Connect with us

My Mood

L’attualità del mood della rivoluzione giovanile nella moda degli anni Sessanta a “Revolution”

T. Chiochia Cristina

Published

on

revolution

revolutionLa minigonna e Londra. Un binomio che ancora oggi è sicuramente il simbolo per eccellenza di quei favolosi anni ’60 dove le donne, finalmente, potevano sentirsi libere di osare, mostrare ed essere consapevoli di un corpo, in particolare delle gambe, che poche prima di loro avrebbero provato ad essere in una città che si proclamava particolarmente “libera”.
Beatles, Mary Quant e Kings Road fecero il resto e permisero a centinaia e centinaia di ragazze prigioniere di convenzioni che sentivano oramai inutili, di immedesimarsi in nuovi modelli come Twiggy. Un vero e proprio mood rivoluzionario che da allora la moda non ha mai più dimenticato. Forse per questo la Mostra “REvolution!” presso la Fabbrica del Vapore di Milano, visitabile dal 2 dicembre al 4 Aprile 2018, ha dedicato proprio alla moda di quegli anni ampie sezioni della mostra con percorsi emozionali e splendida musica di accompagnamento agli abiti esposti.
Curata da Victoria Broackes e Geoffrey Marsh del Victoria and Albert Museum, luogo per cui la mostra è nata, insieme al promoter italiano Fran Tomasi (il primo che portò in Italia i Pink Floyd), Clara Pamphili (giornalista e storica della moda) e Alberto Tonti, critico musicale, la mostra è un viaggio, un percorso emozionale ben strutturato ricco di molti punti di vista e tanti spunti: anche uditivi grazie a Sennheiser, partener dell’esposizione, ovvero un’audioguida speciale fatta solo di tracce musicali che automaticamente cambiano entrando in una sala differente della mostra; oggetti, design, arte, grafica, musica e storia dei Beatles con alcuni testi originali delle loro canzoni e costumi di scena di quegli anni ma, su tutto, gli splendidi abiti di scena, costumi ,abiti di pret a porter e di haute couture originali in mostra.
I rivoluzionari anni ’60 visti in quel taglio vertiginoso di tessuto: la minigonna.

dress

Abiti d’alta moda “sottovuoto” in pannelli di pexiglass o street dress a trapezio e mini-dress di maglia fatti su misura, su manichini come in una ipotetica passerella o in particolare “teche spaziali” con ambientazione di quegli anni. Modelli di abiti che non solo fecero la fortuna di grandi nomi del pret a porter, ma anche delle prime vendite per corrispondenza, molto ben documentate in mostra e della più prestigiosa haute couture con rivisitazioni sulle passerelle sino ai giorni nostri, in particolare per quei minidress e giacche visti lo scorso anno a Milano e Parigi e una ricerca sempre più incalzante di quei look “spaziali” che si aprono sempre più al futuro del mondo, alla giovinezza ed alla voglia di cambiare (negli anni sessanta appunto, i primi successi di lanci spaziali), rievocati alla settimana della moda di Parigi lo scorso anno dalla sfilata di Chanel addirittura con l’accensione vera e propria di un finto razzo spaziale al centro della passerella.
La mostra “Revolution” arriva così anche per il pubblico italiano direttamente da Londra, dove è stata creata nel 2016 e racconta quel senso di “meraviglia” per il mood della rivoluzione – che si protrae in Europa ed America sino agli anni Settanta con periodi di grandi turbolenza e “rapidi cambiamenti sociali e politici”, come recita il comunicato stampa della mostra-.
Tra abbandono delle convenzioni, libertà e nuovi valori ecco che gli abiti in mostra nelle prime due sezioni evocano la dimensione ludica di quegli anni, tra moda, architettura e ricerca artistica, mentre quelli della terza sezione approfondiscono l’idea di identità di quegli anni con un allestimento “verticale-orizzontale” degli abiti che in modo indelebile forniscono in un solo colpo d’occhio l’idea del pret a porter e dell’haute couture di quegli anni.
Una nuova espressività che visivamente viene evocata con la ricostruzione di Carnaby Streeet, la via più “alla moda” di quegli anni.
Potrà la realtà contemporanea e virtuale influenzare gli stilisti con nuovi abiti mini in vinile? Ai posteri l’ardua sentenza.
Nel frattempo la mostra, Revolution. Musica e ribelli 1966-1970, dai Beatles a Woodstock, rimane una bella mostra sulle storie, i protagonisti, i luoghi di quel periodo, gli anni tra il 1966 e il 1970, che cambiarono per sempre abitudini di una generazione intera e, a cascata, quelle di un po’ tutti quanti quando il mood della rivoluzione giovanile nella moda no, non restava a guardare. Rolling Stone, VH1 e Virgin Radio sono a fianco del progetto come Media Partner. L’allestimento è progettato da Corrado Anselmi, la produzione AVATAR – MondoMostre Skira mentre il progetto grafico è a cura dello Studio Dinamo Milano, catalogo Skira.

Di Cristina T.Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − diciassette =

Beauty

Per brillare in ogni occasione: Rouge Volupté Shine di YSL Beauté

DailyMood.it

Published

on

Brilla in ogni occasione con la naturalezza che la contraddistingue, ma con un piccolo aiuto.
Un gioiello dorato che tiene sempre in tasca, lo stesso invidiato da tutte le sue amiche.
Un gioiello ricco di colori, elegante e che asseconda i suoi stati d’animo. Quando è divertente, quando è energica … ma sempre con labbra da baciare.

YSL Beauté è felice di annunciare le novità 2019 della famiglia Volupté:
– celebrando l’iconico Rouge Volupté Shine con nuove nuance;
– presentando Volupté Plump-In-Colour, il suo primo vip plumper colorato in uno stick luminoso;
– creando quattro edizioni limitate di Rouge Volumpté Shine da collezione, per celebrare l’amore.

E infine, YSL Beauté dà il benvenuto a un nuovo volto che incarnerà la campagna: Kaia Gerber, la nuova ambasciatrice YSL Beauté Make up.

STILL LIFE – PHOTOGRAPHER_ FABIEN SARAZIN

UN ROSSETTO ICONA
Che cosa rende un rossetto così addictive e irresistibile? Nel caso di Rouge Volupté Shine, una formula idratante iconica arricchita con un mix di oli e con l’estratto di melograno. Un’ottima performance che combina idratazione, brillantezza e morbidezza alla facile applicazione e alla texture confortevole.

Amata da chi cerca una brillantezza estrema e allo stesso tempo il comfort di un trattamento completo e una resa colore shine, la formula scivola sulle labbra come una carezza, arricchita con pigmenti luminosi e ingredienti che contribuiscono a rendere nutrite e morbide le labbra . Il profumo delizioso di mango è del tutto seducente, per labbra da baciare.
Il rinomato scrigno dorato con inciso il logo YSL richiama all’esterno, grazie ad un anello che lo contraddistingue, il colore del rossetto vero e proprio!

UN MONDO DI COLORI

Immaginate il perfetto “guardaroba” di colori per le labbra – un colore brillante per risplendere in ogni occasione. Le 26 nuance, nelle audaci sfumature del viola scuro, prugna elettrico o fucsia fiammeggiante, sono facili da indossare grazie alla texture fondente e alla copertura elevata.

Il risultato: colori naturali e freschi ma irresistibili, audaci e brillanti – per tutto ciò che sognate essere.
Nel 2019, 12 nuove nuance andranno a completare la gamma Rouge Volupté Shine, una per ogni occasione. Offrendo questo “guardaroba” di possibilità luminose, Tom Pecheux, Direttore di Global Beauty, ha creato le inedite shade per potenziare il colore naturale delle labbra.

12 nuove nuance a completare la gamma:

No 79: Coral Piume – un delicato corallo pallido con una punta di lucentezza.
No 80: Chili Tunique – un rosso marrone brunito con un tocco speziato.
No 81: Coral Aviator – un corallo delicato ma potente, per chi vuole osa re.
No 82: Orange Crepe – succoso, alla frutta, un’arancia da indo ssa re.
No 83: Rouge Cape – un rosso caldo, pieno e brillante, per ogni occasione.
No 84: Red Cassandre– tutta l’audacia del rosso, tutta la delicatezza di un balsamo naturale.
No 85: Burgundy Love – un morbido Bordeaux classico, adatto a tutte le carnagioni.
No 86: Mauve Cuir – una delicata interpretazione di un viola pallido.
No 87: Rose Afrique – una rosa con un grande cuore, delicato e amorevole.
No 88: Rose Nu – una nuance rosa nudo indispensabile in ogni guardaroba.
No 89: Rose Blazer– un rosa beige con una quintessenza di brillantezza per sottolineare un look naturale .
No 90: Plum Tunique – una nuance violacea maliziosa come tocco finale di audacia.

Prezzo: € 38,33

NON SOLO BRILLANTEZZA, MA ANCHE VOLUME!
Per chi volesse labbra piene e rimpolpate?
Ecco a voi VOLUPTÉ PLUMP-IN-COLOUR il 1° Lip Plumper YSL Beauté colorato in un luminoso stick. Stessa resa colore e morbidezza di Rouge Volupté Shine, è arricchito nel cuore di un balsamo nero dall’ effetto rimpolpante e avvolto da un corpo di colore e brillantezza. Voluptè Plump-ln-Colour è il nuovo rossetto al primo posto tra i desideri di ogni donna, per labbra piene, rigogliose e rimpolpate.

Addio ai volumizzanti per labbra del passato – Volupté Plum-In-Colour nasce con una nuova formula: olio naturale di menta piperita dall’effetto leggero sulle labbra, e polvere di perla nera per una luce brillante effetto “specchio”. Insieme agli ingredienti idratanti ben noti di Rouge Volumpté Shine – olio naturale di noce di cocco ed estratto di melograno – il cuore nero all’interno non è solo un rinomato simbolo dell’amore di YSL, ma assicura alle labbra una brillantezza piena e seducente e un effetto rimpolpante.

LA SCELTA DELLE NUANCE

8 nuance audaci e accattivanti per una sensualità straordinaria:

No 1: Made Nude – un tenue rosa nudo.
No 2: Dazzling Fuschia – un accenno di rosa carico per giocare alla grande.
No. 3 Insane Pink – un rosa audace per uno splash di colore .
No 4: Exposing Coral – un rosa-arancio delicato con effetto finale labbra piene.
No 5: Delirious Orange – divino e delizioso su tonalità della pelle più scure.
No 6: Lunatic Red – per un effetto finale più audace, o un tocco delicato di rosso, in ogni caso un colore del tutto particolare per non passare inosservata – in edizione limitata per punti vendita selezionati.
No 7: Furious Gold – un nudo dorato scintillante, per un effetto finale seducente, per tutti i toni di pelle
No. 8 Dramatic Plum – viola profondo per chi vuole esaltare la sua personalità – in edizione limitata.

Prezzo: € 38,33

In edizione limitata in esclusiva presso la Rinascente e Sephora.it
Per celebrare il ritorno di Rouge Volupté Shine nasce un’edizione Collector con la firma del cuore trafitto . In 4 nuance iconiche Rouge Volupté Shine, sull’astuccio dorato sono incisi i cuori nello stesso colore del rossetto all’interno.
Mostratelo a tutti, condividetelo, regalatelo alle persone che amate. Qualunque cosa ne facciate, comunque desideriate indossarlo, l’edizione limitata Collector conquisterà uno spazio nel vostro cuore .

No 49: Rose Saint Germain – un rosa fresco con una netta eredità parigina.
No 45: Rouge Tuxedo – un audace rosso rosato per labbra che parlano .
No 12: Corail Dolman – un rosa corallo, elegante ma evidente .
No 15: Corail Spontini – un rosa corallo tenue adatto ai toni di pelle più chiari.

Prezzo: € 38,33

UNA DONNA CHE RISPLENDE PER INCARNARE UN ROSSETTO ICONICO I VISUAL DELLA CAMPAGNA

Nel 2019 si apre un nuovo capitolo per la famiglia Volupté. Il visual della nuova campagna vede come protagonista Kaia Gerber, nuova ambasciatrice YSL Beauté Make Up.
Chi meglio di una star come Kaia può identificarsi come la donna che ama brillare?
La sua bellezza radiosa porta un tocco di esuberanza giovanile e di modernità al rossetto iconico di YSL.
Amo i balsami per labbra super morbidi con solo una punta di colore – sono così facili da indossare. Scivolano a meraviglia, senza nessuna difficoltà” dichiara Kaia.

Sotto l’obiettivo del rinomato fotografo David Sims, le cui opere sono state pubblicate nelle più pregiate riviste mondiali, Kaia ascolta musica. La testa appoggiata a un’enorme cassa, con un riflesso fluorescente rosa, in sintonia con la nuance di Rouge Volupté Shine No. 49 Rose Saint Germain che ha scelto.
Risultato: una campagna dallo stile travolgente, che emana una sensualità contagiosa.
É stato divertente realizzare questa campagna – David (Sims) ed io avevamo già lavorato con Kaia, quindi è stato tutto più facile, eravamo in piena sintonia e ci siamo goduti ogni momento” precisa Tom Pecheux, Global Beauty Director di YSL Beauté .

#livetoshine

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Beauty

Ledaplex 03 Angel Repairing Care

DailyMood.it

Published

on

Ledaplex 03 Angel Repairing Care è un innovativo trattamento ristrutturante home care che permette di nutrire, riparare e rafforzare i capelli deboli o danneggiati.
Compatibile con tutti i tipi di capello Ledaplex 03 Angel Repairing Care è l’alleato ideale per una perfetta beauty routine per i capelli, facile da usare e applicabile a casa, seguendo pochi step aiuta ad ottenere un grande risultato: applicare una generosa dose di prodotto (20ml circa) su capelli inumiditi, distribuendolo dalle radici alle punte con l’aiuto di un pettine. Raccogliere i capelli e lasciare in posa per almeno 20 minuti avvolgendoli con della pellicola, risciacquare e procedere all’applicazione dello shampoo e del conditioner.

Ledaplex 03 Angel Repairing Care grazie alle sue proprietà altamente riparatrici rende i capelli più nutriti e sani donandogli nuova vita. Particolarmente indicato per capelli soggetti a frequenti esposizioni chimiche come colorazioni, decolorazioni, trattamenti chimici o eccessivo calore.

Ledaplex 03 Angel Repairing Care si inserisce all’interno della famiglia di prodotti professionali Ledaplex che prende il suo nome da un antico mito greco secondo il quale il nome Leda significa donna, infatti i prodotti di questa linea sono pensati per poter rendere ogni donna una dea.

Acquistabile online e nei saloni autorizzati da fine novembre 2018, flacone da 100ml  al prezzo di

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

My Mood

La sfilata Chanel Cruise 2018/19 al Grand Palais

DailyMood.it

Published

on

Il 3 maggio 2018 sotto dalla navata del Grand Palais, trasformata per l’occasione in un terminal per traghetti, parte La Pausa, la nave da crociera Chanel.
L’atmosfera è rilassata e felice. Protagonisti grandi occhiali da sole rotondi, calze bianche e baschi in tweed, cotone o paillettes. Le silhouette che sfilano sono un assaggio di vacanze. Tutto, dalle tonalità alle stampe, sono una chiamata al mare aperto. I tweed e i popeline di cotone, lo chiffon di seta, il crêpes de Chine e georgette, la rete da pesca e i ganci, il denim e la pelle, il PVC nobilitato con piume e le trecce … Tutto definisce una gradevole leggerezza, fluttuante e al contempo calda sotto le tiepide brezze .

I vestiti cono stretti e ultra corti, l’iconica giacca Chanel con bottoni con stampa La Pausa diventa un blazer a doppio petto e viene indossata da sola o su gonne a pieghe bianche. Le giacche più grandi nascondono minigonne di tweed sotto di loro. I completi in tweed hanno spalle arrotondate e voluminose e sono indossati su gonne a pieghe.Sfilano pantaloni capri, abiti in tweed dalla vita accentuata, crop tops in crêpe de Chine con stampa con navi da crociera e rose dei venti. Cappotti lunghi e leggeri in cotone sono ricamati con fili multicolore che sfuggono, facendo eco alle stelle filanti lanciate sul molo al momento della partenza. Accanto a motivi ispirati ai tradizionali top da marinaio, emergono stampe a strisce verticali su bluse e gonne, su pantaloni larghi abbinati a maglioni decorati con il nome della nave La Pausa. E ancora, il PVC appare su abiti e abiti in tweed. legato da prime blu, rosse, rosa e bianche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Occhiali da sole rotondi, polsini preziosi, guanti senza dita, maglioni e cinture di perline arricchiscono queste silhouette piene di freschezza. Anche le borse in bianco, blu e rosa ne sono impreziosite.

Anche la sera è protagonista, trascorsa a cena con il capitano della nave o a ballare. Sfilano deliziosi abiti a pieghe in tessuto color oro, tubini lunghi con ruches, gonne lunghe e abiti realizzati in rete a spina di pesce.
Un abito tubino finale, con un’ampia cintura, è completamente paillettato e dipinto a mano con “onde d’amore e il mare“, come descritto da Karl Lagerfeld.

La partenza è imminente. Un party viene preparato a bordo per il piacere dei passeggeri e degli ambasciatori della maison: Margot Robbie, Kristen Stewart, Rose-Lily Depp, Gaspard Ulliel, Caroline de Maigret, Clotilde Hesme e Alma Jodorowsky, l’attore e cantante cinese William Chan, l’attrice australiana Phoebe Tonkin, l’attrice giapponese Nana Komatsu e il regista inglese Steve McQueen.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending