Connect with us

Style & Luxury

Un segnatempo “perpetuo”, che trascende la concezione del tempo umana, celebra il Giubileo della Regina d’Inghilterra

DailyMood.it

Published

on

13 giugno 2012

Celebrando il suo stato di “segnatempo ufficiale” de Diamond Jubilee Pageant, Jaeger-LeCoultre crea un’edizione speciale dell’orologio Atmos du Millénaire in edizione limitata di tre pezzi, inciso con le linee della Regina Elisabetta II, di cui si celebrano appunto i 60 anni sul trono.

Mostrando le ore, i mesi e la fase lunare, questo celestiale meccanismo del millennio è destinato a misurare gli anni uno per uno fino al 3000, ben incarnando un concetto di tempo che va ben oltre l’uomo.

Il modello è uno dei gioielli della corona del brand, che combina innovazione e design per dar vita a una filosofia dell’orologio che trascende la funzione di segnare il tempo.

Grazie alla tecnica miracolosa di usare solo le più piccole variazioni nella temperatura dell’ambiente per tracciare e mostrare il progresso infaticabile delle ore e dei minuti, il modello nasconde una serie di funzioni uniche.

La lancetta degli anni celebra le virtù di un movimento quasi-perpetuo: tutti gli anni dal 2000 al 3000 sono segnati con cerchi concentrici – questo è un orologio che trascende la concezione umana del tempo.

I mesi sono mostrati nell’apertura sopra il cerchio delle ore, mentre l’indicatore delle fasi lunari è posizionato a ore 6.

Votati all’assoluta precisione, i maestri orologireri del brand hanno anche  pensato al proprietario del segnatempo, che avrà bisogno di essere periodicamente resettato – l’indicatore delle fasi lunari è accurato con approssimazione di un giorno fino a 3821 anni.

Inventato nel 1928, il movmento quasi perpetuo dell’Atmos conta le ore, giorno dopo giorno, anno dopo anni, senza bisogno di batteria o ricarica- è un orologio che vive letteralmente on air.

Il suo segreto sta nella capsula ermeticamente chiusa posizionata sul retro del meccanismo che può trasformare le variazioni nella temperatura dell’ambiente in energia meccanica.

Ogni volta che il termometro sale o scende anche solo di un grado centigrado, il meccanismo può accumulare energia sufficiente per garantire un funzionamento di 48 ore.

La lentissima oscillazione del bilancino e la sua sospensione sono garantite dall’abilità del meccanismo di continuare a funzionare senza aiuto nei secoli.

superfluo dirlo, la costruzione di questo orologio unico è un’operazione che richiede estrema precisione.

Per limitare la dispersione di energia, il meccanismo funziona senza lubrificante – la frizione del termometro sui meccanismi sarebbe abbastanza per far fermare il meccanismmo.

Alcuni confronti sono sufficiente per illustrare lo straordinario risultato tecnico costituito da questo orologio: per esempio, potrebbe essere il più grande meccanismo prodotto dal brand, ma usa soltanto una 240esima parte dell’energia richiesta da un normale orologio da polso.

O anche, basta immaginare che ci vorrebbero sessanta milioni di Atmos per raggiungere lo stesso consumo di energia di una sola lampadina elettrica da 15 watt.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Collezioni Donna

Bottega Veneta presenta la Collezione Cruise 2019

DailyMood.it

Published

on

Per affrontare le complessità di questa moderna pre-collezione Bottega Veneta, il Direttore Creativo Tomas Maier ha escogitato una soluzione davvero elegante: creare tre gruppi distinti. “Funzionano come mini-collezioni”, spiega Maier.
La prima esce a novembre, la seconda a dicembre e l’ultima a gennaio. Ognuna è incentrata su quello che i nostri clienti potrebbero desiderare o di cui potrebbero avere bisogno quando i capi arrivano in negozio.”

La collezione donna parte riprendendo la Fall/Winter 2018 e la sua variegata palette di colori intensi, come Deep Orange, Marigold Yellow e Baccara Rose.
Nei capi invernali, Maier gioca con proporzioni e volumi. Double cashmere e double wool, materiali iconici per Bottega Veneta, acquisiscono un look sportivo nel montgomery oversize e in giacche chiuse da grandi alamari. Voluminose gonne a ruota sono abbinate a maglie spesse e giacche corte, bilanciate da stivali sottili al ginocchio e a tacco alto. Per i party della stagione, Maier propone un abito voluminoso e una gonna in un delizioso taffettà pieghettato.

Il secondo gruppo segna un drastico cambiamento, i colori delle gemme autunnali lasciano il posto a fredde tonalità pastello e délavé. “Ho scelto di offrire i colori più chiari per i giorni più bui dell’anno”, rivela Maier.Credo che risollevino molto il morale.” Questi colori discreti si abbinano meravigliosamente ai materiali lussuosi: un denso cashmere, la fur Steiff Schulte utilizzata anche nei classici teddy bear e persino un tocco di pizzo.

L’ultimo gruppo propone un assaggio di quello che potrebbe sfilare sulla passerella primaverile con un eclettismo energico. “Tutto è stampato o in fantasia”, racconta Maier. “Ma niente in coordinato.” Questi look vanno ispezionati da vicino: ogni motivo è fatto di piccoli punti, che da lontano creano l’illusione di un pied-de-poule o di una stampa da tappezzeria. È il tocco surreale che caratterizza Bottega Veneta. I look sono pensati a strati, da indossare adesso e successivamente. La scarpa abbinabile con tutti gli outfit — una pump con stampa animal abstract e un vivace tacco scultoreo — è il perfetto contrappunto allo spirito massimalista del ready-to-wear.

Più che mai, le borse da donna celebrano quell’individualismo così essenziale per Bottega Veneta. Maier presenta un ingegnoso ed estremamente funzionale “accessorio dell’accessorio”. Si tratta di articoli di piccola pelletteria in Intrecciato Checker — portamonete rotondi, miniportafogli rettangolari — creati per accessoriare sottili cinture o la tracolla di una borsa allargando così le possibilità di personalizzazione. Questi mini-accessori geometrici decorano anche alcune borse, come la Chain Knot, regalando un effetto Op Art. Una crossbody sinuosa e compatta è la nuova borsa da giorno perfetta per la donna sempre in movimento. Rendendo omaggio alla farfalla, da tempo simbolo di Bottega Veneta, Maier ha creato un incantevole fantasia da cravatteria, stampata sulla pelle in alcuni nuovi modelli, tra cui la prima belt bag femminile.

L’abbigliamento maschile segue uno schema parallelo basato su tre temi. I colori intensi della Fall/Winter 2018 sono ripresi in una gamma di quadri grafici. Non sono certo i soliti scozzesi autunnali. “Ogni tessuto è personalizzato”, sottolinea Maier. Un altro esclusivo tocco di originalità per un capo essenziale del guardaroba: risvolti colorati su jeans in denim scuro. Appena in tempo per il freddo dell’inverno, ecco lussuose maglie mélange, shearling patinati e un montgomery in double wool — un altro nuovo capo smart e sportivo — con cappuccio in maglia removibile.

Il gruppo successivo si rinnova con bianchi invernali e colori del deserto punteggiati da lampi di Bubblegum Pink e Mint Green. La palette inaspettata eleva l’uniforme casual di felpe morbide con dettagli raffinati e t-shirt indossate con giacche ispirate al workwear e pantaloni casual in cotone. In tempo per il viaggio stagionale, i capispalla sono estremamente funzionali con collo staccabile in shearling e interno in pelliccia ecologica Steiff che si può portare anche da solo — tutti ideali per i molteplici climi. Maier completa i look con un’alternativa all’onnipresente sneaker: un colorato boot con suola in gomma e lavorazione San Crispino in versione checker.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Anche per l’uomo l’arrivo della primavera ruota intorno al punto illusorio, che Maier utilizza per creare sobrie versioni puntiniste delle classiche fantasie dell’abbigliamento maschile: Principe di Galles, quadri e scozzesi. I pois sono mescolati con camicie stampate a farfalle e maglie mélange per un look che è un collage complesso ma coerente di pattern e texture. L’elemento di eccentricità è controbilanciato dalla natura essenziale delle silhouette. “È un guardaroba”, osserva Maier. “Giacche a vento, giacche, maglioni, pantaloni.

Le borse maschili della stagione includono modelli colorati inediti. La famiglia Micro Intrecciato in color-blocking è realizzata in calf con impresso il motivo intrecciato. Un altro nuovo gruppo, realizzato in robusto nylon scuro con profili in nappa dai colori accesi e dettagli in intrecciato, inietta nella collezione uno spirito fresco, in particolare nella nuova belt bag. Infine, la Enamel Tote è stata rivisitata con handles ed elementi in metallo smaltato in colori vivaci. In vista del prossimo Capodanno Cinese, queste totes sono accessoriate da un charm coordinato a forma di maialino realizzato in una combinazione di nappa liscia, coccodrillo e nappa intrecciata.

La collezione Cruise 2019 ha una duplice funzione: offrire ai clienti di Bottega Veneta i capi di cui possono avere bisogno al momento giusto e allo stesso tempo fondere quel pragmatismo con la pura creatività, proponendo capi e borse che fanno sognare. “Nessuno ha bisogno di un altro articolo basico”, conclude Maier.Voglio offrire ai nostri clienti qualcosa che non abbiano ancora visto.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Style & Luxury

Look Cannes 71: trionfa il girl power!

Polici Francesca

Published

on

La 71a edizione del Festival di Cannes, una delle kermesse più ambite al mondo, si è appena conclusa ed eccoci puntuali come sempre con i nostri commenti sui migliori look.

Partiamo subito da uno dei look che più ha fatto parlare di sé, quello della neomamma più sexy e super social, Chiara Ferragni ovviamente, che non poteva mancare a questo importante appuntamento glamour. Accompagnata dal suo principe azzurro, il rapper Fedez, la Ferragni ha sovrastato la scena con un abito firmato Alberta Ferretti, degno delle migliori favole Disney, quelle che ti restano nel cuore. L’abito da sera total pink con cintura nera in vita e lungo strascico, ha messo perfettamente in risalto il decolleté della regina della moda che, per l’occasione, ha sfoggiato anche un importante gioiello: un girocollo con il nome del suo Leoncino, nato poco più di tre mesi fa.

Ma Alberta Ferretti è stata anche la scelta dell’angelo di Victoria’s Secret, Elsa Hosk. Rosa antico per una mise romantica fatta di un tubino aderente e semi aperto con scollatura a cuore sopra, e lungo fiocco sotto per tenere insieme la gonna ampia e lucida.

Simile nel concept, anche l’abito dell’attrice premio Oscar Lupita Nyong’o in un long dress sempre total pink, ma con sfumature metallizzate, di Prada. Il tubino morbido con gonna ampia, fatto di più strati a veli, l’ha fatta brillare sotto i flash della Croisette. Un abito che, come molti altri sfoggiati durante la manifestazione, ci conferma un trend lanciato già nelle precedenti stagioni: le trasparenze.

Kendall Jenner in Alexandre Vauthier al Secret Chopard Party (Credits Getty Images)

Il nude, infatti, è particolarmente amato dalle star, in particolare dalla top model Kendall Jenner che sul red carpet ha indossato un long dress bianco in tulle, completamente trasparente, di Schiapparelli e poi al Secret Chopard Party ha sfoggiato un sensualissimo minidress metallizzato di Alexandre Vauthier a seno nudo. Ma la Jenner non è stata la sola a osare, molte sono state le celebreties che, abbracciando il movimento “Free the nipples” (letteralmente: “libera il capezzolo”), hanno deciso di mostrare liberamente il proprio corpo, su tutte l’ospite del red carpet di Leto a seno completamente nudo. Un trend che nasce dall’omonimo film di Lina Esco (2014) e che ben presto si è trasformato in un vero e proprio fenomeno di massa destinato a crescere sempre di più. Un movimento che è un vero e proprio monito alla spontaneità del corpo e che, naturalmente, trova terreno fertile nel periodo del #MeToo.
D’altronde, si sa, la moda è da sempre specchio della realtà, e negli ultimi tempi le tematiche sociali stanno invadendo sempre di più passerelle e red carpet internazionali. Cannes non poteva rappresentare un’eccezione in tal senso. Infatti, per il documentario My Profession Is Not Black le attrici hanno sfilato unite, indossando tutte degli outfit di Balmain, per lanciare un messaggio contro la discriminazione di ogni tipo.

Un’atmosfera che si è avvertita già dai primi giorni di Festival, quando 82 donne (registe, attrici e addette ai lavori), guidate dalla straordinaria Cate Blanchett si sono riunite al Grand Théâtre Lumière per parlare della condizione femminile nel mondo dello spettacolo – dal 1971 ad oggi sono state solo 82 le donne registe che hanno preso parte al Festival, contro ben 1688 uomini.

E allora, lunga vita a spacchi vertiginosi e trasparenze. Come è stato per il bellissimo abito della top model Alessandra Ambrosio vestita da Roberto Cavalli, marchio che è stato protagonista di questa kermesse francese. A indossarlo, anche: Hailey Baldwin, Joan Smalls, Stella Maxwell e Toni Garrn.

E ancora Arizona Muse in un elegantissimo nude Christian Dior; Charlotte Le Bon con ampia gonna in tulle completamente trasparente firmata sempre Christian Dior; Sara Sampaio in un abito con profonda scollatura a cuore e spacco vertiginoso fatto di piume e trasparenze di Ralph & Russo.

Un red carpet, quindi, che è stato un vero e proprio inno all’irriverenza – pensiamo al look di Damaris Lewis in uno chicchissimo Athleisure di Off-White – e al “Girl Power”.

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

La Summer Dreaming Collection di Miu Miu

DailyMood.it

Published

on

Miu Miu si prepara all’estate con una colorata collezione che evoca le atmosfere allegre e spensierate della Riviera Francese tra il blu del Mediterraneo e la rigogliosa vegetazione dai colori vibranti.
La collezione presenta abiti e top femminili in tessuti leggeri – come popeline, jersey e chambray – con vezzosi volant e il caratteristico motivo a righe, nelle sfumature rosa e azzurro, dall’inconfondibile fascino francese.
Jeans svasati, gonne in suede e giacche con borchie e frange aggiungono una nota bohémien alla collezione, così come i secchielli in pelle scamosciata con lunghe frange.
Grandi shopper in denim con stampa logo all-over e raffinate borse in paglia intrecciata completano i look.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending