Connect with us

Style & Luxury

Alta Orologeria: lo stile inimitabile della nuova collezione di segnatempo dotati di forte personalità e autenticità per vincere ogni sfida

Published

on

28 dicembre 2012

La nuova collezione di Girard-Perregaux, Hawk, rimanda all’idea di eleganza, astuzia, sicurezza e forza; i due modelli, Sea Hawk e Chrono Hawk, affermano in maniera inequivocabile gli attributi della collezione e confermano la grande maestria tecnica di Girard-Perregaux nella fabbricazione di prestigiosi orologi sportivi.

Il design innovativo, frutto di un’esperienza maturata nel settore orologiero dal 1791, trasmette tutta l’energia che li contraddistingue. I due nuovi modelli della collezione, cronografo e subacqueo, arricchiscono il patrimonio del marchio e l’universo dell’orologeria di classe.

Ma il nome Hawk ricorda anche l’esperienza secolare che il marchio vanta in questo settore; nel 1880, infatti, ha inizio la produzione in serie di orologi da polso militari e nel 1940 Girard-Perregaux lancia la prima generazione di orologi Sea Hawk.

La cassa dal diametro di 44 mm in acciaio inossidabile ne definisce il tono: atletica e dinamica, ospita il tempo entro angoli ben definiti che fanno eco alla forma ottagonale del modello Laureato.

Impermeabile fino a 1000 metri, il nuovo Sea Hawk è dotato di una valvola per la fuoriuscita dell’elio in fase di decompressione e di lunetta girevole in senso antiorario per il calcolo dei tempi d’immersione.

Sportivo, elegante e moderno, il Chrono Hawk non lascia niente al caso. Il design della cassa sposa bordi raffinati alla lunetta di forma rotonda; il quadrante consente una rapida visualizzazione dei brevi intervalli di tempo rilevati, mentre il movimento presenta un’eccezionale finitura.

Info: www.girard-perregaux.com

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Sfilate

MFW – Max Mara A/I2024 The Inner Life

Published

on

Dormi? No. Se avvicinassi la mia guancia alla tua, sentirei fremere le ciglia come l’ala di una mosca prigioniera. […] Tutto il mio corpo si abbandona, disteso, e la nuca pesa sulla spalla tua dolce; ma i nostri pensieri si amano discreti in quest’alba azzurra, così pronta a crescere.”
Colette, Notte Bianca, Viticci

La prosa di Colette è profonda e passionale. Con la franchezza che la contraddistingueva, dichiarò che “l’amore non è un sentimento onesto”.
Era ra nata, intelligente, emancipata. Scrittrice eclettica, giornalista, sceneggiatrice, talvolta esperta di estetica e audace artista di music-hall. Alla “woman in control” di Max Mara, si aggiunge un tocco di stile Belle Époque, di glamour demi-monde e di sensualità.

Moderna, sobria, eppure profondamente evocativa: Max Mara è per la moda quello che Colette è per la letteratura. Le fotografie in bianco e nero che ritraggono le bellezze della Belle Époque nel Bois ispirano look eleganti e con un’anima.
La silhouette ovoidale di influenza giapponese degli anni ’10 ispira nuovi cappotti, talvolta con maniche a kimono, talvolta con un ampio volume sul retro. Sono realizzati in compatto melton di cashmere e in so ce doppio tessuto di cammello e alpaca, oppure lavorati a maglia con bordi finiti al laser. Lunga o corta, la silhouette è sottolineata da un’ampia fascia in maglia in vita, abbinata a una cintura, come fosse un’obi. Borse in morbida pelle con fibbia stilizzata completano il look.
Colette disse: “Esistono intenditori di blu proprio come esistono intenditori di vino”. Max Mara propone un navy inchiostro scuro e un cobalto da abbinare al nero corvino e al grigio fumo.

Colette si vestiva spesso da uomo. Il suo bellissimo alter ego, Chéri, sfoggia grandi classici: impeccabili cappotti da u ciale, caban e le immancabili giacche Max Mara.
Scene ambientate in un boudoir in forte penombra ispirano camisoles, splipdress e Teddy. Interpretati in drap, in flanella e in tweed con cuciture a vista diventano un seducente contrappunto al look urbano di Max Mara. Delicati volant donano nuova femminilità alle gonne e agli abiti a tunica. Pyjamas svolazzanti e fluide vestaglie in flanella, o in so ce velluto blu notte, danno un nuovo significato al giorno e alla sera; quando cala la notte, il luccichio di cristalli blu e neri sottolineano la loro rigorosa geometria.

Colette descriveva nel dettaglio la scrupolosa beauty routine dei personaggi dei suoi scritti: l’outfit scelto per suscitare complimenti, il leggero velo di cipria, il rossetto o lo smalto: quei piccoli ritocchi che generano la magia. A chi è destinata questa attenta cura del proprio aspetto? È Colette stessa a dircelo: “Bellissima? Per chi? Ma come, per me stessa, ovviamente.” e Max Mara non può che essere d’accordo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

MFW – Sarawong FW24-25 “Blossoms Sand”

Published

on

La collezione SARAWONG FW 24.25, si insinua tra le pieghe della storia e della poesia per narrare un racconto di bellezza intrinseca e dal significato profondo. La designer si è ispirata alle parole immortali di William Blake nel suo poema “Auguries of Innocence” e alla ricchezza culturale della Via della Seta, per creare un’esperienza di moda che celebra la connessione tra il microcosmo e il macrocosmo, il limitato e l’infinito.

La designer si rifà in particolar modo ad uno dei versi più densi e pieni di significato dell’opera: “To see a world in a grain of sand, and a heaven in a wild flower, hold infinity in the palm of your hand and eternity in an hour”.Queste parole, intrise di profonda saggezza, spiegano la capacità di cogliere l’universo intero in un dettaglio apparentemente insignificante. Anche in una singola particella di sabbia o in un fiore selvatico, è possibile intravedere un intero universo dove trovare la bellezza e la perfezione del paradiso.

La designer cerca di catturare questa visione, trasformando elementi più comuni in capi straordinari. I tessuti, i dettagli e le stampe della collezione si immergono nei microcosmi della natura, le texture e i motivi evocano una profonda connessione con la terra e il cielo, traducendo l’essenza poetica di Blake in capi di abbigliamento vibranti. In particolare, le stampe floreali si ispirano ai quattro magnifici fiori che si trovano sui murales delle grotte Dunhuang, un sistema di 500 templi scavati nella roccia nella provincia di Gansu, lungo la Via della Seta. Peonia, fiore di melograno, poinsettia e il caprifoglio rappresentano la resilienza delle donne, la loro capacità di adattamento, la comprensione e la speranza di una vita piena di bellezza e felicità.

“Blossoms Sand” si manifesta attraverso una fusione di eleganza senza tempo e innovazione contemporanea. I tessuti ricchi e le silhouette fluide si mescolano armoniosamente con dettagli intricati ispirati alla natura. L’eleganza si unisce ad una sensualità sussurrata, creando un equilibrio perfetto tra femminilità sofisticata e modernità audace. La collezione incarna la visione di una donna sicura di sé, consapevole della sua bellezza interiore ed esteriore.

La Via della Seta, simbolo di scambio culturale e commerciale tra oriente e occidente, permea la collezione con la sua storia millenaria. I colori, le forme e le decorazioni richiamano le magnifiche sfumature dei paesaggi e i dettagli raffinati riflettono l’influenza delle culture che si sono intrecciate lungo questa rotta storica, offrendo un omaggio alla sua bellezza senza tempo.

Ricami intricati, tessuti pregiati e lavorazioni artigianali si fondono per creare pezzi unici che narrano storie antiche e moderne.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Sfilate

MFW – Antonio Riva – Linea Atelier Collezione Ar Déco | Capsule Peonia

Published

on

Dalla peonia, fiore simbolo della maison, nasce una stampa esclusiva declinata su abiti e accessori.

Dal desiderio di creare una narrazione grafica dei codici iconici della maison, il direttore creativo Antonio Riva rende la peonia protagonista di un momento speciale della nuova collezione SS24. Considerata nella tradizione orientale la ‘regina di tutti i fiori’ per la sua eleganza, evolve in elemento centrale di una stampa esclusiva che prende vita su foulard in pura seta con profilo a contrasto e poi declinata in una mini collezione.

Tessuti leggeri e impalpabili come l’organza divengono la tela su cui poi lo stilista riprende la stampa, dipingendo primaverili corolle nei toni del rosa e del cipria, avvolte da fiocchi, per dare vita alla capsule Peonia. Sei capi proposti nelle nuances nude e ottanio: due abiti lunghi, due midi e due camicie dai volumi importanti, arricchite da maxi fiocchi e rouches che donano tridimensionalità.

La capsule aggiunge un tocco romantico e contemporaneo alla più ampia collezione AR Déco, presentata nell’Atelier di Corso Venezia a Milano e ispirata alle forme classiche dell’omonimo movimento artistico degli anni Venti e Trenta. I toni modernisti della collezione, esaltati dalla drammaticità degli accostamenti cromatici vengono infatti stemperati dalla morbidezza, dalle trasparenze e dal romanticismo conferito da elementi iconici della Maison tra cui emerge proprio la capsule Peonia. Seta, chiffon, tulle e pizzo nei toni pastello si combinano a quelli più decisi del blu, dell’ottanio e del nero in long e midi dress con scolli profondi e schiene scoperte, in gonne a balze e in eleganti pantaloni in mikado. Protagonisti i volant, le rouches, le piume e i ricami floreali che da sempre illuminano il magico racconto di Antonio Riva Milano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending