Connect with us

Campagne Pubblicitarie

Alberta Ferretti Campagna Pubblicitaria PE 2019

DailyMood.it

Published

on

Alberta Ferretti svela la nuova campagna pubblicitaria Primavera Estate 2019 scattata dal fotografo britannico David Sims.
Intensi fasci di luce illuminano i dieci scatti iconici che ritraggono la femminilità contemporanea dell’universo Ferretti, interpretata dalla modella Rebecca Leigh Longendyke in un’atmosfera sofisticata e atemporale.
La campagna è stata scattata a Londra il 19 ottobre 2018 e verrà pubblicata a partire dal mese di gennaio 2019.

CREDITI

  • Fotografo: David Sims
  • Stylist: Aleksandra Woroniecka
  • Art Director: Heiko Keinath
  • Casting Director: Piergiorgio Del Moro
  • Modella: Rebecca Leigh Longendyke
  • Location: Londra

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =

Campagne Pubblicitarie

Missoni Campagna Estate 2019

DailyMood.it

Published

on

Quella Missoni estate 2019 è una campagna con le luci notturne dello spazio, sullo sfondo di astri e pianeti. Un cielo blu da teatro barocco con vedute remote e ravvicinate di mete galattiche, sabbiose e arse. Terre desertiche, movimentate da dune e crateri, colorate dai riflessi delle stelle, che incorniciano le immagini dei due protagonisti: la top model Gisele Bundchen, che di Missoni è una storica testimonial, e il cantante Tamino Amir Moharam Fouadk, neo-fenomeno della scena rock alternativa europea.

Come oniriche sognanti creature che affiorano da quell’atmosfera astrale, i due vestono e interpretano look diversi. Abiti incrostati di ruches e in preziosa rete di maglia oppure insieme di cangiante lurex fiammato per la danzante Gisele. E completi giacca e pantalone in maglia e tessuto canneté per il meditativo Tamino, che scruta l’oscurità dello spazio.

Entrambi ritratti a figura intera e a mezzo busto da Harley Weir a New York lo scorso ottobre per una campagna di cui Angela Missoni firma come sempre la direzione creativa, i due appaiono come viaggiatori che trascendono lo spaziotempo, testimoni dello spirito nomadico delle nuove collezioni estive Missoni e Missoni Uomo.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

Holiday Campaign Ray-Ban 2018

DailyMood.it

Published

on

E’ l’appartenere a qualcosa che ci rende liberi

Da più di 80 anni, il nome Ray-Ban identifica il brand più iconico nel mondo dell’eyewear. Una lunga storia che, attraversando i decenni e le tendenze, racconta delle persone che scelgono i suoi prodotti. Ray-Ban significa vedere e farsi vedere, affermare la propria personalità e dettare chi siamo, invece di lasciarselo dire dagli altri. Ma, soprattutto, significa condividere la propria natura con le persone che la comprendono. È senso di appartenenza, senza conformismo.

L’ultima campagna di Ray-Ban per le prossime feste attinge al concetto di famiglia e si chiama “Proud To Belong”. Parla di ritorno alle origini, al luogo di appartenenza, e di riscoperta del senso di sé. C’è un legame tra identità e senso del luogo cui si appartiene, ma più che la località geografica è importante cosa e chi troviamo in quel luogo e in che modo questo ci definisce. Non importa quale sia la tua storia o come si sia evoluta. Le amicizie convergono, i ruoli di genere vengono abbandonati, nuovi amori si fanno strada e la razza diventa immateriale, ma quello che conta è esplorare il significato che la tua storia ha per te. Per alcuni di noi è uscire con amici che non vediamo quanto vorremmo, è tornare a essere bambini con la propria famiglia allargata, o guardare crescere le nuove generazioni nel quartiere in cui si vive. È il concetto di famiglia, quella d’origine, quella che scegli, e cosa significhi questa parola per te nel suo senso più moderno. Proud to Belong è la definizione visiva dello stare insieme, dell’accettazione e dell’identità personale, sia che le feste significhino famiglia allargata o outsider sociale.

Per le prossime festività, Ray-Ban ha scritto una storia su questo sentimento attraverso il rilancio di due suoi modelli leggendari, Meteor e Nina, entrambi nati negli anni ‘60.

Meteor è un modello pratico, moderno ma anche profondamente nostalgico. È l’America che riprende vita nel dopoguerra. È il musicista jazz che al Village Vanguard suona con l’anima. Per te, è la curvatura della baia mentre punti verso il porto da cui sei salpato. Ispirati al modello Wayfarer, i Meteor hanno lenti più rotonde e un ponte più ampio. La scelta è tra una variante in nero decisamente anni ‘60, una versione più unisex con finitura tartaruga o la proposta trasparente color ghiaccio, che porta la montatura nell’era contemporanea.

Nina è il modello che esprime chi vuoi essere, con le persone che ti capiscono. Deciso taglio cat-eye, ponte a chiave e rivetti iconici: è l’essenza della sensualità anni ‘60 distillata in un paio di occhiali. È lo schianto francese che sorseggia spritz in un palazzo romano. È la diva del cinema che avanza in strada nella visuale di un paparazzo. Le originali stampe tartaruga si accompagnano a lenti declinate in una palette di colori intensi e valorizzanti come l’arancione, il giallo o il viola fané – tutti piccoli segnali di individualità.

Le immagini della campagna mostrano chiaramente come queste proposte siano per tutti, in ogni situazione: dalla serata in cui ti ricongiungi all’amore che hai smarrito mentre ti recavi al party più bello dell’anno, al ritrovo sulla passerella della spiaggia – il tuo territorio – con gli amici d’infanzia, fino all’annuale scatto di famiglia il giorno di Natale, momento che ami e temi in pari misura. Il sentimento è sempre lo stesso, dal realizzare che stai bevendo per l’ultima volta un caffè insieme a tre generazioni della tua famiglia, al trascorrere la prima vacanza con la tua nuova modern family, al trovarti con amici che conosci da una vita e con i quali torni a essere bambino nel preciso istante in cui li vedi. È un sentimento che parla di te, di loro e dei momenti condivisi. Appartenere è essere – l’uno non può esistere senza l’altro.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Campagne Pubblicitarie

Dior Campagna Autunno-Inverno 2018-2019

DailyMood.it

Published

on

Immortalati dalla fotografa Pamela Hanson, gli scatti della campagna autunno-inverno 2018-2019 ci trasportano in un’atmosfera anni ‘60, su sfondi di rivolte e di emancipazione femminile.

Ispirata dal film cult della Nouvelle Vague La donna è donna, di Jean-Luc Godard, la campagna della Maison presenta una donna al tempo stesso poliedrica e unica, impegnata e prima di tutto libera. Una visione della femminilità rivendicata da Maria Grazia Chiuri e qui incarnata da eroine indipendenti. Animate dallo spirito di rivolta del maggio ‘68, fonte di ispirazione della collezione, queste belle intellettuali posano – talvolta sole, talvolta in gruppo – davanti all’obiettivo di Pamela Hanson, vestite di un guardaroba affrancato dai codici.

Sotto le gonne o gli abiti in patchwork a fiori, indossano zoccoli o stivali da motociclista. Giocando sul mix di generi, rivoluzionano in tal modo i codici delle college girl, si appropriano dei loro motivi a quadri per erigerli a simboli di una gioventù ribelle, alla ricerca di libertà. I ricami degli abiti, che rappresentano gli elementi – come acqua, aria o terra – sono anch’essi quelli di una donna impegnata, come il pullover oversize su cui si legge “C’est non, non, non et non!”, grido di rivolta ispirato a un foulard tratto dalla linea di prêt-à-porter Miss Dior, lanciata in piena effervescenza degli anni ‘60.

Credits: © Pamela Hanson – ©Dior.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending