Connect with us

Style & Luxury

Un cronografo ideale per le immersioni prende spunto da uno storico modello degli anni Trenta pensato per equipaggiare i membri dell’aviazione

Published

on

18 giugno 2012

Nelle immersioni, la misurazione precisa ed accurata del tempo è una necessità vitale e che anche un minimo errore nel conteggio dei minuti passati sott’acqua, o un minimo blocco del meccanismo dell’orologio potrebbe avere serie conseguenza.

Fin da quando apparve il primo orologio subacqueo con la firma Jaeger-LeCoultre, gli orologieri sono sempre stati di una precisione estrema e hanno cercato di raggiungere risultati strabilianti.

Il cronografo Deep Sea del brand ha un indicatore operativo per il cronografo che contribuisce alla sicurezza rendendo possibile controllare con un’occhiata che il cronografo stia effettivamente misurando un certo intervallo di tempo, che sia pronto per essere attivato o che il tempo misurato sia mostrato nei vari quadranti.

La caratteristica specifica è ispirata a un modello storico: il Cronoflight.

Questo cronografo di bordo fu inventato nel 1930 per equipaggiare l’aviazione civile e militare.

Successivamente arricchì il range di strumenti di bordo costruiti fin dagli anni ’10.

Il Cronoflight aveva una serie di sotto quadranti e contatori, che servivano in particolare per calcolare il tempo totale di volo esclusi gli scali.

Usato per oltre 30 anni, la sua precisione lo resero anche uno degli orologi preferiti tra i guidatori di gare motociclistiche.

Oggi, il Deep Sea Chronograph è ispirato dalla tecnica presente nel chronoflight ma adattata perché sia fruibile per i sub.

Nel quadrante sotto la firma, un’apertura rotonda rivela l’indicatore operazionale del cronografo.

La cassa è composta da due dischi, uno bianco e l’altro rosso, che forniscono le informazioni richieste riguardo allo stato del cronografo, senza rischio di errore.

Quando il display è bianco, il cronografo è pronto per essere attivato per cominciare amisurare un intervallo di tempo.

Una volta che il cronografo è partito, la finestra dell’indicatore mostra simultaneamente entrambi i colori – rosso e bianco – per segnalare che la misurazione è in corso.

Infine, quando il cronografo è stoppato, il disco rosso appare da solo nella finestra, a indicare che la misurazione effettuata può essere consultata, prima di resettare il cronografo.

E’ uno strumento disegnato per professionisti e quindi include tutti i criteri imposti sugli orologi da sub dallo standard ISO 6425.

Ha una lancetta rotante unidirezionale, è resistente all’acqua fino a 10 atmosfere (100 metri), leggibile al buio, e incontra anche le esigenze corrispondenti in termini di magnetismo e resistenza agli shock.

L’indicatore operativo ha la forma di un piccolo mini quadrante a ore 6.

Questo modello è guidato dal nuovo Calibro automatico Jaeger-LeCoultre 758, associato a un meccanismo oscillante a 28.800 vibrazioni orarie e ricaricato con un potere di riserva di 65 ore.

Due quadranti (uno per le ore, l’altro per i minuti), con la lancetta dei secondi centrale.

L’orologio offre una totale chiarezza delle lancette, rivestite di materiale luminescente.

Due pulsanti posizionati a ore 2 e a ore 4 su entrambi i lati della ghiera servono a far partire, fermare e resettare il cronografo.

La cassa in acciaio inossidabile di 42 mm di diametro è completata da un cinturino di pelle nera.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Sfilate

MFW – MISSONI WOMEN’S FALL WINTER 2024 SHOW

Published

on

The ones of the stripes

Righe dal passo deciso, dal ritmo ipnotico, che accelerano e si espandono, o frenano e si contraggono. Righe che danzano su tutto, dalla testa ai piedi. Righe che segnalano e disallineano, marciando al proprio tempo. Una collezione che mette Missoni in riga e va dritta al punto, ripartendo dalle righe che tracciarono la direzione del percorso. Righe che Ottavio componeva in materiali, e Rosita in abiti, accostando colori come note su uno spartito. È una riga la silhouette: verticale, empowered e affermativa, in un passo costante di alternanze maschili e femminili. Tailoring spalluto dal volume pieno, top e lunghe gonne che sbiecano a portafoglio, tute, lunghi abiti che aderiscono, e i drappeggi che scompigliano l’ordine delle righe parallele. Righe che diventano materiche nella profusione di punto pelliccia, come interi capi o come dettagli, o che sfumano e si impastano in tweed Caperdoni. Allinearsi di righe in un total look geometrico che diventa vivo sul corpo, e lo accompagna per la città. Righe come chiarezza, in ogni senso: tutto è matched invece che mixed, in una palette primaria e terrosa, con l’immancabile bianco e nero che è la riga ridotta alla sua grafica essenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Accessori

‘MINIME BAG’, la mia borsa è come me

Published

on

SARTORIALE E SU MISURA, UNICA COME OGNI DONNA

Su misura come un completo sartoriale, esclusiva come lo può essere un pezzo unico, autentica come ogni donna: la “Mini Me Bag” di A5o4 è una dichiarazione di indipendenza.

Piccola e compatta, pensata per contenere tutto l’essenziale, alla base geometrica con chiusura a pattina abbina un’infinità di possibilità che rendono ogni borsa unica. Dalla scelta dei materiali ai colori, dal doppio manico regolabile alla tracolla amovibile, la ‘Mini me bag’ è la tela bianca su cui dipingere la propria identità, un accessorio che parla di chi lo indossa, esprimendone l’autenticità.

Interamente realizzata a mano da artigiani napoletani, racchiude l’esclusività di un pezzo unico, come lo è chi sceglie di non omologarsi.
Disponibile in pelle in army, scarlet, redmarron, off white, nero, cuoio e cipolla, nella versione vernice è proposta in versione nero o barolo.
Impossibile trovarne due identiche: ogni borsa è un pezzo unico, il risultato di un processo di produzione di altissima qualità, che punta solo su pelli spazzolate o nappate, lavorate a mano, rigorosamente a concia vegetale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Fashion News

Belvest: il completo Made in Italy

Published

on

Belvest nasce nel 1964, dal Sig. Aldo Nicoletto, il quale crea un azienda, a Piazzola Sul Brenta, in provincia di Padova, con la mission di coniugare la praticità del ready to wear, alla maestria artigiana che da sempre contraddistingue la nostra penisola.

Molti dei migliori sarti italiani, iniziano a lavorare per lui. E da qui inizia tutto, fino ad arrivare nel 1972 alla prima presentazione a Pitti, che permette al brand di aprirsi al mondo, conquistando mercati importanti, in cui i clienti hanno imparato da tempo a riconoscere il vero made in Italy, apprezzandolo e ricercandolo. Nel 1978 viene introdotto anche il servizio su misura, tutt’ora attivo, e viene creata una giacca diversa dalle altre. Perché?
Viene creata in forma destrutturata così da permettere maggiore libertà di movimento, ma allo stesso tempo incarnare il perfetto stile italiano, che non scende a compromessi.

Belvest è stato da sempre sinonimo di tradizione e innovazione, infatti, ha poi registrato con un marchio , JACKETINTHEBOX © (https://www.belvest.com/it/content/24-jacketinthebox), così da avere sempre un capo leggero e calibrato, innovazione poi
apportata anche ad altre linee, fino allo sviluppo del più recente tessuto, antibatterico, che mantiene Belvest al vertice dei brand italiani non solo di moda, ma di STILE. Per quanto riguarda le linee e i tessuti, Belvest ha qualcosa di speciale. Per chi come me ha completi e giacche del brand, la differenza che salta subito all’occhio, sono i particolari.

I tessuti estremante pregiati che sono scelti, il taglio, che è quel giusto mix di tradizionale e contemporaneo, in più anche una Murrina, creata appositamente da un mastro artigiano, che dalla collezione AI 20/21 in avanti accompagna ogni giacca Belvest. Un prezioso omaggio che fonde lo stile Belvest con il desiderio di indipenzenza del cliente. Chiaramente questi abiti, queste giacche vanno portate, perché più si portano, più Belvest si adatterà alle caratteristiche fisiche di ciascuna persona, rendendo il capo unico. Io utilizzo personalmente Belvest, sia per completi da città, sia per giacche sportive classiche. Devo dirvi che quando si arriva alla sera, quasi dispiace di doversi togliere il completo, poiché ha veramente un comfort molto elevato, che quasi fa scordare di portarlo. Vi consiglio di dare sempre un occhio ai loro lookbook sul sito, e di , per quanto possibile, cercare il su misura poiché amplificherà ancora di più le qualità del prodotto Belvest. Tra le fantasie da segnalare, che ho apprezzato molto, vi sono I principe di Galles, i quadretti, e la cosa che ho assolutamente adorato, e’ la ricerca nella composizione dei tessuti. Si parte da Lino e Lana, a mix di seta, lana, alpaca e cashmere. Veramente denota una ricerca e sviluppo di livello altissimo. Sia esso per lavoro, sia per tempo libero.

Quindi oltre a lasciarvi il link, e le foto prodotto, spero che questa possa essere un opportunità per comprare un completo, che diventerà un vostro fido compagno di vita, oltre che diventare voi stessi ambassadors del vero made in Italy. Sotto, troverete delle immagini relative alla nuova collezione estiva ( da notare il blazer, bellissimo), così che possiate già cominciare ad immedesimarvi in questa estate 2024, insieme a Belvest ovviamente!

www.belvest.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending