore di esperienze indimenticabili. Paesaggi d’alta quota, due pernottamenti in yurte, laghi spettacolari e petroglifi che datano VIII secolo a.C..
Tre quarti del Kirghizistan, in Asia Centrale, sono composti da montagne e oltre 2000 laghi in alta quota. Son Kul, a oltre 3000 metri, è base di accampamenti e infatti si vivrà l’esperienza dell’accoglienza nella yurta. Issyk Kul, considerato la perla del paese, è il secondo lago più profondo al mondo coi suoi 669 mt. Alimentato da centinaia di fonti sotterranee, significa “lago caldo” perché non gela mai; le montagne che lo circondano lo proteggono dalle correnti creando un microclima.
Il viaggio toccherà il parco nazionale Ala Archa, e avrà un aspetto etnografico con i petroglifi che testimoniano la presenza umana da migliaia di anni. Queste terre furono battute dalla Via della Seta, dove l’ospitalità dei chirghisi rifocillava i viandanti; le valli di Tien-Shan in particolare offrivano rifugio a mercanti, operai, monaci e soldati. Qui si ammirerà il Caravanserraglio, a 3200 mt, ancora ben conservato. Partenza: 24 aprile Durata: 8 notti.
Prezzo da da 1.580 euro a persona in camera doppia, voli inclusi.
Per informazioni: www.parextour.it/tour/nomadi-e-carovane

Golf vista lago di Garda

Lago di Garda-Palazzo Arzaga

Che si tratti di un week end lungo o di una gita last minute di un solo giorno, Palazzo Arzaga è la meta ideale per iniziare a gustare i primi assaggi di primavera e approfittare delle festività pasquali o dei prossimi ponti. Immersa in una tenuta di 144 ettari, a soli 5 chilometri dal Lago di Garda, Palazzo Arzaga è un’antica dimora del XV secolo armoniosamente riconvertita in Golf e SPA Resort a 5 stelle. Qui comodità e lusso si fondono perfettamente. Chi è in cerca del dolce far niente può approfittare di una spettacolare terrazza con piscina e zona relax, dove rimanere in ascolto della natura. Per chi invece punta sul benessere per fare il pieno di energie, la raffinata SPA by Clarins propone, oltre a i trattamenti, una piscina coperta, un’area relax, 3 saune, 2 bagni di vapore, una vasca idromassaggio e docce di varie temperature. Per gli sportivi e, in particolare, gli appassionati di golf, il vero fiore all’occhiello di Palazzo Arzaga sono i suoi due campi da 18 e da 9 buche, progettati rispettivamente da due leggende del golf mondiale, Jack Nicklaus II e Gary Player, insieme all’Arzaga Golf Academy.
Prezzo: il pacchetto Golf costa 504 euro a persona per soggiorno di 4 notti
Per informazioni: www.palazzoarzaga.it

A Merano fiori e tradizioni

Giardini Castel Trauttsmandorff Merano

A Merano, perla dell’Alto Adige incastonata nella verde Val Passiria, Pasqua vuol dire primavera, sole, luce, colori, profumi: qui la natura si risveglia in anticipo grazie al microclima particolare. Il periodo pasquale è anche l’occasione per visitare i bellissimi Giardini di Castel Trauttmansdorff, appena riaperti dopo la pausa invernale: 12 ettari di verde terrazzato che in un suggestivo anfiteatro naturale riuniscono paesaggi esotici e mediterranei, vedute mozzafiato sugli scenari montani circostanti e sulla città baciata dal sole.
Ma Pasqua è anche tradizione: la domenica, ad esempio, per i meranesi è un’occasione per indossare gli abiti tradizionali e andare in chiesa per celebrare la Resurrezione, per poi sedersi a tavola, sfidarsi nella tradizionale battaglia delle uova sode, il cosiddetto “Pecken” e gustare le mille delizie della tradizione gastronomica altoatesina, come il “Fochaz” (il pane), il prosciutto di Pasqua con la salsa di rafano, gli asparagi bianchi, e la dolce corona di pasta lievitata… Il giorno di Pasquetta, invece, apre ufficialmente la stagione delle corse all’Ippodromo di Maia, protagonisti i magnifici cavalli Avelignesi: un appuntamento che richiama con i suoi giovani fantini e i cavalli dalla chioma d’oro grandi schiere di pubblico di ogni età.
Per soggiornate potete scegliere il Park Hotel Mignon, lussuoso 5 stelle di proprietà della famiglia Glatt-Amort-Ellmenreich è un vero e proprio paradiso di privacy e benessere nel cuore della città, a soli 5 minuti a piedi dal centro ma immerso in un grande parco rigoglioso di fiori e piante. Fiore all’occhiello, la Spa di 2000 metriquadri e con un ampio menu di trattamenti che sfruttano le proprietà dei prodotti di montagna.
Prezzo: dal 12 aprile al 5 maggio 2019 l’Hotel propone 5 notti a partire da 1.090 euro o 7 notti a partire da 1.474 euro a persona in camera doppia con balcone, in formula “Pensione Benessere Mignon”.
Per informazioni: www.hotelmignon.com

Pasqua in Turchia

Turchia

Un grande classico: Istanbul con il fascino delle moschee e dei tesori del Topkapi, Ankara la capitale, la Cappadocia e i suoi camini delle fate, Konya dei dervisci danzanti, il bianco “castello di cotone” di Pamukkale, Aphrodisias ed Efeso, uno dei siti archeologici più importanti della Turchia.
Si inizia da Istanbul, con le moschee fra le più belle al mondo, il palazzo Topkapi che fu centro del potere ottomano per quattro secoli, la piacevolezza di una crociera sul Bosforo e il divertimento dello shopping nelle 4000 bancarelle del Gran Bazaar.
Poi via per la Cappadocia, che pare uscita da un libro di fiabe, perché gli agenti atmosferici hanno creato forme naturali bizzarre e uniche e l’uomo vi si è adattato. Oltre alle tappe classiche si visiterà la città sotterranea di Kaymakli.
Quindi Konya, patria del movimento mistico dei Dervisci, Pamukkale con le sue cascate calcaree colme di acqua termale, fino alla costa affacciata sull’Egeo, che ha in Efeso, Patrimonio dell’Umanità, una delle meraviglie del mondo antico. Partenza: 20 aprile Durata: 7 notti.
Prezzi a partire da 1.195 euro a persona, voli inclusi da Bergamo e Bologna.
Per informazioni: www.parextour.it/tour/pasqua-in-turchia

Due giorni di total relax nel rifugio termale

Porretta Terme

Fra le curve morbide e sinuose dell’Appennino tosco-emiliano si nasconde una sorgente di benessere… Un “rifugio” per ritrovare nuovi spazi, tempi e stili di vita: è la spa termale dell’Hotel Helvetia di Porretta Terme, in provincia di Bologna. L’acqua utilizzata nella spa è quella salsobromoiodica estratta dalla sorgente che un tempo veniva utilizzata dalle Antiche Terme. Queste acque sono particolarmente rinomate ed efficaci per disturbi muscolo/tendinei, neuromuscolari e vascolari. L’Hotel e la spa sono ospitati in un edificio dei primi del ‘900 che mantiene intatto il fascino di uno stile Liberty elegante e austero. Ma è l’architettura della spa a rappresentare la vera unicità del luogo; essa è infatti ambientata all’interno di un autentico rifugio anti-aereo bellico.
Per il periodo pasquale e i ponti di Primavera la struttura propone il pacchetto Gold (2 Notti) che include: pernottamento in camera doppia, prima colazione, trattamento di mezza pensione, accesso alla SPA Termale e al Fitness center, 1 Massaggio aromatico al Bergamotto da 50 minuti che contribuisce a tonificare la pelle e a donarle nuovo vigore e sconto del 15% per trattamenti benessere aggiunti prenotati almeno 48 ore prima dell’arrivo.
Prezzo a coppia a partire da 459 euro
Per informazioni: http://www.helvetiabenessere.it

Pasqua alle Maldive su un’isola deserta

Maldive

I maldiviani lo hanno battezzato “your private secret paradise”, il tuo paradiso privato. E segreto. Dove si trova? Nell’atollo di Haa. Si tratta delle Maldive che non avete mai visto, quelle dove il turismo non è mai arrivato. Le Maldive del Nord, una manciata di isole coralline nel blu intenso dell’Oceano Indiano, deserte e disabitate.
Proprio qui North Maldives una piccola organizzazione turistica maldiviana, propone in esclusiva per il mercato italiano una vacanza davvero speciale: Pasqua su un’isola deserta. In realtà la proposta abbraccia non solo Pasqua ma i mesi di marzo, aprile e maggio 2019 e prevede il soggiorno sull’isola di Dhidhdhoo, la capitale delle Maldive del Nord, nel lodge The Veli Inn, l’unica struttura turistica di tutta l’isola. Ogni mattina gli ospiti vengono portati in barca su isole deserte, circondate da lagune cristalline, dove non c’è niente e nessuno. Lingue di corallo decisamente wild. E qui North Maldives organizza barbecue in spiaggia con pesce pescato durante il tragitto, propone drink con il cocco raccolto al momento dalle palme che crescono a pochi metri dalla spiaggia e fornisce ombrelloni, sdraio e stuoie per ripararsi dal sole e per il giusto comfort in spiaggia.
Una vacanza ideale per coppie che vogliono intimità, per gli spiriti romantici, per chi è alla ricerca di un luogo fuori dal mondo e per chi vuole fuggire, almeno per qualche giorno, dalla vita quotidiana. Una vacanza selvaggia, nella natura, dallo spirito green. Infatti, North Maldives destina una parte dei proventi per il progetto di tutela ambientale Blue Atoll, che consiste nello smaltimento della plastica che infesta gli oceani.
Le tariffe (800 euro in alta stagione, 720 euro in bassa stagione) includono il soggiorno, i trasferimenti interni dalla capitale Male all’isola di Hanimandhoo/Dhidhdhoo con voli di linea della compagnia di bandiera maldiviana IAS Maldivian Airlines, i trasferimenti con motoscafo veloce da e per l’aeroporto, tutte le escursioni sulle isole deserte e le tasse maldiviane. Non sono inclusi i voli dall’Italia per i quali gli ospiti dovranno provvedere in autonomia.
Per informazioni: www.northmaldives.com

Pasqua a Istria tra golf e centro benessere

Istria-Kempinski

Il Kempinski Hotel Adriatic a Savudrija, nei pressi di Umago, è l’albergo dove il lusso accoglie e accompagna i suoi ospiti durante tutto il soggiorno. Circondato da pittoreschi uliveti e vigneti, questo paradiso appartato gode di una vista mozzafiato sul Mar Adriatico, offrendo il massimo del comfort e della privacy ai suoi clienti. Un rilassante centro benessere di 3.000 mq la Carolea SPA, un campo da golf a 18 buche e ottime proposte gastronomiche da gustare nei suoi due ristoranti gourmet, Dijana e Kanova. Sia che si decida di trascorrere una vacanza attivamente o di trascorrere momenti di completo relax in spiaggia, l’atmosfera istriana renderà il soggiorno comunque e sicuramente indimenticabile. Non a caso è la destinazione preferita anche da sposi in viaggio di nozze o solo da coppie in cerca di una romantica fuga d’amore.
Per consentire ai suoi ospiti di vivere al meglio la propria vacanza, il Kempinski Hotel Adriatic apre la stagione con 3 offerte: un soggiorna di 3 notti con sconto del 25% e prezzo in camera doppia a partire da 109,00 Euro a notte valido fino al 25 aprile 2019, sconto del 20% con lo speciale Early Booker! E prezzo di 116,00 euro al giorno in camera doppia fino al 5 gennaio 2020 e il pacchetto “Soggiorna e gioca a golf” che prevede prezzo in camera doppia a partire da 225,00 euro a notte con soggiorno minimo di 2 notti.
Per informazioni: www.kempinski.com/istria

A tutto sport in Tirolo

Hotel Veronika (c) Olympia Region Seefeld

All’ Aktiv Hotel Veronika di Seefeld, in Tirolo, gli sportivi non si annoieranno di certo: quattro giorni nelle montagne tirolesi, passeggiate con le torce, divertente caccia al tesoro di Pasqua nel paese di Seefeld, noleggio gratuito delle biciclette. E per gli ospiti più piccoli ci sono tanti laboratori e attività su misura, come serate make-up, baby dance e animazione.
Da non perdere poi la romantica escursione con le fiaccole per tutta la famiglia al lago Wildsee, per vivere anche “in notturna” le atmosfere alpine che Seefeld sa regalare.
Dal 17 al 27 aprile, in mezza pensione, con merenda pomeridiana con caffè, tè e pasticcini, utilizzo gratuito dell’area benessere con piscina coperta, sauna e zona fitness, programma settimanale attivo con passeggiate, serate con musica al pianoforte, gite e molto di più, a partire da 997 euro, per 4 giorni, 2 adulti + bambino fino ai 16 anni.
Per informazioni: https://www.aktivhotel-veronika.at

Viaggio a sorpresa!
Proprio in occasione dell’arrivo della primavera, FlyKube, startup italo-spagnola che organizza viaggi a sorpresa, ha deciso di lanciare sul mercato il suo nuovo format turistico: una sorta di interrail, ma con una combinazione di aereo e treno, e con tappe ignote!
Al momento della prenotazione, infatti, l’utente sceglie la città di partenza e la durata del viaggio, senza sapere dove andrà. La destinazione, o meglio, le destinazioni, saranno comunicate solo un paio di giorni prima della partenza.
Il viaggiatore può scegliere di spostarsi ogni 3 giorni (2 notti) in una destinazione a sorpresa in Europa. La durata complessiva del viaggio va da 5 giorni fino ad 11, con un costo a partire da 299 euro per 5 giorni e 4 notti. Al momento della prenotazione, il viaggiatore vedrà l’elenco di tutte le destinazioni disponibili, con la possibilità di escludere 3 città gratuitamente (per le successive verrà applicato un piccolo extra), poi FlyKube si occuperà di organizzare il resto. Le città dell’itinerario saranno comunicate due giorni prima della partenza, gli spostamenti potranno essere in aereo o in treno, a seconda delle città.
Per maggiori informazioni: https://www.flykube.com/it/viaggio-multidestinazione-sorpresa

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − due =

Mood Town

Sorrento: la perla italiana da scoprire questa estate

Published

on

Si trova in una posizione pittoresca su una terrazza tufacea sul Golfo di Napoli e regala scorci mozzafiato sul mare. Parliamo di Sorrento, la cittadina più famosa della costiera Sorrentina e nota località di villeggiatura fin dai tempi antichi.

Qui il paesaggio è caratterizzato da rigogliosi giardini e agrumeti, marine a picco sul mare e da un centro storico suggestivo con un’interessante architettura storica e religiosa.

Decantata dai poeti, celebrata nelle canzoni, immortalata nei dipinti – qui soggiornarono Goethe, Dickens, Nietzsche e D’Annunzio, per fare qualche nome – la bella terra delle sirene è conosciuta in tutto il mondo ed è una delle mete godibile in ogni stagione dell’anno, di giorno e di notte.

Ospitale e allegra, Sorrento accoglie i visitatori in cerca di sole, storia, arte, cultura e divertimento. Numerose sono le chiese e i palazzi storici, sorprendenti i punti panoramici, caratteristici i vicoli pieni di negozietti e botteghe artigiane, eccezionale la qualità della sua offerta gastronomica.

5 cose da fare a Sorrento
Sicuramente molto dipende dalla vostra idea di vacanza: c’è chi preferisce esplorare la penisola a bordo di una barca privata, chi andare alla ricerca di prelibatezze locali nei ristoranti – anche stellati come Il Buco dove trovate lo chef Giuseppe Aversa – e chi preferisce la vacanza attiva alla scoperta delle bellezze culturali e naturali della zona.

Qualsiasi sia la vostra idea di vacanza, ecco cinque cose da fare e vedere a Sorrento.

Il Duomo
Come prima cosa non potete perdervi una visita della cattedrale. Il Duomo di Sorrento è dedicato ai Santi Filippo e Giacomo. L’interno a croce latina e tre navate è ornato nei soffitti da tele barocche di Oronzo e Nicola Malinconio e di Giacomo del Po, e conserva opere di grande valore. Nella prima cappella, oltre al battistero nel quale fu battezzato Torquato Tasso, si trova un magnifico rilievo marmoreo del Redentore del 1522 incorniciato da dodici formelle trecentesche. Nella navata centrale si possono ammirare il trono arcivescovile e un pulpito impreziosito da una “Madonna col Bambino e i due San Giovanni” di Silvestro Buono (1580), entrambi cinquecenteschi; nel presbiterio, il coro ligneo è un notevole esempio di tarsia sorrentina dei primi del Novecento. Infine, nella Cappella del Santissimo Sacramento, un pregevole Crocifisso ligneo del ‘400 sovrasta l’altare seicentesco con putti laterali di bottega di Domenico Antonio Vaccaro. A pochi metri dal Duomo, poi, sul Corso Italia, si affaccia il rosso campanile a cinque piani.

Marina Grande e Marina Piccola
Altra doverosa visita è Marina Grande e Marina Piccola. Pittoresco borgo marinaro al quale si accede percorrendo una stradina a gradoni di pietra e attraversando l’antica Porta greca, Marina Grande conserva il fascino del villaggio di pescatori che fu un tempo con le sue case colorate, le barche e le reti tirate sulla riva.

Il borgo, reso celebre dal film con Vittorio De Sica e Sofia Loren “Pane, Amore, e …”, offre caratteristici localini, ristoranti e stabilimenti balneari. Il 26 luglio nella marina si festeggia Sant’Anna, protettrice del borgo, a cui è dedicata la chiesa.

Marina Piccola, invece, è il porto di Sorrento, un importante approdo di traghetti e aliscafi; da qui partono anche per escursioni a Ischia e Capri. Ubicata in una bella insenatura, al lato del porto si trovano alcuni stabilimenti balneari che, a causa delle ridotte dimensioni dell’arenile, a volte sono realizzati su palafitte sull’acqua.

Fare una gita a Punta Campanella
Punta Campanella è un promontorio della Campania è una area marina protetta istituita nel 1997 col nome area naturale marina protetta Punta Campanella. Il promontorio è situato in costiera sorrentina, dividendo il golfo di Napoli da quello di Salerno ed estendendosi su una superficie in mare di oltre 1500 ettari.

L’Area marina protetta Punta Campanella è caratterizzata dalle falesie calcaree che scendono nel mare, creando pareti di roccia che scendono fino a 50 metri e oltre di profondità.

Qui la vista è davvero mozzafiato e, nelle giornate più limpide, potrete persino scorgere Ischia e Procida.

Shopping nelle botteghe artigiane
I negozi della Penisola Sorrentina non sono proprio economici ma gli oggetti, i vestiti e i prodotti tipici, sono di ottima qualità e fattura artigianale. A Sorrento potrete acquistare in pieno centro storico, pregiati oggetti d’artigianato o esclusivi capi d’abbigliamento in una delle tante boutique di Corso Italia.

Ma tutti gli incantevoli paesini della Costiera sono ricchi di caratteristiche botteghe e particolari bazar in cui trovare di tutto. In questa zona è molto diffuso anche lo shopping gastronomico e come potrebbe essere diversamente con tutti gli squisiti limoni, mandarini, vini e limoncelli che si trovano in Costiera? Tra una vetrina e un’altra non dimenticate di assaggiare il gelato artigianale che vi terrà freschi anche nelle ore più calde.

Un aperitivo al Vista Sky Bar dell’Hotel Mediterraneo
Il Vista Sky Bar dell’Hotel Mediterraneo, inaugurato nel 2015, con la sua vista mozzafiato a 360 gradi sul Golfo e sulle colline di Sorrento, è diventato da subito una realtà di riferimento per gli splendidi tramonti e serate musicali in Penisola Sorrentina.

Un concept moderno e suggestivo, una “casa degli eventi” con una vista unica e una selezione di cocktails, dai classici intramontabili a signature, affidata all’esperienza dell’Head Bartender Arturo Iaccarino. Il menu “Taste & Share” propone finger food curati dello chef Giuseppe Saccone che qui si è divertito a mischiare ingredienti locali con altri internazionali di maggior tendenza. Da non perdere i gamberoni in pasta Kataifi con salsa agrodolce ed il gran crudo di mare che si abbina perfettamente alle bollicine.

Ma anche la musica è protagonista. Dj set e gruppi dal vivo si alternano nella programmazione artistica dell’estate. Artisti del calibro di Steve Edwards, José Padilla e Claudio Coccoluto hanno suonato su questa splendida terrazza. E anche quest’anno la programmazione artistica sarà ricca di artisti di primo livello, tra cui spiccano le collaborazioni con Roberto Barone ed i Dj di Radio Yacht, con i dj e producers Alaja e Gallo e con il DJ Dario Guida veterano dei migliori club partenopei, capresi e internazionali. Per informazioni: https://www.mediterraneosorrento.com/vista-sky-bar-rooftop-cocktail-bar-sorrento/

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Filippine: un sogno ad occhi aperti da vivere al più presto

Published

on

Secondo Forbes la meta asiatica è nella classifica delle 7 destinazioni che i viaggiatori hanno in programma di raggiungere appena terminata la pandemia. Un successo che è facilmente spiegato dalla bellezza del territorio, la squisita ospitalità degli abitanti e un ventaglio di attività ed esperienze che ne hanno consacrato il successo.

Oltre 7.000 isole, tutte diverse e ricche di esperienze entusiasmanti, rendono le Filippine una delle destinazione più amate dal turismo internazionale; così apprezzata da farla entrare, secondo la classifica stilata da Forbes, nella top 7 delle mete che i viaggiatori di tutto il mondo sognano di raggiungere appena terminata l’emergenza legata alla pandemia e superate le restrizioni dei viaggi. Dalle coste sabbiose ai luoghi ricchi di cultura, ecco cosa non è assolutamente possibile perdere in un viaggio nelle Filippine.

ADRENALINA E STORIA
Nella provincia di Ilocos Norte la colorata cultura e la diversità ecologica delle Filippine trovano una delle loro massime espressioni, senza rinunciare al divertimento sfrenato! A poco distanza dalla città di Paoay, infatti, le famose dune di sabbia offrono ai turisti un’emozionante esperienza nel deserto e lapossibilità di fare sandboarding, ATV e vivere avventure in 4×4.

Per gli appassionati di storia, la St. Augustine Parish Church, meglio conosciuta come Paoay Church, è una delle più antiche chiese cattoliche delle Filippine e addirittura di tutta l’Asia, costruita nel 1600. Un sito, patrimonio dell’UNESCO, che ha mantenuto intatto il suo fascino architettonico unico attraverso cura e dedizione regolare e che fornisce una buona rappresentazione visiva dell’influenza degli spagnoli nella cultura filippina.

UN SALTO NEL PASSATO
A Vigan City, nella provincia di Ilocos Sur, la famosa Calle Crisologo rimane una delizia sia per i turisti che per gli amanti dello shopping, e non solo, perchépercorrerla in lungo e in largo significa fare un vero e proprio salto nel passato filippino. La celebre via ha conservato tutto il  fascino del vecchio mondo ed è magnificamente conservata. Uno spettacolo ancora più entusiasmante se visitata all’imbrunire, quando il sole cede il posto alle tenebre e i lampioni si accendono. Ogni edificio che costeggia la strada è decorato con dettagli realizzati durante la dominazione spagnola, camminare lungo i sentieri acciottolati di Calle Crisologo è una vera immersione nella storia.

SOLE E IMMERSIONI
Una visita nella Filippine non sarebbe completa senza mare, spiaggia e sole: se si parla di questo viene spontaneo pensare subito all’isola filippina per antonomasia, Boracay. La più famosa, premiata e apprezzata isola dell’arcipelago è senza dubbio un luogo da non perdere. Dopo l’intensivo progetto eco-sostenibile iniziato nel 2019 e proseguito anche nel corso del 2020, un buon numero di hotel, ristoranti, stabilimenti turistici sull’isola sono pronti per accogliere nuovamente i turisti nel pieno rispetto di protocolli e in totale sicurezza.

Famosa per la sua brulicante vita marina e i siti di immersione, la destinazione offre alcune vere chicche tra cui lo spot di Anilao, nella zona di Batangas, il luogo perfetto per scrollarsi di dosso il torpore della vita casalinga e aprirsi a nuove esperienze. La stagione perfetta per le immersioni va da Novembre a Maggio, un ampio periodo di tempo per godere il meglio di quello che i fondali delle Filippine possono offrire e regalarsi una avventura straordinaria.

ARTE  E GASTRONOMIA
Per gli appassionati e intenditori, il famoso Pinto Art Museum e le gallerie Art Sector che si trovano nella provincia di Rizal offrono uno fra i più interessanti e apprezzati spaccati sull’arte contemporanea nelle Filippine. Il primo è particolarmente noto per le mostre ambientate in edifici missionari circondati da una fitta e rigogliosa vegetazione, mentre le gallerie d’arte, d’altra parte, offre una vista mozzafiato e pittoresca sulle montagne prospicienti e il Laguna Lake.

I buongustai, soprattutto gli amanti dei dolci, troveranno il loro paradiso a Bacolod, capoluogo della provincia di Negros Occidental, affettuosamente ribattezzata dai locali la capitale delle zucchero delle Filippine. Qui i sapori internazionali e cosmopoliti incontrano il vivere tipicamente locale dando vita a creazioni incredibili e gustosissime.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Benvenuti a Sciacca, la Città dei 5 Sensi

Published

on

Città marinara, turistica e termale, ricca di monumenti e chiese, Sciacca è il comune più popoloso della provincia di Agrigento, dopo il capoluogo.

Apprezzata località di mare con numerose e belle spiagge, tra cui ricordiamo la Spiaggia di Capo San Marco, è conosciuta anche per i preziosi reperti custoditi dal suo territorio.

Per valorizzare questa terra e promuoverne il turismo è nato “Sciacca – La Città dei 5 Sensi”, un progetto di tutela e valorizzazione territoriale nato agli inizi del 2019 dalla volontà e dall’amore di un gruppo di cittadini per il proprio patrimonio identitario.

L’iniziativa ha ricevuto il plauso della Fondazione Italia Patria della Bellezza, la cui missione è rimettere al centro il valore del patrimonio culturale, artistico, monumentale e paesaggistico del nostro Paese, attraverso un bando per sostenere le attività di promozione e comunicazione di progetti che si distinguono per la loro capacità di sviluppo delle realtà locali.

ph AMBRA FAVETTA

La visione dalla quale tutto è partito è l’idea che una comunità ha il diritto e il dovere di vivere del proprio patrimonio materiale e immateriale. Oggi chi arriva a Sciacca incontra la Comunità della Città dei 5 Sensi, un gruppo di persone che con competenza e passione hanno organizzato un insieme di esperienze e un sistema di ospitalità e narrazioni che accoglie il visitatore.

La rivoluzione alla base del progetto di marketing territoriale è che tutti coloro che fanno parte della Comunità, consapevoli del valore di ciò che li circonda, mettono in comune le proprie competenze e le proprie peculiarità dentro un sistema organizzato di mutuo sostegno e promozione reciproca. I singoli tasselli del mosaico identitario prendono valore per creare un’economia e un turismo sostenibile dove chi arriva si senta accolto in modo speciale.

Viviana Rizzuto, fondatrice e Presidente della Cooperativa di Comunità “Identità e Bellezza” che gestisce il Museo Diffuso dei 5 Sensi, ama definire Sciacca “Un Museo a cielo aperto, dove le porte della città sono gli ingressi del museo, le strade sono i corridoi, le vetrine e le finestre sono le teche. E il tesoro che viene offerto è l’identità di chi ci vive.”

La comunità si trasforma per accogliere e condividere i propri tesori coinvolgendo ogni settore, dai b&b, alle botteghe, dai pescatori ai bar. Questo senso autentico di ospitalità unito ad una incredibile ricchezza storico culturale rende Sciacca unica nel suo genere.

Consapevoli di questo patrimonio la Comunità ha deciso di organizzarsi e costruire per i turisti un catalogo di oltre 50 esperienze e una selezione di luoghi speciali dove poter pernottare e mangiare. Cosa hanno in comune? In ognuna di queste i 5 sensi si attivano per vivere in profondità l’identità del territorio.

Nella città sono stati aperti dieci infopoint diffusi dentro a negozi, bar, tabacchi, botteghe artigianali, gestiti da chi vive quotidianamente la città, pronti ad orientare chiunque (grazie a dei traduttori simultanei “parlano” tutte le lingue del mondo) e a consigliare una esperienza, posti in cui mangiare e tutto quello che serve per vivere a pieno la terra siciliana. Con un orario di apertura difficile da emulare visto che aprono alle sette di mattina con il bar e chiudono alle due di notte con il pub.

Emilio Casalini, direttore creativo del progetto, spiega “Nel Museo Diffuso dei 5 Sensi puoi scoprire ogni aspetto della sicilianità con l’intensità riservata ad un cittadino temporaneo: diventi parte di una comunità e con te vengono condivisi la nostra quotidianità e i nostri saperi secolari”.

Diventando un cittadino temporaneo puoi incontrare i Maestri di antichi saperi pronti a condividerli: puoi imparare a lavorare la famosa ceramica e il corallo di Sciacca – l’unico esempio di corallo sostenibile al mondo in quanto di origine fossile – imparare l’arte della cartapesta legata allo storico carnevale, sentire i profumi delle erbe aromatiche, ammirare le grotte dai vapori benefici che la leggenda attribuisce a Dedalo, ascoltare le voci del mercato e fare la spesa alla scoperta delle materie prime locali, imparare a guidare una barca guidati da un non vedente,  scoprire i segreti della cucina siciliana e l’arte di colorare la frutta martorana, scoprire come fare pane e pasta partendo dal campo di grano, passando per il mulino per poi portare l’impasto alla cotture in un antico forno comunitario assieme alle nonne del paese, fare yoga e meditazione in spiaggia immaginandosi l’Isola Ferdinandea che riemerge. E ancora tanto altro.

Un museo da vivere attraverso itinerari e percorsi consigliati in base alle proprie esigenze per scoprire ed esplorare la città, accompagnati dalle guide locali o in autonomia grazie ad audioguide gratuite che raccontano storie, luoghi ed esperienze da non perdere. Attività che coinvolgono tutti i sensi per comprendere a fondo l’identità di Sciacca.

Per info: http://www.sciacca5sensi.it

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending