Connect with us

Style & Luxury

Alta Orologeria: lo stile inimitabile della nuova collezione di segnatempo dotati di forte personalità e autenticità per vincere ogni sfida

Published

on

28 dicembre 2012

La nuova collezione di Girard-Perregaux, Hawk, rimanda all’idea di eleganza, astuzia, sicurezza e forza; i due modelli, Sea Hawk e Chrono Hawk, affermano in maniera inequivocabile gli attributi della collezione e confermano la grande maestria tecnica di Girard-Perregaux nella fabbricazione di prestigiosi orologi sportivi.

Il design innovativo, frutto di un’esperienza maturata nel settore orologiero dal 1791, trasmette tutta l’energia che li contraddistingue. I due nuovi modelli della collezione, cronografo e subacqueo, arricchiscono il patrimonio del marchio e l’universo dell’orologeria di classe.

Ma il nome Hawk ricorda anche l’esperienza secolare che il marchio vanta in questo settore; nel 1880, infatti, ha inizio la produzione in serie di orologi da polso militari e nel 1940 Girard-Perregaux lancia la prima generazione di orologi Sea Hawk.

La cassa dal diametro di 44 mm in acciaio inossidabile ne definisce il tono: atletica e dinamica, ospita il tempo entro angoli ben definiti che fanno eco alla forma ottagonale del modello Laureato.

Impermeabile fino a 1000 metri, il nuovo Sea Hawk è dotato di una valvola per la fuoriuscita dell’elio in fase di decompressione e di lunetta girevole in senso antiorario per il calcolo dei tempi d’immersione.

Sportivo, elegante e moderno, il Chrono Hawk non lascia niente al caso. Il design della cassa sposa bordi raffinati alla lunetta di forma rotonda; il quadrante consente una rapida visualizzazione dei brevi intervalli di tempo rilevati, mentre il movimento presenta un’eccezionale finitura.

Info: www.girard-perregaux.com

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Sfilate

MFW – Anteprima – Il brand festeggia il 30°Anniversario e presenta la nuova SS23 in special collaboration con Marcello Morandini

Published

on

Per la collezione SS23 Izumi Ogino, Direttore Creativo Anteprima, interpreta la storia del brand portando avanti i valori che da sempre ne caratterizzano l’identità: memoria del passato per immaginare il futuro e stile intuitivo e dinamico per una moda contemporanea capace di vestire tutte le donne.

Da sempre legata al design, la stilista si è ispirata all’arte di fine anni ’60 e inizio anni ’70, periodo del boom dell’arte contemporanea e era d’oro della moda.
È Catherine Deneuve la musa ispiratrice di Izumi Ogino che non solo ha dominato il glamour, ma ha in sé quella forza interiore e fiducia in se stessa che la stilista vuole trasmettere a tutte le donne.

L’artista e pittrice visiva minimalista Carmen Herrera è stata fonte d’ispirazione per interpretare al meglio i valori di vitalità, ricerca e innovazione propri di Anteprima: le sue opere vivide e audaci si riflettono nella collezione in stampe a blocchi di colore, con tonalità contrastanti ma complementari, come il blu e il giallo.

La speciale collaborazione con Marcello Morandini, architetto, scultore e grafico italiano si riflette invece nelle stampe amplificate a proporzioni oversize, nel contrasto bianco/nero capace di riflettere i binomi positivo e negativo, immobilità e movimento.

Morandini festeggia quest’anno il 30° anniversario dell’iconica sedia “Bine” e in occasione del 30° di Anteprima ha disegnato un motivo di stampa esclusivo.

Modello protagonista della collezione SS23 Anteprima è la Mimosa, fiore giallo sinonimo della fine del freddo inverno e l’arrivo della calda primavera: da sempre associato alla giornata internazionale della donna in Italia, rappresenta un simbolo di forza, sensibilità e sguardo verso il futuro, perfetto per celebrare il 30° Anniversario di Anteprima.

Per la prossima Primavera-Estate, il brand porta un messaggio di sostenibilità: l’introduzione del poliestere ecologico per realizzare filati riciclabili.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

MFW – Moschino Donna SS2023

Published

on

“Non possiamo bloccarci sempre di fronte alle crisi. Serve avere amore e magia. La vita è anche questo”

Toni Morrison

La collezione Moschino Primavera/Estate 2023 incarna la risposta del direttore creativo Jeremy Scott allo sconforto e ai problemi che ci affliggono oggi.

Il suo fil rouge è l’atmosfera vivace: dobbiamo essere consci di ciò che avviene attorno a noi, ma al contempo lasciare anche spazio alla felicità. La collezione è un prisma di ottimismo.

Questo simbolico atto di conforto inizia con i look da giorno concepiti per “rimanere a galla”.

Giacche dal taglio squadrato, abiti sportivi e gonne utility sfoggiano cuori gonfiabili, rivisitazioni del celebre emblema della maison.

Rievocando in chiave giocosa la parola “gonfiabile” appaiono in passerella giocattoli da piscina, zattere di salvataggio e giubbetti salvavita che prendono forma su tailleur, capi da giorno ricercati, abiti da sera di grande impatto visivo e accessori multicolor.

Un abito cocktail con spalline giallo acceso è ornato da un salvagente attorno alla vita e da cordoncini di sicurezza in corrispondenza di décolleté e orlo, mentre un tailleur pantalone nero presenta sulla giacca revers e pattine delle tasche gonfiabili, completati da valvole di gonfiaggio ad aria.

A mano a mano che la collezione si svela, emerge un tocco di formalità, con blazer e gonna rosa ornati da braccioli su orli e polsini, una classica giacca biker con collo gonfiabile abbinata a una gonna midi e un abito dritto a fantasia rifinito con una stola a materassino.

La “leggerezza” si intensifica con gli abiti da sera della collezione: un modello fluido e drappeggiato è impreziosito da un bolero gonfiabile a forma di cigno, alla stregua di un’opera d’arte Art Déco firmata Erté, che regala un effetto scenografico, ma frivolo, mentre un abito stampato monospalla con ruches è ornato da una ciambella gonfiabile in vita.

Infine, a completare con umorismo un abito rosa in stile antica Grecia, spiccano due delfini gonfiabili ai lati delle braccia.

In perfetto stile Moschino, ogni capo della collezione racchiude un pizzico di giocosità che strizza l’occhio con doppi sensi e ironia.

Autentici o finti, gli ornamenti gonfiabili ci pongono di fronte all’eterno dubbio tra illusione e realtà, altro elemento concettuale che si aggiunge alla complessità della nostra epoca.

In sostanza, tutto si riduce al tentativo di contrastare la negatività, per giungere in superficie con un raggio di sole, anche quando le acque circostanti sono segnate da un’ombra di grigio.

In quel raggio, va ricercata la felicità.

STYLIST: Carlyne Cerf de Dudzeele
MAKE-UP BY: Kabuki with product provided by

Mulac Cosmetics
HAIR: Sam McKnight with ghd Italia official hair partner
HEADPIECES: Stephen Jones
NAILS: OPI in cooperation with Massimo Albini nail artist from Sifarma
MUSIC: Michel Gaubert
PRODUCTION: Random Production
CASTING: DM Casting
Thanks to Palazzo Del Ghiaccio

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

MM6 Maison Margiela – Spring-Summer2023

Published

on

For Spring-Summer 2023, MM6 Maison Margiela invites you into the sacred space of the rehearsal – into the process behind the performance. Sat on its main stage, you see the Auditorium di Milano Fondazione Cariplo from the same vantage point as our dancers, limbering up for a run-through of Igor Stravinsky’s seismic ballet – an avant-garde masterpiece to this very day – The Rite of Spring. In the stalls, the 60-strong ensemble of the Orchestra Sinfonica di Milano, conducted by Wladimir Schall, makes its final tunings before
the dress rehearsal begins.

Clothes are crafted with vigorous, balletic movement in mind. Off-shoulder jersey bodies in cream, blush and teal effortlessly shift with the wearer’s body ; ribbed knit boleros in white cotton contour frame the décolleté, while bunched-up mohair cosies warm the joints. The sleeves of scoop-necked jumpers are attached in reverse, allowing for arms to be thrown skywards into the fifth position with ease.

Vests are scaled up and layered as airy minidresses, and MM6 Salomon Adv Skin 5 running vest, a product of this season’s continued collaboration with the French outdoor sports brand, first introduced for Autumn-Winter 2022, feature throughout – handy for whenever water breaks call. Elsewhere, the brand’s signature sole tooling is used for thigh-high boots with pointes uppers, available in blush and black.

A jaunty playfulness informs how pieces are constructed and worn – shrunken spaghetti-strap tops become cummerbunds that cinch the waists of boxy satin coats, and knitted camisole dresses are tugged and folded into svelte, high-waisted skirts. The five-zip jacket with sharply-slanted cap sleeves is reimagined as a ballet dancer’s leotard in polished black calfskin.

The mottled scuffs of worn-in ballet shoes inform the abrasions that constitute this season’s keystone graphic motif. Speckled across bleached denim maxi skirts, roomy mohair knits and stretch jersey tops, they have a dual function – they simultaneously serve as tattered embellishments while offering ventilation in stifling summer heat. The ivory duchesse satin used for notch-lapel coats and wide-leg jeans is dirt-washed, dulling its sheen, and the dye treatments of sky blue and rose jersey slips are marbled and streaked, a homage to pieces from one of the Maison’s most emblematic collections.

Silhouettes are anchored by a footwear range that – expectedly – takes the ballet shoe as its point of departure. Its square-toed silhouette translates to mules in blush satin and black calfskin; the ‘6’ heel ankle boot in tan leather; open-toed, thigh-high sock boots in aquamarine, fuchsia and taupe jersey; and even a crossbody mini-bag that mimics a folded-over pump. A full range of Japanese bags – including the classic origami-inspired form, the oval-bottomed mini-tote, the long-handled accordion silhouette and a new shoulder bag – return in the season’s primary palette, and this season’s jewellery draws inspiration from hand-knotted and studded pieces discovered in the archive.

As ever with MM6 Maison Margiela, this is a collection that reiterates the brand’s core philosophy – rather than impose how they should be worn, these are clothes to be lived in as you please. Whether for running, dancing or lounging, these garments are not ready to wear – they are ready when worn.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending