Connect with us

Resort & SPA

Baglio Occhipinti: ospiti della natura

Published

on

L’anima siciliana di un country relais per una fuga dentro se stessi nella campagna ragusana
È un tempo, questo, in cui è necessario ripensare il concetto di lusso. Chi, come Fausta Occhipinti, ha avuto modo di toccare con mano l’atmosfera luccicante ma illusoria di capitali del glamour quali Parigi e Milano, sa quanto oggi la vera ricchezza stia nei piaceri semplici di un ritorno alle origini, nei tramonti di un sole che sembra una grande arancia destinata a sparire e a rinascere ogni giorno tra gli alberi da frutta della Sicilia.
Il ritmo dell’orto
Gli studi da architetto paesaggista hanno assunto improvvisamente un senso inedito quando, nel 2009, il progetto di Baglio Occhipinti l’ha riportata a Vittoria (RG), nella Val di Noto, ufficialmente per ristrutturare l’antica cantina della proprietà di famiglia (opera terminata nel 2016) ma in realtà per creare un luogo che non fosse tanto un classico punto di partenza per esplorare il territorio ragusano, quanto un posto fatto per restare e per scoprire se stessi, riadattandosi a un ritmo che è quello lento e inarrestabile della natura e della luna, delle vigne, dei campi di grano antico di Tumminia, di un orto in cui è radicata la filosofia di una cucina autenticamente sana. Se il finocchietto selvatico è l’ingrediente principe della pasta alle sarde e finocchi e le melanzane siciliane sono il fulcro del gusto della pasta alla Norma, tra le varietà antiche tradizionali del territorio vengono coltivati inoltre broccoli, cavoli, cicoria, bieta, cipolle, aglio, piselli, fave, pomodori, zucchine estive di Vittoria e zucche. I pistacchi, le carote e le mandorle arrivano invece sulla tavola della colazione e della merenda nelle famose torte della signora Gina.
La Sicilia, tutto intorno
Ridefinire l’idea del lusso significa anche restituire un valore ai materiali tradizionali, all’artigianalità e alla coerenza: dalla ceramica di Caltagirone, alla pietra dei lavandini della cucina, fino alle uve biologiche e alla fermentazione spontanea, sono tutti elementi che si respirano in ogni angolo di una tenuta da sempre legata alla produzione del vino, intrisa di storia e del profumo del mosto che si diffonde negli oltre dieci ettari di campagna ragusana, dove davvero i sogni diventano realtà, nel rispetto delle tradizioni locali e dell’ambiente con una rigorosa concezione plastic free e tramite l’utilizzo di energia verde ottenuta da pannelli fotovoltaici e solari.
In quella che anticamente era la classica fattoria fortificata con ampio cortile, oggi si può oziare a bordo vasca di una piscina depurata con sale per ridurre l’uso del cloro, circondata da alberi da frutta e da un agrumeto di oltre 300 anni e inserita in un progetto di giardino mediterraneo, dove sorseggiare un aperitivo o cenare in coppia.
 
La febbre dell’essere
È un luogo che affonda le radici in un’epoca perfino anteriore all’anno 1000, in cui ogni pietra – comprese quelle del palmento, la grande stanza un tempo dedicata alla pigiatura e alla fermentazione dei mosti – ricorda e celebra il passato senza perdere di vista il futuro, con l’approccio tipico di chi abbraccia la filosofia del fare e del saper fare. A questo proposito, la tranquillità e il senso di pace fanno da contorno a una febbrile creatività che dà vita a continue esperienze. Se le cooking class in esclusiva per imparare i segreti dei cannoli, della scaccia ragusana cotta nel forno a legna, o dei pomodori essiccati al sole, sono all’ordine del giorno, ogni domenica si mangia e si discute con un produttore vitivinicolo, mentre il sabato mattina è il momento della lezione di yoga, seguita da una passeggiata in vigna, da un pranzo biologico o da un massaggio all’aperto nell’agrumeto. E poi, seguendo un concetto di vacanza che nasce e cresce intorno alle persone e agli incontri, ci sono gli appuntamenti con le donne siciliane, un calendario di occasioni per conoscere storie trasversali ma sempre edificanti di figure femminili in ogni settore, dalla scrittrice alla cuoca, fino all’imprenditrice.
 
Le persone del posto, un posto di persone
In un soggiorno al Baglio – frammento di un mondo antico visto con gli occhi di donne che innovano – si finisce per immergersi quasi senza accorgersene nella comunità locale, si entra naturalmente in un’istantanea siciliana dove si chiacchiera e si ascolta musica al fuoco del camino, mentre le signore del baglio preparano i piatti più gustosi della vera cucina siciliana delle nonne.
Ai bagliori ingannevoli delle metropoli, Baglio Occhipinti contrappone il riflesso del sole sull’argento dei vassoi di famiglia che vengono utilizzati per servire il burro all’ora del tè o a colazione. La precarietà delle passerelle e l’effetto omologante delle mode scompaiono di fronte alla rassicurante solidità di muri che misurano almeno 70 centimetri di spessore e all’unicità di camere – solo 12, con wifi e giardino con vista panoramica sui vigneti e sui monti Iblei – tutte diverse tra loro ma tutte ugualmente figlie del recupero del fabbricato rurale. L’anonima serialità di un arredamento standard sembra lontana anni luce dalla raffinata ricerca dei dettagli e dal gusto personalissimo dei mobili antichi di famiglia, delle sete dei cuscini, delle ceramiche di Caltagirone, dei profili dorati delle porte verdi, delle scelte ragionate dei colori e di materiali come il battuto di cemento dei pavimenti.
Anche l’impersonalità del generico termine “staff”, qui, lascia il posto ai nomi propri e a volti che rimangono impressi con i loro sorrisi e le loro storie. Con atteggiamenti da gentleman, il signor Bruno, padre di famiglia in questo sogno di campagna, accoglie e regala gelsomini alle signore. Tra le quali, senza dubbio, la moglie Rosaura, custode di ricette segrete e dei rituali dell’ospitalità siciliana. Altra donna della dinastia Occhipinti è Arianna che, insieme allo zio Giusto, è la vera esperta di coltivazione biologica e di produzione vinicola.
 
Le dimensioni della vacanza
Dal frutto che si raccoglie, all’albero che lo ha generato, dalle passeggiate nell’aria fresca dell’orto alla cucina dove i suoi prodotti vengono utilizzati e c’è sempre qualcuno disponibile a scambiare quattro chiacchiere: Baglio Occhipinti è il cuore di una vacanza che, partendo da una dimensione interiore, si espande alla Sicilia intera, verso Caltagirone (con le sue ceramiche famose nel mondo), Scicli e Ragusa – i luoghi di Montalbano – o Catania, distante circa un’ora. È un universo letteralmente senza confini, che può allargarsi in ogni istante, mettendo nel baule una delle bici pieghevoli in affitto o scegliendo sulla mappa un luogo in cui vivere un’esperienza all’aria aperta e consumare i salumi, i formaggi, il vino e il pane di casa, inclusi – con tanto di tovaglia e bicchieri – nel cestino vintage previsto dal baglio per chi cerca intimi tuffi nella natura circostante.
 
Baglio Occhipinti
Dove si trova: in Sicilia, in provincia di Ragusa
Quante camere: 12 con giardino e vista panoramica sui vigneti e sui monti Iblei
Apertura: aperto tutto l’anno
Ristorante: aperto agli esterni
Piscina: esterna immersa nell’agrumeto arabo
Esperienze: corsi di cucina, orto, wine tasting, massaggi nell’agrumeto
Aeroporti: Comiso a 8,5 km (da Linate, Fiumicino con Alitalia; da Malpensa e Pisa con Ryanair); Catania 90 km. Baglio Occhipinti organizza transfer per gli ospiti.
Prezzi: a partire da 150 euro per camera a notte con la prima colazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 16 =

Resort & SPA

La felicità è a portata di sauna: il segreto dei finlandesi è godersi il bagno di vapore anche in estate

Published

on

Da nord a sud, le 7 location da non perdere  per un’indimenticabile sauna sotto il sole di mezzanotte

Uno dei modi migliori per entrare nel mood del Paese più felice del mondo, la Finlandia, è attraverso una delle sue più antiche usanze: la sauna. Questa pratica, risalente a migliaia di anni fa, è entrata a far parte del patrimonio culturale immateriale dell’agenzia delle Nazioni Unite che celebra le tradizionali usanze che influiscono positivamente sulla qualità della vita.

Il termine “sauna” è una delle poche parole finlandesi a rientrare nel lessico internazionale e rappresenta una pietra miliare dell’identità e dello stile di vita del Paese.

L’antico rituale della sauna è parte integrante dello stile di vita finlandese, un modo per incontrarsi, rilassarsi e ristabilire un contatto con la natura con un tuffo nelle rinfrescanti acque del mare o dei laghi” – afferma Terhi Ruutu, terapista ed esperta del bagno di vapore finlandese. “Questa pratica facile e accessibile a tutti, permette di mantenere un equilibrio nella vita di tutti i giorni ed è una della chiavi della felicità finlandese.”

Autore di “Sauna Therapy: Ricette per il benessere”, Ruutu è il fondatore di Terhen, la comunità del benessere che suggerisce “un nuovo concept per combinare sauna, cultura, incontri e scambi sociali.” Un vero e proprio spazio per ospitare eventi dedicati all’antico rituale finlandese e a temi correlati come il benessere, retreat e alimentazione salutare. (www.terhen.fi)

La comunità di Ruutu, però, non è l’unico luogo in cui ci si può rilassare. Dato che la Finlandia rappresenta la terra promessa delle saune, ne esistono di ogni tipo: da quelle elettriche presenti negli appartamenti e negli uffici, a quelle a legna che si trovano soprattutto nei cottage fino alle saune a infrarossi, aromatiche, mobili e galleggianti.

In Finlandia solo durante la stagione estiva, però, è possibile vivere un’esperienza unica: la sauna notturna, seguita da una nuotata nel lago o nel mare, illuminati dalle calde luci del magico sole di mezzanotte. Con oltre 3 milioni di sauna disseminate in tutto il Paese, in Finlandia si ha davvero l’imbarazzo della scelta per andare alla scoperta dell’antica pratica. Per questo motivo Visit Finland ha stilato una guida con la selezione delle saune più note e innovative da non perdere, soprattutto in estate.

La più grande sauna galleggiante dei paesi nordici
Per gli appassionati del buon cibo il nuovo Sauna Restaurant Meri è l’indirizzo da segnare. Inaugurato di recente a Vaasa, città sulla costa occidentale della regione Ostrobothnia, in questo ristorante guidato dallo chef stellato Hans Välimäki, si può godere di una sauna galleggiante e una spa marina, oltre che vivere un’indimenticabile esperienza gourmet.
https://saunaravintolameri.fi

Camera con vista
Se invece si è alla ricerca di una vista mozzafiato, in Lapponia, a 400 chilometri dal Circolo Polare Artico, vicino al Mar Glaciale Artico, sorge l’esclusivo Hotel Cahkal che offre un’esperienza di sauna in terrazza con vista sulla spettacolare vetta del monte Saana.
https://cahkalhotel.fi/

L’arte del vapore
Nel cuore della regione dei laghi, ad appena 90 chilometri da Tampere, la capitale mondiale della sauna il 18 giugno sarà inaugurato a Göstä il museo Serlachius. Questo eccezionale complesso di saune coniuga arte e design all’interno di un edifico architettonicamente stupefacente che si fonde con l’ambiente lacustre che lo circonda.
https://serlachius.fi/en/sauna/

Safari nordico
Perché non vivere l’incredibile esperienza del safari in pieno relax e comodamente immersi in un bagno di vapore? Nei pressi di Hossa, il villaggio settentrionale celebre per le pitture rupestri risalenti al 1500-2500 a.C, c’è una nuova struttura nascosta nella natura selvaggia ideale per chi desidera ammirare la fauna locale e godersi i benefici dell’antico rituale della sauna finlandese.
www.hossankarhut.fi/en/safaris/bear-sauna-safari

Attrazioni in riva al lago
Se si vuole scoprire la cultura e le autentiche abitudini per vivere l’estate come dei veri finlandesi, il complesso di sauna, spa e ristorante sulle sponde del lago Kallavesi a Kuopio nella regione di Savo è il posto perfetto. Fun fact: nel dialetto di questa regione la parola Saana (il famoso fell della Lapponia) significa “sauna”.
www.kuopionsaana.fi

A qualcuno piace caldo
Tutti quelli che vogliono godersi l’antico rituale finlandese nel cuore di Tampere, la capitale mondiale della sauna, può recarsi nel nuovo centro Kuuma (“caldo” in finlandese). Qui gli ospiti oltre a trovare la tradizionale sauna, dopo un rilassante bagno di vapore possono fare un tuffo nella rinfrescante piscina galleggiante sul lungolago.
https://saunaravintolakuuma.fi/en

La sauna più instagrammabile
La Finlandia offre anche spot perfetti a prova di Instagram. Gli amanti dei social che vogliono scoprire la pratica della sauna possono lasciarsi il trambusto della città di Helsinki alle spalle e godersi il rituale in riva al mare con vista panoramica sulla capitale raggiungendo facilmente con il traghetto la suggestiva isola di Lonna. Questo pittoresco angolo di terra a due passi dalla centralissima Market Square consente di abbandonarsi completamente al relax del bagno di vapore finlandese e dopo fare una nuotata rinfrescante.
http://www.lonna.fi/en/services/sauna/

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Resort & SPA

Amazing Week a Cefalù: una settimana dedicata al benessere

Published

on

Dal 1 all’8 Maggio Club Med Cefalù, unico Club Med Exclusive Collection del Mediterraneo, diventa il tempio del benessere.  Una settimana dedicata ai 5 sensi dove far il pieno di energia, riconnettersi con sé stessi e rigenerarsi totalmente.

Un programma fitto di appuntamenti che prevede 3 workshop al giorno di yoga (dal lunedì al venerdì) con Heberson Olivera, il guru del metodo Vibhava yoga, declinati nel saluto al sole all’alba, meditazione al tramonto e sessioni di Vibhava Yoga per tutti i livelli yoga. Il Vibhava yoga – che in sanscrito significa “evoluzione” – è un metodo sviluppato da Heberson Oliveira, insegnante di origine brasiliana formatosi presso la Scuola Internazionale di Yoga di Lisbona. Con 20 anni di esperienza, Oliveira si è ispirato ai più antichi tipi di yoga per sviluppare un metodo adatto alla vita quotidiana di tutti. Che si tratti di gesti, respirazione, meditazione o rilassamento, tutti sono in grado di praticarlo. E tutti possono progredire. Le sessioni di yoga si tengono accanto alla piscina Zen o sotto il pergolato del Palazzo con vista sulla baia. Imperdibile lo yoga sul paddle, per riconnettere mente e corpo in equilibrio sull’acqua. La scuola di yoga Club Med byHeberson, partnership sviluppata tra Club Med ed Heberson Olivera, è presente, oltre a Cefalù, in diversi Resort Club Med. E ancora conferenze tematiche su rituali benessere come nutrizione, riposo equilibrio tenute proprio da Heberson.

Dopo le sessioni di yoga, i più sportivi possono sempre cimentarsi in altre attività. Al Club Med di Cefalù non mancano le occasioni per dedicarsi allo Stand Up Paddle o all’Hobie Eclipse, una nuova versione di paddle boarding, senza la pagaia dove sono le gambe a spingere i pedali. Non mancano, poi, scuola di vela, kayak e snorkeling intorno alla baia. E ancora corsi collettivi, per principianti e per esperti, con i maestri certificati della scuola di tennis. La palestra attrezzata con sala pesi e cardio-fitness, prevede anche diversi corsi, tra cui functional training, stretching, Pilates. Il fitness arriva anche in piscina con float Fit Hiit un programma completo di acquafitness che comprende squat, affondi e esercizi di tonificazione su una pedana galleggiante.

Dopo tutta questa attività non resta che una pausa nella Club Med spa by Sothys, situata in cima a un selvaggio promontorio roccioso e con affaccio scenografico sul Canale di Sicilia. Qui sono previsti rituali benessere e workshop, sauna, bagno turco e hammam, per un’autentica esperienza di benessere.

Il leggendario Club Med Cefalù, il primo Resort della Exclusive Collection nel Mediterraneo situato nel Parco Nazionale delle Madonie e progettato in modo da integrarsi il più possibile con il suo ambiente, si trova in cima a scogliere rocciose con una vista scenografica sulla baia di Cefalù. Un mix di eleganza barocca e design minimalista, all’interno di giardini mediterranei, creano una rara combinazione di stile, intimità e di autenticità che lo rendono unico.

Diverse poi le sistemazioni tra cui scegliere, per una vacanza davvero personalizzata e in linea con la propria idea di benessere e tranquillità. Le Villette Deluxe, immerse nella macchia mediterranea, hanno esterni in legno naturale, vasca in camera e doccia, salottino e veranda, mentre le suite, che si trovano al primo piano del corpo centrale, e sono dotate di camera, soggiorno e terrazza vista mare.

Altre due suite sono “nascoste” nel Resort: Baia è una villa indipendente affacciata sul promontorio, pensata per due persone mentre Canonica è la suite adiacente alla Chiesa settecentesca di Santa Lucia che può ospitare famiglie di 4 persone ed è disposta su due piani, con terrazza sul tetto. E infine le Superior Room che sintetizzano lo stile del resort che coniuga comfort e design.

Completa l’offerta l’alta cucina che sposa i più autentici sapori della Sicilia. LA ROCCA è il ristorante principale del Resort, aperto per colazione, pranzo e cena, con piatti della cucina italiana e internazionale e uno speciale riguardo per chi soffre di allergie. Il ristorante è elegante, con evocazioni barocche e finiture in rame e legno naturale. IL PALAZZO GOURMET LOUNGE, su 2 piani, è il tempio dell’alta gastronomia all’interno di un antico palazzo del Settecento restaurato. L’AZZURRO BAR è il ritrovo per un drink in relax: bevande e cocktail sono serviti in un ambiente elegante, con specchi e finiture in madreperla.

Infine, LA RIVA BEACH RESTAURANT & IL COVO BAR (aperto dal 1° Maggio al 31 Ottobre) direttamente sulla spiaggia, offrono grill, show cooking, buffet con granite e gelati.

Info: https://www.clubmed.it/r/cefalu/y

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Resort & SPA

Spa con full immersion nella natura

Published

on

Le spa immerse nella natura amplificano il benessere per il corpo e soprattutto per la mente

Luce, alberi e prati a perdita d’occhio e vette maestose: la mente si rasserena, il battito cardiaco si regola, ansia e stress lentamente ci abbandonano. Le spa immerse nella natura offrono, oltre ai benefici dei trattamenti benessere, un grande senso di vitalità, energia e calma, complice la vista su paesaggi armoniosi e incantevoli. Ad esempio il centro benessere di 2500 mq dell’Excelsior Dolomites Life Resort di San Vigilio di Marebbe (BZ), è immerso nel grande Parco Naturale Fanes–Sennes–Braies, che guarda dalle grandi vetrate del Castello di Dolasilla, il centro benessere dove concedersi massaggi e rituali wellness, da soli o in coppia, o dalle saune e dall’infinity pool sul rooftop dell’Excelsior Dolomites Lodge, che domina i tetti del paesino e si apre alla vista delle Dolomiti (www.myexcelsior.com). Un immenso specchio d’acqua, montagne e un parco con piante secolari fanno da cornice all’avveniristica CXI SPA del Lido Palace di Riva del Garda (TN), dedicata all’armonia e all’equilibrio di corpo e mente, e separata dal Lago di Garda solo da una siepe (per la privacy degli ospiti). In questo tempio dell’ospitalità in cui il lusso incontra classe e raffinatezza, il concetto di relax e fuga dal quotidiano nasce proprio dal contatto con la natura: immersi nella piscina interna, in quella esterna o nelle sale relax, la distanza col verde viene annullata. D’estate è possibile concedersi rigeneranti massaggi – anche di coppia – in un gazebo nel parco (www.lido-palace.it/). Tra le maestose Dolomiti del Latemar e del Catinaccio sorge il Romantik Hotel Post Cavallino Bianco di Nova Levante (BZ), nel cuore della Val d’Ega, circondato da uno splendido parco di 45mila mq su cui si affaccia il centro benessere. Dalle stanze per i massaggi, alla piscine interna collegata a quella esterna, dalle sale relax al percorso kneipp fino alla grotta salina, sono tanti i rilassanti punti di osservazione sul verde e sulle vette. L’hotel votato alla natura, ha anche ideato una linea cosmetica certificata bio a base del latte delle cavalle del proprio allevamento, splendidi animali che si possono ammirare dalla spa  (www.romantikhotels.com). In pole position sulla linea di partenza per andare alla scoperta della Val Badia, il Romantik Hotel Cappella di Colfosco (BZ), 5 stelle che offre un panorama privilegiato sulle cime del Sassongher e del gruppo del Sella, da ammirare dalle piscine interna ed esterna, dalla Sky Room (una delle sale relax) e dal giardino wellness, da poco ampliato di 1300 mq con zona relax con lettini a sdraio e lago artificiale (www.romantikhotels.com).

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending