Connect with us

Mood Town

Douz e Tozeur La Tunisia delle oasi e del maestoso deserto

DailyMood.it

Published

on

Douz, una porta sul deserto tunisino
Per scoprire il vero deserto della Tunisia bisogna addentrarsi nella regione più a sud del paese e soggiornare nella splendida località di Douz, conosciuta come “la porta del deserto”. Douz è l’oasi più antica della Tunisia: si erge a ridosso del deserto del Sahara, tra dune di sabbia bianca e autentiche foreste di palme da dattero che nei secoli hanno reso florida l’economia di questa località. Inoltre Douz è sempre stata una tappa fondamentale per le carovane che dal sud sahariano si dirigevano sulle coste tunisine.
In questa località ancora oggi è presente la cultura nomade dei M’razig, popolo di pastori nomadi che da sempre preferisce vivere nell’autenticità della vita del deserto. Molto conosciuto è il Souq di Douz, il mercato cittadino, in cui si vendono spezie e prodotti artigianali che colorano e profumano tutta la città; settimanalmente viene organizzato il mercato del bestiame dove i pastori accorrono di buon mattino per aggiudicarsi gli asini e i dromedari migliori.
Douz vanta una posizione privilegiata per il turismo: ricca di hotel che offrono tutti i comfort nonché una splendida vista sulle dune, è il luogo prefetto in cui soggiornare in vista di un’escursione nel deserto. È possibile effettuare escursioni in giornata con guide locali che raccontano ai visitatori la vera essenza della vita e della cultura del deserto, rilassandosi in compagnia durante una gita a dorso di dromedario oppure divertendosi a bordo di quad o 4×4 guidando tra le dune. Per finire cenare con piatti tipici tunisini sotto una tenda berbera per poi calarsi nell’emozione unica di passare una notte ad ammirare l’immensità del cielo sahariano, illuminato da una quantità di stelle di cui troppo spesso dimentichiamo l’esistenza.
Per chi volesse assistere ad un evento unico nel suo genere, nei mesi di novembre e dicembre, in quest’oasi si svolge il “Festival del Sahara”, una festa per ricordare e onorare la pace che ormai da anni regna tra le tribù del Sahara, un tempo in lotta fra loro. La festa è ricca di eventi spettacolari: corse con i cammelli, sfide tra cavalieri beduini, ricostruzioni di scene di vita ancestrali, il tutto accompagnato da un souq, mostre, spettacoli artistici e musicali che nella splendida cornice del Sahara creano un’atmosfera del tutto particolare.

Il lago salato di Chott El-jerid
Vicino a Douz si può ammirare un’altra meraviglia della natura, simbolo di un territorio in continuo cambiamento e ricco di sorprese. A metà strada fra Douz e Tozeur si trova Chott El-Jerid. Una distesa salata dai colori cangianti e sempre diversi che si estende per oltre 5.000 km² in una forte depressione del terreno. Oggi non può che suscitare meraviglia, la sua superficie infatti cambia continuamente colore a causa delle alte temperature e alle scarse precipitazioni: in questo pianura sconfinata è facile essere abbagliati da un miraggio. Mai uguale, d’estate diventa un’immensa distesa di sale così densa da sembrare ghiaccio mentre d’inverno è ricoperto da un sottile strato d’acqua.

Tozeur e Nefta: le oasi del deserto.
Più a nord di Douz, superato il lago salato di Chott El-Jerid, ci si imbatte nelle città di Tozeur e poco più a ovest troviamo Nefta. Queste sorgono al limitare di palmeti sconfinati e si rivelano delle vere oasi nel deserto. L’atmosfera esotica si riflette anche nelle tipiche architetture di mattoni ocra, disposti in modo da formare affascinanti disegni geometrici. Se si ha la fortuna di visitare una casa nel vecchio quartiere di Tozeur o di Nefta, si possono scoprire i palazzi sahariani: antiche costruzioni che dispongono di un fresco e splendido cortile interno attorno al quale vi è una successione di vestiboli, arcate, camere dai soffitti alti fatti di foglie di palma intrecciate e piccole finestrelle da cui si godono scorci di incredibile bellezza.
Tozeur è inoltre la capitale dei datteri: i palmeti di questa regione sono infatti i più pregiati e producono una famosa varietà di datteri, la Deglet Nour o “dattero di luce”, a polpa tenera, di colore ambrato e traslucido. Il viale che fiancheggia il palmeto diventa così il luogo di incontro dei buongustai con i suoi numerosi ristoranti che offrono un’ampia scelta di piatti di cucina regionale del Jerid, di cucina italiana e internazionale. Il periodo di novembre è perfetto per osservare la raccolta dei datteri.
Questa regione ha un paesaggio tanto particolare da essere stata scelta da George Lucas per il set di Star Wars, i fan dei film fantascientifici possono recarsi in pellegrinaggio al villaggio di Mos Espa e ammirare dal vivo le scenografie del film.
Per gli amanti dello sport la regione offre diverse attrazioni: potrete soggiornare in uno degli hotel di lusso della città e scoprire il Golf delle Oasi. Per i più avventurosi invece a Tozeur si trova il parco Sahara Lounge con il suo percorso sportivo di arrampicamento, o più semplicemente è possibile passeggiare nel palmeto a dorso di un mulo.
Da non perdere assolutamente è il viaggio a bordo del Lézard Rouge, la Lucertola Rossa, un piccolo treno del 1920 che vi porterà a 70 km da Tozeur per scoprire le cascate dell’Oasi di Tamerza.
Un viaggio alla scoperta di città in bilico tra passato e futuro.

Per maggiori informazioni, visitate il sito www.tunisiaturismo.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − sette =

Mood Town

Estate low cost a Dubai

Published

on

Avete sempre sognato di passare l’estate lontano, ma in un luogo che possa offrire tutte le comodità di una grande città – shopping sfrenato e attività adrenaliniche inclusi – unite alla possibilità di godervi mare e spiagge dorate? Dubai potrebbe essere la destinazione ideale per questa estate, approfittando delle offerte di Emaar Hospitality Group, che per questa stagione propone esperienze di soggiorno a Dubai con tariffe davvero competitive negli hotel dei suoi tre brand fino al 30 settembre 2018.

Gli ospiti sono invitati a sconfiggere il caldo e godersi un perfetto mix di divertimento, relax ed esperienze gourmet da una parte all’altra di Dubai. Le speciali tariffe estive si applicano a soggiorni presso il brand di extra lusso Address Hotels + Resorts, l’esclusivo lifestyle Vida Hotels and Resorts e i contemporanei Rove Hotels di medio livello.

Presso Address Hotels + Resorts e Vida Hotels and Resorts potrete usufruire di una notte gratis

GHS_Address Dubai Mall_esterno

ogni due notti prenotate. Fra questi hotel l’Address Boulevard è collegato al Dubai Mall, il più grande e visitato centro commerciale al mondo. Per chi ama stare fronte mare Address Dubai Marina è una sistemazione ideale, mentre gli appassionati di golf possono optare per Address Montgomerie, una proprietà tranquilla che assicura un’esperienza di vacanza unica. Come resort di lusso in stile arabo, che rappresenta il perfetto equilibrio fra ricche tradizioni e bellezza contemporanea, Palace Downtown è invece la scelta perfetta.

Vida Downtown consente agli ospiti di scoprire un perfetto insieme di stile e comfort, mentre il Manzil Downtown, un boutique-lifestyle hotel in sintonia con una sensibilità culturale, si distingue per veri pezzi di design, accompagnati da un’ospitalità autenticamente araba.

Per un soggiorno “senza fronzoli”, ma perfetto per il viaggiatore moderno che vuole godersi quanto di meglio Dubai ha da offrire, Rove Hotels garantisce un ottimo soggiorno in diverse strutture in città, tutte interconnesse, perfette per esplorare Dubai a prezzi eccezionali: le tariffe partono infatti da AED 198 (€ 45,78) a notte nelle cinque proprietà situate in varie parti della città.

Olivier Harnisch, Chief Executive Officer di Emaar Hospitality Group, ha affermato: “Dubai è fermamente determinata a confermare la sua posizione di destinazione di punta dell’ospitalità e del tempo libero, in grado di soddisfare sia i clienti business sia quelli di vacanza in tutto l’arco dell’anno. Le nostre esperienze estive sono perfette per famiglie e coppie che vogliono godersi il meglio di Dubai e desiderano esperienze memorabili dalle strutture di prim’ordine di Emaar Hospitality Group. La campagna promozionale è stata pianificata per venire incontro alle aspirazioni lifestyle sia dei turisti esteri sia dei residenti in Dubai e darà un significativo contributo nei mesi estivi al settore turistico della città, rinomato a livello globale.

Rove Dubai Marina

Come ulteriore vantaggio, particolarmente apprezzato da famiglie e coppie che soggiornano presso Address Hotels + Resorts, Vida Hotels and Resorts e Rove Hotels, l’offerta “Live It Up” propone due tipologie di pacchetti per accompagnare ogni soggiorno con esperienze culturali, enogastronomiche o di svago, acquistabili alla reception di ogni hotel che fa parte di Emaar Hospitality Group.

Si può approfittare delle più divertenti attrazioni presenti in città come il VR Park, il Palazzo del Ghiaccio di Dubai, il Dubai Aquarium & Underwater Zoo e KidZania®, oppure optare per Dubai Opera e At the Top, Burj Khalifa. Si può scegliere sia il pacchetto con due attrazioni per USD 39 (€ 32,12) o protrarre l’esperienza con il pacchetto da quattro attrazioni a soli USD 59.

Dal tranquillo al vivace, dal classico al contemporaneo, gli ospiti che risiedono in Address Hotels + Resorts, Vida Hotels and Resorts e Rove Hotels possono provare ristoranti e bar particolari, grandi svaghi, esperienze mozzafiato, attività arricchenti e divertimenti per tutta la famiglia.

Per ulteriori dettagli su gratuità, sconti ed esperienze visitate: www.addresshotels.com; www.vidahotels.com; www.rovehotels.com

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

L’ Aprica in estate: una montagna di attività

Published

on

Immersa nella splendida natura delle Alpi e nel cuore della Valtellina, l’Aprica è ricca di luoghi da scoprire e da esplorare. Non solo d’inverno, ma anche d’estate, il territorio di Tirano e i suoi dintorni, offrono numerose attività dedicate a chi ama la natura e gli sport all’aria aperta.
Ideale non solo per gli sportivi però, ma anche per chi cerca semplicemente un luogo dove trascorrere dei momenti per rilassarsi, circondati dalla natura e lontano dall’afa della città e dalla folla delle spiagge prese d’assalto.

Dalle riserve naturali alle aree protette, fino ai percorsi cicloturistici e di trekking, l’Aprica è un luogo ideale da vivere e da scoprire durante la stagione estiva.

Questo territorio è ricco di parchi e riserve naturali, come la quella di Pian di Gembro, che offre la possibilità di effettuare rilassanti passeggiate immersi nella natura e ammirare le specie rare di fauna e flora che popolano questa zona. Inoltre, all’interno della riserva, è presente un’aula didattica per accogliere e coinvolgere i visitatori alla scoperta del territorio.

Anche l’Osservatorio Eco-Faunistico Alpino regala un’esperienza unica a contatto con la natura e all’insegna della conoscenza. Infatti, in una vasta area di 25 ettari di boschi, si snoda l’itinerario didattico-naturalistico, attrezzato e facile da percorrere, dove è possibile osservare da vicino e conoscere le numerose specie animali, come i camosci, gli stambecchi e l’orso bruno.

Un mix di profumi, colori e suoni della natura popola il Parco delle Orobie Valtellinesi, con i suoi suggestivi angoli immersi nel verde incontaminato ed esteso su gran parte del versante sud della Valtellina che coincide con le Prealpi Orobie, le cui cime variano tra i 2000 e i 3000 metri di altitudine. La Riserva Naturale Valli di S.Antonio, tutelata per il suo prezioso patrimonio naturalistico, paesaggistico e storico-culturale, a cavallo tra la Valtellina e la Valle Camonica, è meta ideale per semplici passeggiate ma anche per escursioni più impegnative.
Numerose sono le attività per gli sportivi più incalliti, che non rinunciano neanche d’estate a una sana dose di attività fisica. In particolare, per gli amanti della bicicletta, la Media Valtellina è sicuramente uno scenario perfetto per le due ruote. Percorsi di ampia e media lunghezza, tra valli più o meno soleggiate sono l’ideale sia per una pedalata tranquilla sia per l’allenamento di chi di questo sport ne ha fatto una passione.
Dalla mountain bike al ciclismo da strada, da percorsi per chi cerca emozionanti avventure a sentieri per godersi una gita poco impegnativa, questa magnifica montagna offre una serie di itinerari che consentono di pedalare sui tratti più celebri del Giro d’Italia, come il Passo del Mortirolo, nel cuore delle Alpi, ma anche il Gavia e il Tonale.
Se preferite il trekking sarete certamente ugualmente accontentati. L’Aprica è ricca anche di tracciati per centinaia di Km di sentieri chiaramente descritti e segnati che conducono gli appassionati di trekking all’interno di aree protette e percorsi dai quali si possono ammirare meravigliosi panorami e suggestivi paesaggi.
Si può scegliere tra quattro Percorsi Tematici: il Sentiero “Monte della Croce”, un tracciato storico-militare risalente alla Prima Guerra Mondiale, facilmente percorribile e ben documentato, il Sentiero “Beato P.G. Frassati”, dal quale si può giungere presso un magnifico punto panoramico sulla Valtellina e presso una cappella dedicata a S. Carlo, il Sentiero “Il legno è vita”, dove si trovano bacheche che illustrano l’importanza del legno e dal quale si possono ammirare bellissimi paesaggi sulle Alpi Retiche, infine il Sentiero “Premio Nobel C. Golgi”, un percorso immerso nel bosco che giunge presso la Chiesetta di San Martino Franco.
Ma non finisce qui, dal nuoto al tennis, dal tiro con l’arco fino alla pesca sportiva – grazie ai numerosi torrenti, laghi alpini e laghetti artificiali – quest’area offre lo scenario perfetto per ogni tipo di sport, climbing e parapendio inclusi.
Dopo così tanta attività fisica, la giornata non potrà che concludersi all’insegna dell’offerta enogastronomica, che certo non manca in queste zone dove potrete gustare i più rinomati sapori del territorio valtellinese, terra di eccellenze agroalimentari, come la bresaola, e tradizioni culinarie tramandate nel tempo, come i gustosi pizzoccheri o i deliziosi sciatt, delle frittelline croccanti di forma tondeggiante con cuore di formaggio fuso, per non parlare della Polenta Taragna e del Taròz, un purè di patate, fagioli e fagiolini conditi con burro e formaggio tipico valtellinese. Il tutto abbinato agli ottimi vini locali da abbinare ai tipici formaggi, come il Casera o il Bitto.

Per maggiori informazioni: http://www.valtellinaturismo.com

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Un giugno in musica per Firenze

Published

on

Dai concerti di musica sinfonica dei grandi compositori del passato alla maratona di 12 ore all’aperto con l’elettronica dei DJ più quotati del mondo; dai canti gregoriani sul sagrato di un’abbazia millenaria al festival di musica rock sotto le stelle o spettacoli di danza e recitazione che si fondono con la musica nella cornice di importanti teatri. Il mese di giugno a Firenze sarà spiccatamente all’insegna della musica, celebrata in tutte le sue tipologie. Molte le location degli appuntamenti, tutte in luoghi suggestivi della città.

Vediamo nello specifico gli appuntamenti da segnare in agenda.

Per tutto il mese: il Giugno Musicale Fiorentino
Giunto alla ottantunesima edizione, il primo festival italiano di musica e teatro continuerà con importanti date con 21 spettacoli solo per il mese di giugno. La celebre rassegna propone ogni anno i massimi nomi dello spettacolo musicale. Concerti per orchestra, reading musicali, spettacoli di danza accompagnata da musica dal vivo, concerti per pianoforte, spettacoli di musica contemporanea, letture teatrali nate da suggestioni musicali: la musica si fonde con le altre arti per dare vita a suggestioni profonde.
Molti i luoghi dei concerti, tutti in pieno centro: il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino accanto al Parco delle Cascine, il Teatro della Pergola che si trova in un palazzo del Seicento alle spalle del Duomo, il Teatro Goldoni di fronte ai Giardini di Boboli, l’Abbazia di San Miniato al Monte, la Chiesa di Santa Maria del Fiore, la Grotta del Buontalenti.
Programma disponibile qui: www.operadifirenze.it/stagione/lxxxi-festival-del-maggio-musicale-fiorentino/

14-17 giugno: Firenze Rocks 2018
Quattro giorni di grandi band presso la Visarno Arena per la seconda edizione del festival rock toscano.
Tante le icone imperdibili: Guns N’ Roses (unica data italiana del tour 2018), Foo Fighters (anche per loro unica data italiana), Iron Maiden, Ozzy Osbourne e molti altri.
La Visarno Arena è un ippodromo immerso nel parco delle Cascine di Firenze. Circondata dal verde e con un’ampissima capienza, l’area è un teatro estivo perfetto per ospitare grandi concerti e molti altri eventi.
È disponibile un abbonamento per i 4 giorni o biglietti per i singoli concerti.
Qui maggiori informazioni: www.firenzerocks.it

24 giugno: Decibel Open Air: 12 ore di musica no stop
Una vera maratona di musica elettronica: 12 ore di musica no stop da mezzogiorno a mezzanotte, con i più grandi dj della scena elettronica mondiale in piena città: all’Ippodromo del Visarno, presso il Parco delle Cascine.
Grandi nomi per il programma della quarta edizione: dal re della dance music Carl Cox, a Paul Kalkbrenner, tra i 20 top dj al mondo che mixa techno berlinese, dance del terzo millennio, acid e lo-fi. Inoltre: The Chemical Brothers, Dubfire:Live HYBRID e Alan Fitzpatrick, Ben Sims.
Maggiori informazioni qui: www.decibelopenair.com

21 e 26 giugno: celebrazioni per i mille anni di San Miniato al Monte
Spostandosi leggermente in collina con una passeggiata da Piazzale Michelangelo, si arriva al punto panoramico della romanica Abbazia di San Miniato al Monte.
In occasione della ricorrenza del millennio dalla fondazione, è stato preparato un programma di 12 mesi di più di 50 eventi fra incontri d’arte, celebrazioni e spettacoli, che vedrà nel mese di giugno la concentrazione di quattro giornate con suggestivi momenti musicali.
Il 21 giugno dalle 21.00: “The Millennium Sunset Prayer Concert”, concerto per coro e orchestra con musiche di Ian Cecil Scott in prima esecuzione assoluta.
Il 23 giugno per tutta la giornata sul sagrato si susseguiranno laboratori medievali, spettacoli di strada, animazione, artigianato, canti gregoriani dei monaci. Alle 16.15 Bronnoysund Music Korpi in concerto; alle 21.00 Toscana junior band in concerto.
Il 26 giugno dalle 21.00: il Maggio Musicale Fiorentino per il Millenario di San Miniato: coro L’Homme Armé diretto da Fabio Lombardo con musiche di Guillaume Dufay (il compositore più influente in Europa verso metà XV secolo) e David Lang (nominato nel 2013 Compositore dell’anno dalla rivista Musical America): influssi di modernismo, minimalismo e rock, usando brake drum e sonagli, crotales, glockenspiel, grancassa e campane tubolari. Ingresso libero.
Il 30 giugno alle 21.00:Fantasia Millenaria”, prima esecuzione di un concerto per pianoforte e orchestra composto da Filippo Landi per il Millenario. Esegue Filippo Landi con l’Orchestra Cupiditas.

Se avete intenzione di prendere parte a una o più di queste rassegne che soddisfano tutti i gusti musicali, vi consigliamo di soggiornare presso l’Hotel Brunelleschi (https://www.hotelbrunelleschi.it) a pochi passi dalle location di queste manifestazioni.
L’Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. Parte degli Esercizi Storici Fiorentini, l’hotel è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante e confortevole.

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending