Connect with us

Style & Luxury

Laura Biagiotti crea gli abiti per il corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato in Baroque Suite

Published

on

Gli abiti Laura Biagiotti creati per il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma diretto da Eleonora Abbagnato in Baroque Suite citano i panneggi delle statue romane e la leggerezza dell’architettura del Roma Convention Center di Fuksas che ospita lo spettacolo. Lo spettacolo andrà in scena sabato 9 gennaio alle ore 20:00 trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube del teatro dell’Opera di Roma (https://www.youtube.com/user/operaroma).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Passato, presente e futuro danzano leggiadri riflettendosi nei lampi luminosi e nelle forme fluide con drappeggi e torchon. Tessuti leggeri in seta nelle tonalità del rosa cipria con applicazioni sui corpini in micro borchie dorate e bagliori laserati riproducono l’iconico motivo a treccia di Laura Biagiotti. E proprio la treccia simboleggia quel senso di infinito che la bellezza della moda, della danza e dell’arte sanno interpretare.

Le ballerine del passo a due danzano con l’abito monospalla in georgette di seta rosa cipria con spallina a motivo torchon ed ampia gonna a spicchi con applicazione di microborchiette oro.  Le quattro ballerine soliste principali  vanno in scena con l’abito di jersey e georgette di seta rosa cipria con ampia gonna a ruota e specchietti laserati che riproducono il motivo a treccia.  Le sette ballerine del corpo di ballo indossano l’abito in georgette di seta tagliato in sbieco con scollo profondo, ampia gonna e corpino con microborchiette oro. I ballerini indossano t-shirt e pantaloni in jersey.

La collaborazione tra il Gruppo Biagiotti ed il Teatro dell’Opera di Roma vuole rappresentare ancora una volta un segno di rinascita nella bellezza.

È un privilegio poter collaborare ancora una volta con il Teatro dell’Opera di Roma e con la Direttrice Eleonora Abbagnato. La nostra è un’affinità elettiva nel segno della bellezza e dell’amore per Roma: gli abiti Laura Biagiotti realizzati in esclusiva per Baroque Suite raccontano una storia di leggerezza e bagliori luminosi che si fondono con le scene, le luci e la straordinaria architettura della Nuvola di Fuksas. Musica, danza e moda creano nuove connessioni e nuovi format di arte e di cultura” dichiara Lavinia Biagiotti Cigna.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 5 =

Collezioni Uomo

Arturo Obegero Puro Teatro Autumn Winter 2021.

Published

on

A tale of drama and emotions.

Arturo Obegero entered the official Paris Fashion Week calendar for the Autumn Winter 2021 season, nine months following the launch of his eponymous label. He is presenting a collection acting as a personal message to the fashion world and a tribute to performers.

PURO TEATRO is the culmination of the designer’s emotional state, and the feelings he’s been willing to express. Bringing fantasy to overcome the grim reality of inequalities, political and economic uncertainty, and the pandemic is the essential message of the collection.

The world has become the biggest stage, and everyone performs for attention and validation. I feel that we are in the most beautiful cage called life, a velvet prison.”

A new life is insufflated into old velvet curtains collected from theatres around the world, from Sydney to London. They have been the silent witnesses to amazing performances, to the rigour and dedication of stage artists. Now they will live lives of their own while also carrying the stories, cheers, and tears of the crowds forever embedded in their cotton fibres. This choice reaffirms Arturo Obegero’s sustainable mission by adding upcycling to the label’s values.

Arturo Obegero’s favourite flower, the red rose, is once more a key element of the collection. The designer is fascinated by the age-old tradition of throwing roses at performers at the end of a successful spectacle. This season, the performer becomes the rose as the blood red Saura bodysuit and the Cristóbal top merge. Together they symbolise the ambition that can sometimes blind us.

The Dulce balloon top references Obegero’s fashion hero, Cristóbal Balenciaga, as well as candy wrappers. The belt choking the neck aggravates the garment by adding perversity to the notion of sugar-coating.

The Prussian blue Marga scarf is exaggerated to resemble an elegant velvet snake wrapped around the wearer’s neck and upper body. The backless Volker top in blood red moiré is the exclamation point to the collection. The bows nod to classic haute couture gowns. Pushing forward a fashion cliché, they bring femininity while restraining the face and hands of the wearer.

The collection also features Arturo Obegero’s Signature items from the Palmira permanent collection, with new iterations of the Pedro shirt and Gades trousers in baby blue and blood red.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

American Vintage apre nelle capitali dello stile all around the world

Published

on

Dopo l’apertura di New York, a fine gennaio è previsto il debutto a Milano e nuove aperture a Londra e Copenaghen

Prosegue la crescita di American Vintage, il brand di casualwear chic e décontracté fondato da Michaël Azoulay, che inaugura il 2021 all’insegna dell’opening delle sue boutique nelle principali capitali della moda, al di là e al di qua dell’oceano. Ha cominciato New York e sono previste a stretto giro le aperture di Milano, Londra e Copenaghen. Senza dimenticare il focus sull’uomo che, parallelamente alla fashion week maschile parigina, porterà all’inaugurazione dello spazio dedicato a lui nella Ville Lumière. Una bella sfida per un’etichetta che, da sempre, punta molto sull’espansione retail internazionale, forte del consenso dei consumatori in tutto il mondo.

Anche e soprattutto in Italia, dove American Vintage è presente con 5 monomarca – Torino, Roma, Verona, Firenze e Bologna – e che è da sempre un mercato che apprezza i capi chiave dello stile del brand, tanto che si prepara ad accogliere, nel cuore di Milano, in via Ponte Vetero 9, uno store di 90 mq nel quale gli essenziali del guardaroba per lei e per lui, declinati in chiave creativa e metropolitana, saranno protagonisti in un ambiente minimal e naturale. Il negozio milanese, infatti, replicherà nel suo concept architettonico quelle caratteristiche chiave che, da sempre, rendono riconoscibili gli spazi del brand a ogni latitudine. Allo stesso modo, la boutique di New York, la prima in territorio americano, ha trovato posto nel vivace quartiere di Soho, al 237 di Elizabeth Street, in uno spazio di 90 mq dominato da toni naturali e dall’utilizzo di elementi di arredo essenziali, perfetti per mettere in risalto le collezioni del brand.

Per quanto riguarda il Vecchio Continente, invece, sono previste a breve sia la seconda boutique di Copenaghen che la settima a Londra, città in cui, al termine del lockdown, American Vintage avrà un nuovo spazio al 38 di Lexington Street. Tutto questo senza dimenticare i debutti, nel futuro immediatamente prossimo, a Bilbao e a Lisbona.

Un progetto ambizioso per un brand che non ha mai arrestato la sua crescita arrivando a confermare, per l’anno appena trascorso, un giro di affari di 100 milioni di euro.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Uomo

‘Arcadia’ The new Oteyza FW 21/22 Collection

Published

on

For this season, OTEYZA uses natural elements as the origin of its creations.
“To talk about nature you have to speak from the truth and with the truth”

For this season, OTEYZA uses the elements in nature as the source and origin of its creations. Such elements have always been important to the house, hence the work on natural raw materials such as Spanish merino wool or organic cottons.

The FW21/22 collection ‘ARCADIA’ is a land of humanism and freedom, of deep values and profound creation, in which man is still in balance with nature, in time and space, and on which OTEYZA bases all his discourse and story of tradition and avant-garde.
The collection has been conceived from materials with greater structure, losing the security of symmetries and enhancing asymmetric balance. There are unstructured and very light patterns that always enhance the movement of the garments, as well as very masculine pieces and feminine silhouettes.

For this presentation, OTEYZA can count on the collaboration of REMÍREZ DE GANUZA. The iconic winery from La Rioja Alavesa and OTEYZA creations share a vision: to be faithful to nature.

 

REMÍREZ DE GANUZA achieves this through the meticulous care of its own 80 hectares of vineyard. After an exhaustive selection of the grapes, they intervene the minimum in the winemaking process to be as faithful as possible both to the vineyard and to each particular vintage. The long aging characteristics of the winery create a wine that expresses nuances that only time and rest can give.

Both creators promote this symbiosis with nature not only in their creations but also in their processes. Both the winery and the firm feed on it, and repay their debt by creating high-quality artisan products with small and sustainable productions.

Artistic Direction: Paul García de Oteyza and Caterina Pañeda
Stylist : Cristina Mocong
Make up and hair: Maria Pelucho/Cool Productions 
Models: Enrique Fariñas & Laura Ponte

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending