Connect with us

Mood Town

Ciak, si gira…per l’Italia, nelle locations dei film!

Published

on

L’estate sta arrivando, accompagnata da costumi, pantaloncini corti, occhiali da sole e un profumo inebriante di crema solare! Con il piacevole caldo e la brezza marina arriva anche un’altra gioia: i cinema all’aperto. Cosa c’è di meglio che godersi i grandi classici o le nuove uscite al chiaro di luna fra un popcorn e l’altro? E quale posto migliore per farlo se non nelle città che più hanno ispirato i grandi registi di film e serie televisive? Alcuni grandi classici hanno consacrato molte delle nostre bellissime città italiane, non solo come locations cinematografiche d’eccellenza, ma come vere e proprie protagoniste sul set! Ecco perché ​Holidu, il motore di ricerca per case vacanza​, ha stilato una classifica all’ultimo ciak delle città più amate dai registi come locations per i propri film utilizzando il sito ​IMDb​, e dando anche qualche consiglio su dove godersi un buon film all’aperto e dove andare per ritrovare i luoghi più celebri delle città ripresi nelle scene dei film.

Le città italiane dove sono stati girati più film e serie televisive:

1. Roma – 1511 film
“In questi giorni di città ne ho visitate tante… ma la mia preferita è di sicuro stata Roma!” Ann (Audrey Hepburn) in Vacanze romane

Al primo posto si trova Roma, la città eterna, da sempre fonte di ispirazione per registi italiani e stranieri, con ben 1511 film, che sono stati girati proprio qui. In alcune pellicole la capitale è talmente presente, che avrebbe dovuto essere addirittura premiata come miglior attrice protagonista! Basti pensare a film capisaldi della cinematografia mondiale, vincitori di Oscar e Golden Globe, come ​Vacanze romane,​ film che rese famosa Audrey Hepburn, ​La dolce vita​ di Fellini, uno dei più grandi capolavori della storia del cinema, o al più recente ​La grande bellezza di Paolo Sorrentino. Ci sono anche amatissime serie tv ambientate a Roma, basti pensare alla commedia ​I Cesaroni​,​ o​ alla serie drammatica Netflix ​Suburra​. In tutti questi esempi, la città eterna non fa solo da location ma si riempie di simbolismi e significati, che un’altra città non sarebbe riuscita a far trasparire.

Sulle orme dei film più famosi:
Fontana di Trevi:​ Gli amanti del cinema non potranno lasciare Roma senza visitare la
Fontana di Trevi, nel pieno centro città, e rivivere la celeberrima scena del bagno di Anita Ekberg e di Marcello Mastroianni, diventata un simbolo del cinema del XX secolo. L’originalità di questa scena, lunga neanche due minuti, è senza eguali, tanto da aver ispirato molti film successivi, smosso critiche e tabù; è, quindi, un vero must per coloro che amano la storia del cinema!

Il colle del Gianicolo:​ Un altro luogo imperdibile è il Gianicolo con tanto di panorama mozzafiato su Roma e il tradizionale cannone che spara un colpo ogni giorno a mezzogiorno. Proprio da questo colpo di cannone Sorrentino ha voluto far iniziare il proprio film ​La grande bellezza e​ proprio da qui si dovrà passare per un’esperienza cinematografica e romana senza eguali!

Cinema all’aperto di Roma:
L’isola del cinema:​ Si tratta di un cinema all’aperto tradizionale, che i locali sicuramente
conosceranno! Con oltre 80 serate tra film ed eventi culturali, sull’isola Tiberina. Nel cuore della città, potrete guardare i vostri film preferiti circondati dal Tevere e finire la serata in un locale nel vicino e romanticissimo quartiere di Trastevere. ​Costo del biglietto:​ 6€ ​ isoladelcinema.com
Il Cinema in piazza: ​Nella suggestiva Piazza San Cosimato, ogni sera poco dopo le 21, sarà possibile assistere alla visione di un film per tutto il periodo estivo, da giugno a settembre. Quest’anno verrà fatto omaggio a grandi registi del cinema italiano e internazionale e agli intramontabili classici Disney. ​
Costo del biglietto: ​gratuito il cinemainpiazza.it

2. Milano – 352 film
“Adesso che siamo a Milano finalmente, vogliamo andare a vedere questo famoso Colosseo?” Antonio (Totò) in Totò, Peppino e..la malafemmina

Milano al secondo posto, si distacca completamente dal numero esorbitante di Roma, pur mantenendosi sul podio con ben 352 film! Il capoluogo si è prestato nel tempo come location per più di una pellicola ed è stato spesso rappresentato in maniera ironica per la dedizione al lavoro dei suoi abitanti o per l’accento considerato “da ricchi”. Tra alcuni dei film più celebri girati qui, troviamo l’intramontabile commedia cult ​Totò, peppino e…la malafemmina ​o il film drammatico Miracolo a Milano​ del grandissimo Vittorio De Sica: in entrambi il “principe della risata”, Totò, fa da protagonista. Il tema ricorrente del “trasferimento a Milano per lavoro” si trova anche tra film comici più recenti, tra cui ​Benvenuti al Nord,​ interpretato da Claudio Bisio e Alessandro Siani, o Cado dalle nubi,​ con Checco Zalone. Milano sa essere molto ironica, forse per questo è così amata dai registi!

Sulle orme dei film più famosi:
Il Duomo: ​Il Duomo di Milano, con la sua famosa “Madonnina” è il punto di partenza per
tutti i cinefili d’Italia; qui, infatti, sono state fatte molte riprese, tra queste la più celebre è forse proprio la scena del vigile di ​Totò, peppino e…la malafemmina​,​ ​in cui Totò e Peppino de Filippo chiedono informazioni. Se anche voi​ volete sapere per andare dove dovete andare, per dove dovrete andare.​..bisognerà partire proprio da qui!
Piazza dei Mercanti: ​A due passi dal Duomo, si trova la bellissima piazza dei Mercanti, dove è stata girata una famosissima scena, in c’entrano ancora una volta dei vigili! Si tratta della partita di basket memorabile che Aldo, Giovanni e Giacomo fanno di notte nel film ​Chiedimi se sono felice​. La pellicola ha avuto tra gli incassi più alti di sempre in Italia ed è forse uno dei più bei film del trio comico. Chi vorrà rivivere la “Coppa America” dovrà venire qui!

Cinema all’aperto di Milano:
● Cinema sui Tetti:​ Questo sì che è qualcosa di inusuale, il cinema Bianchini di Milano,
offre proiezioni sui tetti! Avete capito bene…ad un passo dal cielo e dalla Madonnina, sopra la Galleria Vittorio Emanuele II, ci si potrà godere un bel film nelle due sale più alte di Milano! Ogni giorno alle 21, fino a fine ottobre, ci si potrà godere un panorama mozzafiato e la più romantica delle esperienze, tra omaggi per Woody Allen e Sorrentino. Costo del biglietto:​ 12€ ​cinemabianchini.it
● AriAnteo:​ Si tratta di proiezioni all’aperto nelle storiche sedi di Palazzo Reale, Umanitaria e Chiostro dell’Incoronata fino a fine luglio. Qui potrete non solo godere alla vista dei bellissimi edifici attorno al grande schermo, nei quartieri simbolo di Milano, ma anche di classici e anteprime uniche sotto le stelle. ​Costo del biglietto: ​7,50€ spaziocinema.info/arianteo-milano-2019.

3. Venezia – 287 film
“Ah…Adoro Venezia!” Indiana Jones (Harrison Ford) in Indiana Jones e l’ultima crociata

Chiude il podio Venezia, che tra un giro in gondola e l’altro, è stata scelta come location per ben 287 film oltre ad essere visitata ogni anno da registi e attori internazionali, per l’attesissimo festival del cinema. Alcuni grandi classici l’hanno vista protagonista, tra questi ​Morte a Venezia​ di Luchino Visconti, uno dei registi più importanti del XX secolo e rappresentante del cinema neorealista italiano. Tra le pellicole più recenti, ce ne sono anche molte internazionali; Venezia ha, infatti, accolto Daniel Craig in veste di James Bond nel film ​Casino Royale​, così come Johnny Depp e Angelina Jolie in ​The Tourist​.

Sulle orme dei film più famosi:
Chiesa di San Barnaba: ​Molti amanti del cinema riconosceranno la facciata della
Chiesa di San Barnaba. Qui davanti è stata, infatti, filmata una famosa scena di ​Indiana Jones e l’ultima crociata​ di Spielberg, in cui l’esterno della chiesa è stato usato come l’entrata di una libreria immaginaria e anche nell’omonimo campo di fronte, altre scene sono state girate.
Conservatorio di Musica Benedetto Marcello: ​Un altro famoso film è stato girato in più di una location a Venezia. Si tratta di ​Casino Royale​, il primo film in cui Daniel Craig impersona l’agente segreto più famoso di sempre: James Bond, ancora inesperto e appena promosso a doppio zero. Nel chiostro del Conservatorio di Musica Benedetto Marcello, si svolge la sparatoria tra Bond e gli uomini per cui Vesper a sua insaputa lavorava ed è proprio a Venezia che Bond pronuncerà per la prima volta la celeberrima frase “Il mio nome è Bond, James Bond”.

Cinema all’aperto di Venezia:
Cinemoving:​ Quando si tratta di cinema, Venezia non è seconda a nessuno, ecco
perché ha ideato questa bellissima iniziativa per ritrovare il “piacere di stare insieme” in alcune delle piazze più belle. Per una settimana, dal 20 al 28 luglio, il cinema sarà non solo open air, ma anche itinerante! I film cominciano sempre verso le 21 e si troveranno di volta in volta in quartieri diversi: Favaro, Malcontenta, Chirignago-Gazzera, Campalto, Lido-Malamocco, Pellestrina. L’ultima sera ci sarà una grande festa! ​Costo del biglietto: gratuito ​comune.venezia.it/cinemoving
Arena di Campo San Polo:​ A Campo San Polo, il cinema estivo è ormai una tradizione! Sarà per la grandezza e la bellezza della piazza, che ospita ben 1300 posti a sedere, sarà per l’ampiezza dello schermo , ben 150 mq, ma una serata qui è davvero un must! In questa suggestiva “sala” ospita una rassegna fino a fine agosto, dove potersi godere i film più suggestivi dell’anno e anche tante anteprime. ​Costo del biglietto: ​6€ invenicetoday.com/Cinema-Arena-Campo-San-Polo-Venezia

4. Napoli – 227 film
“La doccia è milanese perché ci si lava meglio, consuma meno acqua e fa perdere meno tempo. Il bagno invece è napoletano: un incontro con i pensieri.” Bellavista (Luciano De Crescenzo) in Così parlò Bellavista

Subito fuori dal podio, al quarto posto, si trova Napoli, con un totale di 227 film. Qui il cinema è di casa, sarà per la teatralità dei suoi abitanti o per le sonorità del dialetto napoletano, melodico in ogni forma d’arte, cantata o recitata. La città partenopea è stata scelta come location per molte pellicole classiche, come: ​Totò, Peppino e…la malafemmina,​ ​Miseria e nobiltà​, con Totò la grandissima Sofia Loren, e ​Paisà​ di Rossellini, capolavoro del cinema realista. Altri film più recenti sono, ad esempio, i due diretti da Matteo Garrone: ​Gomorra​, basato sul romanzo di Roberto Saviano, e l’attuale e teatrale ​Reality​. E’ chiaro: Napoli è una tappa immancabile per gli amanti del cinema!

Sulle orme dei film più famosi:
Chiesa del Gesù Nuovo: ​“Dummi’, sto chiagnenno… Quant’è bello a chiàgnere…” ​quale
cinefilo non si ricorda questa celebre frase pronunciata da Sofia Loren nel film Matrimonio all’italiana​ in risposta a Marcello Mastroianni? Si tratta proprio della fine del film cult e, poco prima, i due protagonisti passavano proprio in una piazza napoletana, di fronte alla maestosa Chiesa del Gesù Nuovo. La facciata “bugnata” e gli interni riccamente decorati la fanno essere un luogo unico nel suo genere, che merita sicuramente una visita!
Villa Pignatelli di Montecalvo: ​In provincia di Napoli, a San Giorgio a Cremano per l’esattezza, si trova Villa Pignatelli, dove alcune delle scene del capolavoro di Matteo Garrone, ​Reality​, sono state girate. Questo palazzo storico in stile liberty in rovina è stato l’ambiente ideale per trasmettere la felicità illusoria, poi diventata paranoia, del protagonista del film, Luciano. Lo stato di degrado della villa è evidente, ma alcune iniziative si sono susseguite per ridare lustro all’edificio.

Cinema all’aperto di Napoli:
● Drammaturgia per il cinema: ​Come dicevamo, la grande tradizione teatrale di Napoli si
vede anche nel cinema, ecco perchè uno dei più bei cinema all’aperto della città è la rassegna “Drammaturgia per il cinema”, che in occasione del Festival del teatro, propone da giugno pellicole, che partono dalla mente di grandi drammaturghi per poi prendere vita sul grande schermo. La cornice di questo appuntamento da non perdere sono i bellissimi Giardini di Palazzo Reale. ​Costo del biglietto: ​3€ napolidavivere.it/film-sotto-le-stelle/
● Cinema intorno al Vesuvio: ​Da giugno ad agosto, nel quartiere di San Giorgio a Cremano, c’è una rassegna cinematografica “intorno al Vesuvio”, per l’esattezza a Villa Bruno. Bohemian Rapsody, Green Book e Dumbo sono solo alcune delle pellicole che verranno proiettate, ogni sera dalle 22.30. L’orario d’inizio delle proiezioni sarà verso le 9 di sera. ce di questo appuntamento da non perdere sono i bellissimi Giardini di Palazzo Reale. ​Costo del biglietto: ​4€ ​napolike.it/cinema-intorno-al-vesuvio-2019

5. Torino – 173 film
“Torino è una città bellissima. Come spaziosità supera, io penso, tutto ciò che è stato immaginato prima” Mark Twain

La classifica si chiude in bellezza con Torino, che può contare ben 173 film girati tra le sue vie. La capitale piemontese è stata scelta più di una volta come location di celebri film, da registi italiani e stranieri oltre ad essere sede del bellissimo Museo del Cinema, il più famoso d’Italia, proprio all’interno del simbolo della città: la Mole Antonelliana. Tra i film più importanti girati qui ci sono ​Profondo Rosso ​di Dario Argento, uno dei primi film che segna il suo passaggio da thriller a horror, ​Torino Nera​ con l’amatissimo Bud Spencer e ​Stanno tutti bene ​di Giuseppe Tornatore, in cui dirige Marcello Mastroianni con la colonna sonora di Ennio Morricone.

Sulle orme dei film più famosi:
Teatro Carignano: ​Nonostante ​Profondo Rosso​ venga girato in più di una città, per
disorientare e creare una sorta di “città immaginaria”, secondo il volere del regista, molte scene all’esterno vengono riprese a Torino. Tra le più importanti proprio quella iniziale sulla conferenza, che trattava i fenomeni telepatici. La scena della conferenza è stata, infatti, girata al celebre Teatro Carignano, a soli 10 minuti a piedi dalla Mole Antonelliana, tappa d’obbligo per gli amanti del brivido!
Piazza della Repubblica: ​Stanno tutti bene​ di Tornatore viene girato tra diverse città italiane, tra queste c’è anche Torino. Alcune delle scene più significative sono proprio a Piazza della Repubblica; quando Matteo, il protagonista viene fermato dalla polizia, e quando viene invitato a dormire in un cartone da un immigrato: in questa scena sognerà i suoi figli piccoli.

Cinema all’aperto a Torino:
● Cinema a Palazzo Reale: ​Dal 12 luglio al 31 agosto, nella Piazzetta Reale dei Musei Reali di Torino, si terrà la ormai consueta rassegna cinematografica, con tante pellicole di fama internazionale di ieri e di oggi. La prima serata è dedicata al classico ​Via col vento​ e la rassegna in generale si concentrerà su Riccardo Gualino, imprenditore, mecenate e regista. ​Costo del biglietto:​ gratuito guidatorino.com/cinema-palazzo-reale-2019-torino/
Le Serre del Cinema: ​Fino a fine agosto, nel Parco Culturale delle Serre di Grugliasco, si terrà una rassegna cinematografica di tutto rispetto! Tra classici del cinema e successi degli ultimi anni, ci saranno ben 22 appuntamenti con 4 eventi speciali gratuiti. Particolare attenzione verrà data al cinema muto e alle pellicole ambientate Torino o proprio nel parco! ​Costo del biglietto:​ 4.50€ ​leserre.org/eventi-in-evidenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due − due =

Mood Town

Destinazioni per una luna di miele perfetta

Published

on

“E vissero per sempre felici e contenti e mangiarono per sempre felici e contenti”. È così che finiscono molti matrimoni da favola. Nel mondo reale, il matrimonio è solitamente seguito da una luna di miele per staccare la spina, godersi e scaricare lo stress che a volte deriva dai preparativi per la cerimonia. Se siete alla ricerca di destinazioni per la luna di miele, Civitatis vi propone un elenco con alcuni dei luoghi più popolari e magici per questo momento speciale della vostra vita. Quale scegliereste?

Le 10 migliori destinazioni per la luna di miele

1. Giappone, una luna di miele ricca di contrasti
Il Giappone è un Paese molto vasto, quindi vale la pena di prendersi il tempo necessario per esplorare sia le grandi città che le affascinanti zone rurali. Per questo motivo, può essere una destinazione perfetta per una luna di miele di 14 giorni.

I contrasti del Giappone lo rendono un Paese che offre un’esperienza interessante per tutti i tipi di viaggiatori. Dagli interessanti percorsi escursionistici attraverso i vulcani o le isole abitate dai cervi, alle esperienze geek in città come Tokyo o ai tour di importanti monumenti storici come quelli di Hiroshima. Per non parlare della cucina, che comprende sushi, gyozas e ramen, oltre a molte altre prelibatezze.

Se volete farvi un’idea su questo affascinante angolo dell’Asia, potete consultare la nostra sezione completa su escursioni, visite guidate e attività in Giappone.

2. Hawaii, tra spiagge e vulcani
Situato nel Pacifico settentrionale, l’arcipelago delle Hawaii fa parte degli Stati Uniti e si distingue come una delle migliori destinazioni per la luna di miele per la sua cultura autoctona e gli incredibili scenari naturali. Tutto è sorprendente in questo remoto angolo di mondo, dalle zone più turistiche, come Waikiki Beach, alle impressionanti cascate, ai vulcani e alle coste frastagliate. Sapevate che la leggendaria serie Lost è stata girata su queste isole?

Inoltre, è possibile assistere a una delle albe più belle del mondo, per la quale vi consigliamo di prenotare un’escursione al vulcano Haleakalā. Potrete godervi l’inizio della giornata a oltre 3.000 metri di altitudine: è davvero mozzafiato!

Le Hawaii sono note anche per la loro ricca biodiversità marina. È il luogo ideale per avvistare delfini e balene, fare snorkeling tra le barriere coralline, imparare a fare immersioni subacquee o persino nuotare con le mante. Per quanto riguarda la sua storia, potete fare un tour di Pearl Harbor e conoscere uno dei capitoli più affascinanti del passato dell’arcipelago, quando questa base navale americana fu attaccata dalle truppe giapponesi nel 1941. Ve lo perdete?

3. Riviera Maya, una luna di miele perfetta per staccare la spina dal mondo
Che ne dite di una luna di miele ai Caraibi? La Riviera Maya ha molto da offrire. Naturalmente, le sue spiagge paradisiache con acque cristalline e sabbia bianca sono una delle sue principali attrazioni. Un luogo ideale per rilassarsi dopo il matrimonio e staccare al massimo tra tequila e tequila.

Tuttavia, questo angolo del Messico ha molte altre esperienze da offrire a tutte le coppie che lo visitano. Anche se potete dare un’occhiata al nostro elenco completo di escursioni, tour e attività in Riviera Maya e ottenere centinaia di idee, vorremmo concentrarci su alcune delle più popolari.

Ad esempio, un’escursione a Chichén Itzá e Cobá vi permetterà di conoscere la storia di due dei più importanti siti archeologici del Messico. Un vero e proprio viaggio nel tempo per conoscere la cultura Maya, la sua ascesa e il suo declino. È inoltre comune tra i turisti che si recano nella penisola dello Yucatan visitare un cenote o prenotare una barca per Isla Contoy e Isla Mujeres, due angoli caraibici completamente opposti. Una colpisce per il suo aspetto incontaminato, mentre l’altra sorprende per la sua vita vivace. Non potete perdervele!

4. Bali: esotica e spirituale in egual misura.
Bali è un’altra destinazione molto popolare per i viaggi di nozze. Sarà per le sue spiagge tranquille, per i suoi splendidi templi sacri o, forse, per le sue vaste e bellissime risaie. Ciò che è certo è che questo arcipelago indonesiano, che è stato utilizzato come location per il film di Julia Roberts Mangia, prega, ama, è un vero piacere per tutti i sensi.

Potete entrare in contatto con il lato più spirituale di questa terra concedendovi un massaggio balinese in coppia, condividendo una lezione di yoga nella giungla o partecipando a un’escursione a Pura Lempuyang, un santuario dedicato al dio della Pace che offre una vista incredibile sul Monte Agung. Potete anche rinnovare le vostre promesse nuziali celebrando un matrimonio balinese con un rito tradizionale. Questi sono solo alcuni esempi delle tante attività da fare a Bali.

Inoltre, presso Civitatis troverete servizi di trasporto per visitare altri luoghi vicini all’isola di Bali. Da un trasferimento a Nusa Penida in motoscafo, a Nusa Lembongan, a una barca per le isole Gili. C’è molto da esplorare, tutto dipende da quanti giorni intendete trascorrere in luna di miele.

5. Kenya, una delle migliori destinazioni per la luna di miele per fare un safari.
Il Kenya offre senza dubbio uno dei viaggi di nozze più originali e diversi. Se volete vedere da vicino i Big Five dell’Africa, il safari di 7 giorni attraverso Masai Mara, Amboseli, Hell’s Gate e il lago Nakuru sarà la vostra scelta ideale. Leoni, leopardi, elefanti, bufali africani e rinoceronti neri vi aspettano. Immaginate per un attimo di avvistare tutte queste creature e poi di vivere un magico tramonto nel mezzo della savana.

 

6. Norvegia, alla scoperta dei fiordi
I Paesi nordici possono essere un’ottima opzione per una luna di miele. Questa volta vogliamo concentrarci sui fiordi norvegesi, che nascondono una moltitudine di cascate, cime innevate, punti panoramici mozzafiato e persino uno dei percorsi ferroviari più belli del mondo. L’ideale è iniziare il viaggio da Oslo o Bergen ed esplorare gradualmente i paesaggi caratteristici della costa norvegese.

È una destinazione molto sicura e tranquilla che permette di combinare storia e natura. Vi imbatterete in città fortemente influenzate dalla cultura vichinga, chiese in legno che sono perfetti esempi di architettura scandinava e persino quartieri e siti protetti dall’Unesco, come il Sognefjord, il fiordo dei sogni. Inoltre, se il vostro viaggio di nozze è in estate, è possibile praticare il kayak o il paddle surf su queste acque. Cosa chiedere di più?

7. Costiera Amalfitana, per gli innamorati dell’Italia
L’Italia stessa è sinonimo di romanticismo, quindi non può mancare in questo elenco di destinazioni per la luna di miele. Nel sud del Paese, a meno di due ore da Napoli, si trova la Costiera Amalfitana. Si tratta di un gruppo di colorate cittadine di mare situate nel Golfo di Sorrento e dichiarate Patrimonio dell’Umanità.

Maiori, Amalfi, Positano o Ravello sono alcuni dei paesi più visitati della Costiera Amalfitana, soprattutto in estate. Vi immaginate di fare una gita in barca sul Mar Tirreno o di partecipare a un percorso di trekking lungo il Sentiero degli Dei, una delle escursioni più famose d’Italia?

Questa zona è anche un buon punto di partenza per un’escursione all’isola di Capri, rinomata per le sue curiose formazioni rocciose e le sue calette paradisiache. Per una luna di miele indimenticabile, vi suggeriamo di dare un’occhiata alla nostra lista di escursioni e visite guidate lungo la Costiera Amalfitana.

8. La Nuova Zelanda e i suoi paesaggi estremi
La Nuova Zelanda ospita molti dei parchi naturali più incontaminati del mondo. Questo Paese, situato agli antipodi del pianeta, ha fatto da location per le riprese di saghe famose come Lo Hobbit e Le Cronache di Narnia. La sua fama cinematografica è tale che esistono tour a tema, come il tour dei set de Il Signore degli Anelli o l’escursione a Hobbiton.

Tuttavia, se non siete appassionati di cinema, c’è ancora molto da vedere e da fare da queste parti. Qui si trova la più grande Riserva Internazionale del Cielo Scuro del mondo, dove l’assenza di inquinamento e di luce permette di vedere le stelle come in nessun altro luogo.

Un’altra curiosità della Nuova Zelanda è che un terzo del suo territorio è protetto come riserva nazionale. È possibile fare una gita in barca sul fiordo di Milford Sound o fare un’escursione sul Monte Cook, che fa parte delle Alpi neozelandesi. I vulcani del Tongariro National Park, il ghiacciaio Franz Josef, il lago Tekapo… C’è così tanto da esplorare!

9. Seychelles, una delle destinazioni più rilassanti per la luna di miele
Le Seychelles sono tradizionalmente una delle destinazioni più popolari per la luna di miele. Questo angolo dell’Oceano Indiano offre spiagge tranquille ma anche esempi di architettura coloniale in diversi villaggi e una natura rigogliosa.

La Riserva Naturale della Mai Valley, ad esempio, è un sito protetto come Patrimonio dell’Umanità e ospita specie endemiche come la palma da cocco.

Qui vive anche il pappagallo nero, l’uccello nazionale delle Seychelles. Un’altra attrazione è il Monte Seychellois, la vetta più alta dell’arcipelago, che sorprende per la fitta foresta tropicale che lo ricopre.

Tuttavia, è bene ricordare che il periodo migliore per viaggiare alle Seychelles è la stagione secca, che va da aprile a novembre. Per sfruttare al meglio la vostra luna di miele, potete consultare la nostra selezione delle migliori escursioni e visite guidate alle Seychelles.

10. Costa Rica, per una coppia avventurosa
La Costa Rica è vita pura, non solo per la sua natura selvaggia e le sue spiagge, ma anche per l’adrenalina che questo Paese offre in molti dei suoi programmi. Se siete alla ricerca di una zip line, di ponti sospesi, di passeggiate a cavallo nel mezzo della giungla, di lanci con il paracadute, di escursioni in quad, di rafting o persino di discese in corda doppia, questa potrebbe essere la destinazione perfetta per la vostra luna di miele.

Oltre alle esperienze avventurose, la Costa Rica è anche un luogo da amare per la sua ricca biodiversità. È infatti il luogo ideale per avvistare bradipi, rane e tartarughe nel loro habitat naturale. Sebbene durante la vostra luna di miele non manchi il tempo per il relax, vi consigliamo vivamente di partecipare a un percorso di trekking e a un tour del caffè e del cioccolato per scoprire due dei prodotti più famosi della zona.

Infine, non perdetevi un free tour di San José o una visita guidata, ideale per scoprire i monumenti più importanti della capitale. Da non perdere la Cattedrale Metropolitana, risalente al XIX secolo, il Teatro Nazionale e il mercato centrale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

10 eventi da non perdere lungo la costa ovest irlandese (anche per trovare l’amore)

Published

on

La Wild Atlantic Way festeggia la sua prima decade e tra le cose da non perdere nell’anno di questo importante anniversario ci sono sicuramente i suoi numerosi festival. Si inizia in primavera e si va avanti fino a novembre, mese che poi passa il testimone alla miriade di iniziative dedicate al Natale. Ma prima di pensare a dicembre vale la pena fare una carrellata di almeno dieci appuntamenti imperdibili che sono ottime occasioni per programmare un viaggio in ogni momento dell’anno in una delle contee che li ospitano.

Ce n’è davvero per tutti i gusti: l’immancabile musica, con generi e stili diversi, le squisitezze di terra e di mare, lo sport, l’arte, l’astronomia e anche l’amore! Sì, lungo la Wild Atlantic Way si può trovare anche l’amore!

1)     Irlanda BikeFest Killarney (31 maggio – 2 giugno), contea di Kerry 

Gli appassionati di moto provenienti da tutto il mondo si riversano nella scenografica Killarney per tre giorni di moto e musica rock nel Bike Village situato a meno di due chilometri dal centro di Killarney, sulla Muckross Road, nei terreni del Gleneagle Hotel e dell’INEC Arena. Un evento che è una festa anche per chi non ha una moto, ma vuole coglierne il fascino e vivere il calore unico dei raduni. Per scoprire in sella la costa, ride guidate lungo la Wild Atlantic Way e per rifarsi gli occhi il Custom Bike Show. www.irelandbikefest.com

 

2)     Sea Sessions (21-23 giugno), contea di Donegal

Ogni estate, un mix unico di musica, surf e sport porta un’onda di buone vibrazioni nella città balneare di Bundoran, sulla costa sud-ovest del Donegal, che con la sua spiaggia immensa è un eden del surf. Attenzione, però, il festival non è solo surf, ma un sacco di altri sport: beach volley al sole, calcio a eliminazione diretta, rugby tra amici, yoga mattutino, nuoto… Super il calendario musicale con nomi storici come, per esempio, Johnny Marr, ex Smiths, o il regista e DJ Don Letts e artisti emergenti quali gli irlandesi Kehli e Grooveline. Si ascolta e si balla e si può vivere lo spirito libero del festival anche in campeggio. www.seasessions.com

3)     Earagail Arts Festival (13-28 luglio), contea di Donegal 

Un eclettico e vivace mix di musica, teatro, circo e divertimento carnevalesco che accende l’estremo nord della Wild Atlantic Way. Il programma dell’edizione numero 37 è stellare e mette letteralmente l’Irlanda in contatto con il mondo, spaziando dalle arti circensi della Catalogna alla capoeira di Bahia, dalle tradizioni di Tory alle storie di Arranmore, dal blues di Bamako al blues di Ballybofey. Valore aggiunto: Letterkenny è la cittadina più grande del Donegal, con vocazione culturale in forte crescita, e la sua vicinanza con l’Irlanda del Nord invita a farsi una gita nella vicina Derry. https://eaf.ie

4)     West Cork Chamber Music Festival (28 giugno -7 luglio), contea di Cork 

La parola d’ordine è atmosfera: musicisti classici di fama mondiale si esibiscono in luoghi intimi, dalle chiese storiche alla suggestiva dimora Bantry House, con il suo spettacolare giardino che confina con l’oceano. Non solo concerti, ma anche master class e una mostra-laboratorio con possibilità di test dedicata all’arte della liuteria, con artigiani irlandesi e internazionali. https://westcorkmusic.ie/chamber-music-festival

5)     Galway International Arts Festival (15-28 luglio), città di Galway 

Nel 2023 oltre 400.000 persone hanno partecipato a questa collisione creativa tra artisti, performer, musicisti e molto altro ancora. I numeri non devono spaventare: in una settimana c’è posto per tutti. Anche quest’anno il programma vanta star che hanno fatto la storia della musica come, per citarne un paio, il batterista dei Police Stewart Copeland o i re della dance Leftfield. L’eclettismo è filosofia di questo evento e una parte importante sarà anche quella del teatro con titoli quali il capolavoro di Samuel Beckett “Endgames”, diretto dalla straordinaria regista irlandese, premiata con il Tony Award, Garry Hynes. www.giaf.ie

6)     Lisdoonvarna Matchmaking Festival (1-30 settembre), contea di Clare 

L’amore è nell’aria quando il più grande festival per single d’Europa illumina ogni anno il colorato villaggio da cui prende il nome. Chi desidera fare un incontro ha tempo: l’evento dura un mese, con musica e balli dalle 11 del mattino fino a tardi, in compagnia dei migliori musicisti country irlandesi. Elementi distintivi, le infinite opportunità di stare insieme e di incontrare persone nuove, tra feste al semaforo, balli e sessions nei pub. Con single da ogni parte del mondo, dai 18 agli 80 anni, tutti sono i benvenuti! E per propiziare la magia, matchmaking quotidiano con il Matchmaker Willie Daly, storico sensale dell’evento, nel suo “ufficio” al Matchmaker Bar.

7)     Galway International Oyster & Seafood Festival (27-29 settembre), citta di Galway

Nato nel 1954, inaugura la nuova stagione delle ostriche indigene (la piatta di Galway) e offre un programma ricco di iniziative per tutti: dagli appuntamenti di carattere più culinario, con chef nazionali e internazionali, a quelli più spettacolari come la competizione mondiale di apertura delle ostriche. Ci si può deliziare anche con gli abbinamenti lo champagne e divertire con un’altra cosa in cui gli irlandesi eccellono: la parata. In questo caso si chiama Masquerade Mardi Gras e riempie di colori le vie medievali della città. www.galwayoysterfestival.com

8)     Dingle Food Festival (4-6 ottobre), contea di Kerry

Il borgo marinaro che lo ospita è un incanto atlantico di rara bellezza con una vocazione appassionata per il cibo da scoprire tra i suoi vicoli che ospitano botteghe, pub, ristoranti e negozi. Nel corso del weekend del festival: laboratori, dimostrazioni di cucina, percorsi dedicati al gusto e molto altro ancora. Obiettivo del 2024 rifiuti zero anche con il Festival Pack riutilizzabile, accompagnato dal motto “Be a Taster, not a Waster”. www.dinglefood.com

9)     Guinness Cork Jazz Festival (24-28 ottobre), contea di Cork

Tutta la musica in Irlanda trova appuntamenti di alto livello e l’appuntamento di Cork dedicato al jazz si è guadagnato una eco internazionale grazie a un calendario di appuntamenti di grande caratura. La città porta sud della Wild Atlantic Way, con luoghi di grande suggestione come il Triskel Art Centre, si trasforma in una sala da concerti diffusa senza soluzione di continuità tra pub e spazi istituzionali. Tra i nomi in vista del 2024, il Grammy statunitense Gregory Porter. Il volo diretto dall’Italia è un’opportunità per programmare un weekend in cui scoprire l’atmosfera unica di questo evento. Fortemente consigliato prenotare in anticipo. https://guinnesscorkjazz.com

10)  Mayo Dark Sky Festival, (1-3 novembre), Contea di Mayo

Tra i primati legati alla natura irlandese c’è anche quello del bassissimo inquinamento luminoso che in particolare lungo la Wild Atlantic Way offre la possibilità di trovare alcuni dei posti migliori al mondo in cui osservare le stelle, godendosi, per esempio, tutta la meraviglia della via lattea che in molte parti del globo può essere colta solo parzialmente per la troppa luce. Il primo festival era incentrato sull’astronomia, ma da allora l’evento si è ampliato fino a coprire tutti i temi legati ai cieli bui, tra cui cultura, benessere e biodiversità, anche per sensibilizzare le persone sull’impatto dell’inquinamento luminoso e sui suoi effetti. Oltre alle sessioni di astronomia, quindi, momenti di incontro, passeggiate per osservare le stelle, musica, arte e momenti di osservazione e ascolto dedicati alla fauna notturna. www.mayodarkskyfestival.ie

Che sia, quindi, per un’immersione nella musica, un giro tra le onde o per una scorpacciata di ostriche, la Wild Atlantic Way con i suoi eventi è sempre un’ottima idea per un viaggio che profuma di Irlanda e di atlantico!

www.irlanda.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Viaggio in Sudafrica alla scoperta di jazz club, artisti emergenti ed eventi imperdibili

Published

on

Esplorare i migliori jazz club, gli eventi e le proposte degli artisti della scena contemporanea in Sudafrica è un’avventura da mettere subito in lista. Dalla ricca tradizione di questo genere musicale nel Paese che si è sviluppato quasi in contemporanea a quello statunitense, passando per i luoghi iconici che ne raccontano la storia, fino alla scena artistica contemporanea.

Del resto, la musica jazz in Sudafrica ha avuto un ruolo e una forte influenza nella storia di questo paese e ancora oggi anima le città con locali e manifestazioni ad esso dedicate. Questo genere, arrivato dall’Occidente negli anni ‘50, fu completamente trasformato dai musicisti sudafricani, che vi aggiunsero i ritmi e i suoni tradizionali e vide poi il suo apice, come simbolo di rivoluzione e libertà, con la fine dell’apartheid. Questo nuovo ramo del jazz venne chiamato Kwela e, ancora oggi, viene considerato un caposaldo della cultura musicale sudafricana.

Jazz Club: dove respirare l’atmosfera soul

Luci soffuse, location accoglienti e ottima musica. Queste sono le caratteristiche che contraddistinguono i locali jazz presenti nei principali centri urbani sudafricani. Qui è possibile ascoltare artisti affermati ma anche scoprire nuove tendenze e stili, il tutto accompagnato da buon cibo e da un’atmosfera chill magica. Marabi Club, un luogo dove la festa e il divertimento sono sempre di casa, è il posto perfetto per trascorrere una serata in allegria ascoltando ottima musica. Qui tutti i giovedì, venerdì e sabato l’atmosfera si anima, grazie alle diverse esibizioni di band locali e ai piatti proposti dello chef Katlego Mlambo, che punta su piatti semplici ma eleganti con ampia scelta fra carne e pesce locali. Passando a Cape Town, ci sarà solo l’imbarazzo della scelta: qui la città si anima ogni notte a ritmo di jazz. Ad esempio, The Blue Room at Grub & Wine, nato dalla collaborazione tra il noto artista jazz Buddy Wells e lo chef patron di Grub & Vine Matt Manning, è il posto ideale per ascoltare artisti emergenti e gustare ottimi cocktail. L’Harrington’s Cocktail Lounge è un locale con musica dal vivo la cui lounge è arroccata su Harrington Street, con finestre panoramiche che incorniciano la vista del quartiere di Cape Town. Lo stile è eccentrico, con le pareti drappeggiate di velluto, istantanee monocromatiche invecchiate di Cape Town e dipinti in stile barocco. Ogni giovedì, le “East City Sessions” di Harrington vedono salire sul palco i migliori gruppi e artisti della città. Le porte si aprono alle 16.00 e l’ingresso è gratuito. L’Happy Hour si protrae fino alle 19.00, offrendo cocktail classici creati nel suggestivo bar a forma di L del locale. E ancora il The Art of Duplicity che, nascosto in una zona meno battuta della città, vicino a Coffee Lane, è il posto giusto per entrare in contatto con gli appassionati di jazz e godere di un’atmosfera da speakeasy underground.

Una nuova generazione di musicisti

Il jazz, genere musicale dal carattere rivoluzionario, è stato il simbolo di libertà quando, durante l’apartheid, veniva suonato nei primi locali del paese. In seguito, grazie alle numerose influenze culturali, è stato contaminato e arricchito di nuovi elementi e suoni. Grazie alla bellezza e alla storia che questo genere musicale porta con sé, il Sudafrica è ricco di artisti e musicisti che lo hanno esportato in tutto il mondo. Una delle personalità di spicco è sicuramente Tutu Puoane, originaria di questa terra ma tedesca di adozione, che ha calcato palcoscenici di tutto il mondo. Tra le più recenti scoperte c’è Nobuhle Ashanti, una pianista e compositrice che ha fatto della curiosità e dell’amore per la musica, il suo credo fondamentale. Vuma Levin, giovane e appassionato musicista, cerca invece di far comprendere, attraverso la sua musica, le contraddizioni che caratterizzano la vita e, grazie all’utilizzo di strumenti tradizionali come l’arco di zucca e la mbira, esplora le nuove identità della cultura africana, dipingendo un ritratto del Sudafrica che è al tempo stesso contemporaneo ma intimamente legato a molteplici tradizioni. Così come Benjamin Jephta, musicista che definisce la sua arte “libera da costrizioni”, senza quindi voler dare una precisa identità ma facendosi influenzare da tutto ciò che lo circonda.

Gli eventi jazz da non perdere in Sudafrica

La fine dell’estate a Cape Town vuol dire solo una cosa: partecipare al The Cape Town International Jazz Festival. Questo famosissimo festival offre un’esperienza musicale di rara bellezza e energia, grazie agli artisti locali e internazionali che si susseguono sul palco.

Per saperne di più: http://www.capetownjazzfest.com

A Hogsback, cittadina situata nella municipalità locale di Raymond Mhlaba, viene ospitato il Music in the Snow, un evento musicale, ma anche gastronomico, che si tiene ogni anno nel mese di luglio ed è il più grande e importante festival invernale del Paese. Visitatori da tutto il mondo accorrono per partecipare a questo evento, che ospita ogni anno performer di fama internazionale.

Per saperne di più: https://musicinthesnow.co.za

Molto più di un genere musicale

La musica non è semplice armonia di note ma anche un modo per scoprire e ampliare la propria conoscenza del mondo, fin da piccoli. Questo è senza dubbio il pensiero di Mignon van Vreden, appassionata di jazz, educatrice musicale e docente, che ha lanciato il progetto Bejazzled in una scuola materna della città di Potchefstroom, nella provincia Nordovest del paese.

Mignon sostiene, infatti, che nella prima infanzia veicolare l’insegnamento attraverso il gioco e la musica facilita l’apprendimento. Secondo Mignon, la musica aiuta infatti lo sviluppo e la coordinazione, il canto aiuta l’orecchio interno e il ritmo è un valido supporto per sviluppare il pensiero logico.

La musica è cultura, e proprio per questo South African Tourism, ad aprile dello scorso anno, in collaborazione con la Hugh Masekela Heritage Foundation, ha celebrato il leggendario musicista jazz Hugh Masekela in un evento tenutosi al Dizzy’s Club at Jazz at Lincoln Center. L’evento ha reso omaggio al contributo di Masekela alla musica jazz e al suo impatto sul Sudafrica come destinazione culturale, stabilendo l’importanza che questo genere ha avuto e avrà per le future generazioni di musicisti africani.

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending