Connect with us

Mood Town

Tante proposte primaverili per coniugare relax e arte, coccole e storia, benessere e cultura nel prezioso patrimonio umbro

Published

on

w-Consorzio-Umbria-Benesser

24 marzo 2013

In Umbria, le 23 migliori strutture del benessere, tra residenze d’epoca, relais di charme, resort, agriturismo, country house, sporting center, beauty-farm e SPA, compongono il Consorzio Umbria Benessere – Club Vitae.

Qui il concetto di benessere passa anche attraverso il territorio, la natura e la cultura che costituiscono il ricco patrimonio della regione.

Assisi, Spello, Perugia e molte altre sono le cittadine umbre celebri, ma la regione è costellata di piccole località meno note ai più, ma di uguale fascino e comunque ricche di cultura, arte e storia.

Per non parlare poi degli ambienti naturali che il territorio offre a chi vive la vacanza anche come un’occasione per praticare attività fisica all’aperto. È il caso della zona del Lago Trasimeno.

La natura qui è ancora incontaminata, sentieri e percorsi che si snodano lungo le rive del lago permettono lunghe passeggiate a piedi o tour in bicicletta.

Mentre le cittadine dislocate nei dintorni, da Castiglione del Lago a Magione a Panicale, offrono uno spaccato della storia umbra.

Info: www.umbriabenessere.eu

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Mood Town

Dieci consigli per chi parte per la prima volta per una crociera

Published

on

Il settore delle crociere è uno di quelli che ha sofferto maggiormente con la pandemia. Ma ora, con la situazione migliorata e le riaperture, le crociere sono tornate più forti che mai e con procedure di sicurezza semplificate.

Costa Crociere, ad esempio, ha appena aggiornato i protocolli sanitari relativi al Covid-19, rendendo ancora più accessibili le sue vacanze, a partire da quelle in programma il prossimo autunno e inverno.

Dall’8 ottobre entreranno in vigore nuove procedure che porteranno a una ulteriore semplificazione delle misure, in particolare di quelle pre-imbarco, previste a bordo delle navi della compagnia, dove già dalla scorsa primavera è possibile godere pienamente, senza restrizioni, dei servizi a bordo e a terra, quali escursioni, ristoranti, bar, teatri, palestre, piscine, aree benessere.

Le novità principali riguardano Mediterraneo, Caraibi ed Emirati Arabi, dove gli ospiti con vaccinazione completa non dovranno più sottoporsi al test di pre-imbarco. Inoltre, nel Mediterraneo e nei Caraibi potranno salire a bordo anche ospiti non vaccinati, con test antigenico pre-imbarco negativo.

Secondo i dati forniti da Crocierissime, il sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, il 30% degli italiani ha intenzione di partire in crociera quest’anno. Molti di loro sono già dei veterani che conoscono i vantaggi di questo tipo di vacanza, ma per altri sarà la prima esperienza.

Una crociera presenta tutti i vantaggi di un viaggio organizzato. Viaggiare a bordo di una nave grande, o meno grande, a seconda dei gusti, permette di vedere molti luoghi senza dover fare e disfare le valigie ogni volta, di avere tutto comodamente a bordo e a portata di mano: ristoranti, piscine e aree di svago, giochi, spettacoli, aree di cultura e di relax, SPA… E la possibilità di incontrare persone e socializzare o, al contrario, di isolarsi su una sdraio per leggere un libro.

Chi è già stato in crociera ne conosce i vantaggi e forse anche qualche svantaggio, ma per chi è alla sua prima crociera, gli esperti di Crocierissime hanno preparato dieci consigli da tenere a mente:

  1. Scegliete la nave giusta

Sembra ovvio, ma non lo è. L’offerta di crociere è enorme e le destinazioni verso cui si può viaggiare sono allettanti. Così come le diverse compagnie e i tipi di nave, la durata del viaggio, i tipi di cabine, ciò che è incluso e ciò che non lo è, e così via. È importante analizzare attentamente ciò che si cerca per la prima crociera. Forse la cosa migliore da fare è consultare un buon motore di ricerca per crociere, che offre tutte le informazioni necessarie. Non è consigliabile scegliere una crociera troppo lunga e con molti scali, bisogna avere tempo anche di godersi la nave e vedere come ci si sente a navigare. È bene anche scegliere il tipo di cabina che si desidera tra l’ampia offerta ma considerando che in crociera ci si passa solo poco tempo perché l’offerta della nave è vastissima durante tutto il giorno e la notte. Anche le differenze di prezzo possono sono enormi.

  1. Prenotate in anticipo

Non vale solo per la crociera, in genere è indispensabile prenotare sempre in anticipo per una vacanza: voli, treni, hotel, escursioni, ecc. Man mano che ci si avvicina alla data prescelta, i prezzi aumentano. Quasi tutte le compagnie fanno offerte speciali, a volte con sconti fino al 50%. Le prenotazioni possono essere effettuate con un costo nominale e, nella maggior parte dei casi, possono sempre essere cancellate senza alcun costo aggiuntivo. Alcune compagnie offrono anche la possibilità di fare un prezzo migliore se si trova un’offerta più conveniente per la stessa crociera. Quindi bisogna essere organizzati e prenotare il prima possibile. Ed è sempre consigliabile stipulare il maggior numero possibile di assicurazioni.

  1. Pianificate le escursioni per tempo

Al budget per la traversata, che di questi tempi è relativamente basso, va aggiunto il costo delle escursioni, che non sono quasi mai incluse. Prenotarle a bordo è solitamente costoso e potrebbero non esserci più posti disponibili. Alcune persone cercano queste escursioni in autonomia, svincolandosi dalla nave, con altre agenzie o addirittura noleggiando un taxi o un minibus per un piccolo gruppo. Probabilmente è più economico, ma si consiglia di assicurarsi di essersi rivolti a professionisti che non deludano le aspettative.

  1. Arrivate con uno o due giorni di anticipo

La maggior parte delle crociere parte il primo giorno nel pomeriggio/sera e l’imbarco avviene con largo anticipo per caricare i bagagli, portarli nelle cabine, fare il check-in, dare una prima occhiata alla nave, ecc. Tuttavia, può essere una buona idea arrivare nella città di partenza uno o due giorni prima, non solo per anticipare un eventuale ritardo del volo, anche per adattarsi al cambio d’orario o al jet lag, per visitare la città, anche se solo brevemente, vedere la distanza dal porto, magari fare un po’ di shopping prima dell’imbarco. Vale la pena sapere, ad esempio, che la maggior parte delle compagnie aeree consente di portare a bordo alcune bevande, anche se con delle limitazioni, poiché, se non sono incluse, sono solitamente costose. Molte compagnie, tra l’altro, offrono un pacchetto bevande a un prezzo ragionevole.

  1. Fate attenzione al non incluso”

Le tariffe delle crociere coprono di solito i costi della cabina, i pasti, le attività di bordo e l’intrattenimento. Ma, in molti casi, ci sono costi aggiuntivi per pacchetti bevande, mance, connessione internet, escursioni a terra, tasse e spese portuali… Pertanto, è bene verificare con il motore di ricerca, la compagnia o l’agenzia di viaggi presso cui si prenota, cosa sia incluso e cosa no e fare un calcolo dei costi aggiuntivi.

  1. Portate un bagaglio a mano

Nelle crociere di solito non c’è limite di bagagli, anche se gli armadi delle cabine non sono grandi, ma è vero che ci sono serate di gala o che il tempo può cambiare all’improvviso a seconda degli scali ed è bene avere un abbigliamento adatto per ogni occasione ed eventualità. In genere, i bagagli vengono lasciati al molo d’imbarco, una volta etichettati e assegnati, e i membri dell’equipaggio sono responsabili di portarli a bordo mentre i passeggeri effettuano il check-in. Tuttavia, è consigliabile portare con sé un piccolo bagaglio a mano con gli oggetti più essenziali: medicinali, articoli da toilette, un cambio di vestiti, oggetti personali, perché a volte i bagagli impiegano molto tempo per raggiungere la cabina.

  1. Non andate al buffet il primo giorno

La tentazione di conoscere l’offerta gastronomica che si potrà gustare a bordo, soprattutto se sotto forma di buffet, è grande. Questo è ciò che pensa la maggior parte dei passeggeri, ma forse la cosa più pratica da fare è scoprire l’offerta in un altro momento o il giorno successivo, perché a quel primo pranzo o cena ci sarà tutta la nave. Potrebbe essere una buona idea andare in uno degli altri ristoranti che la nave offre con pizze, hamburger, panini, cibo alla carta… E lasciare il buffet per un’altra occasione, con un ritmo più tranquillo. Per i pasti à la carte o a menu fisso, di solito viene assegnato un tavolo per ogni giorno della crociera. A proposito, non è consigliabile portare il cibo fuori dalla nave per le escursioni o per un picnic sulla spiaggia, in molti luoghi ci sono restrizioni sanitarie e cani specializzati che individuano questi cibi proibiti e chi ha commesso il ‘reato’.

  1. Attenzione alle mance

È un altro aspetto da non sottovalutare, che può rendere involontariamente più costosa una crociera. La politica generale dipende da ogni compagnia. In alcuni casi sono incluse nel prezzo o viene aggiunto un importo fisso al conto finale, ma bisogna considerare che non sono obbligatorie e se vengono aggiunte si può chiedere che vengano rimosse. In generale, le mance non vengono date direttamente a camerieri, cuochi, personale addetti alle pulizie e altri dipendenti della nave, ma vengono depositate in una busta e in una cassetta della posta comune nell’importo che ciascuno ritiene opportuno e che verrà suddiviso equamente tra tutti. Alcune aziende, soprattutto americane, hanno un manuale delle mance che indica gli importi per persona al giorno per ciascuno dei lavoratori con cui il cliente entra in contatto. Se questo “manuale” viene seguito alla lettera, il costo delle mance può essere superiore al costo della crociera stessa.

  1. Dimenticate il telefono

Sembra una cosa impossibile, ma si può vivere senza cellulare per qualche giorno: è il modo giusto per rilassarsi e godere di tutte le cose belle che la crociera ha da offrire. È anche opportuno farlo per evitare sorprese nella bolletta del telefono. La mancanza di copertura in molti luoghi e durante la navigazione può costringere il dispositivo ad andare in roaming e i costi volano. Se non si può proprio fare a meno del telefono, meglio farlo durante gli scali, verificando la tariffa applicata in ogni luogo. L’ideale è metterlo in “modalità aereo”, in questo caso “modalità nave”.

  1. Godetevi i vostri ritmi

Ogni giorno si riceve una copia del programma quotidiano della nave con le attività e gli eventi a bordo e le escursioni previste. L’offerta può essere travolgente: film, corsi di danza, arti e mestieri, seminari, comici, gruppi musicali, spettacoli, giochi sul ponte e in piscina, massaggi e trattamenti, per non parlare del tempo per mangiare, nuotare, fare esercizio fisico, leggere, chiacchierare e prendere il sole. È possibile riuscire a incastrare tutto? No, non lo è, né è consigliabile, quindi ognuno deve fare le sue scelte migliori in base a cosa ricerca e sogna durante una vacanza. Se non si fa una scrematura si rischia di finire per essere travolti e una volta finita la crociera di avere la sensazione di aver bisogno di un’altra vacanza.

di Lidia Pregnolato per DailyMood.it

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

Luoghi poco conosciuti per gustare il miglior cioccolato

Published

on

Settembre è arrivato e l’estate è quasi finita. Per addolcire un po’ le vostre giornate, Civitatis propone un viaggio attraverso gli angoli più dolci del mondo.

Puro, al latte, bianco, alle mandorle, all’arancia, senza zucchero… Sembra che ci sia un cioccolato per tutti. Forse è per questo che è così popolare, perché si adatta a ogni persona in modo che nessuno possa dire “Passo, preferisco un pezzo di carota”.

Inoltre, si dice che questo piccolo piacere migliora l’umore, abbassa il colesterolo, rigenera la pelle e riduce il rischio di malattie cardiache. Si può chiedere di più?

Per questo motivo, Civitatis, azienda leader nella vendita di visite guidate, escursioni e tour gratuiti in spagnolo in tutto il mondo, ha approfittato della data della Giornata del Cioccolato per stilare una lista delle migliori destinazioni al mondo in cui gustare questo gioiello. Perché non tutto ciò che è gustoso fa male alla salute. E se è accompagnato da un viaggio, tanto meglio.

Said, Roma

Come se fosse uscito da una fiaba, questo locale romano è uno dei principali protagonisti della scena italiana del cioccolato.

Situata in una piazzetta raggiungibile attraverso un vicolo che porta alla via Tiburtina, questa antica fabbrica di dolci “quasi nascosta” è, senza dubbio, il posto migliore per gustare il cioccolato in tutte le sue forme. Lì, il viaggiatore può degustare il prodotto in una delle sue poltrone in modo informale o recarsi direttamente al ristorante, dove si preparano piatti complessi il cui protagonista è, ovviamente, il cacao.

Wittamer, Bruxelles
Dovevamo iniziare in Belgio se si trattava di cioccolato. Proprio così: abbiamo dimenticato i luoghi più tipici (nel Paese con la maggior fama di cioccolato al mondo) per portare il viaggiatore in un angolo molto speciale della capitale belga: la cioccolateria Wittamer.
Al numero 6 di Place du Grand Salon si trova un negozio centenario che offre cioccolato e macarons scandalosi. Se è vero che non si tratta di un angolo “sconosciuto”, è ben lontano dalla fama di “Leonidas” o “Neuhaus”, ma il suo cioccolato non ha nulla da invidiare agli altri due.

Läderach, Svizzera
Situata in rue de la Tour-de-I’lle, nel cuore di Ginevra, questa cioccolateria offre i migliori cioccolatini della Svizzera, al di là delle marche commerciali che i turisti affollano subito.

È impossibile visitarla senza assaggiare alcune delle centinaia di cioccolatini offerti. Il prezzo è alto, ma ne vale la pena.

Hugo & Victor, Parigi
I migliori maestri cioccolatieri del mondo sembrano essere concentrati a Parigi, dove i viaggiatori troveranno i cioccolatini più esclusivi, meglio disegnati e più spettacolari del mondo.

Al di là della Manufactrure d’Alain Ducasse, della Maisson du Chocolat e degli altri luoghi dedicati alla più alta forma di lavorazione del cacao, questo stabilimento parigino si è fatto strada tra i giganti per offrirvi alcuni dei migliori cioccolati del mondo.

Schokov, Vienna
I sapori più curiosi si trovano in questo negozio viennese dove si possono provare più di 200 varietà di cioccolato biologico.

Alcuni dei prodotti più venduti sono la lavanda e l’olio d’oliva, anche se la cosa migliore da fare è visitarli durante una delle loro “serate di degustazione” e imparare a conoscere il cacao insieme a un vino scelto appositamente in base ai cioccolatini che si stanno per assaggiare.

Schocov non è solo una cioccolateria, è un’esperienza.

Conspiracy Chocolate, Hong Kong
Il maestro cioccolatiere che ha creato questo piccolo negozio ha sempre saputo di voler offrire un prodotto molto personale senza perdere nemmeno un punto di qualità. È così che è nato Conspiracy, un luogo dove si può gustare il miglior cioccolato di Hong Kong mescolato con pepe di Sichuan, yuzu o CBD.

Realizzato solo con semi provenienti da una fattoria vietnamita, il progetto Conspiracy è in cima alla lista dei viaggiatori che vogliono provare qualcosa di diverso senza perdere di vista l’amore per il cacao.

Kee’s Chocolates, New York
I cioccolatini artigianali di Kee si sono ritagliati uno spazio nella scena più dolce e innovativa della capitale del mondo moderno.

Fino al 2002, Vosges, Jack Torres e la Maison du Chocolat erano presenti in tutti gli elenchi dei luoghi consigliati per acquistare cioccolato a New York. Poi è arrivato Kee’s a cambiare tutto questo, con i suoi dolci fatti ogni giorno e, cosa che i viaggiatori amano di più, la possibilità di assistere alla loro preparazione dal vivo!

Bubó, Barcellona
Il sogno per cui Bubó era nato si è finalmente avverato: creare un piccolo negozio che avrebbe stravolto tutto ciò che si era conosciuto fino a quel momento. Il loro obiettivo è stato di gran lunga superato grazie al duro lavoro, alla qualità e, naturalmente, a un design spettacolare che ricorda quello di una gioielleria.

Le elaborazioni più tradizionali si mescolano con la massima innovazione, evidenziando sempre la cura per la materia prima e la particolare attenzione al suo ingrediente principale: il cacao.

Tutto questo fa di Bubó una tappa obbligata per i viaggiatori amanti del cioccolato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Mood Town

I 10 luoghi più fotografati nel 2022

Published

on

In vista della Giornata della Fotografia, Civitatis ha stilato una lista degli angoli del mondo che hanno accumulato il maggior numero di foto quest’anno.

L’estate è un periodo in cui si viaggia, si stacca la spina e, naturalmente, si fotografa. Non c’è nemmeno più bisogno di una macchina fotografica: il cellulare ha tutto e rende facile immortalare qualsiasi momento, ovunque e in qualsiasi circostanza.

Inoltre, questo sviluppo tecnologico non solo facilita il processo di ritrazione di qualsiasi scena, ma permette anche di analizzare, grazie ad applicazioni come Sightsmap, i luoghi che accumulano il maggior numero di scatti e flash, stabilendo una mappa di calore in base alle città e ai monumenti più attraenti.

Civitatis, azienda leader nella vendita di visite guidate, escursioni e visite gratuite in spagnolo in tutto il mondo, ha condotto uno studio su questi “hot spot” in vista della Giornata della Fotografia, che si terrà venerdì 19 agosto. Quanti di questi sono presenti nella vostra galleria?

1- New York, USA

New York è la città che accumula il maggior numero di foto. E non c’è da stupirsi: la capitale del mondo moderno attira ogni anno milioni di persone che vogliono fotografare quei luoghi che hanno visto mille volte al cinema o in televisione.
I progetti per Manhattan sono infiniti e il carico artistico e culturale della Grande Mela è una forte attrazione per tutti i viaggiatori. I punti caldi sono la Bethesda Fountain (Central Park), l’Empire State Building, Times Square, il ponte di Brooklyn e il World Trade Center.

2- Roma, Italia

La capitale italiana è la seconda città più fotografata nel 2022, seguita da New York. La “Città Eterna” trasforma una passeggiata per le sue strade in un viaggio nel tempo.
Il Colosseo romano e la Fontana di Trevi sono, come prevedibile, i due luoghi più fotografati della città. Seguono il Foro, il Pantheon di Agrippa, il Palatino, Villa Borghese e Trastevere.

3- Barcellona, Spagna

Barcellona è sul podio con un terzo posto tra le città più fotografate al mondo grazie alla sua atmosfera cosmopolita, alla sua offerta culturale, commerciale e turistica, alla sua impressionante architettura, alla sua storia, alle sue strade e alla sua eccellente posizione sulle rive del Mediterraneo.
Sono molti i luoghi di Barcellona che attirano l’attenzione, ma tra questi spiccano la Sagrada Familia, il Park Güell, il Tibidabo, La Pedrera, Casa Batlló, Santa María del Mar e il Camp Nou.

4- Parigi, Francia

La capitale francese, uno dei luoghi più belli e culturalmente ricchi per metro quadro, ha impiegato molto tempo per apparire. Tutti la conoscono come “la città della luce” grazie a un importante fatto storico: è stata la prima città al mondo a illuminare le sue strade con luci elettriche. Ma gli aneddoti non finiscono qui: Parigi è piena di storie, angoli magici, musei e quartieri che sembrano usciti da una fiaba.
Tra questi luoghi magici, i viaggiatori e le loro macchine fotografiche si concentrano innanzitutto sulla Torre Eiffel, seguita da Notre Dame, l’Arco di Trionfo, la basilica del Sacro Cuore, il Louvre, la Sainte Chapelle e il quartiere di Montmartre.

5- Istanbul, Turchia

Un luogo come Istanbul, capitale dei tre imperi, non poteva mancare nell’elenco delle città più fotografate. Passeggiare per le sue strade, navigare sul Bosforo in barca, contrattare nel Gran Bazar e vedere il riflesso del massimo splendore dell’Impero Ottomano nel suo palazzo è qualcosa che ogni viaggiatore dovrebbe fare almeno una volta nella vita.
Tra tutte le attrazioni fotografabili di Istanbul, quelle che attirano maggiormente l’attenzione sono la Basilica di Santa Sofia, la Moschea Blu, il Palazzo Topkapi, la Basilica Cisterna (nota anche come Palazzo Sommerso), il Parco Gülhane, il Ponte di Galata e Piazza Taksim.

6- Venezia, Italia

Al sesto posto della lista c’è Venezia, una città composta da 120 isole collegate da ponti. Di fronte a un tale sforzo umano, nessuno si stupisce delle continue inondazioni che minacciano questa città da favola, che in qualche modo la rendono ancora più speciale.
Tra i luoghi più fotografati di Venezia ci sono Piazza San Marco e la Basilica, il Ponte di Rialto, il Palazzo Ducale e il Canal Grande.

7- Montecarlo, Monaco

Questo quartiere del Principato di Monaco, creato nel 1856 dal Principe Carlo III durante la costruzione di un casinò nella zona, è sinonimo di lusso, classe e belle foto.
I luoghi con il maggior numero di scatti sono il Casinò di Monte Carlo e il Grand Theatre, insieme ad altri luoghi al di fuori del quartiere (ma all’interno di Monaco) come il Port d’Hercule, la Cattedrale, Le Rocher e il Circuito di Formula 1.


8- Firenze, Italia

Terza apparizione dell’Italia nella lista delle città più fotografate, questa volta con Firenze al numero 8 della classifica. Firenze, come la chiamano gli italiani, è una piccola metropoli culturale che offre ai visitatori i migliori musei e gallerie d’arte nei rispettivi settori.
Piazza del Duomo, Ponte Vecchio, la Cattedrale, Piazza della Signoria, il Campanile di Giotto e Santa Maria Novella sono i luoghi più fotografati di Firenze.

9- Buenos Aires, Argentina

Capitale dell’Argentina, questa grande città cosmopolita, divenuta una delle più importanti dell’America Latina, è una delle 10 città più fotografate al mondo.
Buenos Aires è una città moderna che ha saputo conservare le sue antiche tradizioni e alcuni suoi angoli suggestivi, creando un luogo capace di sorprendere e incantare i suoi visitatori.
I punti più interessanti (dal punto di vista fotografico) sono Plaza de Mayo, il Cimitero della Recoleta, la Bombonera, il Monumental, Plaza del Congreso, l’Avenida 9 de Julio e il Parque 3 de Febrero.

10- Budapest, Ungheria

Più di 7 milioni di turisti visitano ogni anno Budapest, la “Perla del Danubio”. Con questi numeri e l’imponente architettura di una città che ha ispirato alcuni dei più grandi artisti della storia, è comprensibile che sia la decima città più fotografata al mondo.
I luoghi che ricevono il maggior numero di flash dai visitatori di Budapest sono il Ponte delle Catene, la Basilica di Santo Stefano, il Parlamento, il Castello di Buda, il Bastione dei Pescatori e il Parco Városliget.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending