Connect with us

Glamour

International Selfie Day – Mercoledì 21 giugno 2017

DailyMood.it

Published

on

After Sex Selfie”, “Belfie”, “Footsie”, “Helfie”, “Pelfie”, “Relfie”, “Suglie”, “Ussie”, “Welfie”: la selfie-mania non si ferma, ma la vera novità del 2017 sono gli “AirSelfie”, i selfie aerei

Cambio di prospettiva: quest’anno, i selfie prendono il volo grazie ad AirSelfie, la camera volante italiana da 61 gr che supera i 20 metri di altezza

Mercoledì 21 giugno 2017 si celebra l’International Selfie Day, la giornata mondiale, ideata dalla BBC nel 2014, dedicata tutti coloro che vogliono raccontare se stessi attraverso un autoscatto.
Il fenomeno “Selfie” è iniziato ufficialmente nel 2004, quando un utente di Flickr, piattaforma per la condivisione di foto, ha utilizzato il termine per la prima volta. Un trend che è esploso notevolmente in questi anni, se si pensa che oggi ogni persona si scatta in media 3 selfie al giorno e ciascuno di questi richiede almeno 16 minuti, dallo scatto fino alla pubblicazione, spendendo così un’ora del proprio tempo giornaliero (fonte: FeelUnique).
Tuttavia oggi parlare di selfie non basta più, anche i selfie hanno dei nomi più specifici a seconda delle parti del corpo che vengono ritratte o dei soggetti che li popolano.
Dalla “A” alla “Z” ecco alcuni dei selfie più famosi.
A come “After Sex-Selfie” abbreviato in “ASS” – corpo mezzo nudo, spesso a letto tra le lenzuola in atteggiamenti affettuosi.
B come “Belfie” – il selfie dedicato al lato B, introdotto da Kim Kardashian e ora un must per raccogliere fiumi di like dai propri seguaci.
F come “Footies” – piedi in primo piano, spesso con panorami mozzafiato o ambienti curiosi che lasciano intravvedere o immaginare situazioni e circostanze.
H come “Helfie” – capelli in primo piano (hair), al vento o acconciature perfette, l’importante è che siano i protagonisti.
P come “Pelfie” – dall’inglese “Pets”, rientrano in questa categoria tutti i selfie che hanno per protagonisti i propri animali domestici, cagnolini, gattini, di soliti buffi e soffici, che conquistano numeri altissimi di like.
R come “Relfie” – dall’inglese “Relationship”, proprio come Chiara Ferragni e Fedez o Jay-Z e Beyoncé, tra i primi a far impazzire i propri fan con i selfie di coppia. I Relfie raccontano l’amore romantico tra le coppie, con sguardi complici e innamorati davanti a panorami mozzafiato.
S come “Suglie” – dall’inglese “Ugly”. Si tratta di selfie nei quali le persone assumono smorfie deturpanti che li fanno apparire più brutti o dall’aspetto non gradevole.
U come “Ussie” – dall’inglese “Us”. E’ il selfie di gruppo. Il primo che ha aperto questo filone è il selfie hollywoodiano per eccellenza, scattato all’86esima cerimonia di consegna degli Oscar, nel 2014, quando Ellen DeGeneres ha raccolto intorno a sé i volti più noti del cinema, segnando una pietra miliare nella storia dei selfie.
W come “Welfie” – dall’inglese “workout”: allenamento; l’irrinunciabile selfie mentre ci si allena in palestra o all’aperto, l’importante è esibire il proprio fisico e la passione per il fitness.

Per tutti i “selfie-addicted”, quest’anno però c’è una novità irrinunciabile che sta rivoluzionando gli scatti. Basta alle solite foto banali con lo smartphone, finalmente al panorama non si dovrà più rinunciare e nei selfie di gruppo potranno essere inclusi tutti, senza stringersi e abbandonando il selfie stick! Tutto questo è possibile grazie ad AirSelfie, la camera volante che permette di realizzare selfie e video aerei, da prospettive fino ad oggi irrealizzabili.

Alcuni dei luoghi più scattati nel mondo, che rientrano nella Top 20 stilata da Instagram nel 2016, come Central Park a New York, il Ponte di Brooklyn, il Santa Monica Pier, Tower Bridge a Londra, il deserto di Dubai, sono stati scelti anche da AirSelfie, per mostrarli da angolazioni completamente nuove, durante l’AirSelfie Team Tour che a marzo 2017 ha toccato le principali città nel mondo, da Londra a Berlino, da Dubai a Singapore, da Giacarta a Tokyo, fino a Los Angeles e New York.
La più piccola e compatta flying camera, ideata da due giovani fratelli italiani, può essere integrata direttamente nella cover del telefono, disponibile per iPhone 6/6 Plus, 7/7 Plus, Samsung S7 Edge, che, grazie a una batteria interna, permette di ricaricarla in pochi minuti. Per gli appassionati di selfie più accaniti, è disponibile anche un Power Bank, delle stesse dimensioni della cover e anch’esso capace di contenere al suo interno il device per portarlo sempre con sé, che consente multiple ricariche complete garantendo giornate di autonomia.
4 micro motori Brushless, i più piccoli e potenti mai realizzati, e una foto-video camera da 5mpx sono racchiusi in un elegante e ultra-leggero (61gr) case in alluminio aeronautico anodizzato dal design italiano più piccolo di uno smartphone (6,7×9,4x1cm).
AirSelfie può essere utilizzato in ogni momento e in qualsiasi luogo, grazie alla sua user experience semplice e intuitiva. È sufficiente estrarlo dalla cover o dal Power Bank, e, una volta acceso, si collega automaticamente al proprio smartphone via WiFi ed è subito pronto al decollo. AirSelfie può prendere il volo direttamente dalla propria mano ed è comandabile dallo smartphone, attraverso un’App, dotata di tre diverse modalità di volo.
E’ possibile pubblicare immediatamente foto e video realizzati con AirSelfie sui propri social: tutte le immagini e i filmati vengono inviati automaticamente allo smartphone via WiFi e appaiono subito sull’app. Da lì è possibile selezionare i file da salvare nella galleria dello smartphone per procedere con l’upload sui propri social network preferiti, pronti a contare like e apprezzamenti da parte dei propri amici e follower.
AirSelfie è ora pre-ordinabile su Amazon Italia, con consegna prevista a luglio 2017, al prezzo di € 319 con la cover e di € 339 con il Power Bank, che può essere acquistato anche singolarmente a € 89. Debutterà sul mercato globale a luglio 2017 a un prezzo indicativo di € 300 e sarà disponibile anche in altre varianti di colore.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Celebrity

Maluma wears Dsquared2 special looks for the 11:11 Worldwide Tour 2019

DailyMood.it

Published

on

Il cantautore colombiano Maluma indossa Dsquared2 per l’ “11:11 Worldwide Tour 2019” che è iniziato il 23 maggio a Città del Messico.
I looks di Dsquared2 sono ispirati ai temi delle collezioni Primavera Estate 2019. Il look di Maluma sarà caratterizzato da dettagli speciali e  personalizzati.

Amiamo Maluma, la sua musica, il suo atteggiamento. Lui è così entusiasta e un ragazzo così cool!
Siamo entusiasti di far parte del suo tour condividendo la nostra visione della moda.
I looks sono fluo, dinamici e colorati,  regalano una vera rappresentazione di chi è; elettrizzante! “, hanno detto Dean e Dan Caten.

Il tour visiterà più di 40 città in tutto il mondo.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Celebrity

Brad Pitt: Once Upon a Time in Hollywood Premiere

DailyMood.it

Published

on

L’attore Brad Pitt è apparso sul red carpet al Festival di Cannes 2019 con i suoi co-protagonisti in Once Upon A Time in Hollywood. Il film, ambientato a Hollywood nel 1969, è stato diretto dal cinque volte premio Oscar Quentin Tarantino. Pitt, anche lui vincitore di un Academy Award, è un membro della Breitling Cinema Squad e sfoggiava un Premier B01 Chronograph 42 al polso. Il CEO di Breitling Georges Kern e alcuni ospiti speciali selezionati sono stati presenti alla prima del film e al party after-premiere di Sony Pictures, per il quale Breitling era un partner ufficiale. Si è tenuto presso il JW Marriott Hotel di Cannes.

The Breitling Cinema Squad
Questa squadra cinematografica di Breitling include alcuni dei talenti più ammirati dell’industria cinematografica: Brad Pitt, Charlize Theron, Adam Driver e Daniel Wu. La loro missione: rendere i sogni realtà attraverso l’arte del cinema. Quattro attori acclamati, collegati dal loro amore condiviso e la padronanza del processo di produzione cinematografica, riuniti insieme a Breitling. Brad Pitt è uno degli attori più noti e versatili del mondo e un produttore vincitore di un Academy Award con la sua compagnia Plan B Entertainment. Charlize Theron è un’attrice vincitrice di un Academy Award che ha costruito una carriera straordinaria assumendo un’ampia varietà di ruoli, sempre con una competenza raffinata. Adam Driver, con un talento che abbraccia film indie e mainstream, sta rapidamente affermandosi come uno degli attori più interessanti. E, dal suo debutto nel 1998, attore, regista e produttore di arti marziali, Daniel Wu ha lavorato a più di 60 film, costruendo una reputazione di professionalità eguagliata solo dalla sua produzione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Eventi

An Inquiring Mind: Manolo Blahnik alla Wallace Collection.

DailyMood.it

Published

on

Dal 10 giugno al 1 settembre 2019, la Wallace Collection e Manolo Blahnik presentano An Inquiring Mind: Manolo Blahnik alla Wallace Collection. Questa entusiasmante mostra londinese giustappone Manolo, artista vivente e icona del mondo del design di scarpe, con l’eccezionale collezione Wallace, che è stata fonte d’ispirazione per gli artisti da quando è stata aperta al pubblico nel 1900.

Co-curata dal direttore della Wallace Collection, Dr Xavier Bray e dallo stesso Manolo, la partnership celebra il fascino di lunga data del famoso designer con la Wallace Collection, fornendo un’esplorazione senza precedenti del suo processo creativo. L’avventura colloca una curata montatura di scarpe dagli archivi di Manolo nell’intimo contesto della Wallace Collection accanto a dipinti, sculture e arredi che hanno ispirato la sua mente indagatrice – portando a un dialogo tra il vecchio e il nuovo, l’arte e l’artigianato, il reale e la fantasia.

La Wallace Collection è stata per me un punto di riferimento sin dai miei primi giorni a Londra: è stato – e rimane – uno dei miei musei preferiti con la più raffinata selezione d’arte, sono incredibilmente grato e onorato di far parte del progetto e ho esposto il mio lavoro al museo “. Manolo Blahnik

La Wallace Collection è stata a lungo fonte di stimoli creativi per Manolo, che si è affermato come uno dei principali designer di calzature grazie alla sua costante ricerca intellettuale per il nuovo e il bello dell’arte e della vita, della letteratura e del cinema, e in passato e presente. Con l’occhio di un artista per i dettagli visivi, negli anni ha tratto ispirazione dai dipinti, dai mobili, dalle porcellane e dalle sculture della Wallace Collection. Le sue scarpe evocano un mondo di lusso e bellezza, e riecheggiano le qualità di abilità e creatività trovate nell’arte.

Manolo ha collaborato con il museo per selezionare i capolavori del suo archivio che aiutano a guidare il visitatore in un viaggio stimolante di ricerca attraverso alcune delle grandi opere della Collezione Wallace. Le 10 gallerie utilizzate per la mostra sono spazi in cui Manolo ha sperimentato l’ispirazione, la passione e l’emozione di una grande arte che ha alimentato la propria creatività. Qui apprendiamo l’ascesa dello spettacolo pubblico nella Francia del XVIII secolo, nella Commedia dell’Arte e nelle arti dello spettacolo; ammiriamo le passioni collezionistiche degli intenditori neoclassici e le mode revival dell’antichità; scopriamo il dramma del barocco accanto all’opulenza dell’abbellimento e sperimentiamo il potere erotico di Boucher e Fragonard.

Qualità ed eccellenza sono la chiave dell’ethos di Manolo. Proprio come i fondatori della Collezione Wallace hanno cercato di acquisire il più bello, il più accattivante e il più prezioso, Manolo cerca anche di produrre scarpe di qualità ed eleganza squisite. I principi dell’artigianato e dell’artigianato dietro ciò che fa, riecheggiano anche con i mobili, le porcellane, gli orologi e le scatole d’oro con cui sono circondate le scarpe.

Durante la mostra ci sarà una serie di talk che celebreranno la partnership tra Manolo e la Wallace Collection. Tra i relatori ospiti eminenti studiosi, stilisti e professionisti di tutto il mondo dell’arte.

Per info: https://www.manoloblahnik.com/eu/wallace-collection/

Photography by Cassandra Parsons, © The Wallace Collection

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending