Connect with us

Sociale

Le panchine rosse nelle sedi IED: “DICIAMO NO ALLA VIOLENZA. ROMPIAMO IL SILENZIO”

Published

on

L’Istituto Europeo di Design si schiera contro la violenza di genere e per la giornata contro la violenza sulle donne dispone le panchine rosse nelle sue sedi.

L’Istituto Europeo di Design prende posizione contro la violenza di genere e, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, colloca sei panchine rosse nelle sedi italiane del Gruppo per dare seguito a un progetto più ampio di sensibilizzazione sul tema. Le panchine rosse rappresentano ormai universalmente uno spazio simbolico occupato dalle donne cadute vittime. Su ciascuna panchina IED installata nelle sedi di Milano, Roma, Torino, Firenze, Cagliari e dell’Accademia Aldo Galli a Como è presente una targa con il claim “DICIAMO NO ALLA VIOLENZA. ROMPIAMO IL SILENZIO” e i due numeri d’emergenza, il 112 e il 1522, a cui rivolgersi per chiedere aiuto.

Le panchine rosse sono un simbolo ormai riconosciuto della lotta contro la violenza sulle donne ma per IED assumono un significato ancora più ampio, ovvero la presa di posizione forte ed evidente dell’Istituto Europeo di Design contro ogni forma di violenza di genere – dichiara Fabrizia Capriati, Responsabile Comunicazione IED Italia.

Come scuola sentiamo forte la responsabilità di educare le giovani generazioni al rispetto verso l’altro e in questo senso con le panchine introduciamo nelle nostre sedi un messaggio concreto di attenzione su questo tema: un invito per tutti a condannare la violenza di genere in tutte le sue forme, fisiche o psicologiche”.

Questa iniziativa, volta a ricordare chi purtroppo a causa di violenza ha perso la vita, è un’occasione di sensibilizzazione dedicata in primis a tutte le donne che vivono la realtà IED, studentesse, staff, management e corpo docente, ma non solo, perché la violenza colpisce ancora in maniera indiscrimanata uomini e donne.

IED ha avviato già da tempo un percorso di impegno per la tutela di genere e contro ogni forma di violenza. Questo percorso ha visto nel giugno 2019 l’adesione al network di Fondazione Libellula, che riunisce aziende impegnate per contrastare ogni forma di violenza sulle donne e promuovere e difendere una cultura fondata sul rispetto. Inoltre IED ha predisposto internamente alcune misure a supporto di lavoratrici vittime di violenza, come l’aggiunta a proprio carico di un mese alla durata del congedo retribuito di tre mesi (già previsto dalla normativa vigente); il trasferimento di sede (anche temporaneo) e la trasformazione del rapporto di lavoro con passaggio da full time a part time, da orizzontale a verticale e viceversa. In tutte le sedi italiane è stato aperto anche uno Sportello di Ascolto a disposizione di studenti e staff. Lo Sportello, gestito da professionisti che agiscono nel pieno rispetto della privacy e con la massima delicatezza, opera in base alle necessità riscontrate a partire dal supporto psicologico al percorso di scoperta e consapevolezza, al coaching. Azioni che confermano la volontà di IED di impegnarsi nel mantenere un dialogo attivo sul tema della violenza e della tutela di genere e per cui le panchine rosse rappresentano solo parte di un progetto più ampio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 5 =

Sociale

I regali di Natale per fare del bene

Published

on

Se siete alla ricerca di un regalo di Natale che sia davvero speciale serve un’idea diversa dal solito. Che possa colpire non solo gli occhi ma soprattutto il cuore di chi lo riceve. E che in più possa ispirare sentimenti come condivisione, pace, benessere anche per chi è meno fortunato. Tutte emozioni strettamente legate allo spirito natalizio. Ecco le nostre idee regalo solidali per questo Natale 2021.

Regali solidali e Panettone Sospeso di ANT

Cesto-ANT

Anche per questo Natale i tradizionali doni delle Feste possono diventare un regalo prezioso per chi soffre. Scegliere i regali solidali ANT, infatti, diventa un’occasione piacevole e golosa per contribuire al bene comune, donando a migliaia di persone malate di tumore la possibilità di trascorrere le Feste a casa, protetti e accuditi dai professionisti della Fondazione. Pandori, panettoni, le classiche Stelle di Natale, le strenne e i Panieri delle Eccellenze sono solo alcune delle tante possibilità per sostenere ANT e al contempo fare una sorpresa alle persone che amiamo. I doni ANT si trovano online nell’apposita sezione Natale Solidale (https://ant.it/natale-solidale/) e verranno consegnati gratuitamente a casa in tutta sicurezza. I nostri Regali Solidali saranno inoltre disponibili anche nelle piazze e nei Charity Point ANT oppure tramite ordine telefonico (051 7190123).

Novità di questo Natale 2021, sarà possibile donare anche un Panettone Sospeso. Riprendendo la tradizione partenopea del “caffè sospeso”, infatti, ANT sceglie di fare rete con i donatori e le tante realtà sociali dei territori in cui opera: associazioni dedicate all’infanzia, carceri, ospedali, RSA potranno ricevere dei doni davvero speciali, perché doppiamente solidali.
Info qui: www.ant.it

I doni di AIRC

AIRC_Palline_Natale21

Tutto in un dono è il messaggio di AIRC per Natale. Possiamo sostenere la ricerca sui tumori infantili con i regali solidali disponibili sullo shop online o con una donazione libera a Fondazione AIRC. Questo dono, non solo materiale, è soprattutto un gesto capace di donare nuovamente la vita, attraverso i progressi della ricerca, a bambini e adolescenti con tumore, per guardare con fiducia al futuro, in autentico spirito natalizio.

In Italia ogni anno il cancro colpisce circa 1.400 bambini fino ai 14 anni e 800 adolescenti tra i 15 e i 19 anni. Grazie all’impegno di medici e ricercatori, oggi circa l’82% dei bambini e l’86% degli adolescenti è in vita cinque anni dopo la diagnosi. Attualmente Fondazione AIRC sta sostenendo 39 progetti e 8 borse di studio specifici sui tumori pediatrici, per sviluppare terapie sempre più efficaci, personalizzate e meno tossiche per i piccoli pazienti, con un investimento complessivo di oltre 5 milioni di euro.

Tra i regali numerose proposte gourmet e lifestyle, dall’olio extravergine d’oliva alle marmellate di arancia, dalle borracce alle tazze “mug”, allo zaino, fino alle cartoline elettroniche, tutte disponibili online su nataleairc.it. Ordinando entro il 10 dicembre 2021 i doni arriveranno direttamente al destinatario in tempo utile per le festività.
Info qui: www.nataleairc.it

Dorelan I’M A DREAMER SOGNO_RICICLO_CREO

Il perfetto regalo di Natale? Quest’anno più che mai è inaspettato, personalizzato e responsabile. Dorelan, punto di riferimento nel settore del Bedding Made in Italy, ha dato vita a una collezione di prodotti creativi che rispondono a tutte queste caratteristiche. La loro particolarità? Nascono da 1746 kg di tessuti provenienti da residui di produzione dell’azienda e fanno parte della collezione I’M A DREAMER SOGNO_RICICLO_CREO, nata da un progetto sociale promosso da Dorelan che, oltre a dare una seconda vita a questi materiali di scarto, offre un’importante opportunità di occupazione a persone svantaggiate e fragili.

Il progetto è nato dalla collaborazione con l’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì, impegnato a preparare i giovani all’ingresso nel mondo della moda. La produzione vera e propria di questi prodotti è, invece, frutto di un lavoro di squadra che vede Dorelan a fianco di CavaRei, impresa sociale che gestisce servizi educativi e produttivi nel territorio forlivese. Una storia di inclusione e di economia circolare che si pone l’obiettivo di incentivare e offrire nuove opportunità occupazionali a persone con fragilità.

Il 15% del ricavato sarà reinvestito in nuovi progetti sociali. Attraverso l’acquisto di questi oggetti, chiunque potrà contribuire a valorizzare e far crescere ulteriormente I’M A DREAMER e diffondere un bellissimo messaggio di speranza.
Info qui: https://www.dorelan.it

Panettoni CELIM

Anche quest’anno tornano i panettoni di CELIM. Artigianali, realizzati secondo la ricetta tradizionale con ingredienti provenienti anche dal mercato equo e solidale, sono confezionati con i bellissimi colori delle stoffe africane.

Scegliendo i panettoni CELIM, sosterrete l’inclusione sociale dei ragazzi di strada in Zambia attraverso lo sport (progetto Street children) e permetterete l’acquisto di magliette, pantaloncini e scarpe per aiutare i ragazzi e le ragazze del centro Mthunzi a praticare il calcio, favorendo il loro reinserimento nella società attraverso lo sport.
Prezzo: offerta a partire da 12,00 euro
Info qui: https://impact-to-change.celim.it

Box di Coltivatori di Emozioni

Prima in Italia a sviluppare una rete di sostegno per le colture nostrane, dal 2018 Coltivatori di Emozioni è la piattaforma di social farming che consente di adottare a distanza le piccole realtà agricole italiane e i loro produttori quotidianamente impegnati nella salvaguardia e sviluppo del settore primario. L’occasione del Natale diventa per questo obiettivo ancora più prezioso. Un regalo autentico che parla di sapori e valori italiani ma anche di responsabilità sociale, perché contribuisce a sostenere uno tra i beni principali traino della nostra economia, la terra. Nella pagina Box Regalo della piattaforma si potrà scegliere fra diverse opzioni per individuare il regalo più saporito: “Tarallucci e vino”, è l’aperitivo ready made con Lambrusco emiliano IGP, tarallini pugliesi, peperoni di Pontecorvo Dop in agro e la gustosa crema di cipolla giarratana; “Degustazione olio”, una selezione di tre oli extravergine di oliva prodotti da Laura in Sardegna, Letizia in Umbria e Rosanna in Sicilia. Con “Tesori nascosti” i profumi si fanno intensi: Barbera d’Asti, olio extravergine umbro, crema di tartufo e carnaroli bio. Un omaggio al Mezzogiorno con “Sapori del sud”: spaghettoni di Gragnano, passata salentina, olio extravergine siciliano, il tutto annaffiato da un rosato pugliese. Quattro regali per ripercorrere l’Italia del gusto da Nord a Sud. Nel valore di ogni cofanetto sarà sempre compreso il buono lavoro assegnato alle aziende agricole presenti nelle box e gli aggiornamenti stagionali sulle attività produttive.
Prezzo: da 64,90 euro
Info qui: https://www.coltivatoridiemozioni.com

Un ciclamino per l’Alzheimer

Un’idea regalo floreale, profumata ma che, soprattutto, scalda il cuore. Una pianta di Ciclamino che, al tempo stesso, dà un contributo concreto alla Ricerca contro l’Alzheimer. Dal 2 al 15 Dicembre, infatti, in occasione delle festività natalizie, in tutti i punti vendita Coop sul territorio italiano, sarà possibile acquistare una piantina di Ciclamino. Per ogni pianta venduta sarà devoluto 1€ per sostenere gli sforzi in campo scientifico di Airalzh Onlus (Associazione Italiana Ricerca Alzheimer), l’unica associazione che promuove e sostiene la ricerca medico-scientifica sulla malattia di Alzheimer ed altre forme di demenza a livello nazionale.

Con questo piccolo gesto, ma significativo, sarà possibile sostenere Airalzh che, giorno dopo giorno, si impegna a migliorare la salute dei più anziani.
Info qui: https://www.airalzh.it

Cantine Ramarro sostiene Una Vela per la Rinascita

Da Cantine Ramarro, produttore di vermentino, rossi e olio evo di altissima qualità, un regalo per soddisfare il palato e sostenere in maniera concreta il progetto Una vela per la rinascita, a sostegno di pazienti oncologiche e donne maltrattate. Per ogni scatola da 6 bottiglie con i 5 vini della cantina e una bottiglia da un litro di prezioso olio extravergine di oliva acquistata online verrà fatta una donazione di 20 euro a favore del progetto e la scatola verrà spedita gratuitamente in tutta Italia.

“Una vela per la rinascita” è il progetto di Mure a Dritta ASD a sostegno di donne che hanno vissuto e stanno vivendo momenti di difficoltà. In particolare verranno coinvolte e saranno proposte attività di velatarepia a donne che hanno subito interventi/cure per neoplasie o altre patologie invalidanti e a donne vittime di maltrattamenti. La vela come attività sportiva e momento di condivisione, collaborazione e sostegno reciproco ha ben dimostrato di essere di grande aiuto a chi deve superare un periodo di difficoltà, diventando in questo modo un’ulteriore integrazione anche a livello terapeutico.
Info qui: https://www.cantineramarro.com

A Natale regala un sorriso ai bambini in ospedale

Sorridere mette di buonumore noi e gli altri e aiuta a combattere ansia e paure. Quest’anno potete rendere il Natale ancora più speciale: regalate la gioia di un sorriso ai piccoli pazienti ricoverati in ospedale sostenendo le attività di Fondazione Dottor Sorriso. Grazie ai prodotti solidali potrete aiutare i Dottori del Sorriso, clown-terapeuti professionisti, a far in modo che anche in ospedale i bambini ricoverati possano trovare il calore del Natale, conservare la voglia di giocare e scherzare e affrontare il difficile periodo di degenza con più serenità. Per un Natale goloso scegliete il panettone solidale che nella speciale latta racchiude la bontà del tradizionale dolce natalizio insieme a quella del prezioso gesto di solidarietà. Il formato è da 750 g e la donazione minima richiesta è di 18 euro.

Per grandi e piccini la simpatica e originale lattina piena di squisiti cioccolatini alla crema di nocciola. Il formato è da 100 g con una donazione minima di 7 euro e il contenitore si può riutilizzare come portapenne o portaoggetti. Per riscaldare le serate invernali, invece, è disponibile la Tisana in latta, un tipico infuso di arancia e cannella, racchiuso in una lattina pratica e riutilizzabile. La donazione minima richiesta è di 10 euro a confezione. Se, infine, sei alla ricerca di un regalo originale, accendi il sorriso con la Christmas Candle, una candela dal profumo di vaniglia in una speciale confezione di latta, la donazione minima è di 7 euro.
Info qui: https://natale.dottorsorriso.it

Il Natale di Altromercato

Prodotti che cambiano veramente la vita, quella dei produttori, 430 mila contadini e 60 mila artigiani appartenenti a oltre 40 paesi, nel Sud e nel Nord del Mondo; oltre 500 mila famiglie coinvolte e oltre 2 milioni di beneficiari indiretti. Altromercato invita a festeggiare un Natale più giusto, un Natale solidale.

La proposta natalizia di Altromercato comprende prodotti food in grado di soddisfare i palati esigenti: dai classici della tradizione a prodotti originali e con un tocco innovativo. Panettoni e pandori tradizionali, biologici o ricoperti al cioccolato, torroncini, cioccolato nei nuovi pack sostenibili, tè, spezie in confezioni regalo riutilizzabili e molti altri prodotti legati assieme da tre ingredienti principali: artigianalità, sostenibilità e responsabilità.

Sono tutti prodotti con ingredienti rigorosamente equosolidali e in gran parte bio, provenienti dai luoghi che ne esprimono l’eccellenza. Prodotti equosolidali, lavorati artigianalmente in Italia o nei luoghi di provenienza. Anche nelle confezioni troviamo sostenibilità e cura nel dettaglio, grazie all’utilizzo di materiali di recupero e riciclati, alla certezza del rispetto del lavoro e dei diritti delle persone.
Info qui: https://www.altromercato.it

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sociale

25 Novembre: giornata contro la violenza sulle donne

Published

on

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è stata istituita partendo dall’assunto che la violenza contro le donne sia una violazione dei diritti umani. Tale violazione è una conseguenza della discriminazione contro le donne, che inasprisce le disuguaglianze di genere. Il 25 novembre si celebrerà questa importantissima ricorrenza.

Da sempre il mondo della moda è sensibile verso questa tematica e manifesta la proprioa empatia con iniziative di vario genere. Ve ne segnaliamo alcune.

OBLIQUE CREATIONS: sceglie distare al fianco delle donne afghane, che se negli ultimi anni sono riuscite a ottenere rispetto nella società, ma ora di trovano ad affrontare discriminazioni di genere, severe restrizioni alla loro libertà, costrizioni come i matrimoni minorenni e denigrazione dei loro diritti come quello all’istruzione e al lavoro.
Il brand ha deciso di sostenere le attività di WAW –Women for Afghan Women – la più grande organizzazione non governativa per i diritti delle donne afghane nel mondo fondata nel 2001 e da allora impegnata nella protezione dei diritti delle donne e delle ragazze dell’Afghanistan. Cuore dell’iniziativa è una sweatshirt essenziale che tratteggia un volto femminile celato da un velo e che si fa manifesto di una presa di coscienza forte e socialmente importante. La sweatshirt firmata Oblique Creations sarà disponibile a partire dal 20 novembre sull’ecommerce del brand www.obliquecreations.eu al prezzo di 90.00 €. L’80% del ricavato sarà devoluto proprio a sostegno delle iniziative di WAW.

ATELIER DU SAC: al fianco dell’associazione di volontariato Dress for Success, per completare il look delle donne che si affacceranno al mondo del lavoro, o come prima esperienza, o per rientrarvi a seguito di abbandono, o perdita del precedente.  Si chiama Always, la nuova bag firmata L’Atelier Du Sac, che è stata selezionata come modello iconico del power dressing per sostenere e incoraggiare le donne beneficiarie, con l’obiettivo finale di regalare loro un outfit adatto ad affrontare il futuro colloquio in modo che possano sentirsi sicure di sé: una work bag a mano perfetta per accompagnarle in ogni giornata lavorativa.

CULT: CON GLI ANFIBI CUSTOMIZZATI DALL’ARTISTA TOMMASO l’iniziativa che per il secondo anno vede al centro l’iconico anfibio che diventa manifesto di una femminilità da proteggere e da esaltare, perché unica, vitale, necessaria. Sarà Tommaso Buglioni, in arte Tom Tattoo, tatuatore di successo internazionale e, al contempo, pittore ammirato per la potenza cromatica delle sue tele, a personalizzare 8 paia di anfibi Cult che saranno protagonisti di due progetti gemelli, entrambi focalizzati a promuovere la lotta contro la violenza femminile.
Saranno 7 i modelli speciali personalizzati da Buglioni, per altrettante talent che saranno chiamate a interpretarli con il loro stile e a sensibilizzare l’impegno dei loro followers condividendo il messaggio sotteso sui loro social affinchè facciano da importante cassa di risonanza. E non solo. Perché i follower stessi saranno invitati a partecipare attivamente al progetto che interessa l’ottavo modello dell’anfibio, anch’esso personalizzato attraverso la mano dell’artista e tatuatore, che sarà messo all’asta sulla piattaforma Charity Stars e il cui ricavato sarà interamente devoluto all’associazione Differenza Donna, che da oltre trent’anni supporta le donne, la loro emancipazione e la loro difesa.

CARLO PIGNATELLI: Un impegno che la maison rinnova stagione dopo stagione e che approda, in occasione del mese di novembre, storicamente dedicato alla lotta contro la violenza sulle donne, al sostegno accordato a “La Città delle donne APS”, l’associazione nata con lo scopo di promuovere il welfare al femminile prevenendo e contrastando disagi e violenze di varia natura.
Un engagement che la maison ha racchiuso in una campagna di sensibilizzazione che vedrà protagonista una creazione realizzata ad hoc, uno speciale foulard, simbolo ideale dell’importanza di accordare il proprio sostegno alle attività dell’associazione. Carlo Pignatelli ha coinvolto poi alcune personalità in vista del mondo artistico e imprenditoriale oltre alle giocatrici della squadra di pallavolo Chieri – di cui ha firmato le divise della dirigenza e dello staff tecnico della stagione corrente – alle quali ha chiesto di indossare il foulard e di postare le immagini sui canali social per usarli come cassa di risonanza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sociale

Torna il Gala’ Charity Dinner di Fondazione CESVI a sostegno delle Case del Sorriso e dei bamnini di tutto il mondo

Published

on

Imprenditori, personaggi dello spettacolo e rappresentanti del territorio milanese e bergamasco alla Charity Dinner di Fondazione Cesvi alla Triennale di Milano per supportare la campagna “Quando sarò Grande”. Raccolti oltre 17.000 euro attraverso un’asta solidale per sostenere le Case del Sorriso.

Tornano, a Milano, gli eventi solidali in presenza. La Triennale di Milano ha ospitato la quarta edizione della Charity Dinner di Fondazione Cesvi, organizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Si tratta del primo evento solidale in presenza organizzato dalla Fondazione dopo il blocco causato dall’emergenza coronavirus.

Il leitmotiv della serata è stato “Quando sarò Grande” la campagna di Cesvi che vuole dare voce ai sogni dei bambini e che vuole affermare che ogni minore, in Italia, quanto negli altri Paesi del mondo, ha il diritto di sognare un futuro migliore in cui è protagonista della propria vita e del proprio futuro. La cosa più frequente che capita quando si interagisce con minori vulnerabili in tutto il mondo, infatti, è la triste constatazione del fatto che hanno perso la capacità di sognare. Sono sopraffatti da un presente che vede non soddisfatti i loro bisogni materiali, affettivi, educativi. Perdono la capacità di aspirare a una condizione diversa rispetta a quella in cui si trovano. Ma quando a queste giovani donne e uomini viene data la possibilità di essere ascoltati, quando si riesce a stimolarli e ad avviare un percorso che rafforzi l’autostima e la capacità di vedersi come protagonisti della propria vita e del futuro, allora nulla può fermarli. In particolare, durante la serata, sono state presentate le Case del Sorriso, luoghi di tutela e cura dell’infanzia dove i bambini riprendono a sognare che forniscono servizi supporto alimentare, educativo, psicologico e di avviamento lavorativo a minori che si trovano in situazioni di estrema fragilità (orfani, minori che vivono in strada o in stato di abbandono, bambini vittime di sfruttamento, trascuratezza materiale e affettiva e violenza anche nel contesto familiare vittime delle negazione dei più basilari diritti come quello di ricevere cibo e nutrimento, istruzione, cure).

La charity dinner Quando Sarò Grande è stata presentata da Cristina Parodi, ambasciatrice da oltre 20 anni di Cesvi, e Germano Lanzoni. Ad allietare la serata, con alcuni dei loro brani più celebri, gli artisti Chiara Galiazzo e Raphael Gualazzi.

Tra i partecipanti anche molti personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui: il cantautore, compositore e polistrumentista Ermal Meta, che si è esibito a sorpresa; la conduttrice televisiva Benedetta Parodi e il marito Fabio Caressa, giornalista, conduttore e telecronista sportivo; la conduttrice televisiva Filippa Lagerbäck; l’autrice Michela Proietti e la giornalista televisiva Francesca Senette.

Durante la serata si è conclusa l’asta di solidarietà lanciata dalla Fondazione su CharityStars per sostenere le Case del Sorriso. L’iniziativa ha permesso di raccogliere complessivamente 17.780 euro.

Tra gli articoli generosamente messi a disposizione per l’asta, un’esperienza straordinaria grazie al pacchetto “Torino Tennis Experience 21-22 novembre 2021”, occasione unica per vivere il gran finale della stagione del tennis maschile con soggiorno, transfer, pranzo o cena inclusi, offerti da Intesa Sanpaolo.

All’asta anche i preziosi gioielli di Scavia; borse e accessori di Tod’s; voucher per la realizzazione di abbigliamento su misura di Albini Group; un sofisticato abito di Crida, e i ricercati gioielli artigianali di Agapanthus. Tra le aziende che hanno partecipato all’iniziativa solidale anche DHL Express Italy che ha donato una speciale borsa ecosostenible realizzata con le nuove ecoflyer DHL insieme a Camera 60 Studio; Catellani & Smith che ha donato l’iconica lampada artigianale Fil de Fer, le prestigiose cantine Valdo e Ferrari Trento con speciali bottiglie. Battuti all’asta anche esperienze benessere e gourmet come una gift box de LeFay Resort, un esclusivo soggiorno al Forte Village Resort in Sardegna, e un voucher per il ristorante stellato Da Vittorio o i suoi prodotti Selection.

Cesvi attraverso la campagna “Quando sarò Grande” da anni si impegna a proteggere la vita e la salute dei bambini in situazione di trascuratezza in Zimbabwe, Sudafrica, Haiti, Brasile, Perù e India, promuovendo la realizzazione dei loro diritti fondamentali attraverso il progetto Case del Sorriso, dove bambine e bambini trovano cibo, cure, istruzione e opportunità di costruirsi un futuro migliore. La Fondazione interviene anche in Italia con per prevenire, identificare e contrastare i fenomeni di trascuratezza, maltrattamento e abuso ai danni di minori affrontando il problema a più livelli: individuale, familiare e comunitario. Inoltre, nel 2022 Cesvi inaugurerà delle nuove Case del Sorriso a Napoli, Bari e Siracusa.

La serata è stata realizzata anche grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo con FurFunding, la piattaforma di Intesa Sanpaolo per la raccolta fondi in favore di progetti solidali.
Media partner ufficiale il magazine “Grazia”, edito dal Gruppo Mondadori

Fondazione Cesvi da oltre 35 anni protegge in tutto il mondo l’infanzia e le categorie sociali più vulnerabili con le Case del Sorriso, offrendo loro opportunità di crescita e sviluppo, cure, accesso all’istruzione e alla formazione lavorativa, proteggendoli da ogni forma di violenza, abusi, sfruttamento e trascuratezza. L’organizzazione ha scelto negli ultimi anni di portare l’esperienza maturata nei Paesi del sud del mondo anche in Italia intervenendo a Bergamo, Napoli e Bari, in collaborazione con partner locali, con un programma di prevenzione e contrasto al maltrattamento infantile, e allo stesso tempo, di approfondire e studiare scientificamente il fenomeno attraverso l’Indice regionale sul maltrattamento all’infanzia, realizzato insieme ad esperti di settore e rappresentanti delle istituzioni. A oggi il programma di Fondazione Cesvi ha raggiunto in Italia oltre 1.380 bambini e ragazzi, che hanno usufruito di spazi di ascolto e/o percorsi di promozione del loro benessere; 660 genitori, che sono stati coinvolti in percorsi di genitorialità positiva e supportati con consulenze psico-pedagogiche e 559 professionisti (operatori e insegnanti), che sono stati formati per diventare ancora più efficaci nell’affrontare e prevenire il maltrattamento e la trascuratezza.
Per info: www.cesvi.org

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending