Connect with us

Food Mood

#Beachfood, ecco la top 10 dei cibi più instagrammabili da gustare in spiaggia

Published

on

Dal gelato al cocco, dalla frittata alla granita, fino ad arrivare al melone e ai grissini. Sono questi alcuni dei cibi più instagrammabili e salutari da gustare in spiaggia durante la stagione estiva. Tra i grandi esclusi l’insalata di riso, il ghiacciolo e la pasta fredda. 

Milioni di italiani stanno partendo per le spiagge del Bel Paese e iniziano a pregustare le prelibatezze di cui potranno godere sotto l’ombrellone. Il tema del pranzo sotto l’ombrellone, però, non è solo questione di freschezza e benessere, ma anche di popolarità sui social: spopolano infatti su Instagram i #Beachfood, cibi da gustare in riva al mare. Ma quali sono i cibi da spiaggia piùinstagrammabili? La prima posizione spetta all’intramontabile gelato, fresco e gustoso, con 6,5 milioni di post, seguito a ruota dall’insalata, leggera e semplice da consumare, con 514mila contenuti, e dal cocco, portato in spiaggia dai caratteristici venditori del “cocco bello”, con 475mila menzioni. Al quarto posto troviamo invece la frittata, spesso preparata con le verdure, con 437mila

post, seguita dal tonno, ricco di proprietà nutritive e Omega-3, con 425mila contenuti e dalla caesar salad, amatissima anche grazie a pollo e formaggio, con 398mila citazioni. A chiudere la classifica, infine, ci pensano la dissetante granita, menzionata 300mila volte, il melonecon 231mila post, l’anguria con 145mila e i grissini, ideali per un aperitivo sotto l’ombrellone e perfetti da abbinare con prosciutto e carpaccio di pesce, con 98mila menzioni. È quanto emerge da un monitoraggio social condotto da Espresso Communication per Vitavigor, storico marchio dei grissini di Milano. “La stagione estiva rappresenta il momento ideale per gustare cibi freschi e salutari sotto l’ombrellone. I nostri grissini rappresentano un’idea sana, gustosa e anche fashion per i social – ha spiegato Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor – Ideali per un delizioso antipasto o un perfetto aperitivo in riva al mare, in linea con i gusti di tutta la famiglia che ricerca il massimo della qualità”. Tra i grandi esclusi della top 10 figurano invece l’insalata di riso (35mila post), leggera e facile da preparare, l’insalata di mare (34mila), ideale come antipasto da servire con patate, gamberi e pomodorini, e il ghiacciolo (34mila), merenda estiva per eccellenza presente in una grande varietà di gusti. In chiusura la pasta fredda (31mila), ricetta da gustare in famiglia o con gli amici, e l’insalata caprese (15mila), piatto sano e gustoso che celebra il Tricolore.

Ecco infine la classifica dei 10 cibi da spiaggia più instagrammabili:

  1. Gelato: 6,5 milioni di post
  2. Insalata: 514 mila post
  3. Cocco: 475mila post
  4. Frittata: 437mila post
  5. Tonno: 425mila post
  6. Caesar Salad: 398mila post
  7. Granita: 300mila post
  8. Melone: 231 mila
  9. Anguria: 145 mila post
  10. Grissini: 98mila post

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 1 =

Food Mood

CAMPIONATO MONDIALE PANETTONE, per eleggere “Il miglior panettone al mondo”

Published

on

CAMPIONATO MONDIALE PANETTONE,   per eleggere  “Il miglior panettone al mondo”
In giuria 10 Campioni del Mondo
Centro Congressi Palazzo Rospigliosi  – Via Ventiquattro Maggio, 43  – Roma
10 ottobre 2021

La  Federazione internazionale pasticceria gelateria cioccolateria è stata accreditata dal Ministero dell’Istruzione (con decreto n. 657 del 9 giugno 2020)  a realizzare iniziative per  promuovere  le nostre eccellenze  come competizioni e concorsi, nell’ambito  della formazione ed istruzione culinaria della pasticceria nelle scuole alberghiere e dal Ministero degli Esteri (in data 04/06/2021) per la promozione nel mondo della nostra arte pasticcera e promozione del Made in Italy.

FIPGC  ha ricevuto l’accredito e l’ufficialità  per diffondere e  valorizzare in maniera globale, la nostra cultura del mondo dei dolci, che comprende  la  pasticceria, la  gelateria la cioccolateria ed il cake design.

La grande tradizione dell’arte pasticcera con  quella del gelato e del cioccolato,  vengono quindi trasferite  in tutto il mondo attraverso  il  lavoro della Federazione che oltre a  trasmetterne il valore, ha da sempre contribuito ad accrescerne la conoscenza  attivandosi anche sul tema della formazione.

Infatti l’arte dell’ alta pasticceria che  ha visto una notevole espansione negli ultimi anni,  ha attirato  l’attenzione delle nuove generazioni, e la Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria  ha come focus l’attività divulgativa e conoscitiva anche all’interno delle scuole professionali del settore.

Questa  certificazione istituzionale del  ruolo chiave,  accresce  il valore  della prossima  competizione che si terrà a Roma.

Il Campionato Mondiale del Panettone che eleggerà “il Miglior Panettone al Mondo”

A Roma quest’anno nel    Centro Congressi Palazzo Rospigliosi, nella cornice rinascimentale del  Palazzo Pallavicini Rospigliosi, sul colle del Quirinale dal 10   ottobre 2021 si terrà il  Campionato Mondiale Panettone che vedrà la presenza  di numerosi partecipanti provenienti da tutto il  mondo  che  interverranno in ottemperanza delle norme di distanziamento richieste dall’emergenza Covid e  che si esibiranno nelle quattro  categorie  ( Classico – Innovativo –  Decorato – Gluten Free).

La giuria sarà composta da 10 Campioni del Mondo di Pasticceria:

Roberto Lestani, Presidente di giuria insieme a Matteo Cutolo, Paolo Molinari, Enrico Casarano, Claudia Mosca, Gianluca Cecere, Francesco Luni, Luca Borgioli, Pasquale Pesce e Ruggiero Carli.

E’ un evento di carattere  internazionale e la partecipazione dei concorrenti,è sempre molto sentita perché arrivano da tutto il mondo come Giappone, Australia, America  e  molti altri.  La partecipazione di ciascun territorio seguirà le  norme anti Covid.

Attraverso un team unico in Italia, che rappresenta uno dei comparti della Federazione  (Equipe Eccellenze Italiane Pasticceria Gelateria Cioccolateria,) formato da campioni mondiali di professionisti per ogni categoria,  FIPGC promuove inoltre  gare e  concorsi,  dove partecipano concorrenti  provenienti da tutto il mondo  e dove vengono premiate eccellenze di ogni settore.        Il vincitore riceve così, un riconoscimento che certifica il proprio valore professionale.

Lo scopo dell’Equipe Eccellenza insieme alla Federazione  è quello di continuare a promuovere ed elevare il livello professionale dell’alta pasticceria, gelateria cioccolateria mediante dimostrazioni, fiere, corsi di formazione di alto livello, eventi, allenamenti di squadre o singoli che si vogliono approcciare al mondo dei concorsi di pasticceria.

Le sfide mettono alla prova competenze, coordinamento, tecnica e fantasia dei pasticceri, sotto l’osservazione della  giuria che emette la propria valutazione,  in funzione di tutto il flusso della lavorazione, dall’elaborazione al termine del proprio lavoro.

Federazione è quindi un passaggio imprescindibile per chiunque voglia cimentarsi sia per passione che per formazione, quest’ultima sostenuta dal Ministero dell’ Istruzione come nel caso dei campionati alberghieri.

Il Campionato Mondiale del Panettone si potrà seguire in diretta su:  https://www.facebook.com/fipfederazionepasticceria/

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Food Mood

Diete d’estate: quali sono i falsi miti da sfatare?

Published

on

Giulia Podestà, nutrizionista del servizio di meal planning Feat Food, spiega quali sono i piatti da evitare, erroneamente ritenuti light, e consiglia alcune ricette sane e bilanciate (per davvero) che possono essere consegnate direttamente a casa, pronte da mangiare

Oggi voglio stare legger* e preparo prosciutto e melone“. “Con questo caldo mangio una bella insalatona, che mi rinfresca ed è anche sana“. Estate tempo di diete, spesso fai da te, ma siamo sicuri che basti della verdura accompagnata da altri alimenti, meglio se crudi, per avere un apporto calorico corretto e restare in forma?

Sono infatti molti i falsi miti in fatto di diete estive e li sfata Giulia Podestà, nutrizionista del team Feat Food, la startup che consegna in tutta Italia piatti pronti personalizzati e bilanciati, studiati dall’Intelligenza Artificiale sulla base delle caratteristiche fisiche e degli obiettivi di forma di ogni utente. Giulia oltre a mettere a punto le nuove ricette proposte sulla piattaforma, assiste i clienti nella creazione di un piano alimentare completamente personalizzato, integrando il lavoro della tecnologia. Se da un lato gli algoritmi calcolano le grammature e gli abbinamenti di alimenti, dall’altro Giulia parlando con il cliente, tara il regime alimentare sulla base di ulteriori esigenze, come intolleranze o problemi specifici, come eccesso di colesterolo o pressione alta.

In generale, per un regime alimentare sano, adatto all’estate, non è sufficiente utilizzare alimenti freschi e crudi. I ‘false friend’ di una dieta bilanciata estiva più comuni sono:

prosciutto e melone (220 kcal per 350 grammi): il prosciutto, come tutti gli insaccati, ha un alto contenuto di sodio e annulla l’effetto benefico del melone, che è ricco di acqua. Se proprio non si può rinunciare a questo piatto, che comunque non ha un apporto calorico eccessivo, si potrebbe abbinare un’insalata per compensare meglio l’alto contenuto di sale.

– pomodoro e mozzarella (490 kcal per 250 grammi): la mozzarella (peggio ancora se di bufala) è un alimento ‘falso magro’ e in più ci sono i condimenti. Meglio sempre prediligere olio extravergine di oliva in quantità moderata (10g).

– bresaola e grana (215 kcal per 90 grammi): anche la bresaola ha un contenuto di sale molto elevato, addirittura maggiore del prosciutto crudo, che si ‘allea’ con il grana, alimento proteico, ai danni della ritenzione idrica.

– insalatone (possono arrivare a seconda degli ingredienti anche a 600 kcal per 400 grammi): anche le tanto amate insalatone non sono un piatto dietetico, perchè in esse le foglie di insalata si accompagnano a troppi altri ingredienti (come le uova e il tonno) e ai condimenti, che ne aumentano l’apporto calorico. Il tonno, ad esempio, molto spesso è in scatola, ma dovrebbe essere preferito quello fresco.

– gelato (200 kcal per un cono a due gusti crema e cioccolato, 130 kcal se fragola e limone,): altro must dell’estate è pensare che il gelato possa sostituire un pasto, ma in realtà non sazia perché non contiene proteine e fibre ed è ricco di grassi saturi; il gelato deve essere dunque considerato uno spuntino, meglio se di frutta, gusti che sempre più spesso sono fatti a base di acqua.

La premesse da cui dobbiamo partire per impostare la nostra alimentazione estiva è che in questo periodo dell’anno si suda molto e quindi la prima regola da seguire è reintegrare i liquidi e dare al nostro corpo un maggiore apporto di potassio, abbassando quello di sodio – spiega Giulia Podestà – I cibi devono essere facili da digerire ed è necessario bere molto. Altra regola d’oro è evitare picchi glicemici perchè determinano un senso di sazietà momentaneo e rapido, svanito il quale si ha ancora più fame di prima“.

Largo dunque a carni bianche e al pesce, meglio se al vapore, cottura che consente di preservare le proprietà nutritive e ad alimenti ad alto contenuto di potassio come il melone, a frutta e verdura di stagione, ricche di acqua, come anguria, melone e pesche, cetrioli, zucchine e pomodori. I carboidrati non sono banditi, ma meglio se integrali perchè hanno un indice glicemico più basso, se abbinati a legumi che contengono proteine dando potere saziante maggiore e se consumati freddi: perfetti, ad esempio, riso e piselli o farro con i ceci. Per dissetarsi in estate bisognerebbe bere almeno 2 litri di acqua al giorno, tutt’al più insaporita con tisane senza coloranti, e gli alcolici andrebbero evitati perchè disidratano, rallentano il processo di digestione e aumentano anche la stanchezza.

Chi non rinuncia all’attività fisica anche d’estate ovviamente suda di più e deve prestare ancora maggiore attenzione al reintegro dei sali minerali per evitare cali di pressione. Fare dunque il pieno di frullati e centrifughe purché a base di frutta e acqua ed è concessa, in piccole quantità perchè è molto calorica, anche la frutta secca perchè è ricca di grassimonoinsaturi e polinsaturi che fanno bene all’organismo, in particolare al colesterolo.

Ricette davvero sane e bilanciate direttamente a casa
Con il servizio di meal planning di Feat Food la dieta arriva direttamente a casa, studiata da algoritmi di Machine Learning e personalizzata dai nutrizionisti, in caso di esigenze particolari. Un servizio su misura che consente di seguire un regime alimentare sano ogni settimana (i pasti, in consegna ogni 7 giorni, si conservano in frigorifero per 10 giorni), consentendo oltretutto di risparmiare il tempo della preparazione.

Il menù di Feat Food varia sempre in funzione della stagionalità dei prodotti, utilizzando pochi condimenti e abbinando ingredienti che saziano e che, allo stesso tempo, sono gustosi. Nel menù estivo proposto sul sito di Feat Food sono disponibili:

gamberi, lime, curcuma e peperoni (192 kcal per 242,6 grammi): i gamberi cotti al vapore sono ipocalorici, contengono vitamina D, sali minerali e selenio, che recenti studi dicono sia un antitumorale, proprio come la curcuma che ha anche potere antinfiammatorio). I peperoni contengono vitamina A e C e sono di stagione, come il lime.

riso basmati con bocconcini di pollo al sesamo e zucchine (440 kcal per 444 grammi): il riso basmati trattiene molta acqua, l’unica accortezza è lavarlo molto bene per togliere l’amido e renderlo più digeribile. Il pollo è una carne magra e leggera, le zucchine contengono acqua per il 90%, oltre ad essere ricche di vitamina A, perfetta per le ossa. Anche il sesamo ha molte proprietà benefiche: contiene molti omega 3 e 6, sali minerali e fibre.

– orzo con pomodorini al basilico e cetrioli all’aceto balsamico (290,5 kcal per 224 grammi): l’orzo è un cereale che contiene betaglucano, sostanza che rallenta l’assorbimento degli zuccheri e che serve pertanto ad abbassare la glicemia; i pomodori sono ricchi di potassio e hanno un forte potere antiossidante, mentre i cetrioli danno un forte senso di sazietà per il loro alto contenuto di acqua e sono ipocalorici, dato che hanno solo 13 kcal per 100 grammi.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Food Mood

I frutti di bosco

Published

on

Il bosco è sempre stato al centro di favole e leggende che raccontano dei frutti di bosco, come quella di Plinio il Vecchio ad esempio, secondo il quale il monte Ida era ricchissimo di lamponi. Un giorno la ninfa Ida trovò Zeus in lacrime e, per calmarlo, pensò di offrirgli dei lamponi; ma nel coglierli si punse con le spine della pianta e il sangue scaturito tinse di rosso i frutti, fino ad allora bianchi.

Oltre alle leggende antiche i frutti di bosco, fragole, ribes, lamponi, more……i giornali scientifici ci fanno sapere che il bosco regala prodotti che sono salutari, buoni e versatili nella nostra cucina.

Come ci insegna Patrizia Pellegrini, Naturopata, Bioterapeuta Nutrizionale®

In estate rappresentano il regalo del bosco, frutti dai colori vivi, sono profumati e si adattano alla cucina salata – il riso alle fragole e le salse per – e dolce, come le crostate, i gelati, le gelatine.

Frutti che vengono usati interi o per la preparazione di creme adatte per i massaggi del corpo, sfruttando così le loro numerose proprietà benefiche. Questi preziosi frutti sono un concentrato di vitamine, soprattutto A, B1, B2 e C; sali minerali, in particolare il potassio e il ferro.

Sono ricchissimi di acqua, svolgono infatti un’azione dissetante. Sul Journal of Agricultural and Food Chemistry si conferma la capacità antiproliferativa svolta dai numerosi polifenoli, dotati di capacità antiossidante, contenuti nei frutti di bosco, specialmente nel lampone, perché caratterizzato da un alto contenuto in acido ellagico, che si è visto essere capace di svolgere un’azione anticancro

Le fragoline

Solo guardarle danno allegria ma le fragoline sono un concentrato di vitamina C, ferro fosforo. Vengono prodotte tra il mese di giugno ed agosto e sono caratterizzate da un intenso profumo e da un sapore un po’ acidulo.

Le foglie di questi frutti possono essere usate per la preparazione di infusi con proprietà diuretiche. Così come le fragole, contengono salicilati, responsabili di reazioni allergiche in soggetti predisposti.

I lamponi

In media, la pianta fruttifica in agosto. Grazie al loro delizioso sapore, vengono usati per mascherare il cattivo sapore dei farmaci; contengono ferrovitamine B1, B2, C ed E, fosforo e potassio; inoltre, hanno capacità diuretica e lassativa.

Il lampone ha inoltre la capacità di contrastare i picchi di glicemia, è utile per combattere le infiammazioni a livello delle articolazioni e per regolare il ciclo mestruale.

Così come gli altri frutti di bosco, il lampone può essere l’ingrediente base per la preparazione di maschere di bellezza capaci di svolgere un’azione emolliente ed idratante per la pelle del viso. Per prepararla non occorre altro che schiacciare il frutto fresco, spalmarlo sul viso e lasciarlo in posa per almeno trenta minuti.

Le more

Le more sono ricche di betacarotene e di vitamine C ed E, ideali per combattere i reumatismi infiammazioni alle articolazioni; aiutano l’organismo a smaltire l’acido urico e a regolare il ciclo mestruale.

Se il succo ottenuto dalla loro spremitura si lascia fermentare, così come il mosto d’uva, si ottiene una leggera e buona bevanda alcolica. La ricchezza in antiossidanti permette loro di svolgere un’azione contro le patologie cardiovascolari.

I mirtilli

I mirtilli contengono una buona dose di antociani, sostanze che ci aiutano a combattere l‘invecchiamento, mantenendo  la pelle elastica; sono anche capaci di proteggere la retina; favoriscono la circolazione sanguigna e sono un valido aiuto nella cura delle infezioni urinarie;

infine sono capaci di svolgere un’azione calmante e rinfrescante in caso di stomaco irritato. Anche se dotati di numerose proprietà, possono essere responsabili di reazioni allergiche caratterizzate da gonfiore a palpebre e labbra, nonché prurito.

I ribes

Di questo frutto esistono due varietà, quella rossa e quella nera, entrambe dotate di un’alta percentuale di vitamina C, superiore rispetto alle arance, potassio e ferro.

Anche i ribes sono utili per contrastare le malattie reumatiche articolari e svolgonun’azione diuretica.

Patrizia Pellegrini, Naturopata, Bioterapeuta Nutrizionale®
mail.patriziapellegrini@gmail.com- cell 3339995532
www.patriziapellegrini.com

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending