Connect with us

Fashion News

Le Principesse Folk di L’Arabesque

Published

on

Primitiva essenzialità delle forme, volumi ovali, sinuosi, fluidi e folklore popolare sono i temi della Spring Summer 2024 di l’arabesque milano. L’amore per l’arte permea nella collezioni disegnate da Chichi Meroni, e per questa stagione rende omaggio allo scultore rumeno Constantin Brancusi, nella sua poetica astratta fatta di forme e citazioni ad evocare le principali opere dell’artista, grande esponente nell’arte del XX secolo.
Dai fiori alle rose, i delicati nastri e i fiocchi, elementi che dialogano sempre tra loro, nelle collezioni di abbigliamento ed accessori della maison milanese. Tessuti leggeri e preziosi, dal satin stampato a rose folk che dà forma ad una gipsy bell skirt e ad una bar jacket, la Maiastra dal canto melodioso evocata da L’Oiseau dans L’Espace e Le Coq, altro mitico volatile del folklore rumeno, entrambi riprodotti dipinti a mano sul capospalla e sulla balloon skirt, ci trasportano nel mondo delle fiabe popolari in cui la moderna principessa di l’arabesque può scegliere se indossare un midi dress in sangallo traforato nero o un abito in organza ricamata con fiori in jais. Rose di velluto e fiori pop dorati ritornano applicati su mini cardigan e su giacche con collo Peter Pan. Non mancano i fiocchi e temi floreali sugli accessori, sulle scarpe e le borse, come nella grande selezione di Bijoux de Couture francesi e di Costume Jewellery americana in store.

l’arabesque_ Bar Jacket con colletto in duchesse stampato rose. Gonna balloon in duchesse stampato rose. Pumps Mary Jane in pelle con grande fiocco di tulle.
Cappello pagoda in paglia nera.

l’arabesque_ Spolverino collo cratere in duchesse stampato rose. Top in tulle ricamato con gorgiera. Gonna midi a campana in raso nero con rouches sul fondo. Pumps Mary Jane in pelle con grande fiocco di tulle applicato. Cappello pagoda in paglia nera.

l’arabesque_Bar Jacket dipinta a mano con raffigurazioni di sculture di Contantin Brancusi.
Gonna in taffetà di seta bicolore con pannelli plissé a ventaglio.
Derby t-strap in pelle nera.
Cappello pagoda in paglia nera.

l’arabesque_ Bauletto in ecopelle rossa con dettaglio di fiocco in pvc, tracolla in techno webbing.

Spilla a forma di rosa realizzata in metallo dorato, 1990 c.

Spilla a forma di fiore, in metallo dorato, impreziosita da strass bianchi e da cabochons multicolori, punzonata «nina ricci», nina ricci, francia, 1980 c.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 − tre =

Fashion News

Mario Dice realizza i vestiti per l’opera di Wagner – Lohengrin

Published

on

Il calendario delle manifestazioni del  “Sofia Opera Wagner Festival”, quest’anno è iniziato il 13 Giugno con l’opera di Wagner – Lohengrin che ha visto protagonisti impegnati in un opera prestigiosa, appezzata da un pubblico internazionale, restituita al suo spendore dalla bravura degli artisti che la hanno interpretata.

Mario Dice ancora una volta si è espresso nel suo talento declinato alla lirica, occupandosi dei costumi di tutto il cast.

Lohengrin è un’opera romantica   e Dice è riuscito alla perfezione a trasmettere il romanticismo di cui è carico il testo.

Si tratta della sesta composizione di Richard Wagner  di questo genere in ordine cronologico[1].

La Fonte è il poema epico medievale tedesco Parzival di Wolfram von Eschenbach.

Lohengrin, il cavaliere del cigno, uno dei custodi del Santo Graal, è infatti figlio di Parsifal, mitico cavaliere della Tavola rotonda, a sua volta protagonista dell’ultimo dramma di Wagner, scritto trent’anni dopo.

L’opera ha avuto un grande successo di pubblico, merito principale del direttore artistico, nonché regista, Plamen Kartaloff e dell’intero suo staff.

Coraggioso, intraprendente, con un occhio sempre attento ai giovani talenti, istruiti e preparati in lunghi periodi di prove. Cercando sempre un “tutore”, in questo caso la “madrina” è stata Anna Tomowa-Sintow, soprano bulgaro di Stara Zagora classe 1941, di lunga e prestigiosa carriera. Va anche sottolineato che l’orchestra del Teatro dell’Opera di Sofia, la cui attività seguo da oltre 27 anni, ha fatto passi da gigante, sia nel rinnovamento che nell’ampliamento del repertorio, potendo oggi essere annoverata tra le più autorevoli in campo wagneriano. La trasparenza degli archi in pianissimo quasi impalpabili, la potenza e precisione degli ottoni, cui l’Autore richiede sforzi sovrumani, sono solo due dettagli di una compagine orchestrale ricca, omogenea, perfettamente affiatata.

Il merito, in questo caso va attribuito al bravissimo Maestro 49enne di Karlsruhe, Constantin Trinks molto apprezzato per il suo lavoro già un anno fa e che ora ripete il successo trionfale, dirigendo con trasporto, tenuta perfetta del palcoscenico in una lettura che non lascia indifferenti, anzi elettrizza il folto pubblico e spinge gli artisti a dare il meglio di sé. Menzione pure agli ottimi cori, quello titolare dell’Opera di Sofia diretto come sempre alla perfezione da Violeta Dimitrova, rinforzato in questo caso dal coro maschile della Radio Nazionale Bulgara, istruito benissimo da Lyubomira Alexandrova.

DIRETTORE D’ORCHESTRA Costantino Trinks
REGIA Plamen Kartaloff

Personaggi e Interpreti:

  • LOHENGRIN Kostadin Andreev
  • HEINRICH DER VOGLER, RE TEDESCO Biser Georgiev
  • ELSA VON BRABANT, PRINCIPESSA Tsvetana Bandalovska
  • DUCA GOTTFRIED, SUO FRATELLO MINORE Kalin Dushkov
  • FEDERICO DI TELRAMUND, CONTE DEL BRABANTE Ventseslav Anastasov
  • ORTRUD, LA MOGLIE DI TELRAMUND Gabriela Georgieva
  • L’ARALDO DEL RE Atanas Mladenov

SCENOGRAFIA Hans Kudlich
COSTUMISTA Mario Dice
EFFETTI LASER Michael Sollinger
DIRETTORE DEL CORO BNR Lubomira Alexandrova

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

La creatività eclettica di Francesca Cottone

Published

on

Francesca Cottone,  è una stilista eclettica di origine marchigiana, figlia del suo tempo che esprime in modo contemporaneo e consapevole un’ attitudine al dualismo dove riesce a contrapporre anime diverse in generi differenti.

L’esperienza all’interno degli uffici stile per diversi brand, la forma e realizza che è tempo di fondare il suo marchio FRANCESCA COTTONE.

Nel settembre del 2020, debutta ad Altaroma e da allora le sue collezioni hanno sfilato nel mondo e le campagne vendita hanno toccato città della moda come Milano, New York, Parigi e Seoul.

In ogni collezione Francesca mostra di saper modellare alla perfezione sia giacche che cappotti. I volumi sono morbidi, le spalle importanti, i revers larghi.

Il richiamo agli anni Quaranta è evidente. Ricercatezza tessile ed accostamenti contrastanti di superfici, texture e pattern, arricchiscono i capispalla dalle strutture definite, dai tagli decisi, dai colori accesi, vivaci. Espressione del dualismo ispiratore è la coesione tra eco-pellicce voluminose e silhouette asciutte e minimal create da capi in eco-pelle.

Fondamentale la ricerca curata dei particolari, come revers, asole, fodere e impunture per realizzare la combinazione perfetta, che sono la parola d’ordine negli equilibri dei capi, nelle giacche e nei completi realizzati con materiali e tessuti pregiati.

Le collezioni firmate FRANCESCA COTTONE si caratterizzano per essere un mix eterogeneo di design, attenzione al dettaglio, ricercatezza dei tessuti e ampie palette colori.

Il core business del brand è rappresentato dallo studio minuzioso del capospalla, tra cui cappotti, blazer e completi.

Francesca si occupa direttamente dell’avanzamento della produzione, dei campionari e di ogni fase del processo produttivo, avvalendosi dell’esperienza consolidata dell’azienda di famiglia nel settore dell’alta confezione 100% made in Italy, con oltre 30 anni di attività.

Con tenacia e passione, impegnandosi a fondo, Francesca lavora per raggiungere i suoi obiettivi.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Un estate in style, con Sperry-Topsider!

Published

on

Siamo finalmente giunti alla bella stagione, le vacanze programmate, e le valigie pronte per partire. Come sappiamo, lo spazio e l’utilità delle cose da mettere in valigia appunto, sono essenziali, quindi avere prodotti che possano rappresentare una unica soluzione per varie situazioni climatiche e non , sta alla base del preparare un ottima valigia. Oggi, vi voglio consigliare un paio di scarpe da barca, sia da uomo, sia da donna, che non dovrebbero mai mancare in qualsiasi guardaroba estivo. Di quale brand sto parlando? Sperry-Topsider ovviamente! L’inventore delle scarpe da barba come le conosciamo, ricordiamo che Paul. A
Sperry prese ispirazione dal proprio Cocker Spaniel per brevettare un sistema divenuto poi unico al mondo. La prima scarpa, dedicata al mondo femminile e’ la super classica Authentic Original Woman Boat Shoes, disponibile in una gamma di colori Marrone, Royal Brown e Navy, e’ semplice, affidabile, può essere usata ovunque, e vi manterrà freschi, ma all’asciutto, e il tutto con stile.. e che stile! Ricordiamoci che più le utilizzeremo, più queste scarpe diventano belle, cosa c’è di meglio?

https://www.sperry.com/ca/en/women/authentic-original-boat-shoe-brown/p/13888733

Da uomo invece, resta inteso che i modelli Authentic o la serie Gold Cup, la fanno da padrone, ma consiglierei questo nuovo ma classico stile per il 2024, la Unisex Authentic Original 3 Eye Boat shoes. Anzitutto, la suola e’ brevettata da Vibram, in più, e’ una scarpa che passa tranquillamente dal caldo al freddo in base a come e quando viene abbinata. Perfetta per la barca così come per un light trekking in montagna, insomma, una scarpa mille funzioni, per godersi al meglio le nostre vacanze. Come si suol dire, provare per credere!

https://www.sperry.com/us/en_US/men/unisex-authentic-original-3-eye-vibram-boat-shoe/p/13881594

www.sperry.com

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending