Connect with us

Mood Town

I 10 luoghi più instagrammabili di Dubai per ispirare il prossimo viaggio

DailyMood.it

Published

on

La città emiratina ha riaperto i suoi confini dal 7 luglio e svela i suoi luoghi più iconici per rivelare le diverse anime della Città, tra architettura, tradizione e natura.

 

Dubai è ufficialmente aperta ai visitatori internazionali: a partire dal 7 luglio, la città emiratina torna ad accogliere i viaggiatori da tutto il mondo in piena sicurezza, grazie all’implementazione di linee guida semplici e trasparenti.  L’Ente del Turismo ha celebrato la notizia lanciando uno speciale video di welcome back con un messaggio dedicato a tutti coloro che sono già stati a Dubai o che hanno in programma di visitarla in futuro: “Vi abbiamo promesso che ci saremmo rivisti presto. Quel momento è arrivato. Dubai è pronta per accogliervi di nuovo. Siamo pronti quando lo sarete anche voi”.

Mentre a Dubai riaprono attrazioni, strutture e servizi, ecco una collezione dei dieci posti più instagrammabili della città per ispirare il prossimo viaggio: dall’iconico skyline agli hotel di design, dall’area tradizionale del Creek fino alla magia del deserto, questi luoghi regalano l’inquadratura perfetta per catturare le diverse anime della città, rispettando le misure di distanziamento sociale attualmente presenti.

ICONE DELL’ARCHITETTURA

Burj Al Arab
Uno degli edifici più iconici – e fotografati – della città, è senza dubbio il Burj Al Arab, che ha un’isola tutta per sè nel Golfo Persico. La vicina Sunset Beach è una delle spiagge più spaziose e tranquille della città ed un posto fantastico per immortalare il tramonto con il profilo del Burj Al Arab a forma di vela. In alternativa, le terrazze dei ristoranti di Madinat Jumeirah sono perfette per scattare foto panoramiche a prova di Instagram.

Burj Khalifa
Il grattacielo più alto del mondo non ha bisogno di presentazioni: nessuna visita a Dubai sarebbe completa senza pubblicare almeno una foto della spettacolare vista panoramica che dalle fontane si allarga all’intero skyline. Per i photo-lover, il consiglio è di salire fino alla nuova terrazza situata al 148° piano.

Dubai Frame
L’enorme cornice di Zabeel Park è il posto perfetto per scattare un selfie con vista a 360° sui quartieri più antichi di Bur Dubai e Deira che si incontrano con i più moderni grattacieli della città: dai suoi 150 m di altezza, le due anime della città sono a portata di obiettivo.

Madinat Jumeirah
Costruito per riprodurre le sembianze di una tradizionale cittadella araba, Madinat Jumeirah offre una miriade di angoli fotografici incantevoli, dai suoi corsi d’acqua ai giardini lussureggianti su cui si scorge il profilo del Burj Al Arab.

Museo del Futuro
Novità 2020, il capolavoro di ingegneria moderna del Museo del Futuro entra direttamente nella classifica dei migliori luoghi da immortalare in città. La sua forma rotonda rimanda alla terra e al cielo, mentre lo spazio vuoto nel mezzo rappresenta l’ignoto. Per chi ama i dettagli, l’edificio è rivestito con facciate in acciaio inossidabile e vetro con un motivo a disegni intricati che richiama la calligrafia araba.

ISTANTANEE DELLA TRADIZIONE:

Dubai Creek
Gli appassionati di fotografia rimarranno incantati dalle inquadrature che si possono cogliere attraversando il Dubai Creek a bordo dell’abra, la tradizionale imbarcazione araba. Minareti, torri del vento e barche di legno diventano i protagonisti di post e stories che fanno tornare indietro nel tempo, oltre a rappresentare il patrimonio culturale dell’area del Creek. Proprio qui Dubai è stata fondata da un umile villaggio di pescatori di perle.

FUGA NELLA NATURA:

Bab Al Shams
Il successo di uno scatto in questo spettacolare paradiso nel deserto è assicurato. La sua inconfondibile architettura araba fa da cornice a cortili appartati, oasi con piscine, passaggi segreti e le dolci dune del deserto, regalando un set magico e una palette di colori delicati.

Dubai Desert Conservation Reserve
Un altro must da veri Instagrammer è immortalare l’alba sul deserto da una mongolfiera. Il contrasto delle dune di sabbia dorata che si stagliano sul cielo rosato offre un’immagine incredibile e senza tempo. L’esperienza non finisce qui: i più fortunati possono avvistare anche la fauna del deserto, dalle gazzelle bianche alle orici d’Arabia.

Hatta Dam
Circondata dalle alte vette dei Monti Hajar e dalle acque cristalline, la diga di Hatta che si staglia davanti ai visitatori è un’immagine talmente incredibile da sembrare quasi irreale. Lo scatto ideale per chi vuole mostrare un volto inaspettato e meno conosciuto di Dubai.

The Lost Chambers, Atlantis The Palm
Al decimo posto, non per importanza, una foto assolutamente da non perdere, per cui vale la pena imbarcarsi in un insolito viaggio in acqua. Attraverso un tunnel di vetro, si viene trasportati in una civiltà sottomarina perduta con relitti e rovine di navi. La sfida è cercare di catturare tutti i toni del blu e l’incredibile vita marina presente, rappresentata da circa 65.000 esemplari.

 

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × cinque =

Mood Town

Alla scoperta della Toscana con Evolution Travel

DailyMood.it

Published

on

La Toscana è tra le regioni del mondo più famose per la loro bellezza. È un luogo comune parlare della dolcezza e della grazia dei suoi paesaggio. Le valli intorno a Firenze, nel Pistoiese, in Lucchesia e altrove, con i loro giochi d’olivi chiari e di cipressi scuri, hanno una veste incantevole che sa di pittura e di prospettiva artistica.” Così si esprimeva agli inizi del ‘900 lo scrittore Guido Piovene, descrivendo la regione.
E proprio per far conoscere questa bella destinazione, il tour operator Evolution Travel – che ha da poco rinnovato un portale dedicato solamente alla Toscana – propone 3 differenti itinerari.

Glamping tra gli ulivi della Maremma
Un’esperienza di vero relax, immersa in un paesaggio davvero unico: una suite “tra gli alberi” nel borgo medievale di Scarlino, ideale punto di partenza per conoscere il territorio maremmano.
Un glamping, ovviamente riscaldato e con tutti i comfort, che si estende sul crinale sud orientale del Poggio La Forcola e conta 8 lodge, i cui nomi sono dedicati alla costellazione delle Pleiadi. Le tende di oltre 50 mq sono completamente arredate e includono il bagno privato con doccia e il portico sospeso.
Quota a partire da euro 175 al giorno.

Un paradiso a 5 stelle nel Mugello
Il tour operator Evolution Travel propone di soggiornare in un borgo che risale al 1700 ora trasformato nel “Relais Le 3 virtù. Durante il soggiorno si potrà scegliere di giocare a golf sul percorso dei Poggio dei Medici, e alla sera, tornati nel borgo, cenare nel ristorante 1 stella Michelin: il Virtuosino Bistrot.
Quota a partire da euro 500 a notte.

Tra la campagna dei colli fiorentini
Ideale per trascorrere ad esempio le vacanze di Natale, a pochi chilometri da Firenze, nella campagna dei colli fiorentini, sulla statale Faentina verso il Mugello, si trova un bel agriturismo- proposto da Evolution Travel – completamente circondato da ulivi e da boschi secolari. La struttura è composta da 6 appartamenti situati nelle due case coloniche, di quattro camere nella villa padronale (complessivamente venticinque posti letto) e di una piscina privata.
Quota a partire da euro 780 per una settimana di soggiorno.

Per informazioni:
https://toscana.evolutiontravel.it
www.evolutiontravel.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Alla riscoperta dell’Italia: le 10 mete emergenti

Published

on

Il 2020 ha spinto gli italiani a riscoprire il Bel Paese da un nuovo punto di vista. Lo conferma anche Volagratis.com, specificando che almeno 5 italiani su 10 hanno trascorso i mesi estivi tra i confini nazionali, scegliendo in molti casi di visitare luoghi lontani dai classici itinerari turistici, territori meno battuti e spesso immersi nella natura.

Per questo, con la chiusura della stagione estiva, è tempo di tirare le somme e annunciare la top 10 delle mete emergenti del 2020: analizzando le prenotazioni degli hotel, Volagratis.com ha infatti individuato le destinazioni che sono state riscoperte in questa estate insolita, mostrando un interessante aumento percentuale di prenotazioni rispetto allo stesso periodo del 2019.

Dalle montagne del Trentino-Alto Adige al mare della Sicilia, passando per Lombardia, Umbria, Abruzzo e Puglia, ecco le 10 destinazioni rivalutate dagli italiani e nelle quali programmare le prossime vacanze.

Terni, Umbria (+900%)
Città dalla storia antichissima e culla di San Valentino, Terni custodisce numerose testimonianze del suo passato, come l’Anfiteatro Romano o la Basilica dedicata al protettore degli innamorati, ma è il luogo ideale anche per gli amanti della natura. Incastonata in una conca circondata dall’Appennino Umbro-Marchigiano, il capoluogo si trova a pochi chilometri dalla Cascata delle Marmore, che con il suo salto di 165 metri è una delle più alte d’Europa.

Sarnico, Lombardia (+850%)
Affacciata sul Lago d’Iseo, Sarnico unisce il fascino dell’antica Contrada medievale, cuore del centro storico, all’eleganza delle Ville Liberty di inizio Novecento, come Villa Giuseppe Faccanoni. L’intero territorio è costellato di fortezze, come il Castello dei Conti Calepio o il Castello di Grumello al Monte, e percorso da sentieri ideali per godere delle bellezze naturali della Valle di Adrara.

Ghiffa, Piemonte (+800%)
Sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, il piccolo comune di Ghiffa unisce una storia che affonda le sue radici nell’Età del Ferro e una natura ricchissima che raggiunge il suo apice nella Riserva Naturale del Sacro Monte di Ghiffa. Per il suo valore storico e culturale, il luogo è stato inserito tra i Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO nel 2003.

Paestum, Campania (+600%)
Antico centro della Magna Grecia, Paestum è uno dei siti archeologici più importanti d’Italia, complici le numerose testimonianze del suo ricco passato, prima fra tutte il Tempio di Nettuno, tra i templi greci meglio conservati al mondo. Paestum, inoltre, si trova all’interno del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, area protetta importantissima non solo dal punto di vista storico, ma anche ambientale e la prima in Italia a diventare geoparco.

L’Aquila, Abruzzo (+575%)
Il capoluogo abruzzese è una città ricca di monumenti che testimoniano il suo passato, dall’antico anfiteatro romano fino alla basilica di San Bernardino, passando per la fontana delle 99 cannelle, una meraviglia realizzata in marmo e in travertino nel Tredicesimo secolo. Per gli amanti della natura, inoltre, basta percorrere pochi chilometri per trovarsi immersi nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Monte Sant’Angelo, Puglia (+550%)
Dal tipico Pane di Monte Sant’Angelo (li panet in dialetto foggiano) fino al Santuario di San Michele Arcangelo e alla Foresta Umbra, entrambi Patrimoni dell’Umanità, quello di Monte Sant’Angelo è un territorio da scoprire sia in movimento che a tavola. Sede dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, inoltre, si rivela il punto di partenza ideale per esplorare una zona dalle caratteristiche più uniche che rare.

 


Sperlonga, Lazio (+450%)

Affacciata sul Tirreno e all’interno del Parco Regionale Riviera di Ulisse, Sperlonga è una località dove si respira non solo il profumo del mare, ma anche il ricco passato del territorio. La Villa Imperiale e la Grotta di Tiberio, insieme ai numerosi ritrovamenti oggi ospitati all’interno del Museo Archeologico, la rendono una delle destinazioni più importanti del Lazio dal punto di vista storico: l’ideale per gli amanti dell’archeologia.

Filicudi, Sicilia (+200%)
Tra le isole dell’arcipelago delle Eolie Filicudi è una delle più selvagge, perfetta per chi vuole staccare dalla vita di tutti i giorni e dedicarsi al relax, al verde e vuole ammirare tramonti meravigliosi, come quello da Stimpagnato. I numerosi sentieri, inoltre, non conducono solo verso spiagge da sogno, ma anche verso luoghi dal valore storico inestimabile, come il villaggio neolitico di Capo Graziano o quello dell’Età del Bronzo di Filo Braccio.

Porto Ercole, Toscana (+150%)
Porto Ercole, frazione del comune sparso di Monte Argentario, nel grossetano, è una località costellata di chiese, ville e architetture militari, come la Rocca Spagnola, Forte Filippo o le mura del Quindicesimo secolo che abbracciano il centro storico. Circondata da riserve naturali, Porto Ercole è perfetta anche per gli amanti della vela, grazie alle numerose scuole del territorio, e dell’arte: pare che qui, il 18 luglio 1610, sia morto Caravaggio.

Madonna di Campiglio, Trentino-Alto Adige (+100%)
Chiamata anche “La perla delle Dolomiti del Brenta”, Madonna di Campiglio è una destinazione da scoprire sia in inverno che in estate. Se durante i mesi più freddi è frequentata dagli amanti dello sci che la raggiungono per percorrere i suoi numerosi chilometri di piste, durante la bella stagione accoglie chi, invece, preferisce il trekking. Tra le escursioni più belle c’è il “Giro dei 5 laghi”, un percorso di 16 chilometri che regala panorami mozzafiato.

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

I migliori luoghi in Portogallo per ammirare il foliage

Published

on

L’autunno è una stagione magica: le foglie si colorano di tutte le sfumature di rosso e giallo, la natura offre il meglio di sé con prodotti tipici di questo periodo dell’anno e le temperature miti permettono di organizzare dei long weekend all’insegna del relax e della pace.

Uno dei fenomeni più tipici di questa stagione è senza dubbio il foliage, quando le foglie si accendono di mille colori per poi cadere dagli alberi. Assistere a questo fenomeno della natura è un vero e proprio spettacolo che rapisce chiunque e scatena intense emozioni. In Portogallo ci sono diversi luoghi in cui è possibile ammirare la natura che cambia le sue vesti e si prepara ad accogliere l’inverno.

La Valle del Douro
La Valle del Douro
è la regione vinicola più iconica del Portogallo, nonché patrimonio UNESCO, e una delle regioni paesaggisticamente più affascinanti, rinomata per la produzione del vino Porto. Qui il Douro, fiume che nasce in territorio iberico e attraversa il Portogallo per poi gettarsi nell’Oceano Atlantico, scorre tra colline terrazzate punteggiate da vigneti, piccoli borghi con castelli, antiche chiese e belvederi con vedute panoramiche. Dai terrazzamenti e dalla fatica di chi lo coltiva nasce il Porto, un vino liquoroso, che è diventato non solo simbolo della valle ma dell’intero paese. Le località che si trovano in questa zona raccontano della storia del Porto: Peso da Régua ospita il Museo do Douro, che permette ai turisti di scoprire alcuni aspetti sulla coltivazione del vino e della regione in generale. A Lamego si trova il Santuario di Nossa Senhora dos Remédios mentre la stazione di Pinhão è rinomata per i suoi pannelli di azulejos con raffigurazioni della coltivazione dell’uva.
Dove soggiornare: The Vintage House Douro  www.vintagehousehotel.com
Prezzo: camera doppia € 221 a notte

Serra da Estrela
Serra da Estrela è la montagna più alta del Portogallo continentale ed è una rinomata destinazione invernale. Ma prima di indossare sci e scarponi, vale la pena visitare questo luogo per godersi le lussureggianti foreste che cambiano colore, i paesi di montagna che sembrano usciti da un libro di fiabe e assaporare le prelibatezze locali – da assaggiare il queijo da Serra, un formaggio locale a pasta molle che si abbina perfettamente al pane tradizionale. Il parco con circa 375 chilometri di percorsi di varia difficoltà segnalati e percorribili a piedi, in bicicletta o a cavallo, offre ai suoi ospiti full immersion nella natura più autentica. Inoltre, i nove comuni che fanno parte della Serra da Estrela (Belmonte, Celoric o da Baira, Covilhã, Fornos de Algodres, Gouveia, Guarda, Manteigas, Oliveira do Hospital e Seia) dal 2020 costituiscono il Geopark Estrela, riconosciuto dall’UNESCO per il suo valore geologico.
Dove soggiornare: Luna Hotel Serra da Estrela www.lunahoteis.com
Prezzo: camera doppia € 51 a notte

Parque Nacional da Peneda-Gerês
Nella zona nordorientale del Portogallo, la Serra da Peneda forma insieme alla Serra do Gerês l’unica area protetta portoghese dichiarata Parco Nazionale. La rigogliosa vegetazione del parco comprende una foresta di agrifoglio, unica a livello nazionale, e specie endemiche come il giglio del Gerês. Tutto il territorio è attraversato poi da fiumi e torrenti che precipitano in cascate o che trovano pace in laghi e bacini. Quello che si va a creare è un luogo quasi incantato, dove la natura esprime il meglio di se stessa. E come se ciò non bastasse, i più fortunati potranno avvistare caprioli (che sono il simbolo del parco) o lupi iberici e cavalli. Chi invece non riesce a fare a meno di attività ad alto tasso adrenalinico può cimentarsi in sport come canyoning o canottaggio.
Dove soggiornare: Hotel Castrum Villae www.hotelcastrumvillae.pt
Prezzo: camera doppia € 47 a notte

Parque da Pena
Sintra è una località appena fuori Lisbona in grado di far innamorare tutti i suoi visitatori. Non appena si arriva a Sintra si rimane completamente a bocca aperta e non è poi così difficile capire come mai personaggi del calibro di Lord Byron, Richard Strauss e Andersen affermarono di aver trascorso proprio qui i giorni più felici della loro vita. Una delle attrazioni più visitate è il Parque da Pena, all’interno del quale si trova il Palacio da Pena, un castello dai colori accesi che si erge su una collina e domina l’intera cittadina. Il parco è frutto dell’ispirazione di D. Ferdinando II ed è il risultato delle tendenze intellettuali e artistiche dell’800. Scoprire il Parque da Pena d’autunno diventa un vero e proprio viaggio intorno al mondo, unico nel suo genere grazie alla presenza di piante provenienti da diversi paesi: le criptomerie giapponesi, le felci della Nuova Zelanda, i cedri del Libano, le tuie dell’America del Nord.
Dove soggiornare: Sintra Boutique Hotel https://sintraboutiquehotel.com
Prezzo: camera doppia € 130 a notte

Per maggiori info: https://www.visitportugal.com/it

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending