Connect with us

Fashion News

Look grunge e identità per ripartire con AGL

Published

on

Ci sono tanti modi per ritornare alla normalità. Uno di questi è riappropriarsi della propria vita. Scrollarsi di dosso le paure, le ansie e le circostanze di questi mesi e diventare un po’ gladiatori. Ripartire, come vere e proprie guerriere, facendosi largo tra le sneaker di primavera armate, in modo fortemente identitario, di un vero must have.

Forse con queste “reminiscenze da gladiatore”, come recita il comunicato stampa, le sorelle Giusti di AGL riescono a incarnare bene il concetto di ripartenza al femminile, in una città come Milano che ha sempre puntato, e punta anche stavolta, a uno stile identitario della donna nelle calzature, che si rispecchia anche nella vera comodità. Ne è un esempio lo stivale DROMODECOR, che fonde in sé ricerca e innovazione.

Avevamo lasciato le sorelle Giusti durante l’ultima settimana della moda, poco prima dell’ordinanza per la pandemia a Milano e, già allora, la loro proposta appariva a chi scrive ricca di una forte identità personale. Poi è arrivata la nuova campagna pubblicitaria di Paolo Roversi, che ci ha dimostrato che non si tratta solo di una nuova estetica calzaturiera, bensì di una vera e propria proposta per chi vuole farsi accettare per la donna che è davvero.

A vederli ora gli stivali calzati dalla figlia di Michael Jackson nella foto di Roversi, che mostrano una donna dal look casual e chic insieme, con quei dettagli caratterizzati da ganci in metallo, sembrano rappresentare perfettamente la donna che vuole ripartire dopo mesi lunghi e difficili, all’insegna del “mood delle sneaker”, pensato però in modo quasi atletico, anche se femminile.

Un po’ scarpa da montagna, un po’ amazzone di città, con la maxi suola in gomma ideata in esclusiva per AGL, DROMODECOR è adatto a chi è pronto ad osare, tra innovazione e tradizione, calzando il Made in Italy in attesa di ripartire davvero, per vincere.

Concludendo, l’avere nuovamente come testimonial Paris Jackson, vista con gli occhi di Paolo Roversi, ha fatto la differenza, come l’uso del bianco e nero per definire il modello di calzatura, mettendone in risalto il carattere. Così, in questa nuova campagna pubblicitaria, la figlia di Michael Jackson rappresenta appieno l’idea che sta alla base di DROMODECOR: sensualità e femminilità in attesa di un nuovo giorno, o un giorno nuovo, per somigliarsi e volersi bene sempre di più.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + diciannove =

Fashion News

ROSANTICA X VIVETTA | Una fiaba in un giardino botanico

Published

on

Capita che la magia diventi realtà: per veder sbocciare un cristallo, cogliendo frutti dai colori preziosi. Dove? In un giardino botanico effetto Wunderkammer, luogo immaginario che ha accolto l’incontro fra due donne speciali: due designer affini in una creatività portata fra mondi fantastici, fatti d’arte e ispirazioni incantate, sfumati da un pizzico d’ironia.

Con ROSANTICA x VIVETTA nasce una collezione di borse e accessori pronti a racchiudere suoni, profumi e sfumature vivaci, che ispirano la prima collaborazione fra i due brand. Vivetta, marchio nato dall’estro della stilista Toscana Vivetta Ponti, che nelle sue collezioni porta visioni oniriche e surreali evocando un universo sfaccettato fatto d’arte e giocattoli vintage, ma anche di star della musica, gatti e stampe che dal 2009 rendono unica la sua eleganza fiabesca.

E poi Rosantica, realtà con cui la designer Michela Panero, dal 2010, propone accessori creati come veri e propri monili in perle e cristalli, nappe e velluti, sete e catene, realizzati da esperti artigiani con il savoir-faire di un laboratorio tradizionale.

«Ho sempre amato il mondo di Vivetta, sono stata fra le prime a indossare i suoi colletti ricamati. La sua filosofia è sempre stata nel mio cuore. Dopo averla conosciuta di persona è nata un’affinità elettiva: finalmente, abbiamo avuto modo di unire le nostre creatività in questo progetto» racconta Michela Panero.

Così un modello iconico Rosantica come la borsa ‘Holli’ – qui declinata in Holli, Mini Holli, Holli Pocket e Baby – esplora il tema botanico approfondito da Vivetta nella sua collezione Resort 2024: disegni di ciliegie, rami, fiori e piante da frutto, rappresentati con precisione quasi tecnica nella loro bellezza, con elementi scomposti tipici di antiche stampe naturalistiche. Replicati in Rosantica x Vivetta con intricate tecniche di saldatura su basi in placcate in oro 24 carati, decorato da migliaia di preziosi cristalli: creazioni d’altissimo artigianato realizzate a mano in Italia, fino all’ultimo dettaglio di petali e fiori tridimensionali pensati come piccole sculture. Da abbinare a mollettine, cerchietti, spille e ciondoli da applicare a ogni borsa.

«Gli oggetti Rosantica sono dei veri gioielli. Potrebbero far parte di una Camera delle Meraviglie, luoghi del passato che univano oggetti d’arte e reperti naturali. Mi piace pensare che queste non siano borse, ma oggetti preziosi da custodire per sempre. Non a caso, dopo tante collaborazioni con altri marchi di prêt-à-porter, per me questa è la prima nel mondo dell’accessorio» spiega Vivetta Ponti.

Ogni modello può essere personalizzato grazie alle pouch interne, da scegliere in seta verde lime, rosa baby e rosa cipria. E poi un rosso intenso, perfetto per la borsa Holli dove il motivo di mani intrecciate, diventato ormai simbolo della moda Vivetta, si svela con la fantasia Rosantica con più di 2300 cristalli e manico in maxi-perle.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Harmont & Blaine | SUMMER EUPHORIA | Collezione Primavera/Estate 2025

Published

on

Estate.Energia.Emozione.Empatia.
Nella sua nuova collezione Harmont & Blaine abbraccia la stagione più bella dell’anno – la sua stagione elettiva – con un sentimento di euforia che richiama le sensazioni di benessere, vivacità e spensieratezza legate agli scenari del sole, del mare e delle vacanze in compagnia. Freschezza, leggerezza e colore sono i codici estetici di una collezione carica di ‘good vibes & good life’, divisa nei guardaroba Indigo Cruise, Acqua Club e Tropical Gitans, tra le sfumature cangianti dell’acqua, i colori dei ghiaccioli alla frutta e la creatività dei giochi cromatici generati da processi e tinture speciali ispirate alla filosofia ‘arts & crafts’.

Indigo Cruise
Una palette di colori essenziali, morbidi e intensi, accompagna le giornate in città e i primi weekend di relax sulla costa o ad alta quota. Il denim indaco è protagonista del guardaroba urban & casual in un susseguirsi di modulazioni di blu mixate con i toni chiari e scuri della terra, dal sabbia all’argilla. La tela jeans, accanto ai tessuti cotonieri inter-stagionali, racconta e vive la nostra storia, ogni giorno, cambiando aspetto e personalità grazie ai trattamenti stone wash, alle tinture in capo e alle decolorazioni effetto ‘used’ ottenute con metodi produttivi responsabili, a basso consumo di acqua e di energia.

Acqua Club
La tendenza dei bagni solari in città, nelle piscine e nei club sportivi progettati come nuove oasi metropolitane, anticipa le atmosfere agostane orientando lo spettro cromatico verso la serenità delle nuance pastello e la solarità dei toni degli agrumi come l’arancione, il giallo e il lime. Fantasie acquerellate e motivi color-block si alternano ai patchwork e alle righe iconiche di Harmont & Blaine, mentre i tessuti e i filati nobili si alleggeriscono nel fluire dei lini, dei cotoni sottili e delle trame ramiè dalla mano rilassata e naturale.
I motivi a righe distinguono anche la nuova selezione Sorbetto, che dopo il lancio della scorsa stagione prosegue il suo viaggio a colori abbinando le camicie button-down ai jeans con inserti a contrasto, ai teli mare, ai costumi per lei e ai boxer mare per lui in tonalità frizzanti e gustose.

Tropical Gitans
L’estate piena arriva con l’energia vibrante dei festival musicali e con la gioia dei tramonti senza fine sulle isole simbolo dello stile boho & gipsy. La voglia di spiaggia, di natura e di autenticità risuona nei colori magnetici, come il viola e le tinte acide, nelle grafiche di mandala e foliage stilizzati, e nell’esplosione di miscele tie-dye che evocano lo spirito psichedelico degli anni ’70. In un viaggio immaginario da Capri a Goa, passando per il Big Sur californiano, i look si arricchiscono di ricami elaborati, stampe realizzate a mano e intessiture crochet che ricordano l’amore per l’artigianalità e l’attenzione al dettaglio propria del savoir-faire italiano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Capsule Mare – Blu ‘90

Tra le novità della stagione, la nuova capsule collection Mare Blu ‘90 celebra le origini e l’heritage di Harmont & Blaine e l’importanza del colore in ogni forma e fantasia immaginabile. La ricerca tra gli archivi del brand riporta alla luce una serie di scatti fotografici che ispirano l’anima e l’allure di una proposta beachwear caratterizzata da fioriture di margherite e righe multicolor ereditate dagli anni ’90 e reinterpretate in chiave squisitamente contemporanea.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Mario Dice realizza i vestiti per l’opera di Wagner – Lohengrin

Published

on

Il calendario delle manifestazioni del  “Sofia Opera Wagner Festival”, quest’anno è iniziato il 13 Giugno con l’opera di Wagner – Lohengrin che ha visto protagonisti impegnati in un opera prestigiosa, appezzata da un pubblico internazionale, restituita al suo spendore dalla bravura degli artisti che la hanno interpretata.

Mario Dice ancora una volta si è espresso nel suo talento declinato alla lirica, occupandosi dei costumi di tutto il cast.

Lohengrin è un’opera romantica   e Dice è riuscito alla perfezione a trasmettere il romanticismo di cui è carico il testo.

Si tratta della sesta composizione di Richard Wagner  di questo genere in ordine cronologico[1].

La Fonte è il poema epico medievale tedesco Parzival di Wolfram von Eschenbach.

Lohengrin, il cavaliere del cigno, uno dei custodi del Santo Graal, è infatti figlio di Parsifal, mitico cavaliere della Tavola rotonda, a sua volta protagonista dell’ultimo dramma di Wagner, scritto trent’anni dopo.

L’opera ha avuto un grande successo di pubblico, merito principale del direttore artistico, nonché regista, Plamen Kartaloff e dell’intero suo staff.

Coraggioso, intraprendente, con un occhio sempre attento ai giovani talenti, istruiti e preparati in lunghi periodi di prove. Cercando sempre un “tutore”, in questo caso la “madrina” è stata Anna Tomowa-Sintow, soprano bulgaro di Stara Zagora classe 1941, di lunga e prestigiosa carriera. Va anche sottolineato che l’orchestra del Teatro dell’Opera di Sofia, la cui attività seguo da oltre 27 anni, ha fatto passi da gigante, sia nel rinnovamento che nell’ampliamento del repertorio, potendo oggi essere annoverata tra le più autorevoli in campo wagneriano. La trasparenza degli archi in pianissimo quasi impalpabili, la potenza e precisione degli ottoni, cui l’Autore richiede sforzi sovrumani, sono solo due dettagli di una compagine orchestrale ricca, omogenea, perfettamente affiatata.

Il merito, in questo caso va attribuito al bravissimo Maestro 49enne di Karlsruhe, Constantin Trinks molto apprezzato per il suo lavoro già un anno fa e che ora ripete il successo trionfale, dirigendo con trasporto, tenuta perfetta del palcoscenico in una lettura che non lascia indifferenti, anzi elettrizza il folto pubblico e spinge gli artisti a dare il meglio di sé. Menzione pure agli ottimi cori, quello titolare dell’Opera di Sofia diretto come sempre alla perfezione da Violeta Dimitrova, rinforzato in questo caso dal coro maschile della Radio Nazionale Bulgara, istruito benissimo da Lyubomira Alexandrova.

DIRETTORE D’ORCHESTRA Costantino Trinks
REGIA Plamen Kartaloff

Personaggi e Interpreti:

  • LOHENGRIN Kostadin Andreev
  • HEINRICH DER VOGLER, RE TEDESCO Biser Georgiev
  • ELSA VON BRABANT, PRINCIPESSA Tsvetana Bandalovska
  • DUCA GOTTFRIED, SUO FRATELLO MINORE Kalin Dushkov
  • FEDERICO DI TELRAMUND, CONTE DEL BRABANTE Ventseslav Anastasov
  • ORTRUD, LA MOGLIE DI TELRAMUND Gabriela Georgieva
  • L’ARALDO DEL RE Atanas Mladenov

SCENOGRAFIA Hans Kudlich
COSTUMISTA Mario Dice
EFFETTI LASER Michael Sollinger
DIRETTORE DEL CORO BNR Lubomira Alexandrova

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending