Connect with us

Lifestyle

ETICALIVING – Filosofia che diventa materia

DailyMood.it

Published

on

Slow+Fashion+Design e VGnewtrend presentano EticaLiving, il primo cobranding che sposa la filosofia slow al lusso di un’azienda leader nell’interior design. L’anteprima della collezione è presentata al Salone del Mobile di Milano 2018.
Il progetto nasce dalla volontà di concretizzare ciò che Slow+Fashion+Design promuove come filosofia: sostenere la territorialità, l’artigianalità, l’etica e la bellezza, creando collaborazioni tra aziende, artigiani e professionisti.
Le forme classiche di VGnewtrend, la ricerca di materiali sostenibili per le strutture e l’utilizzo di tessuti lavorati artigianalmente hanno dato vita a EticaLiving.
Un progetto prezioso, in cui la professionalità degli attori e la filosofia slow sono punto cardine attorno al quale ruota tutta la sua unicità.
Scegliere un prodotto EticaLiving significa essere consapevoli di alimentare un mercato virtuoso, con una filiera trasparente, in cui si sostiene l’economia italiana e si entra a far parte del progetto stesso sposando il concetto di slow life.

LA LINEA ETICALIVING
Ogni singolo oggetto farà parte di una serie a produzione limitata, ciascun pezzo è numerato e corredato delle informazioni professionali di tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione, partendo dal concetto iniziale, fino ai dettagli finali.
Il lusso oggi non segue logiche commerciali, ma si dedica all’oggetto per una pura passione della creazione, per il piacere di lavorare materiali pregiati utilizzando tecniche virtuose, per realizzare oggetti esclusivi.
Gli elementi di arredo di VG sono stati quindi reinterpretati tramite la ricerca di materiali sostenibili e l’utilizzo di tessuti naturali, lavorati artigianalmente.
EticaLiving si identifica nel blu, nell’oro, nelle sue linee essenziali e nella sua unicità.
Il colore Blu è simbolo della tranquillità, ha la proprietà di generare un senso di rilassamento e regala equilibrio alla sfera emotiva. L’Oro è il colore del sole, della purezza e dell’opulenza, porta energia e abbondanza.
Le linee asciutte degli arredi sono avvolte in velluto e jeans, quest’ultimo reso prezioso dalle abili mani di Flavio Ongaro che ha creato texture dal gusto suggestivo, ispirandosi a Mariano Fortuny e all’antica arte dello shibori.
La particolarità dei tessuti costituisce l’unicità di EticaLiving: essi sono stati lavorati artigianalmente e per ogni elemento è stata decorata una pezza. Questa potrà essere riprodotta, ma non sarà mai identica a un’altra, data la sua produzione manuale.
Le strutture interne, di lavorazione veneta, sono in legno, acciaio, schiuma all’acqua e kapok.
L’intenzione non è fare una pura linea ecologica, bensì creare prodotti italiani, lavorati con professionalità e passione, in linea con la filosofia di Slow+fashion+design.
EticaLiving è il primo progetto in cui Slow+fashion+design concretizza il pensiero e l’ispirazione, dando vita a una piccola collezione per l’area living: un divano, due poltrone, due poltroncine, due arazzi e un lampadario.

SLOW + FASHION + DESIGN
Alessandro Crosato (Fashion Designer Director) e Silvia Müller (Interior Designer).
Design etico, onestà intellettuale, responsabilità, armonia della bellezza e territorialità sono valori in cui crediamo per il futuro, sia in termini socio culturali che di progettazione e realizzazione”.

FILOSOFIA
Un progetto che condivide e sviluppa proposte di Design Etico e filosofia SLOW considerando l’Etica e la Territorialità come principi fondamentali per la creazione di prodotti e come stile di vita.


DESIGN ETICO

Con DESIGN ETICO, intendiamo una progettazione funzionale, sostenibile, coscienziosa ed esteticamente bella. Questa è la nostra sfida. Sono molti i designer che utilizzano materiali naturali, o di riciclo, però c’è troppo poca attenzione alle persone e all’ambiente.
Come l’industria del biologico, il design naturale, rischia di diventare l’ennesima moda del momento.
La provenienza dei materiali, il tipo di lavorazione, il packaging e la commercializzazione sono parte stessa della bellezza dell’oggetto. Il designer ETICO deve porre attenzione a tutti i passaggi del prodotto, che devono essere fatti con responsabilità.
La percezione di bellezza deve essere data da un insieme di elementi. Questa è la responsabilità etica del design del futuro

I PRODOTTI DELLA COLLEZIONE
DIVANO VENEZIA
Il blu e l’oro, la natura e il lusso. L’elemento dominante della collezione EticaLiving è sicuramente il “Divano Venezia”, punto focale di ogni spazio living. Le dimensioni importanti sono in linea con lo stile storico adottato da VG.
La struttura portante di questo oggetto d’arredo è fatta in legno, di origine e lavorazione italiana, mentre l’imbottitura è stata realizzata in schiuma all’acqua.
Il divano è avvolto in velluto di cotone e nel tessuto “EticaLiving Venezia“, decorato a mano su base denim, con texture d’ispirazione antica. Appoggiati allo schienale troviamo 2 cuscini strutturali, con imbottitura in schiuma all’acqua e fibra kabok.
Come accessori, a disposizione dei cuscini con interni in fibra di kapok, che possono essere abbinati secondo il gusto personale. In questo caso, sono proposti tre cuscini nelle tre fantasie della linea EticaLiving “Firenze, Napoli e Venezia”.
Il perimetro inferiore è percorso da una catena metallica, rifinita in oro, con un inserto in velluto di cotone tra gli anelli.

POLTRONA NAPOLI / POLTRONA FIRENZE
Ad affiancare il divano, non possono mancare due poltrone in coordinato. Questi due elementi vanno a declinare lo stile di EticaLiving in due versioni differenti: “Poltrona Napoli” e “Poltrona Firenze”
Per entrambe, la struttura portante è costruita da artigiani esperti, con legno al 100% italiano. L’imbottitura è stata sviluppata in schiuma all’acqua, come il divano. Anche le poltrone sono accostate a 1 cuscino strutturale, costituito da un’imbottitura in schiuma all’acqua e fibra di kabok.
La parte in cui le due versioni di distinguono è, quindi, la scelta del rivestimento, un contrasto che si ispira al concetto dello Yin e dello Yang: una poltrona è il contrario dell’altra, andandosi a completare a vicenda.
Una poltrona è stata rivestita con una combinazione di velluto di cotone e il tessuto “EticaLiving Napoli”, con decorazioni su denim che ricordano fantasie provenienti dall’eredità storica dell’Italia meridionale.
La seconda poltrona affianca al velluto di cotone il tessuto “EticaLiving Firenze”, dalle decorazioni di richiamo toscano, d’epoca signorile.
Per entrambi i pezzi, i bordi inferiori sono stati rifiniti grazie a una catena metallica dorata, con un inserto in velluto di cotone.

POLTRONCINA GENOVA
L’area living si arricchisce ulteriormente con oggetti d’arredo che ne rifiniscono gli spazi, dando vita a una stanza accogliente.
Oltre alle poltrone, EticaLiving propone due pezzi della “Poltroncina Genova”, un elemento molto versatile sia per le dimensioni, sia per la forma.
La struttura portante è ancora una volta in legno italiano, lavorato artigianalmente, ed è accompagnata da un’imbottitura in schiuma all’acqua.
Il rivestimento alterna il velluto di cotone con il tessuto decorato “EticaLiving Genova”, raffinata decorazione sullo schienale, eseguita nei toni più chiari del predominante colore blu.
Il perimetro di base è circondato da una catena metallica, rifinita in oro e incastonata con un inserto in velluto di cotone.

ARAZZO ROMA / ARAZZO VENEZIA
Ogni dettaglio è importante, per l’ambiente che va a creare la collezione EticaLiving. Per dare la giusta atmosfera, sono stati quindi elaborati due arazzi, “Arazzo Roma” e “Arazzo Venezia”, dal gusto sofisticato.
I due elementi sono stati sviluppati a partire da tessuti in cotone, denim e felpa, trattati e sovrapposti abilmente dalla maestria dei nostri artigiani. Come gli arazzi antichi, non sono supportati da alcuna struttura rigida.
Nei dettagli delle decorazioni, ricreate a mano, traspare tutta la tradizione veneta, andando a rievocare le trame dei secoli passati. L’effetto usurato ricreato sulla superficie dona tridimensionalità al tessuto.

LAMPADARIO ETICALIVING
Quale spazio domestico è completo, senza l’elemento di illuminazione?
EticaLiving ha sviluppato un lampadario che sintetizza l’essenza della collezione. Reinterpretando la composizione personalizzata dei complementi VG, il lampadario è composto da vari materiali.
La piastra che ne è la base può essere sospesa oppure incassata al soffitto. La parte pendente richiama nello stile il mondo del fashion ed è composta da nappe, catene dorate e cilindri. Questi ultimi sono realizzati in vetro muranese e si avvalgono dell’illuminazione a led, ecologica ma sufficientemente potente da mettere in risalto le rifrangenze del lampadario.
Accendendo il lampadario, le canne dorate diventano trasparenti, lasciando filtrare la luce.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + diciotto =

Lifestyle

La Vereda di Marni al Fuorisalone

T. Chiochia Cristina

Published

on

Una vereda colombiana in festa. Ecco la proposta di Marni per il Fuorisalone Milanese in viale Umbria a Milano. Bambini sulle altalene, giovani mamme all’ultima moda targata “Marni“, Hostess con poncho in puro stile colombiano e papà intrepidi sulle amache. Complice le bellissime giornate di sole, l’allegra euforia di colori,i piacevoli ventilatori che fanno svolazzare tende come si fosse per strada all’interno della struttura industriale che ospita lo showroom, ecco che il pubblico ha l’enorme possibilità di catapultarsi in Colombia, in compagnia ed alla scoperta di questi suggestivi insediamenti urbani rurali, piccole comunità che dall’altro capo del mondo vivono di tradizioni artigianali da preservare e, soprattuto rispettare. Valori familiari a tutti.
La Vereda è tutto questo con in più un ampio cartellone di live performances e musicisti. Un luogo da abitare, come la linea che presenta. “Non luogo” fatto di insoliti mood colorati, folklore colombiano che fa da sfondo a tutta una serie di nuovi accessori ed arredi di questo brand di moda da sempre all’avanguardia per quanto riguarda la lavorazione e l’uso dei materiali.
Forme inedite. Sviluppo fuori dagli schemi. Come le galline, interamente cucite a mano, una ad una.
Ma anche nelle poltrone colorate e semplici amache (che usano le consuete trame in PVC intecciato ma per fare spazio ad un nuovo modo di eclinarne la tessitura), amplificandone i disegni con righe e figure geometriche.
Il Salone del Mobile 2018 di Marni è una Vereda in festa.
Una proposta fatta con il cuore che avvicina il Brand all’anima che lo anima.
Un viaggio, un mondo di essere e di sentirsi vivi e chissà, riconoscersi proprio grazie alle tradizioni che esprime.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

Bottega Veneta presenta la sua nuova Home Collection durante il Salone del Mobile 2018

DailyMood.it

Published

on

La nuova Home Collection Bottega Veneta, disegnata dal Direttore Creativo Tomas Maier, viene presentata durante la settimana del Salone del Mobile di Milano. Nel rispetto degli ideali di artigianalità e armonioso equilibrio tra matericità, design e funzionalità che da sempre la caratterizzano, la collezione sfoggia nuove, spiritose finiture sui pezzi iconici e una palette più vivace e colorata. “Volevo presentare qualcosa di molto diverso rispetto alle proposte introdotte due anni fa, grafiche e smorzate nel colore”, commenta Maier. “Mi piace offrire al mio cliente nuove idee su come creare uno spazio abitativo.” Maier sviluppa anche ulteriormente la collaborazione con Osanna Visconti di Modrone per il lighting”.

UNA COLLABORAZIONE CHE CONTINUA
La collezione segna la seconda collaborazione tra il Direttore Creativo Tomas Maier e la designer italiana Osanna Visconti di Modrone, dopo la serie di tavoli in bronzo presentata nel 2016. Vi sono tre proposte di illuminazione cilindriche, tra cui uno scenografico lampadario di grandi dimensioni che ha debuttato a New York in occasione dell’inaugurazione della Maison in Madison Avenue. Completano la selezione una sottile lampada da tavolo e una sospensione che si può usare da sola o in piccoli gruppi. Tutti i pezzi sono realizzati con la tecnica della cera persa, solitamente impiegata in scultura, che crea una trama intrecciata squisitamente tattile sul bronzo.

RIVISITAZIONE DEGLI STILI ICONICI
C’è un nuovo senso di giocosità nel modo in cui Maier fa evolvere i pezzi iconici della Home Collection. Nuova arrivata nella famiglia di sedute Rudi, la Rudi Fringe ha un bordo intrecciato lungo la base che prosegue in una frangia ispirata alla passamaneria. “Quello stile tradizionale è fuori moda da moltissimo tempo”, spiega Maier. “Volevamo rilanciare l’idea ma in modo nuovo.” Il Camp Bed e il Double Camp Stool sono ora più audaci e grafici nella versione in intrecciato a contrasto bianco e nero. Anche il tavolo architettonico in metallo 8-Arches ha un nuovo look, con un piano di marmo bianco e nero di grande impatto, al posto del consueto rovere o travertino. Nella collezione di porcellane, Maier presenta un nuovo, delicato motivo con farfalle dipinte a mano. Disposte apparentemente a caso, alcune farfalle sono appena abbozzate mentre altre sono disegnate nei dettagli, per un effetto affascinante e individualistico.

UNA NUOVA FUNZIONALITÀ
Questa collezione vede il debutto di vari pezzi con nuove funzioni. La BV Tre – prima vera famiglia di sedute modulari di Bottega Veneta – si compone di tre pezzi: una seduta angolare, una seduta singola e un pouf, che possono essere con gurati in qualsiasi modo per adattarsi alle esigenze del cliente. La BV Tre ha una sensibilità spiccatamente rilassata; è più bassa rispetto alle famiglie Tassello e Rudi ma più profonda e più larga. Un’altra novità è il tavolo da pranzo rettangolare, in travertino di un’intensa tonalità di rosso appoggiato su una base centrale, come nella versione circolare. “Odio le gambe dei tavoli da pranzo”, sottolinea Maier. “Ci sbatti sempre contro le ginocchia quando ti siedi. È per questo che mi piace disegnare tavoli da pranzo senza gambe.” Nuova anche la Tassello dining chair, che appartiene alla famiglia di sedute imbottite lineari e morbide. La nuova Two-Drawer desk in rovere grigio chiaro color Doe è realizzata con le squisite maniglie scolpite in bronzo, utilizzate anche nel classico Six-Drawer Chest. È attualmente l a scrivania più grande della collezione.

UNA PALETTE INASPETTATA
La palette solitamente smorzata e discreta della Home Collection acquista un accento più spensierato con elementi di un bianco puro e una gamma di colori pastello più tenui e romantici. La Murano lamp è in vetro patinato bianco, per donareun look luminoso a una delle proposte di illuminazione più iconiche. Anche il Floating Marble Coffee Table è proposto in bianco. La nuova famiglia di sedute BV Tre è presentata in Mist, una vivida tonalità di bianco. La BV Tre e le classiche famiglie di sedute come la Tassello e la Rudi sono disponibili in nuovi colori come Antique Rose, un rosa cipria; Artichoke, un verde délave ́; e Doe, un delicato grigio chiaro. Il tavolo da pranzo rettangolare è più vivace in travertino rosso; e la nuova Two-Drawer desk è presentata in rovere di colore Doe chiaro.

L’ARTE DI VIVERE DI BOTTEGA VENETA
Espressione dell’arte di vivere italiana, parte integrante della cultura di Bottega Veneta, la nuova collezione viene esposta nella boutique in Via Borgospesso, all’interno del settecentesco Palazzo Gallarati Scotti, nel cuore di Milano. Maier ha curato una selezione di opere d’arte contemporanee provenienti dalla galleria Robilant + Voena, che comprende pezzi di Agostino Bonalumi, Alberto Burri, Mimmo Rotella e Pietro Consagra. Nella cornice degli storici affreschi, le opere d’arte e i mobili creano un eclettico connubio di tradizione e innovazione che è l’essenza di Bottega Veneta.

 

LA HOME COLLECTION
La Home Collection si è evoluta in modo organico dalla prima creazione di Tomas Maier, una panca da lui ideata nel 2006 insieme agli esperti artigiani di Bottega Veneta. Da allora il brand ha sviluppato il design per la casa e presentato collezioni complete di mobili e accessori, molti dei quali realizzati con stimati produttori come gli artigiani del vetro di Murano, Koenigliche Porzellan-Manufaktur Berlin per le porcellane e Poltrona Frau per le sedute. Nel 2015, Bottega Veneta ha aperto in Veneto, la regione di cui è originaria, un Atelier dedicato ai mobili. Quest’anno, il brand ha lanciato un nuovo retail concept per la casa all’interno della Maison di New York denominato The Apartment. Lo spazio propone la più ampia selezione di mobili e accessori per la casa Bottega Veneta degli Sta ti Uniti, esposti in un ambiente che riproduce l’interno di un appartamento, completo di una selezione di libri e opere d’arte.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Lifestyle

È “flower-boom” nel mondo: dalla passerella alla tavola, i fiori sbocciano ovunque dettando la nuova tendenza primaverile

DailyMood.it

Published

on

Colorati, stilizzati, dal gusto retrò o vintage, applicati o stampati, i fiori sono il nuovo trend primaverile e hanno contagiato stylist, interior designer, grandi chef e star di tutto il mondo. Un’esplosione di freschezza e joie de vivre di cui amano circondarsi i “flowerboomers”.

Se per Lucio Battisti erano i Giardini di marzo a vestirsi di nuovi colori, la prossima primavera/estate saranno gli abiti, gli accessori, le installazioni artistiche, gli elementi di design e il food a ricoprirsi di fiori. Un dejà vu? Forse. Ma quello che è certo è che mai come quest’anno l’energia vitale dei fiori irromperà nella quotidianità contagiando tutti i settori, dal fashion al lifestyle. È “Flower-Boom”, un’esplosione di petali colorati, profumati, di svariate forme e dimensioni, che affascina le star e si rende protagonista indiscussa di nuove tendenze, riscoprendo il significato simbolico dei fiori, emblema di purezza, rinascita e speranza. I fiori sfilano così sulle passerelle di tutto il mondo, sbocciano nei piatti di chef stellati, arricchiscono il look delle celebrities, fioriscono nei café e nei bistrot, donano un tocco eco-friendly agli ambienti domestici e contagiano gli instagramers che hanno pubblicato quasi 170 milioni di post con #flowers e #flower.

È quanto emerge da un monitoraggio condotto da Espresso Communication per Bigi Cravatte Milano su oltre 30 testate internazionali dedicate a lifestyle, attualità e tendenze nei campi della moda, del food ma anche del design e dell’arte per capire quali novità contraddistingueranno la prossima stagione.

Oltre ai motivi geometrici e ai rigati, vera passione dell’azienda, questa primavera fanno capolino sulle cravatte anche piccole fantasie floreali – spiega Stefano Bigi, amministratore

BIGI CRAVATTE MILANO

unicodi Bigi Cravatte Milanoche si fondono ai colori dando vita a una collezione sofisticata e ricercata. A dominare sono i toni del blu, con svariate sfumature, del rosso, che lascia spazio a nuance arancioni intense e luminose, e del verde. Sfumature delicate e tipicamente primaverili accostate a tonalità più vibranti e accese per una collezione che risponde ai desideri di un uomo classico ma dalla forte personalità. Trionfano infine la seta, il lino, il cotone, le catene bianche, le intramontabili garze e la lana estiva. Novità di quest’anno è la garza in lino-seta per uno stile casual”. Ma Bigi Cravatte Milano è solo uno dei tanti brand che hanno deciso di utilizzare pattern floreali originali e contrasti di colore per dare vita alle proprie creazioni. E se già qualche anno fa, secondo il Daily Mail, spopolava la tendenza degli hipster di adornare le folte barbe con fiorellini freschi e variopinti, oggi, come riporta The Irish Times, sempre più uomini sperimentano la tendenza floreale inserendo nel loro guardaroba giacche, camicie, kimoni e t-shirt dai colori brillanti, con dettagli e stampe a forma di fiore.

I fiori sbocciano ovunque diventando protagonisti indiscussi: compaiono su long e mini dress, si arrampicano su cappotti, fioriscono su bluse e t-shirt e impreziosiscono piccole clutch, décolleté e sneakers. A 110 anni dalla nascita di

viktor rolf

Frida Kahlo, celebrata con una mostra al Mudec di Milano, il suo stile è più che mai attuale: abiti lunghi con ramage e fiori tra i capelli si ritrovano oggi sulle passerelle delle collezioni primavera estate 2018. A Parigi invece, durante la Haute Couture primavera estate 2018, Le Figaro racconta che hanno sfilato magici e insoliti fiori di stoffa giganti su mini dress, cappotti e maschere. Sono i fiori surreali di Viktor

& Rolf, i designer olandesi dalla geniale creatività. E sempre a Parigi, riporta The New York Times, in un piccolo mercato floreale a l’Ile de la Cité, è stata recentemente presentata una linea di gioielli impreziositi da corolle fresche e profumate firmata Stephanie D’Heygere. I fiori sono anche stati plasmati in copricapi d’autore dall’artista floreale di Brooklyn Joshua Werber che ha dato vita a dei veri e propri capolavori dedicati alle pittrici che hanno fatto la storia dell’arte statunitense, secondo il The New York Times Style Magazine.

Tante anche le stampe floreali indossate dalle celebrities, come quelle presenti sull’abito dell’attrice Kirsten Dunst, apparsa sul Los Angeles Times circondata da fiori variopinti o sul kimono di Jessica Alba, fotografata dal Daily Maile ancora Catherine Zeta-Jones che ai Golden Globe indossava un abito total black con applique di fiori e la duchessa di Cambridge, Kate Middleton, immortalata dal Daily Mirror con un long dress floreale color senape. E infine Michelle Hunziker che ha indossato durante il Festival di Sanremo un bouquet di dimensioni umane, sfoggiato per la prima volta dalla modella Gigi Hadid sulle passerelle milanesi. Protagonisti al Festival della canzone italiana sono stati i fiori bianchi scelti dalle donne sul palcoscenico come simbolo contro violenze e abusi.

I fiori entrano anche nelle cucine di chef stellati e pasticceri dando vita a fantasiose creazioni culinarie. Il motivo non è solo estetico ma salutistico. Come riporta l’Huffingtonpost, è infatti scientificamente provato che i fiori hanno un potente potere antiossidante e invidiabili proprietà organolettiche. I grandi chef del Bel Paese lo sanno bene: dal risotto alla milanese con fiori di zafferano essiccati di Cracco, al pollo arrosto nascosto tra verdure miste e petali di fiori di Bottura, passando per i gamberi ai fiori eduli di Crippa e la pasta fresca e fiori di Cannavacciuolo. E poi c’è lo chef Roberto Sebastianelli che ha fatto dei fiori un ingrediente fondamentale. Tra i suoi successi il cartoccio di fiori eduli pastellati e i tortellini con ripieno di gerani. Una tendenza diffusa anche oltreoceano come riportato dal The Guardian che mette però in guardia sul rischio di tossicità dei fiori se non scelti accuratamente. Per i più golosi arrivano infine dalla pasticceria di Janet Best, in Pennsylvania, lollipop creativi all’interno dei quali, avvolti nello zucchero trasparente colorato, spuntano violette, margherite e tulipani.

Se poi i fiori sono a km zero e di stagione ancora meglio. È la nuova tendenza Slow Flowers che, dopo aver investito gli Stati Uniti rivoluzionando il bouquet, come riportato dal The New York Times, arriva in Italia portando una ventata d’innovazione creativa a produttori e negozianti sovvertendo il modo di comporre e coltivare i fiori. Ispirato ai principi dell’alimentazione bio, lo Slow Flowers predilige fiori naturali, stagionali e locali. Un modo per ridurre i costi e rispettare il naturale ciclo della Terra. Dal campo alla tavola, il passo è breve ma se ancora non si ha dimestichezza con i fornelli si possono sempre utilizzare i fiori per arredare la propria casa donando un tocco unico agli ambienti domestici. Per 9 italiani su 10, infatti, la presenza di fiori in casa dà felicità, secondo una stima del Censis. Dati confermati da studi scientifici che hanno dimostrato come vivere a stretto contatto con le piante migliori l’umore favorendo il benessere fisico e mentale. Carte da parati e tappezzerie floreali saranno inoltre il nuovo must have per un ambiente romantico e natural chic e contribuiranno a trasformare la casa in un vero giardino indoor.

Un consiglio seguito alla lettera da Elan Cafè, un piccolo gioiello nel cuore di Londra che ha

deciso di rivestire completamente un’intera parete di rose dalle infinite sfumature. A catturare lo sguardo dei visita

Rebecca Louise Law

tori, fino all’11 marzo 2018, c’è stata anche la sorprendente installazione dell’artista Rebecca Louise Law che ha utilizzato oltre 370.000 fiori per dare vita al suo ultimo capolavoro. I fiori, sospesi con fili di rame a comporre mille ghirlande, hanno creato un’atmosfera unica all’interno dei Royal Botanic Gardens a Kew, in Inghilterra, come riporta il The Telegraph. Bisognerà invece attendere l’estate per l’apertura del primo museo dedicato alla Digital Art a Tokyo. Come riporta la CNN, i visitatori saranno accolti da cascate virtuali di petali colorati e proiezioni floreali, immersi in un’atmosfera magica e surreale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending