Connect with us

Fashion News

Bottega Veneta Collezione Pre Fall 2019 Uomo E Donna

DailyMood.it

Published

on

La Pre Fall 2019 è la prima collezione del Direttore Creativo Daniel Lee per Bottega Veneta. Non presentata in passerella, vuole essere un esercizio in intimità di vera essenzialità. L’intento è di definire fin dal principio cosa può rappresentare un guardaroba di Bottega Veneta.
Abiti concepiti per la vita che riflettono una realtà sofisticata, una fisicità sensuale.
I principi fondanti di Bottega Veneta – l’identità, l’heritage – sono rappresentati con un nuovo approccio: il rispetto per la craftmanship, la nobiltà dei materiali naturali e il patrimonio della tradizione italiana. Il concetto Made in Italy non si limita a definire i capi Bottega Veneta, ma ne è la fonte di ispirazione. Il calore e la generosità dell’Italia, lo spirito conviviale e il senso della famiglia e sono trasmessi attraverso queste creazioni.
Queste idee si intrecciano tra loro, delineando una diversa, ma discreta concezione di lusso contemporaneo. Una bellezza essenziale, moderna e allo stesso tempo un richiamo al passato – senza tempo.

Infusa della maestria artigianale attinta dal patrimonio di Bottega Veneta, la collezione Pre Fall 2019 getta nuove fondamenta, definendo iconiche forme e silhouette. I capi sono generosi, caldi e delicati, avvolgono il corpo con tenerezza, regalando un senso di protezione. Non esiste rigidità, la morbidezza delle borse Cabat Bottega Veneta è declinata nell’intera collezione. La sensualità è espressa attraverso cappotti sartoriali che slanciano il corpo, abiti foulard drappeggiati sulla figura. Il tema della pelle è una costante, intravista nelle trasparenze o attraverso aperture a oblò, o ancora nell’utilizzo ripetuto del materiale iconico di Bottega Veneta.

Esiste una sinergia tra l’abbigliamento maschile e quello femminile – vi è una familiarità, una risonanza. I capi uomo giocano intorno al concetto di sprezzatura, comodità spontanea, naturale che caratterizza anche la linea femminile. Entrambe giocano con proporzioni più ampie ed indefinite, in un mix di eleganza rilassata e formale che evoca la realtà della moda di oggi.

L’idea del nodo – un elemento emblematico per Bottega Veneta – è fonte d’ispirazione, si riflette delicatamente nell’importanza della lavorazione e la rilevanza delle catene gioiello, mentre il motivo intrecciato appare in versione macro su accessori e capi di abbigliamento. I materiali sono autentici: cashmere e seta, lana, cotone, shearling e diversi tipi di pelle. I colori sono sobri, naturali – cuoio, espresso, ambra e sangue di bue, punteggiati con tonalità più intense e contrastati con il gesso e il nero milanese.
La straordinaria abilità nella lavorazione della pelle degli artigiani di Bottega Veneta traspare attraverso gli accessori. Diversi metodi di annodatura, tessitura e intrecciatura sono applicati a una gamma di nuove borse – clutch box e tote – espressione di ricerca e omaggio all’iconico intrecciato. Questi dettagli caratterizzano anche le calzature, dalle classiche scarpe maschili in diverse varianti ai sandali femminili e le décolleté dalla punta quadrata. Gli accessori presentano una struttura minimal e architettonica e si caratterizzano per le qualità naturali dei materiali in cui sono realizzati. Gli elementi metallici di borse e cinture sono ispirati al Razionalismo milanese, che ritorna anche nella gioielleria, con sfere martellate e catene in oro e in argento. I charms abbinabili a lunghe catene hanno il sapore della tradizione, mixati in combinazioni uniche e contrastanti conferiscono un’aria di diversità, d’eccentricità.
Personalità, individualità, identità. Questa collezione Bottega Veneta definisce un autentico e sofisticato guardaroba per i nostri giorni. Un vero guardaroba per la vita.

DONNA

Questo slideshow richiede JavaScript.

UOMO

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × uno =

Fashion News

MLO.1 [ activewear collection ]

DailyMood.it

Published

on

La collezione sport firmata _MALLONI è studiata pensando ad un guardaroba active completamente rivisitato che prende ispirazione dai capi iconici dei decenni scorsi reinterpretati in chiave attuale e “street”.
Si rivolge a una nuova generazione di giovani che stanchi di connotazioni underground e streetwear cercano una proposta moderna e contemporanea. E’ la generazione dei millennials della grande rete, dinamica e culturalmente attiva: sempre aggiornata. A loro è rivolta la capsule collection MLO.1, perfetta sintesi tra funzione e lusso.

La scelta dei materiali è frutto di un’attenta ricerca che riesce a fondere l’active e il luxury. Il risultato sono materie confortevoli che si lasciano indossare in totale disimpegno, pantaloni fluidi, abiti morbidi e calzature spiccatamente tecniche secondo lo stile contemporaneo. La maglieria dallo stile relaxed con interventi di colori vividi da alternare alle bluse e alle t-shirt caratterizzate da stampe e ricami, il tutto sotto un ordine essenziale di vivace presenza anticonformista.

Dal dialogo tra gli opposti nascono look accattivanti generati dalla fusione, dall’interazione e dalla sovrapposizione. Gli abiti ridisegnano le silhouettes, plasmando forme voluminose che vengono poi domate stringendole spesso alla vita. La contemporaneità si manifesta in tutti i suoi aspetti fashion, declinandosi poi nell’oversize, negli inserti segnaletici o high-tech, in grandi cappucci e ampi colli contro pioggia e vento, gusci protettivi dalle tonalità importanti.

La collezione è energica, atletica, dinamica, vibrante di grafismi e cromie lineari. Zip, materiali hi-tech in inediti abbinamenti accanto a materiali fluidi, organze e maglieria, rivelano uno spirito sportivo, ma profondamente urbano. Intarsi colorblock, dettagli luminosi dalle sfumature roccia, azzurro, arancio e smeraldo.

MUST-HAVES: piumini, cappe, impermeabili e trench-coat, giacche boxy, tute, jumpsuit, pantaloni slim, guanti, sciarpe, calze, colli logati.

DETTAGLI: block-color, oversize, maxi imbottiture, nylon, rete tecnica, logomania, inserti in maglia tecnica con logo colorato intagliato.

COLORI: blu elettrico, smeraldo, bianco, giallo e arancio

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Addio a Karl Lagerfeld, Leggenda della Moda

Polici Francesca

Published

on

Iconico, provocatorio, irriverente e assolutamente geniale. Non basterebbero interi libri per parlare di uno dei più grandi geni della moda, Karl Lagerfeld.
Si è spento questa mattina a Parigi, all’età di 85 anni. Stilista, fotografo e illustratore. Lagerfeld è stato uno dei più grandi artisti del nuovo secolo, che con la sua vena eclettica ha saputo rivoluzionare completamente i codici e i canoni estetici della moda. Politicamente scorretto e orgoglioso di esserlo. Fin da ragazzino ha dettato subito le leggi al mondo intero, burlandosi dello stesso e sbeffeggiando i noiosi protagonisti di una vita grigia e regolare.

Classe 1933 (anche se ha raccontato a lungo di essere del 1935 per poi correggere il tiro). Nato ad Amburgo, si è trasferito a Parigi all’età di 14 anni per studiare arte e disegno. Già allora, il suo innato talento ed intuito artistico erano assolutamente evidenti. Non a caso, nel ’54 si aggiudica subito il prestigioso, ed allora neonato, Woolmark Prize con il bozzetto di un cappotto.
Negli anni a seguire crea subito scalpore nel mondo fashion. Quando approda nella haute couture con Jean Patou (dopo aver lavorato per un periodo come assistente da Pierre Balmain), infatti, molte sono le critiche suscitate dai suoi spacchi, considerati “osceni” ed “eccessivi”. Ma a lui non interessa, “spiacere è il suo piacere”. Inizia così a riscrivere pian piano la storia della moda. Modifica le forme, le adatta alla contemporaneità. Less non è better per lui, l’irriverenza lo è. Il coraggio di andare oltre i modelli preimpostati. Perché la donna che veste Lagerfeld è una donna forte, capace di osare e di imporre la sua personalità forte e sensuale. È la donna che tutte vorrebbero essere. Una donna che ha saputo fare sua la lezione beauvoiriana e imporre la sua femminilità nel mondo maschilista. Non ha paura di infrangere le regole, piuttosto ne scrive di nuove.
Per questo, quando approda nel mondo del prete a porter con Chloé, lo stilista trova finalmente la sua dimensione e riesce ad esprimere il suo estro artistico visionario nel migliore dei modi.
Nel ’65, poi, inizia il suo storico sodalizio con Fendi per poi stringerne un altro successivamente anche con Chanel – lo storico brand sarà capace di rinnovarsi proprio grazie a lui. Negli anni Settanta (1974, per la precisione) fonda il suo brand che pian piano conquista le fashion addicted di tutto il mondo.

Non solo moda, però. Karl Lagerfeld è un artista a tutto tondo, assetato di conoscenza, nella costante ricerca di linguaggi espressivi dal carattere innovativo. Dalla fotografia al design, i progetti a cui si dedica nel corso della sua vita sono tantissimi e il successo è assicurato ad ognuno di questi.

Fine intellettuale, trasforma spesso la sua immensa e ricchissima biblioteca casalinga in uno studio fotografico. Non si tira mai indietro quando si tratta di dire la sua. Nell’epoca in cui, alcuni dei più grandi brand decidono di sposare la filosofia del “fur free”, lui si scaglia contro quella che ritiene nient’altro che “un’ipocrisia infantile in una società in cui il consumo di carne è così elevato”. Dire addio alle pellicce ma continuare ad indossare la pelle è semplicemente insensato.

Nel corso della sua lunga carriera artistica, ci ha regalato collezioni indimenticabili. Ma la più grande lezione che ha dato al mondo intero è stato il coraggio. Il coraggio di essere sempre se stessi, a ogni costo, di difendere le proprie idee con le unghie e con i denti. Ancor di più, ci ha mostrato la bellezza della diversità, donandole un inestimabile valore artistico ed umano.
Il mondo della moda non sarà più lo stesso ma le sue idee e il suo stile non ci abbandoneranno mai.

di Francesca Polici per DailyMood.it

0 Users (2 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

House of Chanel announces the passing of Mr. Karl Lagerfeld

DailyMood.it

Published

on

It is with deep sadness that the House of CHANEL announces the passing of Karl Lagerfeld, the Creative Director for the CHANEL Fashion House since 1983.
An extraordinary creative individual, Karl Lagerfeld reinvented the brand’s codes created by Gabrielle Chanel: the CHANEL jacket and suit, the little black dress, the precious tweeds, the two-tone shoes, the quilted handbags, the pearls and costume jewelry. Regarding Gabrielle Chanel, he said, “My job is not to do what she did, but what she would have done. The good thing about Chanel is it is an idea you can adapt to many things.”
A prolific creative mind with endless imagination, Karl Lagerfeld explored many artistic horizons, including photography and short films. The House of CHANEL benefited from his talent for all the branding campaigns related to Fashion since 1987. Finally, one cannot refer to Karl Lagerfeld without mentioning his innate sense of repartee and self-mockery.

Alain Wertheimer, CEO of CHANEL, said: “Thanks to his creative genius, generosity and exceptional intuition, Karl Lagerfeld was ahead of his time, which widely contributed to the House of CHANEL’s success throughout the world. Today, not only have I lost a friend, but we have all lost an extraordinary creative mind to whom I gave carte blanche in the early 1980s to reinvent the brand.”
Bruno Pavlovsky, President of Fashion at CHANEL, said: “Fashion show after fashion show, collection after collection, Karl Lagerfeld left his mark on the legend of Gabrielle Chanel and the history of the House of CHANEL. He steadfastly promoted the talent and expertise of CHANEL’s ateliers and Métiers d’Art, allowing this exceptional know-how to shine throughout the world. The greatest tribute we can pay today is to continue to follow the path he traced by – to quote Karl – ‘continuing to embrace the present and invent the future’.”
Virginie Viard, Director of CHANEL’s Fashion Creation Studio and Karl Lagerfeld’s closest collaborator for more than 30 years, has been entrusted by Alain Wertheimer with the creative work for the collections, so that the legacy of Gabrielle Chanel and Karl Lagerfeld can live on.
The House of CHANEL offers his family, relatives and friends its deepest condolences.

0 Users (1 voto)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending