Connect with us

Fashion News

Gli stili della moda a Torino per HOAS

T. Chiochia Cristina

Published

on

Ebbene si, ci siamo! Quel Piemonte, da sempre regione sede di pregiata sartorialità e qualità del mondo delle confezioni del tessile dell’abbigliamento e della moda (basti pensare al polo del biellese e del torinese), da quest’anno è sede anche di un evento del tutto speciale e nuovo, un vero e proprio inedito “fashion show” in cui, per la prima volta, si daranno appuntamento gli stili della moda e tanti personaggi noti tra cui Simona Ventura, Roberto Farnesi, Cristina Chiabotto, Giorgia Wurth, Elena Barolo, Jane Alexander, Enrico Silvestrin, Francesco Ferdinandi, Alessia Ventura, Tommaso Zorzi.

L’evento, che è stato presentato nella splendida location del Palazzo della Luce a Torino, Hoas, History of a style, sarà una manifestazione che si svilupperà nell’arco di quattro giorni dal 22 al 25 Maggio 2019 presso le celebri e restautrate Officine Grandi Riparazioni, che vuole appunto presentare il mondo delle “passerelle” di moda, come un progetto più articolato : HOAS, appunto e che “punta a diversificare il modo di proporre l’evento moda, offrendo una visione differente rispetto all’offerta delle tradizionali fashion-week, parlando di moda certamente, ma financo offrendo spunti da un punto di vista culturale, strutturando un evento che offra una diversa visione del brand/stilista, recuperando quanto importante sia tecnica e creatività, manualità ed interpretazione“, come dicono appunto gli organizzatori che sono Domenico Barbano, Benny d’Emilio , sotto la direzione artistica di Alex Pacifico.

Non solo quindi sfilate come durante le Fashion Week sparse per il mondo, ma vere e proprie stanze “immersive” di fotografia, divertimento ed incontro per presentare la storia di uno stile e di un brand famoso, come moda e tendenza. Quattro i grandi protagonisti dell’evento: Eleventy, Rebl, Bagutta e Pignatelli.
Pensato come percorso emozionale, i quattro brands e gli stilisti che parteciperanno a questo primo appuntamento di Hoas, avranno la possibilità di presentare il loro lavoro a 360 gradi dove la “ciclicità” della moda, come continuo cambiamento ed evoluzione verrà messa sotto nuova luce grazie ad approfondimenti fotografici e tematici. Ed è proprio questo a colpire durante la conferenza stampa, dalle parole stesse dei suoi protagonisti.

E se, la scelta di esserci per il marchio Eleventy significa, come ha ben spiegato Marco Baldassari, direttore creativo per la linea uomo: “essere felice di aprire con le nostre creazioni questa nuova Kermesse. Torino è stata una delle prime città a credere nella moda, nell’abilità sartoriale e nell’eccellenza artigianale, che hanno un profondo legame con la vocazione del nostro Brand. La nostra sfida è stata infatti, fin da subito, quella di portare oltre confine la grande tradizione manifatturiera italiana, scegliendo di basare la produzione su una rete di micro imprese artigiane che selezioniamo per eccellenze e specializzazioni. Le mani esperte dei nostri maestri artigiani ci permettono ancora oggi di raccogliere ampi consensi in tutto il mondo, con l’orgoglio di essere italiani”. Per Vanna Quattrini designer della linea donna Bagutta, nel suo comunicato ribadisce che : “presenteremo la nuova collezione donna di Bagutta che ho realizzato immaginando i desideri delle donne, interpretandoli attraverso capi classici senza tempo che fossero al contempo innovativi e divertenti, giocando con volumi, fit, colori e tessuti, strizzando l’occhio alle nuove tendenze e a una femminilità sempre più evidente ed espressiva“.

Ma non solo. Ecco infatti la presenza di Rebl e come ha sottolineato lo stesso Tom Rebl durante la conferenza stampa: “ essere qui […]mi da la possibilità di raccontare a 360 gradi la storia e l’identità del mio brand. Grazie a questa stupenda location di OGR e all’unicità dell’organizzazione posso mostrare le peculiarità della mia identità legata alle arti visuali, alla danza e alla creatività.
E la presenza di Francesco Pignatelli, creative director del brand Carlo Pignatelli, che afferma: “Per noi questo evento è un omaggio a Torino e all’artigianalità pura del vero Made in Italy, che da sempre ispira e fa parte del dna Pignatelli. Per questo ho accolto con entusiasmo l’invito a partecipare al progetto di Hoas. Aprire le porte della maison, facendo immergere gli ospiti in una vera experience farà apprezzare il grande lavoro manifatturiero che sta dietro ogni singola creazione. Suscitare l’emozione dei clienti, riuscire a indirizzare i loro gusti, dare risposte ai loro sogni è il motivo che ci porta a realizzare le nostre collezioni”.

Ed ecco così che nel grande contenitore di Hoas, entrano a far parte stili e prospettive della moda molto differenti ma con molte cose da dire, sotto vari punti di vista, dove sono i continui cambiamenti ed evoluzioni sull’abbigliamento moderno e contemporaneo dei vari brands famosi, che sviluppano e declinano interpretazioni e nuovi mood su cui le nuove generazioni di stilisti, ancora in formazione e già formati, si confronteranno. Tra i molti talenti proposti durante le varie giornate, si cita la moda creata da tre amici, Ivan Fucci, Claudio Gerardi e Fabiana Calvo, che, come recita il loro comunicato, creano insieme il brand “Illusory” insieme all’amico Alberto Caputo e ne fanno un vero successo su Instagram. E nella loro presentazione, forse anche il senso più bello di questa iniziativa: “[…]di frequente ci domandiamo se sia normale una società in cui le persone siano insoddisfatte, nevrotiche, infelici, costrette, per ragioni di sopravvivenza, a recitare ruoli in cui non si ritrovano e mansioni che detestano, cercando il più possibile di rientrare nei parametri prestabilisti dalla società.Questo genera un senso di frustrazione quasi impercettibile e che cerchiamo di anestetizzare accumulando cose di ogni genere ed inseguendo cose evanescenti, dipendenze. Si può essere dipendenti da persone, da sostanze, da idee e pregiudizi, si può essere dipendenti da uno status sociale? Il nostro scopo è riconoscere l’illusione, il nostro scopo è rompere l’illusione per agire in funzione di ciò che siamo realmente“.

Hoas quindi, forse un evento nuovo nel panorama della moda. Ideale momento di riflessione sulla moda per chi la moda la fa, la crea, la studia, la vive, la compra. Attraverso i suoi modelli, ma di stile e di forma in continua evoluzione.
Dove materiali e nuove lavorazioni, tutte da indossare, verranno volutamente declinati anche dalle nuove proposte degli stilisti emergenti (del torinese),finalmente. Per comunicare non solo “cosa” ci sia dietro un brand , ma aprendo un confronto schietto e sincero con chi è già se non famoso conosciuto, dietro un nuovo modo di intendere la passione per l’indossabilità o meno sartoriale, volendo testimoniare il proprio modo di intendere lo stile.
E così, se si dice ancora durante le fashion week sparse per il mondo che “la forma di un vestito dura due stagioni ed un colore va di moda per quattro stagioni”, chissà che i percorsi emozionali di Hoas nella kermesse torinesse della prossima settimana, proponendo un panel così eterogeneo degli stili “di moda” tra generazioni di diverso genere e contenuto in questo periodo, non identifichino al meglio, non tanto la maestria degli stilisti famosi che si sono comunque prestati con generosità a questo fashion show inedito, ma quel “quid” per cui ogni brand in mostra sa e saprà farsi riconoscere ed amare al di là delle quattro stagioni concesse.

Concludendo, ben venga quindi la scelta di aprire la manifestazione a tutti ed in modo gratuito, quasi come buon auspicio per un ritorno vero di quell’ “avere stile nel proprio stile” che negli ultimi anni si sicuramente perso ma che spesso proprio dai giovani, prende spunto. E stavolta, grazie a Hoas, non solo dalla moda del momento, ma da quell’adattarla alla propria personalità che spesso, che fa la differenza tra buon gusto e misura personale.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 2 =

Fashion News

adidas by Stella McCartney presents the Fall/Winter 19 collection

DailyMood.it

Published

on

adidas by Stella McCartney presents the Fall/Winter 19 collection, showcasing more sustainable innovation through performance and style

– The collection features innovative fabrics, created in more sustainable ways and engineered to meet the dynamic needs of the modern woman athlete
Graphic prints are brought to life in an earth-tone colour palette, inspired by nature
adidas by Stella McCartney reveals musician and activist Grimes as star of the collection campaign

adidas by Stella McCartney continues to push boundaries in women’s sportswear with the Fall/Winter 2019 collection. The versatile collection incorporates cutting-edge fabrics that help reduce impact on the planet, without compromising on performance.
The materials and production methods used to create the collection for FW19 include recycled polyester made with Parley Ocean PlasticTM, and regenerated ECONYLTM yarn. adidas targeted technologies, built to withstand both the intensity of workouts and harsh climate conditions also feature throughout, including BoostTM, ClimachillTM and ClimaliteTM.

Balancing style and performance, the collection combines innovative technologies with iconic design. Taking style cues from the Stella McCartney FW19 runway, graphic prints and bold mesh structures are contrasted with Stella’s favourite soft, blush colour palette and earth tones.

This season’s highlights include the new Warpknit Long Sleeve, a high-performance knitted garment with a second skin feel and open hole structure to help athletes stay cool during intense workouts. The new Light Jacket and Run M20 Short compliment the top for a complete versatile training look, both constructed with light, recycled polyester to bring ultimate comfort to any training routine.

“Performance and style are at the heart of every piece adidas by Stella McCartney creates, but we believe that this shouldn’t come at a cost to the planet. Our focus for this collection was to incorporate fabrics that help us get one step closer to our future goal of high-performing, sustainable performance wear,” explains Stella McCartney.

Alongside the launch of the collection, adidas by Stella McCartney unveils Canadian musician Grimes, as the star of the collection campaign.

Stella McCartney comments:
Grimes is the perfect embodiment of the adidas by Stella McCartney core values. She is passionate and outspoken protecting the planet, and a true trailblazer for pushing creative boundaries and inspiring women to unlock their potential in all aspects of their lives.”
Select pieces from the adidas by Stella McCartney FW19 collection will be available online from 15th July on adidas.com and stellamccartney.com.

Key looks and drop dates:
• Versatile Parley Outfit (available now)
• Alphaedge 4D (available now)
• Play for the Planet look (available now)
• Golden Ultraboost (1st September)
• Ultraboost HD running look (1st September)
• Winterpack (1st October)

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Chiara Ferragni e Lancel per la prima volta insieme

DailyMood.it

Published

on

Pochi mesi dopo l’inaugurazione dello showroom a Milano, nella centralissima piazza San Babila, la storica maison francese Lancel prepara il lancio delle nuove collezioni in Italia in grande stile: Chiara Ferragni, nominata da ForbesFashion influencer numero 1 al mondo’’, ha scelto di indossare una borsa Lancel durante il suo ultimo viaggio a Tokyo dov’è stata la scorsa settimana per un impegno di lavoro.

La borsa Ninon, modello di punta di Lancel, in un estivissimo color giallo limone, appare in una foto postata lo scorso 12 luglio da Chiara Ferragni e in diverse altre storie in cui l’imprenditrice racconta alcuni momenti liberi.

Lancel è una maison di alta pelletteria fondata a Parigi nel 1876, un’icona dello stile francese amata dalle dive e dalle donne comuni, da quando Angèle e Alphonse Lancel aprirono in Passage des Petites-Écuries quello che oggi chiameremmo un concept store di assoluta tendenza. L’atmosfera frizzante della Belle Époque parigina ne decretò l’immediato successo presso una clientela cosmopolita e affluente. L’essenza del brand era già definita: la qualità della lavorazione della pelle, l’attenzione al dettaglio, la chiarezza delle linee strutturate, il perfetto equilibrio tra utile e futile, tra funzionale e frivolo.

Nel 1929 Lancel aprì la boutique in Place de l’Opéra che negli anni diventò una vera e propria istituzione per i parigini attraendo le stelle dello spettacolo degli Anni Trenta.

Negli Anni Settanta fu Salvador Dalí ad innamorarsi di Lancel e, come regalo speciale per Gala, sua moglie e musa, fece realizzare una borsa Lancel sulla quale aveva fatto serigrafare il Daligramma, l’alfabeto segreto d’amore con il quale il pittore surrealista spagnolo comunicava con la sua amata.

Lancel è tuttora al numero 8 di Place de l’Opéra e anche le stelle di oggi amano e indossano le sue borse delle quali apprezzano la creatività assolutamente originale che deriva dal dialogo costante tra la più raffinata artigianalità e il meraviglioso mondo di un archivio con oltre 140 anni di storia.

www.lancel.com

Instagram: Lancel Official

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Schmid: in anteprima a Lineapelle New York le collezioni A/I 2020/2021

DailyMood.it

Published

on

L’azienda milanese presenta al mercato americano le sue tendenze per l’A/I 20-21: qualità dei materiali, eleganza, ricercatezza e innovazione

L’artigianalità del Made in Italy sbarca a New York: il 17 e 18 luglio Schmid presenterà la nuova collezione A/I 20-21 durante i due giorni di Lineapelle New York (Stand 38), la manifestazione fieristica che dal 2001 annuncia i trend per le stagioni A/I e P/E direttamente dal Metropolitan Pavilion.

Si tratta di una collezione importante, centrata su prodotti e materiali che “hanno una storia” e una tradizione consolidata, ma interpretati con originalità dai creativi di Schmid, l’azienda italiana produttrice di tessuti e materiali per le scarpe e gli accessori dei maggiori marchi italiani e internazionali.

Da sempre facciamo della qualità dei nostri materiali e dell’artigianalità delle nostre proposte i nostri punti di forza, con un’attenzione sempre alta al futuro e all’innovazione”– ha dichiarato Paolo Ciccarelli, Presidente e Amministratore Delegato di Schmid – “A New York presenteremo le prime due linee della collezione A/I, sviluppata anche tenendo conto della sostenibilità dei materiali e delle lavorazioni impiegate, con un’attenzione sempre maggiore all’unicità e alla bellezza, nel senso più ampio del termine, per garantire ai nostri clienti un’attenzione al prodotto sempre più curata e una qualità sempre più alta”.

Due i temi presentati a N.Y. per l’A/I 2020/2021, a cui ne seguirà un terzo riservato alle fiere di Parigi e Milano: Hyper Street e Edgy Shopper, due linee che vedono materiali e lavorazioni speciali, ricche di colori provenienti dallo street style e dagli anni ’70, con richiami anche animalier e ancora con il glitter a colorare le proposte più glamour.

I tessuti ispirati dal primo tema parlano di stile libero, di mente aperta e radical, con incursioni nello street style e nel casual rivisitato. Tessuti jeans lavorati per acquistare un sapore vintage e glamour, insieme alla lycra, al pvc e al velluto, ma con un tocco di glitter. I colori sono grigio, argento, antracite, blu e nero per gli scuri ed arancio come unico accento di colore che illumina e riscalda.

Edgy Shopper è invece sinonimo di glamour e femminilità, ricorda lo style Disco anni 70 con le sue luci colorate, i lustrini e i glitter psichedelici. Ci sono tessuti Jacquard con disegni esclusivi realizzati con colori speciali appositamente per Schmid e il Lurex si caratterizza con tessuti sottili in oro, argento, nero, accoppiati e trapuntati con pelo brinato. Torna il pile con colori saturi, pieni e luminosi: viola, ciclamino, oro, verde bottiglia, giallo acido, bordeaux e nero.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending