Connect with us

Food Mood

Diete d’estate: quali sono i falsi miti da sfatare?

Published

on

Giulia Podestà, nutrizionista del servizio di meal planning Feat Food, spiega quali sono i piatti da evitare, erroneamente ritenuti light, e consiglia alcune ricette sane e bilanciate (per davvero) che possono essere consegnate direttamente a casa, pronte da mangiare

Oggi voglio stare legger* e preparo prosciutto e melone“. “Con questo caldo mangio una bella insalatona, che mi rinfresca ed è anche sana“. Estate tempo di diete, spesso fai da te, ma siamo sicuri che basti della verdura accompagnata da altri alimenti, meglio se crudi, per avere un apporto calorico corretto e restare in forma?

Sono infatti molti i falsi miti in fatto di diete estive e li sfata Giulia Podestà, nutrizionista del team Feat Food, la startup che consegna in tutta Italia piatti pronti personalizzati e bilanciati, studiati dall’Intelligenza Artificiale sulla base delle caratteristiche fisiche e degli obiettivi di forma di ogni utente. Giulia oltre a mettere a punto le nuove ricette proposte sulla piattaforma, assiste i clienti nella creazione di un piano alimentare completamente personalizzato, integrando il lavoro della tecnologia. Se da un lato gli algoritmi calcolano le grammature e gli abbinamenti di alimenti, dall’altro Giulia parlando con il cliente, tara il regime alimentare sulla base di ulteriori esigenze, come intolleranze o problemi specifici, come eccesso di colesterolo o pressione alta.

In generale, per un regime alimentare sano, adatto all’estate, non è sufficiente utilizzare alimenti freschi e crudi. I ‘false friend’ di una dieta bilanciata estiva più comuni sono:

prosciutto e melone (220 kcal per 350 grammi): il prosciutto, come tutti gli insaccati, ha un alto contenuto di sodio e annulla l’effetto benefico del melone, che è ricco di acqua. Se proprio non si può rinunciare a questo piatto, che comunque non ha un apporto calorico eccessivo, si potrebbe abbinare un’insalata per compensare meglio l’alto contenuto di sale.

– pomodoro e mozzarella (490 kcal per 250 grammi): la mozzarella (peggio ancora se di bufala) è un alimento ‘falso magro’ e in più ci sono i condimenti. Meglio sempre prediligere olio extravergine di oliva in quantità moderata (10g).

– bresaola e grana (215 kcal per 90 grammi): anche la bresaola ha un contenuto di sale molto elevato, addirittura maggiore del prosciutto crudo, che si ‘allea’ con il grana, alimento proteico, ai danni della ritenzione idrica.

– insalatone (possono arrivare a seconda degli ingredienti anche a 600 kcal per 400 grammi): anche le tanto amate insalatone non sono un piatto dietetico, perchè in esse le foglie di insalata si accompagnano a troppi altri ingredienti (come le uova e il tonno) e ai condimenti, che ne aumentano l’apporto calorico. Il tonno, ad esempio, molto spesso è in scatola, ma dovrebbe essere preferito quello fresco.

– gelato (200 kcal per un cono a due gusti crema e cioccolato, 130 kcal se fragola e limone,): altro must dell’estate è pensare che il gelato possa sostituire un pasto, ma in realtà non sazia perché non contiene proteine e fibre ed è ricco di grassi saturi; il gelato deve essere dunque considerato uno spuntino, meglio se di frutta, gusti che sempre più spesso sono fatti a base di acqua.

La premesse da cui dobbiamo partire per impostare la nostra alimentazione estiva è che in questo periodo dell’anno si suda molto e quindi la prima regola da seguire è reintegrare i liquidi e dare al nostro corpo un maggiore apporto di potassio, abbassando quello di sodio – spiega Giulia Podestà – I cibi devono essere facili da digerire ed è necessario bere molto. Altra regola d’oro è evitare picchi glicemici perchè determinano un senso di sazietà momentaneo e rapido, svanito il quale si ha ancora più fame di prima“.

Largo dunque a carni bianche e al pesce, meglio se al vapore, cottura che consente di preservare le proprietà nutritive e ad alimenti ad alto contenuto di potassio come il melone, a frutta e verdura di stagione, ricche di acqua, come anguria, melone e pesche, cetrioli, zucchine e pomodori. I carboidrati non sono banditi, ma meglio se integrali perchè hanno un indice glicemico più basso, se abbinati a legumi che contengono proteine dando potere saziante maggiore e se consumati freddi: perfetti, ad esempio, riso e piselli o farro con i ceci. Per dissetarsi in estate bisognerebbe bere almeno 2 litri di acqua al giorno, tutt’al più insaporita con tisane senza coloranti, e gli alcolici andrebbero evitati perchè disidratano, rallentano il processo di digestione e aumentano anche la stanchezza.

Chi non rinuncia all’attività fisica anche d’estate ovviamente suda di più e deve prestare ancora maggiore attenzione al reintegro dei sali minerali per evitare cali di pressione. Fare dunque il pieno di frullati e centrifughe purché a base di frutta e acqua ed è concessa, in piccole quantità perchè è molto calorica, anche la frutta secca perchè è ricca di grassimonoinsaturi e polinsaturi che fanno bene all’organismo, in particolare al colesterolo.

Ricette davvero sane e bilanciate direttamente a casa
Con il servizio di meal planning di Feat Food la dieta arriva direttamente a casa, studiata da algoritmi di Machine Learning e personalizzata dai nutrizionisti, in caso di esigenze particolari. Un servizio su misura che consente di seguire un regime alimentare sano ogni settimana (i pasti, in consegna ogni 7 giorni, si conservano in frigorifero per 10 giorni), consentendo oltretutto di risparmiare il tempo della preparazione.

Il menù di Feat Food varia sempre in funzione della stagionalità dei prodotti, utilizzando pochi condimenti e abbinando ingredienti che saziano e che, allo stesso tempo, sono gustosi. Nel menù estivo proposto sul sito di Feat Food sono disponibili:

gamberi, lime, curcuma e peperoni (192 kcal per 242,6 grammi): i gamberi cotti al vapore sono ipocalorici, contengono vitamina D, sali minerali e selenio, che recenti studi dicono sia un antitumorale, proprio come la curcuma che ha anche potere antinfiammatorio). I peperoni contengono vitamina A e C e sono di stagione, come il lime.

riso basmati con bocconcini di pollo al sesamo e zucchine (440 kcal per 444 grammi): il riso basmati trattiene molta acqua, l’unica accortezza è lavarlo molto bene per togliere l’amido e renderlo più digeribile. Il pollo è una carne magra e leggera, le zucchine contengono acqua per il 90%, oltre ad essere ricche di vitamina A, perfetta per le ossa. Anche il sesamo ha molte proprietà benefiche: contiene molti omega 3 e 6, sali minerali e fibre.

– orzo con pomodorini al basilico e cetrioli all’aceto balsamico (290,5 kcal per 224 grammi): l’orzo è un cereale che contiene betaglucano, sostanza che rallenta l’assorbimento degli zuccheri e che serve pertanto ad abbassare la glicemia; i pomodori sono ricchi di potassio e hanno un forte potere antiossidante, mentre i cetrioli danno un forte senso di sazietà per il loro alto contenuto di acqua e sono ipocalorici, dato che hanno solo 13 kcal per 100 grammi.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × quattro =

Food Mood

Romagna: aperto il “Piadina Experience”

Published

on

Uno spazio multimediale che racconta la storia e i segreti della piadina romagnola

Il Piadina Experience nasce dal sogno di voler celebrare il simbolo della Romagna gastronomica, il “pane nazionale dei Romagnoli” e di volerlo raccontare dandole lo spessore che merita. Il Piadina Experience è un viaggio multimediale, che celebra la Romagna, il territorio e le materie prime di cui è composta la piadina.

Attraverso un percorso insolito, i visitatori saranno trasportati in un vero e proprio Viaggio nel mondo della Piadina, dal Neolitico ai giorni d’oggi, alla scoperta della storia più antica fino all’evoluzione moderna, il tutto raccontati da veri romagnoli DOC. Si sognerà nella Sala della Magia, come in un film del Maestro Fellini … dove il Grano e gli altri elementi danzeranno insieme per raccontarci l’alchimia che si rinnova ogni volta che nasce una Piadina. Passeggiando sul Tunnel Panoramico si assisterà al processo produttivo. Sarà interessante seguire le fasi della produzione: dall’impasto, al riposo nella Spa delle Piadine, alla cottura a temperature differenziate, scoprendo i segreti della tecnologia al servizio della tradizione e della qualità.

Ci sarà la possibilità di aggiungere un’attività divertente al Tour: “Le Mani In Pasta”. Un divertente Corso di Piadina e di Cassoncini Romagnoli insieme alle Azdore Romagnole a ritmo di liscio! Una degustazione a sorpresa della nostra Piadina arriverà per stuzzicare gli ospiti durante il percorso del Piadina Experience. I percorsi didattici per le visite scolastiche potranno essere declinati in base all’età degli studenti o alle necessità degli insegnanti. Abbiamo scelto un nuovo concetto di Esposizione, utilizzando proiettori ad altissima definizione che hanno reso possibile l’impossibile: la storia della piadina e del territorio in cui nasce prendono vita coinvolgendo e abbracciando il visitatore 360°. Ogni superficie diventa viva; pareti e soffitti si colorano delle tinte della Romagna. Il Piadina Experience tocca le corde della memoria e fa provare sensazioni uniche, coinvolge non solo la vista ma anche l’udito, olfatto e tatto, grazie ad un percorso sensoriale che esalta l’emotività dell’esperienza. Una visita carica di suggestioni, per celebrare la Romagna e la Piadina.

ORARI LUNEDI/MERCOLEDI/VENERDI – Inizio visite alle 10,30 (Sabato e domenica chiuso) Prenotazione obbligatoria 24h prima Per “Mani in Pasta” e “Azdora Piadina Show” prenotazione obbligatoria 48h prima Per gruppi disponibilità tutti i giorni su prenotazione.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Food Mood

Design week, occasione per un itinerario di gusto: ristoranti di design e locali con dehors all’aperto

Published

on

Dal 6 al 12 giugno torna il consueto appuntamento internazionale con il design, un momento fondamentale per l’intera design industry che si celebra ogni anno nel capoluogo lombardo.

Tantissimi gli eventi che avranno luogo durante la seconda settimana di giugno che sarà anche l’occasione per scoprire e riscoprire la città di Milano anche attraverso i suoi ristoranti caratteristici.

Qui di seguito una selezione di indirizzi contemporanei in cui fare una sosta all’insegna del gusto e del design.

RISTORANTI DI DESIGN
Dry Aged
Non solo Food ma anche Arte e design, due componenti fondamentali che caratterizzano il dna del Dry Aged, ristorante situato in via Cesare da Sesto al civico 1 a Milano. La scultura lampadario dal design futuristico che con i suoi giochi di luce illumina il pavimento originale anni Venti nelle sale principali e i neon rosso fuoco che inondano le pareti color azzurro petrolio in un graffiante contrasto, accompagnano l’ospite in una sorta di viaggio punk rock tra opere d’arte contemporanea, fotografia e street art. Una selezione di opere unica in cui troviamo un “Joker” originale di No Curves, lo pseudonimo dietro il quale si nasconde uno dei più famosi artisti della tapeart di tutto il mondo, che sorprende per il suo stile unico e geometrico, caratterizzato dalla totale assenza di curve rotondità; alle visioni veneziane di OBEY, tra i maggiori street artist contemporanei; sino alla città di Milano, interpretata dal calligrafo Giuseppe Caserta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nhero Milano
Tra la futuristica Gae Aulenti e Porta Venezia, a due passi dalla Stazione Centrale, Nhero è un locale di tendenza che vive tutti i momenti della giornata con ricercata qualità delle proposte gastronomiche.

Il design del locale è stato concepito dall’architetto Giuseppe Falvo che ha studiato per Nhero un progetto all’avanguardia caratterizzata da cucina a vista, arredi moderni e una suggestivo bosco verticale che domina su una delle pareti, rendendo l’atmosfera accattivante e floreale. Le grandi vetrate diffondono una piacevole luminosità durante il giorno e un’atmosfera che a sera si fa romantica e soffusa.

Classico trattoria & cocktail
Classico trattoria & cocktail è il nuovo progetto imprenditoriale della famiglia Murray, con un ampio giardino interno in pieno stile liberty, tra tavoli e sedie d’epoca che coniugano dettagli decò a tessuti di tendenza come il velluto, che raccontano di un elegante salotto in un contesto di Vecchia Milano. La sinergia tra cucina e cocktail bar, le due anime di Classico, è il tratto distintivo del ristorante, da gustare al civico 6 di via Marcona.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Particolare
Situato in Via Gerolamo Tiraboschi al numero 5, Particolare Milano è a tutti gli effetti un ristorante pensato per la città meneghina. La fonte d’ispirazione degli architetti è stata l’eleganza degli anni Cinquanta e Sessanta. Ogni dettaglio è stato studiato in ogni minimo particolare: gli accostamenti, la texture, le prospettive, un mix di design accogliente pensato su misura per il cliente. Un locale all’avanguardia con toni classici, ma che si sposa bene con la tradizione e il design milanese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Acqua Restaurant, Olgiate Olona
Acqua Restaurant è un viaggio nel gusto, un’esperienza che richiama il mondo del mare a partire dalla concezione dello spazio. Il ristorante ha una struttura che si ispira al profilo di una nave e lo scenario marino si ritrova anche negli arredi.

Il progetto architettonico è curato da Riccardo Macchi e Nicola Ghirlandi che creano un percorso sensoriale avvolgente che fonde luce ed elementi naturali e trasmettono la sensazione di immergersi nell’acqua.

L’atmosfera raffinata e ricercata è restituita grazie all’impiego di materiali naturali, quali legno, pietra e acciaio. Lo spazio dove sono accolti gli ospiti è caratterizzato da una teca bioclimatica, visibile da molteplici ambienti grazie alle pareti di vetro dove vive un vero e proprio pezzo di giungla.

Il Moro di Monza
Un’atmosfera elegante e contemporanea e un savoir faire da Grandes Tables quello del Moro, in cui interni si arricchiscono della presenza di arti figurative contemporanee e di elementi dell’artigianalità ceramista siciliana. Le poltrone, di design contemporaneo, completano la tavola in radica di noce nazionale in modo da rendere l’esperienza unica, comoda ed avvolgente. In carta una commistione tra la terra d’origine e il territorio che li ha accolti: tra Sicilia e Lombardia. Le opere esposte a Il Moro, realizzate dall’artista milanese Debora Fella, rappresentata a Monza da LeoGalleries, introducono in un’atmosfera sognante e delicata che ci riporta alla “memoria”, ad un’intima visione del trascorrere del tempo che sfuma e confonde, ad un “presente” sospeso tra ciò che è passato e ciò che è ancora in divenire e si coniugano perfettamente con lo stile innovativo e il design contemporaneo del ristorante.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mamba
Stile e gusto si fondono in questo locale di nuovissima apertura nei pressi delle Colonne di San Lorenzo. Progettato come luogo per il divertimento e lo svago, Mamba è un cocktail bar dallo stile e dal design vibrante e colorato. Gli interni sono caratterizzati da uno stile minimalista vivace, con evidenti richiami alla vegetazione della foresta amazzonica. I toni del verde si esprimono con la presenza di palme, cactus e pattern floreali che contribuiscono a generare un’atmosfera vivace e ispirata alla natura, movimentata dal contrasto con la scritta rossa luminosa al neon che sovrasta la bottigliera.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Food Mood

La festa della mamma con la dolcezza della Pasticceria Gattullo

Published

on

Domenica 8 maggio la Pasticceria Gattullo festeggia le mamme dalla colazione alla merenda coccolandole come meglio sa fare: prendendole dolcemente per la gola, all’insegna del romanticismo.
Per il classico pranzo della domenica all’italiana, la Pasticceria Gattullo realizza una torta in esclusiva per la festa della mamma: morbido Pan di Spagna con crema chantilly e fragoline, ricoperto da meringhe e sul top un bouquet di fiori che può essere usato come centrotavola; la torta è realizzata solo su prenotazione.

Altre proposte a tema: una colazione a letto con i muffin al cioccolato decorati dall’elegante glassa rosa che ricorda gli amati fiori e i cuoricini di zucchero, un classico intramontabile che richiama anche la merenda con i donuts ricoperti di glassa.

Le torte sono i fiori all’occhiello della pasticceria storica milanese, che sforna “gioie del palato” instancabilmente e con tanta esperienza dal 1961. Tutte le specialità della Pasticceria Gattullo si possono trovare presso l’intramontabile sede di Piazzale di Porta Lodovica a Milano o sullo shop online.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending