Connect with us

Mood Town

5 itinerari perfetti per i food explorer

Published

on

Il binomio cibo e viaggi è sempre più importante per i viaggiatori. Secondo un recente sondaggio di TheFork, l’app per le prenotazioni online dei ristoranti, questi sono la seconda voce di budget della vacanza, dopo quella stanziata per le attività culturali, le visite ed eventuali sport estivi.
Ma quali gli itinerari perfetti per i veri food explorer? Ecco 5 percorsi ideati da TheFork e Vagabondo, sito di viaggi e tour operator tra i più visitati in Italia, con una community di viaggiatori che conta oltre 58 mila iscritti.

1. Polignano a mare, Italia

Via Francigena del Sud in Puglia

Partiamo dall’Italia o meglio ancora dalla Puglia, dal mare trasparente e da uno dei borghi più famosi e (diciamolo pure) instagrammabili al mondo. Sicuramente avrete già visto le foto della scogliera da cui avviene ogni anno la gara di tuffi. Tante le spiagge pubbliche, ma vi consigliamo di prendere un pedalò e andare a largo per scoprire le diverse calette.
Il viaggio per scoprirla: Se vi piace camminare inoltre, che ne dite di scoprire la Puglia proprio così, camminando? Via Francigena del Sud in Puglia, passando per Polignano a Mare, dal 29 settembre al 6 ottobre con Vagabondo Viaggi.

Cosa mangiare e dove? Il cuore di Polignano si affaccia a strapiombo sul mare Adriatico pertanto il pesce è una delle principali materie prime utilizzate, insieme con altri ingredienti di terra tipici della tradizione pugliese. È possibile ritrovare piatti come il riso alla barese con cozze e patate o la classica cicoria con la purea di fave. Ecco alcuni tra i tanti ristoranti prenotabili sull’app TheFork dove gustare alcuni tra i più rappresentativi piatti locali:

Villa degli Aranci: un tipico ristorante mediterraneo dai sapori genuini e tradizionali, immerso nel profumo degli agrumi di un’antica residenza nobile del 1800.
Dettagli di Mare: Un concept di ristorazione che mette al centro le risorse del territorio, in primis il pescato proveniente dall’Adriatico. La sua filosofia di cucina rispetta i pescatori, il mare e le tradizioni locali, riscoprendo il piacere di specie ittiche più sostenibili.
Grotta Ardito: La cucina diventa qui sinonimo dell’espressione della cultura e della storia pugliesi. Nelle preparazioni sono privilegiati i prodotti del territorio, possibilmente bio, da gustare in un ambiente semplice e confortevole.

2. Granada, Spagna

Andalusia Freak Style

La bellezza di Granada è di quelle che fanno innamorare tutti gli avventori, difficile restare indifferenti dal momento che “Chi non ha visto Granada non ha visto nulla” citando Garcia Lorca. E allora vediamola questa città. Partendo dal quartiere dell’Albayzin fondato dai mori e oggi Patrimonio dell’Unesco con le viuzze strette e i cortili capaci di riportare indietro nel tempo. Imperdibile poi l’Alhambra, con la sua ambientazione da mille e una notte. Inizialmente sorse come una fortezza militare moresca, ma ben presto divenne dimora dei sultani con palazzi e giardini lussuosi capaci di incantare i visitatori. Naturalmente tra le tante cose da fare a Granada, non dimentichiamo la vita notturna, frizzante e divertente.
Il viaggio per scoprirla: Andalusia Freak Style è il viaggio proposto da Vagabondo Viaggi per partire alla scoperta di questa zona.

Cosa mangiare e dove? Granada è stato il territorio controllato più a lungo dagli arabi nella penisola iberica. Questa eredità non si trova solo nell’architettura e nella cultura, ma anche nella gastronomia. Al di là delle influenze di origine storica, la cucina della regione è derivazione contadina e marinara, impreziosita talvolta dalla creatività degli chef. Ecco alcuni tra i tanti ristoranti dove gustarla:

Carmen Aben Humeya: Situato ad Albaicin gode di una delle viste più spettacolari dell’Alhambra e propone la tipica cucina andalusa. Grazie alla sua location unica – la terrazza di una casa moresca del XV secolo si fregia del titolo di uno dei 5 ristoranti più romantici del mondo secondo Zagat.
Estrellas de San Nicolás : Nel cuore del Barrio del Albaycin, vicino al famoso mirador di San Nicolás porpone piatti della tradizione mediterranea con un tocco francese. Diversi i menù ideati per i gruppi di viaggiatori.
Damasqueros: La giovane chef Lola Marìn intreccia la cucina tradizionale di Granada con le avanguardie gastronomiche, utilizzando prodotti stagionali che uniscono culture arabe, ebraiche e cristiane. Propone esclusivamente un menù settimanale proprio in accordo con questa filosofia.

3. Rio de Janeiro, Brasile

Rio de JaneiroBrasile

Il sogno del Brasile è uno di quelli che, prima o poi, va realizzato e Rio de Janeiro è decisamente la città da cui partire anche perché da sola, vale l’intero viaggio.
Non a caso il Cristo Redentore sia ritenuto una delle meraviglie del mondo attuale. Si parte quindi con la salita al Corcovado a 700 metri di altezza per assaporare subito la vista mozzafiato da lì, sotto il Cristo, e poi si prosegue: una partita a calcio a Copacabana, una passeggiata al quartiere di Leblon o una gita fino agli Archi de Lapa. Le cose da vivere in questa città sono tantissime.
Il viaggio per scoprirla: Per partire con chi conosce bene questa meta c’è il viaggio di Vagabondo Brasile ad Oltranza: Rio e Maranhao.

Cosa mangiare e dove? Rio de Janeiro ha una ricchissima produzione di materie prime fresche e saporite. Non potrete non farci caso se vi ritroverete in una delle sue tante feiras, vera esplosione di frutti della passione rotondi, fresche noci di cocco, ma anche un’abbondanza di carni come la picanha e il pesce pirarucú amazzonico. La sua tradizione gastronomica è ricca di contaminazioni: portoghese, africana, indios. Ecco alcuni tra i tanti ristoranti dove fare questa esperienza gastronomica entusiasmante:

Rubaiyat Rio de Janeiro: Dalla fattoria al piatto è il motto di questo ristorante fondato nel 1957. La cucina è guidata dallo chef spagnolo Carlos Valentì, il cui menù si incentra sui tagli selezionati tagli di carne bovina e sui piatti mediterranei e innovativi che vengono preparati nell’ampia cucina a vista.
Capim Santo – Rio de Janeiro: Nel lussuoso centro commerciale VillageMall a Barra da Tijuca è l’ambiente ideale per pasti piacevoli con la famiglia e gli amici. In carta, ci sono più di 30 anni di tradizione gastronomica brasiliana, e le specialità della casa sono molte. Pesce, frutti di mare, carni e pollame preparati con condimento, colore e sapore ineguagliabili.
Rayz – Ipanema: Il ristorante Rayz offre il meglio della gastronomia brasiliana in un ambiente moderno e sostenibile. Situato nell’angolo alla moda di Rua Farme de Amoedo con Prudente de Morais, il RAYZ vanta una location di design e un menù autoriale creato dallo chef Daniel Pinho, che ha cercato nella tradizione della regione l’essenza per la creazione dei suoi piatti.

4. Lisbona, Portogallo

Lisbona Portogallo

Eletta dagli Oscar del Turismo la città europea più bella per un weekend nel 2017, Lisbona affascina i suoi visitatori che non si stancano di visitarla neppure dopo 2 o 3 volte… Sarà per le numerose attività serali, per il Fado o per i tramonti? Vi consigliamo Bairro Alto/Bica dove tutto resta aperto almeno fino alle 4 per chi vuole vivere la notte, il Tasca do Chico per ascoltare il Fado e il Miradouro di Santa Caterina per godere del tramonto come fanno i locali stessi. Ma questo è solo l’inizio per vivere al massimo questa città.
Il viaggio per scoprirla: Portogallo On The Road è il road trip di Vagabondo che vi porta a vivere Lisbona, e non solo.

Cosa mangiare e dove? La cucina portoghese della tradizione nasce come sempre dalle sue materie prime. Al pescato dell’oceano Atlantico si accostano le carni provenienti dall’entroterra soprattutto manzo, pollame e maiale. Tra i piatti tipici figurano il bacalhau (baccalà), la zuppa di pesce e i deliziosi pastéis de nata. Dove assaggiare queste delizie? Ad esempio, qui:

Alma Henrique Sa Pessoa: Nel cuore del Chiado, il ristorante Alma è uno dei più grandi riferimenti gastronomici di Lisbona, con una stella Michelin all’attivo. Ispirato al vecchio ristorante Alma, situato a Madragoa (primo ristorante dello Chef Henrique Sá Pessoa) propone una cucina d’autore per tutti.
Laurentina – O Rei do Bacalhau: Se il baccalà è il re dei piatti in Portogallo, allora questo è il suo regno. Aperto dal 1976, O Rei do Bacalhau propone piatti tradizionali portoghesi e del Mozambico. Lo chef António Francisco Pereira infatti in passato ha lavorato a Maputo. La cucina del mozambico è ricca di influssi portoghesi e vanta molti piatti tipici a base di baccalà. Questo curriculum fa dello chef un vero specialista del baccalà, che prepara e serve in innumerevoli modi.
Frade Dos Mares: Dal nome si intuisce già che la cucina di questo ristorante mette al centro il pescato, con un ruolo di primo piano dato al polpo, anche se non mancano altri piatti tipici a base di ingredienti di terra come le Uova con “Farinheira”, insaccato tipico del portogallo.

5. Bruges, Bruxelles

Bruges Bruxelles

A pochi minuti di treno da Bruxelles, Bruges è una cittadina definita spesso “incantevole” e a ragione. Anche qui parliamo di un Patrimonio dell’Unesco inserito nei Patrimoni dell’Umanità e in effetti il centro storico di Bruges regala scorci da cartolina e numerosi monumenti. Da visitare c’è tanto: il museo Groeninge ad esempio ha una delle migliori collezioni al mondo di quadri fiamminghi, il campanile Belfort per vedere la città dall’alto e poi ancora la piazza del Mercato, il municipio gotico del ‘300 e la basilica del Sacro Sangue.
Il viaggio per scoprirla: Per chi vuole visitare questa città in compagnia c’è il percorso Belgio Fly&Drink di Vagabondo Viaggi.

Cosa mangiare e dove? I popolari marchi di cioccolato locali creano un’associazione immediata con i piatti dolci della città quali le gaufre e i dolci tipici come il Brugse acht. Non mancano però anche deliziose pietanze salate a base di cozze e patatine o piatti come il waterzooi, che letteralmente significa «cotto nell’acqua» ed è una sorta di bouillabaisse del nord a base di carne e verdura. Ecco alcuni tra i tanti ristoranti della città sempre prenotabili con TheFork:

De Vlaamsche Pot : Una location che assomiglia alla casa di una fiaba dove gustare alcuni piatti tipici della regione come il waterzoï di pollo o pesce, la carbonnade à la flamande, le cozze e così via.
Beethoven : Un intimo ristorante fiammingo al largo del Markt con un gradevole dehors dove cenare d’estate. Alle pientaze a base di carne come stufato fiammingo, si uniscono anche le irrinuncaibili cozze e piatti più freschi ideali per la stagione estiva.
‘T Pallieterke : Si definisce il luogo ideale per scoprire l’autentica cucina di Bruges con i piatti più tradizionali in carta. Dispone di una terrazza ed è un’ottima soluzione per i gruppi numerosi.

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − nove =

Mood Town

Forest Bathing: il nuovo trend in voga nel Salisburghese

Published

on

Nuovo trend, sviluppato proprio grazie alla lussureggiante vegetazione del Salisburghese e alla sua grande varietà paesaggistica capace di alternare placidi laghi alpini a fragorose cascate e tronchi secolari, il Forest Bathing è una vera e propria immersione nell’ambiente naturale, che evoca il connubio tra escursionismo, yoga ed esplorazione.
Questa emergente tendenza deriva dal Giappone dove viene chiamata shinrin-yoku; gli appassionati di questa attività vengono educati al benessere sfruttando proprio il contatto con il territorio, in particolare con le foreste.

La Forest Therapy funziona davvero nel Salisburghese grazie alla particolarità del territorio: le diverse altitudini dei boschi, la quantità di legno presente e le numerose sorgenti d’acqua rendono la zona un

tesoro dalle infinite risorse naturali. Si tratta a tutti gli effetti di una Forest Therapy capace di migliorare il benessere psico-fisico di chi ama concedersi una vacanza in alta quota tra relax e attività all’aperto.

Infatti, secondo recenti studi, respirare le sostanze aromatiche sprigionate dagli alberi comporta effetti terapeutici davvero interessanti: libera i bronchi, abbassa la pressione sanguigna e i livelli di zuccheri nel sangue. Si tratta inoltre di un ottimo rimedio per aumentare la capacità di concentrazione e la memoria favorendo il rilassamento: il pino cembro in particolare svolge un ruolo importante per il relax e la qualità del sonno. Oltre a questi benefici, stare a contatto con gli odori del bosco, infonde sicurezza e aiuta a sviluppare una piacevole sensazione di home-feeling. Come spiega la filosofa della natura Sabine Schultz: “La differenza tra una semplice passeggiata e il Forest Bathing sta nel processo di risonanza naturale: un sentirsi in tutt’uno con i luoghi e percepirli attraverso i sensi“.

Nel Salisburghese sono numerose le opportunità, che permettono ai visitatori di provare sulla propria pelle gli straordinari benefici di una fuga nella natura. Bad Hofgastein, rinomato centro termale situato nel cuore del Salisburghese, precisamente nella Valle di Gastein, offre due sentieri escursionistici dedicati all’Alpine Spa Forest Bathing e alle immersioni di benessere disponibili in questa meravigliosa cornice. Oltre agli effetti benefici delle acque di Gastein, il percorso prevede esercizi a corpo libero in armonia con il territorio, affinché ci sia una perfetta sinergia tra mente e corpo.

Il Forest Bathing non è solo escursionismo ed esercizi outdoor, il Naturhotel Forsthofgut celebra alla perfezione il legame tra foreste e Spa di lusso. Nella località di Saalfeden Leogang e circondato da prati e boschi, quest’hotel 5 stelle ospita la prima Forest Spa d’Europa: un lago balneabile dalle acque cristalline nel mezzo di un giardino di 30.000 metri quadrati e, sullo sfondo, le maestose cime del Leoganger Steinberge. “Il nostro punto di forza è la natura, i vasti prati e il maestoso mondo montano che ci circonda” ha dichiarato il proprietario della struttura Christoph Schmuck. Perfetto anche per i più piccoli, il Naturhotel offre una fattoria, un parco avventura nel bosco con suggestive case sugli alberi e ruscelli.

A pochi chilometri da Salisburgo inoltre, la natura offre lo scenario idilliaco perfetto per l’Hotel 4 stelle Hammerschmiede. Una struttura eco-friendly immersa nella vegetazione, in cui il legno è una risorsa rinnovabile, usato come fonte d’energia e per la costruzione degli interni. Le giornate qui scorrono all’insegna del Forest Bathing tra relax, esercizi di respirazione nella foresta e yoga. In aggiunta per gli ospiti, un suggestivo percorso Kneipp allestito in un ruscello per riscoprire il piacere di un contatto primordiale con la terra.

Oltre ad attrarre gli amanti della natura, il bosco è un vero tesoro anche dal punto di vista culinario: funghi e selvaggina sono celebrati nei piatti degli alpeggi e nei ristornati più esclusivi. Il Salisburghese quindi si prepara ad accogliere i suoi visitatori con una ricca proposta per la stagione primaverile ed estiva, nel segno della natura e del benessere nelle foreste: un ambiente incontaminato ricco di energia e vitalità, che da sempre contraddistingue l’eccezionale patrimonio alpino di questo Land austriaco.

Per maggiori informazioni: http://www.salisburghese.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Pasqua e ponti: le proposte – vicine e lontane – per un break di primavera

Published

on

“A Natale con i tuoi, a Pasqua con chi vuoi”. È uno degli adagi più utilizzati nelle famiglie e fra gli amici per giustificare una pausa, anche breve, dai quotidiani ritmi della vita durante le festività pasquali.
Quest’anno, complice anche il fatto che la festa cade a ridosso della fine del mese di aprile, in tanti hanno già scelto di sfruttare il periodo per concedersi qualche giorno fuori porta.
Se anche voi state meditando una fuga dalla routine ecco gli indirizzi – vicini e lontani – che vi consigliamo, sia che siate alla ricerca di svago, relax, natura, sport o cultura.

Pasqua in Salento

Acaya

L’ Acaya Golf & Spa Resort sorge tra ulivi secolari, la vegetazione mediterranea e la natura selvaggia della riserva delle Cesine, lambita dalle acque più belle e cristalline di tutto l’Adriatico. Ubicato a pochi chilometri da Lecce e incastonato in centoventi ettari di vegetazione e da un campo da golf a 18 buche, il resort comprende al suo interno la Masseria San Pietro che ospita il ristorante tipico, e offre agli ospiti piscine interne ed esterne. Tra giardini profumati, uliveti e una verde pineta, l’Acaya SPA by Clarins dispone di vasca idromassaggio cromoterapica e panoramica, sauna, calidarium, frigidarium, tiepidarium, doccia emozionale, area relax con tisaneria e kit di benvenuto con accappatoi e teli. Chi desidera farsi accarezzare dal sole e dalla brezza marina potrà usufruire dei servizi offerti dell’Ultimaspiaggia delle Cesine, sul tratto di costa della riserva WWF e a soli 5 minuti di auto dal resort.
Per soggiorni dal 18/04 al 25/04, prezzo a partire da 129 euro a persona al giorno, per un soggiorno in Comfort doppia con trattamento di camera e colazione.
Per informazioni: https://www.jsh-hotels.com/

Montagna o lago? Con Quellenhof Luxury Resorts entrambi!

Quellenhof Passeier

Come scegliere fra l’atmosfera autentica dello storico hotel altoatesino a conduzione familiare e il lusso elegante del nuovissimo resort in riva al Lago di Garda? I Quellenhof Luxury Resorts hanno la soluzione ideale per vivere al meglio entrambe le realtà: si chiama Mountain & Lake la proposta che abbina in un unico soggiorno la possibilità di trascorrere almeno quattro giorni nel Quellenhof Luxury Resort Passeier in Alto Adige e poi altri quattro o più giorni al Quellenhof Luxury Resort Lazise, o viceversa. Per gli ospiti che vorranno provare questo abbinamento all’insegna di lusso e benessere, al secondo soggiorno è applicato uno sconto aggiuntivo del 5%.
Ulteriore comodità per visitare entrambi i resort senza problemi logistici è il servizio navetta VIP-Shuttle, abitualmente riservato a tutti gli ospiti del Quellenhof e disponibile anche per la tratta Lazise-Merano.
Il pacchetto Mountain & Lake valido dal 28/03/2019 al 06/01/2020) comprende 4 notti a partire da 720 euro al Quellenhof Passeier + 4 notti a partire da 860 euro al Quellenhof Luxury Resort Lazise. VIP-Shuttle Lazise-Merano: 280 euro a corsa (fino a 8 posti).
Per maggiori informazioni: www.quellenhof.it

Nella culla di Tiepolo e del buon vino!

Ladimoret

Siamo a Udine, nel cuore del Friuli Venezia Giulia, e l’insegna Là di Moret costituisce una vera e propria garanzia – confermata anche dai prestigiosi riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni, primi fra tutti i numerosi Awards Best of Alpe Adria – che si rinnova quotidianamente non solo nella cucina de “Il Fogolar” ma anche nell’accoglienza a 360° di tutti i viaggiatori che hanno voglia di farsi coccolare dal comfort delle 86 camere e sperimentare i percorsi beauty & wellness della Blu Moret SPA.
In particolare, varcare la soglia del ristorante “Il Fogolar” e sedersi vicino al caminetto posto al centro della sala il cui soffitto è ricoperto da quasi 600 Piatti del Buon Ricordo – associazione a cui questo ristorante aderisce dal 1968 -, non è semplicemente sentirsi a casa, ma vivere e condividere un’intera regione attraverso piatti i creativi e gustosi proposti dallo chef executive Stefano Basello.
E per gli amanti della cultura, da non perdere una visita alla città di Udine, elegante culla del Tiepolo, i cui dipinti possono essere ammirati al Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo.
Non si può poi certo abbandonare questa affascinante zona senza aver assaporato alcuni dei suoi vini tipici, nei bistrot dislocati lungo le vie del centro di Udine o nelle cantine della zona, come le Cantine Gori di Gori Agricola, nel territorio di Nimis, antico Castrum Nemas romano, sulle cui dolci colline si trovano i 18 ettari di vigneti. Qui d’obbligo un assaggio del Cru Ramandolo, uno tra i principali biglietti da visita dell’enologia friulana.
Per informazioni: www.ladimoret.it; www.turismofvg.it; www.goriagricola.com;

Break nella Sardegna più selvaggia

Horse Country Resort

Ci sono luoghi in cui l’estate arriva prima. Nel cuore di chi sceglie Horse Country Resort di Arborea (OR) per una vacanza di primavera, ad esempio. La struttura, che conta 4 hotel dislocati in 50 ettari di macchia mediterranea affacciata sul mare, accoglie gli ospiti con il profumo della bella stagione che avanza e invita a cogliere il meglio di dolci giornate sempre più lunghe, che terminano con il sole che pare tuffarsi nel mare proprio davanti alla spiaggia privata. Ma cos’è che rende unico Horse Country Resort? La simbiosi con la natura, espressa al meglio dalla presenza di un grande centro ippico con 60 bellissimi cavalli, a disposizione per le attività con gli ospiti. Le esperienze vanno dall’avvicinamento ai pony e ai cavalli (un sogno per i bimbi di città!) alle lezioni di equitazione, fino alle passeggiate sulla spiaggia e nei dintorni. Gli animali, docili e perfettamente addestrati, sono parte integrante di una vacanza in stile country e con tutti i comfort di una struttura che offre 4 ristoranti, due piscine e un centro benessere.
Prezzi dal 22 marzo al 10 maggio da 72 euro a persona in camera doppia con la mezza pensione
Per informazioni: https://www.horsecountry.it/

Pasqua lunga a Dresda: viaggio d’arte e cultura

Sassonia-Dresda

L’arte, la cultura e la musica richiamano milioni di visitatori a Dresda e in Sassonia tutto l’anno. Il lungo ponte di primavera tra Pasqua e il 1° maggio è l’occasione giusta per scoprire la regione numero uno in Germania per patrimonio artistico, storico e culturale. Tra le principali attrazioni ed esperienze da fare tra il 18 aprile e il 1° maggio segnaliamo, la sera di Venerdì Santo, un solenne concerto nella cattedrale simbolo della resurrezione di Dresda, la Frauenkirche, dove verrà eseguita la versione originale della “Passione secondo Matteo” BWV 244, la famosa opera di Johann Sebastian Bach.
Da non perdere anche una visita alla Pinacoteca degli Antichi Maestri (Gemäldegalerie Alte Meister) per ammirare capolavori di fama mondiale e prestigiose opere d’arte. Uno tra tutti, è la “Madonna Sistina” di Raffaello, che appartiene alla mostra permanente.
Visto il periodo dal clima mite, non potete non approfittare per fare una crociera sul fiume e visitare i gioielli della Valle dell’Elba. Il fiume Elba è una delle tante ricchezze della Sassonia e la prospettiva che si ha dalle imbarcazioni della Sächsische Dampfschiffahrts (la flotta di battelli a vapore più antica al mondo) è unica. Da Dresda si può decidere di navigare in direzione di Meissen o di Pirna per continuare da qui alla volta della Svizzera Sassone. Durante la navigazione si scorgono numerosi castelli ed ex residenze dei principi e reali di Sassonia come il Castello di Pillnitz, il Lingnerschloss e lo Schloss Eckberg.
A Dresda dal 18 al 21 aprile 2019 si può soggiornare a prezzi contenuti anche nei migliori hotel del centro storico con un rapporto qualità prezzo sopra la media. Un soggiorno di 3 notti per due persone in camera doppia con prima colazione in albergo a 4 stelle, incluso 2 Dresden Museums Card della validità di due giorni per accedere gratuitamente a 14 musei della città, costa a partire da 170 euro a persona.
Per informazioni: www.dresden.de/it/turismo/turismo.php

Parma: tra slow living e e-biking

Parma-Castello-di-Torrechiara

Parma e i suoi dintorni sono lo scenario slow di un intero weekend in totale relax per arricchire il proprio background enogastronomico e trascorrere del tempo immersi in uno dei territori più pittoreschi d’Italia assaporando i prodotti tipici della tradizione, alla scoperta di profumi, colori e sapori. Grazie a Parma Gourmet and Bike Tour, quella che si apre davanti agli occhi di chi si lancia in questa avventura all’insegna dell’andamento lento tra i paesaggi collinari dominati dal Castello di Torrechiara e le affascinanti strade della Piccola Parigi è una finestra sull’universo del Food & Wine, da percorrere a piedi e in sella alle e-bike. La quota di 223 euro a persona in camera doppia – per un minimo di 8 partecipanti automuniti in hotel 4 stelle o in dimora storica a Parma – comprende un pernottamento con prima colazione, guida half day in lingua italiana per tour dei locali centro storico di Parma e per tour con e-bike, tre degustazioni di prodotti tipici in altrettanti locali del cuore della città, con un bicchiere di vino abbinato, degustazione e spiegazione dei prodotti e dei vini selezionati, una visita a una cantina di produzione dei Vini dei Colli di Parma, e a un prosciuttificio con degustazione.
Per informazioni: www.parmaincomingtravel.it

Rinascere a Ischia

Ischia-Regina Isabella

La Pasqua è simbolo di vita, di rinascita, di rigenerazione e qui ad Ischia, e al Regina Isabella in modo particolare, si può beneficiare di questo periodo per una vacanza in cui il risveglio coinvolge la natura; i giorni si fanno luminosi, i colori si fanno intensi e risvegliano i sensi, stimolano la voglia di cambiamento, di aprirsi al mondo.
Il programma speciale per la Pasqua 2019 al Regina Isabella include il trattamento di Camera & Piccola Colazione, Pranzo di Pasqua, Buffet di Pasquetta, un Programma SPA Pasqua 2019 per persona (per lei è previsto uno scrub corpo al ciocco-fango e una maschera a base di ciocco-fango con doccia filiforme. Per lui un impacco corpo al ciocco-fango nell’hammam con effetto detox e un Aroma candle massage al cioccolato). È ben noto che l’aroma del cioccolato favorisce la produzione di endorfine donando energia e gioia. Inoltre, i polifenoli e flavanoli, contenuti in esso, donano alla pelle idratazione e nutrimento per un effetto liscio e vellutato.
Prezzo: da 1.300 euro circa
Per informazioni: www.reginaisabella.com

Pasqua a Livigno per l’ultima neve

Livigno

Il mese di aprile di quest’anno regala un super-ponte: Pasqua e 25 aprile sono l’occasione ghiotta per godersi l’ultima neve. E, visto l’altitudine, a Livigno si scia fino ai primi di maggio. 115 chilometri di piste di vario livello dai 1’800 ai 2’900 metri di quota, con 12 piste nere, 37 rosse e 29 blu servite da impianti di risalita all’avanguardia che comprendono 6 telecabine, 13 seggiovie e 11 skilift disposti su due versanti di montagna. L’innevamento delle piste è garantito; le giornate sono più lunghe e calde e permettono di godersi la via dello shopping con i tanti negozi dutyfree. All’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort****S, lo ski pass è gratuito per la settimana di Pasqua e 25 aprile, arrivando venerdì 19 o sabato 20 aprile, con 7 notti in mezza pensione.
Oltre allo sci, l’hotel propone a tutti i suoi ospiti l’accesso gratuito alla Mandira SPA, con i suoi 1.200 metri quadri distribuiti tra la nuova piscina panoramica con vista sulle vette di Livigno, l’Apotheke con le erbe alpine dove perdersi tra le benefiche essenze, l’idromassaggio salino, l’area saune e le sale relax.
Prezzo per 7 notti in mezza pensione, con ski pass gratuito a partire da 1953 euro per due persone (in camera doppia). Ogni ospite riceve inoltre la Lungolivigno Club, la tessera che unisce tutte le attività del mondo Lungolivigno e consente di accumulare punti da utilizzare subito come buoni sconto negli hotel e nelle fashion boutique del gruppo Lungolivigno. Welcome bonus di 500 punti.
Per informazioni: www.lungolivigno.com

Alla scoperta delle tradizioni di Minorca
Minorca, l’isola della calma e dal fascino esclusivo delle Baleari raggiungibile dall’Italia in poche ore di volo, rappresenta la meta perfetta per trascorrere la Pasqua o i prossimi ponti primaverili. Durante questo periodo si può infatti godere di un clima mite, ideale per andare alla scoperta delle sue attrazioni in totale libertà tra paesaggi unici in fiore e luoghi remoti, e vivere l’anima più autentica dell’isola assistendo alle antiche celebrazioni della Semana Santa.
La settimana di Pasqua è l’occasione perfetta per un tuffo nella storia più antica dell’isola, prendendo parte a processioni e a riti tradizionali molto suggestivi. Da non perdere il martedì la toccante Via Crucis con costumi dell’epoca che ripercorre in varie fermate la vita di Gesù, per poi proseguire il Giovedì Santo a Mahon con la Processó del Silenci che commemora la Passione e la risurrezione del Cristo attraversando le vie della città in un religioso silenzio. Il Venerdi Santo si svolge la processione del Sant Enterrament a Ciutadella, Ferreries, Es Mercadal, Es Migjorn y Sant Lluís ma a Mahon si tiene quella più rappresentativa che rimanda alla sepoltura del Cristo. La domenica di Pasqua si svolge la tradizionale processione del Encontre che segna l’incontro tra il Cristo Risorto e la Vergine Maria che percorrono le vie della città fino alla cattedrale. Oltre a vivere le tradizioni, potrete degustare la deliziosa gastronomia tipica del periodo pasquale. Tra i piatti caratteristici spiccano il potaje de Vigilia, uno stufato di merluzzo a base di verdure e legumi servito con olio d’oliva e prezzemolo; la sopa de ajo, una zuppa all’aglio con l’uovo aggiunto a caldo, olio d’oliva e pane; i bunuelos, le tipiche frittelle alla crema e cannella disponibili anche in versione salata con formaggio, prosciutto, o tonno; le rosquillas, ciambelle con scorza d’arancia e infine la Mona de Pascua, una torta rotonda con un impasto alle mandorle guarnita con uova sode colorate.
Per gli amanti dell’archeologia, poi, da non perdere un tour megalitico con tappa al sito di Trepuco’, villaggio del periodo talaiotico che conserva i resti della muraglia, due “talaiot” torrette, l’edificio di culto “taula” e resti di abitazioni del II millennio a.C.
Per informazioni: www.menorca.es

Kirghizistan: tour nomadi e carovane

Kirghizistan

Tour per veri viaggiatori, amanti della natura, che sanno sacrificare a volte il comfort a favore di esperienze indimenticabili. Paesaggi d’alta quota, due pernottamenti in yurte, laghi spettacolari e petroglifi che datano VIII secolo a.C..
Tre quarti del Kirghizistan, in Asia Centrale, sono composti da montagne e oltre 2000 laghi in alta quota. Son Kul, a oltre 3000 metri, è base di accampamenti e infatti si vivrà l’esperienza dell’accoglienza nella yurta. Issyk Kul, considerato la perla del paese, è il secondo lago più profondo al mondo coi suoi 669 mt. Alimentato da centinaia di fonti sotterranee, significa “lago caldo” perché non gela mai; le montagne che lo circondano lo proteggono dalle correnti creando un microclima.
Il viaggio toccherà il parco nazionale Ala Archa, e avrà un aspetto etnografico con i petroglifi che testimoniano la presenza umana da migliaia di anni. Queste terre furono battute dalla Via della Seta, dove l’ospitalità dei chirghisi rifocillava i viandanti; le valli di Tien-Shan in particolare offrivano rifugio a mercanti, operai, monaci e soldati. Qui si ammirerà il Caravanserraglio, a 3200 mt, ancora ben conservato. Partenza: 24 aprile Durata: 8 notti.
Prezzo da da 1.580 euro a persona in camera doppia, voli inclusi.
Per informazioni: www.parextour.it/tour/nomadi-e-carovane

Golf vista lago di Garda

Lago di Garda-Palazzo Arzaga

Che si tratti di un week end lungo o di una gita last minute di un solo giorno, Palazzo Arzaga è la meta ideale per iniziare a gustare i primi assaggi di primavera e approfittare delle festività pasquali o dei prossimi ponti. Immersa in una tenuta di 144 ettari, a soli 5 chilometri dal Lago di Garda, Palazzo Arzaga è un’antica dimora del XV secolo armoniosamente riconvertita in Golf e SPA Resort a 5 stelle. Qui comodità e lusso si fondono perfettamente. Chi è in cerca del dolce far niente può approfittare di una spettacolare terrazza con piscina e zona relax, dove rimanere in ascolto della natura. Per chi invece punta sul benessere per fare il pieno di energie, la raffinata SPA by Clarins propone, oltre a i trattamenti, una piscina coperta, un’area relax, 3 saune, 2 bagni di vapore, una vasca idromassaggio e docce di varie temperature. Per gli sportivi e, in particolare, gli appassionati di golf, il vero fiore all’occhiello di Palazzo Arzaga sono i suoi due campi da 18 e da 9 buche, progettati rispettivamente da due leggende del golf mondiale, Jack Nicklaus II e Gary Player, insieme all’Arzaga Golf Academy.
Prezzo: il pacchetto Golf costa 504 euro a persona per soggiorno di 4 notti
Per informazioni: www.palazzoarzaga.it

A Merano fiori e tradizioni

Giardini Castel Trauttsmandorff Merano

A Merano, perla dell’Alto Adige incastonata nella verde Val Passiria, Pasqua vuol dire primavera, sole, luce, colori, profumi: qui la natura si risveglia in anticipo grazie al microclima particolare. Il periodo pasquale è anche l’occasione per visitare i bellissimi Giardini di Castel Trauttmansdorff, appena riaperti dopo la pausa invernale: 12 ettari di verde terrazzato che in un suggestivo anfiteatro naturale riuniscono paesaggi esotici e mediterranei, vedute mozzafiato sugli scenari montani circostanti e sulla città baciata dal sole.
Ma Pasqua è anche tradizione: la domenica, ad esempio, per i meranesi è un’occasione per indossare gli abiti tradizionali e andare in chiesa per celebrare la Resurrezione, per poi sedersi a tavola, sfidarsi nella tradizionale battaglia delle uova sode, il cosiddetto “Pecken” e gustare le mille delizie della tradizione gastronomica altoatesina, come il “Fochaz” (il pane), il prosciutto di Pasqua con la salsa di rafano, gli asparagi bianchi, e la dolce corona di pasta lievitata… Il giorno di Pasquetta, invece, apre ufficialmente la stagione delle corse all’Ippodromo di Maia, protagonisti i magnifici cavalli Avelignesi: un appuntamento che richiama con i suoi giovani fantini e i cavalli dalla chioma d’oro grandi schiere di pubblico di ogni età.
Per soggiornate potete scegliere il Park Hotel Mignon, lussuoso 5 stelle di proprietà della famiglia Glatt-Amort-Ellmenreich è un vero e proprio paradiso di privacy e benessere nel cuore della città, a soli 5 minuti a piedi dal centro ma immerso in un grande parco rigoglioso di fiori e piante. Fiore all’occhiello, la Spa di 2000 metriquadri e con un ampio menu di trattamenti che sfruttano le proprietà dei prodotti di montagna.
Prezzo: dal 12 aprile al 5 maggio 2019 l’Hotel propone 5 notti a partire da 1.090 euro o 7 notti a partire da 1.474 euro a persona in camera doppia con balcone, in formula “Pensione Benessere Mignon”.
Per informazioni: www.hotelmignon.com

Pasqua in Turchia

Turchia

Un grande classico: Istanbul con il fascino delle moschee e dei tesori del Topkapi, Ankara la capitale, la Cappadocia e i suoi camini delle fate, Konya dei dervisci danzanti, il bianco “castello di cotone” di Pamukkale, Aphrodisias ed Efeso, uno dei siti archeologici più importanti della Turchia.
Si inizia da Istanbul, con le moschee fra le più belle al mondo, il palazzo Topkapi che fu centro del potere ottomano per quattro secoli, la piacevolezza di una crociera sul Bosforo e il divertimento dello shopping nelle 4000 bancarelle del Gran Bazaar.
Poi via per la Cappadocia, che pare uscita da un libro di fiabe, perché gli agenti atmosferici hanno creato forme naturali bizzarre e uniche e l’uomo vi si è adattato. Oltre alle tappe classiche si visiterà la città sotterranea di Kaymakli.
Quindi Konya, patria del movimento mistico dei Dervisci, Pamukkale con le sue cascate calcaree colme di acqua termale, fino alla costa affacciata sull’Egeo, che ha in Efeso, Patrimonio dell’Umanità, una delle meraviglie del mondo antico. Partenza: 20 aprile Durata: 7 notti.
Prezzi a partire da 1.195 euro a persona, voli inclusi da Bergamo e Bologna.
Per informazioni: www.parextour.it/tour/pasqua-in-turchia

Due giorni di total relax nel rifugio termale

Porretta Terme

Fra le curve morbide e sinuose dell’Appennino tosco-emiliano si nasconde una sorgente di benessere… Un “rifugio” per ritrovare nuovi spazi, tempi e stili di vita: è la spa termale dell’Hotel Helvetia di Porretta Terme, in provincia di Bologna. L’acqua utilizzata nella spa è quella salsobromoiodica estratta dalla sorgente che un tempo veniva utilizzata dalle Antiche Terme. Queste acque sono particolarmente rinomate ed efficaci per disturbi muscolo/tendinei, neuromuscolari e vascolari. L’Hotel e la spa sono ospitati in un edificio dei primi del ‘900 che mantiene intatto il fascino di uno stile Liberty elegante e austero. Ma è l’architettura della spa a rappresentare la vera unicità del luogo; essa è infatti ambientata all’interno di un autentico rifugio anti-aereo bellico.
Per il periodo pasquale e i ponti di Primavera la struttura propone il pacchetto Gold (2 Notti) che include: pernottamento in camera doppia, prima colazione, trattamento di mezza pensione, accesso alla SPA Termale e al Fitness center, 1 Massaggio aromatico al Bergamotto da 50 minuti che contribuisce a tonificare la pelle e a donarle nuovo vigore e sconto del 15% per trattamenti benessere aggiunti prenotati almeno 48 ore prima dell’arrivo.
Prezzo a coppia a partire da 459 euro
Per informazioni: http://www.helvetiabenessere.it

Pasqua alle Maldive su un’isola deserta

Maldive

I maldiviani lo hanno battezzato “your private secret paradise”, il tuo paradiso privato. E segreto. Dove si trova? Nell’atollo di Haa. Si tratta delle Maldive che non avete mai visto, quelle dove il turismo non è mai arrivato. Le Maldive del Nord, una manciata di isole coralline nel blu intenso dell’Oceano Indiano, deserte e disabitate.
Proprio qui North Maldives una piccola organizzazione turistica maldiviana, propone in esclusiva per il mercato italiano una vacanza davvero speciale: Pasqua su un’isola deserta. In realtà la proposta abbraccia non solo Pasqua ma i mesi di marzo, aprile e maggio 2019 e prevede il soggiorno sull’isola di Dhidhdhoo, la capitale delle Maldive del Nord, nel lodge The Veli Inn, l’unica struttura turistica di tutta l’isola. Ogni mattina gli ospiti vengono portati in barca su isole deserte, circondate da lagune cristalline, dove non c’è niente e nessuno. Lingue di corallo decisamente wild. E qui North Maldives organizza barbecue in spiaggia con pesce pescato durante il tragitto, propone drink con il cocco raccolto al momento dalle palme che crescono a pochi metri dalla spiaggia e fornisce ombrelloni, sdraio e stuoie per ripararsi dal sole e per il giusto comfort in spiaggia.
Una vacanza ideale per coppie che vogliono intimità, per gli spiriti romantici, per chi è alla ricerca di un luogo fuori dal mondo e per chi vuole fuggire, almeno per qualche giorno, dalla vita quotidiana. Una vacanza selvaggia, nella natura, dallo spirito green. Infatti, North Maldives destina una parte dei proventi per il progetto di tutela ambientale Blue Atoll, che consiste nello smaltimento della plastica che infesta gli oceani.
Le tariffe (800 euro in alta stagione, 720 euro in bassa stagione) includono il soggiorno, i trasferimenti interni dalla capitale Male all’isola di Hanimandhoo/Dhidhdhoo con voli di linea della compagnia di bandiera maldiviana IAS Maldivian Airlines, i trasferimenti con motoscafo veloce da e per l’aeroporto, tutte le escursioni sulle isole deserte e le tasse maldiviane. Non sono inclusi i voli dall’Italia per i quali gli ospiti dovranno provvedere in autonomia.
Per informazioni: www.northmaldives.com

Pasqua a Istria tra golf e centro benessere

Istria-Kempinski

Il Kempinski Hotel Adriatic a Savudrija, nei pressi di Umago, è l’albergo dove il lusso accoglie e accompagna i suoi ospiti durante tutto il soggiorno. Circondato da pittoreschi uliveti e vigneti, questo paradiso appartato gode di una vista mozzafiato sul Mar Adriatico, offrendo il massimo del comfort e della privacy ai suoi clienti. Un rilassante centro benessere di 3.000 mq la Carolea SPA, un campo da golf a 18 buche e ottime proposte gastronomiche da gustare nei suoi due ristoranti gourmet, Dijana e Kanova. Sia che si decida di trascorrere una vacanza attivamente o di trascorrere momenti di completo relax in spiaggia, l’atmosfera istriana renderà il soggiorno comunque e sicuramente indimenticabile. Non a caso è la destinazione preferita anche da sposi in viaggio di nozze o solo da coppie in cerca di una romantica fuga d’amore.
Per consentire ai suoi ospiti di vivere al meglio la propria vacanza, il Kempinski Hotel Adriatic apre la stagione con 3 offerte: un soggiorna di 3 notti con sconto del 25% e prezzo in camera doppia a partire da 109,00 Euro a notte valido fino al 25 aprile 2019, sconto del 20% con lo speciale Early Booker! E prezzo di 116,00 euro al giorno in camera doppia fino al 5 gennaio 2020 e il pacchetto “Soggiorna e gioca a golf” che prevede prezzo in camera doppia a partire da 225,00 euro a notte con soggiorno minimo di 2 notti.
Per informazioni: www.kempinski.com/istria

A tutto sport in Tirolo

Hotel Veronika (c) Olympia Region Seefeld

All’ Aktiv Hotel Veronika di Seefeld, in Tirolo, gli sportivi non si annoieranno di certo: quattro giorni nelle montagne tirolesi, passeggiate con le torce, divertente caccia al tesoro di Pasqua nel paese di Seefeld, noleggio gratuito delle biciclette. E per gli ospiti più piccoli ci sono tanti laboratori e attività su misura, come serate make-up, baby dance e animazione.
Da non perdere poi la romantica escursione con le fiaccole per tutta la famiglia al lago Wildsee, per vivere anche “in notturna” le atmosfere alpine che Seefeld sa regalare.
Dal 17 al 27 aprile, in mezza pensione, con merenda pomeridiana con caffè, tè e pasticcini, utilizzo gratuito dell’area benessere con piscina coperta, sauna e zona fitness, programma settimanale attivo con passeggiate, serate con musica al pianoforte, gite e molto di più, a partire da 997 euro, per 4 giorni, 2 adulti + bambino fino ai 16 anni.
Per informazioni: https://www.aktivhotel-veronika.at

Viaggio a sorpresa!
Proprio in occasione dell’arrivo della primavera, FlyKube, startup italo-spagnola che organizza viaggi a sorpresa, ha deciso di lanciare sul mercato il suo nuovo format turistico: una sorta di interrail, ma con una combinazione di aereo e treno, e con tappe ignote!
Al momento della prenotazione, infatti, l’utente sceglie la città di partenza e la durata del viaggio, senza sapere dove andrà. La destinazione, o meglio, le destinazioni, saranno comunicate solo un paio di giorni prima della partenza.
Il viaggiatore può scegliere di spostarsi ogni 3 giorni (2 notti) in una destinazione a sorpresa in Europa. La durata complessiva del viaggio va da 5 giorni fino ad 11, con un costo a partire da 299 euro per 5 giorni e 4 notti. Al momento della prenotazione, il viaggiatore vedrà l’elenco di tutte le destinazioni disponibili, con la possibilità di escludere 3 città gratuitamente (per le successive verrà applicato un piccolo extra), poi FlyKube si occuperà di organizzare il resto. Le città dell’itinerario saranno comunicate due giorni prima della partenza, gli spostamenti potranno essere in aereo o in treno, a seconda delle città.
Per maggiori informazioni: https://www.flykube.com/it/viaggio-multidestinazione-sorpresa

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Scoprire New York attraverso la sua Street Art

DailyMood.it

Published

on

New York è un vero e proprio hub della street art. La città è stata per anni scena fertile per gli artisti e come tale, la street art è inestricabilmente legata a tutto ciò che caratterizza New York per quello che è oggi. Il meglio della street art risiede a Brooklyn, ed in particolare nel quartiere di Bushwick che si contraddistingue per il suo carattere industriale. Raggiungerlo è semplice con i voli Aer Lingus, via Dublino, dove è possibile effettuare le procedure di dogana e immigrazione già prima dell’imbarco, ancora in terra irlandese, evitando lo stress all’arrivo. Attualmente, la compagnia offre voli per il Nord America a partire da 239 Euro* per viaggi da effettuarsi dal 1°aprile al 13 giugno 2019. I voli si possono acquistare direttamente dal sito web della compagnia aerea, www.aerlingus.com.

Una parte di Bushwick è stata trasformata in una galleria a cielo aperto, la Bushwick Collective, fondata da Joseph Ficalora, conseguentemente a una tragedia personale scaturita dall’incredibile violenza verificatasi nell’area. Con la speranza di incitare un cambiamento nel quartiere, Ficalora ha aperto questa galleria all’aperto riscuotendo un enorme successo. Bushwick ora, oltre ad essere un quartiere riqualificato e sicuro, è anche casa di diversi capolavori…

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending