Connect with us

Sfilate

Tutto il meglio della Parigi Fashion Week 2018

Published

on

E con Parigi si chiudono le “Big 4” delle Fashion Weeks più ambite nella moda (New York, Londra, Milano, Parigi). Tante le tendenze e i look che abbiamo visto sfilare in passerella e che ci hanno fatto sognare. E così, prima che si chiuda questa stagione fredda (fin troppo fredda oseremo dire…), vediamo come ci vestiremo per l’autunno inverno 2018-2019 e quali sono i designer che ameremo di più.

Iniziamo subito con Hermés, tra i primi ad aprire la settimana della moda parigina e che ha letteralmente spiazzato per la scelta della suggestiva location. Il giardino del lycée Victor Duruye, infatti, si è trasformato in un vero e proprio bosco incantato. Il rosso è stata la tonalità primeggiante in questo splendido contesto fiabesco, caratterizzato dal contrasto della pelle indossata dalle modelle. La donna di Hermés, come sempre, è una donna di gran classe che non ha bisogno di eccessi barocchi, perché in grado di sprigionare (e spesso ostentare) la sua eleganza con uno stile semplice e classico. Un lusso fatto da piccoli dettagli in grado di fare la differenza e di contrastare un look, solo all’apparenza, estremamente minimal. Abbiamo visto quindi lunghi stivali arancioni in suede abbinati ad un completo di pelle color cuoio, oppure gialli con un intramontabile copricapo lungo total black, anch’esso rigorosamente in pelle. Tagli destrutturati e vita alta, si sono riconfermati come due trend ancora molto in voga. Sicuramente, molto amati dalla maison francese.

Balenciaga-(Credits-Getty-Images)

Dalle fiabe di Hermés all’underground di Balenciaga – divenuto ormai un vero e proprio tratto distintivo del brand. Una montagna fatta di graffiti, che ricordava molto una sorta di skateboard park, ha fatto da cornice a una delle sfilate più irriverenti di questa Fashion Week, con un vero e proprio inno allo streetwear. La donna di Balenciaga, infatti, è una donna che ama apparire con forme oversize all’interno di un contesto street. Riconfermati anche qui i punti cardine su cui si basa la cifra stilistica del marchio: colori fluo che giocano con stampe animalier e tessuti a metà fra il tecnico e il couture. E nella prossima stagione, continueremo a vedere abbinamenti cromatici apparentemente causali e contrastanti insieme a forme maxi, per una donna che ama il comfort ma vuole essere sempre trendy. E, come sempre, per tutte coloro che si sentono un po’ Mary Poppins, nulla è più azzeccato delle super borse a puff firmate Balenciaga.

Nessuna location particolare, invece, per Valentino. Lo stilista che ha contribuito a rendere grande il nome dell’Italia nel mondo, infatti, ha preferito uno sfondo neutro perché a far sognare, come sempre, sono i suoi abiti, capaci di rendere delle vere e proprie principesse chiunque li indossi. Simbolo di eleganza e raffinatezza, Valentino ha continuato sulla strada delle tinte pastellate – specie il rosa che ha esplorato in moltissime varianti cromatiche. Lunghi completi ton sur ton, monospalla, foulard e balze hanno fatto innamorare tutti gli ospiti della sfilata, specie la super top model e blogger americana Karlie Kloss che non poteva certo perdersi questo evento.

Esattamente come Balenciaga, anche se con uno stile certamente più smorzato e

Hermés-(Credits-Getty-Images)

più minimal, anche Stella McCartney ha riconfermato il suo assioma assoluto fatto di comfort e big size. In questo caso, a farci emozionare non è stata tanto la location quanto il finale del fashion show che, omaggiando e ricordando la stella del pop George Michael, ha visto le modelle tornare in passerella per cantare e ballare tutte assieme sulle note dell’iconica Faith.

Per finire, una delle sfilate più attese di questa Fashion Week è stata senza dubbio quella di Chanel, il cui tocco sofisticato è riconoscibile in tutto il mondo. Perle e twill hanno accompagnato tutti i look, in cui abbiamo visto piumini corti abbinati a lunghi abiti da sera, forme morbide e immancabili tailleur che hanno sfilato all’interno di una foresta, ricostruita appositamente per l’occasione, dai connotati magici. Non c’è niente da fare, in ogni collezione della storica maison riusciamo a riconoscere il tratto artistico e inconfondibile del marchio senza che questo risulti mai datato, grazie a quella capacità unica di mantenere uno sguardo verso la tradizione ma essere sempre e comunque al passo con i tempi.

Che dire? Questa Fashion Week parigina ci ha fatto tornare la voglia di freddo per poter sfoggiare già tutti i trend che diventeranno ben presto un must. E voi quale look sceglierete?

di Francesca Polici per DailyMood.it

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 5 =

Sfilate

FARHAD RE PARIS FASHION WEEK – Collection ready to wear spring summer 2022 ROUND-TRIP TO THE MOON

Published

on

Farhad Re drew his inspiration from current events: fascinated by the conquest of space, he imagined a modern woman, conquering the world, while connecting her to her Roman origins, like a vestal of the future …

Expected continuation of the couture collection, Farhad Re presents its first Prêt-à-Porter collection. We find the warrior and conqueror woman, signature of the creator, in dresses 100% chiffon and silk tulle. The very elaborate details attest to Farhad’s desire for high-end, such as the silk organza squares, cut and folded by hand to form a flower, a detail that can be found in the couture collection. Note that the dyes in the collection – green, blue, pink – are 100% ecological and specially developed for this collection, giving it a unique character. The gold armor created for sewing has been used here as a belt, bustier and dress. A deliberately sexy collection, with dizzying slits, reminiscent of women’s gowns from ancient Rome. The fluidity contrasts with the rigidity of the gold armor and organza flower belts. A woman aware that the earth is fragile and that the answer to all our questions lies beyond our planet.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

MFW SS 2022

EXCLUSIVE PARIS debutta alla MFW con l’artista Alec Monopoly

Published

on

Grande successo per il debutto alla MFW di Exclusive Paris con un evento alchimico tra arte, lusso e moda. Per l’occasione le iconiche tute del brand, che coniuga vivacità creativa a un’attitude vitale, incontrano l’estro di Alec Monopoly, artista internazionale e giunto appositamente dagli USA, con una live performance e dj set. A fare da cornice alla presentazione della nuova collezione A/I 2021-2022, che si caratterizza per la scelta della ciniglia come tessuto principe, un corpo di ballo che ha indossato le nuove tute Exclusive Paris.

L’azienda di streetwear, nata a Roma nel 2018, si è subito imposto all’attenzione di una clientela giovane e metropolitana grazie un giusto mix tra social media e testimonial d’eccezione.

Una storia autentica che racconta del successo di un giovane creatore e imprenditore Patrizio Fabbri, classe 1988, che dopo anni di lavoro nel mondo retail, ha realizzato il sogno di lanciare una linea di abbigliamento che definisce nuovi standard in materia di streetwear.

Così è nato Exclusive Paris. Un progetto che Patrizio, fondatore e direttore artistico del marchio, segue in ogni singolo aspetto, come spiega lui stesso: «Sviluppo e supervisiono tutto io, dalla scelta tessuti e grafiche alla vestibilità, fino alla scelta dei testimonial». Appassionato di moda fin da bambino, l’imprenditore romano ha alle spalle una lunga esperienza nel mondo fashion, un perfetto esempio di self made man made in italy.

Exclusive Paris punta su due valori: la continua ricerca stilistica e una cura maniacale dei particolari, declinando il gusto street di Fabbri in tessuti pregiati e dettagli sofisticati, per capi dallo stile cosmopolita e originali, che hanno conquistato numerosi protagonisti della scena trap, hip-hop e più in generale musicale del nostro paese. Tutti personaggi che sono diventati fan del marchio in modo naturale grazie all’originalità delle proposte firmate Exclusive Paris. Un successo che ha premiato il modus operandi di un’azienda in cui la sperimentazione nell’ambito dello streetwear di tendenza va di pari passo con la qualità. Non a caso tutti i capi sono prodotti in Italia e utilizzano tessuti premium.
La filosofia di Exclusive Paris è riassunta dal claim ‘Be Exclusive’, che fa riferimento alla capacità di interpretare uno stile unico nel proprio genere, dinamico e trasversale, scegliendo abiti in costante evoluzione, originali e dall’appeal internazionale pur senza risultare mai estremi.

La tuta resta un caposaldo delle collezioni disponibile in innumerevoli colori, ma nel tempo l’offerta è stata ampliata ad altre categorie uomo, donna e bambino, e spazia ora tra completi felpa e pantalone, bodysuit, shorts, giubbini, giacche a mo’ di pelliccia in ciniglia, t-shirt con scritte a contrasto, tracksuit arricchite da inserti fluo o motivi animalier.

Convinto che avere un brand «non significa prendere una maglietta e metterci sopra il proprio marchio ma equivalga, invece, alla ricerca ossessiva di esclusività e novità», Fabbri è determinato a portare Exclusive Paris in tutto il mondo, convinto che «il momento passerà e usciremo da questa crisi con un nuovo spirito di collaborazione, più forti di prima.». Una storia tutta italiana di coraggio e saper fare che da Roma si sta espandendo verso il mondo, anche grazie al potere pervasivo della musica e dei social.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

MFW SS 2022

MFW – La sostenibilità nel mood della eleganza rilassata da Eleventy

Published

on

La Milano Fashion Week diventa scrigno per le donne in generale, per una collezione che merita attenzione in una giornata che ha offerto al suo pubblico in presenza un’occasione per ritrovare qualità e sostenibilità per un brand, Eleventy, che continua a stupire ed a far sognare. Una bella e nuova interpretazione dove la leggerezza sta al passo con la sostenibilità e dove la parola d’ordine è “eleganza rilassata”.

Guardaroba insomma come scrigno. Dove i capi diventano i veri “mood” per una scelta dove le contaminazioni sono un must che mescola stili, cerca nel classico per approdare al naturale ed al sartoriale in modo inedito e moderno. Una interpretazione della prossima moda SS22 che pensa non tanto ad “una donna” ma “alle donne”, donne moderne e femminili che hanno voglia di scegliere. Una scelta tra tante diverse possibilità di abbinamenti e che risponde alla semplice domanda di “di cosa hanno veramente bisogno le donne?”. E come è il loro guardaroba?

Come recita il comunicato stampa si passa dalla “sartorialità sportiva”, alle contaminazioni tra generi. Come nelle gonne plissè “in tessuto tecnico mostrano pieghesoleil arricchite da ritocchi a contrasto dipinti a mano. Le felpe si impreziosiscono di punti luce nelle bande laterali e gli effetti matelassé danno un tocco glamour al mondo athleisure.Diventa un capo versatile lo spolverino con frange mentre i bomber di estrazione sportiva sono impreziositi da stampe foulard piazzati e i track pants hanno fluidità grazie all’uso della techno silk. Il denim è arricchito da una costruzione patchwork con varie tonalità di bleach sia nella versione indaco che nella versione del grezzo sbiancato”. Ma non solo. ecco che la seta, il lino ed il cotone diventano protagonisti ma in modo inedito attraverso delle stampe esclusive che richiamano l’estate  e la leggerezza per mostrare una “attitudine contemporanea” attraverso una sartorialità glamour ed un sofisticato uso del vello naturale  per il cashmere e del cotone crepe super ritorto.
Guardaroba femminile che cerca nei colori di quello maschile. Ed ecco che i colori diventano grezzi fino ad arrivare al beige.
Una donna che si impreziosisce con una femminilità data da una eleganza quasi naturale, con bomber leggerissimi ma di gusto sartoriale.
Ma sono i gessati in tela strech a stupire e a far riconoscere nella femminilità che esprime la donna Eleventy per la prossima estate tutto quel gusto di donna moderna pronta ad essere sempre se stessa.
Gusto di essere e di sentirsi vivi. Voglia di vita e di essere e sentirsi “preziose” in modo unico, perche’ naturale Sostenibilità e leggerezza..

E ben venga se tutto questo può essere grazie a una vestibilità a tutto tondo dei capi, con filati preziosi per la maglieria per esempio o piccoli punti di traforo che renderanno i look della prossima stagione estiva unici, leggeri e sostenibili che si tratti di uno spolverno con frange o un bomber.Unici. Come le donne moderne che li indossano.

di Cristina T. Chiochia per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending