Connect with us

Style & Luxury

Un weekend a Praga: alla scoperta della “città dorata”

Published

on

La città d’oro, la città delle mille torri… Sono alcuni degli appellativi con cui è conosciuta Praga, capitale della Repubblica Ceca capace di attirare ogni anno milioni di visitatori da tutto il mondo. E non è difficile capire il perché! Praga è una città magica – non a caso fa parte del triangolo esoterico insieme a Torino e Lione – capace di incantare con le sue molteplici bellezze architettoniche, culturali e paesaggistiche.

Essendo a poco più di un’ora di volo da Milano, Praga è anche la città perfetta per un fine settimana fuori porta. Certo in 2 o 3 giorni non si potrà vedere proprio tutto, ma si potrà avere un’idea più che chiara di quanto questa città possa affascinare e rimanere nel cuore.

Se anche voi state programmando un city break nella capitale ceca, ecco cinque cose assolutamente da non perdere.

Ponte Carlo

Simbolo famosissimo di Praga, il ponte Carlo collega la Città Vecchia al quartiere Mala Strana sovrastando il fiume della Moldava. I lati del ponte sono impreziositi da splendide statue, che svettano nello scenario naturale circostante e, secondo tradizione, toccarle porta fortuna. Per godere ancora meglio della vista del ponte potete prenotare un tour su piccole imbarcazioni con guida anche in italiano che vi spiegherà tutti gli edifici storici posti sulle rive del fiume e l’affascinante storia legata alla costruzione del ponte.

L’Orologio Astronomico

Situato sulla facciata del palazzo municipale, è uno dei simboli più famosi di Praga. L’orologio astronomico non è soltanto uno spettacolo per gli occhi ma è anche uno degli orologi più antichi ed elaborati che siano mai stati costruiti. Allo scoccare di ogni ora si attiva l’intero meccanismo: le statuette dei personaggi religiosi e civili si muovono e si inseguono in un antico rituale da osservare sorseggiando un bicchiere di tipico vino caldo.

Il quartiere ebraico

Uno dei quartieri ebraici meglio conservati d’Europa che ospita la più antica sinagoga europea (1270). Da non perdere il suggestivo cimitero ebraico che ospita tombe risalenti anche alla fine del ‘400. La tomba più importante è quella del leggendario Rabbino Loew, da sempre associata all’affascinante leggenda del Golem di Praga. Secondo questa leggenda il Golem è una creatura di fango creata dal Rabbino Loew per difendere gli ebrei del ghetto dalle persecuzioni.

La Casa Danzante

Un edificio insolito e innovativo, sede degli Uffici Nazionali Olandesi, che spicca tra gli edifici storici della città in stile barocco e art nouveau creando un forte contrasto: è la Casa Danzante. Questa struttura è simbolo del decostruttivismo, uno stile caratterizzato dal controllo di caos e distorsione. Fu progettata dall’architetto croato Vlado Milunić in partnership con il canadese Frank Gehry per riempire un vuoto lasciato da un edificio distrutto il 14 febbraio 1945 durante un bombardamento aereo da parte degli americani ed è conosciuta anche come “Fred e Ginger”, dalla celebre coppia di ballerini Fred Astaire Ginger Rogers. Al piano terra ospita il Bar Celeste, mentre all’ultimo piano c’è il Ristorante Celeste, uno dei più famosi della città.

Complesso Klementinum

Il Klementinum, uno dei più grandi complessi architettonici d’Europa sorto tra la metà del XVI secolo e la metà del XVIII secolo, venne edificato come collegio gesuita. La visita guidata comprende la Torre Astronomica, dalla quale vengono effettuate misurazioni meteorologiche sin dal 1775, il Salone del Meridiano e la meravigliosa Sala della Biblioteca Barocca, con bellissimi affreschi e mappamondi di valore storico. Nella Cappella degli specchi, la cui ricca soluzione degli interni e la disposizione degli specchi non ha eguali in Boemia, si svolgono anche concerti di musica classica.

Cosa assaggiare

Ovviamente Praga non è solo cultura, storia e monumenti.

Mentre siete in giro alla scoperta della città impossibile resistere al profumo del manicotto di Boemia, dolce tipico della cucina ceca. Si prepara con un impasto che ricorda un pane dolce e la cui forma ricorda quella di un cannoncino formato extra. Al suo interno qualsiasi tipo di leccornia: gelato, panna montata, frutta, cioccolata…

E dopo una giornata passata tra i vicoli e le strade cittadine niente di meglio che concedersi una cena in uno dei tanti locali tipici: da non perdere assolutamente è il Gulash magari in uno dei ristorantini della città vecchia come Krcma, a due passi dalla piazza principale. E per un dopo cena alternativo potrete sorseggiare un cocktail a base di assenzio alla Absintherie, situata sempre nella città vecchia.

Dove soggiornare

Le proposte di soggiorno a Praga sono le più svariate: dai piccoli hotel a ridosso del fiume a quelli di più ampio respiro ai margini della città vecchia.

Se cercate qualcosa di semplice, in una posizione eccellente a due passi da Ponte Carlo e dalla piazza dell’Orologio, l’hotel Clementin saprà fornirvi tutto il necessario in un ambiente informale e curato.

Se volete un soggiorno in grande stile boemo, però, il massimo è il Carlo IV The Dedica Anthology, elegante 5 stelle in stile neorinascimentale sorto in quella che fu una banca.

All’interno di questo maestoso palazzo, non lontano da piazza della Repubblica, stucchi, affreschi e preziosi oggetti d’antiquariato appartenenti a un’altra epoca che si integrano con un’architettura dai tratti contemporanei e dettagli lussuosi.

Le 152 camere e suite dell’hotel sono tutte molto confortevoli e sono state progettate singolarmente, miscelando pezzi antichi e moderni. Sono disponibili opzioni di ristorazione rilassata o di alta cucina, e per un po’ di relax a fine giornata potete godervi la piscina interna riscaldata in mosaico blu, la sauna, il bagno turco, l’idromassaggio o farvi coccolare con uno dei trattamenti signature offerti nella SPA dell’hotel.

Il consiglio in più

Molto utile potrà essere l’acquisto della Praga Multicard, una speciale card che vi consentirà di utilizzare senza limiti i mezzi di trasporto, metropolitana inclusa, e vi darà diritto a sconti e offerte speciali in molti negozi e locali di Praga. Anche i tour della città – in auto, bus, Segway, bicicletta e e-Scooter – sono tra le attività per le quali potrete ricevere uno sconto se in possesso della card che potete comprare prima di partire direttamente qui: https://www.praguemulticard.com

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + tre =

Fashion News

Look grunge e identità per ripartire con AGL

T. Chiochia Cristina

Published

on

Ci sono tanti modi per ritornare alla normalità. Uno di questi è riappropriarsi della propria vita. Scrollarsi di dosso le paure, le ansie e le circostanze di questi mesi e diventare un po’ gladiatori. Ripartire, come vere e proprie guerriere, facendosi largo tra le sneaker di primavera armate, in modo fortemente identitario, di un vero must have.

Forse con queste “reminiscenze da gladiatore”, come recita il comunicato stampa, le sorelle Giusti di AGL riescono a incarnare bene il concetto di ripartenza al femminile, in una città come Milano che ha sempre puntato, e punta anche stavolta, a uno stile identitario della donna nelle calzature, che si rispecchia anche nella vera comodità. Ne è un esempio lo stivale DROMODECOR, che fonde in sé ricerca e innovazione.

Avevamo lasciato le sorelle Giusti durante l’ultima settimana della moda, poco prima dell’ordinanza per la pandemia a Milano e, già allora, la loro proposta appariva a chi scrive ricca di una forte identità personale. Poi è arrivata la nuova campagna pubblicitaria di Paolo Roversi, che ci ha dimostrato che non si tratta solo di una nuova estetica calzaturiera, bensì di una vera e propria proposta per chi vuole farsi accettare per la donna che è davvero.

A vederli ora gli stivali calzati dalla figlia di Michael Jackson nella foto di Roversi, che mostrano una donna dal look casual e chic insieme, con quei dettagli caratterizzati da ganci in metallo, sembrano rappresentare perfettamente la donna che vuole ripartire dopo mesi lunghi e difficili, all’insegna del “mood delle sneaker”, pensato però in modo quasi atletico, anche se femminile.

Un po’ scarpa da montagna, un po’ amazzone di città, con la maxi suola in gomma ideata in esclusiva per AGL, DROMODECOR è adatto a chi è pronto ad osare, tra innovazione e tradizione, calzando il Made in Italy in attesa di ripartire davvero, per vincere.

Concludendo, l’avere nuovamente come testimonial Paris Jackson, vista con gli occhi di Paolo Roversi, ha fatto la differenza, come l’uso del bianco e nero per definire il modello di calzatura, mettendone in risalto il carattere. Così, in questa nuova campagna pubblicitaria, la figlia di Michael Jackson rappresenta appieno l’idea che sta alla base di DROMODECOR: sensualità e femminilità in attesa di un nuovo giorno, o un giorno nuovo, per somigliarsi e volersi bene sempre di più.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

International Museum Day 2020 | La HUI Foundation e il Centennial Fashion Museum celebrano il valore dell’uguaglianza e inclusività nella cultura

DailyMood.it

Published

on

IL CENTENNIAL FASHION MUSEUM E LA HUI FOUNDATION CELEBRANO IL VALORE DELLA CULTURA TRANSNAZIONALE NELLA GIORNATA DEI MUSEI

I progetti di Zhao Huizhou, designer della maison HUI, promuovono una visione autentica della cultura e della memoria creando un legame virtuoso e fecondo tra il passato e il futuro dei popoli

Il 18 maggio, la giornata internazionale dei musei, è l’occasione per pensare, una volta di più al valore della cultura e della memoria che, insieme, creano l’identità dei popoli e la trasmettono nel tempo.  Un appuntamento annuale che oggi, in periodo di emergenza sanitaria, acquista un ulteriore ed emblematico significato non solo ergendosi a testimonianza attiva dalla quale imparare ma ponendosi come un importante strumento di scambio e di arricchimento culturale, di sviluppo della comprensione reciproca e di cooperazione  e di pace tra i popoli.

È in questo contesto che hanno preso vita due importanti progetti, capaci di fondere mirabilmente tradizione e modernità, celebrando le radici per proiettarsi in un futuro solido che, soprattutto, conosca la potenza dell’unione e del sapere: sono il Centennial Fashion Museum e la HUI Foundation, entrambi nati dalla volontà di Zhao Huizhou. Designer della maison HUI, un legame forte con l’Italia riconoscibile in uno stile che unisce l’eleganza sartoriale italiana al gusto decorativo tipicamente orientale, la signora della moda cinese ha riunito, con il suo spirito collezionista e di ricerca, un patrimonio di testimonianze capaci di raccontare la cultura della moda e della sua storia. Uno scrigno potente che si fa custode del patrimonio cinese, raccogliendo il materiale più svariato (dai costumi della dinastia Qing all’arte del ricamo capace di attraversare i secoli e tutta la storia millenaria della Cina) con l’obiettivo di riflettere l’evoluzione storica della moda e accrescerne la valenza culturale.

Un’attenzione per la bellezza e per la cura della tradizione che non prescinde dal capitale umano riassunto nell’attività della Fondazione HUI il cui fine – al netto della protezione e della promozione dell’artigianalità tipica della cultura cinese – punta al benessere delle persone promuovendo progetti solidali e benefici atti a migliorare la vita e a perpetuare attività ancestrali che, ancora oggi perpetuate, costituiscono la ricchezza di un territorio.

I musei sono e devono essere hub culturale al centro della comunità che stabiliscono un dialogo tra culture diverse per affrontare tematiche sociali contemporanee con l’ausilio della storia e valorizzando, al contempo, il patrimonio culturale in maniera proattiva e interattiva con il futuro” ha dichiarato Zhao Huizhou. Una filosofia alla quale aggiunge l’essenza stessa del patrimonio culturale di un popolo che deve uscire dai suoi confini per confrontarsi con quello degli altri paesi per creare sinergie virtuose e, soprattutto, capaci di unire.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Accessori

Collane donna: i migliori must-have della stagione

Polici Francesca

Published

on

Se c’è una cosa che abbiamo imparato da una delle più grandi icone di stile, cioè la mitica Iris Apfel, è che a fare davvero la differenza in un look sono gli accessori. Un outfit estremamente minimalista, per esempio, può diventare un look sbalorditivo se abbinato ai gioielli giusti. E cosa c’è di meglio delle collane per una donna? In fondo, nulla veste di più di un collier.

E se il tempo a disposizione per andare a fare shopping scarseggia ma non volete rinunciare al vostro lato fashion e glamour, niente paura. Basterà andare online e cercare tutti i migliori trend delle collane donna su Bluespirit che è un vero e proprio must della moda jewellery

E allora vediamo subito i migliori trend della stagione, quelli che avevamo avvistato anche sulle passerelle della Primavera Estate 2020 e a cui non siamo riuscite a smettere di pensare.

  1. Mix & Match

Tra le migliori tendenze del momento c’è sicuramente quella di indossare e mischiare più gioielli contemporaneamente. Collane a doppi o tripli strati, magari mescolando anche stili completamente diversi tra loro. Si può alternare un bellissimo necklace come quello di Emporio Armani d’ispirazione boho-chic ad un collare. Oppure osare di più alternando l’oro all’argento, ma anche alle perle. Se però preferite uno stile più omogeneo e non volete rischiare di sbagliare l’abbinamento, allora le collane donna a tre, realizzate sia da Armani che da Swarovski nell’originalissima linea Cry Wishes, faranno al caso vostro. D’altronde, si sa, tre è proprio il numero perfetto… 

  1. Perla is the new black

Le perle sono uno di quei classici intramontabili che non stancano mai. E, senza essersene mai davvero andate, eccole che ritornano protagoniste della scena per questa nuova stagione calda. Più piccole e dal tocco delicato, o più imponenti ed eccentriche come quelle di Guess, o ancora sottoforma di ciondolo come la raffinatissima collana della serie Bouquet di Bluespirit. In qualsiasi modo, le perle sono e saranno sempre il “the new black” della moda jewellery.

  1. Ispirazione Gipsy

Per chi ha un’anima bucolica, romantica, vivace e ama spingersi oltre i propri limiti. L’ispirazione gipsy è forse è uno dei trend più affascinanti tra quelli in voga. Sarà per l’energia che sono in grado di sprigionare, o per la loro versatilità che ci permette di indossarli sia per un appuntamento casual che per una serata elegante. Fatto sta che i collier d’ispirazione gipsy stanno facendo girare la testa alle fashion addicted di tutto il mondo. Noi tra l’incredibile moltitudine di strabilianti collane donna su Bluespirit abbiamo scelto quella della linea Multigipsy di Morellato e quella Gipsy di Swarovski.

  1. Lettere e segni zodiacali che passione

Ammettiamolo. Anche la donna meno romantica del mondo dopo aver visto Meghan Markle alla prima apparizione televisiva post addio reale con le due collane con i segni zodiacali di Harry e del piccolo Archie si è letteralmente sciolta. Ma, dolcezza a parte, quello di indossare al collo il proprio segno zodiacale o la propria iniziale (o magari di qualcuno di importante nelle nostre vite) è un trend fresco, capace di regalare un tocco sbarazzino al nostro look. E se non sapete cosa scegliere, noi vi consigliamo 2Jewels Zodiac per i segni zodiacali e Bluespirit per le lettere.

E, come sempre, buono shopping!

di Francesca Polici per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending