Connect with us

Collezioni Donna

Laura Biagiotti Primavera Estate 2021 Roman Renaissance

DailyMood.it

Published

on

Laura Biagiotti sfila a Roma la collezione pret-à-porter per la prima volta nei suoi 55 anni di storia. Va in scena sulla Piazza del Campidoglio la forza rigenerante della moda Biagiotti, insieme a un forte senso di responsabilità e di identità. Nella bellezza la società trova nuova energia e forza per disegnare il futuro. Come nel Rinascimento tornano alla ribalta due figure: quella del mentore e quella del mecenate. Il Gruppo Biagiotti vuole sottolinearle entrambe con progetti che creano valore, rafforzando il legame con il territorio e interpretando uno sguardo locale e globale.

Roma porta con sé un fermento di eternità, lo stesso che la moda Biagiotti ricerca nelle sue collezioni fatte di eccellenza, di abiti che durano nel tempo guardando al futuro. Rinnovati stili di vita raccontano un’età di cambiamenti profondi, un nuovo modo di concepire il mondo e se stessi. Ne consegue un atteggiamento più libero e individualistico della donna nei confronti della moda. Un intero universo femminile introdotto da Caterina Balivo – già protagonista sulla Piazza del Campidoglio del primo grande evento realizzato dal Gruppo Biagiotti nel 1999 – si veste di nuovo a Roma, quel luogo infinito che ispira e incoraggia il cambiamento.

La Collezione

Libera, illuminante e durevole. È la primavera estate 2021 di Laura Biagiotti. La sfilata si apre con un iconico bianco Biagiotti: una pagina pura, inondata di luce, sulla quale scrivere un nuovo capitolo. Arrivano panneggi plissettati e profili di statue romane stampati su reti di cristalli Swarovski. È la nuova bellezza, con citazioni classiche e forme e tecniche innovative. Arrivano lampi di colore, su tutti il verde che cita il dna sostenibile del brand, per poi tornare alle sfumature dei naturali. E per andare incontro all’estate con una gioiosa voglia di vivere, anche i pezzi più classici imprigionano nel loro rigore distese di fiori. Chiude una sposa contemporanea, evocazione dell’amore per Roma raccontato dal sublime disegno michelangiolesco di Piazza del Campidoglio impresso sull’abito.

Torna alla ribalta uno stile composto e raffinato, fatto di equilibrio e misura. Ma attenzione: non si deve per questo cedere ai revivals, vaghe nostalgie del tempo che fu, o indulgere ai falsi miti di un’eleganza perduta. Perché se l’eleganza trionfa, il suo regno si evolve, si trasforma, si adegua. E lo scettro va oggi a una moda classica ma non troppo seria, femminile, sciolta e disinvolta. La donna porta un messaggio di sicurezza e naturale savoir faire, si veste con estrema disinvoltura dal mattino alla sera, conscia del suo ruolo, ma senza ostentazione.

Sono abiti che hanno una storia. Abiti che racchiudono un’emozione. Abiti con l’anima.

La Piazza del Campidoglio

Il Campidoglio, cuore della romanità, è il set della sfilata, palcoscenico unico al mondo per bellezza e significati. Il gruppo Biagiotti infatti ha restaurato la Scala Cordonata del Campidoglio disegnata da Michelangelo e i Due Dioscuri che la custodiscono. Sfilare in Piazza del Campidoglio, con un format innovativo, sul mirabile disegno di Michelangelo, mostra che la moda, come Roma, ruota attorno a qualcosa che supera le generazioni e i secoli, li plasma e li ricrea, in un Rinascimento senza fine.

Lavinia Biagiotti dichiara: “Abbiamo pensato più che altro a restituire, a conservare capolavori irripetibili anche per superare il senso di impermanenza della moda: le pietre vanno oltre. Noi combattiamo sempre contro il tempo e in fondo la moda è un foglio bianco sul quale disegnare il futuro. La storia della nostra azienda e quella della nostra famiglia sono intrinsecamente legate a Roma, in un gioco di rimandi tra etica e estetica, che ricorda quello delle grandi famiglie rinascimentali. Il nostro amore viene raccontato dal profumo Roma di Laura Biagiotti, diventato nel tempo una fragranza iconica amata da milioni di donne e uomini in tutto il mondo. E proprio il successo di Roma ci ha permesso di essere tra i primi della moda a realizzare un grande restauro nella città eterna. Ringrazio la Sindaca di Roma Virginia Raggi e le Istituzioni che in uno scenario complesso quale l’attuale hanno accolto con slancio il progetto di ospitare la sfilata Laura Biagiotti sulla Piazza del Campidoglio. Un palcoscenico internazionale per un evento fortemente legato a Roma e ai suoi valori, sostenuto da un grande senso di responsabilità nel prendersi cura delle persone e del territorio. Ringrazio Intesa Sanpaolo per la collaborazione e il prezioso atto di mecenatismo per il ripristino della Fontana della Dea Roma. Condividiamo visioni, valori e impegno per il Paese.’’

Il Teatro dell’Opera di Roma

Il finale vede in scena una sinergia di eccellenze che coniuga moda e danza, con una performance inedita dell’etoile Eleonora Abbagnato insieme a 5 ballerine del Teatro dell’Opera di Roma. La coreografia è stata realizzata apposta per l’occasione sulle note di Ennio Morricone, che con i suoi mirabili capolavori accompagna tutta la sfilata.
È la Roman Renaissance nel segno della bellezza, della moda, della cultura, della danza, dell’amicizia e soprattutto dell’amore per Roma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 2 =

Collezioni Donna

Simonetta Ravizza Collezione Autunno/Inverno 2020-2021

DailyMood.it

Published

on

Per la sua collezione invernale, Simonetta Ravizza si ispira a una giovane donna aristocratica e moderna, dalla sensibilità rigorosa ma ottimista, amante della natura e di uno stile country e sofisticato. Nel suo guardaroba, classe, eleganza e praticità si uniscono in un look dinamico, dove ogni capo è costruito per durare nel tempo ed è quindi realizzato in fibre naturali, tessute nel rispetto di antiche tradizioni artigianali.

Seguendo questo principio, che appartiene da sempre alla sua filosofia di stile, Simonetta Ravizza ha scelto per la collezione di lavorare una lana di straordinaria qualità e impeccabile pedigree: la famosa lana Sopra Visso con marchio Loro Piana. Una lana antica, 100% made in Italy, ottenuta dal vello di una razza di pecora italiana chiamata Sopravvissana, originaria di Visso, comune marchigiano sui Monti Sibillini. È una lana che possiede caratteristiche estetiche e organolettiche particolarmente performanti: le sue proprietà termoregolatrici la rendono naturalmente tecnologica; il suo aspetto grezzo e naturale è tanto resistente quanto croccante al tatto e raffinato.

Con questo straordinario tessuto dal disegno Principe di Galles, Simonetta ha realizzato soffici piumini reversibili dal sapore sportivo; cappotti maschili a vestaglia; completi da giorno con camicie dal taglio sportivo e pantaloni dalla linea sottile.

Leitmotif della collezione sono i micro-gilet ‘abbreviati’, imbottiti a piumino o in shearling; vengono indossati in modo disinvolto sopra ai capi spalla, ai caldi maglioni in lana e alpaca dall’aria rustica e sopra ai blazer oversize in kid stampato animalier, o ancora sopra giacche sportive in tessuto tecnico, doppiate in visone o zibellino.

Lo shearling si afferma come versatile alternativa alla pelliccia. È proposto in molteplici varianti, allo stesso tempo portabili e stylish: giacconi, ponchos, trucker jackets e lunghi gilet di ispirazione anni ‘70, indossati con minigonne, bermuda o pantaloni in morbida pelle nera.

È realizzata in shearling anche la famosa Furissima, proposta per questa stagione in versione maxi, quasi una bisaccia, o ultra-mini, come charm da appendere alla cintura o alla borsa; la versione più nuova è un’elegante clutch.

Fibre naturali affiancate a un raffinato tailoring sartoriale: la collezione che ho disegnato ha un carattere fiero, sicuro e uno spirito ottimista, attento alla modernità ma con il desiderio di una qualità timeless e di un comfort durevole. Un comfort e una attenzione alla naturalità che oggi rappresentano il vero lusso.” Simonetta Ravizza

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

Moschino Precollezione Donna e Collezione Uomo AI 2020

DailyMood.it

Published

on

I newyorkesi conoscono i rumori che scandiscono il ritmo della città e ne compongono la colonna sonora.

C’è lo stridore distinto di una metropolitana che frena mentre si ferma in una stazione.
Il fruscio confuso di stivali, sneaker, borse e zaini mentre le persone entrano ed escono guidate da una voce familiare che ricorda di allontanarsi dalle porte.
I nuovi passeggeri prendono posto e il treno scompare nell’oscurità con un’eco rimbombante.
A Gotham City questa routine si ripete migliaia di volte al giorno.

Presentate al New York Transit Museum di Brooklyn, la precollezione donna e la collezione uomo AI 2020 di Moschino sono la lettera d’amore che il direttore creativo Jeremy Scott dedica a New York.
Scott ha studiato alla Pratt University, a circa due miglia dal Transit Museum, e da allora ha mantenuto un legame profondo e indissolubile con i cinque distretti.
Moschino sfila per la prima volta a New York.

I riferimenti spaziano dal prestigio dei quartieri alti, ai leather bars del Lower East Side, e vengono sovvertiti e capovolti attraverso l’umorismo irriverente di Moschino.
Il tweed tipico di Madison Avenue è tagliato e cucito con il denim di Williamsburg;
lo street style anni ’90 di Harlem è reinterpretato in giacche a vento color block, giubbotti imbottiti XXXXXL, pantaloni sportivi e baseball cap (molti dei quali trasformati in borse).

La grisaglia del Financial District è trasformata in tute con con pantaloni larghi; gli accendini giganti in stile “Bic” suggeriscono le forme delle borse da sera
(abbastanza ampie da contenere non solo un pacchetto di sigarette ma un’intera stecca).

Le stampe stereo ricordano un’epoca più analogica, quando, nell’afa estiva, i newyorkesi potevano sedersi sulle scalinate d’ingresso e ascoltare le canzoni delle estati passate.
Elementi architettonici urbani e texture riflettenti vengono reinterpretati in abiti da sera argentati.

New York è la città che non dorme mai“, afferma Scott.Pensando a questo, ho voluto rappresentare un po’ di tutto.
Una serie di completi adatti ad ogni momento della giornata per ragazze e ragazzi di città che non hanno paura di passare dalla sala da ballo ai club privati, per poi vedere il sole che sorge sull’East River.
Non c’è nessun altro posto al mondo in cui puoi trovare questo tipo di magia ed energia“!

La prossima fermata è Moschino Street.

Stylist: Carlyne Cerf De Dudzeele
Music: Michel Gaubert
Casting Director: Piergiorgio Del Moro and Samuel Ellis Scheinman
Make-up by: Kabuki @MACcosmetics
Hair by: Jimmy Paul
Nails by: Nails by Mei @OPI
Ink by: Jonboytattoo
Water by: Fiji Water
Special cocktails by: Cîroc
Production by: Sophie Pape
Special thanks to
New York Transit Museum

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

Marni Spring/Summer 2021 Vol. 1

DailyMood.it

Published

on

This Marni collection has been created under quite extreme, and extremely unexpected, external conditions that prompted a conscious creative process of conceptual simplification and amplification of meaning. The stylistic action has been stripped back to reality, bringing further a thought process that has been in the mind of Francesco Risso for a few seasons: a processual approach that is constantly in fieri. In this process of retrovolution, the rich history of Marni is clashed with its present, creating new hybrids and new forms that are both faithful to the roots and expressive of this moment, pointing towards the future. The idea is to celebrate the essence of what Marni stands for, in progressive ways.

The collection expresses an idea of joyful liberation: clashes of naive prints on dresses and outerwear, further clashing with the mohair stripes of grunge-y jumpers. Prints of lips capture sensuality and joy on dresses that fall askew, while volumes are always unexpected. The approach to deconstruction is quintessentially Marni, as is the formality tainted with bohemia and a collision of sport and tailoring. Beauty makes a pair with rebellion. Shirts, jumpers, cardigans, asymmetric dresses, boxy tailoring, mega tank dresses, dada tracksuits, graphic blocks are the elements of the repertoire.

The process of stripping back to reality calls in the audience: the community Marni speaks to. A cross generational section of free spirits has been actively involved in the photographic document that depicts the collection, created by Jack Davison and photographed through FaceTime. Clothes have been sent directly to the subjects, who styled them by themselves after being fitted via video calls. The result further highlights the sense of joyful liberation.

From this season onwards, Marni is applying the same realistic approach to the way collections are named and dropped in stores. Stemming from one single creative process, each season will be simply divided in vol.1 and vol.2, coinciding with distinct moments in both presentation and delivery to stores. This straightforward decision strongly underlines and amplifies the meaning of the endeavor.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending