Connect with us

Style & Luxury

La Svizzera si dà appuntamento in Italia con 2 brand di eccellenza assoluta. Le parole chiave sono eleganza naturale e riservatezza

Published

on

10 maggio 2012

Andermatt Swiss Alps, gioiello dell’hotellerie ad opera di Orascom Development, è uno dei main partner d’eccezione dell’Audemars Piguet Golf Trophy, il torneo-evento che festeggia i 40 anni dell’iconico orologio Royal Oak.

Durante le 11 tappe previste – corrispondenti ad altrettanti golf club tra i più prestigiosi d’Italia – Andermatt Swiss Alps trova il miglior palcoscenico per presentarsi a un’audience selezionata e perfettamente in target con il futuro resort.

“Questo evento offre l’indiscussa opportunità di collaborare con un brand di fama internazionale come Audemars Piguet e di raggiungere gli interlocutori potenzialmente più interessati al nostro resort” afferma Philipp Peter, responsabile vendite per l’Italia di Andermatt Swiss Alps.

Non solo, la destinazione (nel cuore del Canton Uri) vanterà un campo da golf 18 buche – più campo pratica da 6 – che già promette di trasformarsi in un indirizzo d’elezione per gli appassionati del green. Con 1.3 milioni di metri quadrati pianificati secondo i più alti parametri eco-sostenibili internazionali, il futuro campo da golf di Andermatt è visto fin da ora come uno dei percorsi più spettacolari, ma soprattutto impegnativi di tutte le Alpi.

“Andermatt è da sempre meta preferita degli sciatori più esigenti” aggiunge Peter “La rivoluzione che Samih Sawiris ed Orascom stanno attuando permetterà di ampliare la stagionalità, rendendola attiva e fiorente tutto l’anno”.

Tra i premi in palio durante l’Audemars Piguet Golf Trophy sarà offerto anche un weekend per 2 ad Andermatt, per sperimentare una destinazione dove nell’anno 2013 si inaugurerà il prestigioso TheChedi Andermatt, 5 stelle lusso firmato da Jean Michel Gathy ed epicentro simbolo della rinata località: Andermatt Swiss Alps.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading
Advertisement

MFW SS 2022

MFW – Philippe Model Paris svela “La Grande”: la sneaker ispirata al mondo del basket

Published

on

In occasione della Milano Fashion Week 2021 Philippe Model Paris presenta, all’interno della collezione Spring Summer 2022, la nuova sneaker dal DNA sportivo.

La Grande   una sneaker creata per gli amanti del basketball style ma allo stesso tempo dello streetstyle e rievoca le forme iconiche dei leggendari modelli degli anni ’80 e ‘90. Reinterpretata in chiave moderna   pensata per un pubblico che ricerca una scarpa dal carattere sportivo forte ma con un’attitudine giovane che ricorda le atmosfere dei videogiochi arcade.

Ispirata al mondo del basket, La Grande vuole ricordare i valori del gioco di squadra, della grinta, della velocità, componenti essenziali per chi pratica questo sport. Ma é anche un inno allo streetstyle del passato che rivive nella forma, alta con label a vista sulla linguetta, nel collarino in nylon imbottito sul retro e nel colorway che ne valorizza la struttura. Un carattere vintage e old school che si fonde con l’anima moderna del brand messa in risalto dagli inserti in TPU con logo tono su tono e dall’essenziale scudetto microforato sulla tomaia.
Presentata in tre referenze colore, total white o con dettagli color block combinati, tutte con una finitura anticata sulla suola realizzata a mano, questa sneaker effetto beaters fa appello alla nostalgia degli anni ’80 arricchendosi di un’allure giovane e cosmopolita.
Lo stile e i colori sono le caratteristiche inconfondibili di La Grande, a cui si unisce la qualità  della realizzazione: la scelta dei pellami pregiati anticati a mano a garanzia dell’unicit  di ogni calzatura, la lavorazione e i dettagli premium che ne fanno una proposta ideale per un target consapevole e attento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

MFW SS 2022

MFW – Philipp Plein collezione Primavera/Estate 2022 | NIGHT GAMES

Published

on

PHILIPP PLEIN è riconosciuto per realizzare produzioni straordinarie e spettacoli incredibili e questa stagione non sarà da meno. La collezione Primavera/Estate 2022 PHILIPP PLEIN è stata presentata in modo innovativo.  La pandemia ha cambiato tutto ma non la voglia di fare festa e sorprendere le persone. Siate pronti, ancora una volta, a parlare di PHILIPP PLEIN.

La collezione PHILIPP PLEIN sarà lanciata con un vero e proprio film d’arte realizzato da STEVEN KLEIN, maestro nella creazione delle immagini cinematografiche più teatrali. Il suo lavoro e le sue esperienze si estendono oltre lo schermo.

‘NIGHT GAMES’ è un’opera d’arte che riscrive i confini della moda, dell’arte e del cinema. Questa non è l’unica sorpresa di questa stagione. Una star internazionale si unisce a Philipp Plein e Steven Klein in questo progetto rivoluzionario: MEGAN FOX.

Rifiuta il conformismo e coltiva il suo modo unico di essere sexy e dominare allo stesso tempo. Lascia che la tua fantasia ti guidi. Le regole della moda sono cambiate. NIGHT GAMES è un’esplorazione cinematografica della coscienza di una donna la cui esistenza è fatta di ricchezza e isolamento.

Utilizzando una forma sperimentale di narrativa, la vita della donna PHILIPP PLEIN si svolge come in un sogno febbrile. NIGHT GAMES è un invito alle fantasie crepuscolari della tua mente.  La cornice perfetta per questo film non poteva che essere una: lo CHATEAUX FALCON, la mega villa di Philipp Plein a Los Angeles.

Un tempo proprietà del leggendario MULTIBILLIONAIRE Howard Hughes, nel 2014 Philipp Plein ha deciso di acquistare la terra di questo leggendario imprenditore, regista, aviatore e playboy. Solo un grande uomo può meritare l’eredità di un altro grande uomo. The Aviator è un film drammatico biografico epico americano del 2004 diretto da Martin Scorsese e scritto da John Logan. In questo film Howard Hughes era il protagonista ed è stato interpretato da un incredibile Leonardo Di Caprio.

Tutto è nuovo, tutto è innovativo. Philipp Plein presenterà il suo film e la nuova collezione nella sua nuova “casa-marca”: ha acquistato l’intero stabile di Via Burlamacchi 5 a Milano per realizzare il nuovo showroom alla moda, ancora più grande del precedente, la nuova sede è progettato in un modo concettuale super moderno e lo spazio è di oltre 1400 mq disposti su diversi livelli tra cui anche una terrazza affacciata sui tetti di Milano.

Una nuova stagione, un nuovo anno sono diventati ma PHILIPP PLEIN vi lascerà senza fiato ancora una volta. La fantasia non ha limiti e lo stesso per il twist che sta dietro alla nuova Spring Collection di PHILIPP PLEIN. Più colori, più ispirazioni e più forme. La collezione si riassume in abiti comodi che si adattano al giorno dei sogni americani. In volo dalla costa occidentale a quella orientale, da Los Angeles a Malibu e da Miami a New York: shorts dai colori sgargianti, felpe oversize, camicie da campo, abiti stressati, giacche college e tubini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

MFW SS 2022

MFW – Max Mara Spring-Summer 2022

Published

on

Una scrittrice, un’intellettuale della Beat Generation che batte su una vecchia macchina da scrivere la storia di una lunga e calda estate. E’ il racconto di amori, intrighi, paradossi ed elegante ennui, ambientato sullo sfondo di ville lussuose, spiagge isolate, macchine veloci, yacht e locali esclusivi. Françoise Quoirez era proprio quel tipo di scrittrice. Un’adolescente ingovernabile, fanatica di Proust, Stendhal, Gide e Camus, era stata espulsa due volte da scuola (una volta per aver impiccato un busto di Molière). A diciassette anni, non avendo conseguito la maturità, fu obbligata a rinunciare alla tradizionale vacanza di famiglia per rimanere a casa a studiare. Privata di quei lunghi e lenti mesi estivi nella casa al mare, ci and  con la mente. Sotto lo pseudonimo di Françoise Sagan, il suo immaginario estivo si materializz  in “Bonjour Tristesse”, il capolavoro letterario che scosse lo status quo della societ  dell’epoca. E il film tratto dal libro, diretto da Otto Preminger, è diventato un cult.

La protagonista della storia, Cécile, può godere di tutti i passatempi edonistici che l’autrice avrebbe potuto vivere in vacanza e scopre che rimane tempo a sufficienza per una auto-analisi. Max Mara costruisce la figura sartoriale di una Cécile de nos jours: la ribelle borghese. Lo stile della Sagan, easy beatnik chic, rimanda ai classici del workwear; la blusa da pescatore, la giacca da artigiano, i pantaloni e le tute da lavoro vengono reinventate con la finezza del prét-à-porter. In tela arricciata, impeccabile popeline e denim, questi capi sono caratterizzati da precise cuciture a contrasto. Tank tops e sandali maschili con suole chunky completano il look da bad girl. Chiffon talvolta ricamato con delicate piume offre un contrappunto al workwear. La palette cromatica spazia dal sabbia al cuoio e dal navy al nero, con tocchi di giallo e arancio che richiamano il lungomare soleggiato. Gli ombrelloni sono l’ispirazione per disinvolti total look in audace tela a righe. “Ora siamo tutti esistenzialisti”, hanno dichiarato alcuni dei più importanti filosofi moderni. Sicuramente, nell’ultimo anno e mezzo, abbiamo imparato alcune cose sull’importanza della libertà interiore, proprio come Françoise Sagan. Il milieu di cui scrisse ha spinto un critico letterario a soprannominarla “un’esistenzialista che vive in un hotel di lusso”. Per Max Mara è la definizione del giusto mix tra tensione intellettuale e lusso edonistico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 Users (0 voti)
Criterion 10
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

Continue Reading

Trending