Connect with us

Fashion News

Tutte le it bag della primavera estate 2018

Published

on

Sarà che l’aria primaverile e l’inizio delle lunghe giornate di sole predispongono geneticamente allo shopping compulsivo, fatto sta che è arrivato il momento di stilare la nostra solita classifica sulle migliori borse della stagione, quelle che non potremo non avere. Scarpe e borse sono l’ossessione del genere femminile per eccellenza, su questo non c’è dubbio. Ma le it bag di questa primavera – estate 2018 superano davvero ogni aspettativa. I migliori designer del mondo hanno creato delle linee assolutamente perfette, in grado di sposarsi con tutti i trend del momento, tenendo sempre a mente gusti e sensibilità femminili di ogni tipo.

E allora partiamo subito con le comodissime e intramontabili shopping bag, indispensabili per la donna che ha bisogno di sentirsi comoda e un po’ Mary Poppins. Givenchy, sulla scia dell’inarrestabile “logo-mania”, crea una borsa extra large in pelle nera con profili e dettagli bianchi che fanno da contrasto. Più giocosa e sbarazzina, invece, la borsa in tela di Balenciaga che ben si sposa con lo spirito primaverile. E ancora XL ma dal sapore più classico e meno pop la maxi shopper di Saint Laurent che sarà facile da abbinare con ogni tipo di look.

Per chi, durante i viaggi (ma non solo), non ama tenere la propria borsa in spalla o in mano, ci sono ottime notizie: persiste il trend dei marsupi. E allora perché non date uno sguardo alla proposta total black di Prada? Oppure, ci sono sempre gli zainetti, una certezza ormai. Se prediligete un look molto rock’n roll, non potete farvi sfuggire quello total black di J.W. Anderson; se invece siete alla ricerca di qualcosa di un po’ più sobrio e che si sposi con il mood estivo, allora optate per Chanel o Stella McCartney.

Poi ci sono loro, quelle che ovunque le metti stanno bene e ti salvano da un look magari un po’ troppo monotono. Casual o chic a seconda di come le indossiamo, assolutamente perfette. Ovviamente, stiamo parlando delle borse a tracolla. Anche qui troviamo contrasti e “logo-mania” nella tracolla in pelle di Miu Miu, perfetta per uno street style che farà girare la testa. Più classica e pastellata, invece, quella in pelle di Emporio Armani che all’azzurrino abbina a risalto il logo metallizzato. Per un look più serioso, da ufficio per capirci, meglio optare per la pelle verde militare di Furla che spezza il minimalismo della sua bag con un inserto pitonato al centro. Più sfiziosa e perfetta per un aperitivo con gli amici, la tracollina rotonda di Mansur Gavriel: il tessuto a righe ci fa già venire voglia di mare. Per le serate più glamour invece ci pensano Chanel con le micro paillettes incastonate e Gucci che tra oro, stelle e logo scritto a caratteri cubitali al centro non vi farà passare inosservate.

Puntuali, come ogni anno, tornano a grande richiesta i bauletti – anche se in realtà non hanno mai abbandonato la scena. Per un risultato finale un po’ vintage ma sempre chic, due nomi su tutti: Fendi e Valentino.

Meno comode della tracolla, ma sempre estremamente eleganti, le borse a mano. E qui ne abbiamo davvero per tutti i gusti: da quella in pelle verde, blu e bianca a contrasto e impreziosita da nappine di Liu Jo, a quella coloratissima di Dior. Ma anche un grande classico come la total black in pelle di Giorgio Armani – perché Re Giorgio non delude mai –, e la “Devotion Bag” di che diventa un vero e proprio oggetto del desiderio, da indossare sia il giorno che la sera facendo sempre una gran figura. Oppure, sempre a mano ma anche con opzione tracolla, ci sono i secchielli: raffinato il “Lockme” di Louis Vuitton; stupefacente ed estroverso quello animalier di Charlotte Olympia; più minimal quello di Marni.

E non potevamo non chiudere la nostra lista con le clutch e le pochette – immancabili in qualsiasi guardaroba femminile, specie se siamo alla vigilia della stagione dei matrimoni. Continuiamo con Charlotte Olympia che propone un romanticissimo modello con tanto di scritta “love”, e proseguiamo la selezione pink con Valentino che con le borchie smaltate bianche questa volta si supera. Ma come non desiderare la deliziosissima clutch con pietre incastonate di Jimmy Choo? Però, c’è da dire che il genio che ci riporta nel mondo delle fiabe è sempre lui: Moschino. La maison questa volta prende il dolcissimo My little pony della nostra infanzia per trasformarlo in una clutch estremamente glamour e quanto mai originale, come tutte le sue collezioni in fondo.

Insomma, per questa stagione calda, di certo non ci stancheremo e non ci mancheranno alternative da indossare. Voi quale bag scegliete?

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei − cinque =

Fashion News

ALCHÈTIPO by Andrea Alchieri

Published

on

CINEMA’S CHORUS è la collezione seasonless 2024-25 del progetto estetico ALCHÈTIPO by Andrea Alchieri, che ruota intorno al concetto di magia, elemento che ha incantato l’uomo per millenni evocando terrore, risate, shock e stupore.
La collezione si ispira al libro “The Magic Book” edito da Taschen, che dipinge un mondo tinto di nero angosciante e colori eccentrici, con corpi distorti, messaggi criptici e richiami alla perenne lotta fra bene e male. Un tempo perseguitati, i maghi sono sempre stati dei veicoli verso un universo parallelo fatto di spiriti invocati, menti lette, leggi invertite o giochi di prestigio. Pionieri degli effetti speciali, non hanno mai smesso di confonderci rendendo possibile l’impossibile sul palcoscenico, dando così origine agli effetti speciali cinematografici.

La tematica sviluppata è strettamente legata all’identità del progetto estetico di Andrea Alchieri, la cui fascinazione al tetro e macabro compare anche nelle passate collezioni. Emerge dallo stesso naming la suggestione all’alchimia, l’antica arte tra scienza e magia, che per il creativo rappresenta un fil rouge che ciclicamente s’inabissa e riemerge, attingendo al cinema surrealista dove, attraverso il mix di linguaggi, crea un intero progetto cucito di misteri e bellezza occulta.

Il designer, sedotto dall’aspetto esoterico, sviluppa le sue suggestioni mettendo tendaggi e sedie in velluto al centro dell’attenzione, con stampe all-over eccentriche e surrealiste che rievocano trip psichedelici, ispirate al lavoro fotografico di Ira Cohen e ridisegnate dalla print designer Sharon Bassi per dar vita ad una collezione di capi che evocano un viaggio introspettivo.
I suoi trasferimenti al taglio, alla corsetteria, alle stecche protagoniste su rever di blazer decostruiti, ai capelli estremamente fantasiosi ed inquietanti, al trucco eccentrico inspirato ai colori puri delle stampe di collezione, hanno definito lo storytelling del progetto presentando cosi una collezione unica in ogni sua forma.

IL PROGETTO ESTETICO

ALCHÈTIPO by Andrea Alchieri è un progetto estetico mutevole di arricchimenti che dà vita a capsule seasonless senza genere; una scelta consapevole del designer Andrea Alchieri per sottolineare l’indole e il carattere del progetto personale. Nasce dall’unione di due elementi distinti, ma complementari: “Alchimia”, che rappresenta il processo di trasformazione e creazione, e “Alchieri”, che porta con sé la tradizione e l’eleganza italiana.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Morfosis presenta la nuova collezione Spring/Summer 2024 alla Coffee House di Palazzo Colonna

Published

on

La collezione Morfosis è pensata per una donna raffinata, non omologata, originale e orgogliosamente imperfetta perciò unica nel calcare le strade urbane in qualsiasi ora del giorno e della notte.

La talentuosa stilista Alessandra Cappiello presenterà le sue nuove proposte Spring/Summer 2024 Im-Perfection (12) con un elegante trunk-show nella settecentesca Coffee House di Palazzo Colonna, Piazza SS. Apostoli, 67 a Roma, venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 aprile 2024 dalle ore 11,00 alle 19.00.

La collezione differenziante orientata alla ricercatezza dei materiali e agli abbinamenti non usuali che lasciano spazio all’immaginazione di ogni donna che fa dell’eleganza la propria cifra stilistica vestendosi con capi glamour, ma portabili con moderna e giocosa facilità.

Le forme morbide delle ampie gonne e camicie over si accompagnano alle silhouette allungate dei pantaloni, dei gilet e delle tute. Il taglio dei giacchini si accostano alla fluidità degli abiti lunghi e delle frange.

In un continuo divertissement di reciproca esaltazione e contrasto i capi più sofisticati si mixano con i pantaloni up-cycled recuperati nei magazzini degli stock militari.

Dai materiali da campo che portano sulla propria superficie tutti i segni del tempo, sottolineati dalle scritte originali ormai sbiadite e da cravatte vintage di seta firmate da storici brand, attraverso un paziente lavoro di styling, reinterpretazione e lavorazione artigianale, nascono nuovi capi pre-loved, limited edition, uno diverso dall’altro che consentono a Morfosis di continuare il suo progetto sostenibile “Upcycled Im-Perfection Project” .

La palette cromatica dei colori della terra dal bordeaux al mattone e la bicromia decisa del bianco e del nero sono ammorbidite dalle irregolarità dei fil coupé dei cotoni e dei dévoré delle sete.

I bagliori e luccichii delle applicazioni in lurex e delle paillettes illuminano le fibre leggere dei tulle. Il gioco delle trasparenze e i contrasti tra lucido e opaco si rincorrono nei colori più accesi del candy pink, viola, limelight e jasmine green delle sete e delle viscose in una potente connessione tra natura e tecnologia

Tutto rigorosamente prodotto nella continuità con l’artigianato, la manualità e la preziosità di una volta secondo gli standard europei, con attenzione alla sostenibilità e confezionato in laboratori artigianali italiani in un approccio severamente limited edition.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Antonio Riva Milano apre il mese della moda sposa con Ikebana

Published

on

La moda sposa riaccende i riflettori con un primo imperdibile appuntamento il 4 aprile

Antonio Riva Milano porta in scena il 4 aprile – dalle ore 16.00 alle 19.00 – presso l’Atelier di Corso Venezia 44 il prossimo capitolo della moda sposa con Ikebana: la collezione che lega la tradizione alla più fresca contemporaneità. Il nome, ispirato all’antica arte giapponese di disporre fiori in composizioni creative e armoniose, incarna l’essenza della proposta dove i volumi giocano con le texture senza rinunciare a una immancabile nota di romanticismo.
Il legame di Antonio Riva con la cultura giapponese si traduce nella ricerca di un perfetto equilibrio tra proporzioni e colori. Nomi e volumi sono ispirati ai fiori, mentre le ruches e i fiocchi richiamano con grazia i contorni delicati delle foglie e dei petali.
Il mikado, segno distintivo della Maison e protagonista di Ikebana, si accompagna a preziosi ricami, pizzi di suggestione floreale e tulle dipinto a mano.
Una collezione che sottolinea il profondo amore per una più moderna sartorialità, ponendo l’attenzione sull’impegno del couturier nel creare capi che celebrino arte ed eleganza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending