Connect with us

Fashion News

I migliori must have dell’autunno inverno 2020-2021

Published

on

Nella speranza di non dover passare anche la stagione fredda chiusi in casa, proviamo a ritrovare l’entusiasmo di sempre nei confronti della moda e dei migliori trend di questa stagione, fiduciosi del fatto che potremmo sfoggiarli in strada.

Le Fashion Week che si sono concluse da poco, ci hanno fatto vedere come la moda sa reagire e reinventarsi anche di fronte ad una crisi senza precedenti. E con la stessa grinta, l’industria del fashion ci mostra i must have di stagione assolutamente imperdibili.

Partiamo subito dalle frange, un dettaglio che amiamo particolarmente e che da diverse stagioni ormai ci sta accompagnando nella vita di tutti i giorni. Dal look più casual a quello più elegante, in qualsiasi forma le vogliate declinare, le frange sono sicuramente uno dei dettagli più apprezzati e più in voga del momento. Prada ne ha fatto un vero e proprio manifesto della sua collezione autunno inverno, ma non solo. Victoria/Thomas le ha inserite addirittura nel lungo e bellissimo soprabito bianco e marrone; Christian Dior le ha utilizzate per abiti che, a seconda degli accessori, possono adattarsi sia per un cocktail che per una serata elegante; Jil Sander le ha declinate in un look più sofisticato in un irresistibile abito a palazzo – altro trend particolarmente in voga –; Philosophy di Lorenzo Serafini, invece, coerente con la sua cifra stilistica, ha scelto una mise più vintage costernata di fiori e maniche anni ‘80.

Ma, tanto per rimanere in tema vintage, le vere protagoniste di questa stagione sono senza dubbio le mitiche maniche a palloncino. Dopo quelle a pipistrello che lo scorso anno hanno riscosso un notevolissimo successo (utilizzate ancora oggi da Loewe in un incantevole abito a colonna total white), ora è la volta di quelle a sbuffo. E ne abbiamo davvero di tutti i tipi. Da Alexander McQueen che predilige una silhouette più rigida, quasi monumentale oseremo dire, ai contorni soffici e delicati scelti da Givenchy. E se Elie Saab ed Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood puntano sull’oversize con lunghe code sulle gonne, Richard Quinn e Fendi strizzano l’occhio all’old fashion, il primo guarda con nostalgia agli anni a cavallo tra i decenni ’70 e ’80, il secondo invece abbraccia il rigore degli anni ’50. Una nota a parte, come di consueto d’altronde, la merita Moschino che non solo sposa il trend delle maniche a palloncino ma anche quello degli abiti principeschi. Ed ecco allora che vediamo un’indimenticabile Maria Antoinetta con un minidress che mischia con una maestria che non ha pari l’oversize con ruches, crinoline e tonalità cromatiche al limite del fluo.

E se dagli anni ’20 abbiamo ereditato le frange, le paillettes non battono certo la fiacca e reggono la scena al pari del trend tanto in voga. Da Balenciaga a Bottega Veneta, fino a Naeem Khan, passando per MSGM, sono tantissime la maison che hanno scelto questo irresistibile dettaglio per fare brillare i propri look.

A concedere lo stesso brio lucente, però, è anche l’argento. Per questo moltissimi brand hanno optato per dei look total silver. Su tutti: Alberta Ferretti, Ingiue Paris, Versace e Roland Mouret.

Trasparenze, spacchi profondi, lingerie e pelle, poi, sono alcuni dei dettagli più “hot” che fanno parte del solito e amatissimo total black. Da Burberry a Tom Ford, fino a Valentino, la parola d’ordine è sempre e solo: “seduzione”.

Non dimentichiamoci degli accessori. Tra quelli più in vista ci sono sicuramente i guanti. Che siano in pelle (Valentino), in lattex (MSGM) o dalle tonalità cromatiche particolarmente eccentriche (Off-White), poco importa, ciò che conta è che siano rigorosamente lunghi.

Per finire, tra gli accessori imperdibili ed estremamente trendy c’è la cravatta. Più larga come quella di Dolce & Gabbana, o più fina e colorata come quelle di Prada e Tonga, fatto sta che è uno di quegli accessori a cui non si potrà davvero rinunciare.

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + dieci =

Fashion News

L’asta Christie’s London Edit presenta capi unici della Collezione Marni P/E21 Marnifesto

Published

on

L’ASTA CHRISTIE’S LONDON EDIT PRESENTA CAPI UNICI DELLA COLLEZIONE MARNI P/E 2021 MARNIFESTO VENDUTI PER SOSTENERE L’ASSOCIAZIONE ALLIANCE OF ARTIST COMMUNITIES

 

Christie’s Jewels & Handbags Online: The London Edit dal 9 al 23 giugno presenterà quattro capi unici della collezione Marni P/E 2021 Marnifesto, venduti per sostenere Alliance of Artists Communities, un’associazione internazionale di residenze d’artista che sostiene artisti di qualsiasi disciplina nello sviluppo di nuove opere creative. La selezione dei highlight Marnifesto comprenderà cappotti in pelle riciclata dagli archivi del marchio con parole e disegni dipinti a mano ispirati alla comunità di Marni. L’asta online si aprirà il 9 giugno con offerte a partire da £100 e i capi unici si potranno visionare da Christie’s a Londra dall’11 al 16 giugno.

Durante la pandemia di Covid-19, il direttore creativo di Marni Francesco Risso ha aperto un dialogo con i talenti, fotografi e consulenti creativi che hanno collaborato con il brand negli anni, tra cui Mykki Blanco, Jonah Hill, Michelle Elie, Julien d’Ys, Camilla Nickerson, Jess Maybury. Esplorando la creatività e nuovi modi di lavorare durante il lockdown, questa catena epistolare è servita d’ispirazione per la collezione Marnifesto, concepita come celebrazione delle connessioni umane, dell’amore, della libertà e dell’espressione di sé.

Tornato in studio, i preziosi archivi di Marni sono serviti come una tela neutra, con le collezioni precedenti riciclate e trasformate in capi unici, dipinti a mano con poesie, parole e motivi raccolti durante il lockdown. Pennellate spontanee adornano queste opere d’arte che si possono indossare; la bellezza nata dalle sfide e dall’esplorazione del futuro rendendo omaggio al passato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rachel Koffsky, International Senior Specialist, Handbags & Accessories di Christie’s: “Siamo lieti di collaborare con Marni per proporre quattro opere d’arte uniche e indossabili della collezione Primavera/Estate 2021 Marnifesto. Realizzato durante la pandemia, dipinto a mano nell’atelier Marni in Italia, ogni capo unico rappresenta una lettera d’amore dei collaboratori di Marni a Francesco Risso, alla comunità della moda e al mondo in generale. Un anno dopo, questa collezione non potrebbe risuonare di più. La natura eclettica e dipinta a mano della collezione rappresenta la sensibilità del fai-da-te che è venuta alla ribalta all’inizio della pandemia. Mentre alcuni di noi preparavano la pasta madre o imparavano a lavorare a maglia, l’atelier Marni usava il proprio mestiere per dare un senso a questo tempo incerto e per guarire la comunità. A conferma di ciò, Marni ha dedicato una parte del ricavato per sostenere Alliance of Artists Communities. In questo momento, abbiamo più che mai bisogno dell’arte e di supportare gli artisti e le comunità di artisti in difficoltà”.

Francesco Risso, Direttore Creativo di Marni: “Questi capi unici riverberano le emozioni nella comunità di Marni durante la pandemia di Covid-19 e sono il risultato di uno sforzo collettivo in un momento di incertezza e speranza. Abbiamo dato una nuova interpretazione ai bellissimi capi che abbiamo trovato nei nostri archivi, dipingendo a mano le parole e i disegni raccolti durante il lockdown. Poiché questi capi trascendono il tempo e vanno oltre la moda, siamo estremamente orgogliosi di presentarli attraverso Christie’s, sperando che risuonino ulteriormente e alla fine entrino nella vita di coloro che vorranno farne tesoro”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

+Three°°° lancia Wave: la collezione di borse dedicata agli oceani

Published

on

Qual è l’accessorio di cui non si può fare a meno? Risposta facile, la borsa. La cui produzione, però, è tra le più inquinanti in assoluto. Fortunatamente grazie all’innovazione tecnologica, può diventare anche la più ecologica semplicemente utilizzando come materiale principale un FILATO SEAQUAL® ottenuto dalla plastica proveniente dalle acque degli oceani e dei mari del mondo. Il tutto con la complicità dello stile, quello identitario di +Three°°°, brand che ha la sostenibilità nel suo DNA.

Il risultato è la nuova collezione Wave che utilizza per la produzione delle sue borse i tessuti SEAQUAL® YARN, un tipo di poliestere riciclato post consumo che contiene Upcycled Marine Plastic di SEAQUAL INITIATIVE, l’organizzazione che promuove la salvaguardia delle acque di tutto il mondo a partire proprio dalla pulizia delle stesse. Una rivoluzione à porter di cui fanno ugualmente parte altri materiali green – le rifiniture in eco pelle biogreen, la fodera in cotone riciclato al 70% e le lampo in poliestere riciclato- che rendono la proposta di +Three°°° portavoce di uno stile ecologico e sostenibile.

Il tutto espresso da un carosello di modelli iconici che, dallo zaino al classico borsone da viaggio arrivano alle eleganti hobo, alle crossbody, alle shopper, naturalmente in differenti misure per soddisfare ogni necessità. E non solo. Perché all’anima sostenibile delle borse è stata aggiunta l’attenzione per un design originale, frutto della mente creativa dell’illustratore francese Marc Majewski, che ha traslato la sua idea di natura e di rispetto per l’ambiente, che da sempre caratterizza le sue opere, in un caratteristico pattern fiorato che impreziosirà una selezione di bag della collezione. Accanto c’è spazio per due varianti color block, una continuativa in total black e una più estiva in rosa confetto, tutte decorate dal logo del marchio a differenza della proposta personalizzata da Marc Majewski che vedrà sulle borse un pendente in alluminio riciclato e riciclabile con i caratteri distintivi del brand.
Anche la produzione, rigorosamente Made in Italy e a tiratura limitata, risponde a criteri di sostenibilità a tutto tondo e una parte di questa è stata affidata alla cooperativa “Cartiera” di Sasso Marconi che, nel pieno rispetto di una moda realmente etica, impiega persone in condizione di svantaggio per garantire loro quella dignità e quella libertà che solo il lavoro può portare.
Last but not least, in occasione del debutto della linea Wave – la cui campagna adv avrà un focus proprio sulla salvaguardia del mare- il brand parteciperà e sponsorizzerà l’iniziativa del 5 giugno prossimo per la pulizia delle spiagge promossa dal Comune di Grosseto.

@plus_three__

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

A Firenze Kids Fashion Runway Show presentato da Fashion Vibes

Published

on

Come per magia, una dopo l’altra, escono dalla trasparenza di una casa di vetro figure aggraziate, sognanti, ambientate in una Firenze che finalmente ritorna a vivere e dà il via alle più celebri fiere della moda – Pitti Uomo e Pitti Bimbo, in onore del quale, all’occasione della Giornata internazionale del bambino, Fashion Vibes ha lanciato sulla sua piattaforma la sfilata virtuale dedicata per la prima volta esclusivamente ai più piccoli.

Una fatina “moderna”, la testimonial dell’evento, Valentina Ottaviani ha aperto e chiuso da Firenze le giornate del Kids Fashion Runway Show dei brand provenienti dall’Est. Le 3 sfilate virtuali  che sono andate in scena dal 1° al 3 giugno  sulla  piattaforma virtuale di Fashion Vibes  hanno mostrato l’anteprima delle collezioni per bambini dei designer dell’Europa dell’Est, facendo emergere lo straordinario incubatore di tendenze, che ancora una volta investe su ricerca e trasversalità. Le sfilate si sono presentate come un racconto magico, ambientato in una città spettacolare come Firenze, location perfetta per il lancio e l’esposizione di nuovi progetti, che raccontano le mille sfaccettature del lifestyle e del dialogo che si instaura tra le frontiere creative dei concept store più sofisticati.

Valentina Ottaviani crediti ph Andrea Faggi

La piattaforma di Fashion Vibes introduce ancora una volta le sfilate in digitale a causa della pandemia, offrendo uno spazio nuovo virtuale per un progetto espositivo dal forte impatto visivo dedicato al lifestyle del bambino: dal design ai piccoli accessori, dai gadget semplici a quelli all’avanguardia  tecnologica, ma l’elemento chiave che contraddistingue ogni sfilata è stata l’incredibile creatività nella realizzazione delle collezioni. Sfilate dell’universo dell’abbigliamento bimbi  che si presentarono piene di energia e ricche  di sorprese in vista del ritorno al formato fisico, sotto il segno della sicurezza e della voglia di tornare finalmente insieme.

I designer arrivati dall’Est – AIREN KIDS, PODIUMKIDS, SOFIA TERESHINA, ELSA FAIRY DRESSES e il brand coreano DIMANCHE KIDS – hanno illustrato con grande successo un percorso di stile originale e all’avanguardia. Grazie al sostegno di molti media partner italiani e stranieri ed esperti di kidswear & lifestyle sono riusciti ad offrire una vetrina esemplare alle aziende che si impegnano sul fronte della sostenibilità.

Da questa magia virtuale è emerso il brand Airen. We Are Different – #wearedifferent è il  motto del marchio, colorato e divertente, che  si sta affermando rapidamente in Russia, creato portare allegria e gioia alle bambine e alle ragazze che lo indossano. Dimanche Kids ha presentato una linea di abbigliamento etico e senza tempo per i più piccoli; il main concept si può  esprimere come  “utopia Fantasy” dato che ogni pezzo della collezione vanta stampe esclusive che conferiscono una qualità pittorica al tessuto e, naturalmente, una sua originalità. La silhouette della collezione “My Mothers Love” di Elsa Fairy Dresses, iconica  e leggera, ha presentato i look evanescenti con orli dalle diverse lunghezze sia per le mamme che per le figlie, connotati  dai tessuti naturali dalle tonalità pastello e ornati con ricami a mano, pietre preziose, cristalli e Swarovsky. La collezione “Vesna 2021” di Podium Kids ha puntato sui colori accesi, brillanti, creando delle stampe che aiutano a sviluppare l’alfabetizzazione visiva e a potenziare la naturale curiosità dei bambini; i tessuti adoperati per la collezione sembravano una tela per il gioco illimitato dell’immaginazione. Ed infine, a chiudere la Kids Fashion Runway Show è stata la sfilata dell’enfant prodige Sofya Tereshina, giovanissima ma ormai conosciuta come designer completa in quanto segue tutte le fasi di produzione, dalla bozza fino alla completa realizzazione. Sofya ha presentato uno stile facilmente riconoscibile ed eclettico, capi che hanno una comoda vestibilità, creati con materiali di alta qualità adatti per ogni occasione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending