Connect with us

Sfilate

MFW – Max Mara Spring-Summer 2023

Published

on

THE BLUE HORIZON
Da aprile a settembre, quando gli aristocratici chiudevano le loro grandi ville, erano i bohémien a recarsi nella Riviera francese. Era inevitabile che accadesse qualcosa di speciale quando personalità del calibro di F. Scott Fitzgerald, Picasso e Stravinsky si incontravano. Quando poi Zelda Fitzgerald, Dora Maar e Bronislava Nijinska, Dorothy Parker, Joséphine Baker e Isadora Duncan si univano a loro, le donne da muse diventavano artiste.

Venivano creati autentici capolavori, nuove teorie venivano elaborate, prendeva forma uno stile senza tempo: lo stile Riviera. Nessuno lo ha interpretato meglio di Renée Perle. Ricordata nei libri di storia come la silenziosa musa e amante di Jacques Henri Lartigue, è la protagonista di alcune tra le sue più memorabili fotografie. Ma merita maggiore credito; gli occhi bordati di kohl, l’arco di Cupido perfettamente disegnato e le finger waves la distinguono tra tutte. E i look principali della Primavera Estate 2023 di Max Mara sono ispirati al suo stile; tank top che lasciano la schiena scoperta, voluminosi pantaloni in tela, morbidi cappelli dall’ampia tesa per proteggersi dal sole, gonne lunghe e languide che abbracciano i fianchi per poi scivolare in un mare di godet Renée Perle ha dipinto centinaia di autoritratti naif, non considerati dai critici, ma che indicano invece il notevole talento creativo di un’artista la cui vera oeuvre era la sua stessa immagine.

Come Perle personifica la moda, così Eileen Grey personifica l’architettura. A Roquebrune-Cap-Martin Eileen Gray ha costruito E1027, una villa in riva al mare per sé e per il suo amante, dando un’interpretazione al femminile del modernismo. “La povertà dell’architettura moderna proviene dall’atrofia della sensualità”, ha dichiarato.
Rifuggendo dal rigido ascetismo dei maestri a lei contemporanei, la planimetria di Grey incorpora occasionali linee curve. Max Mara ne segue l’esempio con un sinuoso taglio a sbieco, la nuova e impavida femminilità si manifesta con stravaganti fiocchi in organza e stampe floreali tipiche dello stile di Renée Perle e dell’arte vernacolare.

E1027 trasmette un senso di artigianalità, a ricordare che questa é una casa per una donna e un uomo, non per una macchina. Così come per Max Mara ogni capo é disegnato non soltanto per essere indossato, ma per essere vissuto. A conferma di ciò presenta una serie di total look in lino greggio, un filato non tinto che sembra iuta, talvolta lavorati con orli a frange. Le silhouette strutturate dei classici cappotti assumono la delicata allure delle vestaglie da mare sbiadite dal sole. “L’architettura della vita interiore” di Gray si distingue per le sfumature di blu Mediterraneo che risvegliano il cuore; nello stesso colore Max Mara presenta la sua interpretazione delle bleu de travail in drill di cotone.

Erano assidui cronisti, gli habitué della Riviera. Tuttavia della vita privata di Renée Perle sembra non essere rimasta traccia. Si incontrarono mai lei e Eileen Gray? Max Mara immagina di sì. Due donne con una visione condivisa della modernità che si affacciano sulla terrazza della E1027. Nella luce del mattino, le vediamo rivolgere i loro sguardi allo scintillante blue Horizon.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =

Collezioni Donna

Alexander McQUEEN SS23 womenswear

Published

on

This collection is about searching for humanity and human connection. The eye is a symbol of that humanity, a register of emotion, an expression of uniqueness. Our clothes are designed to empower. They are stripped back, dissected and focused on cut, drape and silhouette. We also looked at the work of Hieronymus Bosch, at once dark and beautiful.”
Sarah Burton, Creative Director

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

Alexis Mabille SS23 collection

Published

on

Alexis Mabille SS23 collection that he presented today at Paris Fashion Week.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

MFW – La vita è un viaggio da fare a piedi: la presentazione di AGL alla MFW

Published

on

Con la presentazione  del 22/9 in via della Spiga a Milano, AGL segna un nuovo capitolo della sua ricerca stilistica nel realizzare prodotti di qualità ed estremamente unici e, perchè no, iconici.
Perchè se la vita è un viaggio, spesso lo si fa a piedi e le calzature sono sicuramente un accessorio necessario. Attraverso nuove forme e modelli, in pieno stile AGL, ecco che la passione e la sensibilità delle sorelle Giusti trovano una nuova declinazione con un design contemporaneo che si lega  in modo nuovo sia alla pelle che ai tessuti che diventano sempre più tecnici. Perchè è il ritmo del passo di un piede il vero protagonista di questo nuovo modo di intendere la scarpa. Che deve offrire slancio, donare comfort, leggerezza ma anche caratterizzare la propria personalità.
Un design di spicco quello presentato in collezione per donne dinamiche ed al passo con i tempi. Giovani dentro prima che fuori e che vogliono mescolare più elementi come una sorta di viaggio tra presente, passato e futuro. Tra una eleganza dinamica e la praticità che sta significando questi anni di pandemia ed ora di post-pandemia. Dove appunto pelle e tessuti colorati si fanno tecnici non solo nei materiali ma anche nelle forme. In particolare per stivali e stivaletti che diventano per l’occasione di un rosso acceso ma dalla linea spezzata, preziosi ed armoniosi in un continuo equilibrio estetico. Trovando quasi un compromesso tra reale della scarpa che deve “sostenere” appunto la camminata ed il surreale della forma, che diventa sensibile ed armonioso ai piedi, in particolare alla attaccatura della caviglia.

Linee semplici, pulite, arrotondate quelle presentate per la settimana della moda milanese che un pò fanno sognare di averle ai piedi le donne appassionate di moda, che corrono da una sfilata ad un’altra. Perchè la vita è un viaggio da fare a piedi. Se tra una sfilata ed un’altra, tanto meglio.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending