Connect with us

Collezioni Donna

Winonah FW 2017-18: Into the Glow

DailyMood.it

Published

on

“Immaginate una gallerista d’arte contemporanea che vive a New York nei primi anni ’80… fa colazione con Andy Warhol e Jean Michelle Basquiat, chiacchiera al telefono con Bianca Jagger e a mezzanotte siede con Grace Jones al suo solito tavolo allo Studio ’54.
Il suo fascino e la sua raffinatezza risuonano in una collezione di abiti femminili, sinuosi e seducenti, esaltati da tessuti deluxe, bagliori metallici e tagli sorprendenti che rendono ogni silhouette unica e distintiva.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − quindici =

Collezioni Donna

Marni Spring/Summer 2021 Vol. 1

DailyMood.it

Published

on

This Marni collection has been created under quite extreme, and extremely unexpected, external conditions that prompted a conscious creative process of conceptual simplification and amplification of meaning. The stylistic action has been stripped back to reality, bringing further a thought process that has been in the mind of Francesco Risso for a few seasons: a processual approach that is constantly in fieri. In this process of retrovolution, the rich history of Marni is clashed with its present, creating new hybrids and new forms that are both faithful to the roots and expressive of this moment, pointing towards the future. The idea is to celebrate the essence of what Marni stands for, in progressive ways.

The collection expresses an idea of joyful liberation: clashes of naive prints on dresses and outerwear, further clashing with the mohair stripes of grunge-y jumpers. Prints of lips capture sensuality and joy on dresses that fall askew, while volumes are always unexpected. The approach to deconstruction is quintessentially Marni, as is the formality tainted with bohemia and a collision of sport and tailoring. Beauty makes a pair with rebellion. Shirts, jumpers, cardigans, asymmetric dresses, boxy tailoring, mega tank dresses, dada tracksuits, graphic blocks are the elements of the repertoire.

The process of stripping back to reality calls in the audience: the community Marni speaks to. A cross generational section of free spirits has been actively involved in the photographic document that depicts the collection, created by Jack Davison and photographed through FaceTime. Clothes have been sent directly to the subjects, who styled them by themselves after being fitted via video calls. The result further highlights the sense of joyful liberation.

From this season onwards, Marni is applying the same realistic approach to the way collections are named and dropped in stores. Stemming from one single creative process, each season will be simply divided in vol.1 and vol.2, coinciding with distinct moments in both presentation and delivery to stores. This straightforward decision strongly underlines and amplifies the meaning of the endeavor.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

Be a poem – Emporio Armani Autumn/Winter 2020-2021 Collection

DailyMood.it

Published

on

La donna Emporio Armani è volitiva, eclettica e capace di scelte decise. Con pochissimo riguardo per le regole noiose, è una giovane donna che spiazza e sorprende, giocando con la moda e scrivendo da sola le regole del gioco, per raccontare com’è davvero.

Sempre in bilico tra maschile e femminile, questa stagione estremizza le scelte, esprimendosi in piena libertà, in un discorso istintivo e pieno di ironia. Veste come un dandy, con le giacche lunghe e liquide, i piccoli blazer dall’abbottonatura alta e i pantaloni ampi e morbidi. E non rinuncia mai alla camicia bianca con al collo il cravat o lo jabot. Rompe il rigore maschile dei check e dei macro pied- de-poule con tocchi di pizzo e cascate di velluto. Oppure, diventa iperfemminile, in un moltiplicarsi di piccoli volant, di boa di maglia, abiti corti e cappe che strizzano l’occhio al repertorio della couture. Scopre le gambe, compiaciuta e divertita, sotto gli shorts.

Il gioco dei contrasti è un racconto di forme, ma soprattutto di materie e colori: l’essenzialità del bianco e nero lascia spazio a tre diverse tonalità di verde – giada, bosco e trifoglio – mentre le lane dense e maschili cedono il passo alla lucentezza della seta e dei cristalli. Il velluto è segno che ricorre anche sugli accessori: scarpe piatte dalle punte affilate, sandali ricoperti di cristalli, piccoli secchielli, clutch.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

Chiara Boni – P/E 2021. Un messaggio di rinascita, positività e ottimismo.

DailyMood.it

Published

on

In questo momento di grande incertezza globale, CHIARA BONI La Petite Robe decide di dare il proprio contributo al sistema del Made in Italy scegliendo, dopo tante stagioni a New York, di sfilare in Italia, in una location prestigiosa e speciale. Per l’occasione, la stilista Chiara Boni ritorna in un luogo del cuore, Forte dei Marmi, la splendida località marittima sulla costa toscana, meta delle lunghe e felici estati della sua infanzia.

La lussuosa spiaggia dell’Augustus Hotel & Resort, un tempo lido prescelto dalla famiglia Agnelli, tante volte citata nel bestseller di Susanna Agnelli “Vestivamo alla marinara”, diventa il palcoscenico di una sfilata intima e personale, che celebra l’eleganza senza tempo di cui la Versilia è stata testimone nei decenni.

E proprio quella raffinatezza disinvolta e spontanea, che emerge dalle fotografie degli anni Cinquanta e Settanta scattate alla celebre Capannina di Forte dei Marmi, ma anche così ben descritta nel libro di Susanna Agnelli, è protagonista della collezione CHIARA BONI La Petite Robe per la stagione Primavera/Estate 2021. Le luci tenui di un tardo pomeriggio di fine estate e il colore dorato della sabbia del Forte si fondono con la palette scelta per la sfilata: armoniosi toni di bianco crema abbinati a lievi sfumature di beige. È un inno alla leggerezza, alla spensieratezza di una stagione che riempie il cuore di gioia e di serenità.

L’estate 2021 di Chiara Boni abbraccia un’estetica iper raffinata, ma sempre comoda e funzionale, come nella tradizione del brand.

L’iconico jersey del marchio, connubio di funzionalità, impeccabile vestibilità e responsabilità verso l’ambiente, si fa più morbido e leggero per dare vita a silhouette fluide e scivolate. Abiti mono-spalla con femminili drappeggi o seducenti maniche a pipistrello, scivolano sul corpo per una raffinata seduzione. Gonne in stile sarong si portano con i sofisticati costumi che rivelano corpetti scolpiti o morbidi fiocchi, mentre minigonne in jersey si arricchiscono di voluminose balze e strascichi in tulle che accarezzano la sabbia. Tagli di inspirazione tailoring caratterizzano i blazer doppiopetto da portare con pantaloni a sigaretta, mentre stampe di inspirazione sartoriale danno un tocco elegante alle tute, strette in vita da cinture abbinate. Rivelano silhouette iper femminili gli abiti dalle forme che richiamano l’eleganza degli anni Cinquanta, mentre una fluida seta sostenibile rende morbidi e leggeri i pantaloni indossati con polo senza collo e le piccole tuniche.

Se il mood dello show è monocromatico, lo showroom si accende di tonalità accese di fucsia, blu cobalto e verde, ma anche di toni più discreti e senza tempo di flax, bronzo e denim. Mentre le stampe della tradizione sartoriale incontrano la femminilità evergreen dei motivi floreali, gioiosi ed eleganti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending