Connect with us

Style & Luxury

77 Festival del Cinema di Venezia: Charlotte Tilbury per VIOLANTE PLACIDO

DailyMood.it

Published

on

Per il make-up di Violante Placido è stato scelto il perfetto Pillow Talk look di Charlotte Tilbury mescolando le tonalità del rose nude su palpebre e labbra con un finish luminoso e sofisticato.

Di seguito tutti i prodotti utilizzati per creare il look di Violante Placido al Festival del Cinema di Venezia.

Red Carpet Look
SKINCARE

  • Magic Cream Light
  • Magic Serum Crystal Elixir

COMPLEXION

  • Airbrush Flawless Foundation shade 5C
  • Hollywood Flawless Filter shade 2
  • Magic Away Concealer in shade 3
  • Filmstar Bronze & Glow
  • Airbrush Flawless Finish Powder

EYES

  • NEW Pillow Talk Push Up Lashes! Mascara
  • Brow Lift in the shade Fair Brow
  • Instant Eye Palette in Pillow Talk
  • Legendary Brows

LIPS

  • Collagen Lip Bath in Pillow Talk

CHEEK

  • Cheek to Chic in Pillow Talk

FINISH

  • Airbrush Flawless Finish Powder shade.1 and 2

Tutti i prodotti sono disponibili sul sito https://www.charlottetilbury.com/it

Photo Courtesy of Getty Images

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 3 =

MFW SS21

Milano Fashion Week – ETRO – Estate Italiana collezione donna primavera estate 2021

DailyMood.it

Published

on

Un’estate italiana. All’insegna della gioia, della felicità e delle origini.

Fiero del proprio DNA italiano, ETRO invita in un viaggio attraverso il fascino eterno dello stile Riviera.

Nel mondo attuale, in cui il concetto di vicinanza e familiarità assume un nuovo, potente significato, Veronica Etro trova ispirazione nella bellezza e nel patrimonio artistico-culturale del suo paese d’origine.

Colorata, rilassata, spontanea, la collezione reinterpreta lo spirito borghese del marchio, ma sempre con un tocco d’ironia.

Esplorando un’estate italiana che non si vorrebbe veder finire mai, un tema nautico trova espressione in motivi di corde, catene marine, ancore, conchiglie, righe e barche a vela. Un nuovo protagonista, il Pegaso-Tritone, appare come logo su T-shirt e maglioncini crop. Celebrando i sontuosi affreschi dei palazzi italiani, stampe foulard d’archivio – Bandiere da Parata (1992), Albero delle Meraviglie (1993), Trionfi e Soffitti (1994) e Palais Jamais (1995) – aggiungono un tocco di armoniosa bellezza, mentre il motivo Paisley, icona del marchio, viene rivisitato in una nuova veste grafica monocromatica.

Lo spirito essenziale della moda anni Novanta è riscoperto attraverso pezzi senza tempo e mai complicati. I bermuda sono abbinati a bustier stampati e leggere giacche in twill, i jeans con risvolto indossati con costumi interi e stretti in vita da cinture con corde e catene. Il nuovo completo estivo include bikini dalle forme rétro portati con gonne dall’ampio spacco punteggiate da bottoni.

Divertenti set in maglia sono stampati con i motivi iconici della collezione, mentre pantaloni capri e gilet dal gusto sartoriale sono abbinati a foulard annodati che diventano micro top. Il denim d’archivio è utilizzato per pantaloncini e camicie, una morbidissima spugna stampata dà vita a tuniche versatili. La classica T-shirt souvenir si impreziosisce di ricami che raffigurano paesaggi in stile cartolina.

Combinazioni marinare di blu, bianco e rosso si alternano a toni sorbetto, femminili e romantici, in una palette che include sfumature di giallo lime, turchese, arancione, salmone, lavanda e menta.

Lo spirito rilassato ma sempre raffinato della collezione è esaltato dagli accessori, tra cui cestini in paglia, secchielli ispirati agli anni Novanta e maxi tote bag in canvas stampato. Essenziali sandali infradito in corda si arricchiscono di lacci in seta da annodare intorno alla caviglia, mentre colorate collane di perline sono pensate per essere combinate tra loro e mixate con choker metallici d’ispirazione nautica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

MFW SS21

Milano Fashion Week – Sfilata Prada donna primavera/estate 2021 Dialogues

DailyMood.it

Published

on

La sfilata Prada Donna Primavera/Estate 2021 segna il debutto dei co-direttori creativi Miuccia Prada e Raf Simons ed è, per sua natura, frutto di un dialogo, di una conversazione creativa in itinere. La collezione si propone come la prima di una miriade di proposte possibili in cui Prada entra a far parte di un dialogo tra due collaboratori con punti di vista differenti. I valori e l’ideologia vengono definiti e ridefiniti in un’analisi fondamentale del significato alla base di Prada.

In un periodo in cui il rapporto tra la tecnologia e l’uomo è diventato vitale per accorciare le distanze e unire le persone, la collezione prende ispirazione da questa unione intrinsecamente contemporanea e inevitabile. Il progetto, influenzato inesorabilmente da queste necessarie restrizioni, presenta la moda come riflesso e risposta al tempo presente. Ad un livello più profondo, la presenza indispensabile della tecnologia, non solo nella vita ma anche nelle azioni quotidiane, ha portato a un dialogo diverso tra uomo e informazione: oggi la tecnologia è parte dell’umanità stessa.

La collezione esplora l’idea dell’uniforme sviluppando molteplici e diverse interpretazioni di questo concetto, l’uniforme di Prada, di una comunità, di una rappresentazione visiva di identità, di valori condivisi e accettati, di un modo di pensare. Gli abiti sono essenziali, raffinati, mirati, senza decorazioni superflue: bluse smanicate, pantaloni dritti, soprabiti in re-nylon industriale realizzati con tecniche sartoriali e completi in felpa.

I capi sono disegnati seguendo le linee del corpo e tenuti insieme da una mano. Un gesto per sua natura umano che, applicato all’architettura dei capi, può essere trasformativo e creare un linguaggio. Le opere d’arte create da Peter De Potter, un collaboratore di lunga data di Raf Simons, esplorano le idee di pensiero e di processo – ritornando nuovamente al rapporto tra informazione, tecnologia e essere umano – ma anche, più in generale, l’idea di pensiero che nasce come monologo interiore e che diventa dialogo e scambio di idee. Come strumenti grafici di contrasto, talvolta sovrapposte alle stampe d’archivio di Prada, sono utilizzate per interrompere e spezzare le superfici uniformi degli abiti diventando l’emblema di mondi e discorsi estetici che si incontrano.

Una componente necessaria dell’uniforme è la semplicità: l’essere riconoscibile, il ridurre l’abito a un’essenza, all’essenziale. ‘The Wrap’, un preciso rettangolo di tessuto, è il prodotto logico di questa modalità di esplorazione dell’essenziale, un simbolo rappresentativo delle considerazioni complessive della collezione. Proposto nelle diverse manifatture che compongono la collezione – jersey, tessuto felpato, re-nylon, duchesse ricamato, taffettà chiné – può essere usato per ripararsi dal freddo o come elemento decorativo, diventando così, a seconda dell’intento, oggetto di utilità o di ornamento. I gesti semplici hanno un significato più profondo e l’interpretazione dei capi con materiali diversi ne cambia la lettura, trasformando il pragmatico in sofisticato e viceversa. L’aggiunta di tasche ai capi è un atto pratico, una praticità che parla di vita e di quotidianità, dell’utilità degli abiti che dialogano con il corpo umano.

Dualità e pluralità sono da sempre caratteristiche insite nel linguaggio di Prada che accosta diversi elementi, approcci e discipline per trovare un’armonia paradossale nella dicotomia. L’ambientazione fisica di questa sfilata virtuale – ideata da OMA/AMO – è uno spazio personale, intimo, tattile. La tecnologia è proposta in lampadari che, con monitor e telecamere, uniscono ancora una volta ornamento e utilità e si animano in una sorta di danza al ritmo delle falcate delle modelle. La colonna sonora, composta per la sfilata da Plastikman, il musicista anglo-canadese Richie Hawtin, protagonista della scena elettronica, include i nomi di tutte le protagoniste della sfilata: un cast di modelle che non hanno mai calcato le passerelle e per le quali questa è una sfilata di debutto.

Dal dialogo tra l’uomo e la tecnologia emergono i concetti di istinto e di logica che, anche se diametralmente opposti, formano comunque un dialogo funzionale alla creatività. Entrambi rappresentano la quintessenza di Prada, una considerazione sul mondo e una reazione naturale a questo stimolo. Un altro dialogo paradossale che riflette la realtà.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

MFW SS21

Milano Fashion Week – Genny SS2021 Dreaming of Bell’Italia!

DailyMood.it

Published

on

Siamo nel veronese, nella splendida cornice del Parco Giardino Sigurtà, scelto come location della sfilata Genny collezione SS2021, per amplificare il messaggio di positività fondato sull’eleganza, modernità e naturalezza. Il video, diffuso online il 24 settembre alle 10:30, inizia con il messaggio di fiducia di Sara, un omaggio alla forza della creatività e della sartorialità Italiana.
La nuova collezione Genny è ispirata all’Italia e a tutte le sue bellezze; un viaggio attraverso forme, colori e stampe che raccontano la sua arte, la sua musica e la sua storicità.

I 42 look, che hanno sfilato attorno a un laghetto di variopinte ninfee, confermano il ritorno a forme fluide e femminili, dai ricordi sereni, indicatori di futuri momenti di svago. Sono look senza tempo, un richiamo agli anni ’50 avvolti in un allure spensierato e di intensa allegria.

Mini giacche nei toni degli iris viola e glicine sono coordinate agli shorts, le stampe giallo osmanto e verde lime ravvivano i vestiti mentre rosso geranio, bianco begonia si alternano ai basici del nero e nudo. La giacca diventa spolverino, vestaglia, pigiama, camicia per offrire momenti di composto relax. I top sono corpetti dalla costruzione sartoriale ma leggeri e grafici nella realizzazione. Donne perfette come solo il Canova, artista del cuore della stilista, avrebbe potuto immaginarle oggi.

Gli accessori si fanno notare per le loro misure: microzainetti o maxi shopping bag in tessuto o trasparenti. Borse a mano dall’effetto trapuntato mostrano nel manico il logo metallico.

La sagoma di un violino sul lato di un vestito da sera e un trench stampato con note dorate introducono l’omaggio alla musica classica. Dopo l’ouverture della “Cenerentola” di Rossini arriva il più profondo “Va’ Pensiero”, celebrazione perfetta del nostro “Bel Paese”.

Gran finale tricolore, dove un serie di abiti lunghi dai colori vibranti della nostra bandiera, sfilano fiduciosi nell’intricato labirinto di siepi di Parco Giardino Sigurtà in cui ogni donna trova la via dell’eleganza e sofisticata femminilità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending