Connect with us

Style & Luxury

Una serata di gala ha celebrato l’apertura della prima Boutique in Italia con un gala party all’insegna dell’alta complicazione

Published

on

2 luglio 2012

Una scenografia spettacolare ha fatto da cornice ad una serata indimenticabile durante la quale la Manifattura Jaeger-LeCoultre ha dato prova, ancora una volta, della propria insuperabile creatività, il suo savoir faire e la capacità di reinventarsi costantemente.

Con un gioco di luci e di proiezioni sulle pareti dello storico Palazzo Bagatti Valsecchi, che ospita ormai da tempo il prestigioso “Salumaio di Montenapoleone”, la Manifattura Jaeger-LeCoultre, punto di riferimento nell’alta orologeria ha svelato ai prestigiosi invitati, rigorosamente in grande soirée, la propria ultimissima grande creazione orologiera.

L’altissima grande complicazione Duomètre Sphérotourbillon, riportando gli ospiti alle atmosfere d’incanto caratteristiche della primissima boutique italiana della Grande Maison orologiera, la Boutique Jaeger-leCoultre in Via Montenapoleone 1, nel cuore del quadrilatero milanese della moda e del lusso.

Alle 21.30 Claudio Angè, Direttore Italia Jaeger-LeCoultre, al fianco di Erminia Cutrì, Direttore della boutique di Milano e di Jerome Favier, Sales and Trade Marketing Director della Maison di Le Sentier, ha invitato sul palco gli amici della marca.

L’Amministratore Delegato del Milan Adriano Galliani, insieme al tecnico rossonero Massimiliano Allegri, l’attore Riccardo Scamarcio, l’ex pilota Ferrari Renè Arnoux, lo chef stellato Davide Oldani, il giornalista televisivo conduttore di Matrix Alessio Vinci, il Dottor Franco Cologni e la bella Cristiana Capotondi per il consueto “taglio del nastro”, effettuato per mano dalla brava attrice nostrana.

Presenti alla serata volti noti del jet set, dello spettacolo e dell’industria, dal gallerista Renato Cardi accompagnato dalla moglie Anna, al Presidente della Fondazione Umberto Veronesi, Dott. Paolo Veronesi, l’attrice di teatro e celeberrima nerazzurra Bedy Moratti, il Presidente di Ca’ del Bosco e del Consorzio di Franciacorta Maurizio Zanella, l’ex calciatore rossonero (ed oggi bravo golfista) Daniele Massaro, “l’eclettica signora della Milano che conta”, La bella Alessia Ventura accompagnata da Domenico Zambelli, Francesco Sarcina, cantante de Le Vibrazioni, Gabriella Dompé, l’industriale Franco Beretta, l’architectural designer Patrizia Pozzi ed altri ancora.

Un menù tipicamente milanese, caratteristico dello storico locale milanese, e fiumi di champagne della Maison Louis Roederer hanno deliziato gli oltre 200 ospiti presenti alla serata.

La nuova boutique Jaeger-LeCoultre è stata concepita con tutta la cura e lo stile sobrio della Manifattura Jaeger-LeCoultre al fine di ricreare l’atmosfera serena e pacifica della Vallée de Joux in Svizzera, la culla dell’ispirazione per gli artigiani del tempo. Lo spazio fonde armoniosamente il meglio del design e dei materiali contemporanei con la simmetria, le linee rifinite e lo spirito puro del periodo Art Déco, durante il quale la creatività di Jaeger-LeCoultre ha dato vita alla sua Icona, il leggendario Reverso.

Nello spirito della Manifattura, l’autenticità è al centro dei principi di progettazione di questa boutique.

L’esperienza immediata è quella di una cultura accogliente, calda e naturale. Proprio come i migliori orologi battono a un ritmo costante, le linee verticali della boutique creano un flusso uniforme e un senso di stabilità e rassicurazione mentre scoprono la meravigliosa collezione di orologi Jaeger-LeCoultre.

Con l’apertura della prima boutique italiana, diventano 44 i punti di riferimento per collezionisti e gli amanti dell’alta orologeria.

In questo spazio esclusivo potranno conoscere e scoprire le più grandi creazioni orologiere della manifattura, come il 101, il calibro meccanico più piccolo al mondo, le Alte Complicazioni, le pendulette Atmos e le edizioni speciali create esclusivamente per le Boutiques Jaeger-LeCoultre.

Protagonista della storia dell’orologeria fin dal 1833, Jaeger-LeCoultre è la prima Manifattura della Vallée de Joux, in Svizzera. Ha svolto un ruolo pionieristico nell’unire sotto un unico tetto tutte le professioni tecniche ed artistiche, segnando una svolta nell’evoluzione dell’orologeria dell’intera regione.

Guidati dal tradizionale savoir-faire e da una costante ricerca di miglioramenti tecnici, maestri-orologiai, ingegneri e tecnici lavorano in armonia creando ogni orologio con la stessa passione.

Ogni capolavoro, eredità di 178 anni di savoir-faire, richiede la preparazione di non meno di 40 professioni e i vantaggi di tecnologie all’avanguardia, in sintonia con le più nobili tradizioni della Vallée de Joux.

Sulla base di una vasta eredità che comprende 1231 calibri e 398 brevetti registrati, Jaeger-LeCoultre rimane il punto di riferimento dell’alta orologeria.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Sfilate

MFW – La vita è un viaggio da fare a piedi: la presentazione di AGL alla MFW

Published

on

Con la presentazione  del 22/9 in via della Spiga a Milano, AGL segna un nuovo capitolo della sua ricerca stilistica nel realizzare prodotti di qualità ed estremamente unici e, perchè no, iconici.
Perchè se la vita è un viaggio, spesso lo si fa a piedi e le calzature sono sicuramente un accessorio necessario. Attraverso nuove forme e modelli, in pieno stile AGL, ecco che la passione e la sensibilità delle sorelle Giusti trovano una nuova declinazione con un design contemporaneo che si lega  in modo nuovo sia alla pelle che ai tessuti che diventano sempre più tecnici. Perchè è il ritmo del passo di un piede il vero protagonista di questo nuovo modo di intendere la scarpa. Che deve offrire slancio, donare comfort, leggerezza ma anche caratterizzare la propria personalità.
Un design di spicco quello presentato in collezione per donne dinamiche ed al passo con i tempi. Giovani dentro prima che fuori e che vogliono mescolare più elementi come una sorta di viaggio tra presente, passato e futuro. Tra una eleganza dinamica e la praticità che sta significando questi anni di pandemia ed ora di post-pandemia. Dove appunto pelle e tessuti colorati si fanno tecnici non solo nei materiali ma anche nelle forme. In particolare per stivali e stivaletti che diventano per l’occasione di un rosso acceso ma dalla linea spezzata, preziosi ed armoniosi in un continuo equilibrio estetico. Trovando quasi un compromesso tra reale della scarpa che deve “sostenere” appunto la camminata ed il surreale della forma, che diventa sensibile ed armonioso ai piedi, in particolare alla attaccatura della caviglia.

Linee semplici, pulite, arrotondate quelle presentate per la settimana della moda milanese che un pò fanno sognare di averle ai piedi le donne appassionate di moda, che corrono da una sfilata ad un’altra. Perchè la vita è un viaggio da fare a piedi. Se tra una sfilata ed un’altra, tanto meglio.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

MFW – Vaishali SS23 Collection: Ancestral Thre

Published

on

Vaishali S, dopo essere stata la prima designer indiana a calcare le passerelle della Couture a Parigi nel luglio 2021, torna a Milano con la sua nuova collezione, Ancestral Threads.
L’estetica di Vaishali S è sempre stata rivolta alla ricerca di un linguaggio globale che potesse trasmettere la ricchezza e la tradizionalità antica della tessitura indiana.
Il suo percorso ha raggiunto nuovi apici a metà del 2021 quando è stata ufficialmente invitata a presentare la collezione “Shwas” alla Haute Couture Week di Parigi e in seguito, inserita nel calendario della Fashion Week di Milano lo scorso febbraio.
Vaishali S torna nella capitale della moda italiana con la sua ultima collezione Ancestral Threads, che prende il nome dalla fonte d’ ispirazione, al di là di ogni luogo e di ogni tempo. Con la PE 23 la stilista continua a esplorare la sua adorazione per la natura e il posto che essa occupa nella nostra vita, la collezione vuole celebrare ogni piccolo dettaglio della natura, dalle “calde tonalità estive” alle “nuance oof -white senza tempo”.
Ancestral Threads vede anche una crescita nello stile caratteristico del marchio, la tecnica di cordonatura che da sempre la contraddistingue vede una nuova espressione, evolvendosi in capi in 3D e 4D. Questa unicità si nota anche nei tessuti e nei materiali utilizzati per la collezione: cotoni e sete provenienti da Maheshwar e Karnataka e sete sontuose del Bengala occidentale. Ogni pezzo della collezione è una testimonianza della dedizione della designer alla sostenibilità, con un’enfasi sulla tracciabilità attraverso la tecnologia.
Come sempre, gli abiti non convenzionali di Vaishali S. sono un’esaltazione delle tradizioni tessili (e dell’abile maestria dei tessitori) che la ispirano. Ma ciò che rende il suo lavoro davvero globale è la costante inclinazione alla sperimentazione, che permette a ogni sua silhouette di riflettere il suo occhio per i dettagli. Non rinuncia a trovare una nuova voce per la tradizione, portando la precisione di intricati intrecci e l’esclusiva abilità artigianale sviluppata per la sua Haute Couture a un approccio più indossabile e gioioso.
È questa visione artistica che traduce i suoi modelli in dichiarazioni di lusso e alta moda.
@vaishalisstudio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Style & Luxury

MFW – Genny – Spring Summer 2023 Show Collection

Published

on

Next stop Los Angeles. Vibrante di vita, arte, creatività, la città degli angeli è il luogo in cui s’inventa il futuro: dalle gallerie dell’Arts District alle architetture futuristiche, dalle performance estreme alle mostre a cielo aperto, ovunque si respira sperimentazione e avanguardia. Qui prende forma l’ispirazione di Sara Cavazza Facchini, direttrice creativa di Genny, che racchiude nella collezione primavera estate 2023 le infinite sfaccettature di una La La Land sognante e contemporanea.

In un gioco di opposti che inevitabilmente si attraggono, le silhouette dei capi hanno linee architettoniche e fluide al tempo stesso, come in un’opera di Frank Gehry; la palette spazia da tonalità solari, intense – giallo fluo, arancione corallo, turchese – per sfumare verso nuance più delicate come lime e lilla fino agli iconici nero e bianco.

Fil rouge della collezione è l’elemento corsetto, interpretato per il giorno con tessuti impalpabili su top, jumpsuit e abiti cut-out e declinato in versione ultrafemminile e audace per la sera, in vestiti lunghi definiti da lace ups impreziositi da borchie cristallo che brillano come le luci di Downtown LA.

L’attitudine rilassata della West Coast si riflette in outfit destrutturati, come il pantalone cargo abbinato a camicie col cappuccio da indossare sopra bra e bustier aperti sui fianchi.
Un’atmosfera estiva evocata da tessuti jacquard sfrangiati, nelle giacche dall’inedito effetto spugna; il scintillio dell’oceano riecheggia in abiti e tute di paillettes leggerissime, dalle trasparenze acquatiche, e negli abiti in jersey di seta dai bagliori metallici, che avvolgono dolcemente il corpo valorizzandone le forme. La maglieria è lavorata con una sofisticata trama 3D che dà vita a una lamina lucente dai colori sfumati. Sotto il sole della California luccicano anche gli accessori: borse, zeppe, sandali e bijoux con dettagli orchidea, fiore simbolo della maison.

Un viaggio inatteso in una città che seduce e stupisce.
Come la donna Genny.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending