Connect with us

Collezioni Donna

L’arte in movimento. Dior Collezione prêt-à-porter SS 2019

DailyMood.it

Published

on

« The story comes from inside the body. » Sharon Eyal

È la danza il cuore pulsante di questa collezione. La danza come atto liberatorio, come azione del corpo, in quella dimensione che usa il ritmo, il movimento, la musica per entrare in contatto con la parte più remota del proprio essere. Danza e moda definiscono i corpi e attraverso la disciplina insegnano ad appropriarsene.

Per Maria Grazia Chiuri, direttore creativo di Dior, è stato fondamentale guardare il lavoro di una serie di artiste che hanno rotto gli schemi di una armonia stilizzata, per creare una diversa idea di bellezza del corpo in movimento in un nuovo rapporto con lo spazio, con il tempo, con la natura. Loïe Fuller, Isadora Duncan, Ruth St. Denis, Martha Graham, Pina Bausch, eroine della nuova danza che hanno esplorato la disciplina fino a riportarla alle origini del mondo, in quell’impasto dionisiaco che innerva ogni cultura.

Non è la perfezione del corpo ma la duttilità dei movimenti” afferma Sharon Eyal, una delle autrici più interessanti ed emotivamente forti del nostro tempo che Chiuri ha voluto accanto in questo progetto. Monsieur Dior amava la danza e dall’archivio riaffiora la straordinaria collaborazione con Roland Petit per il balletto Treize Danses, insieme alle foto della grande Margot Fonteyn, affezionata cliente della maison.

L’esperienza del ballo, la sua verità più intima; il suo essere espressione universale; la radicalità dei gesti della danza contemporanea hanno sollecitato la mia immaginazione” spiega Chiuri, che ha costruito una collezione che nella leggerezza e nella duttilità ha trovato la sua sostanza. Body, canottiere, culottes, tute leggere diventano una sorta di coreografia vestimentaria declinata nelle infinite possibilità delle sfumature del nudo, che si connettono al corpo in molteplici declinazioni e ne accompagnano i movimenti, diventando base e complemento di una serie di capi della collezione (come le ampie gonne impalpabili, o come i tutù corti o lunghi) o impronta dei volumi degli abiti maschili da danza etnici, traccia di quella cultura popolare che Chiuri non dimentica mai. Come gli abiti che paiono aver perso consistenza per rimanere rete intrecciata di tulle. Come i pezzi che hanno sostituito il corsetto con la forma della canottiera. Memoria visiva di quelle sonorità hip hop che ispirano anche la parte della collezione svolta nella materialità rilassata del jeans.

È la danza come atto performativo, come movimento cangiante a suggerire il motivo del caleidoscopio, che diventa disegno, fantasmagoria di piume, eco delle esperienze cinematiche intrise di colore di Loïe Fuller. Colori che sfumano sulle superfici leggerissime di abiti e gonne, su cui sono indossati cappotti ampi, giacche che proteggono i corpi all’uscita dal teatro. Mentre le calzature sono mirabolanti creazioni di nastri intrecciati sul piede e sulla caviglia, appoggiati sulla trasparenza del plexiglass.

È la coreografia dei corpi sulla scena, il rapporto tra loro, simile al movimento delle stelle e dei pianeti nella mappa celeste, a riportare a quell’energia dell’universo cui attinge la danza in tutte le sue espressioni. A quell’energia che è controllo e liberazione del corpo, dei corpi. A quell’energia che è simultaneamente disciplina rigorosa e libertà estrema. A quell’energia che rappresenta una collezione che è insieme sofisticata e stilizzata coreografia, ed esplosione potentissima dell’immaginazione al femminile.

Crediti Editoriali: ©Dior.com

Copertina: © Carlota Guerrero for Dior

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 7 =

Collezioni Donna

Alianna Liu FW 2019/20 RTW Collection

DailyMood.it

Published

on

A French luxury ready-to-wear brand, ALIANNA LIU was founded in Paris in 2018. This is a brand that caters to the elite, offering top-quality women’s wear designed with creativity and ingenuity.
At the heart of ALIANNA LIU is Alianna herself. The designer draws inspiration from fairy tales, emphasizing our collective desire to remain children forever, even well into adulthood. She also looks to the ordinary objects and events in life, seeing the extraordinary in the everyday.

Alianna Liu’s winter collection has been entirely inspired by an encounter with a jellyfish bloom the time she was surfing, expressing through the prints, color palette, and patterns.
“I’ve always been drawn to the art form of nature.” said the designer about his inspiration for her latest work.“Last summer, I spent most of my time at the beach right before I got the idea about this collection. One day, the noon-time sun was heating, I was in the middle of the sea, relaxing on the board, away from everything else. The azure sky was there, upon the calm, green sea. It was almost as perfect as a painting. Then I saw a jellyfish bloom right beneath me. This transparent little creature was moving around and have tentacles hanging down. I had this feeling of fear. I know some have tentacles that can stretch 2 meters, and some are as small as a thumbnail. But I can’t keep my eyes from its beautiful movements. ”
The fall collection this year is colorful, mature, vivid and feminine. The electric, ungodly alien inspire the motifs of the collection. Prints were the pictures reminded in dreams, after the experience of the bloom, hand drew by the designer. “At once these exquisite life forms are elegant and mysterious.”The hand-stitched materials highlight the pieces with swirling patterns in different shades of blue.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

PHILIPP PLEIN RESORT 2020

DailyMood.it

Published

on

The PHILIPP PLEIN Resort 2020 collection is a jump into the Post-Punk London of the early 80s. PHILIPP PLEIN portrays a modern-day hyper accessorized Siouxsie Sioux, covered in leather, studs and featuring the iconic 80’s Goth archetypes.

Dress to Kill” is the new “Dress to Impress”: exaggerated shoulder pads give structure to super feminine draped dresses fully covered in Swarovski or sequins featuring asymmetric skirts and leg- of-mutton sleeves, while they add an ironic accent to the shimmering, uber-graphic dress with PLEIN lettering, perfect for a night out at the iconic ‘Blitz’.

Shoulder pads reshapes the outerwear too and they’re combined with mini-skirts or shorts. In the The white suit combo with matching skirt, it redefines the epitome of power-dressing, while as a black blazer with crystal revers, it is styled with latex shorts and matches the top underneath.

Colors are: Black, white, silver, purple, neon yellow and pink.

Textures are: python, leather, latex, denim with patches or drip finishing, Swarovski, sequins and studs.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

Tessera Collection Couture Automne Hiver 2019 2020 Haute Couture Paris Fashion Week

DailyMood.it

Published

on

Inspired by the ancient mosaic, Ziad Nakad’s Fall Winter 2019 2020 couture collection is an ode to architecture and geometry. Marked waists , oversize and asymmetrical sleeves are true technical features while giving an impression of lightness in resolutely feminine outfits.
Silhouettes with embroidery embellishments like “tessellas” and “tesserulas” reveal an ae-rial mosaic. It is this alliteration assemblage that inspired the designer for the collection’s title.

A colorful collection, from blue to red, from gold to silver with black tips.

Always concerned regarding high quality, Ziad Nakad mingles tulles and chiffons, lace and velvet, giving his creations an architectural and modern dimension, always reminding us his mastery in cuts and volumes.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending