Connect with us

Sociale

“Kids Keep Playing”: per sostenere i bambini e le bambine dell’Ucraina basta anche un semplice tag

Published

on

È nato sui social un movimento senza scopo di lucro per chiedere ai grandi dello streaming di mettere a disposizione anche contenuti in lingua ucraina sul territorio italiano. Il 13 marzo 2022 il primo risultato è stato raggiuto: Netflix Italia ha reso disponibile in lingua ucraina cartoni animati e film.

L’idea nasce in maniera spontanea: nella grande mobilitazione che si sta giustamente creando a sostegno dell’Ucraina, c’è un dettaglio che non è ancora stato preso in considerazione e che potrebbe comunque essere di sostegno?

Il collettivo che ha dato vita a KIDS KEEP PLAYING ha cercato di trovare la risposta provando a immedesimarsi nei bambini e nelle bambine che cercano riparo dalla guerra: una volta arrivati in Italia, dopo avere mangiato, dopo avere avuto accesso a una doccia, a un letto pulito… quale potrebbe essere un momento di distrazione – per quanto possibile – da tutto quello che hanno vissuto e stanno vivendo?

Un cartone animato, un programma per bambini, un film per i più giovani.
Contenuti che, però, devono essere disponibili in una lingua comprensibile ai piccoli.
Ecco perché è nato il progetto KIDS KEEP PLAYING, un’iniziativa che ha origine sui social e che chiede ai grandi nomi dello streaming di mettere a disposizione anche sul territorio italiano film e cartoni animati in lingua ucraina.

Netflix Italia è stata la prima piattaforma a rispondere all’appello di KIDS KEEP PLAYING che si è diramato sui social in modo naturale. I tempi sono stati davvero brevi: dopo pochi giorni abbiamo avuto notizia che Netflix avrebbe sostenuto il progetto, cosa che è poi stata confermata con un annuncio ufficiale sul profilo di Twitter di Netflix Italia e con l’effettiva abilitazione della lingua ucraina su moltissimi contenuti disponibili su Netflix.it a partire dal 13 marzo. Le risposte positive sono arrivate anche dalle associazioni che si stanno occupando dei piccoli, e non solo, in arrivo dalla guerra: in particolare, Fondazione Soleterre ha ringraziato mediante social KKP e tutte le persone che hanno sostenuto l’operazione con le loro condivisioni.

Soleterre lavora in Ucraina dal 2003 dove realizza interventi strutturali, garantisce strumentazione medica e forniture di farmaci nei reparti dell’Istituto del Cancro, dell’Istituto di Neurochirurgia di Kiev e dell’Ospedale Regionale di Leopoli e gestisce una casa d’accoglienza per ospitare gratuitamente i tanti bambini malati in cura. Con l’inizio della guerra, Soleterre si è subito attivata per trasportare al sicuro i bambini e i giovani malati di cancro che sono ora accolti all’ospedale San Matteo di Pavia e in altri ospedali italiani, seguiti da psicologi e medici supportati da traduttori e mediatori.

Sapere che nelle lunghe ore di chemioterapia, isolati in un luogo che non conoscono, sono ‘in compagnia’ di cartoni e film, è un pensiero che dà speranza. Ora scopriremo se anche altri canali TV e piattaforme streaming sono disponibili a partecipare all’operazione; nel frattempo, speriamo che la voce si sparga il più possibile.” – sostiene KIDS KEEP PLAYING.

Sull’importanza della lingua madre in contesti traumatici, KIDS KEEP PLAYING ha condiviso sui propri social l’opinione della dottoressa Chiara Rebuffoni, Psicologa Esperta in Psicoanalisi dell’età evolutiva:

“I bambini in guerra sono costretti a farsi improvvisamente resistenti per poter sopravvivere psichicamente. La realtà non è più popolata da immagini fantasticate – in cui anche i mostri hanno diritto di esistere, ma appunto, non sono veri – ma diventa colma di incubi reali e concreti.

Il trauma della guerra è profondamente connesso alla perdita dei propri cari, delle abitudini. Ecco che questi vuoti lasciano lo spazio al disorientamento, alla paura e all’angoscia.

Proprio come è importante che i bambini possano ricevere un aiuto dalle figure genitoriali per ricevere spiegazioni, per avere uno spazio di contenimento delle loro paure, così si fa essenziale poter offrire sollievo. Non si tratta di fingere o di dissimulare una realtà atroce, ma, in particolare per i bambini molto piccoli, si tratta di poter continuare a sostenere la speranza, offrendo la possibilità di ritrovarsi attraverso un gioco che già si faceva, ad esempio, o un cartone animato trasmesso nella propria lingua madre. Attività importantissime, perché riportano la mente alla routine di prima, quando le cose erano conosciute, mentre tutto intorno viene stravolto.

Il contenimento dato dal suono della propria lingua d’origine consente di fare un’esperienza profonda in cui si scopre che non tutto è scomparso, esploso, assente. Ascoltare i personaggi della fantasia che parlano nella propria lingua madre placa la sensazione che tutto intorno sia senza significato, permette di riattivare la capacità di pensare, offrendo la possibilità, anche, di ricominciare a comunicare.
Infatti, per immaginare l’esperienza di un migrante, che sia adulto o bambino, bisogna pensare di vedere un film in cui ai suoni e ai gesti non corrisponde alcun significato. La capacità di pensare, attività opposta a quella della difesa psichica dell’isolamento, pone le basi per poter avviare l’enorme sforzo di decodifica della realtà, unica possibilità per placare l’ulteriore angoscia data dalla sensazione di sentirsi un alieno calato in una terra straniera.”

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − 7 =

Sociale

Con Bata e Stabilo la creatività è fuori dai bordi

Published

on

Debutta la partnership tra Bata e STABILO con le nuove sneaker special edition Bata Kids Unisex abbinate alla confezione di matitoni multiuso colorati STABILO per personalizzare la propria scarpa…senza confini!

La creatività non conosce limiti, ma soprattutto bordi. Perché esprimersi seguendo la propria personalità senza rimanere ingabbiati in confini predefiniti esaltando la propria originalità è solo questione di genio: lo sa bene Bata che ha a cuore il rispetto della diversità di ognuno e, in particolare, dei più piccoli.
Il Brand inaugura la sua nuova partnership con STABILO all’insegna di un’inclusività che si vede, si fa e…si colora in tutta libertà. In che modo? A partire dal 1° di settembre – in concomitanza con il back to school – e fino al 25 dicembre, a fronte dell’acquisto del nuovo modello di Bata Kids Unisex, si riceverà in omaggio una confezione di sei matitoni multiuso colorati di STABILO con i quali sarà possibile personalizzare la propria scarpa seguendo solo la propria fantasia. Rigorosamente fuori dagli schemi e, naturalmente, dai bordi! Il perché è semplice e anche molto divertente: essere sé stessi significa avere una propria realtà diversa da quella consueta, più libera, più ricca di sfumature.
L’iniziativa firmata Bata con STABILO è al contempo un modo per stimolare la creatività dei più piccoli facendoli sentire liberi e una forma di legittimazione della diversità così come sempre differenti saranno le scarpe create dai bambini, grazie anche al materiale lavabile che le renderà ogni volta una tela nuova. E proprio come vuole la tendenza: customizzare, interpretare, giocare con la fantasia per dare voce al proprio stile e a una visione estetica unica, che oggi fa la differenza, nella moda come nella vita, e che è importante coltivare fin dall’infanzia.
E non è tutto. Perché Bata, da sempre pioniera di una filosofia sostenibile attenta alle persone, alla realtà nella quale sono inserite e in particolare ai bambini – attraverso il Bata Children’s Program, attivo dal 2011 – ha scelto, in concomitanza di questo progetto, di sostenere con una donazione la Cooperativa Vite Vere Down D.A.D.I.; quest’ultima impegnata a promuovere e supportare il processo di crescita e benessere di bambini e ragazzi con sindrome di Down e Disabilità Intellettiva. Perché è importante continuare a colorare fuori dai bordi, non smettere mai di esplorare spazi nuovi, decidere di dare alla propria vita tutte le tinte che si vogliono…e poi ricominciare! Il progetto sarà attivo in tutti gli store diretti e i franchising Bata in cui è presente la collezione Kids.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sociale

La Responsabilità Sociale di Lumenis Cares Foundation

Published

on

Portare la luce della vita a chi ne ha bisogno     

Il nome Lumenis ha origine latina e significa “luce della vita”.

Come leader mondiale per lo  sviluppo e la  commercializzazione di tecnologie innovative basate su sorgenti di energia, non solo la luce è al centro delle innovazioni tecnologiche, ma diventa il  simbolo della missione volta a migliorare la vita delle persone in campo medico.

La missione di Lumenis è promuovere progetti dedicati a sostenere l’indipendenza, il benessere fisico e l’igiene ambientale in vari settori tra cui la sanità, l’istruzione, l’occupazione e le pari opportunità, attraverso sponsorizzazioni e attività di beneficenza.

Lumenis si impegna a sostenere i leader della comunità medica pronti a cambiare la vita dei pazienti che ne hanno bisogno, indipendentemente dal loro contesto di provenienza, offrendo loro i vantaggi derivanti da procedure poco invasive. Solo nell’ultimo anno, Lumenis ha fornito tecnologie e risorse per aiutare le popolazioni di tutto il mondo che vivono in situazioni di difficoltà.

Nata a novembre 2019, la Lumenis Cares Foundation  ha l’obiettivo di sensibilizzare e sostenere importanti cause a livello globale che interessano l’assistenza sanitaria e l’istruzione.

L’intento è quello di creare una rete di contatti costituita da persone che hanno a cuore tematiche importanti e che si fanno portavoce di progetti per l’educazione e il miglioramento della qualità della vita, aiutandole a promuovere un mondo in cui vivere e lavorare sano e rispettoso dell’ambiente.

Quest’anno Children’s  Burn Trust ( https://www.cbtrust.org.uk/ ) è l’ente benefico scelto per il 2022 seguirà  un evento per la raccolta Fondi.

Laure Boisseux, fondatrice della Lumenis Cares Foundation, commenta: “Siamo entusiasti di ospitare quest’estate nel cuore di Londra il nostro primo grande evento di raccolta fondi a favore del Children’s Burns Trust. In qualità di leader mondiale nel trattamento delle cicatrici laser, Lumenis è già impegnata a migliorare e a beneficiare la vita di innumerevoli bambini che hanno subito cicatrici da ustioni in tutto il Regno Unito. Questo evento ci permetterà di sostenere il lavoro vitale che il Children’s Burns Trust svolge con i bambini, i giovani e le loro famiglie che stanno affrontando le loro ferite, dando loro l’opportunità di condurre una vita felice e sana. Ci auguriamo che i nostri colleghi del settore si uniscano a noi in quello che si preannuncia come un evento indimenticabile”.

Una delle tante  attività  di  Lumenis Cares Foundation è stato  il sostegno verso  l’ente benefico  Street Child https://www.cbtrust.org.uk/  che aiuta  bambini che vivono in ambienti con scarse risorse e con emergenze su servizi come l’accesso diretto all’istruzione e la fornitura di strumenti  e servizi per la salute mentale attraverso programmi di protezione. gli  interventi integrati  garantiscono  la sicurezza mentre permettono  l’accesso alla scuola,  sostenendo i bambini nell’apprendimento nel lungo termine .

Alcuni esempi di lavori svolti da Lumenis Cares  Foundation

Afghanistan
Il lavoro di protezione contro il COVID-19 di Street Child ha continuato ad espandersi nelle province di Balkh, Badakhshan, Herat e Kunduz, con interventi che includono servizi di supporto psicosociale, servizi di gestione dei casi rivolti a bambini non accompagnati e separati dalle famiglie, e servizi specializzati come l’assistenza temporanea, il rintracciamento familiare e il ricongiungimento per bambini a grave rischio di esposizione a sfruttamento e violenza. L’organizzazione ha inoltre continuato a fornire servizi di protezione nelle carceri di Balkh e Kabul e si è concentrata sulle misure da adottare per garantire l’apprendimento a distanza a 3.500 bambini nell’Uruzgan.

Cameroon
In collaborazione con i partner locali, man mano che le restrizioni venivano rimosse, Street Child ha intensificato e diversificato il proprio lavoro di risposta alle esigenze delle comunità. Per consentire agli studenti di sostenere gli esami e di tornare a scuola in sicurezza, con la riapertura delle scuole l’organizzazione benefica ha distribuito kit COVID-19 a 30 istituti che contano numerosi studenti. Il kit include termometri, sapone, distributori di igienizzante, mascherine per il viso e disinfettante per le mani. Per combattere l’impatto economico che il COVID-19 ha avuto sui mezzi di sussistenza, Street Child ha inoltre sostenuto la formazione di 22 donne e istituito progetti di avviamento generatori di reddito.

Repubblica Democratica del Congo
A supporto dei contenuti esposti dagli insegnanti nei piccoli gruppi di studio, il principale partner locale di Street Child, Ebenezer Ministry International (EMI), ha sostenuto 648 bambini distribuendo opuscoli di apprendimento cartacei in collaborazione con il governo del paese. Inoltre, grazie alla costruzione di 30 punti adibiti al lavaggio delle mani e alla distribuzione di 2000 opuscoli informativi sulla prevenzione, sono proseguiti gli sforzi per spezzare la catena di trasmissione del COVID-19 nelle aree colpite dalle inondazioni a Uvira.

Ad Haiti, Lumenis lavora a contatto con la St. Luke Foundation for Haiti e con il dottor Mitchell Humphreys della Mayo Clinic per fornire sollievo e prevenire, grazie alla VersaPulse PowerSuite soluzione basata sull’utilizzo di laser ad olmio e a doppia lunghezza d’onda, complicazioni potenzialmente letali nei pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna (IPB).

 In India, Lumenis e Aravind Eye Care System, un’organizzazione sociale impegnata nella lotta alla cecità prevenibile, stanno collaborando per valutare l’effetto della trabeculoplastica laser selettiva, un’applicazione laser indolore.

In Africa, Lumenis ha collaborato con Right-to-Sight, un’organizzazione senza scopo di lucro del Royal College of Surgeons in Irlanda, per unirsi alla lotta all’eliminazione della cecità prevenibile nei paesi africani. “Il glaucoma è il responsabile del 20% dei casi di cecità prevenibile in Africa, ma c’è meno di un chirurgo oftalmico per milione di abitanti in tutto il continente”, ha affermato la dottoressa Kate Coleman, chirurgo oftalmico e fondatrice di Right-to-Sight. “Inoltre, i trattamenti medici standard, come gli analoghi della prostaglandina, sono nella maggior parte dei casi non disponibili, difficili da conservare a temperature corrette e spesso costano più di un salario mensile locale. Alla luce delle recenti statistiche del sondaggio IOVS e al fine di alleviare la difficile situazione di milioni di individui nel continente che perdono la vista a causa del glaucoma, Right to Sight, insieme a Lumenis, ritiene che questo problema debba essere affrontato con estrema urgenza”, ha aggiunto la dottoressa Coleman.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sociale

Una Pasqua più dolce e solidale con CasAmica Onlus, per stare al fianco dei malati lontani da casa

Published

on

A Pasqua scegli le sorprese di CasAmica Onlus: un dolce pensiero e un aiuto concreto a chi affronta la malattia lontano da casa.

Non è Pasqua senza colomba e uova di cioccolato: con quelle di CasAmica potrai sostenere le attività di accoglienza dell’associazione con un gesto solidale.

La Colomba Classica è il più tradizionale dei dolci pasquali: 750 grammi di bontà, con cubetti di arancia candita, granella di zucchero e mandorle intere, prodotto dell’alta qualità pasticcera del marchio Giovanni Cova & Co. Donazione minima 16 €.

Grandi e piccini godranno delle classiche uova di Pasqua di Paniere Serafini sempre più eleganti nella loro confezione regalo in cartone. 150 grammi di pregiato cioccolato artigianale fondente o al latte che stupiranno con una sorpresa speciale. Un biglietto personalizzato all’interno della confezione sarà testimonianza della vostra scelta solidale a sostegno dell’accoglienza dei malati costretti a curarsi lontano da casa e delle loro famiglie. Donazione minima richiesta 10€.

Infine, i biscottoni di CasAmica, un regalo originale che piacerà a grandi e piccini. Una frolla a sorpresa disponibile in tre diverse forme: coniglietto, pulcino o gallinella. Quale troverai nel tuo pacchetto? Prodotti da Il Mondo di Laura, biscottificio artigianale di Roma, sono deliziosi e simpaticissimi da regalare.

Ogni confezione (donazione minima 3,50 €) contiene un biscotto da 60 grammi, senza latte e derivati e con solo coloranti naturali.

Tutte le proposte sul sito: https://donisolidali.casamica.it/pasqua/

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending