Connect with us

Collezioni Donna

Chanel Métiers d’art 2018/2019 Parigi-New York

DailyMood.it

Published

on

Karl Lagerfeld ha scelto il Tempio di Dendur al Metropolitan Museum of Art di New York, per presentare la collezione CHANEL Métiers d’art 2018/19 Parigi – New York.
Fonte d’ispirazione per questa collezione: l’ Egitto.

La civiltà egiziana mi ha sempre affascinato: mi ispiro a un’idea, che realizzo“, spiega Karl Lagerfeld.

Le linee sono chiare e semplici, le forme sono pure, geometriche e distinte: una forza grafica tanto cara alla grammatica stilistica della Maison. Le sagome vibrano sotto il sole, con linee ottiche quasi cinetiche. Il look è slanciato, vivace e ultra-femminile, i fianchi sottolineati da un’ampia cintura, le spalle evidenziate da un colletto di plastron. Abiti da giorno, completi e cappotti sono indossati al ginocchio, con un orlo leggermente più corto nella parte anteriore, che occasionalmente adotta il fascino di una gonna avvolgente.

L’oro, così caro a Gabrielle Chanel, è ovunque, con così tante varianti che diventa un colore a sé stante. Oro invecchiato e brunito dal tempo, oro abbagliante con la luce del sole, oro scintillante, oro scintillante, oro screziato, oro quasi disco da discoteca, oro tinto di bronzo … Rispondendo allo splendore di questo oro le trame dei tweed in beige, bianco e nero rivelano colori tenui e profondi, turchese o blu lapislazzuli, arancio corallo o giallo ocra, viola scuro o rosso corallino. Le trecce sono incredibilmente delicate, intrecciate in mohair, filo d’oro e filo di cotone con perline, ricamate con piccoli quadrati di pietra in corallo o oro, o con mini piramidi di tubi color turchese, verde giada e rame, in rilievo. I cappelli, firmati dalla Maison Michel, accentuano la purezza della silhouette.
La complicità tra Karl Lagerfeld e la CHANEL Métiers d’art prende forma come un dialogo creativo perenne, che illustra la sontuosa eleganza delle sagome e degli accessori della collezione. Un plastron in resina, calchi in vetro asimmetrico e foglie dorate creano un gioco ottico di colori, proprio come il plexiglass, e un riferimento trascendente alla pelle di un coccodrillo. Una pioggia di paillettes sembra essere stata soffiata dal vento sopra un abito bianco, un ricamo con fiori di loto sfiora l’orlo di una gonna come un bassorilievo.

La maglieria è sofisticata: abiti e lunghi cardigan in oro sbiadito, bronzo, turchese e jacquard blu scuro … I bottoni della House of Desrues, in metallo dorato scintillante e patinato o smaltati, sono impreziositi da cabochon colorati o dallo stile anni ’80 strisce di strass.

Anche la pelle fa parte di questa ovvia modernità: punteggia le tasche e i colletti delle giacche, accentua l’arrotondamento di un orlo o gioca con le strisce sulla manica di un abito. Il soggetto di nuove innovazioni creative, gioca con le apparenze: lavorato in rilievo.

Abiti attillati a maniche lunghe in pregiata maglia bianca accompagnano mini abiti e giacche diritte o cinturate come una brezza trasparente. I ricami attirano l’attenzione sul décolleté, sulla curva di un fianco e sull’orlo di un abito, come gioielli sontuosi, che scolpiscono la silhouette.

L’artista di graffiti Cyril Kongo, che ha creato gli inviti per lo spettacolo e la copertina della cartella stampa, ha anche disegnato stampe per una giacca, abiti e borse, i graffiti che trasformano il tessuto di cotone in un materiale prezioso. “New York, è un’energia e un crogiolo di culture, è molto stimolante”, dice Karl Lagerfeld.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 8 =

Collezioni Donna

American Vintage: l’estate è qui

DailyMood.it

Published

on

In un bouquet di colori naturali ispirato alle incantevoli sfumature della terra, del mare e del vento, il bianco delle nuvole, il grigio perlato delle pietre levigate dalle onde e il blu indaco degli orizzonti del mattino si mescolano con i toni caldi della sabbia.
Declinati su materiali nobili e naturali, come il lino o il cotone, tutti i pezzi della collezione del brand raccontano la storia di una giornata in spiaggia, da vivere in una baia segreta che, ogni anno, accoglie gli amici. Tra il rumore del mare e cesti di frutta da condividere, spuntano mazzi di fiori e di erbe raccolti per farli seccare, legati dietro alle biciclette, che diventano i motivi delle stampe vintage del brand, vere protagoniste della stagione, in un medley di pattern all over o, più semplicemente, piazzate per vestire di un’aurea retrò le silhouette degli abiti.

In versione a quadri o in stile Vichy, queste stampe ricordano le tovaglie di cotone che si trovano negli armadi delle case di vacanza; a righe marinière, gli abiti disegnano le stesse linee parallele delle cabine o delle sedie a sdraio delle spiagge; e ancora lettini e coni e gelato sono i motivi che si ritrovano stampati su t-shirt vintage di cotone.
Senza dimenticare i modelli senza tempo come le gonne lunghe e le culotte, i pantaloni ampi che vestono le gambe e accolgono le onde del vento: pezzi che valorizzano un’andatura ariosa, in cui ogni movimento sembra essere anticipato in completa libertà e in linea con la natura. I costumi da bagno, dalle influenze sportswear e minimaliste, sono in uno o due pezzi e regalano il desiderio di mare aperto e di spruzzi di onde; perfetti dal giorno alla notte, quando si nascondono sotto gli abiti, compagni fedeli fino all’alba tra balli e festival sulla spiaggia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

Philipp Plein pre-fall 2019 Women’s & Men’s Collection

DailyMood.it

Published

on

Women’s
Progettata per delle “Plein Muses” contemporanee, la collezione PREFALL 2019/20 è un raffinato, iper-lussuoso guardaroba per il giorno e per la sera, che mescola sapientemente un daywear dal gusto rock-n-roll con abiti da sera dal design ricercato.
La collezione è unisce riferimenti all’universo biker e punk degli ultimi anni ’80 con le caratteristiche e le silhouette iconiche di PHILIPP PLEIN.

Rosso, nero, argento e un tocco di bianco sono i colori principali della collezione PHILIPP PLEIN Pre-fall 2019. Ci sono stampe di rose fiammeggianti su sete di diversi pesi, per abiti o completi da indossare durante il giorno o per una divertente night-out; I total look denim sono impreziositi da pietre, applicazioni di cristalli Swarosvki TM e pelliccia; infine si trovano i capispalla e completi in pieds-de-poule, sinonimo di un powerdressing quotidiano e al contempo iperfemminile.
Borchie, fibbie e silhouette sottili sono leitmotif della collezione: giacche biker in pelle o con texture scintillanti sono abbinate a dei bikers skinny o a leggings impreziositi da fibbie; maglie strappate e denim sono mescolati con pelli metallizzate e cristalli abbaglianti.
Gli accessori sono audaci come i vestiti. Décolleté e stivali con l’iconico tacchi a spillo skull-heel, trasparenze in PVC e stampe sono tra gli IT items della stagione. Le borse infine, si colorano dei temi della collezione, in diverse forme e dimensioni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Men’s
La collezione uomo Pre-Fall è un guardaroba day-to-night che mescola sapientemente riferimenti allo streetwear e alla tradizione sartoriale italiana.
L’ispirazione anni 80 si fonde con i codici di stile di PHILIPP PLEIN, per un guardaroba iper-moderno per un contemporaneo PLEIN WARRIOR.
L’iconica biker jacket in pelle si abbina a joggers o a denim abbinati a cristalli e stampe, mentre gli outfit color block si abbinano alle sneaker e a stivali.
Rosso, nero, bianco e un tocco di giallo sono i colori principali della stagione. I dettagli fondamentali sono le stampe di fiamme su giacche di pelle invecchiata; borchie, cristalli e accessori audaci sono i motivi ricorrenti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Collezioni Donna

Chanel 2019/20 Cruise Collection

DailyMood.it

Published

on

This season CHANEL invites its guests on an imaginary journey. The Nave of the Grand Palais has been transformed into a Parisian train station in the Beaux-Arts style, complete with its platforms and its own elegant café-restaurant Le Riviera. Instigator of this beautiful escapade, Virginie Viard writes a travel story untouched by time, as the whistle blows to signal the departure for joyful, sunnier climes. The CHANEL allure and vocabulary take on the theme of a silhouette in motion, both strong and bursting with subtle delicateness.

Alongside the iconic black, ecru and white, a brilliant palette of pink, green, blue, fuchsia, mauve and sky clashes with deep bistre and mocha browns, navy and cobalt blues. Pastel hues blend with one another, as foliage printed on a blue or fuchsia background is seemingly caught in mid-air, like a landscape blurred by the speed of a train. Pink and blue sequins fall into line, accumulating like the holes punched into tickets. Embroideries of flowers, sequined or cut from silk, tulle and rhodoid, compose a garden at the heart of which the camellia majestically blossoms.

Comfort and functionality, a rightful simplicity and obvious elegance to come and go in, to travel in, to live in and to be oneself without hindrance. CHANEL’s style rule guides each design in the new Cruise collection. Jackets and wide trousers with double buttons in gabardine or in waxed cotton draw inspiration from workmen’s uniforms. Their variations as hooded trench coats or amply cut coats gathered at the waist are sometimes feminised with a chain belt and a cotton blouse with a large flounced jabot. A modernity accentuated by pointed pumps, two-tone booties with small conic heels and ballerinas in tweed.

Emblematic of a line that liberates gestures as much as the allure, the CHANEL tweed jacket imposes its timeless modernity: with two, four or six pockets, with or without a collar, the shoulders soft and rounded, or, on the contrary, square and responsive, trimmed with braid, short or long, single or double breasted with draped panels, belted with a chain interlaced with leather, it focuses on the waist or offers a straighter line. The incarnation of the House’s savoir-faire, down to the smallest detail, here the jacket hides a silk interior that prolongs the pattern of woven tweed in a perfect continuity, rendering its lining edge to edge flush, it comes veiled in chiffon at the collar and cuffs, or appliqued with buttons that grow as the pockets broaden. Occasionally an embroidered handkerchief escapes. The emblematic chain is found at the bottom of the lining as the ultimate touch of CHANEL’s eternal refinement… Beneath the jackets, chiffon vests are embroidered with flowers, bandeau tops in poplin are fastened with a bow over the chest, bustiers shimmer with sequins and sparkling flowers. Alternating with jersey leggings, the mini-skirts, trapeze skirts and lengthened knickerbockers are made in tweed, for a new vision of the iconic suit. Coupled with trousers in leather or hessian, tweed also features on tops embellished with sequins or enhanced with a wide ruffled organdie collar.

The dresses are drawn out in the sophisticated simplicity of a brushstroke. Their pure lines liberate the body without becoming detached from it, evoking imperceptible volumes. An exquisite femininity highlighted by bias cuts, an asymmetric shoulder, wraparound panels, ethereal flounces or plunging necklines. Braids and bows in satin, white camellias worn as brooches, ladder lace like train tracks, ornate finishes reminiscent of bygone linens and removable Bertha collars in organdie all reinforce the charm.

There’s a joyful frivolity with the ruffled skirts in check printed chiffon, the strappy dresses in fuchsia or blue chiffons with plant motifs. Gathered and ironed by hand, their diaphanous panels seem ready to lift on a breeze when descending from the train. An innocent grace radiates from the asymmetric dresses in linen and organdie, veiled with a removable Bertha collar also in organdie. The same softness diffuses over the long dresses in black broderie anglaise.

For evening, white and black aprons become sheath dresses with removable shirt collars, hemmed with the CHANEL chain or embroidered with flowers. Open over a bandeau with a big bow, the rigour of a man’s shirt with a pleated plastron is eased by the fabric choice of transparent organdie. Worn with a wide-cut hessian trousers, a masculine shirt in poplin is transformed into a backless top, ruffled with a smocked high waist. The expected bow tie is replaced with a knotted satin ribbon finished with a camellia. A sheath dress in black linen is embroidered with sequins that capture the colours of the night and the Moon reflected in the windows of a train, while another is swathed in bouquets of pink sequinned flowers. Continuing this journey, Virginie Viard imagines a long dress in white lace embellished with gold thread, and a second in midnight blue lace with a low neckline revealing a big black satin bow. The Artistic Director tenderly deconstructs the mechanisms of station clocks: their dials are multiplied to infinity in the navy blue guipure lace of a long dress while their deconstructed hands and indices are embroidered onto the neckline of another dress in white lace.

Inseparable from the elegance of CHANEL, jewellery is added to silhouettes for both day and night: hoop and pendant earrings in metal are set with strass, bracelets have coloured cabochons, and cuff bracelets are beaded, set with chains and leather, or come in resin and stones. Travel flasks in metal are mischievously slipped into quilted leather cases with a chain strap. As for the 11.12 bags, they adopt a patent quilted leather and tweed embroidered with flowers or are equipped with a handle. The CHANEL 19 bag comes in quilted jersey and the CHANEL 31 bag is back in faded denim. For travelling, the overnight bags in denim or leather, a maxi duffle bag with pockets and a “3-part” backpack, as well as the hip packs in tricolour leather and the multifunctional clutches all ensure transportation in complete liberty. An extremely refined cushion clutch in white cotton is embroidered with clocks while the railroader’s lamp becomes a minaudière in rhinestoned resin.

With this collection, Virginie Viard continues the story of CHANEL and travel by delivering her own fresh, delicate vision. Following in the tradition of Gabrielle Chanel and Karl Lagerfeld, she shapes a look where sophistication is built on the purity and exactitude of detail.

Copertina: Cruise_collection_Finale_pictures_by_Olivier_Saillant

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending