Connect with us

Style & Luxury

Salone Internazionale del Lusso di Pechino: nuove auto coniugano la potenza della tecnologia al simbolismo evocativo del Dragone

Published

on

04 maggio 2012

Il brand di auto sportive di lusso inglese Aston Martin ha presentato le sue tre spedizioni “Year of the Dragon” come anteprima al Salone Internazionale di Pechino 2012.

Lo storico brand inglese, conosciuto in tutto il mondo per la sua ingegneria e per l’eccellenza del design, sfrutta la speciale esposizione cinese per costruirsi una fama solida e duratura nel mercato asiatico, con un focus particolare sulla Cina.

Il brand quest’anno aprirà 11 rivenditori nel Paese.

I modelli dell’edizione limitata Dragon 88 che debuttano a Pechino dimostrano le eccezionali possibilità di personalizzazione offerte dal brand, che con la sua nupva 88 sportiva ha compiuto un ulteriore passo avanti nella direzione della personalizzazione.

Coloro che hanno visitato l show hanno potuto vedere una DBS Volante, Virage Coupe e una V8 Vantage S Coupe dell’anno della serie del Dragone.

Lo spettacolare stand era completato dalla eccezionale super car One – 77, con una rapida quattro porte nuova Q, e a un modello DBS.

“Le sorprendenti auto” della linea, costruite a mano dalla manifattura in Inghilterra, “riflettono il design e l’ecellenza tecnica del brand del lusso”, ha affermato il Dottor Ulrich Bez, CEO del gruppo, che, prima dell’esposizione, ha anche aggiunto: “Sono molto contento di poter presentare queste auto icona sul palcoscenico mondiale qui a Pechino e il mio staff ed io siamo in Cina e non vediamo l’ora di prarlarne ai clienti”.

Era la prima volta che il brand partecipava a un evento automobilistico così esteso ed importante sul mercato internazionale ed asiatico.

Le cose sono cambiate da quando la ston Martin Lagonda (China) Automobile Distribution Co., Ltd., supporter orientale del gruppo, è diventato il distributore ufficiale del brand nell’estate 2011.

“Siamo diventati distributori generali dopo aver siglato un contratto sui diritti di distribuzione in manoera amichevole e siamo entrambi orgogliosi e soddisfatti di essere riusciti.

Questo è un altro importante passo verso lo sviluppo di una operazione di successo qui in Cina”.

Come molti nuovi arrivati sul mercato orientale, anche il brand ha imparato moltissimo da quando si è affacciato per la prima volta su queste nuove dinamiche, nel 2007.

Like many newcomers to China we have learned a lot since we first came here in 2007, e oggi si aspetta che le Cina diventi uno dei più importanti mercati e che si possa condividere il patrimonio di esperienza inglese con i nuovi clienti, in una collaborazione proficua e positiva.

I nuovi modelli per il mercato cinese sono le auto più potenti, elganti e prestigiose del brand: the DBS, Virage and V8 Vantage S.

Ognuna delle 88 auto ha dettagli che celebrano la qualità mistica e simbolica del dragone, sinonimo di potere, forza e buona fortuna nel folklore cinese.

Tra i cambiamenti di dettaglio, una placca d’oro di 24-carati è stata applicata alla firma del brand su ogni auto.

Le vetture sono anche finite in uno dei tre speciali colori selezionati per colpire il tradizionale immaginario locale, per avere un’attenzione massima dall’inizio della produzione fino agli ultimi dettagli.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement

Accessori

Un abbraccio tra tessuto e colore: alla Parigi Fashion Week, la collezione del designer belga Olivier Theyskens

Published

on

In occasione della settimana della moda parigina,   stata presentata la collezione Primavera-Estate 2022 di Olivier Theyskens: un assemblage di tessuti diversi dalle tonalit  vibranti. I manichini Aloof dell’italiana Bonaveri accompagnano con le proprie ineffabili forme queste composizioni di luce e colore.

Parigi | Memorie nascoste, sentimenti e gesti profondi. Come dipinti, le 22 silhouette presentate da Olivier Theyskens alla Parigi Fashion Week si rivelano nel tranquillo colonnato del Palais Galliera, il museo della capitale francese consacrato alla moda.

Un camaïeu di rose, sete cangianti e scintillanti, rosso fuoco e rosa brillante, un collage scintillante di nero e un bianco prezioso. Gli abiti senza tempo della collezione haute couture del designer belga fondono semplici linee architettoniche con strutture asimmetriche per dare origine a composizioni di colori e riflessi di luce. I capi Primavera-Estate 2022, frutto di un anno di ricerca, nascono dall’idea di un patchwork, un assemblage artigianale composto di strisce di pizzo, seta e raso, ricavate dell’archivio personale di tessuti di Theyskens, da lui raccolti nel corso degli anni.

I manichini di Bonaveriaccompagnano il racconto di giochi materici e cromatici delle composizioni. Sono le figure di Aloof, con le loro forme allungate e fluide, a mettere in scena gli abiti: raccontando con la loro presenza scenica il lavoro del designer e valorizzandone la ricerca.

Le figure propongono diversi mood con equilibrio e ricercatezza. Forme inedite si affiancano ai tratti riconoscibili di Theyskens: lunghi abiti da sera che lasciano scoperta la schiena, giacche vittoriane, mini dress e corsetti. I capi rimandano ai kimono e ai tessuti giapponesi Boro – letteralmente “brandelli”, sono antichi indumenti ottenuti da pezzi di stoffa rattoppati -, si ispirano all’amore con cui vengono indossati e rammendati; richiamano talvolta gli acquerelli di Egon Schiele nelle sfumature di colore o l’Ofelia di Millet nelle sue trasparenze ed evanescenze.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Aloof: i manichini di Bonaveri dalle forme allungate e fluide

La collezione Aloof, creata in collaborazione con Emma Davidge, si ispira alle collezioni d’archivio della serie Schlappi degli anni Sessanta. Rilegge e interpreta quelle figure caratterizzate da arti e dita allungate, pose esagerate, ai limiti delle proporzioni e una pronunciata inclinazione del collo. Ne è scaturita una visione originale e dei manichini in cui curve angolate e linee prevalentemente dritte sono addolcite dalla femminilità delle pose.

La collezione è capace di interagire coralmente, senza che ci fosse la preminenza dei singoli sul totale. Da ciò deriva il senso di teatralità dei modelli, sia quando vengono impiegati da soli, che nelle costruzioni più numerose, nelle quali le figure sembrano specchiarsi le une nelle altre. Questa ricerca di armonia ha portato a creare un manichino capace di tenere la scena nella vetrina di una boutique così come all’interno di un department store: eclettico e versatile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Accessori

Arca per Ray-Ban Studios

Published

on

Ray-Ban Studios dà il benvenuto a una nuova, audace artista: Arca presenta la sua rivisitazione cult degli Aviator.

Abbattendo continuamente i confini dell’universo pop, la diva sperimentale Alejandra Ghersi Rodriguez – in arte Arca – ha creato una nuova entusiasmante storia per l’icona delle icone, racchiudendo il proprio talento poliedrico in una versione personalizzata degli originali Aviator, composta da pelle e metallo.
Dirompente, pionieristica, forse addirittura profetica, l’arte di Arca dipana le complessità trasversali del gender con un approccio rivoluzionario all’espressione, incarnando il coraggio di sfidare tutti i limiti con uno stile originale – proprio come fa da sempre Ray-Ban.

Molto più di una posa, la sua visione irriverente del mondo musicale segna un cambio di prospettiva, dove l’alleanza con i Ray-Ban Aviator permette di tracciare nuove rotte in un universo di creatività è fuori dagli schemi. Nel 2021 questa traiettoria ha portato l’enigmatica identità underground di Arca nel gotha della musica, grazie alle nomination ai GLAAD Media Awards come Outstanding Breakthrough Music Artist, ai GRAMMY nella categoria Best Dance/Electronic Album, ai Latin GRAMMY per l’album del 2020 KiCk i e ai Libera Awards per la migliore performance live.

Nata in Venezuela e cresciuta negli Stati Uniti, Arca rifiuta da sempre l’idea di essere definita da un’unica etichetta. Cantautrice, compositrice, produttrice, DJ e visual artist, il suo talento rappresentativo del mondo non binario: un mix mutante di categorie all’avanguardia, individuali e collettive, che spazia dall’intelligent dance all’industrial hip hop, da performance live cervellotiche a drop elettronici e mixtape digitali, dall’intelligenza artificiale a un’umanità estrema. Puntando a esaltare i contrasti audaci, le sue collaborazioni con dominatori delle classifiche quali Bjork e Kanye West, Frank Ocean e FKA twigs, esplorano e amplificano continuamente l’animo individualistico dell’inclusione collettiva.

Ed   proprio questo il tema centrale dell’esclusiva collaborazione Arca X Ray-Ban Studios.
Rendendo omaggio alla sua natura contraddittoria, Arca ha creato un romanticismo dark apposta per Ray-Ban, attingendo a quei concetti di poli opposti e attrazioni irresistibili che tanto la affascinano. E’ una somma di emozioni, di orrore e adorazione, che alimenta la sua mutante fiducia nell’amore in netto contrasto con l’odio e la paura, il tutto incastonato nell’autentico design degli Aviator.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rivisitando l’iconica silhouette metallica a goccia con un formato oversize, Arca aggiunge un inconfondibile tocco scenografico con il parasudore in pelle lucida e le lenti fotocromatiche cangianti, oppure a specchio, su due opzioni cromatiche rigorosamente tinta unita che catturano ogni tonalit  tra il nero e il bianco: Vortex e Regenerator. Ma non è tutto, perchè il packaging ideato dall’artista è altrettanto accattivante: la custodia di vernice nera e il foglietto dedicato vengono forniti in una scatola argentata con effetto specchio rotto, e il tutto sfoggia l’inconfondibile firma dell’artista – ARCA – in stile pittura gocciolante abbinata all’impronta di un bacio nel rosso più rosso che c’è, in omaggio al suo album The Reddest Ruby.

Per questa esclusiva, la musicista anticonvenzionale Arca ricontestualizza gli Aviator, confermandone lo stile senza tempo ma aumentandone l’energia, la spettacolarit  e il fascino con il potere degli opposti. Bianco e nero, orrore e romanticismo. Scegli la classica montatura argento con dettagli in pelle bianca lucida, abbinata a lenti fotocromatiche grigie. Oppure la montatura nera con dettagli in pelle nera lucida, abbinata ad accattivanti lenti nere.

Nero e bianco. Orrore e romanticismo. Ancestrali e futuristici. I due modelli tinta unita rappresentano e ridefiniscono i poli opposti nel quadro dei fenomeni fisici. Disponibili solo 200 paia per colore su Ray-Ban.com.

AVIATOR by ARCA – DROP IN LIMITED EDITION
Regenerator
Una classica montatura argento con doppio ponte e finali asta rivestiti in pelle bianca lucida.
Completano il modello le lenti fotocromatiche con filtro anti luce blu, che passano da trasparente a grigio se esposte alla luce solare.

Vortex
Una montatura total black con doppio ponte e finali asta rivestiti in pelle nera lucida.
Completano il modello le accattivanti lenti nere.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

FARHAD RE PARIS FASHION WEEK – Collection ready to wear spring summer 2022 ROUND-TRIP TO THE MOON

Published

on

Farhad Re drew his inspiration from current events: fascinated by the conquest of space, he imagined a modern woman, conquering the world, while connecting her to her Roman origins, like a vestal of the future …

Expected continuation of the couture collection, Farhad Re presents its first Prêt-à-Porter collection. We find the warrior and conqueror woman, signature of the creator, in dresses 100% chiffon and silk tulle. The very elaborate details attest to Farhad’s desire for high-end, such as the silk organza squares, cut and folded by hand to form a flower, a detail that can be found in the couture collection. Note that the dyes in the collection – green, blue, pink – are 100% ecological and specially developed for this collection, giving it a unique character. The gold armor created for sewing has been used here as a belt, bustier and dress. A deliberately sexy collection, with dizzying slits, reminiscent of women’s gowns from ancient Rome. The fluidity contrasts with the rigidity of the gold armor and organza flower belts. A woman aware that the earth is fragile and that the answer to all our questions lies beyond our planet.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending