Connect with us

Accessori

Dal 1987, Chanel dona allure al tempo

DailyMood.it

Published

on

In 30 anni di avventura nell’orologeria, CHANEL avrà approcciato tutti i métiers che fanno parte dell’Alta Orologeria. Un’orologeria concepita come un oggetto di piacere, che non rinuncia alla competenza tecnica e artigianale necessaria alla creazione di oggetti preziosi, pronti a definire il tempo.

Nell’Ottobre 1987, quando CHANEL creò un orologio, nessuno se lo aspettava.
Venne chiamato Première.

1989-Carole-Bouquet Premiere

Première: aggettivo femminile singolare. Significa che precede gli altri nel tempo, nello spazio, nel rango; principale, superiore.
Nome femminile singolare: ciò che è stato realizzato per la prima volta, ciò che è valutato il migliore. Nei trasporti, la classe superiore.
Nella Haute Couture, la direttrice dell’atelier. In orologeria, il primo orologio creato esclusivamente per le donne da CHANEL, ispirato alla forma del tappo del flacone del profumo N°5 e a quella di Place Vendôme. Contrariamente a tutto ciò che è stato creato prima, questo orologio dedicato alle donne non è una rielaborazione di un orologio da uomo.

Impersonato da Inès de la Fressange, è contemporaneamente un autentico segnatempo e un accessorio di moda. Incorpora tutto. E porta bene il suo nome. L’orologio Première apre il primo capitolo della grande storia della Maison e dell’Orologeria. Con questo, CHANEL dà al tempo tutto lo spazio che merita: una superficie senza fine, senza quadrante né indici. Una superfice liscia e piana sulla quale planano infinite possibilità. L’orologio diventa allora un vero gioiello, quintessenza della femminilità, superando la sua funzionalità.

Tutto è nell’arte della sorpresa e della meraviglia, la voglia inesauribile di creare. Le icone della Maison ispirano e diventano segnatempo: Perle, Camelie, Comete, Matelassé, Fiocchi si legano al polso e contribuiscono a rinnovare senza sosta i codici dell’orologeria femminile. Ormai tutto è disegnato, concepito, sviluppato e fabbricato internamente. Nessun subappalto, nessuna licenza.

Nel 2000, una nuova rivoluzione. Il J12.
In ceramica nera, è la prima icona dell’Orologeria del ventunesimo secolo. Questo inalterabile e scintillante nero racchiuso nel rotore, fa l’effetto di uno shock quando arriva a Place Vendôme. Un bracciale come una seconda pelle si adatta naturalmente alla temperatura del corpo contrariamente al metallo. CHANEL fa della ceramica high-tech una materia preziosa, e del nero profondo un colore essenziale dell’orologeria.

Nel 2003, con la creazione del J12 bianco, CHANEL reinventa il bianco, immacolato, opalescente, e lo impone da più di 10 anni come un colore inevitabile dell’orologeria. Moltiplicando le versioni pur rispettando la sua natura profonda, le serie effimere e le edizioni d’eccezione, ancora oggi, CHANEL continua a reinterpretare questa icona dell’orologeria, fino a proporre una versione XS, altamente femminile. Il J12 non si è accontentato di rivoluzionare l’orologeria CHANEL. Ha anche iniziato un movimento fondamentale nell’orologeria utilizzando: il nero, il bianco e la ceramica.

Nel 2005, l’orologio J12 Tourbillon apre nuovi orizzonti di competenza e di creatività. Cinque anni dopo CHANEL va ancora più lontano, con il J12 Rétrograde Mystérieuse. Di estrema complessità, il movimento del J12 Rétrograde Mystérieuse apre a CHANEL le porte dell’alta orologeria. In CHANEL, la tecnica orologiera è al servizio della creatività, mai il contrario. Tutto è realizzato in-house nel rispetto delle tradizioni svizzere che si adattano alle ambizioni creative. Un orologio CHANEL non è mai dove te l’aspetti. Calibra il tempo, inverte i codici con audacia.

Nel 2012, in occasione del suo venticinquesimo anniversario , l’orologio Première si arricchisce di un tourbillon volante. Il tempo CHANEL decolla. CHANEL offre alle donne l’opportunità di entrare nel mondo delle alte complicazioni meccaniche. Tourbillons di diamanti a forma di camelia o di cometa, complicazioni orologiere mai viste prima. Essendo la tecnica al servizio della creatività, CHANEL non ha limiti. Le innovazioni si susseguono. CHANEL è premiata per la prima volta al Grand Prix d’Horlogerie de Genève nella categoria «Montre Dame» per l’orologio Première Tourbillon Volante.
Questo premio prestigioso viene dato ogni anno alle migliori creazioni e agli attori più importanti dell’universo orologiero.

Lo stesso anno, i pezzi rari della collezione Mademoiselle Privé, sogni da mille e una notte, fanno girare la testa e il tempo. Quadranti fantasiosi, movimenti raffinati, tecniche artigianali rivisitate: ricami con fili d’oro, intarsi di madreperla e diamanti, antica tecnica glyptique, nulla è impossibile. Grazie alle mani dei più grandi artigiani smaltatori, incisori, intagliatori, incastonatori, questa collezione scrive una nuova pagina della storia creativa dell’orologeria CHANEL e diventa territorio d’espressione del savoirfaire d’eccellenza.
L’orologio Mademoiselle Privé Camelia Brodé, il cui quadrante è stato ricamato con fili di seta colorati secondo la tecnica della «Peinture à l’aiguille», ha permesso a CHANEL di conquistare il suo secondo Grand Prix d’Horlogerie de Genève nel 2013, nella categoria «Métiers d’Art».

Nel 2015, l’orologio BOY∙FRIEND riconsidera i codici androgini dell’orologeria femminile. Un orologio dall’allure maschile totalmente dedicato alle donne. Un’altra prima assoluta.
CHANEL presenta nel 2016 per la prima volta un cinturino in metallo che riprende il motivo Tweed per l’orologio BOY∙FRIEND.
Nato da un intreccio di fili d’acciaio, questo cinturino richiede una prodezza tecnica per richiamare la ricchezza del tessuto.

Nel 2016, CHANEL firma il suo primo movimento di Alta Orologeria in-house il CALIBRO 1. Ore saltanti, minuti retrogradi, il primo orologio concepito specificamente per gli uomini: l’orologio Monsieur de CHANEL. Questo orologio non esisteva, è stato immaginato. Il suo movimento non esisteva, è stato concepito per animarlo. La sua cassa non esisteva, è stata creata per accoglierlo.
Così vanno le cose da CHANEL, dalla voglia nascono gli strumenti per trasformare il sogno in realtà.
Dal desiderio nasce una creazione.

Nel 2017, CHANEL Horlogerie compie trent’anni. Trent’anni sempre con la stessa voglia di andare più lontano, più in alto. La Maison firma il suo secondo calibro in-house e interpreta di nuovo l’orologio Première in una versione di Alta Orologeria. Di un nero assoluto, questo movimento scheletrato, unico nel suo genere, incarna uno dei simboli della Maison e la libertà dello Studio Creativo della Maison. Trent’anni e sempre la stessa voglia di creare: per la fine dell’anno 2017, CHANEL lancerà una nuova estetica, un vero codice di riconoscimento da portare al polso.

Nel 2017, CHANEL Horlogerie ha tutto l’avvenire davanti a sè. E, dal 1987, un passato prestigioso alle spalle. Una manifattura svizzera, brevetti, invenzioni. Orologi che sublimano il tempo. Da 30 anni, CHANEL firma la propria visione dell’orologeria e crea nuovi codici orologieri. Orologi che, anno dopo anno, scrivono l’allure del tempo.

Crediti Immagini: ©CHANEL

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 4 =

Accessori

Pollini presenta la nuova capsule “Pollini Italian Tour”

DailyMood.it

Published

on

Pollini presenta la nuova capsule “Pollini Italian Tour” in occasione della 88° edizione di Micam, che si terrà dal 15 al 18 settembre a Milano.
La collezione attraversa con l’immaginazione le principali città italiane, in un viaggio che parte da Milano per arrivare a Firenze, Roma, Palermo e Venezia. Un excursus nella storia d’Italia in parallelo a quella del brand Pollini, anch’esso forte di una storia e di una tradizione tutta italiana.
Pollini Italian Tour si caratterizza per l’iconica stampa all-over con la P e la corona d’alloro serigrafate su fondo nero, reinterpretata su una varietà di modelli must-have personalizzati con stampe di patch multicolor che evocano le postcard, i bolli da viaggio e le etichette delle valigie di un tempo.

Sette i modelli di borse scelti che rivisitano lo storico monogramma in chiave contemporanea: una borsa da viaggio, un bauletto, uno zaino, due shopping bag e due shoulder bag. La proposta include anche la piccola pelletteria, con un beauty e due portafogli, la sneaker con maxi suola e il foulard stampato.
La capsule Pollini Italian Tour sarà immediatamente disponibile per l’acquisto presso le boutique Pollini, sull’e-store ufficiale pollini.com e in una selezione esclusiva di retailer multimarca italiani e internazionali.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Accessori

Fede Cheti Eyewear: una visione di arte e design

DailyMood.it

Published

on

L’ingresso nell’elegante showroom di via Manzoni a Milano: un caleidoscopio di colori, disegni, tessuti le riempie gli occhi trasmettendo un’idea del bello che rimarrà indelebile nella sua mente. Alessia Fugazzola ha solo 14 anni quando, accompagnando la madre appassionata di home decor, entra in contatto con il mondo di Fede Cheti e ne rimane affascinata.
Nata nel 1905, imprenditrice tessile di grande successo a capo di un’azienda che arriva a contare oltre 150 dipendenti, Fede Cheti tra gli anni ’30 e ’70 del secolo scorso afferma il suo marchio a livello nazionale ed internazionale: i tessuti d’arte da lei disegnati con stile inconfondibile, definiscono gli arredi e gli ambienti più eleganti del mondo. Intellettualmente sempre curiosa, amante delle sperimentazioni, esercita anche un’illuminata attività di mecenate nei confronti di giovani artisti poi divenuti famosi come Giò Ponti, Luciano Fontana, Filippo De Pisis, Renè Gruau, Emmanuel Canovas che negli anni collaborarono per la sua griffe.

La cifra estetica di Fede Cheti, il suo senso del colore, la ricerca di design originale, raffinato e sempre distintivo, diventano un punto di riferimento costante nella crescita personale e poi nella formazione professionale di Alessia Fugazzola che, seguendo l’istintiva passione per la moda e l’arte, rileva con il marito Nicola Zeni il marchio Fede Cheti con il ricco archivio di disegni originali.
L’aspirazione di entrambi è conferire una nuova vita all’heritage del brand, attualizzando in chiave contemporanea la raffinata visione stilistica di Fede Cheti. Identificano nell’occhiale, un oggetto ad alto contenuto di design, l’accessorio con il quale dare avvio alla rinascita del marchio. Una scelta non casuale, perché gli occhiali sono da sempre la grande passione di Alessia Fugazzola: li porta da quando era bambina, ne possiede a decine e li reputa l’accessorio più distintivo dello stile di chi li indossa.

Si getta quindi con entusiasmo nella creazione della sua prima collezione eyewear, che realizza con la preziosa consulenza di Dante Caretti, già direttore artistico di Mido Design Lab e di DaTE, il salone dell’occhialeria di ricerca internazionale. Caretti, affascinato dalla qualità di un progetto con una storia tanto particolare da raccontare, la mette a contatto con i migliori professionisti dell’eyewear e con le più qualificate realtà artigianali produttive del Cadore. Con loro Alessia centra l’obiettivo di una collezione di occhiali di alto design, dotati di una vestibilità assoluta, definita dalla leggerezza dei materiali, dal bilanciamento dei pesi, dall’ergonomia studiatissima.
Fede Cheti Eyewear debutta a febbraio 2019, in occasione di MIDO: undici modelli che nella variegata offerta di colori e grafiche diventano 54 proposte di stile. Occhiali dalle forme a farfalla predilette da Alessia ma anche dalle linee più arrotondate, dove le grafiche e i disegni di Fede Cheti sono citate in dettagli esclusivi, come il fiore della famosa fantasia Shonbrunn che appare nei modelli più iconici.
Nella visione di Alessia Fugazzola, Fede Cheti Eyewear è il primo di un racconto di stile che si svilupperà in tanti capitoli: la collezione si arricchirà dei modelli dedicati all’uomo, mentre verrà presto presentata una licenza di tappeti firmata Fede Cheti, ispirata ai bellissimi disegni dell’archivio.
Tanto belli che Alessia sta lavorando al progetto di un libro che illustri la storia di questa inimitabile maestra di stile attraverso la raccolta delle sue creazioni: l’omaggio di una giovane donna di oggi a una donna vissuta in un’altra epoca ma assolutamente contemporanea per visione, intraprendenza, coraggio.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Accessori

Versace presenta una nuova collezione eyewear

DailyMood.it

Published

on

Versace presenta una nuova collezione eyewear caratterizzata da modelli che celebrano la storia del marchio: le eleganti montature in metallo sfoggiano il motivo Greca delicatamente inciso a laser, mentre le borchie Medusa impreziosiscono il ponte e le parti finali delle aste.
La nuova campagna pubblicitaria mette in risalto i nuovi modelli dalle forme moderne, indossati dall’attore Luke Evans. Gli style da sole e da vista incarnano la maestria artigianale di Versace e spaziano dalla classica silhouette pilot alla dinamica mascherina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

MODELLO DA SOLE: VE 2212
GRECAMANIA PILOT
Un occhiale in metallo flat con frontale definito e intagli laterali. I tratti distintivi sono il medaglione Medusa sul ponte e il motivo Greca inciso a laser sulle aste in metallo. Il modello è disponibile in argento scuro con dettagli canna di fucile e lenti a specchio grigie.

MODELLO DA SOLE: VE 2213
GRECAMANIA VISOR
Questo modello da sole a mascherina si distingue per il frontale ben definito e gli intagli laterali. Il ponte è arricchito dal medaglione Medusa, mentre le sottili aste metalliche sono impreziosite dal motivo Greca inciso a laser. Questi occhiali da sole dalla speciale silhouette si declinano in una palette cromatica sui toni dell’oro con dettagli dorati e lenti grigie.

MODELLO DA VISTA: VE 1257
Gli elementi di spicco di questo modello da vista maschile sono il motivo Greca e il medaglione Medusa sulle parti finali delle aste. La struttura metallica a cerchio aperto vanta un doppio ponte con effetto “clip-on”, mentre le aste incise a laser con motivo Greca sono impreziosite dal medaglione Medusa in corrispondenza dei terminali. Questo modello da vista si compone di montatura dorata con finali asta e doppio ponte in metallo nero opaco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending